Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 95

Archive for January 14th, 2012

Nasce Tech Economy

Posted by fidest on Saturday, 14 January 2012

Guttenberg Information Technologies Center

Image by williamhartz via Flickr

Nasce oggi Tech Economy, iniziativa editoriale che ha l’obiettivo di esplorare i punti di contatto tra il mondo dell’economia e quello delle tecnologie. Lo scopo è quello di supportare attraverso informazioni puntuali ed approfondimenti costanti manager e professionisti di imprese e PMI che oggi trovano nell’IT e nell’innovazione strumenti di crescita e di sviluppo essenziali per affrontare la crisi in corso.
“Il nostro obiettivo – spiega Stefano Epifani, editor di Tech Economy – è quello di avvicinare due mondi che ancora oggi, nel nostro Paese, stentano a toccarsi: quello del management e quello dell’Information Technology. Di fatto, questi due mondi non solo non si toccano, ma vivono in uno stato di conflitto latente che nasce dall’incomprensione, dal digital divide che nel nostro Paese è un problema non solo tecnologico ma anche e soprattutto culturale e politico, dall’endemica diffidenza nei confronti di un mondo, quello delle tecnologie, che certo non può esser più definito nuovo”. Tech Economy si propone quindi di affrontare il tema delle tecnologie dal punto di vista del business e degli impatti che esse producono ed inducono nel sistema economico. La tecnologia rappresenta oggi una grande opportunità di crescita e di sviluppo, che non può essere ignorata da chi opera a vari livelli in azienda. “La nostra vision – continua Epifani – è perfettamente sintetizzata nell’immagine che abbiamo scelto come nostro simbolo, il nasto di Moebius: unica figura geometrica con due lati ma una sola faccia. Tecnologia ed Economia, infatti, sono i due lati dai quali vogliamo dare con questa iniziativa la nostra chiave di lettura della società”.
Tech Economy affiancherà alle news, che garantiranno una copertura puntuale delle novità provenienti dal mondo dell’Information Technology, Focus, Best Practice e White Paper. I Focus sono articoli curati da alcuni dei principali esperti italiani sui punti di contatto tra IT ed azienda (e-Commerce, e-Learning, Marketing, Logistica, Social Network, CRM, innovazione in senso lato). Grazie alle Best Practice invece, casi di successo (o di insuccesso) raccontati direttamente dai protagonisti, si approfondiranno nel concreto tematiche che troppo spesso rimangono ad un livello teorico. I White Paper sono infine approfondimenti tematici nei quali si forniscono strumenti operativi a quanti vogliono approfondire aspetti specifici che riguardano l’impatto delle tecnologie in azienda. Tech Economy è presente in rete all’indirizzo http://www.techeconomy.it, ma anche nei principali Social Network (Facebook, Twitter, Google Plus). (Stefano Epifani)

 

Posted in Economia, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Anziani a rischio overdose con antitrombotici e antidiabetici

Posted by fidest on Saturday, 14 January 2012

Un gruppo di ricercatori americani, dei Centers for disease control and prevention (Cdc) di Atlanta (Usa), guidato da Daniel S. Budnitz, si è occupato degli effetti avversi dei medicinali negli anziani e ha avviato un’indagine per determinare sia la frequenza dei ricoveri ospedalieri, riconducibili a questa causa, sia il contributo dei singoli farmaci alle ospedalizzazioni. Tra le persone che superano i 65 anni, è molto frequente il ricorso a più farmaci e l’aumento della popolazione anziana ha fatto crescere anche i casi d’emergenza. Il report ha identificato 5.077 casi di ricoveri di emergenza dovuti alle reazioni avverse ai farmaci. In due casi su tre gli effetti avversi sono stati conseguenza di sovradosaggi non intenzionali. Inoltre si è visto che 4 farmaci o classi di farmaci sono stati implicati nel 67% di questi episodi, da soli o in combinazione con altri principi: il warfarin (33,3%), le insuline (13,9%), gli antipiastrinici orali (13,3%) e gli ipoglicemizzanti orali (10,7%). Invece, i farmaci ad alto rischio o ad alto livello di attenzione sono stati responsabili solo dell’1,2% dei ricoveri. In ultima analisi, i pericoli maggiori derivano da antitrombotici e antidiabetici: ed è qui che occorre intervenire per migliorarne il corretto uso e ridurre maggiormente le ospedalizzazioni da eventi avversi ai farmaci. N Engl J Med, 2011; 365(21): 2002-12

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Federfarma serpeggia lo sconcerto

Posted by fidest on Saturday, 14 January 2012

English: LED pharmacy cross in full color Fran...

Image via Wikipedia

Cinquemila farmacie in arrivo, anche settemila se si calcolano quelle in aeroporti e centri commerciali. Dalle prime stime ufficiose che circolano in Federfarma e in Fofi, dovrebbe essere questo l’impatto del quorum a tremila ventilato dal Governo nella bozza di decreto diffusa ieri. «Una cifra insostenibile» secondo una nota di Federfarma. Sono calcoli ancora da verificare e dettagliare, ma servono già a dare un’idea di quello che potrebbe accadere tra qualche mese. E dove: secondo le stime del sindacato, infatti, più di due terzi delle nuove aperture dovrebbe concentrarsi nei comuni con più di 9mila abitanti, un migliaio al massimo negli altri. Anzi, c’è chi prevede già che a soffrire maggiormente saranno le farmacie del centro sud, quelle che già oggi patiscono ritardi nei pagamenti e inefficienze varie. «Incomprensibile poi» secondo Federfarma «la previsione di far rientrare dalla finestra la vendita nelle parafarmacie e nei supermercati dei farmaci di fascia C con obbligo di ricetta. Tale possibilità, superata dal Parlamento in occasione della recentissima approvazione del decreto Salva-Italia, verrebbe introdotta a macchia di leopardo, nelle Regioni nelle quali non si dovesse riuscire ad espletare i concorsi e ad assegnare nei ristretti tempi previsti almeno l’80 per cento delle nuove sedi farmaceutiche. In questo modo si creerebbero anche assurde differenziazioni tra Regione e Regione . «Altrettanto assurda è la riduzione da due anni a soli sei mesi del tempo massimo concesso agli eredi per vendere la farmacia in caso di decesso del titolare, con il rischio di chiusura dell’esercizio» conclude il presidente di Federfarma Annarosa Racca. «Apprezziamo comunque che il Governo sembra orientato ad affrontare in modo organico l’ammodernamento del servizio farmaceutico, nel rispetto dei principi generali che sono alla base della normativa attuale e che hanno anche ottenuto l’apprezzamento della Corte di Giustizia Europea».

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Nato Warship Disrupts Another Pirate Ship

Posted by fidest on Saturday, 14 January 2012

A stereotypical caricature of a pirate.

Image via Wikipedia

RFA Fort Victoria, part of NATO’s counter piracy task force Operation Ocean Shield has successfully disrupted a suspected pirate vessel looking to launch attacks on merchant vessels transiting through the Gulf of Aden.
On Thursday 12 January, USS Carney also part of Operation Ocean Shield discovered and tracked a suspected pirate vessel. Early on Friday 13th January, RFA Fort Victoria along with her embarked helicopter was tasked to intercept the suspected pirate vessel. At first light, Fort Victoria launched her helicopter to investigate the suspected pirate vessel. In order to stop the vessel, the helicopter fired several rounds of various warning shots. A Royal Marines boarding team in fast boats approached the vessel and successfully boarded it. Shortly after the Marines approached, the pirates surrendered moving to the front of their ship with their hands up. A thorough search of the vessel revealed numerous weapons including RPG launchers and machine guns. At this time the suspected pirates are still on the vessel and investigations are still ongoing to determine whether there is sufficient evidence for prosecution. This is the third successful disruption of a pirate action group operating from a pirated mothership in the last seven days. This demonstrates NATO’s capability to track and stop target vessels by using information from the various maritime counter piracy forces operating in the area.
NATO has contributed to the international counter piracy effort off the Horn of Africa since December 2008. The mission has expanded from escorting UN and World Food Programme Shipping under Operation Allied Provider and protecting merchant traffic in the Gulf of Aden under Operation Allied Protector. In addition to these activities and as part of the latest mission, Operation Ocean Shield, NATO is working with other international bodies to help develop capacity of countries in the region to tackle piracy on their own. Standing NATO Maritime Group 1 is permanently assigned to NATO. It is a multi-national Naval Group that provides the NATO Alliance with the ability to quickly respond to crisis situations anywhere in the world. A stand-alone task group and one of four standing maritime elements that form a flexible core around which NATO can build a larger force to meet a wide range of missions that will include non

Posted in Estero | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 39 other followers