Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 10 gennaio 2012

Liberalizzazioni commercio

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Nella stagione delle liberalizzazioni va inserita, ad avviso di Adiconsum, anche la liberalizzazione delle promozioni dei prodotti no-food. Siamo convinti – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – che il commercio vada liberalizzato non solo nel settore dei prodotti food, ma anche di quelli no-food, dove ad oggi la concorrenza è limitata al solo periodo dei saldi. Ciò porterebbe – prosegue Giordano – ad un risparmio significativo sugli acquisti giornalieri dei consumatori e favorirebbe una vera concorrenza fra gli operatori commerciali che potrebbero misurarsi fra loro in termini di professionalità, assistenza ai clienti e vendita di merci e prodotti ad un sempre migliore rapporto qualità-prezzo, con indubbi benefici per l’economia dell’intero Paese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Borse di studio dedicate esclusivamente alle donne

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

DSCN1924

Image by bpsusf via Flickr

La Cass Business School, parte della City University di Londra, aumenta il numero delle borse di studio per il programma Full Time MBA dedicate esclusivamente alle donne. L’obiettivo della Business School londinese è quello di implementare il suo programma di borse per le donne denominato “Women in business” offrendo quattro borse nel 2012, una in più rispetto all’anno accademico in corso, che ne prevede tre. Ciò significa che il numero di borse di studio “rosa” per il Full Time MBA è quadruplicato dal 2010, quando una sola borsa era disponibile. Tale aumento ha luogo in un momento in cui il numero delle donne che frequentano il programma Full Time MBA è balzato dal 38 % nel 2010 al 45% nel 2011. La Dottoressa Sionade Robinson, direttrice del Full Time MBA, sostiene che questa iniziativa è importante per poter attirare un numero maggiore di candidate e per contribuire a colmare il divario di genere nelle alte sfere delle carriere manageriali. “Le Business Schools hanno un ruolo fondamentale da svolgere, devono contribuire ad aiutare le donne a raggiungere alte posizioni di leadership. Per molte donne, un MBA rappresenta una scalata verso l’apice della propria carriera. L’ultima Association of MBAs’ global 2010 Careers Survey mostra infatti che l’MBA continua ad avere un impatto significativo sui salari e sulla progressione della carriera, in particolare molti anni dopo la laurea.”
“Aumentando il numero di borse di studio per le donne, ci proponiamo di aiutare le candidate di sesso femminile, ambiziose e con un’importante esperienza professionale alle spalle, ad accelerare la loro carriera, permettendo così una più grande rappresentanza globale del genere femminile nelle alte sfere della City ” Le borse del programma “Women in Business” sono destinate a donne altamente competenti che dimostrano di possedere il potenziale per eccellere nella formazione MBA e nella loro futura carriera. Ogni borsa di studio vale 17.250 £ (all’incirca 21.000 €). L’aumento del numero delle borse di studio va di pari passo alla crescita record del numero di donne iscritte al Full Time MBA della Cass Business School. La direttrice dei Programmi MBA, Erica Hensens, spiega così l’aumento di iscrizioni femminili: “Abbiamo preso una serie di misure di reclutamento e di marketing per sfatare il mito dei programmi MBA a dominanza maschile. Ciò include l’organizzazione di una serie di eventi mirati, come i seminari MBA “Women as Leaders” che esaminano le dinamiche di leadership da una prospettiva femminile. “Abbiamo anche cercato di rendere il corso più interessante e accessibile alle donne, aumentando la percentuale di docenti di sesso femminile nel nostro corpo docente MBA, favorendo un clima di collaborazione piuttosto che di competitività spinta ed eccessiva, in modo che le donne possano sentirsi maggiormente a proprio agio.” Anche l’ubicazione e l’architettura contemporanea della scuola influiscono, secondo Hensens. “Cass è un luogo dinamico – lo si percepisce non appena si entra – ed è anche per questo che attiriamo donne dinamiche e ambiziose. Alla Cass non si avverte quella sensazione di chiuso universitario – è un ambiente dinamico, luminoso ed accogliente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Serata di tango argentino

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Chuck Versus the Tango

Image via Wikipedia

Ivrea Lunedì 23 gennaio 2012, alle ore 20.30, presso l’Auditorium Mozart di Ivrea, avrà luogo una serata dedicata al tango argentino, organizzata dalla Cittadella della Musica e della Cultura di Ivrea e del Canavese. L’appuntamento, dal titolo Libertango – Storie di vita. Dai canti dei migranti al bandoneón di Piazzolla, ripercorre la storia del tango argentino attraverso letture di testi e poesie, la visione di filmati d’epoca e pellicole cinematografiche, nonché esibizioni di ballo dal vivo. Alla serata partecipano i ballerini Nicoletta Panu, Claudio Giachetto, Antonella Lacalamita, Paolo Balocco e l’attore Enrico Faletti. Il coordinamento artistico e la regia sono di Nicoletta Panu.
Nicoletta Panu, insegnante di Danza Classica Diplomata e registrata presso la Royal Academy of Dance di
Londra. Responsabile dei corsi di danza presso il Liceo Musicale di Ivrea e il Centro Danza “La Fenice Ballet” di
Cuorgnè. Si avvicina al tango argentino nel 1999, frequentando i corsi del Laboratorio di tango argentino diretto da
Patrizia Pollarolo e Carlo Margiocchi. Per seguire questa passione, nel 2008 trascorre un periodo a Buenos Aires,
studiando presso la “Escuela Argentina de Tango”. Claudio Giachetto, insegnante di Ballo in possesso di Diploma A.N.M.B. Si avvicina al tango argentino verso la metà degli anni ’90. Da più di dieci anni insegna tango, collaborando con il Laboratorio di tango di Patrizia Pollarolo e Carlo Margiocchi, studiando con i più quotati maestri argentini. Dal 2008 fa parte del gruppo di ricerca sul tango “Juntando Almas”, legato al Laboratorio di Margioccchi e Pollarolo.
Paolo Balocco e Antonella Lacalamita iniziano lo studio del tango nel 1999 e da allora si perfezionano con i più
famosi insegnanti argentini. Dal 2007 si dedicano all’insegnamento. Attualmente tengono i loro corsi presso la
scuola di danza “Nuova Arabesque” di Leinì. Enrico Faletti dal 1995 al 1998 frequenta il centro di formazione teatrale “Il teatro delle dieci” di Torino, diretto da Massimo Scaglione. Durante e dopo la formazione partecipa come attore a numerose produzioni teatrali, spaziando dalla tragedia greca al teatro contemporaneo comico-brillante, spettacoli di strada, improvvisazioni e performance con fusioni di teatro-musica-danza. Riceve la nomination come “miglior attore” al festival nazionale “Premio Taranto Teatro” del 2000 e segnalazione come “miglio attore non protagonista” nell’edizione del 2005. Dal 2000 al 2002 decide di perfezionarsi frequentando la scuola di recitazione del “Tangram Teatro” di Torino, diretto da Ivana Ferri e Bruno Maria Ferraro. Partecipa in diverse produzioni cinematografiche di cortometraggi tra il 2004 e il 2005. Dal 1998 ad oggi fa parte del gruppo “Esperimenti Teatrali” di Castellamonte (TO), esibendosi in produzioni di teatro di prosa, di storia e letture interpretative

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

 

Sapienza University of Rome

Image by javaczuk via Flickr

Roma 13 gennaio 2012 ore 9.30 aula magna del Rettorato piazzale Aldo Moro 5 si svolgerà l’incontro Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani. Gli scenari strategici per Roma e per la Regione Lazio, promosso dalla Sapienza con la finalità di riunire tutti gli attori coinvolti nella questione dello smaltimento dei rifiuti sul territorio regionale e di concertare una possibile via di uscita dalla attuale situazione. Al seminario parteciperanno esperti del settore e rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, delle imprese e dei comitati dei cittadini. In apertura sono previsti i saluti del rettore Luigi Frati, della presidente della Regione Lazio Renata Polverini, del presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e del sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e a seguire gli interventi di Teodoro Valente, direttore del dipartimento di Ingegneria chimica, materiali, ambiente della Sapienza e Luigi Toro, delegato del Rettore per il fund-raising. A seguire si terrà una tavola rotonda, coordinata dal prorettore alle Politiche per la ricerca Giancarlo Ruocco, alla quale prenderanno parte Urbano Barberini, coordinatore del movimento Salviamo Villa Adriana, Giorgio Coppola, del Coordinamento Riano no discarica, Roberto De Santis, presidente del Conai-Consorzio nazionale imballaggi, Livio De Santoli, delegato del Rettore per i Rapporti con gli enti locali, per l’energia e l’ambiente della Sapienza, Bruno Landi, presidente di Federlazio Ambiente, Nicolas Liuzzi, studente della Sapienza, Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio. Concluderà i lavori il giornalista Lorenzo Pinna, autore del programma televisivo SuperQuark.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via la V edizione del “Premio Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore 2012”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Italiano: Bruno Lauzi in concerto

Image via Wikipedia

Sono aperte le iscrizioni al concorso anacaprese dedicato ai cantautori ed alle loro canzoni inedite. Dalla nascita del Premio oltre cinquecento sono state le adesioni alla kermesse musicale e 21 i finalisti che si sono esibiti su quello che fu il palco di Bruno Lauzi. Il “Premio Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore” è diventato un appuntamento raffinato ed imperdibile nel panorama della canzone italiana d’autore. Una vetrina d’eccellenza che ha attirato l’attenzione di svariate trasmissioni televisive e radiofoniche tra le quali Unomattina, Tg3, Tg4, Rai RadioUno, Radio Kiss Kiss Italia e Radio Marte. La prestigiosa manifestazione avrà, ancora una volta, la direzione artistica dello scrittore e giornalista Roberto Gianani. Nel corso delle passate edizioni il Premio ha visto la partecipazione, in qualità di giurati, di alcuni tra i più importanti nomi della musica d’autore italiana: Maurizio Lauzi, figlio del cantautore genovese, Mariella Nava, Edoardo Vianello, Peppino di Capri, Carlo Marrale, Franco Fasano, Carlo d’Angiò, dei giornalisti Andrea Vianello, Alessandro Cecchi Paone, Marino Bartoletti, Cinzia Fiorato e Rosanna Lambertucci, del produttore discografico Alberto Zeppieri, del musicologo Pietro Gargano e quella dei maestri Giorgio Calabrese e Gianfranco Reverberi, quest’ultimo in qualità di presidente di giuria. La serata di gala con le premiazioni avrà luogo nell’estate 2012 nella suggestiva piazza San Nicola ad Anacapri alla presenza dei giornalisti della carta stampata, della radio e della televisione. Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 31.05.2012.Il bando, con il regolamento per le ammissioni, è pubblicato alla pagina web http://www.comunedianacapri.it/it/premio-lauzi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antibiotici: uso e abuso

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Roma, Istituto Superiore di Sanità: ingresso p...

Image via Wikipedia

Siamo abituati alla loro esistenza, sappiamo che quando abbiamo un’infezione batterica dobbiamo prenderli. Gli antibiotici sono diventati talmente diffusi che non riusciamo neanche a immaginare un mondo senza penicillina, come meno di un secolo fa. E sono così comuni che li usiamo anche quando non dovremmo, ovvero per curare infezioni virali, contro le quali sono del tutto inefficaci, come raffreddori e influenze, per accelerare la guarigione o prevenire un peggioramento dei sintomi. Solo la Grecia e Cipro fanno peggio di noi. L’Italia è il paese europeo con il più alto consumo di antibiotici e anche il più alto tasso di antibioticoresistenza, un problema che sta diventando sempre più preoccupante, come spiega la dottoressa Giusi Ferraro, direttrice della farmacia ospedaliera dell’Azienda ospedaliera Pia Fondazione di Culto e Religione Cardinale Panico di Tricase. “II consumo inappropriato ed eccessivo degli antibiotici porta allo sviluppo dell’antibioticoresistenza, ossia la capacità di un microrganismo di resistere all’azione di uno o più antibiotici che conseguentemente diventano, nei suoi confronti, inefficaci. L’antibioticoresistenza è un problema che coinvolge la comunità e le strutture sanitarie, ma in ospedale la possibilità di trasmissione è amplificata. Le infezioni nosocomiali sono spesso causate da microrganismi resistenti agli antibiotici e ciò può costituire un fattore di fallimento del trattamento delle infezioni, causando aumento della morbilità, allungamento delle degenze ospedaliere e incrementando la mortalità legata a queste malattie”.
Secondo i dati del rapporto Osmed 2010 curato dall’Istituto Superiore di Sanità gli antibiotici sono tra i farmaci più usati dagli italiani: 8 bambini su 10 ricevono nel corso dell’anno almeno una prescrizione di antibiotici. “Sono un salvavita però si assiste a un uso improprio, proprio perché non è stato fatto capire a sufficienza cosa comporti l’uso inappropriato” aggiunge la dott. Ferraro. “Oggi quando si diagnostica un’influenza, subito si ricorre all’uso di una terapia antibatterica e la stessa cosa accade con un comune raffreddore o una laringotracheite acuta. Insomma, si usano per curare anche infezioni virali contro le quali non servono”. “L’antibiotico ha un’azione battericida o batteriostatica: uccide direttamente i batteri o li blocca nella crescita, è il sistema immunitario poi a eliminarli definitivamente. Inoltre non sono tutti uguali. Quelli ad ampio spettro agiscono su molte specie di batteri, quindi su molte infezioni, quelli a spettro limitato esercitano un’azione più selettiva, mirata ad alcune infezioni” precisa la dott. Ferraro. “Quindi gli antibiotici servono a combattere le infezioni batteriche, come per esempio tonsilliti, polmoniti e meningiti ma non l’influenza e il raffreddore, causati da virus. In questi casi la somministrazione di antibiotici è inutile, anzi può essere dannosa. Per capire l’origine di un’infezione è necessario rivolgersi al medico che, solo dopo una visita e dopo aver opportunamente interpretato eventuali esami, sarà in grado di formulare una diagnosi”. Il mal di gola è uno dei mali di stagione più frequenti e il suo rapporto con gli antibiotici è per certi versi contrastante e fonte di dubbi. “Anche in questo caso occorre capirne l’origine. Si raccomandano gli antibiotici solo nel caso di un’infezione batterica e non di origine virale, che va trattata invece con farmaci che servono ad alleviare i sintomi, ridurre il dolore e disinfettare la gola”.Il ruolo del farmacista è dunque importante per una corretta informazione. “Poche e semplici le regole da seguire: ricorrere agli antibiotici solo quando necessario e dietro prescrizione medica, mai autosomministrarli, non interrompere la terapia prima dei tempi e non assumere antibiotici per curare infezioni virali. Inoltre il farmacista può consigliare l’uso del generico che fornisce le medesime garanzie di sicurezza, efficacia e qualità dei farmaci originali ma a un prezzo inferiore”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio, torna “Lo Psicologo In Farmacia”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Forte di adesioni e consensi raccolti dalla passata edizione, torna per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “Lo Psicologo In Farmacia” che si svolgerà a Roma e Provincia, Viterbo e provincia ed Anagni. A partire dal 9 Gennaio 2012 e fino al 31 Luglio 2012 sarà possibile usufruire di un massimo di 3 consulenze psicologiche, svolte in spazi idonei all’interno delle farmacie aderenti, previa prenotazione telefonica direttamente rivolta allo psicologo referente. Si tratta di un servizio gratuito, rivolto a tutti i cittadini maggiorenni delle province citate, con il fine di promuovere il benessere psicologico individuale e collettivo. Informazione, ascolto, conoscenza e orientamento sono gli obiettivi cardine del progetto. L’iniziativa è promossa dall’Associazione “Avios” con il patrocinio di Roma Capitale, provincia di Roma e della Scuola di specializzazione in Psicoterapia cognitivo-comportamentale dell’adulto e dell’età evolutiva “Training School”. Il servizio si svolge nel completo rispetto delle norme sulla privacy, in modo da garantire agli utenti la massima riservatezza rispetto ai temi trattati. Le farmacie che aderiscono all’iniziativa espongono le locandine e i volantini informativi. Gli “Psicologi In Farmacia”, sono presenti nei seguenti municipi di Roma: I, III, V, X, XI, XII, XV, XVI, XVII, XVIII, XIX e presso i comuni di: Fonte Nuova, Guidonia, Civitavecchia, Oriolo Romano, Viterbo e provincia ed Anagni. Per maggiori informazioni consultare il sito internet http://www.psicologoinfarmacia.com (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Svizzera: sperimenta la telemedicina in farmacia

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Telemedicina - USP La Colina

Image by USP Hospitales via Flickr

In Svizzera si sperimenta la telemedicina in farmacia: partirà ad aprile un progetto pilota che permetterà agli utenti di 200 presidi di consultare un medico in teleconferenza e di ricevere una diagnosi a distanza o anche una ricetta per fax. Il progetto, netCare, sarà attivo in via sperimentale per due anni ed è organizzato dalla Società svizzera dei farmacisti (pharmaSuisse), dal Centro di telemedicina Medgate – che metterà a disposizione degli utenti il suo personale medico – e da una assicurazione. «Sono sempre più numerose le persone che non hanno un medico di famiglia» si legge in un a nota di pharmaSuisse. «Inoltre le unità di pronto soccorso sono costantemente sovraccariche di lavoro: in questo campo la rete di farmacie può prestare un aiuto efficace».

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aggiornare la lista delle sostanze stupefacenti

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

«Proporrò e solleciterò opportune iniziative per adeguare costantemente la lista delle sostanze stupefacenti alle emergenze che via via si manifestano». A dirlo è il ministro della Salute, Renato Balduzzi, all’indomani dell’operazione condotta dai Nas e dall’Agenzia delle Dogane sulle cosiddette smart drugs, scattata in seguito alle segnalazioni di almeno trenta episodi di grave intossicazione e oggetto di allerta da parte del Dipartimento delle politiche antidroga e del ministero della Salute. Balduzzi ha anche colto l’occasione per mettere in guardia da questo tipo di droghe: «Tutta la società e in particolare quanti hanno responsabilità educative devono prospettare ai giovani una vita che non insegua illusioni artificiali anche con sostanze che vengono considerate a torto meno pericolose. Non ci sono droghe smart. Bisogna fare molta attenzione a non giocarsi la vita, utilizzando sostanze dannose per la salute. Occorrono normative sempre più adeguate per contrastare una situazione in continuo cambiamento».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporto ferroviario: Calabria mortificata

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

E’ la quarta interrogazione in un anno dell’on. Franco Laratta che da tanto tempo richiama l’attenzione dei governi verso la politica antimeridionale di Trenitalia.
Ma dai ministri dei Trasporti solo risposte evasive e inconcludenti. Intanto nel sud sono continuati i tagli delle risorse, la soppressione dei convogli a lunga percorrenza, la drastica riduzione dei treni per i pendolari. E in circolazione si vedono ancora convogli con 50 anni di vita, vecchi e sporchi.
Abbiamo notato che anche il presidente della regione Calabria, dopo un lungo torpore, ora invoca gesti eclatanti contro il governo-Monti in merito ai tagli nei trasporti ferroviari. Ma dovrebbe ammettere, per onestà intellettuale, che l’attuale condizione dei trasporti nel Sud è il risultato dei violenti tagli operati dal Governo Berlusconi negli ultimi anni. Noi abbiamo sempre contestato le scelte di Trenitalia che ha tagliato i treni del sud che stanno isolando la Calabria. E siamo pronti a continuare la protesta contro i tagli di Trenitalia.
Ma il presidente Scopelliti ha anche la memoria corta. Lo scorso 14 dicembre aveva avuto splendide parole di elogio per il sistema trasporti calabrese anche in virtù di “nuovi 8 finanziamenti in arrivo”. Oggi invece fa l’indignato e minaccia di salire sulle barricate. Ma le barricate andavano fatte quando Tremonti ha scippato i Fondi per le Aree Sotto-utilizzate (30 miliardi di euro trasferiti al Nord); quando venivano tagliate le risorse finanziarie che il Governo Prodi aveva destinato alla ss.106, alle strade provinciali e all’ A3. Nella totale indifferenza del nostro Governatore. Ora possiamo anche insieme lottare contro i tagli, ma dobbiamo dire la verità!

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Tiepolo di Silea (TV) 11 gennaio presso l’Istituto Primario Tiepolo di Silea (TV), si svolge la seconda restituzione di Tatàn, il nuovo progetto della Regione del Veneto – Assessorato alle Politiche Sociali promosso e sostenuto dall’Assessore Remo Sernagiotto, realizzato in partnership con Arteven Circuito Teatrale Regionale e in collaborazione con il Provveditorato agli studi di Treviso, volto all’integrazione sociale e comportamentale degli alunni nelle scuole dell’obbligo attraverso delle attività laboratoriali. Grazie a questo progetto dedicato ai ragazzi della scuola primaria e secondaria vengono via via attivati dei “Laboratori espressivi integrati rivolti a studenti abili e disabili”, il cui obiettivo è favorire l’incontro e la conoscenza tra bambini/ragazzi abili, disabili e con difficoltà di integrazione sociale o comportamentale. Il comune denominatore delle attività è l’utilizzo dell’espressività del corpo come veicolo di comunicazione tra i soggetti coinvolti, nel convincimento che attraverso l’utilizzo di linguaggi espressivi non convenzionali ogni persona può scoprire il “proprio” modo di esprimersi e di comunicare con gli altri. Proprio a conclusione di uno specifico laboratorio creativo ed espressivo-motorio – basato su diverse tecniche di teatro e danza e tenuto da Domenico Santonicola (coreografo e danzatore) in collaborazione con Silvia Busato (attrice) – i 37 alunni delle classi 2^ A e 5^ B dell’Istituto Tiepolo di Silea mercoledì 11 gennaio a partire dalle ore 9.30 con la 2^, e dalle ore 11.30 con la 5^, condivideranno i risultati del loro lavoro svolto insieme nell’ambito laboratoriale mostrandolo agli altri ragazzi dell’istituto e al pubblico di insegnanti e familiari. L’innovativo progetto pilota Tatàn avviato nelle province di Padova, Treviso e Vicenza e realizzato con l’organizzazione di Arteven, nel corso dell’anno scolastico 2011/2012 vedrà l’attivazione di laboratori che termineranno a maggio 2012. Lo scopo principale è favorire la relazione e la comunicazione tra tutti gli alunni presenti all’interno di un gruppo/classe, attivando dei percorsi creativi che aiutino i ragazzi a conoscersi meglio, ad esprimersi e a comunicare tra loro, senza finalità competitive né modelli estetici “preconfezionati” da raggiungere, valorizzando le potenzialità espressive di ognuno. Questi specifici percorsi didattici rispondono alla crescente esigenza di insegnanti e genitori, impegnati nel trovare strumenti innovativi per favorire l’integrazione, per superare differenze culturali e sociali, per promuovere la conoscenza reciproca, mettendo in gioco abilità che facilitano questo tipo di dialogo “oltre le parole” e creando delle occasioni di relazione diverse da quelle consuete. Al termine di tutti i percorsi formativi dei singoli laboratori, come momento di “restituzione” alla Cittadinanza, il 19 maggio 2012 alle ore 17.30 al Teatro Comunale “Mario del Monaco” di Treviso verrà organizzata una serata aperta al pubblico in cui saranno presentati i risultati dei laboratori sotto forma di spettacolo per ognuna delle tre province coinvolte.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Concerto a “La Sapienza”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Roma 14 gennaio alle 17.30 all’Aula Magna della Sapienza per la IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti, musica del periodo barocco con il soprano Anna Caterina Antonacci e l’orchestra dell’Accademia degli Astrusi diretta da Federico Ferri.
Anna Caterina Antonacci ha cantato sui principali palcoscenici operistici, dalla Scala al Real di Madrid, dall’Opéra di Parigi al Festival di Salisburgo, con i più grandi direttori d’orchestra, tra cui Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Sir Andrew Davis, Sir John Eliot Gardiner, Sir Charles Mackerras e Riccardo Muti. Negli ultimi anni è stata monopolizzata dai teatri stranieri – in particolare da quelli francesi, non per caso è “Chevalier de l’Ordre National de la Légion d’honneur” – e non sono state frequenti le sue apparizioni in Italia.
Grande protagonista della scena lirica, la Antonacci è apparsa sui palcoscenici internazionali nelle vesti della gitana Carmen nell’opera di Bizet e della piccante Rosina nel Barbiere di Siviglia di Rossini, ma in particolare è interprete insuperabile di personaggi del mito e della storia antica, come Poppea di Monteverdi, Didone di Purcell, Alceste di Gluck, Medea di Cherubini, Ermione di Rossini, Cassandra e Cleopatra di Berlioz.
Nel suo concerto romano la sua statura di tragèdienne si esalterà al confronto con gli affetti barocchi di Barbara Strozzi (Lagrime mie) e Henry Purcell (il lamento di Didone da Dido and Aeneas). Al centro del concerto due ampie pagine di Claudio Monteverdi, del quale la Antonacci interpreterà una famosa scena dell’Orfeo (la gioiosa canzone Vi ricorda o boschi ombrosi) e una pagina ancor più famosa ed estremamente patetica e drammatica, il Combattimento di Tancredi e Clorinda, in una singolare versione in cui il soprano ferrarese interpreterà tutti e tre i ruoli, ovvero il Testo, Clorinda e Tancredi: una performance resa possibile solo dalla sua magnetica intensità espressiva, sorretta da una voce dal timbro inconfondibile, denso e caldo. Il Combattimento di Tancredi e Clorinda mette in musica uno degli episodi più famosi della Gerusalemme liberata di Torquato Tasso ed è qualcosa di mezzo tra un madrigale e un particolarissimo tipo di teatro musicale: Monteverdi stesso aveva risolto in anticipo la questione parlando di “madrigali e altri generi di canti”, con sovrana indifferenza verso ogni confine tra le varie forme di musica. Dunque non è possibile dire a quale genere musicale appartiene il Combattimento, ma sicuramente è uno dei più emozionanti capolavori di tutta la storia della musica. Accanto all’Antonacci suona l’Accademia degli Astrusi, diretta da Federico Ferri, che in poco tempo è entrato a far parte del ristretto numero dei gruppi strumentali italiani che per teatralità, estro e sensualità del suono sono internazionalmente considerati gli interpreti per eccellenza della musica barocca. È gia stata invitata ad esibirsi in festival e sale da concerto di grande prestigio, da Londra a Berlino. Per il 2012 sono previsti il ritorno alla Wigmore Hall di Londra e concerti nell’ambito di rassegne quali Unione Musicale di Torino, Amici della Musica di Firenze, Unesco Days di Gand e Festival di Santander.
Alle pagine in cui accompagna la Antonacci l’Accademia degli Astrusi alterna il Concerto grosso “per la Notte di Natale”di Arcangelo Corelli e il Concerto grosso n. 12 «La Follia» di Francesco Geminiani ricavato a sua volta da una precedente Sonata di Corelli: sono due tra i più famosi brani di musica strumentale del Settecento italiano,che ebbero una notorietà immensa in tutta l’Europa. Inoltre la Chaconne dalla semi-opera The Fairy Queen di Henry Purcell e il Concerto a quattro pieno in re maggiore di Giovanni Battista Martini, compositore e teorico bolognese del Settecento, da cui anche Mozart prese lezioni e di cui ora l’Accademia degli Astrusi ripropone la musica dopo oltre due secoli di quasi totale oblio.
Nata a Ferrara, Anna Caterina Antonacci ha vinto il Concorso Verdi a Parma nel 1987, nonché le Competizioni Internazionali Maria Callas e Pavarotti nel 1988. Nel 1990 e nel 2005 l’Associazione Critici Italiani l’ha insignita del Premio Abbati

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le parole della pace

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

Roma a partire dalle ore 18.00, presso la Città dell’AltraEconomia (Largo Dino Frisullo, all’interno del Campo Boario dell’ex mattatoio), si confronteranno sul messaggio di Benedetto XVI l’economista Giuliana Martirani e il giornalista Tonio Dell’Olio. La Giuliana Martirani, meridionalista, docente di geografia politica ed economica e di politica dell’ambiente all’Università di Napoli, fa parte del direttivo dell’International Peace Research Association (IPRA), è membro di Pax Christi, del MIR, e collabora con numerose altre esperienze pacifiste, ecologiste, della solidarietà, nonviolente. Tonio Dell’Olio è membro dell’ufficio di presidenza e responsabile del settore internazionale di Libera – associazioni nomi e numeri contro le mafie. È direttore della rivista Caposud. È stato coordinatore nazionale e membro del consiglio nazionale di Pax Christi. Attualmente è membro dei direttivi del CIPAX e della Tavola della pace. Ha scritto per numerose testate ed è redattore di Mosaico di Pace. L’incontro è aperto a tutti, per maggiori informazioni http://www.caritasroma.it

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caso di QUI! Group: 500mil di fatturato nel 2011

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

English: A Trenitalia train powered by a Diese...

Image via Wikipedia

Le stime sono quelle, i numeri parlano chiaro, da tempo il nostro paese non cresce e vede una crisi generalizzata del sistema, con un crescita del pil che nel secondo trimestre 2011 si assestava allo 0,3% anche se per molti le stime dell’Istat sono ancora sopravvalutate. Anche le parole pronunciate dal ministro Passera che parla di recessione ed occupazione ai limiti della sostenibilità, confermano il termometro del quadro clinico in cui si muove il paese, dove a soffrire sono le tante piccole e medie imprese che compongono il nostro paese. Nell’ambito delle pmi, ad aver ancora risorse e voglia di investire in ricerca e sviluppo tanto da riuscire a crescere, non ve ne sono moltissime, c’è però chi ha trovato la strada giusta. E’ il caso della società di servizi QUI! Group spa, che ha saputo reinventarsi nel tempo, adeguandosi alle sfide e riuscendo a garantire ai suoi quasi 1000 tra dipendenti e collaboratori la sicurezza di una realtà consolidata e perfino in continua crescita. Dai report di fine anno della società genovese, si evincono aspetti e numeri piuttosto rari a livello regionale – in Liguria dove ha la sede oltre alle filiali in tutta Italia- e forse anche a livello nazionale. Ha chiuso il 2009 con 360 milioni di euro di fatturato, il 2010 con 440 milioni e conferma i previsti 500 milioni per il 2011. La crescita media degli ultimi 5 anni è stata del 23%, con all’attivo 7000 clienti fra aziende private ed enti pubblici, grandi appalti vinti e partnership siglate negli ultimi anni ed una rete di oltre 150 mila pubblici esercizi affiliati ai propri servizi. Il dato è interessante anche a livello di compagine interna del gruppo: dei quasi 1000 fra dipendenti e collaboratori oltre il 60% sono donne, quote rosa in grande preponderanza quindi. L’età media è di 33 anni, un gruppo giovane in tutti i sensi, oltre che dinamico. A livello produttivo e di occupazione, si parla di un tasso di assenteismo dell’1,5 % contro una media del 7% e dall’inizio del 2011 l’azienda ha assunto 60 persone. Non solo, la percentuale di contratti a tempo indeterminato è del 74 %. Sicuramente un caso significativo, testimonianza anche di un clima positivo in cui lavorare, stimolante poiché dinamico ed in continua espansione sia come numeri che come attività di business, infatti il gruppo ha negli anni raggiunto posizioni di leadership non solo nel settore dei buoni pasto (dove è la prima azienda a capitale interamente italiano e seconda in assoluto nel mercato nazionale dominato da multinazionali straniere) ma anche in quello della loyalty, del convenzionamento di merchant sul territorio, dei pagamenti e della monetica. La forte propensione all’innovazione ha consentito l’ideazione e gestione di piattaforme tecnologiche capaci di offrire molteplici servizi integrati, su diversi supporti ed aperti ulteriori potenzialità di sviluppo.E’ quanto afferma con orgoglio il presidente del gruppo Greogrio Fogliani che definisce un’autostrada dei servizi il sistema messo a punto per tutta la rete di esercizi affiliati che si basa su un pos e una card multifunzione in grado di sostituire il badge aziendale e il carnet cartaceo di buoni pasto, con la possibilità di integrarvi numerose altre funzionalità (sistema di pagamento attivo su circuito Mastercard, programma di fidelizzazione con sconti nel circuito di esercizi convenzionati, rilevamento presenze, ecc).
Hanno infatti intuito il potenziale delle soluzioni di QUI! Group, realtà come Poste Italiane (che ha scelto il gruppo anche come partner per lo sviluppo del programma di fidelizzazione di Sconti BancoPosta), Cisl (partner del circuito NoiCisl) la Presidenza del Consiglio, Enel, Trenitalia, e molte altre. A completare il tutto, l’impegno solidale del gruppo svolto tramite la fondazione QUI Foundation, attiva in ambito socio-umanitario per fornire sostegno ai più bisognosi, il cui principale progetto Pasto Buono contro la fame e lo spreco alimentare, nel 2011 ha distribuito circa 50 mila pasti a favore di tante famiglie di “nuovi poveri” e persone in stato di bisogno e senza tetto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coloni e colonizzatori

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

I grandi colonizzatori europei del XIX secolo hanno cercato di stabilizzare i paesi sottoposti al loro dominio e con la presunzione di poterli tenere aggiogati a tempo indeterminato. Ma già sotto l’impero britannico con la regina Vittoria si ebbe la consapevolezza che occorresse dare alle “colonie” una maggiore autonomia gestionale per renderle più sottomesse alle logiche di sfruttamento messe in atto per ottenere il massimo beneficio economico al minor costo. Ma nel secolo che seguì si dovettero fare i conti con l’insorgere dei nazionalismi e dei separatismi e ne seguì un nuovo modello di gestione delle colonie con la logica del “re travicello”. Voleva dire affidare agli autoctoni la guida dei loro paesi salvo poi manovrarli dietro le quinte per ottenere gli stessi risultati di prima, se non meglio. Infatti tutte le volte che il dittatore di turno diventava inviso alla sua gente si provvedeva a deporlo con un colpo di stato manovrato dietro le quinte e a sostituirlo con uno altrettanto malleabile. E il taglieggiamento continuava lasciando in povertà le popolazioni pur ricche dei suoi per pozzi di petrolio o per materie prime. Ma oggi si sta facendo anche di peggio. Nei paesi dove non si ha più la possibilità di ricavarvi profitti gli abitanti sono stati abbandonati al loro destino e ciò significa che sono milioni i bambini che muoiono di fame, di sete, di stenti e di malattie e con loro i familiari. E non finisce qui. Si sperimentano nuove armi di distruzione di massa, si fanno assumere medicinali sperimentali, si danno i bambini in pasto ai pedofili e ai cacciatori di organi. E’ il triste primato dell’homo homini lupus in nome del Dio denaro e delle logiche del profitto. E’ una spirale perversa che prima o poi si spezzerà, ma nel frattempo restiamo testimoni di una crudeltà senza pari, di spregio per la vita umana e dell’ipocrisia di quanti predicano bene e razzolano male. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crescita e fonti di rischio

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

united states currency seal - IMG_7366_web

Image by kevindean via Flickr

Tutti gli occhi sono puntati sulle varie previsioni che in queste ore si fanno, da vari punti di osservazione come l’Ocse, la Banca Mondiale ecc., per cercare di capire cosa ci attende il futuro. Il dato che ci sembra incontrovertibile è che, tra le grandi economie mondiali, gli U.S.A. si sono trovati sull’orlo della bancarotta per il semplice fatto che da tempo stanno spendendo al di sopra delle loro risorse. La causa principale di questo rischio di default deriva dal fatto che la sua vocazione da grandeur o se vogliamo di “guardiano” degli eventi mondiali l’ha spinta a dotarsi di uno dei più sofisticati armamenti e di una presenza militare un po’ ovunque. Non solo. Le sue guerre l’hanno portata ad interferire pesantemente e immotivatamente sugli stati sovrani per il solo sospetto che congiurassero ai danni degli Stati uniti d’America. La ragione, purtroppo, è un’altra, ovvero l’interesse è quello dei voler controllare le fonti energetiche e le aree di interesse strategico per i suoi commerci. Il caso ha voluto che nella buriana ci è finita anche l’Italia con il suo debito sovrano che a differenza degli U.S.A. non ha coperture autorevoli, difensori di prestigio e connivenze internazionali. D’altra parte vi è un fronte di paesi emergenti che è in movimento come il Brasile, la Cina, la Russia, l’India e la Corea del Sud che tendono, sempre più, ad oscurare la dinamica economica degli Usa e dell’area dell’euro. Se dovessimo riscrivere i paesi che avrebbero diritto ad entrare nel club del G8 non esiteremmo ad indicare questi cinque con gli Usa e tutti insieme i paesi dell’area dell’euro e la Gran Bretagna. Ciò vorrebbe dire, per quanto ci riguarda, che l’Eurolandia o ancor più tutti i 26 paesi (ad esclusione della Gran Bretagna) sono appena bastevoli per competere alla pari con gli altri paesi del mondo.
Ma vi è qualcosa di più e di diverso che va annotato. L’attuale crisi potrebbe essere di sistema e ciò significa che si stanno sperimentando nuovi scenari geopolitici ed economici quali potrebbero essere configurabili in questa misura per aree d’influenza: Cina-India-Brasile, Giappone-Corea del Sud-Stati Uniti-Canada-Australia, Ue-Russia-Africa-vicino oriente. Per quest’ultimo aspetto la possibilità che si possa, per l’Europa, giocare un ruolo da leadership sulla scena mondiale se consideriamo la ricchezza dell’area in quanto a materie prime e a risorse energetiche, le premesse vi sono tutte, ma salterebbero gli assoli non più comprensibili come quelli mostrati dalla Francia e dalla Germania in questi giorni. La locomotiva dell’Europa dovrebbe spostarsi più ad Est ed essere rappresentata dalla Federazione russa con tutta l’Ue (eurolandia e non) e i paesi del Nord Africa e quelli della penisola arabica e il vicino oriente. Un’idea politica ed economica che già solo a pensarla diventerebbe “esplosiva” e condizionerebbe l’esistenza degli altri paesi del mondo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »