Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Maurizio Azzolini Capo Gabinetto del Vicesindaco di Milano

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2012

Italiano: Palazzo Marino a Milano, facciata su...

Image via Wikipedia

La decisione del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia di nominare Maurizio Azzolini a Capo Gabinetto del Vicesindaco di Milano, è assolutamente inaccettabile. E’ un vero scandalo che un personaggio che ha sparato contro dei poliziotti nella stessa giornata del 1977 in cui è stato ammazzato il Vicebrigadiere Antonio Custrà, e che solo grazie al caso o alla cattiva mira non è un assassino, oggi rivesta tale ruolo. Il COISP condivide la dura e dignitosa presa di posizione del Consigliere Comunale e Segretario Gen.le Provinciale del COISP di Milano Carmine Abagnale, che pur con grande rispetto dell’Istituzione, rifiuta di condividere la presenza nell’aula consiliare con l’ex terrorista Maurizio Azzolini. L’aver ricevuto condanne penali, l’essersi attivato nel tentativo di uccidere più vite umane, costringe a non dimenticare quanto di vergognoso ha fatto Azzolini contro lo Stato, i cittadini e coloro che ne difendono le libertà costituzionali. Il dolore per l’assurda morte del nostro collega Antonio Custrà, non può essere cancellato dal tempo e ad un aspirante assassino non è certo sufficiente una brillante carriera nei palazzi della politica per potersi guadagnare il rispetto di quei Servitori dello Stato che hanno sempre difeso le Istituzioni democratiche a rischio della propria vita. E che continuano a farlo!
Il COISP manifesta quindi il 1° marzo a Milano, dalle ore 16.00 in Piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, per far comprendere al Sindaco Pisapia l’opportunità di rimuovere immediatamente Azzolini dal prestigioso incarico che riveste in seno all’Amministrazione Comunale di Milano.
Alle ore 19.00, in via De Amicis – angolo via Ausonio, momento di ricordo del Vice Brigadiere delle Guardie di P.S. Antonio Custrà, con deposizione di fiori sulla targa posta sul luogo in cui è stato ucciso.
Ricordare Antonio Custrà, un eroe incredibilmente dimenticato dalla pretesa inaccettabile di ripulire una coscienza che nuova non potrà mai tornare. Rammentare anche, ed a tutti, che gli errori si pagano una vita intera. Per taluni di essi, poi, una vita non dovrebbe nemmeno bastare. Questo il fine della nostra manifestazione, che ha già trovato la piena approvazione di molti Cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: