Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 19 aprile 2012

Last news from http://fidestnews.blog.com

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

  • Amorevolmente
  • Nomination David di Donatello
  • You are not a salmon
  • Va in scena “Can Can”
  • Festival del verde e del paesaggio
  • Patrimoniale sui partiti
  • Accesso al credito
  • Neuroni specchio
  • Vogliono le frequenze gratis
  • La prevenzione inizia in farmacia
  • Lotta alla trombosi
  • Conflitti d’interessi: più di prima
  • D.L. lavoro: acque agitate
  • Mortalità infantile
  • Passi avanti nella lotta all’Epatite C
  • Minori stranieri incarcerati?
  • Festival economia
  • L’Italia e i giovani talenti
  • Afghanistan ad alto rischio
  • Il commercio trova credito a Varese
  • Tariffe elettriche biorarie
  • La primavera araba
  • Psoriasi lieve-moderata
  • Il ritorno de “L’infedele”
  • Roma: metro-bus per over 65
  • Disservizi postali
  • P.A. e pagamenti alle imprese
  • Congresso nazionale Fuci
  • Bici, circolazione e rischi

 

Posted in Cronaca/News, Fidest - interviste/by Fidest | Leave a Comment »

Dapagliflozin efficace nel diabete 2 non ben controllato

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Dapagliflozin, inibitore selettivo del cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2, migliora il controllo glicemico, stabilizza il dosaggio di insulina e riduce il peso senza incrementare il numero di episodi maggiori ipoglicemici nei soggetti con diabete tipo 2 non adeguatamente controllato. Sono le conclusioni di un gruppo di studio sul nuovo farmaco che – sotto il coordinamento di John P. H. Wilding dell’Ospedale universitario Aintree di Liverpool (UK) – ha voluto valutare l’efficacia e la sicurezza del principio in soggetti diabetici non controllati nonostante il trattamento insulinico con o senza impiego aggiuntivo di antidiabetici orali. A tale scopo sono stati coinvolti, in 126 centri europei e nordamericani, 800 pazienti in terapia con almeno 30 Ui di insulina e non utilizzatori di antidiabetici orali o utilizzatori fino a un massimo di 2 farmaci di tale classe. I pazienti sono stati randomizzati in 4 gruppi a ricevere un placebo oppure dapagliflozin unum/die per 48 settimane alle dosi di 2,5, 5, o 10 mg. Dopo 24 settimane, l’emoglobina glicosilata media (outcome primario) era scesa dello 0,79%-0,96% nel gruppo dapagliflozin rispetto allo 0,39% con il placebo. Il dosaggio insulinico giornaliero è diminuito di 0,63-1,95 Ui con il farmaco mentre è aumentato di 5,65 Ui dopo il placebo. Anche il peso corporeo si è ridotto con dapagliflozin di 0,92-1,61 kg mentre è aumentato di 0,43 kg nel gruppo placebo. Questi effetti si sono mantenuti nelle successive 24 settimane. Rispetto ai pazienti del gruppo placebo, quelli trattati con dapagliflozin, raggruppando i vari dosaggi, hanno evidenziato complessivamente un tasso più elevato di episodi ipoglicemici (56,6% vs 51,8%), eventi indicativi di infezioni genitali (9,0% vs 2,5%) e di infezioni delle vie urinarie (9,7% vs 5,1%). Ann Intern Med, 2012; 156(6):405-15 (fonte farmacista33)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La prima web radio per non udenti in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

L’Associazione TDM 2000 e l’Associazione Internazionale di Respeaking “On Air”, con il Patrocinio dell’Ente Nazionali Sordi – Sezione Provinciale di Cagliari, presentano venerdì 20 aprile alle ore 10.30, presso l’Aula Consiliare del Comune di Cagliari, il progetto “Oltresuoni – dalla voce alla scrittura per una radio accessibile a tutti”. Il progetto, realizzato per la prima volta in Italia, consiste nella creazione di una web radio accessibile ai non udenti grazie all’utilizzo della tecnica di sottotitolazione istantanea denominata “Respeaking”. “OltreSuoni” intende in tal modo fornire una soluzione al problema dell’inaccessibilità ai contenuti radiofonici per i non udenti.All’incontro, nel corso del quale vi sarà un dimostrazione pratica della tecnica del respeaking, prenderanno parte, fra gli altri, l’Ingegner Pirelli, sviluppatore del sistema, e il professor Eugeni, maggiore esperto italiano in materia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emoderivati, approvati decreti per ridurre gap con Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Un progressivo miglioramento in tema di plasma e plasmaderivati dal punto di vista della qualità e della varietà dell’offerta. Così il ministro della Salute, Renato Balduzzi, commenta l’approvazione dei tre decreti firmati dal Dicastero che regolano le disposizioni sull’importazione ed esportazione di sangue umano e dei suoi prodotti, l’individuazione dei centri e delle aziende di frazionamento e produzione di emoderivati autorizzati alla stipula delle convenzioni con le Regioni e le Province autonome, le modalità transitorie di immissione in commercio dei medicinali emoderivati prod otti da plasma raccolto sul territorio nazionale. «Un significativo passo avanti» è anche il commento di Gabriele Calizzani, presidente FedEmo, «verso la piena conformità del sistema plasma e plasmaderivati con la normativa europea». In particolare, tra i principali contenuti, la possibilità di lavorare all’estero il plasma nazionale e portarvi i prodotti del sangue eccedenti il fabbisogno nazionale, ma anche importare plasma e prodotti del sangue destinati alla produzione di medicinali. Il Ministro ha poi colto l’occasione per ricordare gli impegni sul tema «ora all’esame degli uffici competenti»: le raccomandazioni organizzative sui requisiti per l’accreditamento dei Centri per la diagnosi e la cura delle malattie emorragiche congenite (mec) e sulla programmazione regionale per l’assistenza socio-sanitaria alle mec, nonché la promozione di un accordo di programma e collaborazione che coinvolge il ministero della Salute, il ministero degli Af fari esteri, il ministero della Difesa e le Regioni e Province autonome al fine di avviare specifici accordi o progetti a carattere umanitario e scientifico.(fonte farmacista33)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commercio: nuovi centri commerciali

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

“I Municipi dicono ‘no’ all’assalto del Comune di Roma agli spazi della città ancora liberi dalle medie e grandi strutture di vendita, previsto dal nuovo piano del commercio licenziato dalla Giunta Alemanno e inviato all’esame dei Consigli dei Municipi. Il piano, infatti, contempla da un lato l’occupazione di tutti gli spazi commerciali destinati a medie e grandi strutture e a centri commerciali previsti dal piano regolatore in periferia, senza previsione di alcuna infrastruttura, dall’altro non prevede alcun tipo di regolamentazione per le aperture di nuovi supermercati in deroga da autorizzare nelle strutture pubbliche dismesse e da cedere a privati all’interno del centro storico. Sono a rischio di ospitare nuovi supermercati le ex caserme e gli ex depositi ATAC disseminati in tutto il centro storico, come le caserme di viale Angelico e il deposito di piazza Bainsizza, con evidente danno sia per i cittadini (traffico, parcheggi, inquinamento atmosferico e acustico, etc.) che per il piccolo commercio. A questo proposito il Consiglio del Municipio Roma XVII ha già respinto la proposta di deliberazione, rinviandola al mittente. Auspichiamo che anche gli altri Municipi, sia quelli governati dal centro sinistra, ma anche quelli governati dal centro destra, non cedano alle pressioni del Campidoglio e respingano a loro una volta una delibera che mette in vendita gli spazi della città, generando solo caos e disagi”. Questo è quanto dichiarato in una nota congiunta dall’Assessore alle attività produttive del Municipio Roma XVII Mauro Caliste (PD), dal Presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII Giovanni Barbera (PRC-FDS) e dalla Consigliera Anna Vincenzoni (SEL).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Precari: diritti negati

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Si doveva discutere ieri, presso la Direzione Provinciale del Lavoro di Roma, il ricorso presentato dall’Unione Sindacale di Base contro l’esclusione dei lavoratori precari di Roma capitale alle elezioni RSU del Pubblico Impiego, tenutesi il marzo scorso. Ma prima che il Comitato dei Garanti potesse riunirsi, Cgil, Cisl e Uil hanno abbandonato la sede della DPL, impedendo alla commissione di insediarsi e decidere, mos

see filename

see filename (Photo credit: Wikipedia)

trando così il loro completo disinteresse nei confronti del personale precario, il quale si è visto negare il diritto ad eleggere propri rappresentanti sindacali.“La cosa non ci meraviglia – dichiara Caterina Fida della USB Pubblico Impiego – pensiamo che sia un triste esempio di come vanno le cose in questa città, governata da classi dirigenti che, con il contributo di sindacati conniventi, hanno fatto della precarietà un sistema strutturale e possono avere controllo e potere solo in un contesto dove i diritti non ci sono più”.
“Molti dei precari che non hanno potuto votare appartengono al settore scolastico educativo – sottolinea la rappresentante USB – negare loro questo diritto fa il paio con la brutta legge regionale sui nidi, approvata lo scorso anno dalla Polverini e, ancora più drammaticamente, con la controriforma del lavoro Monti-Fornero. Senza contare che, nel caso specifico della capitale, anche le ipotizzate assunzioni di tale personale diventano lettera morta”.“Per questo – conclude Fida – USB riprenderà immediatamente le iniziative di lotta in favore del personale precario, affinché siano riconosciuti i diritti elementari di rappresentanza e la stabilizzazione del rapporto di lavoro”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° Corso di aggiornamento di Endocrinologia Pediatrica

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Parma università. Sabato 21 aprile, presso le Aule E, F e G della Sede Didattica della Facoltà di Ingegneria dell’Ateneo (Parco Area delle Scienze 69/A – Campus Universitario) si terrà un corso di aggiornamento. La Segreteria Scientifica è composta tra gli altri dal prof. Sergio Bernasconi, Direttore del Dipartimento dell’Età Evolutiva dell’Università di Parma e della Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

parma

parma (Photo credit: ho visto nina volare)

L’endocrinologia pediatrica, come tutte le branche specialistiche della pediatria, è in continua evoluzione; in alcuni campi vi sono state nuove acquisizioni con un arricchimento delle possibilità diagnostiche, e si è fatta luce su alcune terapie vecchie e nuove. L’incontro di quest’anno, rivolto a Endocrinologi, Pediatri, Pediatri di libera scelta ed Infermieri, si propone di valutare questi aspetti nell’ambito di tre problemi di frequente riscontro per il pediatra: l’insulino-resistenza associata alle dislipidemie e alla steatosi epatica, il testicolo ritenuto e la diagnostica della bassa statura.
Interverranno, in qualità di relatori e moderatori,Sergio Amarri (Reggio Emilia), Sergio Bernasconi (Parma), Giacomo Biasucci(Piacenza), Angelo Cantarelli (Parma), Silvia Cesari (Parma), Carmine Del Rossi(Parma), Donatella Ferrara (Parma), Giancarlo Gargano (Reggio Emilia), Lorenzo Iughetti (Modena), Giancarlo Izzi (Parma), Valerio Nobili (Roma), Maddalena Petraroli (Reggio Emilia), Barbara Pedrieri (Modena), M. Elisabeth Street (Parma) eM.A. Ramon Werth (Varano de’ Malegari – PR).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Reti sociali: i motori dell’e-commerce in Cina

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Kampung Cina #4

Kampung Cina #4 (Photo credit: chooyutshing)

Le reti sociali sono qualcosa di relativamente nuovo in Cina e il numero degli utenti cinesi sta crescendo a ritmo velocissimo. Nel 2011, la metà degli utenti Internet in Cina hanno frequentato piattaforme di reti sociali, per un totale di 257 milioni di cinesi. Nel 2014, si prevede che il numero raggiunga i due terzi della popolazione totale che utilizza Internet, toccando i 415 milioni di cinesi. (Fonte: emarketer.com)L’aspetto sociale ha in Cina un ruolo importante nel processo d’acquisto come in nessun altro posto del mondo. Infatti, i consumatori cinesi sono quelli che più fanno uso delle reti sociali, soprattutto quando si tratta di comprare online. Gli acquirenti cinesi sono quelli che quasi sicuramente controlleranno online le raccomandazioni sul prodotto, scriveranno commenti o leggeranno quelli degli altri. Il 40% degli acquirenti cinesi online leggono e pubblicano commenti sui prodotti. La ragione principale per cui lo fanno è che i clienti cinesi sono preoccupati di dover effettuare il pagamento online e riluttanti a fidarsi dei venditori e dei loro messaggi promozionali. Quindi, si affidano ai commenti lasciati da altri clienti online sui siti o, ancora meglio a: opinioni e raccomandazioni di amici attraverso le reti sociali. Le opinioni positive di amici sono il mezzo più potente per diminuire la loro sfiducia verso un venditore online. Per quanto riguarda l’e-commerce del lusso, le reti sociali sono usate più come un modo per tenersi aggiornati sulle ultime mode. Il 70% degli acquirenti online di prodotti di lusso in Cina ammette di collegarsi ogni mese per controllare i nuovi marchi e le nuove mode. Le reti sociali offrono un nuovo modo per entrare in contatto con i consumatori online, ma i marchi occidentali dovrebbero tenere conto del fatto che l’ecosistema sociale online cinese è totalmente diverso. Reti sociali popolari in occidente come Facebook, Twitter o piattaforme video come YouTube sono bloccate in Cina. Nessuna società di comunicazione internazionale riveste un importante ruolo in Cina. Il panorama digitale cinese è frenetico e locale. Le reti sociali sono dominate da diverse piattaforme di micro-blogging come Sina Weibo, piattaforme di messaggeria istantanea come Tencent QQ, piattaforme video come Youku e diverse altre piattaforme sociali che attraggono gente diversa. Kaixin001.com punta agli impiegati, Renren.com si rivolge agli studenti, Douban.com a gente più artistica e letteraria, Qzone.qq.com a giovani adulti, e molte altre piattaforme mirano ad altri segmenti. Questo paesaggio richiede delle strategie di marketing locali digitali.
Quindi da cosa potrebbero trarre vantaggio i marchi occidentali dalla crescente evoluzione sociale in Cina?
“Per trarre vantaggio dall’e-commerce in Cina, i marchi occidenali devono assicurare la propria presenza su siti locali cinesi, come Sina Weibo, Tencent QQ o Ren Ren,” afferma Allen Yang, Amministratore Delegato di VIPStore, la piattaforma di vendite private di lusso online di maggiore importanza. “VIPStore si affida a una forte rete di relazioni con siti cinesi per assicurarsi una grande promozione di marchi europei. Usiamo attivamente Sina Weibo per far conoscere ai consumatori la storia e la cultura dei marchi che vendiamo. La nostra strategia sociale non è solo pubblicitaria, ma cerchiamo anche di coinvolgere attivamente il nostro pubblico. In questo contesto, VIPStore ha stretto una collaborazione con il sito P1.cn, una community online esclusiva e di alto livello. Gli acquisti fatti su VIPStore vengono mostrati sul profilo P1 della persona. Questo permette agli amici di fare commenti sull’acquisto, parlare di altri, oltre che di promuovere VIPStore al suo pubblico: gli influenzatori online più importanti” dice Allen Yang. Con le reti sociali, i clienti stessi diventano la più potente fonte di informazione. I marchi occidentali di lusso dovrebbero concentrare i loro sforzi sul raggiungere gli opinionisti cinesi e creare community online sul proprio marchio. Gli utenti internet promuovono un marchio in Cina in un modo che è migliaia di volte più efficace dei canali pubblicitari online e offline classici.(Marie Mure-Ravaud)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proliferazione cellulare: un “topo lucciola” ci aiuta a vedere chiaro

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

DNA replication or DNA synthesis is the proces...

DNA replication or DNA synthesis is the process of copying a double-stranded DNA molecule. This process is paramount to all life as we know it. (Photo credit: Wikipedia)

Un nuovo topo transgenico, chiamato MITO-LUC, è stato prodotto nel laboratorio di ricerca di Oncogenesi Molecolare dell’IRE, come eccellente modello sperimentale per gli studi sulla proliferazione cellulare. L’animale è stato ottenuto legando il gene della luciferasi, una proteina prodotta dalle lucciole, ad un frammento di DNA del topo che dipende dal fattore di trascrizione NF-Y, una proteina strettamente coinvolta nel processo di divisione e moltiplicazione cellulare. Quando si trovano in fase di crescita, le cellule dell’animale emettono bioluminescenza, una luce visibile ed apprezzabile dall’esterno semplicemente utilizzando una speciale macchina fotografica, senza alcun danno per l’animale. I topi- lucciola, sviluppati dal team della dr.ssa Giulia Piaggio, in collaborazione col Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Milano, possono essere utilizzati per studi e rilevazioni a lungo termine. I dati ottenuti sono più precisi e consentono di diminuire sensibilmente il numero di animali necessari alla sperimentazione. Le possibili applicazioni sono molteplici: spaziano dall’oncologia alla medicina rigenerativa, dalla farmacologia alla tossicologia.
La descrizione del modello animale ha ottenuto la copertina di Molecular Biology of the Cell, la rivista della ASCB, la Società Americana di Biologia Cellulare, in uscita il 15 aprile ed ora disponibile online.
Nel modello animale MITO-Luc, ogni volta che le cellule si dividono, ossia vanno in mitosi, producono NF-Y ed insieme ad essa la luciferasi. In questo modello si osserva che nelle aree del corpo ad elevata proliferazione cellulare, come ad esempio nei tumori, si produce una quantità di luce tale da poter essere facilmente rilevata dall’esterno fotografando l’animale con un apparecchio in grado di apprezzare la giusta lunghezza d’onda luminosa propria dei fenomeni di bioluminescenza ( vedi foto).I ricercatori guidati dalla dr.ssa Giulia Piaggio da diversi anni studiano l’attività biologica del fattore di trascrizione NF-Y e risultati hanno dimostrato che la proteina agisce nel nucleo cellulare ed esplica la propria attività solo in cellule proliferanti, che si stanno quindi dividendo, e non in quelle che sono uscite dal ciclo replicativo. Il gruppo dell’Università di Milano, , invece, si occupa da tempo di studiare un modo efficace di utilizzare la bioluminescenza per l’osservazione dei processi biologici nei modelli animali. Da qui l’idea della dr.ssa Piaggio di usare NF-Y come “indicatore” della divisione cellulare e di rendere la sua attività visibile accoppiandolo ad una fonte di luce, la luciferasi di lucciola. “Le nostre conoscenze su NF-Y – spiega Giulia Piaggio – derivano da quella che possiamo chiamare ricerca di base. Il modello murino invece scaturisce dalla nostra volontà di trasferire questi risultati alla ricerca pre-clinica. Grazie alla proficua collaborazione con il team guidato dal Dott. Paolo Ciana dell’Università di Milano abbiamo raggiunto tale obiettivo. Noi pensiamo che i topi MITO-Luc siano un potente strumento per misurare rapidamente e facilmente la proliferazione cellulare in molte applicazioni sperimentali di interesse medico. Inoltre, sono utili per prevedere, mappare e caratterizzare la tossicità di vecchi e nuovi composti anti proliferativi con grandi implicazioni nel campo oncologico e farmaceutico”.
I topi MITO-Luc consentono per la per la prima volta un efficace monitoraggio a lungo termine dell’attività proliferativa delle cellule, poiché basta fotografare l’animale ad intervalli regolari riducendo così in modo significativo il numero di animali necessari per gli studi. “Grazie alla tecnologia della bioluminescenza – spiega Giulia Piaggio- è possibile visualizzare le cellule in attiva proliferazione in tutto il corpo, nell’animale vivo potendo così valutare l’efficacia di una terapia antitumorale – la luce emessa dal tumore scompare – o di valutare la cancerogenicità di un composto chimico (sviluppo di luce in organi normalmente “spenti”). Negli ultimi quattro anni, grazie alla preziosa collaborazione della dott.ssa Isabella Manni, coadiutrice della ricerca, abbiamo raccolto circa mille immagini di grande interesse per la nostra ricerca. (Salce Lorella)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ nato il primo e-book dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

e-book

e-book (Photo credit: Ángela Espinosa)

“Valorizzazione dei borghi storici minori. Strategie d’intervento” a cura di Samuele Briatore. “Valorizzazione dei borghi storici minori. Strategie d’Intervento” è il primo e-book dell’Università Europea di Roma. Fa parte delle azioni del progetto “Dal restauro alla gestione programmata – una metodologia sostenibile per castelli, torri e chiese medievali”, promosso dalla stessa università, cofinanziato dalla Fondazione Cariplo e con la direzione scientifica della Prof.ssa Renata Salvarani.
L’obiettivo del progetto è la comprensione della genesi degli edifici storici per risalire alle modalità di costruzione e quindi di intervento: questa è stata la sfida per l’elaborazione di una nuova metodologia per il recupero e la manutenzione del patrimonio artistico e architettonico, basata su criteri sostenibili e a basso costo. La metodologia sperimentale, elaborata in sede accademica, trova la funzionalità e la sua efficacia attraverso operazioni di recupero e manutenzione concrete su tipologie di beni culturali molto diffusi in Italia come castelli, torri e chiese medievali. Da qui è nato anche un libro “Ricerca storica e manutenzione dei beni culturali” edito da Diabasis.
L’e-book “Valorizzazione dei borghi storici minori. Strategie d’intervento” è curato da Samuele Briatore, giovane ricercatore del progetto e collaboratore di Italia Nostra Onlus su studi e progetti di valorizzazione culturale e turismo sostenibile. Lo studio nell’e-book analizza i concetti di recupero sostenibile e valorizzazione applicati ai borghi storici minori partendo dagli aspetti teorici e normativi per arrivare alla loro applicazione pratica. La nuova consapevolezza della necessità di ridurre i consumi energetici e recuperare i manufatti edilizi in modo ecosostenibile è diventato un imprescindibile requisito progettuale, cha ha portato a riscoprire e a rendere attuali antiche modalità di costruzione, in grado di utilizzare l’esistente come risorsa preziosa. La valorizzazione del territorio, oltre ad essere un’opportunità economica, è una possibilità per mantenere vivi quei luoghi altrimenti destinati allo spopolamento e alla rovina. La sostenibilità diventa essenziale in vista di una tipologia di turismo che si sta affermando sempre più rapidamente, nella consapevolezza che lo sfruttamento turistico può mettere a rischio il patrimonio culturale di cui si nutre.
I tre borghi storici minori virtuosi, riportati all’interno del testo come esempio italiano di valorizzazione culturale e turismo sostenibile, sono Calcata, nel Lazio, Santo Stefano di Sessanio, in Abruzzo, e Torri Superiore, in Liguria. Il sito dell’Università Europea di Roma è: http://www.universitaeuropeadiroma.it

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova edizione Google Currents

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Image representing Google as depicted in Crunc...

Image via CrunchBase

E’ ora disponibile infatti pure in Italia Google Currents, la nuova applicazione realizzata per tablet e smartphone di Apple e Android, che consente di sfogliare riviste online e altri contenuti di natura editoriale con un semplice tocco. Google Currents permette di ricercare e leggere in versione integrale articoli pubblicati dai principali editori internazionali, in un formato ottimizzato per smartphone e tablet. Video, immagini e parole, su schermi di qualsiasi dimensione e anche in modalità offline.
Oltre alle applicazioni che permettono una interazione con MolecularLab, attraverso la community o i calcolatori scientifici, il sito amplia i suoi sforzi per offrire una edizione ottimizzata per Google Currents.
Un team specializzato, concerterà le sue forze nell’offrire informazioni aggiornate e curate anche su questa nuovo ed innovativo sistema. MolecularLab è presente con queste categorie:
– News, che racchiude tutte le ultime notizie di carattere medico scientifico.
– Eventi, in cui è possibile vedere i prossimi appuntamenti di scienza segnalati da MolecularLab
– Omg!Science!, questa sezione, racchiude tutti gli articoli di divulgazione creati dalla squadra di irriverenti autori.
– Forum, per leggere gli ultimi post dalla community
Se non volete perdervi nessuna delle nostre notizie, anche tramite iPhone, iPad e Android. Basterà scaricare l’applicazione da questa pagina dedicata per seguire subito MolecularLab su Google Currents.
Cosa aspetti? Scarica subito Google Currents e accedi all’edizione di MolecularLab tramite il link: https://www.google.com/producer/editions/CAowmpTgAQ/molecularlab
In Italia, Google ha lavorato con diversi editori affinché le loro pubblicazioni fossero disponibili in Currents. Tra questi Adnkronos, La Stampa, Il Sole 24 ore, Class Editori, MolecularLab e tanti altri. La nuova applicazione è disponibile a livello internazionale in 46 lingue e si avvale del Traduttore di Google per consentire agli utenti di tradurre automaticamente le loro edizioni preferite nella propria lingua.
Il mondo della ricerca scientifica si basa su una comunicazione orizzontale delle scoperte e delle ricerche. La possibilità di avere notizie sulle ultime scoperte scientifiche, e un punto di incontro e discussione, permette di avere la possibilità di confrontarsi tra ricercatori, in modo da facilitare il proprio lavoro.
MolecularLab.it ha diversi obbiettivi:
– Fornire le ultime notizie e scoperte rilevanti in campo biotech, medico e molecolare
– Sviluppare la creazione di una comunità, consentendo l’incontro e lo scambio culturale tra ricercatori, docenti ed aziende.
– Approfondire tecniche di biologia molecolare e tecnologie cellulari con una sezione didattica orientata all’ambiente universitario, arricchita con video e animazioni interattive
In linea con questi principi MolecularLab.it offre anche sistemi innovativi di diffusione delle notizie, attraverso News Ticker per diffondere le notizie su altri siti interessati, attraverso l’RSS e le possibilità di essere aggiornati su certe categorie o argomenti, sullo stesso ordine di idee anche iCal, che permette la diffusione di appuntamenti come calendario remoto, o le integrazioni con alcuni browser.
Fondato nel 2003 da Riccardo Fallini, il suo numero di utenti è aumentato grazie anche alle numerosi caratteristiche aggiunte nel tempo, sezioni per neofiti, una community ed un forum, ed un’importante sezione News con un database di più di 7500 notizie, che associato a strumenti di personalizzazione online permettono all’utente di interagire facilmente con il sistema esplorando e conoscendo la sezione news. http://www.molecularlab.it/about/

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obesità grave: rimedi

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Vivono un decennio meno della media e costano allo Stato ottantotto miliardi di euro l’anno. Sono gli obesi italiani, circa 6.000.000, il 10% della popolazione: di questi, almeno un milione potrebbe risolvere efficacemente i propri problemi di salute con interventi di chirurgia cosiddetta bariatrica (per ottenere una forte riduzione di peso scongiurandone le ovvie conseguenze). Ma solo poco più di 7000 persone vengono operate ogni anno. La mortalità correlabile all’eccesso di peso rappresenta un serio problema di salute pubblica in Europa, dove circa il 7,7% di tutte le cause di morte è legato a questa condizione, cui viene attribuito ogni anno almeno un decesso su 13. Nel nostro Paese, dove gli obesi sono aumentati del 25% dal 1994, manca una rete di centri a cui questi pazienti possano fare riferimento per essere curati al meglio e con successo, garantendo loro una più alta qualità di vita e meno rischi per le gravi malattie, come il diabete e i disturbi cardiovascolari, che li colpiscono nel 90% dei casi. Gli esperti riuniti nel Congresso nazionale della Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche (SICOB), che si svolgerà ad Abano Terme (PD) dal 18 al 20 aprile, chiedono alle Istituzioni di intervenire quanto prima perché la chirurgia bariatrica sia considerata un’operazione salvavita, quindi un investimento e non un costo. “È dimostrato, per esempio, che entro 3 anni dall’operazione – spiega Marcello Lucchese, presidente eletto della SICOB, Direttore della chirurgia bariatrica e metabolica del Policlinico di Firenze – l’intervento chirurgico consente al Servizio Sanitario Nazionale di risparmiare grandi quantità di risorse. È stato calcolato per esempio che in una Regione come la Lombardia, potrebbero essere trattati circa 42.000 pazienti: a fronte di un esborso di circa 233 milioni di euro si riscontrerebbe un risparmio pari a quasi 330 milioni di euro. Vogliamo realizzare un network di centri qualificati dotati delle più moderne attrezzature e di personale qualificato dedicato perché queste persone possano con sicurezza rivolgersi alla struttura più vicina a casa, eliminando il fenomeno della ‘migrazione sanitaria’. Nel 2011 sono stati eseguiti nei centri censiti dalla nostra società scientifica 7214 interventi di chirurgia bariatrica (nel 2008 erano 5974): 4093 al Nord, 1983 al Centro, 880 al Sud e 258 nelle isole. La rete rappresenta un progetto virtuoso di assistenza sanitaria che valorizza le risorse regionali a esclusivo vantaggio del paziente e della comunità scientifica”.
Il metodo più diffuso per misurare l’obesità è l’indice di massa corporea, in inglese Body Mass Index (BMI), ottenuto dal peso (in kg) diviso per la statura (in metri) elevata al quadrato. Il valore limite del BMI per il sovrappeso è 25 e per l’obesità è 30, stabiliti in base al rischio di patologie associate. Un BMI superiore a 40 è indice di obesità grave. “Le nostre linee guida – sottolinea il prof. Pietro Forestieri, presidente emerito della SICOB, Direttore del Dipartimento di Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli – stabiliscono un criterio di BMI minimo (superiore a 40 Kg/m2 o compreso tra 35 e 40 Kg/m2 in presenza di almeno una comorbilità), al di sotto del quale la terapia chirurgica non dovrebbe, in linea di massima, essere presa in considerazione, salvo casi eccezionali ed in Centri multidiscipilinari ad elevati volumi di attività che possano garantire trial clinici controllati. Purtroppo esiste una notevole diversità di trattamento economico tra le varie Regioni e, in genere, gli interventi sono sottopagati. L’attuale sistema dei DRG (il rimborso dei ricoveri ospedalieri) è, nella gran parte dei casi, non solo non remunerativo ma, spesso, non riesce nemmeno a coprire le spese vive dell’intervento e del ricovero. Chiediamo con forza alle Istituzioni sanitarie l’adozione di una remunerazione specifica per ogni intervento, diversificata sulla base dei costi diretti e indiretti, estremamente variabili e facilmente documentabili”. L’aspettativa di vita nella popolazione severamente obesa è ridotta di 9 anni nelle donne e di 12 negli uomini. Sono molteplici i problemi che i grandi obesi affrontano nella quotidianità: spaziano dall’acquisto dell’abbigliamento adatto, al salire le scale, all’uso dei servizi igienici, fino al poter entrare in un’automobile. Queste persone sono talvolta oggetto di emarginazione sociale e lavorativa. Spesso non trovano un’occupazione, ma non hanno i requisiti per essere considerati invalidi a causa di normative che appaiono anacronistiche. Vi sono casi di giovani che pesano oltre 150 kg, malati obiettivamente, non ritenuti invalidi, ma nemmeno protetti né aiutati socialmente in alcun modo. “A determinare una condizione di obesità – continua il prof. Lucchese – possono contribuire fattori genetici, endocrini e metabolici, ma sicuramente la causa principale è un’eccessiva introduzione di cibo altamente energetico per errate abitudini ambientali o per un disturbo del comportamento alimentare su base psicologica unita ad una carenza di attività fisica che diviene poi, con l’aumentare del peso, sempre più difficile. La frequenza statistica di incidenza dell’obesità in Italia è quasi sovrapponibile a quella degli Stati Uniti. Negli ospedali dovrebbero esserci bilance capaci di misurare oltre i 140 kg e le apparecchiature per la TAC o la risonanza magnetica dovrebbero poter accogliere utenti di peso molto elevato o fuori misura, cosa che al momento non è possibile, anche se il diritto alla salute deve essere garantito a tutti, anche alle minoranze. Di solito l’apparecchio per la TAC può sopportare un peso fino a 150 kg e quello per la risonanza magnetica è troppo stretto per rischiare di farvi entrare un grave obeso”. Oggi in Italia, nella popolazione adulta, la percentuale di persone in sovrappeso è pari al 36,6% (maschi 45,6%; femmine 28,1%), mentre gli obesi sono il 10,6% (uomini 11,6%; donne 9,5%). “Questi dati sono in preoccupante aumento – conclude il prof. Nicola Basso, presidente uscente SICOB, Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale dell’Università Umberto I di Roma -. Per poter entrare nella rete ogni centro dovrebbe eseguire ogni anno almeno 150 interventi e garantire l’assistenza di un’equipe multidisciplinare, con adeguati mezzi per seguire i pazienti anche nella fase post-chirurgica, particolarmente complessa. Attualmente nel nostro Paese circa 100 strutture rispondono a questi requisiti ma non fanno parte di un network. Grazie alla rete potremmo operare un maggior numero di persone. Esiste infatti un enorme divario tra domanda ed offerta di terapia, a cui si somma un atteggiamento da parte di alcune Regioni di ostacolo alle richieste di aumento dell’attività chirurgica. È necessario cambiare la percezione del nostro operato da parte dei cittadini: non stiamo parlando di interventi estetici ma di una chirurgia potenzialmente salvavita per un milione di italiani”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lobbying in Brussels

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Wikimania 2009, results of the discussion abou...

Wikimania 2009, results of the discussion about possible contents of european lobbying (Photo credit: Wikipedia)

Brussels, 4 th – 8th June 2012 Brussels is the lobbying capital of Europe where more than 2,600 groups represent European, national and regional interests and over 15,000 professionals seek to influence the EU legislative procedure in the field of economy, human rights, justice, environment and so on. Indeed, European decision-making process is the outcome of a dynamic interaction and dialogue between Institutions and lobby organizations. The Belgian-Italian Chamber of Commerce, settled in Brussels, wants to share its long time experience on European affairs in providing the training course on “EU lobbying – Skills and Strategies”, tailored for those who wish to obtain and improve specific abilities to lobby EU Institutions. Focusing on the in-depth study of their organizations, strategies and actions, the course aims to discover the European lobbying environment. Particular attention will be given to improve specific skills in negotiation and communication tools and to learn how to develop a successful lobbying campaign.
The five-day program, from 4th to 8th June 2012, is divided between theoretical lectures and practical laboratories based on team groups and it is taught in English by an international team of professionals and lobbyists. At the end of the course, participants will benefit of three months of free consultancy on lobbying activities offered by the European Desk of the Belgian-Italian Chamber of Commerce. Enrolments in the course are now open until 11th May 2012

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New EU index of labour market trends

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Policy makers, analysts, traders and businesses frequently need to understand the complex dynamics of national labour markets. However, up to now this has meant looking at a number of statistics that only partially tell the story. Launched today, the new labour market index (LMI) from the Federation of European Employers (FedEE) finally provides a composite measure that shows how well such markets are working. FedEE’s new labour market index (LMI) measures the degree of health of an economy by analysing the relationship between labour demand and supply, adjusted by real labour costs per unit of output, conventionally used as an indicator of economic competitiveness. To view the latest LMI graph please visit http://www.fedee.com In the EU27 as a whole the labour market was expanding throughout 2010. However, the trend has been downward since Q2 2011 – mainly due to the rise of real earnings relative to production. FedEE is currently closely monitoring both Germany and Spain. Germany is the largest national economy in the EU and Spain the largest of the most troubled Eurozone countries. The German index began 2010 well above the EU27 benchmark and continued to rise throughout 2010-12, with all variables performing better than EU averages. Moreover, as the log-plot reveals, it has grown at an approximately constant rate, except for the marked deceleration of Q2 2011. By contrast, Spain’s labour market index began 2010 well below the EU-average level and has continued to deteriorate over the entire period. In more detail, as the log-plot highlights, the Spanish index was characterised by the alternation of periods of quasi-zero growth and periods of substantial negative growth rate, such as in Q2 2010 and Q4 2011. This would appear to be primarily due to its poorly-performing industrial sector leading to a sustained decrease in labour demand. This trend was not being driven by a strong surge in real labour costs – as Spanish labour cost and consumer price movements have been generally in line with EU averages.
Speaking at the launch of the new index today Robin Chater, Secretary-General of the Federation of European Employers (FedEE), said “Looking at unemployment rates alone can often be highly misleading as there is often a lag between job affordability (real labour costs per unit of output) job creation and the filling of new vacancies. The index shows how these fundamentals come together into a true swing of supply and demand. We plan to increase the range of countries covered by the index – but at the outset we thought it would be helpful to focus on two national marketplaces and reveal just how much the Spanish labour market is in an ongoing state of collapse.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sussidio di disoccupazione per i lavoratori autonomi

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Novità per l’Italia Il regolamento si concentra anche sulla situazione dei lavoratori autonomi transfrontalieri (un lavoratore che fa ritorno al suo paese natale almeno una volta la settimana) per quanto riguarda l’accesso alle prestazioni di disoccupazione. In Italia, un sussidio di disoccupazione per i lavoratori autonomi non è previsto. Tuttavia secondo il testo, un lavoratore autonomo che lavora in un paese dell’UE diverso da quello d’origine, dove paga i contributi necessari al sussidio di disoccupazione, e che ritorna nel proprio paese, dove un simile sostegno finanziario non è previsto, avrebbe il diritto a ricevere ugualmente il sussidio, pagato dall’ultimo paese dove ha esercitato la sua attività. Tale provvedimento si applicherebbe dunque all’Italia.
In seguito a una discussione che dura da oltre un anno, il 1° dicembre 2011 il Consiglio ha approvato, a maggioranza qualificata, un approccio generale per modificare i regolamenti 883/2004 e 987/2009. Il Parlamento ha incluso la posizione del Consiglio negli emendamenti approvati, al fine di ottenere un accordo in prima lettura.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maggiore protezione sociale per personale di volo e lavoratori transfrontalieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Hostess, steward e piloti saranno soggetti alle norme di sicurezza sociale del paese dove abitualmente cominciano e terminano la loro giornata lavorativa, secondo le nuove regole dell’UE sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale adottate mercoledì. Il regolamento sottolinea il diritto al sussidio di disoccupazione per i lavoratori autonomi transfrontalieri.”Le nuove regole miglioreranno il funzionamento del mercato unico rafforzando la protezione sociale di numerosi lavoratori mobili nell’UE, come il personale di volo e i lavoratori autonomi transfrontalieri”, ha dichiarato Milan Cabrnoch (ECR, CZ), relatore del provvedimento. La risoluzione legislativa è stata adottata con 540 voti in favore, 19 contro e 30 astensioni.
Il nuovo regolamento introduce il concetto di “base di servizio”, con lo scopo di garantire al personale di volo accesso ai diritti di sicurezza sociale. La base di servizio è il luogo dove i piloti e i membri d’equipaggio “solitamente iniziano e concludono un periodo di servizio” e “nel quale l’operatore non è responsabile della fornitura dell’alloggio al membro d’equipaggio interessato”.Finora, scappatoie legali nella legislazione europea hanno consentito ad alcune compagnie aeree low cost di applicare sistemi di sicurezza sociale il meno onerosi possibile, indipendentemente dalla base di servizio del membro d’equipaggio.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »