Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 3 aprile 2012

Renato Carrarta nuovo presidente Corrieri Aerei

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Renato Carrara, nato a Serina (Bergamo) 56 anni fa e già Amministratore Delegato di FedEx Italia, è il nuovo Presidente dell’Associazione Italiana dei Corrieri Aerei Internazionali (AICAI), realtà confindustriale che riunisce Ie principali società di trasporto espresso operanti nel mercato italiano. Renato Carrara succede a Marco Carenini che ha ricoperto la carica di Presidente dell’Associazione dallo scorso 18 marzo 2010 ad oggi.
Per tutta la durata del suo mandato (fino a marzo 2014), il Presidente sarà affiancato dal Vice Presidente, anch’egli nominato in data odierna, Carlo Gattini.
AICAI, che riunisce DHL, FedEx Express, SDA Express Courier, TNT Express Italy e UPS e che raggiunge un fatturato complessivo, in Italia, di quasi 2,4 miliardi di euro movimentando circa 145 milioni di spedizioni, è l’associazione confindustriale, nata nel 1987, per promuovere il dialogo con i soggetti istituzionali e imprenditoriali sui temi chiave per il settore dell’express courier tra cui la city mobility, dogane, ambiente, mercato postale. È intenzione del nuovo Presidente proseguire l’opera portata avanti nel biennio trascorso, focalizzata sul dialogo con le istituzioni e sulla valorizzazione del ruolo e dell’impatto dei corrieri sul sistema economico italiano. “Nel biennio di presidenza dell’Associazione che mi attende, il mio compito sarà quello di evidenziare l’importanza dei corrieri aerei per la competitività del Paese, responsabili del 40% dell’import ed export in transito negli aeroporti italiani. Desidero raccogliere le best practice degli anni passati e trovare le migliori soluzioni anche per le altre tematiche di primario interesse per AICAI e che hanno un riflesso diretto sulla competitività delle imprese italiane”.
Renato Carrara è Amministratore Delegato di FedEx Express Italia e Managing Director e General Manager per Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Svizzera, Malta e Gibilterra. La sua collaborazione con la compagnia americana è iniziata nel 1986 con il ruolo di Direttore Operativo per l’Italia. per poi essere investito nel 1991 della carica di Direttore del settore Pianificazione e Controllo del sistema operativo aereo e terrestre per l’Italia, la Svizzera e la Turchia. Dal 1992 Renato Carrara ricopre la funzione di Managing Director & General Manager per Italia, Spagna, Portogallo, Grecia , Svizzera, Malta e Gibilterra.
Renato Carrara fa parte dell’Advisory Board per l’Executive Master in Strategic Human Resource Management di SDA Bocconi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Updated Tool for Web Visibility– SEO Recon 2012 Edition Released”

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

(Research Triangle Park, North Carolina, USA) Marketers, business development managers, sales executives, web specialists and all others seeking greater web visibility for their company to the greatest number of prospects despite search engines’ algorithmic obstacles can now use the recently updated SEO Recon 2012— the world’s only widely available commercial software that dynamically maps the unique competitive landscapes for a company’s product or service offerings. SEO Recon 2012 provides what is arguably the world’s most sophisticated use of artificial intelligence to systematically map a company’s route to outperform competitors on the web. Priced at only $50/month (single license rate), SEO Recon levels the playing field for companies of all sizes– making it possible for ANY company to systematically gain web visibility and traffic and be highly competitive on the web.
Amy Munice, President of Global B2B Communications, the world’s first global PR agency to fully integrate SEO Recon and other IMA web competitive analysis tools into the development and execution of all client communications comments, “There is much talk of late regarding the low cost of entry for social media and other online marketing tactics. That is more talk than reality. Cleverness and creativity have always helped the Davids compete with the Goliaths. Companies with deep pockets for marketing tend to dominate because their marketing budgets are orders of magnitude larger than those of their smaller competitors. SEO Recon and other IMA tools for web competitive analysis transforms the playing field to level terrain. If a web professional invests time and energy to stay up-to-date on how search engines really work they know better than to try to reverse engineer Google or other search engines. When you understand how search engines really work you don’t waste time with out-of-date SEO practices. SEO Recon, by my lights, is the most powerful tool in an internet marketer’s arsenal.”
SEO Recon 2012 replaces the former freely available link data provided by Yahoo’ s Link Analyzer tool that was removed from the public domain as a by-product of the Yahoo and Bing merger. The modestly priced Majestic SEO is instead used for this data feed, and also providing numerous other quantitative tools that bear on website optimization and web marketing success.SEO Recon 2012 also features the ability to research competitive landscapes in Singapore (i.e. Singapore.com domains), an area of increasing importance to global marketers targeting Asia. One-month licenses for SEO Recon can be purchased at http://www.seosoftwaretrio.com

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

“Hunger season” (o stagione della fame)

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

La “hunger season” (o stagione della fame) che ogni anno colpisce il Sahel, sembra preannunciarsi particolarmente difficile e alcune regioni rischiano di affrontare gravi crisi alimentari nei prossimi mesi. L’organizzazione medico umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) sta quindi espandendo le proprie attività nutrizionali per affrontare il picco della malnutrizione e contemporaneamente sta sviluppando strategie a lungo termine da integrare nei suoi programmi regolari. Nella fascia del Sahel, in Africa occidentale è stata dichiarata la crisi alimentare. L’UNICEF ha stimato che fino a 15 milioni di persone in sei paesi della regione sono a rischio insicurezza alimentare moderata o acuta. In una regione dove i tassi di malnutrizione acuta globale infantile sono regolarmente attorno alla soglia critica del 10%, qualsiasi fattore che riduca ulteriormente l’accesso al cibo può far scaturire una vera e propria crisi nutrizionale. Sebbene MSF non abbia ancora osservato un aumento significativo dei casi nella maggior parte dei suoi attuali programmi nutrizionali, ha dovuto aprire nuovi programmi per la malnutrizione in Biltine e Yao, in Ciad, dove sono stati riscontrati tassi di malnutrizione acuta rispettivamente del 24% e 20%. Le équipe stanno inoltre monitorando la situazione nutrizionale in altre zone del Ciad, così come in Mali, Niger, Mauritania e Senegal. “E’ troppo presto per conoscere la portata della crisi nutrizionale”, afferma Stéphane Doyon, responsabile della campagna contro la malnutrizione di MSF. “Tradizionalmente, il periodo più difficile è tra maggio e luglio. Tuttavia, sappiamo già che centinaia di migliaia di bambini soffriranno di malnutrizione acuta severa, come succede ogni anno in questa regione”. Nel solo Niger, 330.000 bambini sono stati curati per malnutrizione acuta grave nel 2010, che viene ricordato come un “anno di crisi”. Nel 2011, considerato un anno buono per l’agricoltura, il numero è stato pari a 307.000. Ciò suggerisce che la crisi è ricorrente. “Dobbiamo ripensare cosa costituisce una “crisi” e cosa può essere considerato “normale” in questa regione”, continua Stéphane Doyon. “Più di 300.000 bambini gravemente malnutriti è un numero enorme e parliamo solo del Niger. La risposta all’emergenza umanitaria è necessaria perché permette di salvare vite umane, ma non può essere l’unica opzione”Un allarme preventivo emesso lo scorso autunno dai governi dei sei paesi della regione, ha permesso di sviluppare per quest’anno una risposta ambiziosa che per ora esiste solo sulla carta, ma che non sarà facile mettere in atto. I finanziamenti non sono ancora stati ottenuti e una sfida è rappresentata dall’accesso alle zone più remote della regione. Inoltre, l’insicurezza e la violenza in alcune aree stanno già rendendo difficile la distribuzione degli aiuti. Le popolazioni hanno inoltre livelli molto diversi di accesso ai servizi sanitari da un paese all’altro e anche all’interno dello stesso paese. Ciò significa che gli attori coinvolti hanno questioni molto complesse da affrontare. Molte delle organizzazioni umanitarie che operano nella regione concordano sul fatto che deve iniziare una transizione da misure di urgenza verso misure strutturali che possano risultare utili anche a lungo termine per combattere la malattia. MSF, da parte sua, sta già attuando strategie per combattere le ricorrenti crisi nutrizionali nel Sahel non solo nell’immediato. Per esempio, nel 2012, l’organizzazione amplierà le proprie attività nella regione, in risposta ai bisogni giorno per giorno. I programmi che MSF ha portato avanti per diversi anni soprattutto in Niger, Mali, Ciad e Burkina Faso, sono inoltre stati progettati sia per curare i bambini più a rischio sia per trovare nuovi modi per affrontare le dinamiche alla base della malnutrizione ricorrente. “Nessuno ha la soluzione, ma ora sappiamo che la cura dei bambini attraverso la responsabilizzazione delle madri e la prevenzione attraverso l’utilizzo di prodotti appositi a base di latte, offrono risultati estremamente incoraggianti”, conclude Stéphane Doyon. “Il nostro obiettivo è quello di contribuire a individuare gli approcci più semplici ed economici possibili, in modo che tutti i bambini ne possano beneficiare, come vaccinazioni regolari e accesso alle cure sanitarie, che sono già stati riconosciuti efficaci nel ridurre la mortalità infantile”.
Nel 2011, più di 100.000 bambini gravemente malnutriti sono stati curati nei programmi di MSF nel solo Niger. Più del 90% di loro si sono ripresi. In Niger e Mali, MSF ha fornito anche supplementi nutrizionali a base di latte a più di 35.000 bambini a supporto dei propri programmi standard per l’età pediatrica.
Medici Senza Frontiere è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Domanda lavoro imprese torinesi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Torino 4 aprile, alle ore 11 nella sala Marmi di Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12, Torino) si terrà la presentazione di La domanda di lavoro della imprese torinesi, un’indagine che ha integrato le banche dati della Camera di Commercio e della Provincia di Torino per mettere a punto il quadro delle principali caratteristiche e dell’andamento dell’occupazione generata dalle imprese attive tra il 2008 e il primo semestre del 2011.
Introdurrà il lavoro Gianfranco Bordone, direttore Area lavoro e solidarietà sociale della Provincia di Torino, quindi interverranno Barbara Barazza, responsabile del Settore studi, statistica e documentazione della Camera di commercio di Torino e Giorgio Vernoni, responsabile dell’Osservatorio sul mercato del lavoro della Provincia di Torino; concluderanno i lavori il Segretario Generale della Camera di commercio di Torino Guido Bolatto e l’Assessore al lavoro e alla formazione professionale della Provincia di Torino Carlo Chiama.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia: emergenza lavoro

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Italiano: Roma, Ministero del Lavoro (via Flavia)

Italiano: Roma, Ministero del Lavoro (via Flavia) (Photo credit: Wikipedia)

I dati emersi negli ultimi giorni mostrano chiaramente come siano stati violati alcuni articoli di Legge Costituzionale. Nel dettaglio risulta dai dati diffusi dall’ISTAT che la disoccupazione in Italia ha raggiunto quota 10,8% con un tasso di disoccupazione giovanile che raggiunge persino il 32% circa. Ebbene questa situazione è in chiaro contrasto con l’art.4 della Costituzione che cita: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto ……”.Recenti sono i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia evidenziando come il 40% dei contribuenti abbia un reddito che non supera i 15.000/20.000 euro lordi all’anno ed un terzo degli italiani (14 milioni circa) non supera un reddito complessivo lordo di 10.000 euro. Questa situazione a nostro avviso è una chiara violazione dell’art.36 – Titolo II, rapporti Etico-Sociali – della Costituzione, che recita: “ il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa ……”. Sicuramente 20 anni di politica “allegra” ha creato un debito pubblico difficile anche da pronunciare, non permettendo il rispetto di queste Leggi Cardine; sicuramente adottare misure che gravano soprattutto sul ceto medio-basso non aiuta una ripresa dell’economia, tutt’altro. Secondo le nostre previsioni, già annunciate nel 2011, – conclude Bardoscia – questi dati sono destinati a peggiorare, in particolare da Ottobre 2012 quando verrà aumentata ulteriormente l’Iva dal 21 al 23% e dal 10 al 12% con una drastica riduzione dei consumi e quindi della produzione e non sarà di certo la modifica dell’art.18, ultimo baluardo a difesa dei lavoratori, a migliorare le condizioni degli italiani. (Pietro Bardoscia)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pratiche procreazione assistita

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Il recente gravissimo e drammatico incidente verificatosi nell’Ospedale San Filippo Neri di Roma ha posto in luce la necessità dell’adozione di norme di sicurezza che garantiscano gli utenti, gli operatori e le strutture sanitarie nelle pratiche di Procreazione Assistita e Conservazione di cellule e tessuti umani. Allo stato attuale la normativa in materia offre, in accordo con le disposizioni vigenti nella Comunità Europea, un riferimento certo. L’AOGOI e la SIOS si sono impegnate costantemente nella collaborazione con gli organismi di controllo (Regioni e CNT) nel promuovere la formazione del personale dei centri di PMA a livello di tutto il territorio nazionale, collaborando anche a progetti internazionali sulla prevenzione e controllo degli eventi avversi nel campo della Fecondazione assistita e sollecitando anche il governo con una istanza specifica affinché i centri di PMA fossero ad esclusivo coordinamento dei ginecologi. Il recente recepimento da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri del documento approvato dalla Conferenza Stato-Regioni (15 Marzo 2012) definisce un’uniformità di requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici delle strutture autorizzate per le procedure di PMA (L. 40/2004) ai quali ogni struttura operante in Italia deve adeguarsi, quali la Direzione dei Centri, la tipologia delle strutture e le procedure di sicurezza. Le strutture del Servizio Sanitario Nazionale che svolgono pratiche di PMA operano sotto un costante controllo e attraverso sistemi di reclutamento e valutazione delle risorse umane, tecnologiche ed organizzative che offrono ampie garanzie all’utenza e ad esse le coppie possono rivolgersi con fiducia e sentirsi serene per la qualità e la sicurezza delle prestazioni erogate. In questo momento di disorientamento dell’opinione pubblica, ribadendo la piena fiducia nell’operato di chi svolge attività di indagine sul caso di Roma, la SIOS intende respingere ogni tentativo denigratorio della qualità delle prestazioni erogate dalle strutture ospedaliere pubbliche e private e richiedere altresì al Ministero della Salute ed alle Regioni che in materia sono competenti, di mettere in atto ogni iniziativa che consenta, alle strutture del Sistema Sanitario Regionale di adeguarsi, ove necessario, a quelle che sono le giuste prescrizioni stabilite dalle norme vigenti.
L’adeguamento rispetto ai requisiti prescritti impone che in alcune Regioni si debbano acquisire risorse umane e tecnologiche per ruoli per i quali è persino difficile definire i percorsi formativi ed i titoli, come l’Embriologo e l’Andrologo per i quali non esistono scuole di specializzazione o il Ginecologo esperto di Medicina della Riproduzione. Riteniamo che si debbano sostenere le strutture in attività, destinando agli adeguamenti le risorse economiche previste dalla Legge 40, che, ci risulta, in alcune regioni non siano state utilizzate da oltre cinque anni e che debbono essere immediatamente messe a disposizione delle Aziende nell’interesse degli utenti. Da parte nostra, mettiamo a disposizione delle Amministrazioni pubbliche e delle Aziende il nostro patrimonio di competenze e conoscenze scientifiche e cliniche. Intendiamo ribadire che ora più che mai il personale sanitario delle strutture di PMA, pur operando, a volte, in situazione di limitatezza delle risorse si sente responsabilizzato e motivato a fare tutto quanto in suo potere per offrire prestazioni di elevatissimo standard qualitativo ai cittadini.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autismo: progetto ricerca europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Autism Speak Logo

Autism Speak Logo (Photo credit: iFireDesign)

European Autism Interventions (EU-AIMS) è il nome del programma di ricerca per lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici contro i disordini dello spettro autistico (ASD), che vede coinvolti quattordici centri universitari e di ricerca europei, aziende farmaceutiche riunite nella European Federation of Pharmaceutical Industry Associations (EFPIA) e la più grande organizzazione mondiale per la lotta a questa patologia, l’Autism Speaks. Nel gruppo di lavoro il nostro Paese è rappresentato dall’Università Campus Bio-Medico di Roma.
“Le nostre conoscenze scientifiche – spiega il Prof. Antonio Persico, Professore associato di Neuropsichiatria Infantile al Campus Bio-Medico e responsabile del gruppo di ricerca italiano – hanno finalmente raggiunto la massa critica necessaria per passarealla fase traslazionale, ossia alla loro traduzione in metodi diagnostici e in agenti terapeutici innovativi. Tutto questo sarebbe impossibile, senza uno sforzo congiunto d’istituzioni universitarie e di ricerca, case farmaceutiche e Comunità Europea“.Con un badget di 29,6 milioni di euro nell’ambito del VII Programma Quadro dell’Unione Europea, EU-AIMS rappresenta il più grande progetto di ricerca sull’autismo al mondo e il più grande mai sviluppato a livello europeo nell’ambito della salute mentale. Un consorzio internazionale di gruppi di ricerca, organizzazioni di pazienti e industrie farmaceutiche uniscono le forze per ottenere entro i prossimi cinque anni nuovi test cellulari, nuove tecniche di analisi tramite risonanza magnetica funzionale e nuovi bio-marcatori genetici e proteomici.“La mancanza di efficaci trattamenti farmacologici per i disturbi dello spettro autistico – ci spiega Robert Ring, Vice Presidente della Ricerca Traslazionale per Autism Speaks – ha un profondo effetto sulla vita dei pazienti. Siamo entusiasti di questa collaborazione unica. Ora possiamo sperare in un reale cambiamento nel trattamento futuro di questa malattia devastante”.L’autismo colpisce 1 bambino su 88 ed è caratterizzato da un gruppo di disordini dello sviluppo cerebrale, causati da una combinazione di geni e influenze ambientali. “È una ricerca senza precedenti al mondo – è il commento del Prof. Declan Murphy, del King’s College di Londra – Ci darà la possibilità di cambiare il panorama scientifico sull’autismo e sullo sviluppo clinico di farmaci efficaci in tutta Europa”. Il soggetto autistico vive in un mondo personale e distaccato dagli altri, che preclude l’accesso comunicativo e relazionale. Chi ne è colpito, manifesta quella che viene definita la triade del comportamento autistico: lo sviluppo anomalo o deficitario dell’interazione sociale, gravi difetti di comunicazione e una marcata ristrettezza del repertorio di attività e di interessi.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hold Keynote Speech at Frost & Sullivan’s Annual Industry Event ‘Urban Mobility 3.0’

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

London The Parliamentary Under-Secretary of State for Transport, Mr. Norman Baker MP, has confirmed his attendance as keynote speaker at Frost & Sullivan’s upcoming annual industry event ‘Urban Mobility 3.0’. The two day conference in its fourth consecutive year will take place on 13th and 14th June 2012 in London. This year’s focus is on ‘OEMs New Mobility Offerings and New Business Models Linking Web 2.0’.
The two day event will debate and discuss new urban mobility concepts, how latest trends can provide opportunities for government, public sector and corporations to align their future mobility vision, products and services toward customers’ unmet needs. The event will also debate the role of public transport, specifically bus and rail, and electric vehicles as a sustainable transport of now and the future.Mr. Baker’s keynote address will open day one of the conference which focuses on the issue: “Personal or Public?: Mega Cities and the Sustainable Transport of the Future”. The debate will be facilitated by a panel of parliamentarians and industry as well as academic representatives and will take place at the House of Lords in the House of Parliament. Day two will be held at The Honourable Artillery Company (HAC) and feature keynote speeches and panel discussions with both experts from the automotive industry and the academic world.If you are interested in more information on Frost & Sullivan’s event ‘Urban Mobility 3.0: OEMs New Mobility Offerings and New Business Models Linking Web 2.0’, please e-mail Katja Feick, Corporate Communications, at katja.feick@frost.com. A limited number of complimentary passes are available to members of the media. Please also visit the event website for more background information: http://www.gil-global.com/urbanmobility Official Sponsors of ‘Urban Mobility 3.0’ are Karsan (http://www.karsan.com) and Siemens (http://www.siemens.com). Day one of the conference is organised in cooperation with Carbon Connect.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, enables clients to accelerate growth and achieve best-in-class positions in growth, innovation and leadership. The company’s Growth Partnership Service provides the CEO and the CEO’s Growth Team with disciplined research and best-practice models to drive the generation, evaluation, and implementation of powerful growth strategies. Frost & Sullivan leverages over 50 years of experience in partnering with Global 1000 companies, emerging businesses and the investment community from more than 40 offices on six continents. To join our Growth Partnership, please visit http://www.frost.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Georges Minois: Carlo Magno

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Monumental equestrian statue of Charlemagne, b...

Monumental equestrian statue of Charlemagne, by Agostino Cornacchini (1725) — St. Peter's Basilica, Vatican. Français : Monument équestre de Charlemagne, par Agostino Cornacchini (1725) - Basilique Saint-Pierre du Vatican. Italiano: Monumento equestre di Carlo Magno, opera di Agostino Cornacchini (1725)- Basilica di San Pietro in Vaticano. (Photo credit: Wikipedia)

Primo europeo o ultimo romano (euro 29). Come avviene per tutti i giganti della storia, sulla figura di Carlo Magno è stato scritto tutto e il contrario di tutto. E la costruzione del mito si sovrappone, come spesso accade, alla realtà storica restituendo talvolta un quadro incerto e ambiguo del personaggio. Il caso di Carlo Magno è, da questo punto di vista, emblematico. Come “accedere” al vero Carlo dopo la Chanson de Roland? In 1200 anni la figura del sovrano carolingio è stata incessantemente recuperata, utilizzata, manipolata fino al suo ultimo avatar che lo vuole padre dell’Europa, una sorta di fusione tra Adenauer e De Gaulle che riconcilia il mondo germanico e quello francese. Districandosi tra le varie ricostruzioni storiche l’autore delinea la “biografia” di Carlo Magno più veritiera, depurata dagli aloni che nel corso dei secoli hanno avvolto la sua figura. Collana Biblioteca Storica pp. 552 Salerno Editrice

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Xuarez-Pietro Aretino: Coloquio de las damas

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Image of engraving of Pietro Aretino by Marcan...

Image of engraving of Pietro Aretino by Marcantonio Raimondi (Photo credit: Wikipedia)

Prima che l’opera omnia di Pietro Aretino venisse messa all’Indice, nella seconda metà del Cinquecento, la fama dello scrittore, ertosi a censore del mondo e difensore della verità, si diffuse in tutta Europa, come testimonia la fortuna indiscussa tanto della sua produzione ordinaria, quanto di quella erotico-pornografica e di quella religiosa. Uno dei suoi testi piú letti e tradotti fu la terza giornata del Ragionamento, in cui Nanna e Antonia narrano senza veli la vita delle prostitute. In Italia essa apparve, clandestinamente, in un’edizione autonoma, sotto il titolo di Opera Nova, per la prima volta nel 1534, poi ancora nel 1535 (con due ristampe in due città diverse) e nel 1547. Fu invece ribattezzata Dialogo in altre due cinquecentine, una delle quali, sprovvista di coordinate tipografiche, non era mai stata recensita né descritta sinora. Nel presente volume se ne propone la coeva versione castigliana, intitolata Coloquio de las damas (Siviglia 1547), opera del canonico Fernán Xuárez. A fronte, l’originale italiano, integrato da una traduzione di servizio sia del paratesto che Xuárez aggiunse per dimostrare il valore esemplare del dialogo aretiniano, opportunamente depurato, sia dei passi interpolati piú consistenti. Il Coloquio, ristampato nel 1548 e nel 1549, conobbe un immediato successo editoriale, che neanche la scure del Sant’Uffizio riuscí a stroncare del tutto. È vero che, nonostante la dichiarazione di intenti di Xuárez, la ragionata difesa della letteratura d’evasione e il sostanziale rimaneggiamento del ben piú scabroso originale, la sua versione non si salvò dalla condanna inquisitoriale, ma ciò non impedí che nel 1607 venisse pubblicata di nuovo, pur senza il placet delle autorità competenti. L’edizione bilingue della terza giornata del Ragionamento, corredata da un’esaustiva nota ai testi, è preceduta da un ampio studio introduttivo in cui si illustrano le strategie di censura attuate da Xuárez, se ne analizzano interpolazioni e manipolazioni, e si fa luce sulle questioni di etica della lettura dibattute nelle pagine liminari del Coloquio, ricostruendo infine la fortuna dell’opera nell’Europa del XVI

 

 

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace Takes Over Dutch Labor: New Leader, Colonial Agenda?

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

It’s official. Greenpeace now has its own political party. Last week Diederik Samsom was elected leader of the Labor Party in the Netherlands, an event that most commentators have claimed will push the Dutch opposition to the far-left. Samson, of course, is a former Greenpeace activist, an organization that has long benefitted from funds from the Dutch Lottery to wage insidious anti-free market campaigns against the developing world, especially in Indonesia. Indonesians should take note. As a former Dutch colony, Indonesia retains strong cultural and economic ties to the Netherlands, exporting some $2 billion worth of goods per year. However, with Samsom’s ascension, observers in Indonesia will be paying much closer attention to political affairs in Indonesia through fear that the new Labor Party leader will seek to leverage his historical ties to Greenpeace in order to derail trade initiatives and anti-poverty measures in South-East Asia. As we all know, Greenpeace was recently evicted from Indonesia after endeavoring to undermine the country’s forestry industry, a source of income for thousands of Indonesians. With the governing Liberal VVD Party no longer able to rely on its coalition members for a parliamentary majority, some have suggested that the Netherlands will need new elections. If Labor emerged Recent News from the Green Movement Nebraska Governor Dave Heineman’s war of words with the Humane Society is showing no sign of ending anytime soon. The Humane Society is pressuring the governor to apologize after he threatened to kick the organization “out of the state,” due to their anti-farming policies. But thankfully, Governor Heineman remains defiant, using a speech before the Future Farmers of America to accuse the Humane Society of employing an agenda that would “destroy the future for these kids standing behind me.” Despite their cl aims that they are “working with farmers,” the Humane Society are clearly struggling to win of Nebraskans. Governor Heineman continues to receive backing from farmers’ groups and elected officials. And with Nebraska’s economy under threat from the Humane Society, who blames them?A Greenpeace-commissioned poll has found that just two percent of the British population would describe the Conservative-led government as “the greenest government ever.” Despite what some of the left-wing press might think, this could be one of the greatest achievements by David Cameron’s government! Cameron’s government has regularly come under scrutiny in these newsletters, particularly for being far too soft on the greens. But the government now appears to be spurning the greens, taking a much more positive path towards job growth, even cutting the British corporation tax to 22 percent by 2014. If they’ve not already discovered this, it will soon be clear to the Cameron government that they will never win over the greens. They’ll always want something and you can never appease them. They should wear this poll like a badge of honor. Recently we highlighted how India’s Prime Minister Manmohan Singh had accused western-funded environmental groups of undermining his country’s economy by blocking attempts to construct new nuclear power facilities. Obviously unhappy at being called out, Greenpeace have shot back after police were forced to make arrests. The travails of the Indian government are, unfortunately, commonplace amongst developing nations where Greenpeace has a presence. Greenpeace uses foreign funds to undermine development, even when nations require additional resources to improve living standards and alleviate poverty. The measures currently being taken by the Indian government have come under some criticism, but when you have unaccountable groups seeking to destroy livelihoods, what are the alternatives? Other developing nations shouldn’t just monitor the actions of the Indian government. They should follow suit.Greenpeace went all out recently, accusing the European Union of “plundering” fisheries in African waters. Given Greenpeace’s open disdain for the fisheries, it’s curious that they would suddenly decide to stand up for the industry in Africa. But one crucial question has to be asked. If Greenpeace is so concerned about “plundering” in Africa, where were they when their green bedfellows, WWF, failed to put the appropriate measures in place to prevent widespread fraud and embezzlement in Tanzania? If Gr eenpeace had genuine concerns about the well-being of people on the continent, they would have at least put out a statement, right? No need to answer that one.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Politics of the International Reporting Project and ‘Green Movie Night’

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

As the rest of the world waited in anticipation for the ‘Hunger Games,’ Johns Hopkins University thought they’d run their own work of fiction with the short film, ‘Indonesia’s Palm Oil Dilemma.’ The film, part of the university’s International Reporting Project ‘Environmental Film Festival’ is yet another predictable stab at the Indonesian palm oil industry, a source of employment for thousands of Indonesians and the bête noire of the protectionist and anti-trade environmental movement. Rather than embrace anti-poverty measures in the developing world , the film seeks to do the opposite—smear Indonesia’s economy and prologue their reliance on economic aid. When one considers that IRP is meant to be an initiative that “seeks to fill the gap left by much of the mainstream media’s reduction of international news,” it’s somewhat concerning that they would run such a film when the bias media market is already oversaturated. The film was taken by Jacob Templin of TIME, who visited Indonesia with “impartial” NPR producer and Virginia Public Radio’s Charlottesville chief, Sandra Hausman. Hausman, a long critic of free market capitalism and an unabashed ally of Greenpeace and WWF, recently used her publicly funded pulpit to attack the Alliance, launching an entirely one-sided polemic against the campaigns we run to ensure that Virginia maintains a business environment conducive to private investment. How NPR affiliates can even claim to maintain a semblance of impartiality when they employ green crusaders such as Hausman is particularly baffling, particularly when she is channeling the views of an organization that appears to get a kick out of criminality. It’s concerning that Johns Hopkins would allow their esteemed academic institution to become affiliated with journalists interested in spreading such ill-informed and partial views on the developing world.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greens Isolated as Unions Fight Back Against FSC

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Late last year, we highlighted Governor Paul LePage’s executive order on building certification standards, specifically his efforts to allow Maine “to source wood products from various certification schemes, such as the Sustainable Forestry Initiative (SFI).” Governor LePage is not a lonely voice, with support emerging from across the political spectrum from the International Association of Machinists and Aerospace Workers (IAMAW ) to inject greater competition into the certification process, specifically to allow SFI-certified products to be used by U.S. Green Building Council (USGBC) for its LEED rating system. Moves to rationalize the LEED rating system are long overdue, but this doesn’t mean that the Forest Stewardship Council will stand idly by and protect their monopoly.The IAMAW’s support is a major blow for the greens and their attempts to monopolize certification in the forestry industry through the Forest Stewardship Council. USGBC now finds itself under growing pressure to put an end to their senseless – and politically motivated – support of FSC and embrace the bipartisan solutions being put forward by Republicans and unions to overhaul its LEED rating system. But what’s most damning is that IAMAW cites its preference for SFI over FSC because the latter is often “vulnerable to the whims of large special interest groups who are able to dictate outcomes that in the past have been harmful to workers, their communities, and forest health.” Of course, we could not agree more. It’s time for USGBC to drop its blind loyalty to F SC. American workers and, most of all, taxpayers deserve better.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contro melanoma, cautela al sole e tempi brevi per farmaci

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Ripetuti eccessi di esposizione ai raggi solari durante l’infanzia triplicano il rischio di sviluppare il melanoma da adulti. Per questo motivo i bambini vanno difesi dal sole con adeguate protezioni, evitando sempre le ore centrali della giornata, soprattutto con l’arrivo della bella stagione. Ma alla prevenzione si aggiungono nuove strumenti di cura efficaci per combattere questo tumore, immunoterapia e farmaci mirati su bersagli cellulari. Se ne è parlato al convegno nazionale dell’Associazione italiana di oncologi a medica (Aiom) intitolato Nuove frontiere nel trattamento del melanoma, tenutosi a Napoli. Oggi, infatti, si stanno affacciando nuove armi realmente efficaci, come l’immunoterapia che agisce stimolando le difese immunitarie contro le cellule tumorali con importante beneficio per i malati. Inoltre sono in via di registrazione anche in Italia farmaci mirati su bersagli cellulari da impiegare nei pazienti con melanoma metastatico che presentano specifiche alterazioni molecolari. I tempi tra la registrazione europea e la successiva approvazione dei nuovi farmaci in Italia sono purtroppo ancora lunghi. Gli oncologi chiedono che vengano velocizzati i processi registrativi per i trattamenti oncologici realmente innovativi come nel caso del melanoma. «La battaglia contro questa forma di cancro è difficile» spiega il professor Carmine Pinto, segretario nazionale Aiom «ma si può vincere ponendo più attenzione a semplici regole di prevenzione. Troppe persone si e spongono al sole senza precauzioni, in particolare i bambini rappresentano l’anello debole della catena. Un richiamo da tenere in considerazione soprattutto in questi mesi, in cui molti approfittano del fine settimana per prendere un po’ di colore. Vanno inoltre totalmente bandite le lampade abbronzanti che, secondo l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc), aumentano il rischio di melanoma del 75%, al pari del fumo di sigaretta, se utilizzate prima dei 30 anni». (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WWF “Misrepresents” Data On Singapore

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Singapore and surroundings

Singapore and surroundings (Photo credit: The Shifted Librarian)

For years Singapore has either topped or finished in the top three of the Heritage Foundation’s ‘Index of Economic Freedom.’ Not only is Singapore one of the global leaders for attracting investment, but it’s Economic Miracle has naturally made it a target for greens who despise innovation, aspiration and wealth creation. It therefore came as little surprise that Singapore would be targeted b y WWF. Despite Singapore’s stellar environmental reputation, WWF released a report claiming that the country was the highest emitter in the Asia-Pacific region, pinning the majority of the blame on business and industry. Do we need any more evidence of WWF’s real objectives? However, the government in Singapore shot back at WWF, with the prime minister claiming that WWF’s report “seriously misrepresents the situation.” The main issue of contention pertains to WWF’s methodology, with the government claiming that the organization had compiled its report using flawed data. In their report, WWF “counts emissions from goods that a country imports as attributed to that country.” However, the government of Singapore, which uses a methodology endorsed by the United Nations, only counts emissions that “are attributed to the country producing those goods.” So what has WWF done? They are effectively double-counting emissions, attributing the same emissions from production to both exporting and importing countries. What better way to prove a political point by distorting facts? And following similar, legislative efforts by the EU to impose distortive emissions assessments on imported products and services, this reflects a rising trend from protectionists to manipulate environmental criteria to justify trade barriers. Thus, WWF has done its utmost to create a fresh methodology that creates a skewed outcome and obfuscates Singapore’s real emissions. This lends a whole new meaning to the adage, “the ends justify the means.” Nice try WWF.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The World Bank and the Greens: Partners?

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

The World Bank Group building in Washington, D.C.

The World Bank Group building in Washington, D.C. (Photo credit: Wikipedia)

A few weeks ago, President Barack Obama announced that he would nominate Dartmouth President Jim Yong Kim to succeed Robert Zoellick at the helm of the World Bank. Kim comes into the job facing major challenges and questions, particularly whether he will continue his predecessor’s disastrous efforts to turn the World Bank from an organization focused on economic development, to one that favors instituting a radical environmental agenda. Recently the World Bank released a new report documenting the ongoing fight against il legal logging, calling on the authorities to “fight organized crime in illegal logging the way we go after gangsters selling drugs or racketeering.” Ostensibly, ‘Justice for Forests,’ appeared to be the kind of report that the Consumers Alliance could support. Organized crime anywhere is a major problem, with bribes being passed along to middle men in order to undermine trade.However, the World Bank’s report is yet another example of the Bank’s love affair with the environmentalist movement. Despite there being robust research on illegal logging, the World Bank resorts to sourcing discredited information from Greenpeace—an ideological organization that’s hardly the bastion of impartial news. What’s more, the report calls for countries to pass similar legislation to the Lacey Act, because it “enables the prosecution of anyone knowingly in possession of illegal timber.” But this ignores the fact that Lacey ha s been abused by ideologues who wish to destroy corporate reputations, rather than actually enforcing the law. In sum, this report is yet another painful reminder that the World Bank is slowly moving away from its developmental goals in pursuit of an ideological agenda. One can only hope that Kim takes a different line to Zoellick, embracing the dynamism of markets and trade, rather kowtowing to WWF and Greenpeace’s corrupt green agenda.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Discovering a new world and old secrets

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

By Dassie Rice. Zurich – Determined to overcome her fears, preconceived ideas and reservations, one woman set out to discover her true destiny in America. Otilia Greco shares her personal journey and experiences with immigration through her new book, Angelica’s Discoveries. Based on events from her own life, Greco expresses her desire to explore the world outside her home in the Swiss Alps. Like the main character, Greco travelled the world seeking to enrich her life by understanding other cultures.Relying on each other for support, Greco and her husband traveled to the United States in hopes of pursuing their dreams, despite disapproval from their families. After a voyage lasting many days on her crossing of the Atlantic Ocean and conquering her fears of open water, she is determined to search for her “lost” relatives scattered across the United States.Referencing her real life experiences in Angelica’s Discoveries, Greco expresses first hand the hardships of immigrating to a new and very different country. Angelica, much like Greco, encounters new experiences, learns from different cultures, and works to survive and flourish in her new home.Angelica’s Discoveries: Romance and Journey to the New World
By Otilia Greco ISBN: 978-1-46207-351-1 Hardcover: $23.95 Paperback: $13.95 eBook: $3.99 Available at http://www.amazon.com.
Otilia Greco was born in the Swiss Alps, educated in Switzerland, England, and Paris and is fluent in six languages. She developed a keen appreciation for history and different cultures. Greco draws much of her inspiration from Greece, where she guided tours after graduating from the Zurich University of the Arts (HGKZ). For over 20 years, Greco and her husband have worked internationally, travelling throughout the world. They lived for several years in California, reside in Switzerland now, and have two daughters. Learn more about the author at http://otiliagreco.authorsxpress.com/ or follow her on Twitter at @OtiliaGreco.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Journalists Caritas closes local office in conflict hit northern Mali

Posted by fidest press agency su martedì, 3 aprile 2012

Bamako, Mali

Bamako, Mali (Photo credit: Wikipedia)

Caritas Mali says its local office in Gao in northern Mali was destroyed along with the local church after Tuareg rebels seized the city at the weekend. Despite the conflict in the north and a coup last month, Caritas Mali says its operations providing desperately needed food aid to the rest of the country continue. The Tuareg rebels have seized three regional capitals in as many days. The main rebel group is the National Movement for the Liberation of Azawad (MNLA). They are operating alongside the Islamist group Ansar Edine, who have links to Al Qaeda’s north African branch. Fr Jean-Jacques, director of Caritas Gao said, “Caritas staff fled Gao on Saturday. We learned from our guard today that the centre and the church compound have been destroyed.
“We have received calls from the small Catholic community left in Gao. They are now in hiding, fearing for their lives.” Fr Jean-Jacques says there are about 200 Catholics in Gao The capital of Mali is calm. “All is normal here in Bamako,” said Théodore Togo, the Secretary General of Caritas Mali.”We are monitoring the situation in the north. Apart from in Gao and in Mopti temporally, our programme continues in assisting people affected by the food crisis.” Caritas Mali is distributing corn, millet, rice and sorghum, as well as seeds to over 100,000 people affected by a growing food crisis. “If the rebels limit their activities to the north, then the majority of our aid programmes will be able to continue as planned,” said Théodore Togo. A coup last month toppled President Amadou Toumani Toure, adding further insecurity to volatile situation in Mali. Caritas members in Niger are also providing food aid to refugees who have fled the conflict in northern Mali.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »