Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

In Gran Bretagna si accende il dibattito sull’eutanasia

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2012

English: Prime Minister David Cameron speaking...

Image via Wikipedia

(Centro Maderna) La Commission on Assisted Dying (Commissione sulla morte assistita) presieduta da Lord Falconer, ha messo a punto un documento che critica la legislazione in vigore in Gran Bretagna, che oggi prevede di incriminare chiunque incoraggi o assista una persona che intende porre fine alla propria vita. Secondo la Commissione, il Parlamento britannico dovrebbe legalizzare la morte assistita per una determinata categoria di pazienti in fase terminale e seguendo procedure rigidamente prefissate: sono queste le conclusioni a cui è arrivata la Commissione inglese indipendente, anticipati dal quotidiano inglese The Guardian, la cui pubblicazione è attesa a breve. La posizione del premier David Cameron su questo argomento è chiara: già nel 2006 infatti aveva mostrato la propria opposizione a qualunque tentativo di modificare la legge che punisce l’eutanasia. Il portavoce del ministero della Giustizia ha dichiarato: “Il governo è convinto che ogni modifica legislativa in questo clima così emotivo e surriscaldato si tramuterebbe in un caso di coscienza individuale. Sarebbe più giusto demandare la decisione al Parlamento, dopo un approfondito dibattito, piuttosto che a una presa di posizione del gabinetto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: