Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 18 febbraio 2012

Giustizia, è legge il mini-decreto Giustizia civile

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Il nuovo decreto legge sul processo civile, già approvato dalla Camera dei Deputati e ora in attesa del nulla osta del Senato, ha alzato il limite di valore delle cause. Le parti potranno stare in giudizio senza difensore dinanzi al giudice di pace nelle cause di valore fino a 1.100 euro e sempre nei procedimenti di fronte al Gdp arriva un tetto per le spese di giudizio che è pari al valore della domanda
Qualora il decreto divenga legge, per tutte le cause di valore non superiore a 1.100 euro (attualmente il limite è di 516,46 euro) chiunque potrà ricorrere al giudice di pace in modo autonomo, senza bisogno di farsi assistere da un legale.
Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, ricorda che la domanda può essere proposta anche verbalmente al giudice, che ne fa redigere verbale, notificato, a cura dell’attore, alla controparte.
Inoltre la competenza dei giudice di pace è stabilita dall’art. 7 del Codice di procedura civile. In base a questa norma il giudice è competente per le cause relative a beni mobili di valore non superiore a 5.000 euro, quando dalla legge non sono attribuite alla competenza di altro giudice. Sono comprese per le cause di risarcimento del danno prodotto dalla circolazione di veicoli e di natanti, purché il valore della controversia non superi 20.000,00 euro.
Inoltre esiste in ogni caso la competenza per:
– le cause relative ad apposizione di termini ed osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti o dagli usi riguardo al piantamento degli alberi e delle siepi;
– le cause relative alla misura ed alle modalità d’uso dei servizi di condominio di case;
– le cause relative a rapporti tra proprietari o detentori di immobili adibiti a civile abitazione in materia di immissioni di fumo o di calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni che superino la normale tollerabilità;
– le cause relative agli interessi o accessori da ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Warwick University Research into Possible Woodchester Wild Cat Finds no cat DNA on Deer

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Swindon (PRNewswire) The National Trust asked the University of Warwick to test a roe deer carcass found near Woodchester Park, Gloucestershire in early January after examination of the wounds led to speculation that it may have been killed by a big cat. Comprehensive DNA tests have found fox DNA on the Woodchester carcass and what is expected to be fox DNA on the second deer carcass found a few miles away. Dr Robin Allaby, Associate Professor at the School of Life Sciences at the University of Warwick, said: “We did not detect cat DNA on either deer carcass. Other than deer, by far the strongest genetic signal we found on the Woodchester Park carcass was from a fox. That fox DNA was found on the ribs, legs and fur plucking sites from the Woodchester deer carcass. “On the second deer carcass we found canid DNA. A more detailed analysis is underway to pin down the canid species but our expectation is that that will also be fox DNA.”
Dr Robin Allaby took 45 samples in total, from the wounds of the deer carcasses with the aim of testing specifically for DNA from the saliva of any canid (for instance dog or fox) or felid (cat) species which had killed or scavenged from the deer.He used those samples to carry out 450 PCRs (the polymerase chain reaction is a standard scientific technique to amplify the target DNA), and almost 600 sequence reactions. The team searched for two gene targets each of deer and canid, but over 30 different cat gene targets.David Armstrong, Head Ranger for the National Trust in Gloucestershire said: “The story of the investigation of the dead deer has really sparked off local curiosity with a lot of people who visit Woodchester Park to explore. People love a mystery like this and although we haven’t found a wild cat, many of our visitors clearly believe there might be something interesting living quietly hidden in Woodchester.”Rick Minter, author of a new book on big cats reported in Britain, said: “There has been speculation of breeding amongst feral big cats in the UK. We are no closer to indicating that with these results, but lessons have been learnt from Warwick University’s valuable input to this exercise. The strong media interest suggests an appetite to look into this subject further, and recent community surveys in Gloucestershire have indicated a strong desire for big cat evidence to be researched carefully. “We should not be complacent about possible big cats in the UK, but considering these animals living secretly in our landscape can fire people’s imaginations and help us consider all of the wild nature around us. Our outdoors can still hold surprises maybe.”Big cats will do their utmost to avoid contact with people but anyone who does see a big cat in the wild is advised to stay composed and back away from the animal.Any sightings or possible evidence on National Trust land can also be reported by email to nature@nationaltrust.org.uk.
The National Trust is one of the most important nature conservation organisations in Europe with over 1,000 sites covering 250,000 hectares, including coastal sites, countryside places, woodland and upland areas; many of which are rich in wildlife. All 17 species of UK bat have been recorded as roosting or breeding on National Trust land and 96 per cent of all resident UK butterflies can be found on National Trust land. The charity also offers a number of National Trust holidays, including countryside walks throughout locations across Britain. Those interested in volunteering with the National Trust can find out more at: http://www.nationaltrust.org.uk.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Thought Leaders Defined by Sustainable Finance Commitment

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

London (PRNewswire)Over the past year The New Economy has observed a series of revolutions. Whether in terms of politics or technology, the modern world is constantly changing and improving. The business and financial landscapes are unfortunately often much slower to catch on, often taking a pioneer to lead the way. This spirit remains at the centre of The New Economy’s Sustainable Finance Awards 2011. Sustainable finance is an area in which simple choices by business leaders and dynamic investors can completely transform industries, significantly improving their impact. Engaging with the roots of a business and working out where relations with the environment and with workers can be improved has introduced changes that carry right across company structures, often bringing unexpected benefits. The New Economy Sustainable Finance Awards celebrate companies making a significant contribution to improving their social and environmental impact and acting as a leading example to their industry in the process. Through a variety of strategies, our winners have addressed their business impact, making a significant positive contribution and to these new pioneers The New Economy offers its warmest congratulations. Find a full listing of winners of the Sustainable Finance Awards 2011 at: http://www.theneweconomy.com/awards/sustainable-finance-awards-2011 To read more on the subject and articles from some of the winners, pick up a copy of the Winter 2012 edition of The New Economy, available in retailers now. World News Media is a leading publisher of quality financial and business magazines, enjoying a global distribution network that includes subscriber lists of the most prominent and senior decision-makers around the world, as well as comprehensive airport, hotel and conference site distribution.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo ordine avvocati romani

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Per gli avvocati di Roma Cambia tutto. Confermata la “rivoluzione” alle elezioni per il rinnovo dell’Ordine degli Avvocati di Roma Le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma si sono concluse con l’elezione di 13 Consiglieri della Lista Mauro Vaglio e 2 della Lista Insieme del Presidente uscente Antonio Conte.Dopo l’elezione al primo turno dell’Avv. Mauro Vaglio, che ha costituito un evento storico in quanto non si verificava da 32 anni, un altro segnale importante è venuto dall’Avvocatura romana: la volontà di cambiamento totale. Infatti, degli 11 Consiglieri uscenti della maggioranza che ha governato per il precedente biennio il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma solo 2 sono stati confermati, mentre la Lista Mauro Vaglio è passata da 4 Consiglieri a ben 13.”In questo momento di soddisfazione per un’affermazione di tale entità – dichiara l’Avvocato Mauro Vaglio – ritengo mio dovere ringraziare prima di tutto gli unici due candidati della Lista Mauro Vaglio che, per pochi voti, non sono riusciti a diventare Consiglieri dell’Ordine. Il merito di questo risultato è stato di tutti e 15 i candidati che negli ultimi due anni si sono messi al servizio dell’Avvocatura romana ed hanno dimostrato con i fatti che si può operare in modo concreto ed incisivo in favore della nostra categoria. Quello che si è verificato in queste elezioni può considerarsi una vera e propria “rivoluzione sociale”, legata evidentemente anche alla pesante crisi che si è abbattuta sulla società e sulla nostra professione. L’Avvocatura romana ha dimostrato che cambiare si può e che il peso della “base” torna ad essere determinante nello scegliere chi deve governare e tracciare la rotta per uscire dalla crisi. Non era mai successo, almeno a mia che l’elettorato forense decidesse di sostituire ben 9 Consiglieri dell’Ordine Uscenti . Questo è però un messaggio preciso per noi e che ci affida un compito enorme: traghettare la Categoria fuori dalla crisi e non deludere le aspettative che sono state riposte in noi. Naturalmente non ci tireremo indietro e con l’impegno di sempre affronteremo uno ad uno tutti i problemi che assillano gli Avvocati con l’aiuto di tutti coloro, tra i 23.000 iscritti all’albo di Roma, che vorranno dare il proprio contributo concreto e fattivo. Sarà un Consiglio dell’Ordine di tutti gli Avvocati ed opererà in coesione con l’Organismo Unitario dell’Avvocatura, con il Consiglio Nazionale Forense, con la Cassa Forense, con l’Unione Distrettuale del Lazio, con gli altri Consigli dell’Ordine territoriali, con tutte le altre Istituzioni Forensi e, soprattutto, con il mondo associativo di base. La ricchezza dell’Avvocatura è la sua molteplicità di componenti, ma se il numero di 250.000 Avvocati italiani fino ad oggi è stato un limite per la mancanza di una forte rappresentatività unica, lavoreremo in modo da conseguire quell’unità di indirizzo politico, indispensabile per contare nella società italiana. Non dimentichiamo che i numeri sono dalla nostra parte e che anche la “politica” dovrà rendersi conto che noi Avvocati italiani possiamo rappresentare un bacino di almeno 1.000.000 di voti. Non creda il mondo politico di poter continuare a tenerci fuori dalle decisioni che riguardano la nostra vita professionale e la sacrosanta tutela dei diritti dei cittadini. Con questo spirito di unità parteciperemo alle manifestazioni del 23 e 24 febbraio a Roma ed al Congresso Straordinario Forense di Milano del prossimo mese di marzo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla fisica del cioccolato all’influenza del colore nella scelta dei cibi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Roma 23 febbraio 2012 ore 9.00 aula Capozzi – dipartimento di Scienze odontostomatologiche via Caserta 6, Le nuove frontiere dell’alimentazione in un convegno dedicato a Carlo Cannella
Esperti e studiosi delle maggiori università italiane e istituti di ricerca si danno appuntamento giovedì 23 febbraio alla Sapienza per parlare di alimentazione a 360 gradi, in un percorso culturale e scientifico che abbraccia diversi ambiti disciplinari: dalla biochimica all’igiene degli alimenti, dalla sociologia all’epidemiologia, dalla psicologia alla fisica. Al centro dell’incontro anche temi più curiosi come l’applicazione della fisica alla gastronomia per produrre per esempio un buon gelato al cioccolato o sviluppare nuovi prodotti, l’influenza del colore nelle scelte alimentari, il rapporto tra cibo e comunicazione. Il convegno è dedicato alla figura di Carlo Cannella, docente di Scienza dell’alimentazione alla Sapienza a un anno dalla scomparsa. L’iniziativa è promossa dal dipartimento di Medicina sperimentale in collaborazione con il Ciiscam – Centro interuniversitario di ricerca sulle culture alimentari mediterranee. L’incontro è l’occasione per ricordare, alla presenza di numerosi allievi e colleghi, il rigore scientifico e l’efficace attività di divulgazione di Carlo Cannella. I lavori della giornata sono articolati in tre sessioni: la prima è dedicata a nutrizione e alimentazione con particolare attenzione alle nuove scienze come la nutrigenomica che indaga come combinare il profilo genetico individuale con i cibi, per definire un’alimentazione protettiva o addirittura terapeutica. La seconda sessione verte su Psicobiologia e sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva. Infine la terza sessione fa il punto sul futuro dell’alimentazione tra ricerca e tradizione con uno sguardo sulle abitudini alimentari degli italiani e sul rapporto tra scienza e industria.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comparto energetico italiano

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

“Abbiamo inviato, insieme a Confindustria Energia, una lettera al premier Mario Monti e al ministro Corrado Passera, per chiedere di riprendere al più presto il confronto, già avviato nell’autunno della scorso anno sia con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, sia con il ministero della Sviluppo Economico, per affrontare la situazione sempre più preoccupante del comparto energetico italiano”. Lo rende noto il segretario nazionale Ugl Chimici, Luigi Ulgiati.
“La scelta dell’abbandono del nucleare – si legge nel testo della lettera -, rende ancora più necessario una serie di interventi che consentano al nostro Paese una diversificazione negli approvvigionamenti e nelle produzioni energetiche, fattore indispensabile per la ripresa ed il rilancio economico”. “Il nostro paese dispone di importanti riserve di gas e petrolio – è scritto – che rischiano di non entrare in produzione per scelte non chiare e per la lungaggine nell’ottenimento delle necessarie autorizzazioni. Riteniamo a nostro avviso necessario, rivedere l’approccio legislativo sui biocarburanti e favorire la produzione e la trasformazione della materia prima non di importazione. Inoltre e opportuno che il governo operi anche in sede europea affinché si giunga alla tracciabilità della provenienza del raffinato per ridurre il gap di costo con quei prodotti provenienti al di fuori della UE con costi ridotti e al di fuori delle norme ambientali presenti nella UE”. Ancora “se il sistematico ricorso all’inasprimento delle accise risponde ad esigenze imprescindibili di bilancio, preoccupa il fatto che parte delle risorse reperite non sia utilizzata per finanziare iniziative volte al rilancio dell’intero sistema industriale dell’energia. Non si può prescindere da un sistema competitivo per la vendita dei carburanti in mancanza di una forte struttura industriale e logistica, e in questo contesto non e comprensibile come l’esproprio della proprietà della rete distributiva dei carburanti possa considerarsi un’iniziativa volta a favore del consumatore e ridurre i costi del carburante alla pompa”.
“Negli impianti di raffinazione oggi presenti in Italia, sono occupati fra diretti, indiretti, operatori alla logistica ed alla commercializzazione del prodotto, circa 27.000 addetti. L’assenza di norme legislative a sostegno del rilancio degli investimenti produttivi potrebbe provocare impatti drammatici sull’occupazione”. L’Ugl Chimici e Confindustria Energia “sono disponibili a dare tutto il loro sostegno – è scritto al termine della missiva – affinché il Consiglio dei Ministri e il Ministero dello Sviluppo Economico siano messi nelle condizioni di poter invertire una deriva drammatica, presupposto indispensabile per poter continuare a parlare di sistema energetico in Italia”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà con il popolo siriano

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Alla luce del crescente clima di tensioni e violenza che si sta registrando in Siria, FOCSIV esprime la propria solidarietà al popolo siriano e si unisce all’appello, lanciato da Papa Benedetto XVI all’Angelus della scorsa domenica, affinché si ponga fine alle violenze e allo spargimento di sangue e tutti, a cominciare dalle Autorità politiche siriane, privilegino la via del dialogo, della riconciliazione e dell’impegno per la pace.
“Noi cristiani che siamo fuori dalla Siria, siamo dunque chiamati ad agire, ad impegnarci, affinché non si arrivi ad un intervento armato e si ristabilisca un clima di pace attraverso il dialogo. Solo aiutando il dialogo si potrà dare voce a tutti i cristiani nel paese, i quali – come denuncia un nostro amico siriano cristiano (la cui identità manteniamo riservata per motivi di sicurezza) – sono paralizzati da un lato dalla paura dell’estremismo islamico e dall’altro dalla paura per la repressione del regime” dice Sergio Marelli, Segretario Generale FOCSIV.
Per queste ragioni “è necessario un tavolo di trattative e chiediamo che la diplomazia della Santa Sede faccia i passi necessari al massimo livello e con la massima urgenza per creare le condizioni negoziali al cessate il fuoco e alla ricerca di una soluzione politica sul terreno” continua Marelli.
Da qui l’invito della FOCSIV, rivolto a tutti, alla mobilitazione, e l’adesione della Federazione insieme alla Tavola della Pace alla manifestazione nazionale di solidarietà con il popolo siriano che si terrà a Roma domenica 19 febbraio 2012. La manifestazione è promossa dal Consiglio Nazionale Siriano (CNS) e, come esplicitato nella piattaforma, si pone l’obiettivo di fare cessare le violenze in Siria ed arrivare ad elezioni libere dopo le dimissioni di Assad e dei suoi.
Con i nostri partner siriani, siamo convinti che chi ama la pace deve essere pronto a far sentire la sua voce in tutti i posti, e quindi non mancare a qualsiasi occasione dove si può manifestare la solidarietà con il popolo siriano. Il segnale che con la manifestazione ci proponiamo di lanciare all’opinione pubblica è importante perché il mondo deve imparare che i problemi possono essere risolti con vie che non siano la guerra, e che ci sono, e ci devono essere altre vie: la forza, la guerra non possono pretendere di essere l’unica via. Tra il non fare niente e l’intervento militare ci devono essere almeno mille e una soluzioni.
“La solidarietà con la popolazione siriana oggi deve essere un impegno di tutti gli italiani. Per questo, come FOCSIV sosteniamo e invitiamo tutti i nostri concittadini ad aderire all’iniziativa “un fiocco nero per la Siria” lanciata dal giovane scrittore italo-siriano Shady Hamadi” conclude Marelli.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alimentazione a 360 gradi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Roma 23 febbraio 2012 ore 9.00 aula Capozzi – dipartimento di Scienze odontostomatologiche via Caserta 6. Esperti e studiosi delle maggiori università italiane e istituti di ricerca si danno appuntamento per parlare di alimentazione a 360 gradi, in un percorso culturale e scientifico che abbraccia diversi ambiti disciplinari: dalla biochimica all’igiene degli alimenti, dalla sociologia all’epidemiologia, dalla psicologia alla fisica.
Al centro dell’incontro anche temi più curiosi come l’applicazione della fisica alla gastronomia per produrre per esempio un buon gelato al cioccolato o sviluppare nuovi prodotti, l’influenza del colore nelle scelte alimentari, il rapporto tra cibo e comunicazione. Il convegno è dedicato alla figura di Carlo Cannella, docente di Scienza dell’alimentazione alla Sapienza a un anno dalla scomparsa. L’iniziativa è promossa dal dipartimento di Medicina sperimentale in collaborazione con il Ciiscam – Centro interuniversitario di ricerca sulle culture alimentari mediterranee. L’incontro è l’occasione per ricordare, alla presenza di numerosi allievi e colleghi, il rigore scientifico e l’efficace attività di divulgazione di Carlo Cannella. I lavori della giornata sono articolati in tre sessioni: la prima è dedicata a nutrizione e alimentazione con particolare attenzione alle nuove scienze come la nutrigenomica che indaga come combinare il profilo genetico individuale con i cibi, per definire un’alimentazione protettiva o addirittura terapeutica. La seconda sessione verte su Psicobiologia e sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva. Infine la terza sessione fa il punto sul futuro dell’alimentazione tra ricerca e tradizione con uno sguardo sulle abitudini alimentari degli italiani e sul rapporto tra scienza e industria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corrruzione e malaffare

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

“L’unico modo per dare un senso a questo triste anniversario di Mani Pulite è attuare senza indugi la normativa sulla confisca e l’uso sociale dei beni dei corrotti, oltre ad una ripresa dell’iter parlamentare del ddl anticorruzione. Su questo punto chiediamo in particolare un preciso impegno da parte dei ministeri competenti”.
Nelle parole del Responsabile trasparenza e legalità, Vittorio Ferla, la posizione di Cittadinanzattiva sul grave stato di corruzione dilagante nel Paese. “Come ha confermato la relazione della Corte dei conti” continua Ferla “l’impatto della corruzione sull’economia nazionale vale almeno un paio di manovre finanziarie. Il che, tradotto in mancati servizi ai cittadini, si traduce in malati curati per terra nei corridoi degli ospedali, assenza di manutenzione delle scuole, imposte locali crescenti, cantieri delle grandi infrastrutture al palo, completa digitalizzazione della PA e informatizzazione della giustizia ancora un lontano miraggio”. “In questo momento di forte crisi economica in cui il Governo è costretto a iniziative molto dolorose per i cittadini, con tagli alla spesa pubblica e maggiori imposte, diventa cruciale fare affidamento anche su quelle risorse recuperate dai beni indebitamente sottratti alla comunità per interessi particolari da parte di rappresentanti eletti, amministratori e pubblici ufficiali. In particolare, diventano sempre più insopportabili i tagli ai servizi che migliorerebbero la qualità dei cittadini quando le risorse che potrebbero essere impiegate finiscono nei circuiti illegali alimentati da politici e amministratori che abusano del loro ufficio”. Sui temi della trasparenza e legalità, Cittadinanzattiva ha organizzato il prossimo 20 marzo al Senato della Repubblica un confronto pubblico alla presenza di magistrati, rappresentanti delle Istituzioni, della PA, della società civile e del mondo imprenditoriale. (Cittadinanzattiva onlus – Ufficio stampa)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gesuita di coraggio

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Quando si parla o si scrive di una persona che non c’è più, a cui ci si è legati per un lungo tragitto di vita insieme, a dispetto di qualsiasi avversità, c’è sempre il rischio di incorrere in una idealizzazione, di appiccicare addosso medaglie e nastrini, sommando parole che non confortano il dolore di questa assenza. Padre PierSandro Vanzan non era solamente un Gesuita senza paura, un giornalista e uno scrittore arguto e instancabile di Civiltà Cattolica, della carta stampata, è stato soprattutto un amico, un fratello, un padre, e un orizzonte a vista per tutti noi della Comunità Casa del Giovane, una “consueta” coscienza critica, a volte aspra e ammonitrice, ma sempre colma di amore, in nome dell’amicizia con don Enzo Boschetti, fondatore di questa grande casa-comunità di servizio-terapeutica. Pochi mesi fa era tornato nuovamente tra noi per svolgere ulteriori esami clinici dal Prof. Viganò, con il quale era nato un rapporto affettivo bellissimo, basato sulla stima reciproca. Stava in mezzo a noi con il passo più lento, con l’udito meno buono, ma con la mente lucida di chi non aveva timore di sporcarsi le mani nel dolore e nelle tragedie degli uomini. Per ogni suo amico, sono certo, ci sarà un momento di sbandamento, ma altrettanto convintamene, indipendentemente dalla fede che si professa, c’è bisogno di ricordare ciò che questo uomo diceva, scriveva, faceva, perché da questa esperienza personale e comunitaria potranno sorgere e rafforzarsi nuove energie cui fare leva, nuove forze interiori per imparare a amare con ardimento: i Santi non sono cartoline illustrate da acquistare nei giorni di festa, ma il respiro di cui non possiamo fare a meno per avere fede e credere a quella Croce dove ora Padre Vanzan sta al suo legno. Per chi segue il solco di un Vangelo mai ripiegato su se stesso, non è difficile tradurre dalle intenzioni di tante storie tramandate, più che mai attuali, lo stile di vita, i comportamenti quotidiani, e non è irriguardoso accostare Padre Vanzan a un prosieguo della storia più antica e giovane, per continuare ad avvicinare le parole che ci ha lasciato, senza per questo disegnare una verità folgorante che gia c’è, il rischio è più palese e vicino alla terra sotto i nostri piedi, cioè di raccontare e narrare senza sosta la vita di quel legno stretto alle sue mani, facendo ulteriore prossimità con Dio, e non più a quel dubbio che ci serve a nascondere le nostre stanchezze, i nostri limiti, le nostre incapacità ad abbandonarci a ciò che è. Nei tanti anni che ci hanno visti accanto, ho conosciuto “sottopelle” Padre Vanzan, siamo stati insieme, come lo è stata tutta la Casa del Giovane, fino a diventare la sua grande casa, non era mai un pensiero scontato, non era semplice seguire le sue tracce, le sue orme, perché a volte parevano così profonde da incutere timore, manco fossero di un orso eretto al cielo. Sono tanti gli episodi che danno l’idea del carico di autorevolezza di questo sacerdote profeta nella santità profetica di chi lo attraversava e accompagnava come don Enzo Boschetti e le sue intuizioni, la sua vista prospettica, il coraggio delle scelte, la generosità della coerenza. Insieme hanno cresciuto un albero della vita importante, la Casa del Giovane, una radice formidabile perché affondata nel loro amore.L’intensità della passione quando postulava Giovanni Palatucci, il famoso Questore buono, la sua capacità di raccontare quanta giustizia albergava nel cuore di questo funzionario di Polizia, di questo uomo delle istituzioni, e di quanto un uomo possa scegliere di essere giusto, mentre è schiacciato e ucciso dall’ingiustizia più inenarrabile. C’è un bisogno sincero di onorare persone come queste, di ancorarle al cuore, alla vita spirituale di ognuno, alle fatiche dell’esistenza, per farne esempio da rileggere ogni volta che servirà.(Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi scontri a Mogadiscio

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Migliaia di civili sono in fuga dall’intensificarsi delle violenze e degli scontri vicino al corridoio di Afgooye, una zona a pochi chilometri a nord-ovest della capitale somala Mogadiscio dove quasi 41mila sfollati interni – un terzo degli sfollati interni somali -vivono in campi di fortuna ed insediamenti sempre più estesi costruiti ai lati della strada per Afgooye. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per la sorte degli sfollati ed esorta tutti i gruppi armati e le forze militari coinvolti ad anteporre la protezione dei civili a qualsiasi altra considerazione. Nelle ultime due settimane, più di 7.200 somali sono stati costretti a fuggire da Afgooye. Più di 5.200 di queste persone sono scappate nel corso degli ultimi tre giorni a causa degli scontri che sono deflagrati martedì 14 febbraio. La maggior parte dei nuovi sfollati era già fuggita in precedenza, lasciando Mogadiscio ed altre zone della Somalia per i rifugi di fortuna del corridoio di Afgooye, e si sta dirigendo ora verso Mogadiscio.
Il 15 febbraio, 150 pullmini ed innumerevoli carretti trainati da asini che trasportavano persone sfollate, nonché molti sfollati a piedi, sono stati visti entrare a Mogadiscio attraverso uno dei punti d’ingresso della capitale dal personale dell’UNHCR in loco. Stando a quanto riferito dai team dell’Agenzia ONU per i rifugiati, alcuni nuovi sfollati si sono stabiliti negli insediamenti già esistenti a Mogadiscio, mentre altri si sono spostati in zone della capitale da cui
la popolazione è fuggita di recente oppure sono stati ospitati da amici e parenti. Alcuni sfollati sono riusciti a portare i propri averi con sé aMogadiscio, ma alcuni sono dovuti fuggire senza nulla. L’UNHCR, in collaborazione con altre agenzie, intende intensificare gli sforzi per assistere queste persone, fornendo loro ripari, alimenti ed acqua. Gli sfollati interni in Somalia sono circa 1,3 milioni, mentre i rifugiati somali ospitati nei paesi confinanti sono più di 968mila, di cui 520mila in Kenya, 203mila in Yemen e 186mila in Etiopia. In Somalia, dove i conflitti hanno generatoil numero più grande di rifugiati e sfollati al mondo dopo l’Afghanistan e l’Iraq, imperversa una delle crisi umanitarie peggiori e più preoccupanti di cui si occupa l’UNHCR.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Smaltimento reflui zootecnici

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

La richiesta di deroga all’UE dei quantitativi per lo smaltimento dei reflui zootecnici per il Fvg, non è una strada percorribile. Lo afferma il presidente della Cia del Fvg, Ennio Benedetti, che aggiunge: «Tale affermazione trova conferma negli allevatori del Veneto, che in pochissimi, una quindicina in tutta la regione, si sono avvalsi della possibilità di chiedere una deroga, entro la scadenza fissata al 15 febbraio, per la distribuzione nel territorio di azoto di origine zootecnica». Anche in quella regione, gli allevatori sembrano aver scelto la strada dell’attesa dell’aggiornamento della definizione dei carichi inquinanti attribuiti ai diversi settori, civili e produttivi.
La Regione Veneto, in coordinamento con le altre Regioni del bacino padano, lo scorso novembre 2011, aveva ottenuto l’approvazione della deroga alla direttiva nitrati (decisione n. 2011/721/UE) consentendo ai singoli allevatori e agricoltori, che abbiano avanzato una specifica richiesta, di distribuire per la fertilizzazione delle colture una quantità di effluenti zootecnici maggiore di quella prevista dalle norme vigenti per le zone designate come vulnerabili ai nitrati, passando dagli attuali 170 kg/ettaro di azoto di origine zootecnica a 250 kg/ettaro nel caso di aziende beneficiarie della deroga, nel rispetto dei criteri stabiliti dall’Ue. I tempi tecnici, ma soprattutto i vincoli e gli adempimenti previsti hanno fatto desistere gli allevatori.
Fin dall’individuazione delle zone vulnerabili da nitrati, la Cia Fvg ha sostenuto che sia la delimitazione, sia i piani di utilizzazione agronomica sarebbero diventati insostenibili per la zootecnia friulana. «Ci auguriamo – conclude Benedetti -, che gli assessorati competenti, ambiente e agricoltura, convochino le rappresentanze degli agricoltori per individuare al più presto una soluzione, anche in vista della scadenza quadriennale, alla fine di quest’anno, per la ridelimitazione delle zone vulnerabili da nitrati». La Cia Fvg propone, oltre alla ridefinizione delle zone vulnerabili, meno burocrazia, limiti sostenibili, regole trasparenti e semplici, la responsabilizzazione degli allevatori e agricoltori.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »