Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 5 aprile 2012

Tifosi Milan: rimborsi per disagi aerei

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

“I tifosi del Milan in partenza per Barcellona hanno diritto ad un rimborso”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), riferendosi ai disagi, a causa di uno sciopero dei controllori di volo in Francia, di quanti nei giorni scorsi avevano prenotato un volo per la Catalogna per la partita di Champions League Barcellona–Milan. “Lo stop ha provocato il 20 per cento di voli cancellati -spiega Dona- già lunedì i giocatori della squadra rossonera erano giunti a destinazione con tre ore di ritardo, ma ieri anche i tifosi in partenza hanno subito numerosi disagi e ritardi: alcuni supporter, addirittura, sono stati costretti a partire in automobile perché il loro volo è stato cancellato”. “Tutti coloro che sono rimasti coinvolti nella vicenda -conclude l’avocato Dona- possono rivolgersi alla nostra associazione mandando una email all’indirizzo di posta elettronica turismo@consumatori.it (scrivendo nell’oggetto: ‘Milan-Barcellona’) per richiedere il rimborso del biglietto aereo e dello stadio”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pasqua al ristorante

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

pasqua 2006 a Fregene (Roma)

pasqua 2006 a Fregene (Roma) (Photo credit: orangeek)

Regione che vai, usanza (sulla tavola imbandita) che trovi. Il menu di Pasqua è all’insegna della tradizione locale, come riscontrabile nella tabella allegata. Al ristorante nel giorno della Resurrezione andranno circa quattro milioni di persone. La spesa complessiva stimata in 172 milioni di euro è considerata soddisfacente seppur in leggero calo rispetto al 2011. D’altra parte argomenta il centro studi Fipe nel calcolare gli andamenti di Pasqua e Pasquetta, bisogna tener conto della crisi economica e della festività che cade bassa sul calendario e che non facilita la scelta della destinazione (troppo presto per il mare; troppo tardi per la montagna). La formula al ristorante nella maggioranza dei casi sarà quella del “tutto compreso” per una spesa media di 40 euro a persona. Stessa modalità, per il pranzo di Pasquetta dove sono attesi circa due milioni e mezzo di consumatori (anche per le previsioni di pioggia) per una spesa stimata in 100 milioni di euro.
«In un momento di difficoltà della congiuntura economica – commenta il presidente Fipe, Lino Stoppani – non c’è da aspettarsi miracoli. Gli italiani hanno sempre meno soldi per il tempo libero e sono intimoriti da un futuro che presenta incertezze. Per fortuna ci sono molti ristoranti che consentono agli italiani di passare una festività fuori casa rispettando la tradizione anche a tavola, con il menu pasquale del proprio territorio, senza necessariamente spostarsi troppo dai luoghi di residenza». Poco potrà aiutare alla ristorazione per Pasqua il flusso di turisti. La movimentazione all’interno dell’Italia subirà un ulteriore calo rispetto ai dati registrati lo scorso anno (andarono in vacanza meno di quattro milioni) e tale contrazione non sarà compensata dai segnali incoraggianti del turismo d’oltre Oceano, mentre si spera nelle offerte provenienti dall’Europa legate alle formule last minute.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Normativa sull’immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Lo Sportello dei Diritti lancia l’ennesima denuncia contro le discriminazioni e l’inefficienza degli apparati pubblici di controllo: <<Lo sapevate che da ben 13 anni esiste una norma – l’articolo 10, ultimo comma, del DPR 394/1999 (Regolamento di attuazione del testo unico sull’immigrazione)
che obbliga tutti gli alberghi e, più in generale, tutte le strutture ricettive a dotarsi di una trascrizione delle norme sull’immigrazione nelle lingue italiano, francese, inglese, spagnolo e arabo da mettere a disposizione dei cittadini stranieri? Si tratta evidentemente di una norma di grande civiltà – spiega Giovanni componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” – perché idonea a mettere gli stranieri in viaggio o che soggiornano in Italia in condizione di conoscere veramente e concretamente (e non solo attraverso la astratta e un pò ipocrita presunzione di conoscenza della legge sancito dall’art. 5 del codice penale) i loro diritti ed i loro doveri, in modo che non incorrano in spiacevoli inconvenienti (ad esempio, l’espulsione od il rimpatrio coatto) dovuti all’ignoranza della legge italiana che regola la complessa trafila burocratica per avere un titolo per soggiornare, anche per pochi giorni, in Italia. Il fatto è, però – continua Giovanni D’Agata – che questa norma sia rimasta lettera morta, al punto che non solo questa obbligatoria trascrizione non si trova praticamente in nessun albergo, ma ne abbiamo riscontrato l’assenza negli ospedali, negli istituti carcerari, e addirittura nei centri di identificazione ed espulsione e nei centri di assistenza per richiedenti asilo politico; in quelle strutture ricettive, cioè destinate per legge ad accogliere proprio cittadini stranieri.
Eppure – continua D’Agata – esiste una piccola casa editrice salentina che non persegue scopi di lucro – la Circolo Virtuoso Coop. Soc. ONLUS – che ha realizzato la Carta dei diritti e dei doveri dello straniero in Italia con la trascrizione nelle lingue veicolari del testo unico sull’immigrazione e del regolamento di attuazione, mettendola a disposizione delle strutture ricettive al prezzo di 69 euro; un costo che le strutture potrebbero ben sostenere senza difficoltà, specie considerando che sarebbero tenute ad adeguarsi alla legge.
Proprio per questo – conclude D’Agata – stiamo preparando un’interrogazione parlamentare che presenteranno i parlamentari dell’Italia dei Valori per chiedere al Governo perché non promuove, attraverso campagne di informazione, ma anche attraverso controlli ispettivi mirati, l’applicazione di una legge dello Stato, qual è, appunto, l’articolo 10 del regolamento del testo unico sull’immigrazione.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campaign for justice

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Sanford, FL – More than 50 new campaigns have been started on Change.org in recent weeks, calling for the repeal of state “Stand Your Ground” laws. The petitions appeared on the site after Trayvon Martin’s parents, Sybrina Fulton and Tracy Martin, launched a Change.org petition calling for justice for their son. More than 2.2 million people worldwide have signed their petition. The “Stand Your Ground” measures, versions of which have been adopted in Florida and 24 other states, allow someone in reasonable fear of serious bodily harm to employ deadly force in their own defense, with no obligation to retreat first.The laws have been subject to increased scrutiny following the death of unarmed 17-year-old Trayvon Martin at the hands of self-appointed neighborhood watch captain George Zimmerman in Sanford, FL. Since the launch of Sybrina Fulton and Tracy Martin’s petition in early March, dozens of new petitions have been created on Change.org calling for Zimmerman’s arrest. At least 58 campaigns call for major changes to “Stand Your Ground” laws in Florida and other states.One petition is calling for justice for Brandon Baker, a Florida man shot and killed soon after Trayvon by a man using the “Stand Your Ground” law as a defense. It has received over 2,000 signatures. In Wisconsin, the family of Bo Morrison started a petition on Change.org calling on the state to repeal its “Castle Doctine” law, which allegedy allowed a man to shoot and kill the unarmed 20-year-old in early March. According to reports, Morrison was hiding under a porch after a party was broken up when the homeowner legally shot and killed Morrison.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carbon tax

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

en:Primorye Power Plant in Luchegorsk, Primors...

en:Primorye Power Plant in Luchegorsk, Primorsky Krai ru:Приморская ГРЭС, пгт Лучегорск, Приморский край (Photo credit: Wikipedia)

Assopetroli-Assoenergia ribadisce nuovamente il suo fermo no alla carbon tax che il Governo Monti vorrebbe introdurre con la riforma del fisco. Lo fa per bocca del suo presidente Franco Ferrari Aggradi che da tre anni guida l’Associazione di rappresentanza delle oltre 1000 imprese attive nel commercializzazione/distribuzione di prodotti petroliferi/energetici. “Con la carbon tax – spiega Ferrari Aggradi – il Governo veicola un messaggio fuorviante prefiggendosi – come si evince da una delle tante bozze circolate – l’intento di colpire precise categorie quali le famiglie piu’ agiate per scoraggiarne i consumi ed il settore dei trasporti con ricadute non più sostenibili su molti settori e tali da imprimere un ulteriore impennata dei prezzi al consumo. La Carbon Tax non ce la chiede l’Europa – precisa Ferrari Aggradi – come ci stanno dicendo. In questi mesi e’ si in discussione a Bruxelles una proposta di modifica della metodologia di tassazione dei prodotti petroliferi basata sul loro potere calorifico e sulle emissioni di anidride carbonica ma i parametri indicati dalla Comunita’ europea per il calcolo dell’imposta sono notevolmente inferiori a quelli oggi vigenti nel nostro Paese. Quindi un Governo consapevole di cio’ annuncerebbe un allineamento delle nostre accise ai livelli indicati dalla UE: sarebbe un sogno per le tasche degli italiani. Siccome cio’ non e’ stato detto, appare chiaro che il Governo nasconde dietro la Carbon Tax, lo scopo di drenare ulteriori risorse dal già vessatissimo settore energetico (il 60% del prezzo dei carburanti e’ composto da accise e Iva). Il Governo – incalza Ferrari Aggradi – non puo’ contare sulla voglia di guida degli italiani perche’ i consumi di carburante sono drasticamente in calo (nell’ultimo anno: -10% complessivo con un -22% in autostrada) , o sul soddisfacimento dei bisogni primari come riscaldamento e illuminazione delle case o l’uso del gas per cuocere il cibo, con l’intento di drenare altre risorse economiche attraverso il costante aumento delle accise! Tutti sono allo stremo, in primis le famiglie che riducono i consumi ma anche le imprese, ormai quasi al default, perche’ vedono ogni giorno aumentare il costo della produzione a causa dei continui rincari. Anche le imprese di Assopetroli-Assoenergia sono al limite di tenuta, essendo ormai in crisi per l’eccessivo calo di vendite con tutte le conseguenze che ne deriveranno anche sul piano occupazionale. Non vogliamo sostituirci al Governo – aggiunge Ferrari Aggradi – ma e’ necessario cambiare registro proponendo soluzioni strutturali per risanare i conti del Paese senza tassare ancora i carburanti e deprimendo i consumi: la ”cura” sta schiantando il malato. L’attuale contingenza economica richiede esattamente il contrario di quanto si sta facendo, cioe’ – aggiunge Ferrari Aggradi – si dovrebbero ridurre le accise e sterilizzare l’effetto perverso dell’Iva per rilanciare i consumi e far ripartire il Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musei vaticani: aperture notturne

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Musei Vaticani: Braccio Nuovo (inside).

Musei Vaticani: Braccio Nuovo (inside). (Photo credit: Wikipedia)

Città del vaticano. Dal 4 maggio al 13 luglio e dal 7 settembre al 26 ottobre, i “Musei del Papa” apriranno le loro porte anche al tramonto, tutti i venerdì dalle 19,00 alle 23,00 (ultimo ingresso alle ore 21,30). Un invito, quello delle visite by night, rivolto non solo alle migliaia di turisti che accorrono a visitare un “santuario di arte e di fede” − secondo le parole del Santo Padre Benedetto XVI − ma anche e soprattutto al popolo romano: famiglie con bambini, giovani coppie, ragazzi che, impegnati in attività lavorative o familiari durante le normali ore di apertura, possono finalmente riappropriarsi dei propri musei, vivendoli e godendoli in un’atmosfera serena e speciale. “Nel vasto dominio delle arti, per amare bisogna prima conoscere. Questo ci hanno insegnato i nostri maestri – sottolinea il Direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci –. Se riusciremo ad accrescere in pochi o in molti, nei cittadini romani e negli ospiti stranieri, la conoscenza e quindi l’amore per i Musei più belli del mondo, il nostro impegno non sarà stato inutile.” E’ obbligatoria la prenotazione online sul sito ufficiale http://www.museivaticani.va

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Effetto Monti: impoverimento di massa

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

“Giorno dopo giorno ci accorgiamo dei danni che la ricetta Monti sta provocando al nostro paese, l’effetto Monti è un vero e proprio impoverimento di massa” lo dichiara l’on. Americo Porfidia Presidente nazionale dell’NpS- Noi Sud-per il partito del Sud “Anche oggi NpS-Noi Sud ha espresso il suo disappunto verso la politica di questo Governo votando contro il dl semplificazioni che a nostro avviso non interviene in nessun modo per aiutare le famiglie italiane lasciando lo sviluppo una parola su carta. La realtà del paese, dal quale questo Governo si allontana pericolosamente ad ogni suo passo è composta da una fortissima disoccupazione giovanile, tassazioni continue, tagli ai servizi pubblici essenziali, crisi degli alloggi, una situazione esplosiva che sta dando già i suoi frutti avvelenati in termini di vite umane. Al Sud, dove la situazione era già disperata si rischia una sorta di mattanza sociale ed è inaccettabile. Inutile sottolineare che l’effetto Monti colpisce in modo particolare le fasce sociali più deboli, salvaguardando le ricchezze finanziarie con l’inevitabile risultato di una crescente disuguaglianza tra pochi ricchi e la stragrande maggioranza di poveri. Invitiamo il Governo – conclude il deputato campano – a prendere atto della situazione e compiere le dovute correzioni con particolare riguardo al lavoro ed al sostegno delle famiglie”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina trasfusionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Sovigliana di Vinci 20 aprile prossimo, nei locali dell’Agenzia per la formazione dell’Asl 11, in via Oberdan n. 13/19 , in occasione del convegno “Appropriatezza e rischio clinico nella medicina trasfusionale”.
Il convegno, gratuito, è aperto a 150 partecipanti fra medici chirurghi, anestesisti, ortopedici, trasfusionisti, ginecologi, internisti, tecnici di laboratorio, biologi e infermieri, che potranno iscriversi entro venerdì 13 aprile prossimo usando l’apposita scheda on line reperibile sul sito http://www.usl11.toscana.it, nello spazio dedicato all’Agenzia per la formazione, alla pagina “Eventi-eventi 2012”.
Durante il convegno, che si avvarrà anche dei contributi di specialisti provenienti da tutta Italia, si parlerà degli aspetti medico-legali e delle responsabilità nelle terapie trasfusionali, dell’uso appropriato dei concentrati eritrocitari, del plasma fresco congelato, degli emoderivati, delle piastrine e verrà illustrata l’esperienza del Centro trapianti di fegato di Pisa.
Nel corso della sessione pomeridiana si affronteranno i temi dei presidi farmacologici e delle tecniche per il risparmio del sangue, dell’emorragia clinica in ostetricia e verrà illustrata l’esperienza del Trauma Center di Cesena nella trasfusione massiva.
Infine, verrà trattato il rischio clinico nel sistema trasfusionale, il rischio clinico nella Regione Toscana ed il rischio trasfusionale che esiste attualmente.
Il convegno è patrocinato dalla SIMTI (Società Italiana di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro e occupazione nel Valdarno Inferiore

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Santa Croce sull’Arno 19 aprile prossimo, dalle ore 9 alle ore 14, nella sala convegni “Fausta Giani Cecchini” del centro per l’impiego, in via Donica n. 16 a Santa Croce sull’Arno. Il convegno, organizzato dalla Società della salute Valdarno Inferiore in collaborazione con la provincia di Pisa ed il comune di Santa Croce Sull’Arno, vuole rappresentare l’opportunità per conoscere e riflettere sull’andamento del mercato del lavoro, creando una rete stabile di collaborazione e di condivisione delle politiche del lavoro tra i soggetti pubblici interessati quali i centri per l’impiego, i servizi informagiovani, le organizzazioni sindacali, i soggetti di rappresentanza datoriale, il terzo settore e le agenzie interinali. L’iniziativa si colloca nell’ambito di “Occupiamoci”, il progetto nato nel luglio 2011, che si sviluppa nell’ambito territoriale della Società della salute Valdarno Inferiore per svolgere un ruolo di collegamento e di ponte tra il servizio sociale ed i servizi del lavoro, al fine di accompagnare verso l’occupazione e sostenere tutti i soggetti portatori di una qualche forma di disagio che ne impedisce l’ingresso nel mondo del lavoro. Per i soggetti socialmente più deboli, infatti, il lavoro è uno strumento di inclusione, ma per ottenerlo talvolta necessitano di un supporto non di tipo assistenziale che renda l’individuo parte attiva del proprio destino e artefice delle proprie scelte.

In questo contesto si inserisce anche l’incontro in programma martedì 8 maggio 2012, alle ore 18, nei locali del Centro giovani “Santa Croce Rock City” in Largo Ugo Bonetti a Santa Croce, che sarà dedicato al progetto “Giovani Sì “ della Regione Toscana. Nell’occasione, promossa dalla Società della salute Valdarno Inferiore e dalla Conferenza Educativa Zonale, i rappresentanti dei Cantieri Giovani Sì illustreranno il progetto regionale e le iniziative previste. L’incontro è aperto al pubblico e prevede la partecipazione di assessori comunali, centri giovani del Valdarno, centri per l’impiego, informagiovani, istituti scolastici superiori e associazioni del territorio.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

D.L. semplifica è legge

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Dichiarazione Filippo Patroni Griffi ministro per la Pubblica amministrazione.”Esprimo soddisfazione per l’approvazione in via definitiva del decreto legge Semplifica Italia. La partita per quel che ci riguarda non è terminata. Anzi, adesso si aprono due ulteriori sfide. La prima è l’attuazione. E’ in dirittura d’arrivo l’accordo con le Regioni e gli Enti locali per dare seguito alla legge appena approvata. L’altra sfida è il disegno di legge che presenteremo al più presto”. A dichiararlo, oggi, il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Filippo Patroni Griffi. Continua il Ministro: “Il nuovo testo recepirà le istanze che sono state avanzate nel corso del dibattito parlamentare e che, per mancanza di tempo, non è stato possibile esaminare approfonditamente. In conclusione, le Semplificazioni sono un processo in moto: si tratta di tanti piccoli cambiamenti per cittadini e imprese che miglioreranno la vita degli italiani”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Signs and Scribbles of Dreams – The dreamlike experience in the ‘Librone dei sogni’ by F. Fellini

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Portrait recadré de Federico Fellini et réduit...

Portrait recadré de Federico Fellini et réduit en taille (icône) (Photo credit: Wikipedia)

Toronto Thursday April 12, 2012 – 6:30pm – 8:30 pm Istituto Italiano di Cultura – 496 Huron St., Admission is free The Italian Cultural Institute, in collaboration with theDepartment of Italian Studies of the University of Toronto, is proud to present the illustrated lecture Signs and Scribbles of Dreams – The dreamlike experience in the ‘Librone dei sogni’ by F. Fellini by eminent Italian semiologist Paolo Fabbri. “The Book of Dreams” is a “diary”, kept by Federico Fellini from the late 70s to the August of 1990 in which the great director faithfully registered his nocturnal dreams and nightmares in the form of drawings, or in his own definition of “scribbles, fast and ungrammatical notes”. A very colourful journey in the infinite territories of the fantasies of a genius, this volume adds a piece to the puzzle for the study of Fellini’s creative experience. In his conference Paolo Fabbri will speak about this extraordinary book – the Librone – as it was called by its author – and how the director’s dreams and nightmares were transferred in a vast fresco of words and images. A nightlife that became part of his filmography.
Paolo Fabbri is one of the most distinguished Italian semiologists. Professor of Semiotics at IULM (University Institute of Foreign Languages), Milan and LUISS (Free Social Science University), Rome, he has led an intense teaching activity in Italy (Florence, Urbino, Palermo, Bologna, Roma Due, Venice) and abroad (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales; Paris V, Sorbonne; Collège International de Philosophie di Parigi, UC San Diego, UC Los Angeles, University of Toronto, etc). He founded the Centre for Semiotics in Urbino in 1970. He directed the Italian Cultural Institute in Paris (1992-1996), and was director of Mystfest (Detective and Mystery Film Festival) of Cattolica (1997-1998). Scientific Advisor for Prix Italia (RAI-TV) (1999-2001), he was also president of the Festival dei Popoli in Florence (2001-2004) and of the l’Institut de la Pensée Contemporaine, Université de Paris VII “D. Diderot” (Parigi), (2004-2006). He is currently the director of the Federico Fellini Foundation in Rimini. He has written books, as well as articles, has edited and translated works regarding problems of language and communication. His research has been published nationally and internationally in journals and collections. He is part of scientific committees and editorials of many journals, as well as national and international institutions. He is Chevalier des Palmes Académiques of the Ministère de l’Education Nationale et Officier des Arts et des Lettres del Ministère de la Culture (France), and is Docteur honoris causa of the University of Limoges (France). http://www.paolofabbri.it

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non crediamo alla cura Monti

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Dalla Fiat di Torino alla Fincantieri di Palermo, passando per la Zuegg di Verona e l’Ansaldo Breda di Pistoia, striscioni contro la ‘’cura Monti’’ e la riforma dell’articolo 18, ‘’che punta a ridurre i lavoratori in schiavitù’’ sono comparsi nella notte in una cinquantina di città italiane. A rivendicare la protesta Blu, Blocco lavoratori unitario, il sindacato nato in seno a CasaPound Italia, che aveva già messo a segno azioni contro i licenziamenti dell’azienda di autotrasporto trentina Arcese e della Omfesa, le Officine meccaniche ferroviarie del Salento. ‘’Art. 18: lavoratori licenziati, mercati deliziati’’, ‘’Art. 18: lavoratori pezzenti, mercati contenti’’, ‘’Art. 18: lavoratore disperato, mercato rassicurato’’, ‘’Art. 18: lavoratore schiavo, spread in calo’’ sono i messaggi lanciati dagli striscioni, comparsi su muri, cavalcavia e davanti alle sedi di industrie, centri per l’impiego e zone commerciali di città e piccoli centri dal nord al sud del paese per protestare contro una riforma che, si legge sul volantino diffuso dal sindacato, ‘’vuole avvicinare le condizioni dei lavoratori italiani a quelle dei lavoratori del terzo mondo’’. Ma, secondo Blu, ‘’peggiorare la condizione dei lavoratori non porterà nuovi investimenti in Italia e certamente non impedirà alle imprese di
delocalizzare alla ricerca di lavoratori low cost’’. ‘’Non saremo mai competitivi con i lavoratori del terzo mondo che lavorano per pochi euro, senza sicurezza, senza orari, senza tutele – spiega il volantino – finché non saremo schiavi anche noi’’. Per questo, si legge, ‘’non crediamo alla riforma del lavoro, non crediamo che rendere più facili i licenziamenti porterà sviluppo per il paese e di conseguenza più lavoro. Il lavoro in sé non è indice di benessere: la qualità del lavoro, la sicurezza sul lavoro, la giusta retribuzione per il proprio lavoro sono benessere’’. Secondo il sindacato di CasaPound Italia, ‘’nessuna fabbrica verrà aperta in Italia grazie a questa riforma il cui unico obiettivo è rendere appetibili agli speculatori internazionali i Buoni del Tesoro italiani’’. ‘’E gli speculatori – sottolinea Blu – comprano Bot solo se vengono convinti che qui in Italia il mercato ha campo libero e i lavoratori la testa china e la coda tra le gambe’’. Soprattutto, evidenzia il Blocco unitario lavoratori, ‘’vendere Bot agli speculatori non vuol dire sviluppo ma solo altro debito pubblico e consegnare la Nazione agli strozzini internazionali’’.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bambini nelle scuole di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

«Prosegue il forte impegno di Roma Capitale nel settore 3-6 anni, con un aumento dei posti disponibili nelle strutture che ci permette, per il prossimo anno scolastico, di accogliere oltre 35.000 bambini nelle 313 scuole dell’infanzia comunali». Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo, anticipando i dati delle graduatorie provvisorie per la Scuola dell’Infanzia, pubblicati oggi dai Municipi. «Attualmente si registra un aumento di 543 domande rispetto alla scorso anno, con 20.828 richieste. I bambini ammessi sono 10.576, ovvero 227 in più dello scorso anno, mentre nella lista d’attesa provvisoria ne rimangono 10.252. Un dato suscettibile di ulteriori significative modifiche che concorreranno a un presumibile scorrimento della graduatoria verso il basso, dovuto principalmente al fenomeno delle doppie iscrizioni, che porta le famiglie a fare domanda sia presso una struttura statale che presso una comunale». «Di fondamentale rilievo – prosegue De Palo – anche il potenziamento delle personale, con l’imminente espletamento del concorso per 300 nuovi posti di insegnante di scuola dell’infanzia, che si aggiungeranno ai 3.896 in ruolo, i quali già usufruiscono di 129.344 ore di formazione gestite centralmente dal Dipartimento, vera e propria punta di eccellenza nel panorama italiano». «Negli ultimi tre anni abbiamo aumentato i posti disponibili nelle scuole dell’infanzia per 1050 bambini; l’accesso e la frequenza al servizio sono totalmente gratuiti e resta invariata la tariffa per la refezione scolastica. Vogliamo assicurare lo sviluppo di un servizio in grado non solo di accogliere un numero crescente di utenti, ma capace anche di garantire, al contempo, elevati standard educativi, pedagogici ed ambientali, in base alle risorse disponibili. Siamo dalla parte delle famiglie», conclude De Palo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il lavoro non è una merce

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Fra le tante considerazioni che in queste settimane si sono succedute intorno al tema della modifica dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori ve n’è una che individua la causa principale della non crescita, nell’impossibilità che hanno le imprese di licenziare. Si tratta di una affermazione che suscita non poche perplessità sia sul piano del merito economico che di quello dell’etica sociale soprattutto se si considera che è una lettura che va per la maggiore negli influenti ambienti politici e economici che condizionano la politica italiana. Infatti, il pensiero espresso, che appare comunque in perfetta sintonia con l’imperante ideologia “liberista” dei “cosiddetti mercati” pretende, tramite una sorta di “apriorismo economico”, di prendere dalla teoria le leggi di funzionamento del mercato e le cosiddette leggi dello sviluppo economico, senza confrontarsi con la realtà. Purtroppo non si può dimenticare che i frutti di questa ideologia, senza regole e controlli, li abbiamo pagati a caro prezzo in questi anni dal momento che è stata proprio questa totale “deregulation” a condurre le economie di mezzo mondo sull’orlo del baratro aprendo una crisi di cui si stenta a trovare una via d’uscita. Per chi ha vissuto e vive da vicino la realtà ed i problemi del mondo delle imprese sono ben altri e più urgenti, rispetto alla “libertà di licenziare” gli ostacoli che impediscono ad un investitore di rischiare in proprio per avviare un’impresa. Il primo ostacolo che pesa come un macigno sulla vita di tutto il Paese quindi anche sulle imprese, è un sistema fiscale che fa acqua da tutte le parti, dove l’elusione e l’evasione sono di proporzioni gigantesche (100 miliardi di euro l’anno) e dove sono i “furbi”a farla da padrone.
Il secondo ostacolo consiste nella presenza di una macchina pubblica e amministrativa complicata, obsoleta, molto costosa (perché spesso vi si annidano gravi inefficienze e privilegi enormi) che rende la vita difficile a chi vuole avviare o condurre una attività economica e che spesso mette in gravi crisi di liquidità specie le piccole medie imprese fornitrici degli Enti Pubblici praticando tempi di pagamento assurdi.
Il terzo ostacolo è costituito dai tempi biblici di una giustizia civile cui compete di assicurare un corretto funzionamento dei contratti e delle cause che possono nascere nel corso della vita economica, che non ha eguali fra i Paesi del mondo sviluppato (siamo agli ultimi posti di tutte le graduatorie).
Il quarto ostacolo nasce dalla perdurante corruzione, che spesso purtroppo coinvolge gli uomini pubblici, e che rappresenta un pesante onere-economico ma anche operativo per le imprese che credono di potersi confrontare con un mercato governato da regole certe di economicità e qualità mentre spesso devono fare i conti con forzature che lo rendono iniquo e poco trasparente. Il quinto ostacolo sono l’inadeguatezza, la carenza ed in certe aree l’arretratezza delle infrastrutture quali strade, ferrovie, reti informatiche che spesso influenzano i costi della gestione o alimentano le inefficienze produttive. La somma combinata di questi fattori è la determinante principale di un costo del lavoro retribuzione lorda + contributi previdenziali e sociali) altissimo, che sta alla base della minor produttività e competitività del fattore lavoro nel nostro Paese. Ma non è tutto. I fattori di cui sopra sono anche quelli che rendono il salario netto che i lavoratori percepiscono (retribuzione lorda – imposte sul reddito), quindi ciò che finisce effettivamente nelle loro tasche per vivere, tra i più bassi d’Europa, con evidenti ripercussioni sulla domanda globale e sull’impoverimento di quel ceto medio il cui benessere molti economisti ritengano sia il principale motore dei consumi (e quindi della crescita).
Alle perplessità di tipo economico che accompagnano una eventuale “liberalizzazione dei licenziamenti” si aggiungono pesanti perplessità di ordine etico-sociale che non possono essere sottovalutate da chi, prima fra tutti la politica, ha il dovere di orientare e guidare le scelte fondanti di una moderna convivenza civile. Già nel 1991, dopo il fallimento del collettivismo marxista, Giovanni Paolo II (nella enciclica “Centesimus Annus”) aveva messo in guardia nei confronti del rischio di un’idolatria del mercato che ignora l’esistenza di beni (come il lavoro), che, per loro natura, non sono né possono essere semplici merci. Più recentemente Benedetto XVI, nella sua enciclica “Caritas in Veritate” osserva che l’economia ha bisogno dell’etica per il suo corretto funzionamento, non di un’etica qualsiasi, bensì di un’etica amica della persona.
Credo pertanto che prima (o contestualmente) di por mano ad un giusto ed equilibrato ammodernamento del mercato del lavoro (ed a qualche aggiustamento dell’art. 18) sarebbe essenziale produrre riforme necessarie per rimuovere i pesanti macigni che da decenni gravano sul tessuto economico e sociale del nostro Paese. (Riccardo Biella) (Fonte: rilevato da Ciani Vittorio x l’Ufficio Documentazione Diocesi Piacenza-Bobbio.
autore Riccardo Biella)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo deal di licensing per Geronimo Stilton La Serie animata in Corea

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Geronimo Stilton Race Across America

Geronimo Stilton Race Across America (Photo credit: Richard Masoner / Cyclelicious)

Atlantyca Entertainment, nota società di entertainment transmediale, si è assicurata il primo deal di licensing per Geronimo Stilton La Serie animata in Corea; l’annuncio è stato dato da Claudia Mazzucco CEO di Atlantyca Entertainment. Asiana Licensing Inc. (ALI), l’agenzia licensing per i brand Geronimo Stilton recentemente nominata sul territorio, ha siglato un accordo con Bezzangi per la produzione e distribuzione in Sud Corea di una vasta gamma di biancheria con inizio primavera 2012. Le nuove linee di prodotto saranno firmate Geronimo Stilton La Serie Animata e includono trapunte, copriletti, lenzuola, guanciali, tappetini, cuscini e grembiuli.
Lanciati in Italia nel 2000 da Edizioni Piemme, il maggiore editore italiano di letteratura per ragazzi, i libri di Geronimo Stilton, hanno dato vita ad uno dei fenomeni editoriali di maggior successo nell’editoria per il target 5-12. Geronimo è un famosissimo autore nonché direttore dell’Eco del roditore che scrive avventure divertentissime, dense di suspense e soprattutto ricche di valori positivi per i bambini di tutto il mondo. Il format semplice e vincente dei libri di Geronimo – avventura, umorismo e divertimento – ne ha fatto immediatamente un grandissimo successo. Ad oggi i diritti di publishing della collana Geronimo Stilton sono stati venduti alla maggior parte degli editori più prestigiosi del mondo. I libri sono tradotti in 36 lingue e distribuiti in 150 Paesi con vendite che superano i 74 milioni di copie nel mondo e 12 milioni nei soli Stati Uniti. Geronimo Stilton è un brand di enorme successo anche in tv con due stagioni di serie animate attualmente in onda in più di 100 Paesi; è anche il protagonista di un musical dal vivo, in Benelux, Spagna e entro fine 2012 anche in Canada; ha inoltre ispirato il videogame Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia prodotto e commercializzato da SONY e sviluppato in esclusiva per PSP™ per il mercato mondiale e ha dato vita ad ogni sorta di merchandise.(Luisa Bianchi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il governo disconosce la specificità previdenziale del comparto sicurezza-difesa

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Nella riunione che si e’ tenuta tra i rappresentanti del ministero dell’economia, in rappresentanza del governo, e le amministrazioni del comparto, il governo Monti ha mostrato grande contrarietà: al principio della specifità del comparto sancito per legge ed alle tutele previdenziali che l’ordinamento ci riconosce. Ricordiamo al governo Monti che un governo tecnico deve anche attenersi alle leggi dello stato preesistenti ad esso o a limite cassarle (avendone il peso politico) ma senza eluderle, ed esortiamo le maggioranze che sostengono il governo a prendere una posizione netta in merito. Al governo Monti ed al ministro Fornero – che non ha ancora mantenuto l’impegno di incontrare le oo.ss. e le rappresentanze del comparto, ribadiamo inoltre, che gli operatori del comparto sicurezza e difesa, rappresentati da un fronte sindacale unito e compatto, alzeranno la voce, intensificando la protesta, finchè non saranno tenute in considerazione le legittime aspettative del personale tutto. (il Cocer della guardia di finanza)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiot: una giornata per stare bene in modo naturale

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Torna nella sua terza edizione, l’iniziativa promossa dall’Associazione medica italiana di omotossicologia (Aiot) in occasione della Giornata internazionale della medicina omeopatica, “Stiamo bene … naturalmente”. Lunedì 16 gli studi medici convenzionati saranno aperti per controlli gratuiti a favore della prevenzione delle malattie e dei corretti stili di vita. L’Aiot mette, così, a disposizione dei pazienti una rete di medici convenzionati disponibili a una visita gratuita per un check-up. «I pazienti» sottolinea Le onello Milani vicepresidente Aiot «avranno così modo di approfondire le loro conoscenze su soluzioni terapeutiche di origine biologica, efficaci e prive di effetti indesiderati, e accrescere la consapevolezza circa l’importanza di una corretta prevenzione delle malattie e di un salutare stile di vita. Caratteristica fondamentale di queste cure è infatti considerare l’uomo come un unicum corpo-mente, ristabilendo l’equilibrio delle naturali funzioni fisiologiche di difesa dell’organismo». Lo scorso anno i medici che hanno aperto i propri studi sono stati 364, e per la prima volta hanno partecipato anche i veterinari. La manifestazione, fa sapere l’associazione, ha interessato 86 province e «anche la partecipazione dei cittadini è stata significativa, a conferma dell’interesse crescente verso le medicine complementari, la cui efficacia trova sempre maggiori attestazioni anche sulle principali riviste scientifiche internazionali». L’iniziativa, afferma l’Aio t, «vuole anche essere un’occasione per stimolare le istituzioni al rispetto del principio di libertà di scelta terapeutica di medici e di pazienti, sancito dalla Costituzione Italiana».(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Vangelo della 4ª domenica di Quaresima

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

1. Il Vangelo della 4ª domenica di Quaresima ci narra una parte del dialogo tra Gesù e Nicodemo. Avviene di notte questo dialogo perché Nicodemo, un notabile giudeo, un capo dei farisei che Gesù chiama “maestro in Israele”, teme che la sua fiducia in Gesù possa essere scoperta. Egli aveva visto i segni che Gesù faceva e riconosceva in lui un rabbì, un maestro venuto da Dio: “nessuno può fare questi segni che tu compi, se Dio non è in lui” (cf Gv 3,1-2). Ma la sua paura e la sua fiducia ancora limitata gli impediscono di arrivare alla vera identità di Gesù. Solo dopo la morte di Gesù, questo uomo arriverà ad una fede coraggiosa, quando andrà al sepolcro dove Gesù è deposto e porterà con sé l’olio profumato per imbalsamarne il suo corpo (cf Gv 19,38-42).
Nel dialogo tra Gesù e Nicodemo ci è offerta una rivelazione molto profonda che consente di uscire dalla notte per venire alla luce della fede. Accogliendo la misericordia di Dio che si rivela in Gesù innalzato sulla croce, l’uomo può nascere dall’alto e vivere la vita nuova dei figli di Dio. Come Mosè, durante la traversata del deserto, aveva innalzato un serpente di bronzo che i figli di Israele potevano vedere per guarire dal morso dei serpenti velenosi, così “bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna” (Gv 3, 14). In questo modo Gesù annuncia la sua morte e la sua resurrezione: nel mistero della sua passione e morte si rivela la sua gloria, si manifesta la sua identità di Figlio disceso dal cielo e innalzato al cielo.
2. In questa quarta tappa del cammino quaresimale, siamo invitati ad accogliere e a vivere la verità di questa Parola che ci svela l’amore di Dio e l’identità di Gesù. “Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna” (v. 16): ecco il progetto di amore che Dio realizza donandoci il suo Figlio unigenito perché, credendo in Lui, possiamo attraversare il deserto ed essere incamminati verso la vita eterna. L’amore di Dio si svela in Gesù Cristo: egli viene a condividere la nostra vita umana fino a donarsi totalmente a noi. Proprio la croce su cui viene “innalzato il Figlio dell’uomo” è il segno della riconciliazione fra cielo e terra. La croce è piantata nella terra ma ha il suo vertice nel cuore di Dio che “ha tanto amato il mondo” fino a donarci ciò che ha di più caro, il suo Figlio unigenito. La forza dell’amore ricrea le condizioni per la nuova e definitiva alleanza che conduce alla salvezza e alla vita eterna.
3. “Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna”. Se nella fede accogliamo il dono gratuito del Figlio, la nostra vita è trasformata dalla grazia che ci libera dal male. Credere al progetto di amore non è solo adesione ad una verità pur grande e affascinante, ma è soprattutto adesione a Gesù Cristo, il Figlio unigenito di Dio. Credere nell’amore di Dio vuol dire accogliere e seguire il suo Figlio che ha rimesso la sua vita nelle mani del Padre, è salito sulla croce per condurci alla salvezza. La fede in Cristo è“venire alla luce”, alla luce dell’amore di Dio che illumina la vita, la rinnova e la orienta verso la sua pienezza.
4. Carissimi fratelli e sorelle, ci stiamo avvicinando alla Pasqua: il cammino quaresimale ci conduca all’incontro pieno con Cristo crocifisso per partecipare alla sua risurrezione. Nel mistero della Pasqua ormai vicina, possiamo vivere le consolanti parole dell’apostolo Paolo che abbiamo ascoltato nella seconda lettura: “Dio, ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amati, da morti che eravamo per le colpe, ci ha fatto rivivere con Cristo: per grazia siete stati salvati” (Ef 2, 4-5).
Rendiamo grazie a Dio per il dono del Signore Gesù: egli è la nostra luce e la nostra salvezza. Rendiamo grazie a Dio per l’esempio luminoso di grande fede e di forte passione educativa che il nostro Giuseppe Berti ha testimoniato. Preghiamo perché, con il processo di beatificazione che è stato aperto oggi qui nella Cattedrale, la Chiesa possa riconoscerlo come maestro di autentica vita cristiana. Amen.
(Mons. Gianni Ambrosio, Vescovo Piacenza-Bobbio) (Fonte rilevato da Ciani Vittorio x l’Ufficio Documentazione Diocesi Piacenza-Bobbio).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »