Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Povertà e rimedi

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2012

Uganda

Uganda (Photo credit: uusc4all)

“Considerando che il mondo procede a passo costante verso la recessione, è chiaro che i Paesi poveri stanno soffrendo più di quelli sviluppati. A risentirne saranno soprattutto quelli che dipendono dalle risorse della cooperazione internazionale perché, essendo i Paesi ricchi alle prese con il compito di risanare i propri bilanci, i primi tagli investiranno proprio la spesa per la cooperazione”. Così la senatrice Barbara Contini, vicepresidente dalla Commissione Sviluppo sostenibile, Finanze e Commercio dell’Unione Interparlamentare riunita a Kampala (Uganda), durante la presentazione della risoluzione IPU sul tema della redistribuzione della ricchezza.“Se prima della recessione i paesi poveri potevano perlomeno sperare di essere agganciati al treno della globalizzazione e di entrare così nel circuito dell’economia mondiale, – prosegue la senatrice di Futuro e Libertà – ora questa via, almeno per i prossimi 5/10 anni rischia di essere preclusa; infatti, anche i paesi emergenti dell’Asia, come Cina e India, stanno rallentando la crescita perché la domanda mondiale è carente”.
“In un’ottica di drastica riduzione dei fondi alla cooperazione – aggiunge – è necessario assegnare delle priorità, che riguardino gli investimenti nelle infrastrutture e soprattutto nell’istruzione. I fondi destinati alla cooperazione dovrebbero essere vincolati almeno per il 30% o 40% nella formazione di capitale umano e bisognerebbe rendere più efficienti i meccanismi di attribuzione e di utilizzo degli aiuti finanziari internazionali, eliminando gli sprechi e le malversazioni” “In estrema sintesi per ottenere questi due obiettivi è ancor più necessario che questi paesi facciano uno sforzo ulteriore verso la democrazia. Per ottenere una redistribuzione mondiale della ricchezza questi paesi dovrebbero, quindi, prima fare redistribuzione dei soldi e del potere al proprio interno, conclude la Contini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: