Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Democrazia Popolare

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 aprile 2012

E’ un movimento virtuale. Vuol dire, semplicemente, che si esprime solo attraverso le pagine del web. Non è e non vuol essere un partito ma ambisce essere uno spunto di riflessione politica necessaria e importante in quanto si può parlare male della politica, e dei suoi esponenti quanto si vuole, ma alla prova dei fatti è sempre con la politica che dobbiamo interfacciarci per la guida della nostra società e per comporre i dissidi interni tra classi e interessi corporativi.
Siamo coloro che sono consapevoli dei cambiamenti in atto che non solo si riflettono in Italia ma in tutte le parti del mondo.
Siamo consapevoli che abbiamo troppo a lungo coltivato l’idea dell’avere smarrendo quella dell’essere, ovvero la necessità di cogliere questa percezione intellettiva per dare valore e ruolo alle cose, per quelle che sono e non per quelle caduche.
Siamo consapevoli che il nostro operare indulge all’idea delle cose e non sull’idea della persona e all’esigenza di una società che possa essere al tempo stesso laica e confessionale poiché è comune il fine: “volere e amare l’essere ovunque lo si conosca secondo l’ordine che esso presenta all’intelligenza.”
Questo significa che si possono fissare i termini di un programma elettorale ragionando su due diritti: quello alla vita e quello a vivere. L’uno non può prescindere dall’altro. Che senso ha procreare se non si garantisce alla vita di vivere affrancandosi dal peso del disagio esistenziale.
Vuol dire, in altre parole, che esiste un diritto alla salute, all’istruzione, al lavoro, alla sicurezza, all’accesso alle fonti di sostentamento, ad avere un tetto sicuro, una vecchiaia serena.
Se queste sono le priorità, e devono esserlo, tutto il resto è relativo, possibile ma non necessario.
Su questo percorso intendiamo impegnare i politici per assecondarne la realizzazione, per adeguare il pensiero all’azione.
E se i politici aderiscono a questo semplice programma, ma rivoluzionario nella sostanza, noi trasformeremo in manifesto, questo pronunciamento, impegnandoli ovunque si trovino e ovunque intendono candidarsi a rispettarlo in tutti i modi e le forme possibili. Per fare leggi che traccino questo corso. Per fare di questo percorso la via che conduce all’uomo, al suo essere. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: