Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Più controlli sull’uso dei pesticidi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2012

Bruxelles Dibattito: mercoledì 18 gennaio Votazione: giovedì 19 gennaioI prodotti di controllo dei parassiti – per respingere gli insetti o uccidere i batteri – devono essere autorizzati prima di essere venduti nell’UE. Giovedì, i deputati voteranno un accordo raggiunto con il Consiglio che prevede controlli sanitari e ambientali più
severi su questi prodotti e regole comuni per le imprese sul processo di autorizzazione alla vendita. Una volta che il Parlamento e il Consiglio avranno formalmente approvato l’accordo raggiunto, la legislazione europea del 1998 sul controllo dei prodotti contro i parassiti sarà aggiornata per includere anche i prodotti trattati – come ad esempio i mobili spruzzati con fungicida. I pesticidi per uso agricolo continueranno a essere disciplinati da una legislazione ad hoc. Le modifiche proposte introdurranno nuove regole su controlli più severi sulle procedure di
autorizzazione dei pesticidi per garantire l’assenza di pericoli per la salute umana e ambientale. Le sostanze più problematiche, come quelle cancerogene che colpiscono geni, ormoni o la riproduzione, saranno in principio essere vietate. Gli Stati membri potranno eventualmente introdurre delle eccezioni a tale regola solo quando assolutamente inevitabile, come ad esempio nel caso che un prodotto sia necessario per garantire la salute pubblica. Le
autorizzazioni, in questo caso, saranno soggette a regole ancora più dure e a scadenze brevi, in attesa che siano trovate alternative meno pericolose. Diminuire i test sugli animali Le nuove regole mirano anche a rendere omogenee le procedure di autorizzazione e i tempi previsti per la valutazione dei prodotti da parte delle autorità competenti. Altre misure previste prevedono la semplificazione del riconoscimento delle autorizzazioni fra i paesi europei e lo scambio di dati fra le imprese per evitare la duplicazione dei test sugli animali, in cambio di un compenso per chi ha eseguito i test.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: