Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Reti sociali: i motori dell’e-commerce in Cina

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2012

Kampung Cina #4

Kampung Cina #4 (Photo credit: chooyutshing)

Le reti sociali sono qualcosa di relativamente nuovo in Cina e il numero degli utenti cinesi sta crescendo a ritmo velocissimo. Nel 2011, la metà degli utenti Internet in Cina hanno frequentato piattaforme di reti sociali, per un totale di 257 milioni di cinesi. Nel 2014, si prevede che il numero raggiunga i due terzi della popolazione totale che utilizza Internet, toccando i 415 milioni di cinesi. (Fonte: emarketer.com)L’aspetto sociale ha in Cina un ruolo importante nel processo d’acquisto come in nessun altro posto del mondo. Infatti, i consumatori cinesi sono quelli che più fanno uso delle reti sociali, soprattutto quando si tratta di comprare online. Gli acquirenti cinesi sono quelli che quasi sicuramente controlleranno online le raccomandazioni sul prodotto, scriveranno commenti o leggeranno quelli degli altri. Il 40% degli acquirenti cinesi online leggono e pubblicano commenti sui prodotti. La ragione principale per cui lo fanno è che i clienti cinesi sono preoccupati di dover effettuare il pagamento online e riluttanti a fidarsi dei venditori e dei loro messaggi promozionali. Quindi, si affidano ai commenti lasciati da altri clienti online sui siti o, ancora meglio a: opinioni e raccomandazioni di amici attraverso le reti sociali. Le opinioni positive di amici sono il mezzo più potente per diminuire la loro sfiducia verso un venditore online. Per quanto riguarda l’e-commerce del lusso, le reti sociali sono usate più come un modo per tenersi aggiornati sulle ultime mode. Il 70% degli acquirenti online di prodotti di lusso in Cina ammette di collegarsi ogni mese per controllare i nuovi marchi e le nuove mode. Le reti sociali offrono un nuovo modo per entrare in contatto con i consumatori online, ma i marchi occidentali dovrebbero tenere conto del fatto che l’ecosistema sociale online cinese è totalmente diverso. Reti sociali popolari in occidente come Facebook, Twitter o piattaforme video come YouTube sono bloccate in Cina. Nessuna società di comunicazione internazionale riveste un importante ruolo in Cina. Il panorama digitale cinese è frenetico e locale. Le reti sociali sono dominate da diverse piattaforme di micro-blogging come Sina Weibo, piattaforme di messaggeria istantanea come Tencent QQ, piattaforme video come Youku e diverse altre piattaforme sociali che attraggono gente diversa. Kaixin001.com punta agli impiegati, Renren.com si rivolge agli studenti, Douban.com a gente più artistica e letteraria, Qzone.qq.com a giovani adulti, e molte altre piattaforme mirano ad altri segmenti. Questo paesaggio richiede delle strategie di marketing locali digitali.
Quindi da cosa potrebbero trarre vantaggio i marchi occidentali dalla crescente evoluzione sociale in Cina?
“Per trarre vantaggio dall’e-commerce in Cina, i marchi occidenali devono assicurare la propria presenza su siti locali cinesi, come Sina Weibo, Tencent QQ o Ren Ren,” afferma Allen Yang, Amministratore Delegato di VIPStore, la piattaforma di vendite private di lusso online di maggiore importanza. “VIPStore si affida a una forte rete di relazioni con siti cinesi per assicurarsi una grande promozione di marchi europei. Usiamo attivamente Sina Weibo per far conoscere ai consumatori la storia e la cultura dei marchi che vendiamo. La nostra strategia sociale non è solo pubblicitaria, ma cerchiamo anche di coinvolgere attivamente il nostro pubblico. In questo contesto, VIPStore ha stretto una collaborazione con il sito P1.cn, una community online esclusiva e di alto livello. Gli acquisti fatti su VIPStore vengono mostrati sul profilo P1 della persona. Questo permette agli amici di fare commenti sull’acquisto, parlare di altri, oltre che di promuovere VIPStore al suo pubblico: gli influenzatori online più importanti” dice Allen Yang. Con le reti sociali, i clienti stessi diventano la più potente fonte di informazione. I marchi occidentali di lusso dovrebbero concentrare i loro sforzi sul raggiungere gli opinionisti cinesi e creare community online sul proprio marchio. Gli utenti internet promuovono un marchio in Cina in un modo che è migliaia di volte più efficace dei canali pubblicitari online e offline classici.(Marie Mure-Ravaud)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: