Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 95

Archive for March 6th, 2012

Editoriale Fidest: Il Caso dei Marò

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Editoriale. Numerose e-mail giungono in redazione per biasimare il comportamento del governo ritenuto assenteista riguardo il fermo di polizia e ora la detenzione in carcere in India di due militari italiani accusati d’aver ucciso per errore, in acque internazionali, due marinai indiani scambiati per pirati. Tutta la faccenda, sia pure avvolta da scarne informazioni, ci appare emblematica anche perché è stata e continua ad essere gestita in maniera incomprensibile.
Sta di fatto che l’atteggiamento “blando” della diplomazia italiana non certo favorisce un giudizio critico di chi vi percepisce una indifferenza su tutta la faccenda. Potrebbe, tuttavia, essere una voluta strategia comportamentale per evitare che il caso diventasse una sorta di braccio di ferro tra i due paesi e alla fine qualcuno avrebbe l’impressione di perdervi la faccia. Ma più passano i giorni e questa eventualità diventa, purtroppo, concreta. Lo sta a dimostrare il nervosismo delle autorità indiane, la severità dei giudici che hanno deciso di tramutare il fermo di polizia in arresto e la lunga trattativa per evitare che i nostri marò finissero tra i delinquenti comuni. Ragione vorrebbe che a tutela degli interessi delle parti vi fosse un tribunale internazionale a giudicare la dinamica dei fatti e a valutare le rispettive responsabilità, se ve ne sono, ovviamente. Ma questo non è possibile e allora non sembra vi sia altra via che attendere il giudizio della magistratura indiana. Una alternativa vi sarebbe, ma è tutta politica più che giudiziaria, con l’espulsione dall’india dei due militari italiani e la promessa, da parte del nostro governo, di giudicarli in Italia facendo costituire come parte civile il governo indiano. D’altra parte la stessa procura di Roma ha aperto un fascicolo al riguardo. In tutto questo bailamme una cosa è certa: più si fa chiasso e maggiore è il rischio che la soluzione diventi sempre più difficile. Ma come si fa ad abbassare i toni davanti ad un fatto del genere o, peggio ancora, a volere il silenzio stampa? (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti, Editoriali | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Azione Universitaria: marò liberi

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Italiano: Logo di Azione Universitaria

Image via Wikipedia

“Quello che sta accadendo in India è un insulto a tutta la Nazione, la nostra diplomazia ha fallito, è arrivato il momento che questo Governo si assuma le proprie responsabilità e riporti a casa i nostri soldati” lo dichiara Andrea Volpi Coordinatore Nazionale di Azione Universitaria in merito alla annosa questione dei due Marò arrestati in India. “Oggi – continua la nota – anche Azione Universitaria parteciperà alla maratona oratoria organizzata da alcuni parlamentari del PdL su suggerimento dell’On. Ignazio La Russa per chiedere a gran voce la liberazione di Salvatore e Massimiliano, e soprattutto per svegliare dal torpore questo Governo che sembra non avere il minimo interesse nella vicenda”. “Chiediamo al Ministro Terzi di alzare la voce – conclude Volpi – di chiedere spiegazioni e di coinvolgere l’Unione Europea e gli Stati membri per dimostrare coesione internazionale. Questo Governo, che tanto si vanta di aver ridato all’Italia credibilità e prestigio a livello internazionale solo perchè dice di aver fatto diminuire lo Spread, sta invece dimostrando di contare meno di zero nei rapporti di forza sovranazionali, o forse ci sono in ballo interessi più importanti che il benessere e lo stato di salute di due servitori dello Stato”. (Andrea Volpi)

Posted in Cronaca, Università | Tagged: , , , | 2 Comments »

The Pieter & Olga Dreesmann Collection of Dutch Old Master Paintings

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

London – Christie’s announces the sale of The Pieter & Olga Dreesmann Collection of Dutch Old Master Paintings which will be offered in the Old Master & British Paintings Evening Auction on Tuesday 3 July. The Dreesmann family name is synonymous with connoisseurship, passion and generous philanthropy in the arts. Crowned by Rembrandt’s masterpiece A Bust of a Man in a Gorget and Cap (estimate: £8 million -12 million, illustrated above), offered at auction for the first time in almost 40 years, the outstanding collection, formed by Pieter and Olga Dreesmann, comprises a group of 15 exceptional works by 17th Century Dutch Masters of the ‘Golden Age.’ The group constitutes the most important single-owner collection of Dutch paintings of this period to come to the market in recent years and is expected to realise in excess of £19 million. Rembrandt Harmensz van Rijn (1606-1669) is recognised to be one of the greatest and most influential artists in European history. This remarkable panel by the artist, A Bust of a Man in a Gorget and Cap, dated to 1626/27, captivates the viewer with an intensity that far exceeds its neat dimensions; it measures 15⅝ x 11⅝ inches (39.8 x 29.4cm) (estimate: £8 million -12 million). The work presents a masterful treatment of light to create drama, achieved in part by Rembrandt’s use of chiaroscuro, pointing to the influence of Caravaggio, to whom he is clearly indebted in terms of style in this work. Beautifully preserved and richly painted, the artist employs a subtle range of rich colours; the sharp light falling on the steel of the gorget imbues the subject with a startling reality and presence. This work was exhibited in the Rembrandt/Caravaggio exhibition staged by The Rijksmuseum, Amsterdam, in 2006.(rembrandt) Christie’s, the world’s leading art business, had global auction and private sales in 2011 that totaled £3.6 billion/$5.7 billion.
Christie’s is a name and place that speaks of extraordinary art, unparalleled service and expertise, as well as international glamour. Founded in 1766 by James Christie, Christie’s has since conducted the greatest and most celebrated auctions through the centuries providing a popular showcase for the unique and the beautiful. Christie’s offers over 450 auctions annually in over 80 categories, including all areas of fine and decorative arts, jewellery, photographs, collectibles, wine, and more. Prices range from $200 to over $100 million. Christie’s also has a long and successful history conducting private sales for its clients in all categories, with emphasis on Post-War and Contemporary, Impressionist and Modern, Old Masters and Jewellery. Private sales totaled £502 million / $808.6m in 2011, an increase of 44% on the previous year. (Cristiano De Lorenzo)

Posted in Estero, Recensioni | Tagged: , , , | 5 Comments »

Commedia live

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Roma 11 marzo, alle ore 20 a LIBRI COME, Auditorium Parco della Musica, GARAGE / OFFICINA 3 (viale De Coubertin 30) sarà proprio Ivano Marescotti, a ricreare le atmosfere suggestive dell’opera editoriale, declamando alcune tra le più famose cantiche di Dante.C’è voluta tutta la grande versatilità dell’attore di teatro, televisione e cinema (tra i suoi film Johnny Stecchino, il Mostro di Roberto Benigni), per affrontare il capolavoro della poesia italiana. E Marescotti ha dato il meglio della sua arte per far rivivere i grandi personaggi del Poema: Virgilio, Ulisse e il Conte Ugolino ai quali l’artista ha dato un’anima oltre la voce. Canto dopo canto l’attore ci accompagna nell’Inferno, Paradiso, Purgatorio. A restituire le atmosfere di desolazione e dolore, di speranza e spiritualità, di diavoli e di angeli hanno contribuito gli effetti speciali che hanno reso il mondo dantesco in tutta la sua “spettacolarità”. Tre fascicoli con l’intero testo completano quest’opera multimediale. Ogni canto è brillantemente introdotto e commentato da Riccardo Bruscagli (dantista e preside della Facoltà di Lettere presso l’Università di Firenze). Un Dante da ascoltare oltre che da leggere. Ecco la chiave di “lettura” spettacolare con cui la Commedia di Zanichelli aiuta a comprendere la “divina” poetica del Poeta fiorentino. “Se avessi studiato la Commedia a scuola in questo modo, l’avrei trovata persino divertente”.  Parola di Ivano Marescotti (commedia)

Posted in Cronaca, Roma, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

A libri come: festival del libro e della lettura

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Roma 9 marzo, ore 21 Auditorium Parco della Musica GARAGE/OFFICINA 2 (viale De Coubertin 30) A libri come: festival del libro e della lettura.
Ne parlerà l’autrice Donata Feroldi assieme a Valeria Della Valle (linguista) e Maria Teresa Carbone (giornalista) per presentare il “Dizionario analogico della lingua italiana” (di Donata Feroldi e Elena dal Pra). E’ la guida per esplorarlo. E’ Uno strumento che permette di trovare la parola che abbiamo sulle labbra ma che non riusciamo a tirar fuori. Il dizionario edito da Zanichelli ci guida nei meandri della lingua attraverso le analogie di una voce con altre ad essa legate. E navigando in questo mare di parole è facile scoprire mondi stando comodamente seduti o immobili come una semplice PECORA. Questo animale BELANTE, OVINO, semplice BIDENTE LANUTA è dappertutto. Dal Pamir alle Montagne Rocciose, nello SHETLAND o in MONGOLIA. Ma SARDA o VISSANA che sia, ARIETE o MONTONE, DOCILE come un AGNELLO o SELVATICA come un MUFLONE, questo animale d’allevamento non sa fare solo BE’, BRUCANDO l’erba all’OMBRA. Altrimenti PASTORI, PECORAI e VERGAI non perderebbero tempo a PASCOLARE,
PASCERE, CUSTODIRE, TOSARE, MUNGERE, addestrare CANI PASTORE per difendere l’OVILE. Pensiamo a lei quando degustiamo il nostro CACIO, la FETA, la RICOTTA, PECORINO o ROQUEFORT. Oppure a come sarebbero freddi gli inverni senza la sua LANA. Smettiamola di fare i PECORONI, rivalutiamo l’ovino! Ma non comportiamoci da pecore; perché “chi pecora si fa il lupo se la mangia” dicevano gli anziani. Loro sì che erano saggi e infatti di proverbi se ne contano quanto le pecore al PASCOLO. “Cielo a pecorelle, acqua a catinelle”, “il diavolo non ha pecore e va vendendo lana”. Se ne scrivono dai tempi delle PERGAMENE. Ma anche se sono stati redatti su CARTAPECORA non sono per nulla INCARTAPECORITI. Quindi profondo rispetto per le PECORELLE – smarrite o ritrovate e che ritornano all’OVILE – ma soprattutto alle PECORE NERE che hanno il coraggio di uscire dal GREGGE. Attenti però a non finire SCANNATI. Ora però a forza di contare le pecore, gli occhi si son fatti pesanti e quindi, richiudiamo il DIZIONARIO ANALOGICO e gustiamoci un meritato riposo sotto una coperta LANA MERINO.Ecco un viaggio “a dorso di una pecora”, nel fantastico mondo delle parole, grazie al DIZIONARIO
ANALOGICO, inesauribile fonte d’ispirazione. (dizionario zanichelli)

Posted in Cronaca, Recensioni, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Nuovo sprint film Roma

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Roma Aurea

Roma Aurea (Photo credit: Giovy.it)

«Bene la nomina di Paolo Ferrari a presidente del festival del Film di Roma». Gli auguri di buon lavoro arrivano dal delegato al turismo di Roma Capitale Antonio Gazzellone. «La manifestazione è ormai ben radicata sulla scena internazionale – dichiara Gazzellone – Roma è sempre stata considerata una location privilegiata per le produzioni cinematografiche, un set a cielo aperto, amata da registi italiani quali Fellini, che vi girò La Dolce vita, e Roberto Rossellini che vi girò il toccante Roma città aperta, per citarne alcuni, ma anche americani come William Wyler che vi ambientò il suo Vacanze romane, fino a Franco Zeffirelli con il suo Omaggio a Roma». «Il cinema è stato sempre un traino incredibile per il turismo ed il cineturismo ha fatto la fortuna di molte località in tutto il mondo – aggiunge il delegato capitolino – Il festival del cinema è un appuntamento importante che accende i riflettori dell’interesse internazionale sulla Caput Mundi un’opportunità incredibile di ritorno di immagine per la città ed il turismo».

Posted in Recensioni, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Tirocinio agrotecnici

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Mentre prosegue l’iter di conversione del decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1 il quale prevede, fra l’altro, la riduzione del tirocinio a 18 mesi al massimo, il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati cavalca la novità e giunge per primo al traguardo.Nel sito internet http://www.agrotecnici.it oggi è stata infatti pubblicata la Circolare prot. n. 838/2012, a firma del Presidente Roberto Orlandi, con la quale viene recepita, con effetto immediato, la riduzione del tirocinio a 18 mesi (dai 24 precedenti) in modo tale che essa sia subito applicabile anche ai giovani praticanti che lo avrebbero terminato nell’estate del 2012 e che ora, grazie a questa modifica, lo concluderanno anticipatamente, potendo così presentare domanda di partecipazione alla sessione 2012 degli esami abilitanti e guadagnando in tal modo un anno di tempo nell’immissione nel mondo del lavoro.L’anticipo nella riduzione del periodo di pratica professionale è stato deciso dal Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati alla luce del fatto che la disposizione è contenuta in un decreto legge e, pertanto, è immediatamente esecutiva, anche nelle more della conversione in legge.Nei prossimi giorni, pertanto, i Presidenti dei Collegi provinciali degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati provvederanno a cancellare i praticanti che hanno raggiunto o superato il 18esimo mese di pratica e consegneranno loro il nulla-osta per gli esami abilitanti alla professione.“In questo modo -ha precisato il Presidente nazionale Roberto Orlandi- vogliamo dimostrare una volta di più come le libere professioni italiane non siano contro, ma a favore, del processo di modernizzazione del Paese. Semplicemente chiediamo di poter essere ascoltati e di non dover subire norme imperative come sono state quelle (poi fortunatamente modificate) relative alle società di capitale od all’automatica abrogazione degli ordinamenti”. Della riduzione a 18 mesi del tirocinio ne beneficeranno anche coloro i quali svolgono già ora il tirocinio in “convenzione” presso soggetti terzi e, dunque, anche loro vedranno ridursi la parte tradizionale del percorso formativo.

Posted in Spazio aperto, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Esposizione: Ai confini del segno

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Piazza della Loggia, located in the town of Br...

Image via Wikipedia

Brescia dal 17 marzo al 14 aprile 2012, la Galleria ab/arte di Brescia (vicolo San Nicola 6), ospita l’esposizione AI CONFINI DEL SEGNO – Nuove incisioni di Vladimiro Elvieri e Maria Chiara Toni. La mostra (curata da Andrea Barretta, Art Director della Galleria in collaborazione con Riccardo Prevosti), che presenta opere di grande formato realizzate con tecniche calcografiche sperimentate dagli stessi autori e stampate su carte nere, sarà accompagnata da un catalogo contenente testi di presentazione di Renzo Margonari.
From March 17 to April 14, 2012, the Art Gallery ab/arte of Brescia (vicolo San Nicola 6), hosts the exhibition AI CONFINI DEL SEGNO – New engravings of Vladimiro Elvieri and Maria Chiara Toni. The Exhibition, curated by Andrea Barretta (Art Director of the Gallery) in collaboration with Riccardo Prevosti, that presents works of great format, realized with chalcographyc techniques experimented by the same authors and printed on black papers, will be accompanied by a catalog with texts of presentation of Renzo Margonari. | Galleria ab/arte, vicolo San Nicola 6, 25122 Brescia Ph. 030 3759779 http://www.abarte.it | Opening: Thursday 3.30 – 7.30 pm. Friday and Saturday 9.30 – 12.30 am. / 3.30 – 7.30 pm. (and appointments).

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

In Toscana fito-prevenzione contro la pollinosi allergica

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

prato verde ravvicinato

prato verde ravvicinato (Photo credit: Gal3onn)

Una fitoterapia al contrario, si potrebbe definire fito-prevenzione il progetto toscano che si inserisce nella progettazione dei giardini di nuovi ospedali, pensati con una maggior attenzione a tutte quelle persone che soffrono di pollinosi allergica. Nelle aree verdi che nasceranno nei nuovi ospedali toscani di Prato, Pistoia, Apuane e Lucca, non ci saranno quelle piante più frequentemente responsabili della comparsa di allergie. Spariranno quindi arbusti ed alberi, caratteristici del paesaggio toscano, come il cipresso che produce troppo polline, ma anche la betulla, il nocciolo, l’ontano, le graminacee. È una decisione del Sior (Sistema integrato ospedali regionali), maturata sulla proposta della Asl 3 di Pistoia che indicava «nella progettazione delle quattro nuove strutture sanitarie di tenere conto della promozione della salute anche attraverso la scelta del verde». Alla lista delle piante vietate, si affianca però il via libera alla progettazione di giardini con gelsomini, magnolie, rose, platani, aceri, acacie, querce.(fonte famacista33)

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Libro fammi grande

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Italiano: La lettura della nonna

Image via Wikipedia

Il volume sarà presentato alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna presso la Sala Intermezzo, mercoledì 21 marzo alle ore 9,45. Saranno presenti gli autori con il coordinamento della direzione di LiBeR.Gli autori sono i Rita Valentino Merletti e Luigi Paladin illustrato da Marta Comini Idest, 2012, 128 p., ill. a colori ISBN 978-88-87078-47-3 – Euro 15,00 Di cosa parla questo libro?Di come sia possibile arricchire, tramite il libro, la lettura e la narrazione, la vita dei bambini fin da quando vengono al mondo. Di quanto sia importante e possibile iniziare prestissimo. Di quanto sia fondamentale trovare e proporre libri contagiosi che facciano venir voglia di leggerne altri. Del fondamentale ruolo dei genitori come promotori, mediatori e modelli di lettori. E del ruolo di tutti gli altri adulti che a vario titolo si occupano di bambini, libri e lettura: bibliotecari, educatori, pediatri, librai nella convinzione che tutti possano contribuire a creare le condizioni per far nascere e far proseguire nella quotidianità l´abitudine alla lettura. Di alcuni libri intramontabili, indimenticabili e irrinunciabili che, per scelta di cuore, gli autori desiderano ricordare. E di altre cose ancora…
Rita Valentino Merletti. Specializzata negli Stati Uniti nel settore della Letteratura per l’Infanzia presso il Simmons College e la Boston University. Autrice di numerosi saggi sull’argomento, tra cui Leggere ad alta voce (Mondatori) e, in collaborazione con Bruno Tognolini, Leggimi forte (Salani). Ha promosso significativi di progetti di promozione alla lettura e conduce regolarmente corsi di formazione per insegnanti e bibliotecari. Collabora con le principali riviste del settore.
Luigi Paladin. Psicologo, bibliotecario, esperto di letteratura per l’infanzia, docente incaricato di Psicologia sociale e Tecniche di animazione della lettura presso l’Università degli studi di Brescia, coordinatore e docente dei Corsi per bibliotecari della Scuola IAL-Lombardia di Brescia, membro della Commissione nazionale biblioteche per ragazzi – AIB, responsabile della promozione della lettura della Coop. Colibrì di Brescia. Il volume è disponibile dal 19 marzo 2012.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Cosmetici in crescita, nonostante la crisi

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

La crisi non ferma il comparto dei cosmetici che nell’anno appena trascorso, affermano i dati presentati da Unipro, ha visto un incremento del 4,6% del fatturato, superando i 9 miliardi di euro. Tutti i canali, ha spiegato il presidente dell’Associazione italiana delle imprese cosmetiche, Fabio Rossello durante la conferenza stampa di presentazione di Cosmoprof worldwide Bologna 2012, hanno registrato un aumento delle vendite, fatta eccezione per gli acconciatori: la crescita maggiore si è avuta nelle erboristerie (+3,9%) e nelle farmacie (+1,8), mentre tengono le profumerie e la grande distribuzione: «I contributi più significativi alla crescita dell’industria» ha spiegato «vengono comunque dalle esportazioni. In forte ripresa grazie alla flessibilità dell’offerta italiana, l’export sale del 14% con un giro d’affari di 2.740 milioni di euro». In media, si legge nel rapporto sui consumi, ogni italiano spende 159 euro all’anno per i prodotti cosmetici, in prevalenza creme per il corpo (17% del mercato) e per il viso (15%). Le donne sono ancora le consumatrici più accanite, con il 72% degli acquisti. La provincia che spende di più per questi prodotti è Milano con 225 euro, seguita da Forlì. A livello regionale il primato è della Lombardia, che da sola ha quasi il 20% dei consumi, seguita dal Lazio e dal Veneto con circa il 9%.(fonte famacista33)

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Piemonte: tagli sul sociale

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Monica Cerutti: “50 milioni risparmiati sulla sanità dirottati sul sociale. Ma non bastano! Assurdo il nuovo fondo Nasko” Ieri in Commissione Sanità sono stati illustrati nel dettaglio gli annunciati risparmi nella sanità che saranno dirottati sul sociale: 30 milioni nel 2011 e 20 nel 2012. In tutto 50 milioni, che permetteranno di arrivare quasi a 90 milioni di euro sul socio assistenziale. Un taglio comunque drastico rispetto ai circa 140 milioni di euro dell’anno precedente. Questo taglio è pesante per le provincie piemontesi che vedono un ridimensionamento di quasi il 40% delle loro risorse, più contenuto solo su Torino, essendo pari a un 20% circa. A maggior ragione crediamo che non si possa assolutamente ipotizzare la nascita del Fondo Nasko nel 2012, avendo inoltre previsto per quest’anno quasi sei milioni di euro per il bonus bebè.

Posted in Economia, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Gb, troppi ostacoli per i farmacisti

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Il potenziale ruolo del farmacista territoriale in materia di sanità pubblica incontra alcuni ostacoli, stando a quanto rilevato da uno studio preliminare pubblicato dal Journal of pharmaceutical health services research. Secondo gli autori, infatti, a partire da una revisione della letteratura relativa alla realtà del Regno Unito, la formazione inadeguata, la pressione dei carichi di lavoro e una remunerazione troppo bassa per un’attività extra rappresentano le difficoltà principali. Le lacune formative, in particolare, riguardano temi che non hanno studi specifici, come la prevenzione delle cadute negli anziani, la preparazione alle emergenze e risposta al bioterrorismo, cambiamento climatico e potenziali pandemie, l’immunizzazione e dei servizi di vaccinazione e prevenzione e valutazione del rischio di osteoporosi. Lo studio ha tuttavia individuato una vasta gamma di ruoli che i farmacisti territoriali fornivano alla sanità pubblica, che spaziavano dai servizi per smettere di fumare al mangiare sano, dalla fornitura di contraccezione d’emergenza ormonale al controllo delle infezioni, dalla prevenzione e la promozione cardiovascolare salute e controllo della pressione arteriosa fino alla prevenzione e la gestione di abuso di droghe, abuso e dipendenza. Secondo gli autori, le farmacie di comunità potrebbero avere una posizione privilegiata per svolgere anche questo ruolo e le barriere identificate andrebbero eliminate. Jphsr 2012, 3: 25-33 (fonte farmacista33)

Posted in Medicina, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Boccia sulla crisi dal nuovo blog de l’Unità

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

Roma - Palazzo Chigi

Image via Wikipedia

“Draghi a Francoforte e Monti a Palazzo Chigi hanno rimesso in sicurezza il sistema finanziario e riabilitato il nostro Paese agli occhi della finanza internazionale, magari con scelte impopolari, ma necessarie per recuperare credibilità. Solo per questo dovremmo essergli già molto grati. A 6 mesi di distanza dalla lettera della Bce mi domando, quindi, siamo proprio sicuri che sia la Banca centrale europea l’uomo nero?”. Se lo chiede Francesco Boccia, deputato e coordinatore delle Commissioni economiche del Pd alla Camera, sul nuovo blog ‘La sottile linea rossa’, online da oggi sul sito de l’Unità. “Come partito responsabile che sostiene il governo – prosegue tuttavia Boccia – dobbiamo accettare ogni decisione imposta della Bce? Certo che no. Il Pd, quando reagisce, lo fa con forza, facendo valere le proprie ragioni. Ma non sbraitando e inneggiando al complotto. Piuttosto agendo in Parlamento, con i mezzi e gli strumenti democratici. Un esempio è il rifinanziamento straordinario (Ltro), lanciato dalla Bce a favore delle banche per garantire l’accesso alle liquidità agli istituti di credito. Tra i soggetti richiedenti anche soggetti non propriamente bancari. Come le multinazionali automobilistiche, Peugeot-Citroen, Volkswagen, Bmv, che, attraverso le finanziarie interne, prendono in prestito soldi con tassi agevolati e senza vincoli precisi sul loro utilizzo, opportunità preclusa alle altre aziende. Si tratta di operazioni certamente consentite ma discutibili in una situazione economica quale quella attuale”.
“È per questo motivo – conclude – che con il Pd abbiamo chiesto, con una mozione parlamentare, che i soldi messi sul mercato dalla Bce vadano sì alle banche a condizioni agevolate ma che siano poi riversati totalmente nel sostegno al credito per tutte le imprese, soprattutto quelle in difficoltà”.

Posted in Economia, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Veneto orientale:economia in recessione

Posted by fidest on Tuesday, 6 March 2012

English: Caorle, Veneto

Image via Wikipedia

(Caorle VE Dopo quarant’anni di benessere e crescita economica ininterrotta, anche il Veneto Orientale si è inceppato nelle maglie della crisi: la richiesta di credito da parte di aziende artigiane e PMI è diminuita, mentre si sono quasi azzerate le politiche di investimento. In questo scenario, un ruolo determinante lo stanno giocando da un lato le banche, che non concedono più finanziamenti alle imprese, dall’altro Cofidi Veneziano e la Confartigianato del Veneto Orientale, che continuano a recitare un ruolo determinante al fianco delle realtà locali. Erano oltre 70 gli imprenditori che hanno preso parte al convegno “Sostegno al credito in tempo di crisi”, promosso a Caorle da Cofidi Veneziano e dalla Confartigianato territoriale e rivolto a imprese e PMI di Caorle, San Stino di Livenza, Portogruaro e Concordia Sagittaria. Un incontro da cui sono emersi spunti di notevole interesse in merito a nuovi strumenti di accesso al credito per il rilancio dell’economia di un’area che può e deve ridare linfa a un patrimonio di ricchezze storico-paesaggistiche riconosciuto a livello europeo.
“Innanzitutto la nuova moratoria varata dal Governo è un’occasione da cogliere al volo per quelle imprese che hanno le carte in regola per risalire la china -– ha spiegato il direttore generale di Cofidi Veneziano Mauro Vignandel –. Con questo strumento hanno l’opportunità di alleggerire le tensioni finanziarie e di tornare a guardare sui mercati nell’ottica di nuovi investimenti. Risulta però indispensabile la collaborazione di enti e istituzioni, che devono ridurre l’IRAP, abbattere i costi del lavoro e allentare i lacci burocratici. Solamente un gioco di squadra su più livelli può ridare fiducia a un territorio che per molti anni è stato un valore aggiunto per l’andamento dell’economia nazionale”.E che la fiducia nella ripresa da parte delle imprese del Veneto Orientale sia in netto calo lo dimostrano i dati forniti dal report annuale sul credito di Cofidi Veneziano: la struttura di garanzia nel 2011 ha segnato un decremento dell’operatività, passata dai 47,3 milioni di euro complessivi del 2010 a quasi 42 milioni (-11,29% di affidamenti deliberati). Dall’altro lato, il crollo degli investimenti da parte delle aziende si palesa in modo molto evidente: la richiesta di finanziamenti a medio termine è passata infatti dai 22,54 milioni del 2010 ai 12,17 milioni del 2011. Parallelamente sono cresciuti i prestiti per liquidità: 29,78 milioni nel 2011 contro i 24,75 milioni del 2010, segno della necessità di denaro contante da parte delle aziende per non chiudere i battenti.Criticità inasprite dal rapporto con gli istituti di credito: come emerso all’interno del convegno, le banche oggi sono disponibili a valutare le richieste delle imprese solo se queste sono patrimonializzate e comunque dopo la presentazione di accurati business plan che mettano in luce una forte propensione all’export. “Le banche pongono condizioni improponibili per un contesto di micro e medie imprese come il nostro, che per sua natura non può contare su numeri, strutture e obiettivi che invece sono propri di realtà di grandi dimensioni – ha sottolineato il presidente di Confartigianato Imprese del Veneto Orientale Luigino Giusto -. Per questo chiediamo alle banche di essere più ricettive verso i nostri imprenditori e di ascoltare e comprendere le vere necessità del sistema economico del Veneto Orientale. Mi preoccupa inoltre la direzione intrapresa da Basilea 3, che non riconosce la specificità e le peculiarità del sistema PMI”. Per questo, Cofidi Veneziano e la Confartigianato del Veneto Orientale continuano a lavorare per garantire l’accesso al credito da parte delle imprese, “con l’obiettivo di costituire una nuova e più forte alleanza con il sistema produttivo che porti a una nuova stagione di sviluppo e benessere” hanno sottolineato Vignandel e Giusto.A breve verrà organizzato un nuovo convegno con gli altri Comuni del Veneto Orientale.

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 39 other followers