Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 23 febbraio 2012

Giornata mondiale malattie rare

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Il prossimo 29 febbraio si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale delle Malattie Rare, istituita nel 2008 per richiamare l’attenzione dei media sulle condizioni dei pazienti affetti da malattie a bassa incidenza, spesso penalizzati per la difficoltà della diagnosi e la scarsa disponibilità di terapie efficaci.
Per alcune di queste malattie negli ultimi anni si è però registrato un netto miglioramento nelle prospettive dei pazienti, grazie alla diagnosi precoce e alla disponibilità delle terapie: è il caso delle Malattie da Accumulo Lisosomiale, una famiglia di circa 40 patologie genetiche che esordiscono prevalentemente in età infantile e sono caratterizzate da una costante progressione, con deterioramento delle funzioni vitali e una ridotta aspettativa di vita. Le più note sono: Malattia di Gaucher, Malattia di Fabry, Mucopolisaccaridosi – di cui si riconoscono nove tipi, tra cui il tipo 2 che prende anche il nome di Sindrome di Hunter.
Queste malattie sono legate al difetto o all’assenza di uno degli enzimi contenuti nei lisosomi, i cosiddetti “centri di riciclo della cellula” finalizzati a digerire e metabolizzare il materiale cellulare di rifiuto; il substrato si accumula e provoca l’aumento del volume della cellula, da cui derivano danni ai tessuti e agli organi, che aumentano progressivamente con l’età.
Le conseguenze possono essere gravi e a volte provocare danni irreversibili a molti organi e apparati: reni, fegato, cuore, cervello, ossa, sangue; inoltre, come rileva la dottoressa Rossella Parini, Pediatra Metabolica, Direttrice del Centro “Fondazione Mariani” per le Malattie Metaboliche dell’Infanzia all’Ospedale “San Gerardo” di Monza e una delle massime esperte, «possono provocare dolore intenso e riducono in modo sostanziale la possibilità di condurre un’esistenza normale, anche in termini di sopravvivenza. I pazienti che soffrono di Malattia di Fabry descrivono il dolore neuropatico che provano come “una scottatura da ferro da stiro” e fra di loro è stata purtroppo riscontrata una percentuale maggiore di suicidi rispetto alla popolazione generale».
La grande opportunità della Terapia Enzimatica Sostitutiva deve essere colta il più precocemente possibile, prima dell’instaurarsi di danni irreversibili: per questo è fondamentale una diagnosi che sappia capire al primo manifestarsi dei sintomi, spesso comuni e banali, l’insorgere di questa classe di patologie, possibile solo rivolgendosi ai Centri specializzati in Malattie Rare, dove operano specialisti anche in grado di comunicare con le parole giuste l’eventuale diagnosi. Spesso, sottolinea ancora Parini, «una comunicazione non corretta può provocare ferite che nel corso degli anni possono disturbare tutta la gestione clinica del paziente e della sua famiglia».
Sul fronte delle Malattie da Accumulo Lisosomiale è impegnata da anni SHIRE, un’azienda presente da oltre 10 anni anche in Italia, che insieme allo sviluppo di terapie innovative ha scelto di promuovere servizi a supporto della qualità di vita dei pazienti.
Per migliorare la qualità di vita dei pazienti oggi si punta a eseguire la Terapia Enzimatica Sostitutiva presso il domicilio del paziente, garantendo un analogo standard terapeutico, ma senza lo stress degli spostamenti e delle giornate di lavoro e di studio perse.
Il trattamento domiciliare è già divenuto realtà in molti centri d’eccellenza italiani, come ad esempio il Centro “Fondazione Mariani” dell’Ospedale “San Gerardo” di Monza, diretto dalla dottoressa Parini.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zona e Balduzzi sui convegni medici

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Il Ministro della Salute Renato Balduzzi, intervenuto ieri, 22 febbraio, al convegno sulle malattie rare presso l’Istituto Superiore di Sanità, ha rilasciato la seguente dichiarazione riportata da Pharmakronos: «C’è una convegnistica “pesante” in sanità. Si nota dal fatto che buona parte dei viaggiatori in aereo è costituita da professionisti di questo settore. […] L’offerta di convegni è molto robusta però ha spesso dello scontato», ha aggiunto riferendosi ai «convegni sulla continuità di cura, o sulla presa in carico, di cui il convegno successivo reitera i contenuti». A queste parole il Presidente di Federcongressi&eventi Paolo Zona risponde in modo molto articolato, rimarcando il dimezzamento dei convegni medici in Italia negli ultimi cinque anni, il valore economico dell’industria congressuale nonché l’importanza della componente formativa dei congressi medico-scientifici «anche per tutelare i livelli assistenziali nel nostro Paese, non solo per lo sviluppo dell’industria».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Succo di pompelmo e uso di taluni farmaci

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Il succo di pompelmo puo’ interferire con l’azione di alcuni farmaci. Il succo aumenta l’assorbimento del farmaco con conseguenti possibili danni ad alcuni organi. Lo rivela la Fda (Food and Drug Administrationi) statunitense.
Molti farmaci sono metabolizzati nell’intestino con l’aiuto di un enzima. Talune sostanze contenute nel succo di pompelmo possono bloccare l’azione dell’enzima stesso e determinare, quindi, una maggiore assunzione del farmaco.
I farmaci che possono essere interessati all’interazione con il succo di pompelmo sono quelli indicati per abbassare il colesterolo e la pressione del sangue, quelli antiansia, antistaminici e antiaritmia.
La soluzione? Non bere succo di pompelmo quando si assumono certe categorie di farmaci o chiedere al proprio medico, o farmacista, le informazioni sulle possibili interazioni succo di pompelmo-farmaco. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caso Maserati arriva sul tavolo del Governo

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Maserati GranTurismo

Image via Wikipedia

La Giunta regionale, vista l’assenza di risposte da parte dell’azienda, “ha deciso di chiamare in causa” il Ministero dello Sviluppo economico. Lo ha spiegato l’assessore alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli rispondendo all’interrogazione dei consiglieri regionali Palma Costi, Stefano Bonacini e Luciano Vecchi.I tre consiglieri chiedevano alla Giunta, infatti, un intervento urgente per fare chiarezza sul futuro dello stabilimento modenese, a causa della mancanza di risposte chiare da parte dei vertici sulle prospettive del polo produttivo emiliano e dopo l’annuncio a mezzo stampa che la produzione del nuovo SUV Maserati sarebbe stata affidata allo stabilimento di Detroit.“Vista la preoccupante incertezza della situazione – scrive Muzzarelli – e l’assenza di risposte la Giunta ha deciso di chiamare in causa il Governo e il presidente Errani, in due successive lettere al Ministro dello Sviluppo economico, ha segnalato il problema Fiat-Maserati tra i nodi da sciogliere insieme al Governo al fine del rilancio di una seria politica industriale per lo sviluppo e l’occupazione”. L’incontro richiesto da Errani dovrebbe avvenire a breve, come spiega l’assessore: “Il ministro Passera è stato invitato a partecipare alla discussione del Piano delle Attività produttive della Regione e l’appuntamento, che si terrà in data da concordare con il Ministro, sarà anche l’occasione per esaminare congiuntamente la situazione Maserati ed assumere le opportune iniziative”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Respingimenti dalla Libia: Italia condannata

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

LIBYA/

LIBYA/ (Photo credit: شبكة برق | B.R.Q)

Strasburgo 23 febbraio 2012. Questa mattina, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha sentenziato che, rimandando i migranti verso la Libia, l’Italia ha violato la Convenzione Europea sui Diritti dell’Uomo e in particolare il principio di non refoulement (non respingimento), che proibisce di respingere migranti verso paesi dove possono essere perseguitati o sottoposti a trattamenti inumani o degradanti.

Il caso Hirsi e altri contro Italia riguarda la prima operazione di respingimento effettuata il 6 maggio 2009, a 35 miglia a sud di Lampedusa, in acque internazionali. Le autorità italiane hanno intercettato una barca con a bordo circa 200 somali ed eritrei, tra cui bambini e donne in stato di gravidanza. Questi migranti sono stati presi a bordo da una imbarcazione italiana, respinti a Tripoli e riconsegnati, contro la loro volontà, alle autorità libiche. Senza essere identificati, ascoltati né preventivamente informati sulla loro reale destinazione. I migranti erano, infatti, convinti di essere diretti verso le coste italiane. 11 cittadini somali e 13 cittadini eritrei, rintracciati e assistiti in Libia dal Consiglio italiano per i rifugiati dopo il loro respingimento, hanno presentato un ricorso contro l’Italia alla Corte Europea, attraverso gli avvocati Anton Giulio Lana e Andrea Saccucci, dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani.La Corte ha pienamente condannato l’Italia per la violazione di 3 principi fondamentali: il divieto di sottoporre a tortura e trattamenti disumani e degradanti (art. 3 CEDU), l’impossibilità di ricorso (art.13 CEDU) e il divieto di espulsioni collettive (art.4 protocollo aggiungitvo CEDU). La Corte quindi per la prima volta ha equiparato il respingimento collettivo alla frontiera e in alto mare alle espulsioni collettive nei confronti di chi è già nel territorio. La Corte ha ricordato che i diritti dei migranti africani in transito per raggiungere l’Europa sono in Libia sistematicamente violati. Inoltre, la Libia non ha offerto ai richiedenti asilo un’adeguata protezione contro il rischio di essere rimpatriati nei paesi di origine dove possono essere perseguitati o uccisi. A causa di questa politica, secondo le stime dell’UNHCR circa 1.000 migranti, incluse donne e bambini, sono stati intercettati dalla Guardia costiera italiana e forzatamente respinti in Libia senza che prima fossero verificati i loro bisogni di protezione. L’Unione Forense per i Diritti dell’Uomo (UFDU), il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) e l’European Council on Refugees and Exiles (ECRE) hanno accolto con estrema soddisfazione la sentenza.
Nel difendersi, il Governo italiano aveva sostenuto che la Libia dovesse considerarsi un “luogo sicuro” e che, inoltre, i ricorrenti non avrebbero in alcun modo manifestato agli ufficiali di bordo la loro volontà di richiedere l’asilo o altra forma di protezione internazionale. La Corte ha respinto integralmente le difese del Governo Italiano, ritenendo che ai migranti intercettati in acque internazionali non sia stata offerta alcuna possibilità effettiva di ottenere una valutazione individuale delle loro situazioni al fine di beneficiare della protezione accordata ai rifugiati dal diritto internazionale e comunitario, in violazione dell’art. 13 della CEDU.
Le condizioni di vita in Libia dei migranti respinti il 6 maggio 2009 sono state drammatiche. La maggior parte di essi è stata reclusa per molti mesi nei centri di detenzione libici ove ha subito violenze e abusi di ogni genere. La maggior parte dei ricorrenti sono stati registrati dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e in Libia hanno ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiato sotto mandato UNHCR.
La Corte ha ritenuto che, per effetto delle violazioni riscontrate, i ricorrenti abbiano subito un danno non patrimoniale che è stato quantificato equitativamente in € 15.000 I legali dei ricorrenti hanno, invece, rinunciato alla refusione delle spese di lite, chiedendo soltanto il rimborso dei costi sostenuti per partecipare all’udienza che si è svolta a Strasburgo il 22 giugno 2011.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume Il Delirium

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Brescia piazzaLoggia

Image via Wikipedia

Brescia 23 febbraio 2012 alle ore 17.15 Aula Magna “G. Tovini” Università Cattolica del Sacro Cuore Via Trieste 17 Presentazione del volume Il Delirium di A. Morandi – E. Wesley Ely – M. Trabucchi, Vita&Pensiero 2012
dott. Luigi Morgano, Direttore della sede bresciana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore  Indirizzo di saluto
prof. Mario Taccolini, Presidente della Congrega della Carità Apostolica. Le ragioni della prossimità
S.E. mons. Luciano Monari, Vescovo di Brescia. Il vecchio nella Bibbia
prof. Marco Trabucchi, Direttore Scientifico del GRG
L’Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni
Alessandro Morandi, medico e ricercatore. Un nuovo volume sulla salute dell’anziano, frutto di una collaborazione internazionale
A seguire il Vescovo benedirà la nuova sede del Gruppo di Ricerca Geriatrica, in via F.lli Lombardi 2 a Brescia

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autostrade: Demolizione del cavalcavia di Pralongo in A4

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

English: Motorway A4, Italy Slovenčina: Diaľni...

Image via Wikipedia

Per consentire la demolizione del cavalcavia di Pralongo in comune di Monastier di Treviso, sabato 25 dalle ore 19.00 e fino alle 10.00 del mattino di domenica 26 febbraio, la A4 nel tratto compreso tra San Donà di Piave e il bivio A4/A57, sarà chiusa in entrambe le direzioni di marcia. I veicoli provenienti da Trieste e diretti verso Venezia, quindi, dovranno obbligatoriamente uscire al casello di San Donà di Piave e poi, per rientrare, dopo aver percorso la Strada Statale 14 fino al collegamento con la bretella per l’aeroporto Marco Polo, dovranno riprendere la Tangenziale di Mestre o l’autostrada A27 in direzione Venezia. Lo stesso percorso, al contrario, dovrà essere fatto dai veicoli che non potranno entrare in autostrada in direzione Venezia a causa della chiusura del casello di San Donà di Piave.Per chi invece arriva da Venezia lungo la A57 Tangenziale di Mestre in direzione Trieste, all’altezza dell’interconnessione con la A27 dovrà seguire la deviazione che indirizza sulla bretella dell’aeroporto Marco Polo e da qui, attraverso la Strada Statale 14, raggiungere l’entrata in A4 a San Donà di Piave.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Novartis: Consegnati 100 milioni di antimalarici pediatrici

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Malaria testing

Malaria testing (Photo credit: Gates Foundation)

Medicines for Malaria Venture (MMV) ha annunciato che Novartis ha consegnato cento milioni di trattamenti di Coartem® Dispersibile (artemetere-lumefantrina), antimalarico sviluppato specificamente per i bambini affetti da malaria causata da P. falciparum, a 39 paesi nei quali la malaria è endemica. E’ il primo ACT (associazione fissa a base di artemisinina) prequalificato dall’OMS ‘a misura’ di bambino, in grado di rispondere a un’esigenza insoddisfatta di farmaci pediatrici. Incentrata su accesso ai farmaci, trattamento, ricerca & sviluppo e capacity-building, Novartis Malaria Initiative rappresenta, per numero di pazienti raggiunti ogni anno, uno dei più ampi programmi di accesso ai farmaci del settore farmaceutico. Co

n il raggiungimento di questo traguardo, Novartis Malaria Initiative e MMV hanno dimostrato che le partnership per sviluppare un farmaco possono realmente far progredire la lotta alla malaria.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No Smoking Be Happy

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

La Fondazione Umberto Veronesi e la Fondazione Pfizer, nell’ambito della Campagna No Smoking Be Happy, hanno voluto indagare su quali sono i motivi per cui gli italiani adulti non riescono ad abbandonare il vizio delle ‘bionde’. L’indagine, che ha coinvolto 1000 persone di età compresa tra i 30 e i 64 anni, sia ex-fumatori che fumatori, è stata organizzata anche con lo scopo di capire qual è il ruolo delle Campagne antifumo e di come implementare ulteriormente gli strumenti che la Fondazione Veronesi e la Fondazione Pfizer, da anni, mettono a disposizione del pubblico per prevenire l’iniziazione del fumo e favorirne il percorso di disassuefazione.I risultati più importanti hanno evidenziato che soltanto il 22,2% di chi ha provato a smettere ha avuto successo, mentre il 54,5% non ci è mai riuscito. Invece, il 23,3% degli intervistati che non ha mai provato a smettere di fumare, ha affermato di non aver nessun interesse a farlo (37,3%) oppure che è un piacere al quale non sa rinunciare (27,9%). Questo risultato è in linea con i motivi per cui chi ha provato a smettere non ci è riuscito, cioè la poca forza di volontà (58,2%) o una dipendenza psico-fisica che non vuole, o riesce, a combattere (22,9%).I motivi principali che hanno spinto gli intervistati a provare ad abbandonare la sigaretta sono stati il miglioramento della salute in generale (62,1%) e il ritorno ad avere migliori relazioni sociali e riscoprire sapori e profumi (48,8%). Sorprendentemente, la preoccupazione per la salute delle famiglia e, in particolar modo, dei figli, è stato un fattore determinante solo per il 32,6% degli intervistati, quasi al pari del miglioramento nelle attività fisiche (33%).
Per quanto riguarda i metodi per smettere di fumare, i centri antifumo (48,3%) e Internet (45,9%) sono considerate le fonti migliori per reperire informazioni, seguite a stretto giro dal medico (44,8%). Sorprendentemente, considerando che gli intervistati sanno dove è possibile reperire informazioni, il 43% di loro ha dichiarato di non essere abbastanza informato su come smettere di fumare. Infine, è stato confermato il dato che evidenzia che le donne continuano a fumare perché è l’unico modo che hanno per rilassarsi. «Le donne – afferma il prof. Paolo Veronesi – sono sempre state uno dei target, insieme ai giovani, che abbiamo privilegiato, in quanto colpite in modo particolare dai danni provocati dal fumo. Questo dato va però letto anche in una chiave più estesa. Bisogna, infatti, pensare al fatto che questo è un periodo di grande crisi, sempre più fonte di ansia e stress. Quindi, è necessario tenere presente che questo trend potrebbe toccare sempre di più anche il mondo maschile che, dai dati in nostro possesso, dimostra già uno scarso interesse ad intraprendere una strada di disassuefazione».
No Smoking Be Happy è un programma educativo realizzato grazie al sostegno della Fondazione Pfizer, e che ha come obiettivo primario di prevenire l’iniziazione al fumo, favorire un maggiore orientamento ai servizi disponibili per la disassuefazione dal vizio e educare alla tutela della propria salute. La campagna si rivolge agli adulti fumatori per cercare di dissuaderli, ma al contempo parla ai giovani in termini di prevenzione.
La Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 allo scopo di sostenere la ricerca scientifica, attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo. Ne sono promotori scienziati, tra i quali ben 6 premi Nobel che ne costituiscono anche il Comitato d’Onore, il cui operato è riconosciuto a livello internazionale.
La Fondazione Pfizer è stata costituita il 20 febbraio 2002 per dar seguito alla volontà dell’azienda farmaceutica Pfizer di dar vita ad un’entità, da essa indipendente e organizzativamente autonoma, capace di contribuire alla crescita della cultura e della conoscenza scientifica in Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Campidoglio: esposte immagini due maro esercito

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

«Aderiamo all’appello lanciato da Ignazio La Russa e domani, in Campidoglio, verranno esposte le immagini dei nostri due Marò, il maresciallo Massimiliano Latorre e il sergente Salvatore Girone. Non intendiamo, ovviamente, entrare né nel merito dell’inchiesta né negli ambiti di competenza della nostra diplomazia, ma riteniamo che l’iniziativa di La Russa di esporre le immagini dei nostri due soldati per tenere desta l’attenzione del Paese a favore di questi ragazzi, debba essere condivisa. Mi auguro che tutte le forze politiche e le altre Istituzioni si uniscano senza esitazioni». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Su vicenda new slot senza controllo pericolo infiltrazioni criminali”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

“La colpevole violazione degli obblighi di servizio pubblico di controllo sugli apparecchi ha cagionato un danno pubblico di grande rilievo economico, ma il profilo tributario e del corretto introito delle risorse pubbliche costituisce solo un aspetto della vicenda. Ci sono in gioco altre questioni di grande rilievo etico-giuridico e qualche preoccupazione per il sospetto che nella vicenda la malavita organizzata possa avere giocato un ruolo lucrativo non secondario e quindi di grande pericolosità”. E’ quanto si legge nella relazione presentata oggi dal Procuratore regionale della Sezione Lazio della Corte dei Conti, Angelo De Dominicis, nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. “Soltanto il gioco controllato telematicamente è da ritenersi gioco lecito – continua De Dominicis – In assenza del controllo pubblico, queste attività di evasione ridiventano vietate e assumono il rilievo dell’illecito penale”. Il procuratore nella relazione illustra i criteri con cui la Procura ha stimato il danno erariale derivato dal mancato collegamento degli apparecchi da intrattenimento nel periodo che va da settembre 2004 a gennaio 2007. Secondo il procuratore, dal 2004 al 2005, riferisce Agipronews, solamente un esiguo numero era collegato, mentre dal gennaio 2005 al gennaio 2007 più della metà degli apparecchi – 136 mila su 207 mila – non aveva mai trasmesso i dati di gioco ad Aams.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diete senza glutine spesso inutili

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Aula Magna of the University of Pavia (Pavia, ...

Image via Wikipedia

La cosiddetta “sensibilità” al glutine ancora non ha alcun supporto scientifico perciò, in assenza di una diagnosi di celiachia, un regime alimentare senza glutine sarebbe totalmente inutile. A suggerire un’esagerata diffusione delle diete senza glutine in assenza di patologie clinicamente diagnosticate, è un articolo pubblicato sugli Annals of internal medicine da due studiosi italiani dell’università di Pavia: Roberto Corazza e Antonio di Sabatino. Molti pazienti – ammettono gli esperti italiani – riportano una risoluzione dei sintomi denunciati prima di intraprendere diete senza glutine, quali dolori addominali, sonnolenza, gonfiore. «C’è un ammontare considerevole di attenzione sulla “sensibilità” al glutine in pazienti non celiaci» scrivono i due autori «in particolare nuovi gruppi di discussione appaiono praticamente giornalmente su Internet, ma molte delle tesi sostenute non hanno alcun sostegno scientifico». L’articolo invita a «far prevalere il senso comune sulla “sensibilità” in modo da evitare che una preoccupazione sui possibili effetti del glutine evolva nella convinzione che il glutine è un alimento tossico per la maggior parte della popolazione. E in modo da prevenire la possibilità che un potenziale problema di salute divenga un problema sociale». Ann Intern Med. 2012 Feb 21;156(4):309-11 (fonte farmacista33)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla fisica del cioccolato all’influenza del colore nella scelta dei cibi

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

La Sapienza - Engineering faculty at Via Eudos...

Image via Wikipedia

Roma 23 febbraio 2012 ore 9.00 aula Capozzi – dipartimento di Scienze odontostomatologiche via Caserta 6, Roma Esperti e studiosi delle maggiori università italiane e istituti di ricerca si danno appuntamento giovedì 23 febbraio alla Sapienza per parlare di alimentazione a 360 gradi, in un percorso culturale e scientifico che abbraccia diversi ambiti disciplinari: dalla biochimica all’igiene degli alimenti, dalla sociologia all’epidemiologia, dalla psicologia alla fisica. Al centro dell’incontro anche temi più curiosi come l’applicazione della fisica alla gastronomia per produrre per esempio un buon gelato al cioccolato o sviluppare nuovi prodotti, l’influenza del colore nelle scelte alimentari, il rapporto tra cibo e comunicazione. Il convegno è dedicato alla figura di Carlo Cannella, docente di Scienza dell’alimentazione alla Sapienza a un anno dalla scomparsa. L’iniziativa è promossa dal dipartimento di Medicina sperimentale in collaborazione con il Ciiscam – Centro interuniversitario di ricerca sulle culture alimentari mediterranee. L’incontro è l’occasione per ricordare, alla presenza di numerosi allievi e colleghi, il rigore scientifico e l’efficace attività di divulgazione di Carlo Cannella.
I lavori della giornata sono articolati in tre sessioni: la prima è dedicata a nutrizione e alimentazione con particolare attenzione alle nuove scienze come la nutrigenomica che indaga come combinare il profilo genetico individuale con i cibi, per definire un’alimentazione protettiva o addirittura terapeutica.
La seconda sessione verte su Psicobiologia e sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva. Infine la terza sessione fa il punto sul futuro dell’alimentazione tra ricerca e tradizione con uno sguardo sulle abitudini alimentari degli italiani e sul rapporto tra scienza e industria.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World Growth Lauds President Yudhoyono’s Support for Palm Oil Industry

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

oil palms in malaysia

Image via Wikipedia

Melbourne – World Growth today fully commended recent remarks by Indonesia’s President Susilo Bambang Yudhoyono for acting decisively to protect Indonesia’s multi-billion dollar palm oil industry. The Indonesian palm oil industry, as well as that of Malaysia, have come under attack from governments and NGOs with wild claims of tropical rainforest destruction, destruction of the orang-utan and unsustainable business practices. World Growth Chairman Ambassador Oxley made the following statement: “The President’s remarks to Jakarta’s diplomatic corps show strong government support for an industry which it believes is sustainable. This is a direct message to governments represented at the gathering that activities to limit the Indonesian palm oil industry are frowned upon by Indonesia.
“The global campaign by EU-funded NGOs against South East Asia palm oil producers is intentionally designed to drive away customers and erect barriers to prevent market access. Examples of this include European import restrictions on Indonesian palm oil biofuel that are discriminatory and WTO inconsistent. Other members of the WTO, namely Brazil, Malaysia and the United States have already warned about discriminatory EU restrictions on biofuel imports.
“European Governments are now also pushing discriminatory tariffs to favour certain products, which are certified as sustainable by NGOs. There is growing concern in the international trade community with these anti-free trade strategies to use sustainability systems to restrict trade. There is also concern about the tactics used to pressure business and governments to adopt them. Leading this effort is the World Wildlife Fund (WWF).
“The Indonesian Government should be commended for developing its own system to verify the sustainability of Indonesian palm oil. A government-sponsored system gives consumers confidence in the sustainability of the product it is buying. The United States Government uses a similar approach to verify the health and safety of its beef exports.
World Growth also cited ample research showing that claims used by NGOs to push their global agenda that palm oil is a leading driver of tropical rainforest destruction in South East Asia are incorrect. Here are the facts:
– The palm oil industry in South East Asia contributed to only 3 per cent of total deforestation between 1990 and 2005 according to the United Nations Food and Agriculture Organisation;
– The palm oil plantations occupy less than 1 per cent of the agriculture land globally, while accounting for more than a third of the global trade in vegetable oils;
– The industry is a significant employer, with more than 600,000 Malaysians and over 1 million Indonesians employed directly by the industry and downstream sectors;
– Malaysia is a carbon sink, sequestering more than 220 million tonnes per year, to which the palm oil industry is an important contributor; and
– Both Malaysia and Indonesia are firmly committed to forest conservation, maintaining pledges to conserve more than 50 and 25 per cent of their forests, respectively.
To speak with World Growth’s experts or find out more about its work, please email media@worldgrowth.org or call +1-866-467-7200.
World Growth is an international non-governmental organization established to expand the research, information, advocacy, and other resources to improve the economic conditions and living standards in developing and transitional countries. At World Growth, we embrace the age of globalization and the power of free trade to eradicate poverty and create jobs and opportunities. World Growth supports the production of palm oil and the use of forestry as a means to promote economic growth, reduce poverty and mitigate greenhouse gas emissions. World Growth believes a robust cultivation of palm oil and forestry provides an effective means of environmental stewardship that can serve as the catalyst for increasing social and economic development. For more information on World Growth, visit http://www.worldgrowth.org.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea della Democrazia Cristiana-Terzo Polo di Centro

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

Roma sabato 25 febbraio 2012, con inizio alle ore 10.00.L’Assemblea avrà luogo presso la sala convegni dell’Hotel Portamaggiore, ubicato in piazza di Portamaggiore n. 25, a Roma. All’incontro prenderanno parte anche gli iscritti di Rinascita della Democrazia Cristiana, in virtù del protocollo d’intesa siglato tra le Segreterie nazionali dei due partiti e ratificato all’unanimità nel corso dell’incontro del Consiglio nazionale congiunto svoltosi all’Hotel Michelangelo di Milano in data 18-02-2012. L’assemblea di sabato prossimo (25 febbraio 2012) è prodromica alla convocazione del Congresso provinciale della Democrzia Cristiana convocato per sabato 24 marzo 2012, sempre a Roma. Avremo dunque l’occasione di dibattere insieme alcuni temi che ci aiuteranno a preparare megli l’evento congressuale che – come di tutta evidenza – ha per il nostro partito un rilievo particolare anche a livello nazionale. Sarà anche l’occasione per esaminare le proposte del nostro partito in vista delle prossime elezioni amministrative in programma per il 6-7 maggio 2012.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »