Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Sale l’età delle malattie veneree

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2012

Le malattie a trasmissione sessuale, un tempo appannaggio solo delle fasce più giovani, non solo stanno aumentando ma sembrano estendersi a fasce di età più alte tra i 45 e i 65 anni. Negli ultimi anni, infatti, l’incidenza è salita anche di 10 volte, come nel caso della sifilide. Il dato, però, stavolta è tutto italiano e fa eco a quello diffuso in in Usa dal Cdc, e arriva da di Barbara Suligoi, che dirige il Centro Operativo Aids dell’Istituto superiore di sanità. Le cause del fenomeno, sostiene Suligoi, sono molte, e comprendono anche l’uso di farmaci per la disfunzione erettile: «In questi ultimi anni sono aumentati i divorzi, i comportamenti sono più liberi anche per l’arrivo di questi farmaci» spiega l’esperta «inoltre è proprio questa fascia di età quella che ha più rapporti con le prostitute, che sono un serbatoio importante per le infezioni di questo tipo». Stupisce, però, come ricorda Suligoi, che questa fascia «teoricamente dovrebbe essere meno esposta perchè più consapevole dei comportamenti a rischio». Ma i dati indicano il contrario: «Nel caso della sifilide» segnala l’esperta «il nostro servizio di sorveglianza ha registrato tra il 2001 e il 2009 un aumento di 10 volte delle infezioni nella fascia di età sopra i 45 anni, che costituisce ormai un quarto dei casi, mentre tra i più giovani è aumentata di due o tre volte al massimo. A essere più colpiti sono gli uomini, soprattutto perché la patologia colpisce molto gli omosessuali, mentre per le altre malattie c’è una certa parità». Ma il fenomeno non si ferma alla sifilide: «Tra il 1990 e il 2010 i nuovi casi di Aids tra gli over 50 è aumentata del 25%» continua Suligoi «mentre nelle altre fasce di età è diminuita della stessa percentuale. Per quanto riguarda gonorrea e conditomi, i dati tra il 2004 e il 2009 parlano di un numero di casi in questa fascia raddoppiato, mentre la clamidia rimane diffusa soprattutto tra i giovanissimi». (fonte farmacista33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: