Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Italia: un paese ingovernabile?

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 aprile 2012

Editoriale Fidest. Credo che molti non hanno centrato il problema. Gli scandali di ieri, da Mani pulite, ad oggi, per intenderci, non hanno fatto clamore per il loro disvelamento quanto per chi lo ha fatto. Mi spiego. Se in un partito vi erano mele marce era dovere della sua dirigenza farsene carico ed espellerle, denunciando le malefatte alla giustizia. E invece sono state tollerate se non si è diventati correi per potersi cibare alla stessa mangiatoia. E non ci vengono a dire che i loro leader erano all’oscuro di tutto perché anche se lo fossero stati resta la responsabilità oggettiva che politicamente vale una dimissione, se non altro. Ciò che si sta verificando in questi giorni con le notizie sulla distrazione di ingenti somme dai fondi dei partiti per dirottarli ad altri fini, compresi quelli personali o per gli amici degli amici, sa del surreale. Dopo 15 anni di arraffa – arraffa c’è chi, tra i dirigenti dei partiti, grida “ pulizia-pulizia-pulizia” e chi si dichiara innocente, e lo è, ovviamente, sino a prova contraria, anche se le evidenze ci lasciano perplessi e gli iscritti al partito, quelli che dovrebbero sentirsi più danneggiati, non trovano di meglio che giustificare il comportamento dei loro idoli. Come dire: oremus et pro perfidis ludaeis. Alla fine subentra la pietà collettiva e la contrarietà nei confronti di coloro che hanno scoperto gli altarini e in confidenza si sussurra: non potevano farsi i fatti loro?
Tutto questo perché stiamo perdendo il senso della moralità e quasi ci dispiace che la furbizia non sia stata premiata con la reiterazione dell’illecito. Ora i veri colpevoli sono i delatori, i magistrati che hanno aperto nelle varie procure i fascicoli, la polizia che arresta. E ciò che diventerà allucinante è che per veder conclusa questa vicenda occorrerà attendere il lungo iter processuale che in Italia dura tra gli otto e i 10 anni e non è detto che alla fine la prescrizione ci metterà lo zampino, azzerando tutto. Così si potrà dire che sono innocenti perché non sono stati condannati e guai a chi osa dire il contrario. E alla fine la beffa coprirà lo scorno perché, il costo di questo lungo e snervante iter sarà a carico dello Stato, ovvero di noi contribuenti. Ma si può davvero governare e far prosperare un Paese di tale fatta? (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Una Risposta a “Italia: un paese ingovernabile?”

  1. ANTONINO MAGISTRO said

    CARO RICCARDO, HAI PROPRIO RAGIONE IN UN PAESE NORMALE CERTE COSE NON DEBBONO ACCADERE O SE ACCADONO ALLORA DEVONO ESSERE EPISODI SPORADICI, PURTROPPO IL MALAFFARE CONTINUA A PROLIFERARE, SOLDI PRIVILEGI AFFARI LOSCHI E CHI PIU’ NE HA PIU’ NE METTA NEL NOME E ALL’INSEGNA DELLA GOVERNABILITA’ DI UN PAESE CHE INVECE DI ANDARE AVANTI ARRETRA.
    IL TUTTO IN UN CLIMA SURREALE DOVE LA GENTE NON ARRIVA ALLA FINE DEL MESE, DOVE MOLTI PENSANO CHE IL SUICIDIO SIA LA LIBERAZIONE DAI PROBLEMI CHE LA NOSTRA SOCIETA’ HA INCANCRENITO SEMPRE PIU’, DOVE ANDREMO A FINIRE COSI’?
    DOBBIAMO RITORNARE A DARE UN SENSO ALLA POLITICA, QUELLA NOBILE CHE PENSA COME RISOLVERE I PROBLEMI DELLA GENTE, QUELLA POLITICA CHE PENSA ALLE RIFORME GIUSTE SENZA LOBBY DI POTERI FORTI O CONDIZIONAMENTI, QUELLA POLITICA CHE SI RIAPPROPRIA DEL FUTURO DEI CITTADINI FACENDO LE SCELTE NEL BENE COMUNE.
    IL POPOLO SOVRANO DEVE TORNARE A FAR SENTIRE LA SUA VOCE, MANDANDO A CASA LA CASTA DI INCAPACI E CORROTTI, CREANDO UNA NUOVA CLASSE POLITICA PIU’ GIOVANE E RINNOVATA, E COME DA SEMPRE DICE IL SANTO PADRE ETICAMENTE E MORALMENTE SICURA.
    SOLO COSI’ USCIREMO DA QUESTO PROFONDO IMBARAZZO E DALLA CRISI DEL NOSTRO PAESE.
    ANTONINO MAGISTRO
    V. PRESIDENTE NAZIONALE VICARIO
    DEMOCRAZIA CRISTIANA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: