Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 13 febbraio 2012

Eternit: sentenza storica

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

“Una sentenza importante e storica quella del Tribunale di Torino. Ma non ci interessa più di tanto il numero degli anni di galera comminato. Ci interessa di più che siano state riconosciute le responsabilità dopo anni di occultamenti, omertà, depistaggi e persino di offese alla memoria dei morti e dei loro familiari”. Lo affermano Stefano Corradino e Giuseppe Giulietti, direttore e portavoce di Articolo21. “Per questa ragione ciaguriamo che questa sera tutti i tg pubblici e privati vogliano far conoscere in primo luogo le ragioni di questa sentenza, per onorare la memoria di chi non c’è più e anche per impedire che questi delitti si continuino a consumare, a Casale e in altri luoghi, da Taranto a Monfalcone alla Marlane”. “Ci auguriamo infine – concludono Corradino e Giulietti – che si voglia garantire la sopravvivenza del Pool di Torino che ha seguito il processo di Casale e della Thyssen e che venga istituita la Procura Nazionale sulla sicurezza sul Lavoro più volte richiesta dal giudice Caselli”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “Sara e le sbiruline di Emily”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Roma 14 febbraio 2012 ore 17.30 Libreria Mondadori – Via Piave 18 “L’altra sera ti ho visto tremare”…“Non devi aver paura. Vedi nella testa ci sono tanti fili e ognuno serve per fare qualcosa: giocare, parlare, dormire, pensare … poi, ogni tanto può capitare – o almeno è così che succede a me – che uno di questi fili inizi a tremare, come se fosse stato toccato da un fulmine, da una scossa elettrica”. “…E come si chiamano questi fulmini?” “Veramente hanno un nome un po’ difficile: crisi epilettiche. Ma a me questo nome non piace molto. Ne vogliamo trovare uno nuovo insieme?” “Tremoline?.. Traballine? Ho trovato: Sbiruline!…”Sono alcune righe del libro per l’infanzia “Sara e le sbiruline di Emily”, un racconto di vita nato dalla penna della giovane mamma Rachele Giacalone, dopo che a sua figlia di cinque anni è stata diagnosticata una delle numerose forme infantili di epilessia.Il libro verrà presentato alla libreria Mondadori di Via Piave di Roma proprio il 14 febbraio, giorno di San Valentino protettore degli epilettici. Obiettivo del libro è quello di spiegare e informare con parole semplici cosa sia una crisi epilettica e come imparare a non averne paura. Nella storia, questo avviene con un linguaggio diretto e giocoso accompagnato da illustrazioni che si sposano alla perfezione con il testo. Infatti come racconta la stessa autrice “Più passava il tempo, più le crisi aumentavano e mi rendevo conto che le informazioni mediche sulla malattia erano accessibili solo ad un mondo di adulti” racconta l’autrice. “La mia bambina, invece, aveva un gran bisogno di capire cosa le stesse accadendo ed anche la sorellina minore, che era sempre presente durante le crisi, aveva bisogno di essere rassicurata e di imparare a non avere paura.”
Patrocinato dalla Lega Italiana contro L’epilessia (LICE), il testo, distribuito gratuitamente, nasce dal bisogno di comunicare ai più piccoli con parole semplici la malattia, che solo in Italia colpisce cinquecentomila persone, con trentamila nuovi casi ogni anno.
A partire dal 14 febbraio 2012 sarà disponibile una versione per iPad di questo libro, scaricabile gratuitamente sul sito http://www.iwebmaster.it.Il progetto “Sara e le sbiruline di Emily” è stato realizzato grazie al contributo di Poste Italiane e di Fondazione Cattolica Assicurazioni, INM-Neuromed I.R.C.C.S , Pfizer.
L’epilessia è una delle patologie neurologiche più diffuse con un picco di incidenza in età infantile ed adolescenziale. Tra i bambini, la fascia di età più a rischio è quella sotto l’anno (130 casi su 100.000), mentre tra gli adolescenti (dai 15 ai 19 anni) vi è un’incidenza annua di 70 casi su 100.000. Il paziente affetto da epilessia, oltre a provare disagio a causa della sua situazione, si trova spesso a dover fare i conti con una società che non è pronta ad accoglierlo, aggiungendo al disturbo fisico anche il disagio psichico e la tendenza all’emarginazione e se si tratta di epilessia in età pediatrica, il contesto è ancor più delicato.
L’epilessia è una malattia neurologica che si manifesta sotto forma di disturbi improvvisi e transitori, le cosiddette crisi, che dipendono sostanzialmente da un’alterazione della funzionalità dei neuroni. Esistono crisi di entità e gravità differenti anche se la forma più conosciuta di crisi è quella cosiddetta “convulsiva”, in cui si ha la caduta a terra e la perdita totale della coscienza. Altri tipi di crisi sono meno eclatanti e possono anche passare inosservate. Le cause dell’epilessia sono molteplici, dai fattori genetici alle lesioni vere e proprie del cervello (esiti di traumi, tumori, ictus, etc).
La LICE è una Società Scientifica senza scopo di lucro a cui aderiscono oltre 1000 specialisti di branca neurologica operanti in tutto il territorio nazionale. La LICE ha come obiettivo principale quello di contribuire alla cura e all’assistenza dei pazienti con epilessia nonché al loro inserimento nella società promuovendo e attuando ogni utile iniziativa per il conseguimento di tali finalità.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patto per la salute

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Abbiamo letto l’intervista rilasciata recentemente dal Ministro per la Salute Renato Balduzzi in merito al Patto per la Salute, da noi fortemente criticato ( famosa Bozza dei Direttori Generali degli Assessorati alla Sanità delle varie Regioni ), che deve essere pronto entro il 30 Aprile 2012; ancora una volta siamo rimasti delusi per i contenuti espressi. Lo dice in una nota il Segretario Nazionale dell’Associazione per la tutela del Cittadino Assotutela Pietro Bardoscia.Rimarcando per l’ennesima volta la nostra assoluta contrarietà ad ogni nuova forma di tassazione che gravi sui cittadini, proponiamo di puntare sulla diffusione delle impegnative on-line e sulla diffusione del modello Dr. Cup adottato nella Regione Lazio.Utilizzando le impegnativa solo per via telematica si produrrà un notevole risparmio economico evitando l’emissione cartacea di milioni di ricette prescritte ogni giorno in Italia dai medici per visite specialistiche, esami diagnostici e prescrizione farmaci, oltre ad un risparmio sulle spese di spedizione e consegna dei ricettari che vengono distribuiti ai vari ambulatori medici e nei vari Enti Ospedalieri. Inoltre si potranno recuperare ampi spazi all’interno delle strutture ospedaliere, oggi destinati all’archiviazione delle ricette, e si potrà impiegare il personale destinato a queste mansioni per altri servizi. Ma questo può diventare sopratutto un importante strumento di lotta all’evasione dal ticket sanitario monitorando con maggior scrupolo ed attenzione i cittadini che hanno dichiarato una esenzione per Stato Sociale o Reddito oltre ad avvalersi di Statistiche specifiche sul volume di impegnative emesse per la prescrizione di farmaci o prestazioni sanitarie, grazie all’ausilio di un Sistema Unico Ricettari – Medici Prescrittori – Farmacie, intervenendo sugli eventuali abusi o eccessi sino ai casi più estremi con truffe ai danni del Servizio Sanitario Nazionale come quelle documentate dalla Trasmissione “Le Iene” sulle Farmacie.
Poi invitiamo il Governo a diffondere e potenziare il sistema Dr. Cup, già utilizzato nella Regione Lazio, che permette ai medici di base di poter prenotare telefonicamente, con un canale preferenziale, le visite specialistiche ed esami diagnosti strumentali per i casi urgenti entro le 48 – 60 ore. Questo sistema, una volta messo a regime, consente di tutelare il cittadino dandogli la possibilità di effettuare delle visite urgenti in breve tempo e soprattutto senza l’obbligo di ricorrere all’intramoenia ( prestazioni a pagamento ), ed inoltre consente di non ingolfare i Pronto Soccorso. Per renderlo efficace occorre innanzitutto un coordinamento tra i Medici di Medicina Generale e Specialisti che erogano gli esami, occorre un monitoraggio costante sulla correttezza delle prescrizioni, intervenendo sul medico di base qualora abbia “abusato” del Dr. Cup prescrivendo visite urgenti senza una reale priorità. Ci rendiamo disponibili – conclude Bardoscia – ad un serio confronto con il Ministro della Salute e con i Tecnici delle varie Regioni sui questi temi, convinti che insieme ad altri provvedimenti come la Centrale Unica per gli Acquisti, l’accorpamento delle Asl con relativa riduzione dei Direttori Generali, Sanitari ed Amministrativi si produrranno risparmi per svariati miliardi di euro.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto svuota carceri

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Il Sindacato Polizia Nuova, alla luce dell’ultima e grave decisione del Governo tendente a svuotare le carceri, esprime la sua forte protesta e dichiara la sconfitta, senza se e senza ma, dello Stato. In primis è da considerare un elemento importantissimo e vitale: una volta che il detenuto esce dal suo regime carcerario, se non sarà aiutato e supportato dalle istituzioni per un giusto reinserimento nel tessuto sociale, trovandosi da solo, cosa sarà costretto a fare? Sicuramente quello per il quale è già stato arrestato e condannato!!! Questo significa solo mettere ancor più in crisi le Forze di Polizia che già vivono e soffrono dei gravi tagli che le hanno messe in ginocchio!!!Un fallimento decretato da oltre trent’anni che non trova soluzione se non nell’amnistia e nell’indulto, lasciando il cittadino a dovere subìre una delinquenza sempre più arrabbiata e violenta, che va a schiacciare, ogni giorni di pù, i diritti sociali, le libertà costituzionali e creare ulteriori pericoli per l’ordine e la sicurezza pubblica. Tutto a causa di una politica dimostratasi incapace di prendere decisioni e che non è mai stata in grado di gestire lo Stato in modo ordinario, riducendosi a farlo sempre in modo straordinario facendo esasperare i problemi e farli assurgere ad eterne emergenze, pagate dalla collettività inerme. Nessuno è nemmeno in grado di far calcolare i detenuti non italiani, nessuno è in grado di stringere accordi con i loro paesi di provenienza, tenendo conto che un semplice detenuto costa alla collettività oltre cinquecento euro al giorno. Nessuno è in grado di permettere a quel delinquente di scontare la pena nel proprio paese di origine, cosa che diventerebbe un mezzo per “impedire” che questi torni e ritorni a delinquere e consentirebbe un risparmio milionario per le casse dello stato. Ma il male viene da lontano, purtroppo l’Italia ha un sistema che è, notoriamente, fallimentare dimostratosi premiale verso chi agisce contro lo Stato tanto che sono 25 anni che vediamo sempre e solo gli stessi criminali che delinquono in maniera sempre più forte, pregnate ed efferata.
Il sistema Giustizia italiano non è nemmeno in grado di assicurare che chi commette un omicidio abbia una giusta condanna, basta guardare le percentuali, le scarcerazioni eccellenti e, ciò nonostante, nessun politico è in grado di eliminare la conflittualità esistente tra il codice penale, altamente punitivo, e il codice di procedura penale, altamente garantista. Una confusione totale dove chi ne paga le pene è sempre e solo il cittadino morigerato che rispetta tutte le regole e paga sempre e comunque vedendo le sue libertà sempre più compresse. Basta far pagare i fallimenti politici sulla sicurezza ai cittadini, basta all’approssimazione politica e basta all’annullamento dell’opera delle Forze di Polizia che rischiano la vita in ogni momento.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

P.D.: primarie Genova

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

“Dobbiamo metterci in testa che gli elettori vogliono un Pd unito e credibile”. Così l’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, commentando l’esito delle primarie del centrosinistra a Genova, dove il candidato di Sel, Marco Doria, ha prevalso sulle due candidate del Pd, il sindaco uscente Marta Vincenzi e la senatrice Roberta Pinotti. Secondo Serracchiani “la questione che seriamente dobbiamo porci è di carattere regolamentare ma soprattutto politico. Perché in un momento in cui la fiducia nei partiti è già ai minimi termini, stiamo facendo passare un messaggio di frammentazione interna al Pd che lo indebolisce pesantemente e, alla fine, non giova neanche al centrosinistra. Perciò – osserva l’europarlamentare – occorre porre all’ordine del giorno la stesura di un regolamento che aiuti a selezionare all’interno del Pd un solo candidato da offrire poi alla coalizione”. Per Serracchiani “questo passo sarà possibile farlo solo se ci sarà alla base la determinazione politica di chiudere con una gestione delle primarie di coalizione che rischiano di trasformarsi in conta fra correnti o peggio – conclude – fra singole personalità del Pd”.(Giancarlo Lancellotti)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prezzi e speculazioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

“Una filiera finalmente più trasparente è l’unico rimedio contro le speculazioni”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando le impennate registrate dai prezzi dei prodotti ortofrutticoli a causa delle nevicate dei giorni scorsi.
“Il Ministro delle Politiche Agricole Mario Catania, -afferma l’avv. Dona- ha messo in campo un significativo impegno nella direzione di rimuovere le opacità che attualmente caratterizzano il percorso dei prodotti agricoli dal campo alla tavola, ma la norma prevista dall’art. 62 del ‘decreto liberalizzazioni’ sta incontrando troppe opposizioni soprattutto da parte della GDO”. “E’ inaccettabile -prosegue Massimiliano Dona- l’atteggiamento di chi contrasta queste regole che si limitano a prevedere la forma scritta per i contratti di vendita ed il divieto di pratiche commerciali scorrette: evidentemente chi è contrario si sta autodenunciando come nemico della trasparenza e della correttezza nel mercato”.
Secondo l’avv. Dona, poi, “l’art. 62 che disciplina le relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli e agroalimentari ha un significato ben più ampio”. Il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori ritiene, infatti, che “l’iniziativa in materia di filiera indica la strada intrapresa dal Governo Monti (il provvedimento sull’agroalimentare ha anche il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico) rispetto al mercato che non deve più essere luogo dove vige la legge del più forte: la norma contenuta nell’art. 62 -conclude l’avv. Dona- protegge il produttore agricolo rispetto alle prepotenze dalla Grande Distribuzione e un approccio analogo si trova anche nell’art. 7 del decreto che estende alle microimprese la tutela riconosciuta ai consumatori in materia di pratiche commerciali scorrette. Quasi un nuovo mondo nel quale, si spera, correttezza e trasparenza regoleranno i rapporti di filiera con sicuri benefici per i consumatori finali”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Osteoporosi: stop alle fratture

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Firmato da 5 Società Scientifiche e ormai accreditato punto di riferimento per tutta la popolazione femminile sul tema della fragilità ossea e sui rischi delle fratture, il sito http://www.stopallefratture.it si arricchisce anche di un elenco di 564 strutture ospedaliere per il trattamento dell’Osteoporosi severa, diffuse su tutto il territorio nazionale.
In un’ottica di servizio sempre più personalizzato sulla paziente, l’obiettivo è quello di continuare a sensibilizzare su come, proprio a causa dell’osteoporosi severa, le ossa diventino più fragili e possano fratturarsi anche per traumi banali, ma soprattutto favorire il contatto con uno specialista di riferimento nell’ambito delle malattie metaboliche dell’osso. Contribuendo, così, a migliorare la gestione dell’osteoporosi severa, aumentando la percezione del rischio sia da parte delle pazienti, che degli operatori sanitari, per arrivare ad una più tempestiva, e certa, diagnosi del problema.
Dall’home page del sito, infatti, tutte le pazienti dai 50 anni in su, ovvero la popolazione femminile maggiormente suscettibile di fratture da fragilità ossea, potranno, infatti:
1 scoprire il proprio potenziale di rischio di frattura attraverso un test di auto-diagnosi,
2 stampare il risultato del proprio test,
3 parlarne con uno specialista, orientandosi nell’elenco dei centri ospedalieri autorizzati per osteoporosi severa disponibili da oggi disponibili nel database del sito.
Sempre dall’home page, infatti, è possibile accedere all’elenco delle strutture e, selezionando la provincia di residenza, scegliere in quale struttura prenotare autonomamente una visita specialistica, attraverso i riferimenti telefonici presenti sul sito.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omeopatia: non “un’altra medicina”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Milano 21 febbraio 2012dalle ore 10:00 alle ore 12:30 Sala Camino Circolo della Stampa Corso Venezia, 48 La FIAMO, Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati, indice una conferenza su Media Tutorial dal titolo “Omeopatia: non un’altra medicina”. Numerosi gli argomenti: cos’è l’omeopatia, a chi è rivolta, omeoterapia e bambini e omeoterapia e veterinaria.Programma:
Ore 10:15 Saluto di benvenuto e introduzione a cura del Dott. Giuseppe Fagone, Consigliere FIAMO
Ore 10:30 “L’omeopatia, cos’è e cosa non è”, a cura della Dottoressa Antonella Ronchi, Presidente FIAMO
Ore 11:00“Decalogo per il cittadino: informazione per la sicurezza delle medicine complementari e non convenzionali”, a cura della Dottoressa Giuliana Stolfi, membro FIAMO
Ore 11:30 Il Registro dei medici omeopati, a cura del Dott. Giuseppe Fagone, Consigliere FIAMO
Ore 12:00 Dibattito e conclusioni

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trend Micro è sponsor di Cloud Security Alliance Italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Trend Micro, leader globale nella sicurezza per il cloud, comunica che da oggi supporta le attività dell’associazione Cloud Security Alliance Italy, capitolo italiano di Cloud Security Alliance. Cloud Security Alliance è un’organizzazione mondiale no-profit che promuove e sviluppa temi di ricerca sulla sicurezza del cloud computing, con l’obiettivo di contribuire all’uso corretto e sicuro dei servizi cloud.“Trend Micro, da oltre vent’anni leader nella sicurezza informatica, è stato il primo a utilizzare una tecnologia di protezione cloud based, la Smart Protection Network – afferma Stefano Volpi, Country Manager Trend Micro Italy – Inoltre la nostra intera offerta è cloud oriented, sia per quanto riguarda i prodotti che per i servizi. E’ quindi naturale, oltre che importante per noi, continuare a supportare anche localmente, in Italia, un’organizzazione come Cloud Security Alliance, con la quale condividiamo principi fondamentali, primo tra tutti permettere ai nostri clienti di affrontare in tutta sicurezza il viaggio verso il cloud”
“Siamo felici che Trend Micro abbia deciso di sostenere le attività di ricerca della nostra associazione – dichiara Alberto Manfredi, Presidente Cloud Security Alliance Italy – in linea con la nostra mission di fornire una corretta ed aggiornata informazione sui temi emergenti della sicurezza cloud considerando le specificità del mercato italiano caratterizzato da una importante presenza della PMI”La partnership tra Trend Micro e Cloud Security Alliance Italy si concretizzerà con una serie di attività congiunte di ricerca, formazione e comunicazione. In particolar modo Trend Micro supporterà le attività di ricerca nell’area privacy & cloud.
Trend Micro Incorporated, leader globale nella sicurezza per il cloud, crea un mondo sicuro nel quale scambiare informazioni digitali, fornendo a imprese e utenti privati soluzioni per la sicurezza dei contenuti Internet e la gestione delle minacce. Pioniere nella sicurezza server con un’esperienza ultra ventennale, Trend Micro propone un’offerta completa per la sicurezza a livello client, server e cloud in grado di soddisfare le esigenze di clienti e partner, bloccare le nuove minacce con rapidità e proteggere i dati all’interno di ambienti fisici, virtualizzati e cloud. Basati sull’infrastruttura in-the-cloud Smart Protection Network™ di Trend Micro, le tecnologie, i prodotti e servizi per la sicurezza bloccano le minacce là dove emergono, su Internet, e sono supportati da oltre 1.000 esperti di threat intelligence di tutto il mondo. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito http://www.trendmicro.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patentino sesso sicuro

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Oltre la metà dei ragazzi italiani ignora le regole basilari della sessualità consapevole: il 51% ritiene la doppia protezione (pillola e preservativo) inutile, o addirittura di ostacolo al rapporto. E ancora, il 71% si crede al riparo dalle malattie sessualmente trasmissibili (MST) perché si fida del partner, il 28% adotta meno precauzioni dopo la “prima volta”, il 54% si affida alla contraccezione di emergenza (che nel 2011 ha registrato un +4% con 357.800 unità vendute, oltre la metà nelle under 20) e il 59% al coito interrotto. “Un adolescente su 2 si mette alla guida della sessualità senza conoscere il “codice della strada” – afferma la prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia del San Raffaele Resnati di Milano nel commentare i risultati del sondaggio promosso dal progetto “Scegli Tu” nel gennaio 2012. Per colmare questa lacuna i ginecologi hanno messo a punto il “patentino dell’amore sicuro”, un opuscolo che da oggi potrà essere da loro utilizzato nelle scuole per rendere più fruibile l’educazione sessuale ed offrire agli studenti un immediato e quantificabile riscontro delle proprie competenze. Come l’analogo manuale di guida, si compone infatti di una prima parte dedicata alla teoria (dai segnali di pericolo – gravidanza e MST, a quelli di divieto – affidarsi alle tante bufale in circolazione, agli obblighi – la contraccezione) e di quiz per mettersi alla prova. Alla fine, è possibile conteggiare i punti accumulati o persi per un auto-esame. “I giovani sono pieni di false convinzioni. Il 27% crede che la pillola sia adatta solo alle maggiorenni, il 23% pensa che la visita ginecologica sia impossibile per una ragazza vergine – continua il prof. Nicola Surico, presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) -.
La misura del vuoto informativo è evidente dalle centinaia di richieste che giungono ogni settimana nell’area “l’esperto risponde” di Scegli tu. “In testa alla classifica dei dubbi più frequenti si trovano le domande sulla pillola contraccettiva che rimane tuttora “misteriosa” per molte ragazze – commenta la prof.ssa Graziottin -. Le bufale e i falsi miti si sprecano: dalla necessità di interrompere l’assunzione, alla durata della copertura contraccettiva, alle sue conseguenze sul fisico e il desiderio. Spiegare quanto questo anticoncezionale, il più sicuro in assoluto, possa essere alleato della salute e anche della bellezza è una misura fondamentale per ridurre in maniera concreta le gravidanze indesiderate e proteggere la fertilità delle nostre giovani. Secondo il principio della ricompensa infatti ciascuno continua nel tempo il comportamento che dà maggiore soddisfazione fisica ed emotiva. La pillola non fa eccezione: ogni donna ha più probabilità di continuare a usarla se le garantisce una perfetta sicurezza aumentando allo stesso tempo il benessere personale. Allo stesso tempo dobbiamo spiegare l’importanza di non abbassare la guardia nei confronti delle MST anche quando si conosce bene il partner, perché non possiamo sapere che rapporti ha avuto in passato e le infezioni possono restare silenti anche per molto tempo”. L’opuscolo dedica ampio spazio alla contraccezione: dal “libretto di istruzioni” per la pillola, all’obbligo di indossare il “casco” per approfondire tutti i vantaggi del preservativo. Ma insiste anche sulla “manutenzione del veicolo” per spiegare come sono strutturati e come funzionano gli apparati riproduttori maschili e femminili, dai “lavori in corso” (mestruazioni) al “tagliando annuale” cioè la visita periodica di controllo dallo specialista. “La preservazione della fertilità e della salute riproduttiva delle giovani donne rientra fra le priorità della SIGO – spiega il presidente Surico -. A questo proposito, non solo siamo impegnati sul fronte della contraccezione consapevole ma anche nella prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, in particolare del virus HPV (con un gruppo di lavoro dedicato) e nel trattamento dell’endometriosi (una malattia che molto spesso determina sterilità)”. Proporre progetti innovativi è un “marchio di fabbrica” di Scegli Tu che negli anni ha prodotto numerosissimi materiali, tutti disponibili gratuitamente su richiesta, grazie al sostegno di Bayer al progetto. In particolare, è stato realizzato il “Kit per l’educazione sessuale” comprensivo di opuscoli di approfondimento, test, poster e slide per supportare i medici che in ogni parte d’Italia si recano nelle classi per sensibilizzare/formare gli studenti. “La chiave di accesso al mondo dei giovani – conclude la prof.ssa Micheletti – è incuriosirli e stimolarli. In molti casi sono consapevoli di non sapere ma l’età li porta spesso a non chiedere per non sembrare disinformati o immaturi. Fra di loro si raccontano tutto e il contrario di tutto e i più influenzabili ne pagano le conseguenze. Questa nuova iniziativa, entrando nel loro “vissuto emozionale positivo”, avrà un sicuro riscontro perché è un’idea nuova, evoca il patentino per lo scooter cui tutti tengono, richiama il gioco e non è allarmistica”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Questione di fede e di uomini

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Cristo Redentor

Cristo Redentor (Photo credit: ThataEspósito)

Corrono voci “apparentemente” estranee ad ogni logica, perchè riguardante la Chiesa cattolica e cristiana, la Chiesa che “dovrebbe” continuare a portare la Croce che fu di Cristo. Ma se guardiamo solamente quest’ultimo secolo troviamo fatti insoluti che nulla hanno a che vedere con le funzioni della Chiesa.
· Morte sospetta di Pio XI la notte precedente la promulgazione di una enciclica di condanna del nazismo e del fascismo a causa delle leggi razziali; morte certificata dall’archiatra prof. Petacci, padre di Claretta. Il testo dell’enciclica è scomparso, ma sembra che contenesse la scomunica dei due capi delle dittature. Nel 1972 uscirono i diari del card. Mitterant, dove si leggono con chiarezza i dubbi su quella morte improvvisa, paventando l’avvelenamento; anche i diari sono scomparsi.
· Morte di Albino Luciani, il pontefice che voleva riportare la Chiesa all’originaria semplicità, e, pertanto, aveva chiesto di verificare le finanze vaticane. Su tale morte manifestò dubbi anche Paolo Borsellino, dopo aver sentito il pentito VIncenzo Calcara.
· Attentato a papa Wojtyla, con dichiarazioni contraddittorie di Ali Agca; ma anche in questo caso le dichiarazioni di Vincenzo Calcara indicavano anche una via “vaticana”.
· Quindi i noti eventi, lastricati di morti eccellenti, con Marcincus, Sindona, P2;la morte di Calvi e quella di Ambrosoli che stava cercando di mettere in chiaro i conti dell’Ambrosiano, e il caffè corretto per Sindona.
· La misteriosa scomparsa di Manuela Orlandi; coinvolgimento della banda della Magliana e sepoltura nella basilica si Sant’Apollinare del capo della banda De Pedis.
· Uccisione di Alois Esterman, capo delle guardie svizzere, della moglie e della guardia Tornay. Fu svoilta una indagine interna e chiuso il caso attribuendo una cisti al cervello della guardia, che lo avrebbe reso particolarmente violento.
· Trasferimento di mons. Viganò, colpevole di avere sanato le finanze vaticane, voluta dal Card. Bertone, nel pieno del suo periodo di “allenamento” per succedere a Benedetto XVI.
Vengono fuori anche dissapori (termine eufemistico) tra il cardinale segretario di Stato e lo stesso pontefice; così come controversi furono i rapporti tra papa Wojtyla e l’allora segretario di Stato Ratzinger, particolarmente a causa della condanna espressa dal cardinale della Teologia della Liberazione e l’uccisione di mons. Romero, peraltro ricevuto in Vaticano in malo modo per espressa volontà di Ratzinger; Wojtyla nella enciclica Centesimus Annus rivaluterà la TdL, mentre Ratzinger, divenuto pontefice, provvederà a sanare i rapporti con i negazionisti di Lefebvre, proprio mentre esplodevano nel mondo rigurgiti antisemiti.
· Perchè la cattedra di Pietro provoca così gravi lacerazioni all’interno della Chiesa?
· Quale esercizio di potere viene effettuato dentro le mura vaticane, forti della extra-territorialità?
· Cosa c’entra Cristo dei Vangeli, delle Beatitudini, della moltiplicazione dei pani e dei pesci, Cristo dell’Amore universale, con l’attuale Vaticano?
· Cristo ebreo, palestinese, circonciso, perché deve avere questa discutibile rappresentanza a Roma, come anomala prosecuzione del dissolto Impero Romano?
· E’ paradossale, ma se Cartagine avesse vinto le guerre puniche, la sede terrena di Cristo sarebbe a Tunisi? (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vertice segreto sull’art.18?

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

La Repubblica ha sparato questa mattina, in prima pagina, la notizia che ci sarebbe stato un vertice segreto Monti-Camusso (e cioè governo – CGIL) che, all’insaputa di tutti, avrebbero trovato un accordo per sospendere agli ex precari e alle nuove aziende l’operatività dell’art. 18.
I diretti interessati hanno smentito entrambi categoricamente, ma altrettanto categoricamente la redazione de La Repubblica (e quindi direttamente il direttore Ezio Mauro) l’ha confermata.
Chi mente? E soprattutto perché? E ancora: può mai essere possibile accettare che su una questione così delicata e importante qualcuno menta? E, se poi dovessimo scoprire che a mentire sia addirittura il Presidente del Consiglio, avrebbe egli ancora titolo morale per continuare a restare al suo posto? Altrimenti vuol dire che un organo d’informazione blasonato, come La Repubblica, si sia prestato a una menzogna così grottesca proprio al fine di far naufragare qualsiasi trattativa sull’art. 18.
Bah! Comunque stanno le cose rimane l’amaro in bocca di un paese in mano alle decisioni di pochi che vengono prese, come al solito, nei sottoscala della politica e mai in modo trasparente, visibile e giudicabile dai cittadini che poi ne pagano le conseguenze.
Quanto al merito della vicenda, credo che si debba, come sempre, partire dalla testa e non dai piedi. Bisogna insomma rispondere onestamente alle due domande dalle quali deriva tutto il resto. Primo: la crisi attuale e il sottodimensionamento delle aziende, che per il 95% sono al di sotto dei 10 dipendenti, deriva dall’art. 18? Secondo: il calo degli investimenti stranieri, diminuiti nel 2011 del 53% mentre negli altri Paesi sono rimasti stabili, è conseguenza dell’art. 18? La risposta a tutte e due le domande è un secco no. La crisi e il calo degli investimenti stranieri derivano nell’ordine: dall’ imprevedibilità dei tempi tra gli investimenti e la loro effettiva concretizzazione, cioè dalla palude burocratica; dalla corruzione che pesa su ogni passaggio del processo autorizzativo; dall’assenza di infrastrutture nel nostro Paese; da un sistema fiscale esagerato che tassa il lavoro al 53% per l’impresa. Su 31mila cause di lavoro, che ci sono state negli ultimi cinque anni, solo l’1% si è conclusa col reintegro, vuol dire che i lavoratori che tornano al loro posto ogni anno grazie all’art. 18 sono appena 600. Cifra irrisoria, che viene poi ulteriormente ridotta grazie alle trattative tra lavoratori reintegrati e aziende.
Tutto questo polverone ideologico viene alzato solo per nascondere il fatto che il governo non ha né la volontà né le risorse per affrontare il problema di 4 milioni di giovani precari senza alcuna garanzia per il presente, e dati i buchi nella contribuzione, nemmeno per la pensione futura. Infine, l’accordo che La Repubblica ha fatto trapelare nella migliore delle ipotesi è una presa in giro. Dire che i giovani precari saranno assunti a tempo indeterminato ma che per tre o quattro anni potranno essere licenziati significa dire che non gli cambierà proprio niente. Anche la promessa d’assunzione al termine di quella fase è una conquista solo a parole. Dopo più contratti consecutivi a tempo determinato con la stessa azienda, infatti, esiste già un meccanismo di conferma a tempo indeterminato. Non sarà, allora, che questa prima riforma dovrebbe essere solo il grimaldello per iniziare a scassinare l’art. 18? Come diceva uno che in materia la sapeva lunga, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. La linea dell’IdV è chiara e trasparente. Abbiamo presentato al Senato una mozione che chiede di togliere l’art. 18 dalla trattativa e di affrontare l’esigenza di un nuovo welfare per i giovani. Questa mozione deve essere discussa alla luce del sole e tutti devono assumersi le proprie responsabilità.
Per questo, chiediamo ufficialmente al Presidente del Consiglio Monti e al direttore de La Repubblica Mauro un pubblico confronto per sapere da che parte sta la verità.(Antonio Di Pietro)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La voce e il silenzio della donna nella Chiesa

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Reggio Emilia 16 febbraio, ore 17.00 Biblioteca Provinciale Cappuccini “Bartolomeo Barbieri”, Piazza Vallisneri 1, Reggio Emilia.Il ciclo d’incontri ha l’obiettivo di approfondire la presenza della donna nella Chiesa. Già dalla prima serie di incontri è stata approfondita la presenza della donna nella Sacra Scrittura, nel Vangelo e nei primi secoli della Chiesa; è prevista una ricerca di gruppo sui temi sviluppati.
Davide Dazzi: introduzione
Angela Zini: Una riflessione a più voci
Mons. Daniele Gianotti: La religione di mia madre. Le donne e la trasmissione della fede (Dal libro di Jean Delumeau) (jean)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacista33: nuovo portale

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

È da pochi giorni in rete il nuovo sito di Farmacista33, la testata Elsevier rivolta al mondo della farmacia. Il sito si pone oggi come un ambiente unico e originale per la sua capacità di coniugare aspetti di informazione, servizio e community. «L’informazione rimane il punto forte del portale» sottolinea Nicola Miglino, caporedattore di Farmacista33. «Accanto ai temi di politica sanitaria, trovano spazio anche argomenti strettamente legati all’attività quotidiana del professionista, dagli aggiornamenti sui farmaci a rubriche dedicate all’omeopatia, alla fitoterapia, alla nutrizione e al benessere. Inoltre, abbiamo riservato una sezione di approfondimento dedicata ad aspetti giuridici della professione, una a bandi e concorsi e un’altra dedicata alla formazione, utile per consigli ai pazienti/clienti. Novità importante è l’interattività: oggi i lettori, grazie a un forum rinnovato e di facile accesso, hanno la possibilità di scambiarsi idee e opinioni sull’attualità. Infine, tra i servizi, le novità settimanali in Prontuario, una vetrina dei prodotti Otc e una finestra sull’informazione rivolta ai cittadini attraverso il portale Dica33»

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa prevede una “Positiva Stabilità”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Venezia, Italia (PRNewswire) Una conferenza internazionale per stringere ulteriormente i legami tra Russia ed Europa in previsione del ritorno di Vladimir Putin come Presidente della Federazione Russa. Durante la conferenza internazionale svoltasi oggi a Venezia gli esponenti politici russi ed europei hanno asserito che la possibilità del ritorno di Vladimir Putin come Presidente della Federazione Russa, assicurerebbe una situazione di “positiva stabilità”.Nonostante le recenti proteste avvenute a Mosca e quelle previste nelle principali città russe a ridosso delle elezioni, il pannello di politici presenti alla conferenza ha confermato che Putin è ancora il politico più popolare in Russia.
L’Onorevole Franco Frattini, Ex Ministro degli Affari Esteri in Italia, ha affermato ” In Europa c’è ancora sfiducia nei confronti della Russia, noi dobbiamo essere i loro migliori amici…la Russia e l’Europa sono troppo piccole per lavorare individualmente. Dobbiamo lavorare insieme per avere un impatto globale…nonostante le critiche l’EU è pronta per riconoscere (Vladimir) Putin come leader. La stabilità in Russia è un valore aggiunto…sotto il comando di Putin la Russia ha fatto dei passi avanti. C’è bisogno di nuove riforme economiche e politiche, ma il progresso sostanziale è stato fatto, soprattutto se confrontiamo la situazione della Russia di oggi con quella di 15 anni fa.””Le incombenti elezioni segneranno un punto importante della nostra storia comune. Questa sarà un’opportunità importante per rafforzare la cooperazione tra gli stati europei e la Russia…sono confidente nel fatto che Putin, il futuro Presidente della Russia, permetterà un nuovo accordo di cooperazione. Dobbiamo considerare la Russia, non solo come un partner strategico, ma come un amico leale.” Josè Maria Aznar, l’Ex- Primo Ministro spagnolo, ha commentato :” La Russia è la chiave per la stabilità dell’Europa e uscirà rafforzata dalle prossime elezioni…credo che Putin abbia un progetto per la Russia.”Il pannello sostiene che di tutti i candidati alle presidenziali , Putin sarebbe il più adatto a portare uno “sviluppo bilaterale delle relazioni tra Europa e Russia”, aumentando la cooperazione nelle operazioni del settore economico e commerciale, della sicurezza energetica, delle relazioni politiche internazionali e nella sicurezza internazionale.Giancarlo Galan, Ex- Ministro per i Beni e le Attività Culturali e ed Ex-Presidente della regione Veneto, ha detto: ” La Russia è il Paese più stabile del mondo. Il prossimo Presidente sarà in carica per sei anni. Sono certo che tutti sappiamo chi sarà il vincitore. Si tratta di qualcuno che ha già cambiato il mondo. Se io fossi russo, voterei Putin. Fra sei anni cosa ne sarà di Sarkozy, della Merkel e di Obama? Loro sono politici decenti, ma saranno fuori dalla politica tra sei anni. Invece la Russia avrà ancora Putin. “Il pannello ha concluso che a causa della crisi dell’Eurozona e la relativa stabilità economica e politica in Russia, la Federazione Russa è diventata un vicino e un partner sempre più importante per l’Europa.
I relatori della conferenza sono stati: l’On. Franco Frattini, Ex- Ministro degli Affari Esteri; José Maria Aznar, Ex- Primo Ministro di Spagna; Marino Zorzato, Membro del Parlamento Italiano; Alexander Babakov, Membro dello Stato Russo Duma e deputato vice- presidentedel Gruppo Interparlamentare Duma; Prof. Giuliano Urbani, Ex- Ministro per i Beni Culturali del Governo Berlusconi, tra gli altri Commissionario del Governo per l’anno Italia- Russia.
L’ IIIS è un “think tank” russo basato a Mosca e creato nel 2008. Si tratta di un’organizzazione pubblica non governativa e non commerciale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dubai Economic Department Recognizes Eastern Biotech’s Achievement at DubaiSME100

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Dubai, UAE | Dubai Creek ¦ #2

Dubai, UAE | Dubai Creek ¦ #2 (Photo credit: Åndrey)

Dubai, UAE,(PRNewswire) Eastern Biotech & Life Sciences, a leading healthcare biotechnology and diagnostic company, providing preventive genetic testing services in Middle East, has been ranked #19 an honor list of the top Dubai SME 100. The ranking was announced by HH Sheikh Ahmed bin Saeed Al Maktoum at a special ceremony held on the 12th February 2012 at Dubai World Trade Center. The first Dubai SME 100 ranking announcement ceremony was attended by distinguished guests and other dignitaries of Dubai Economic Department.Speaking at the ceremony, His Excellency Sami Al Qamzi, Director General of DED, said: “I congratulate the first batch of Dubai SME 100 companies who has demonstrated the willingness & capabilities to be evaluated under the Dubai SME 100 Model. They have shown commendable performance and vision for growth & development.” Dubai SME 100 is a premier ranking of Dubai’s 100 top performing SMEs, launched by the Mohammed Bin Rashid Establishment for SME Development (Dubai SME). The Dubai SME 100 seeks to identify Dubai’s top SMEs that are role models the Emirate can be proud of. More than just a ranking, the objective of Dubai SME 100 is to inspire willing and able SMEs that have the potential to be world-class enterprises – to invest in innovation and people – for sustained growth.Out of 72,000 SMEs in Dubai, Eastern Biotech & Life Sciences (http://www.easternbiotech.com) has qualified to be among the top 20 SMEs in the 2011 Dubai SME 100 Ranking. “Eastern Biotech is delighted to receive such a prestigious award as it recognizes our sharp focus on offering innovative products on Genetic Testing and Genetic Counseling. The award has without doubt inspired us to leverage our capabilities for further expansion of this sector and growth within the region,” said Dr. Faruq M Badiuddin, Chairman and CEO of Eastern Biotech & Life Sciences. Eastern Biotech & Life Sciences established in 2005 at DUBIOTECH, Dubai Biotechnology Park, offers state of the art preventive healthcare products, through genetic testing services to the Middle East. These include Genetic Testing Screening services such as Advanced Premarital, Prenatal and Neonatal screening which are backed by a Genetic Counselling service unmatched in the region. This has resulted in the reduction in the incidence of Genetic Disorder that are so common in the regional Arab populations. Website: http://www.easternbiotech.com

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia: politica anomala

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

Il Duce standing on top of a tank.

Image via Wikipedia

In un recente commento in una trasmissione televisiva si è fatto cenno all’avvento del berlusconismo classificandolo come una anomalia tutta italiana e che si è ripetuta con il governo Monti. Questo ragionamento mi fa andare ancora più a ritroso. Penso ai tempi dell’unità d’Italia e posso considerare la prima grossa anomalia con una unità giusta, ma anomala in quanto al governo del paese e alla sua burocrazia che non furono le espressioni delle varie parti dell’Italia unitaria, ma solo piemontesi. Seguì la parentesi fascista e anche in questo caso si trattò di un’anomalia in quanto i partiti non furono in grado di governare e dovettero cedere il passo al governo Mussolini. Dopo la seconda guerra mondiale accadde la stessa cosa con la presenza di un partito destinato a succedere a se stesso per mancanza di un’alternativa valida. Così ci trascinammo tra scandali, corruzioni e quant’altro fino alla deriva berlusconiana. E anche allora la rissosità dei partiti non permise il ricambio provocando di fatto una profonda crisi di sistema che si concluse con un’altra anomalia: il governo Monti. Ora con le prossime elezioni politiche del 2013 i partiti dovrebbero riappropriarsi del loro ruolo istituzionale ma i dubbi restano. Chi potrà mai governarci stabilmente? Non si tratta tanto di una legge elettorale. Quella attuale la sua parte l’ha fatta cercando di ridurre il numero dei partiti, di far eleggere persone ritenute affidabili alle rispettive coalizioni, tanto che ci siamo ritrovati in Parlamento gli avvocati del premier e i manager della sua azienda e gli amici fidati. Eppure non è stato sufficiente nemmeno un generoso premio di maggioranza per tenere unita una forza numerica schiacciante. Ora, onestamente, cosa potrà fare di meglio una nuova legge elettorale? Ragione vorrebbe che si andasse al cuore del problema per prendere atto che la governabilità non è strumentale ad una legge elettorale ma, semmai, è la logica conseguenza di un modo diverso di fare politica. E, prima di tutto, renderci conto, tutti noi elettori e politici eletti che i partiti non sono più l’estratto di una ideologia, sia essa di destra, di sinistra o di centro, ma il terreno di conquista di varie consorterie, lobbies, corporazioni et similia. E questo ci impone il rispetto dei principi e programmi che ad essi si richiamano, nonostante tutto. Principi quali il diritto alla vita e a vivere. Vivere per garantire ai nuovi venuti l’assistenza, la previdenza, un tetto sotto cui ripararsi, ad alimentarsi e al lavoro. Non si può, infatti, garantire il diritto alla vita e subito dopo staccare la spina e disinteressarsi del nuovo venuto, o limitarsi alla carità, umiliandolo. Se la società vuole crescere deve farlo con tutti i suoi componenti, nessuno escluso. E deve farlo non sottraendosi al suo dovere di dare certezze e sicurezza a coloro che hanno avuto accesso alla vita. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »