Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 21 aprile 2012

Record Fuel Prices Lead Van Drivers to Seek Lower Insurance to Minimise Costs

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Lloyds Building, Lime Street, London, England

Lloyds Building, Lime Street, London, England (Photo credit: Wikipedia)

London (PRNewswire) With average petrol prices rising above 140p per litre and diesel at a record high, van drivers are being stretched to the limit with monthly running costs. Some have been trying to offset the fuel costs by saving on their insurance premiums, visiting price comparison websites such as comparethemarket.com to look for cheaper van insurance.The average price for petrol has reached 140.2p a litre while diesel has hit a new record of 146.72p. Petrol has increased in price by nearly 8p since the beginning of the year and experts warn that the trend shows no sign of slowing. David Jackson, Director of Insurance Partnerships at comparethemarket.com said: “While drivers can do little to save on fuel costs, they could potentially look at other ways to reduce the overall cost of driving and offset the fuel price rises. comparethemarket.com offers a quick and simple way to compare van insurance and could help drivers to find a better deal than they are currently paying. By switching to another provider, van drivers could make significant savings.” Specialising in more than just van insurance, comparethemarket.com provides customers with an easy way to find the right deal on a wide range of insurance and financial products including home insurance, car insurance, bike insurance, life insurance, pet insurance and credit cards. It also offers comparisons for a range of household utilities including electricity, gas, phone, broadband and digital TV.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mt. Lushan: Pilgrims’ Journey on the Great Mountain with Significance for Man

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Lu Shan, Jiangxi, China

Lu Shan, Jiangxi, China (Photo credit: Wikipedia)

Lushan, China, (PRNewswire) A major relicious event “Pilgrims’ Journey on the Great Mountain with Significance for Man – A Blessing Tour”, hosted by Lushan Tourism Co., Ltd. was held on Lushan Mountain April 14 – April 15, 2012. A warm welcome ceremony was held at the mountain resort’s Beishan Gate, and a press conference with more than thirty media agencies from across five provinces (Jiangsu, Hunan, Hubei, Anhui and Jiangxi). Then, a prayer ceremony was held at Lushan Five Religions Blessing Cultural Park, and leaders from several areas with religious significance gave welcome speeches. The next morning, another welcome event was held in Xiufeng Peak.
Mt. Lushan is known as a place of harmony and gathering point for five of the world’s great religions. The Journey thoroughly embodies the spirit of the religious experience and rich expression of Chinese culture. The Lushan Tourism enthusiasticly organized activities bringing together natural, religious, historical and cultural references. The tour included an intensive look at the history of the religions, tracing to the original sages and wise men and paying homage to holy sites while praying for good health and safety.
More than 3,000 guests registered via a participating travel agency. They explored the great temples and the holy sites that tell the development of the Chinese version of Buddhism, and the home of Pure Land Buddhism, China’s most popular form of the religion. They then visited Xiufeng Peak for the most exquisite natural scenery in the region known as a favorite gathering place of ancient and contemporary Chinese poets, artists and scholars. The pilgrims took a moment to appreciate the unique time in history when Chinese and western cultures collided and profited from the exchanges. Lastly they experienced beauty and harmony in Five Religions Park. Lushan Tourism hopes that every guest was able to have a real opportunity to express their thanks for the beauty of life as they bring their blessings bring back to their hometowns.
Of special significance was the blessing tour and the Life Free Pond inauguration ceremony, held at the Five Religions Park with inspiring speeches, a ribbon cutting ceremony, a period of prayer, the symbollic blessing event where captive fish and birds are set free, receiving of prayer knots, and ringing the bell for blessings. (Lei Chen)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

KidZania’s Global Youth Unite to Create a Greener, Cleaner, Healthier Planet

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Construction in Mexico City

Construction in Mexico City (Photo credit: Wikipedia)

Mexico City, (PRNewswire) KidZania, a global leader in children’s edutainment, today unveiled the Greener World Pledge, a formal online commitment to a healthier planet – uniting the world’s children. The Pledge was created using ideas submitted by kids from around the globe and is a key component of KidZ for a Greener World campaign, a multi-month, global celebration to amplify the importance of environmental stewardship and encourage kids to imagine, create, and unite for a Greener World. To view the multimedia assets associated with this release, please click: http://www.multivu.com/mnr/54848-kidzania-eco-friendly-nation-kidz-for-a-greener-world-earth-day-pledge KidZ for a Greener World, which launched on April 1, was born from the company’s mission to help kids create a better world. The program includes activities at KidZania’s 9 edutainment theme parks across the globe and rallies around two global celebrations: Earth Day (April 22) and World Environment Day (June 5). KidZania will collect pledge signatures in-park and online until June 5, when the global tally will be announced. KidZania believes that children can have a positive impact on the Earth no matter their age. As a global brand that inspires and empowers kids to be their best selves, KidZania invites kids to share their thoughts on how to take care of the earth. The Greener World Pledge represents a collection of the most practical and achievable ideas culled from kids from around the world, including: pick up stray trash, use both sides of the paper, turn off lights, and take shorter showers, among others.
“KidZ for a Greener World is helping to spark a global conversation among kids about the health of our planet, which transcends geographic boundaries and cultures,” said Xavier Lopez Ancona, president and founder of KidZania. “By signing the Greener World Pledge, we believe children will be inspired to make conscientious choices everyday to protect the world around them.” In celebration of Earth Day, KidZania has also created a video montage to showcase the best environmental ideas spotlighted in the Greener World pledge, which can be viewed at http://www.youtube.com/kidzania.
About KidZaniaMore than a children’s museum or family entertainment center, KidZania combines role playing with real life experience in a kid-sized city. From police officer to dentist to restaurateur, each KidZania offers nearly 100 role-playing activities in more than 60 establishments including a hospital, fire station, bank, radio station and more. KidZania’s kid-centric city experience is designed to educate, inspire and entertain 4- to 14-year olds.
KidZania, Inc., headquartered in Mexico, is privately held. This award-winning concept is recognized globally for its unique blend of entertainment and education for children. The first KidZania opened in Mexico City in 1999 and to date more than 20 million kids and parents have visited the nine KidZania parks globally. The trajectory continues with 13 facilities in development in the United Kingdom, United States, Brazil, Chile, Cairo and Thailand, among other locations. For more information about KidZania, visit http://www.KidZania.com, on Facebook at facebook.com/KidZaniaOfficial, or Twitter @KidZania.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Palazzo Quirinale: concerto e cambio della guardia

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Italiano: Roma - Palazzo del Quirinale

Italiano: Roma - Palazzo del Quirinale (Photo credit: Wikipedia)

Roma 22 aprile 2012, in occasione della XIV edizione della “Settimana della Cultura”, sarà consentito dalle ore 8.30 alle ore 12.00 l’accesso gratuito al Palazzo del Quirinale. Nella Cappella Paolina, alle ore 11.50, si svolgerà un concerto di Susanna Rigacci, soprano, Mario Ancillotti, flauto, Claude Hauri, violoncello e Simone Soldati, pianoforte, con il seguente programma:Claude Debussy: Six Épigraphes Antiques per flauto e pianoforte (1914);Claude Debussy: Trois poèmes de Stéphane Mallarmè per soprano e pianoforte (1913);Claude Debussy: Sonata per violoncello e pianoforte in re minore (1915);Maurice Ravel: Chansons Madécasses per voce, flauto, violoncello e pianoforte (1925-26).Il concerto sarà trasmesso in diretta da Rai Radio 3.Nel pomeriggio alle ore 16.00 si terrà il tradizionale cambio della Guardia d’Onore al Palazzo del Quirinale, al termine del quale la Banda dell’Aeronautica Militare eseguirà un concerto di cui si indica il programma:C. Walter: Neige d’avril;J. Fucik: Florentiner march;A. Ponchielli: Viva l’esposizione di Cremona;G. Rossini: Guglielmo Tell;A. Di Miniello: Ordinanza A. M.Roma, 20 aprile 2012elementi correlati Documento in formato PDF

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

ENPI: Unione europea primo motore della crescita

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Nel 2011 l’Unione europea si è confermato il maggior donatore mondiale finanziando la metà delle donazioni ufficiali, come riportato dall’OCSE. “Nonostante la crisi – ha commentato il commissario europeo per lo sviluppo Andris Piebalgs – l’Europa afferma la sua solidarietà verso i più poveri. Negli ultimi dieci anni la Comunità europea ha salvato milioni di vite. Lo sviluppo di questi finanziamenti servirà a rendere il mondo più sicuro e prosperoso negli anni futuri”. Rispetto al 2010 gli aiuti ufficiali sono diminuiti di 500 milioni di euro che ha visto la soglia passare dallo 0.44% allo 0.42% del PIL. Alcuni stati – come Svezia, Danimarca e Lussemburgo – confermano l’1% del proprio PIL. Altri Stati membri – come la Gran Bretagna – sono orientati a raggiungere lo 0.7%. Altri ancora – come Belgio, Finlandia e Irlanda – viaggiano si attestano sullo 0.51% del PIL. Italia e Germania stanno facendo passi da gigante con una stima generale prevista pari allo 0,7% nel 2015.(fonte aiccre) (Valeriano Valerio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decades of putting environmental ideology ahead of human interests

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Washington – Millions of environmental activists will gather this Sunday to celebrate Earth Day, an event organizers claim is “widely credited with launching the modern environmental movement.” Earth Day comes on the back of moves by Greenpeace and the Sierra Club to destroy the U.S. coal industry, a source of energy for almost half of Americans and income for almost 100,000. “Earth Day is not some benign gathering of green groups who go to sleep for the other 364 days of the year. It is, in fact, an environmental crusade now into its fifth decade focused on revolutionizing the global economy from one of free market prosperity to one of central planning, failure, and misery. Just look at what the greens are doing targeting the coal industry. A recent report from the National Economic Research Associates (NERA) discovered that current EPA regulations alone will see electricity rates soar by 23 percent in some parts of the country. The cost of Greenpeace and the Sierra Club’s policy measures would kill the economy. As the rest of us work to make the U.S. economy more competitive and amenable to job creation, the greens will truly show where their loyalties lie on Earth Day,” said Andrew Langer, director of the Consumers Alliance for Global Prosperity. “For some reason groups like Greenpeace and the Sierra Club deem it necessary to see families already hard-up from the sluggish economy to pay yet more to heat their homes and run their small business. But it’s not just the coal industry that’s under perpetual threat. The very same groups pushing for unreasonable reductions in energy consumption have also been on the offensive against paper manufacturers and their retailers at both home and abroad. Just in the past few months, WWF and Greenpeace have coerced leading retailers from Safeway and Danone into exclusively sourcing products certified by the Forest Stewardship Council (FSC), a non-transparent certification scheme that raises costs for American consumers. Again, WWF and Greenpeace have put their own ideological agenda ahead of the well-being and livelihoods of people across this entire country.”
Earth Day takes place this Sunday, April 22, a date that happens to fall on the birth of Soviet revolutionary and tyrant Vladimir Ilyich Lenin. The initiative was founded by radical greens in 1970 who sought to build on their successes after seeing the passage of the Clean Air Act, Clean Water Act and the Endangered Species Act. The U.S. government, through the Department of Energy, Department of Agriculture, Peace Corps, and NASA is listed as a “Partner.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti a lezione di biologia

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Chieti 21 aprile, presso il laboratorio dell’unità operativa di Anatomia patologica dell’ospedale “Santissima Annunziata” visita che una seconda classe della scuola media “Filippo Masci” di Francavilla al Mare per passare dalla biologia scolastica, fatta di libri e teoria, a quella applicata, utilizzata quotidianamente da medici e ricercatori per curare le malattie e dare risposte alle necessità dei pazienti. Ai ragazzi, accompagnati da due insegnanti, sarà illustrata l’organizzazione e il funzionamento dell’unità operativa di Anatomia patologica, a partire dalle sue funzioni e peculiarità fino all’osservazione al microscopio di cellule e tessuti, sia sani sia patologici, introducendo anche alcuni concetti di patologia molecolare.
La visita presso il “Santissima Annunziata” chiude il percorso di studio effettuato dagli studenti della scuola media “Filippo Masci” dedicato alle scienze biologiche e, in particolare, alle cellule e ai tessuti. La finalità è quella di far crescere sempre di più nei ragazzi l’interesse per la scienza e la medicina, mostrando loro, inoltre, che nella sanità pubblica ci sono tante eccellenze, spesso poco conosciute, che ogni giorno svolgono silenziosamente il loro preziosissimo lavoro.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lavoro giovanile

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

“Se anche i giovani smettono di cercare lavoro vuol dire che siamo proprio arrivati alla frutta”.
Così il segretario confederale dell’Ugl, Paolo Varesi, commenta i dati diffusi oggi dall’Istat, evidenziando come “l’aumento sproporzionato degli scoraggiati è lo specchio di un Paese che sta rischiando seriamente di non avere più la forza, e la volontà, di superare la crisi. Se tra i giovani questo problema nasce dalla mancanza di stabilità, dalla reiterazione di contratti precari o, peggio, dal lavoro in nero, e nelle donne dalla necessità, soprattutto nel Sud, di accudire altri membri della famiglia risparmiando sulle spese per l’assistenza domiciliare, negli uomini con un’esperienza lavorativa lunga è ipotizzabile che lo scoramento nasca dalle difficoltà di ricollocazione professionale, in particolare quando l’età pensionabile è sempre più lontana, come accaduto per la classe 1952”.“In questo quadro – prosegue il sindacalista – non è certamente l’articolo 18 il problema. Lo sono, piuttosto, la mancanza di una seria politica industriale che promuova investimenti e nuovi posti di lavoro stabili, la mancata riforma del sistema fiscale a vantaggio dei più deboli, l’assenza di sinergia fra scuola e professioni, le risorse scarse destinate alla formazione per il reinserimento. La riforma del Lavoro recentemente varata dal Governo – conclude il sindacalista – è un’occasione mancata per individuare risposte ai veri problemi del nostro Paese”

.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La riforma della politica agricola UE deve mirare alla difesa della biodiversità

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

La preservazione della biodiversità e degli ecosistemi dovrebbe essere una delle principali priorità politiche dell’UE, afferma il Parlamento in una risoluzione approvata venerdì. Poiché l’Unione non è riuscita a raggiungere gli obiettivi 2012 sulla biodiversità, i deputati chiedono che tutte le politiche comunitarie rispettino gli impegni presi in materia di biodiversità e che i sussidi che danneggiano l’ambiente siano individuati e eliminati.I deputati citano studi recenti che indicano il constante declino della biodiversità nell’UE, una perdita che ha un alto costo in termini economici. La risoluzione, approvata con 414 a favore, 55 contrari e 64 astensioni, è la risposta alla strategia sulla biodiversità 2020, presentata dalla Commissione europea nel maggio dl 2011.”I servizi che la natura ci fornisce, acqua pulita, aria pulita, suolo fertile, cibo, non sono solo cruciali per il benessere del genere umano, ma hanno anche un valore economico astronomico. Secondo gli economisti, ogni anno si perde il 3% del PIL a causa della perdita di biodiversità. Ciò costa all’EU 450 miliardi di euro anno dopo anno. Rispetto a queste cifre, investire 5,8 miliardi di euro l’anno nel progetto Natura 2000 è un affare!” ha affermato il relatore Gerben-Jan Gerbrandy (ALDE, NL).La questione principale, sostengono i deputati, non è la nuova strategia, ma le prossime riforme delle politiche agricola e di pesca e il prossimo Quadro finanziario multi annuale.
I deputati affermano che la Politica agricola comune (PAC) non è diretta solo a garantire la sicurezza alimentare e lo sviluppo rurale, ma anche la preservazione della biodiversità. Pertanto, avendo finora fallito tale obiettivo, la PAC dovrebbe ricompensare gli agricoltori che adottano tecniche di produzione più rispettose dell’ambiente.
I pagamenti della PAC, compresi quelli previsti nel 2014, dovrebbero rispettare la protezione della biodiversità e degli ecosistemi, secondo quanto propone la risoluzione, inclusi il rispetto degli habitat degli uccelli, l’utilizzo dell’acqua e dei pesticidi.Le ispezioni in loco dovrebbero essere rafforzate per garantire il rispetto delle norme ambientali e tutti i sussidi che rischiano di provocare danni all’ambiente dovrebbe essere individuati ed eliminati entro il 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento critica la decisione dell’Argentina di espropriare la YPF

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

La Commissione europea dovrebbe fare ricorso a tutti gli strumenti adeguati di risoluzione delle controversie disponibili in seno all’OMC e al G20 per rispondere alla decisione “unilaterale e arbitraria” del governo argentino di espropriare la società energetica YPF, sostiene una risoluzione adottata dal Parlamento venerdì. I deputati deplorano la decisione ed esortano Commissione e Consiglio ad adottare le misure necessarie, compresa la sospensione parziale delle preferenze tariffarie, onde evitare che si ripresentino situazioni simili.
Le autorità argentine dovrebbero “riprendere la via del dialogo e dei negoziati”, sostiene la risoluzione presentata dai gruppi PPE, S&D, ALDE, ECR e EFD, evidenziando che la decisione “unilaterale e arbitraria” del governo argentino costituisce un attacco all’esercizio della libera impresa e al principio della certezza giuridica, “causando in tal modo il deterioramento del contesto per gli investimenti delle imprese europee in Argentina”. Il testo è stato adottato con 458 voti a favore, 71 contro e 16 astensioni.
I deputati invitano il Consiglio europeo, la Commissione europea e l’Alto rappresentate per la politica estera dell’Unione Catherine Ashton a compiere ogni sforzo per difendere la presenza e gli investimenti europei nel paese sudamericano. Il Commissario per il Commercio De Gucht e l’Alto rappresentante Ashton dovrebbero inoltre “ricorrere a tutte le vie diplomatiche disponibili” per risolvere tale situazione con i loro omologhi argentini.Il Parlamento esprime profonda preoccupazione per la situazione, poiché rappresenta “un’inosservanza degli obblighi derivanti da accordi internazionali”, e mette in guardia dagli effetti negativi che simili misure possono causare, quali il disinvestimento a livello internazionale e le ripercussioni negative per l’Argentina nella comunità internazionale. Inoltre, i deputati sottolineano che la decisione riguarda una sola impresa del settore (la società energetica spagnola Repsol) e solo una parte delle sue azioni, “il che potrebbe essere considerato discriminatorio”.
Il Parlamento europeo sostiene che l’Unione europea e il Mercosur debbano affrontare le trattative in corso per un accordo di associazione in uno spirito di apertura e di fiducia reciproca. Secondo il testo approvato, decisioni come quella adottata dalle autorità argentine “possono compromettere il clima di comprensione e di amicizia necessario per raggiungere un siffatto accordo”.
Il 16 aprile il governo argentino ha annunciato la decisione di presentare al Congresso nazionale un progetto di legge inteso a convalidare l’espropriazione del 51% delle azioni della compagnia petrolifera YPF, la cui partecipazione di maggioranza è detenuta dalla società energetica spagnola Repsol. Il suddetto annuncio è stato accompagnato dall’immediata presa di controllo della sede della società da parte delle autorità del governo argentino, che hanno espulso dai locali i legittimi dirigenti e il personale designato della società in questione.
Negli ultimi mesi tale società è stata oggetto di una “campagna pubblica di diffamazione che, assieme a varie decisioni prese dalle autorità amministrative, si è tradotta nella perdita di valore delle sue azioni, con ripercussioni per tutti i suoi azionisti e le imprese ad essa associate”, sostiene il testo adottato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pacemaker gastrico

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Abano Terme (PD), È simile a quello utilizzato per il cuore, ma il nuovo peacemaker, posizionato nello stomaco di pazienti obesi, aiuta a perdere peso attraverso impulsi elettrici che provocano un senso di sazietà. Si tratta del dispositivo gastrico ‘abiliti’, presentato oggi in un simposio satellite da Thomas Horbach dell’Università di Erlangen, Norimberga, che ha avviato la prima sperimentazione clinica europea. È questa l’importante novità per i pazienti super obesi che arriva dal Congresso SICOB – SIO (Società italiana di chirurgia dell’obesità e delle malattie metaboliche Società Italiana dell’Obesità) in corso fino al 21 aprile nella città termale. “Al momento i pazienti selezionati per la sperimentazione comparativa post-marketing in Italia sono quelli con obesità di tipo due e tre, con indice di massa corporea (BMI) tra 35-50, e patologie associate, come diabete e problemi cardiocircolatori – spiega Ferruccio Santini, dell’ Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana – grazie alla sperimentazione saremo in grado di tracciare un identikit ancor più preciso del paziente che potrà sottoporsi all’impianto del dispositivo e avrà così un ulteriore opzione agli altri interventi di chirurgia bariatrica, come il by-pass gastrico o il bendaggio. La sperimentazione post marketing mette a confronto il dispositivo abiliti con la tecnica del bendaggio gastrico: il primo non impone al paziente un cambiamento drastico nell’assunzione di alimenti o bevande. Va comunque sottolineato che per calare di peso una volta impiantato il device si dovrà optare per cibi sani e dosare le porzioni. Abiliti aiuta a seguire corrette abitudini alimentari, fa avvertire prima e più a lungo la sensazione di sazietà quando il paziente mangia o beve, riducendo in tal modo la frequenza dei pasti.” Le informazioni raccolte dal ‘sensore alimenti’ forniscono un quadro completo del consumo di cibi e bevande del paziente, mentre il ‘sensore attività’ registra l’esercizio fisico e calcola le calorie bruciate. Grazie ad una semplice connessione wireless, il medico e il paziente possono analizzare i dati di consumo e attività e valutare il comportamento alla luce degli obiettivi di perdita di peso. “I dati che arrivano dalla sperimentazione Europea sono incoraggianti – ha aggiunto il Prof. Santini – dopo dodici mesi dall’impianto si è vista una riduzione nei pazienti con diabete di tipo II, ipertensione e una normalizzazione della pressione sanguigna, è stata inoltre riscontrata una miglioramento significativa nei valori del colesterolo LDL e dell’HDL nei pazienti affetti da ipercolesterolemia che hanno preso parte allo studio. Inoltre l’intervento per l’impianto del dispositivo, eseguito in laparoscopia, è breve e con minori complicanze e non costringe il paziente ad un drastico cambiamento delle proprie abitudini alimentari. In Italia la sperimentazione è già stata avviata nel nostro centro a Pisa e in altri 5 centri nell’Ospedale Regionale di Vicenza, nella Casa di Cura S. Pio X Milano, Ospedale San Luca di Torino, Casa di Cura Leonardo di Sovigliana (FI), e nell’Ospedale San Giovanni Decollato Roma. Abiliti ha ricevuto il marchio CE nell’Unione Europea è disponibile in commercio in Spagna, Germania e Regno Unito e Italia. Le sperimentazioni post-marketing del dispositivo nei confronti del bendaggio gastrico è stato condotto in 11 centri europei.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No alla scuola azienda

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

La scuola statale soffre da troppo tempo a causa delle scellerate misure adottate e dei provvedimenti inadeguati, indebolita dai tagli subiti, privata di risorse economiche ed umane tali da mettere seriamente in difficolta’ grave la sua stessa sopravvivenza. La scuola e’ stata impoverita,svilendo gli insegnanti e l’insegnamento, ed e’ stato calpestato il diritto allo studio sancito dalla nostra Costituzione. Alla scuola statale pubblica e’ stata negata la qualificazione quale “istituzione” ed e’ stata inserita tra i “servizi”.
Significativo e’ stato il cambiamento della figura del Preside sostituito dal Dirigente Scolastico il quale promuove una differente visione dell’istruzione e ne misura la qualita’ attraverso criteri di produttivita’ aziendali, senza tener conto del merito e della qualita’ didattica.Hanno tradito la finalita’ dell’istruzione che da sempre ha costituito risorsa irrinunciabile e di investimento per la crescita e la valorizzazione culturale.E’ solo attraverso l’istruzione che si raggiunge una oggettiva competitivita’ con le altre realta’ europee e internazionali.E’ stato calpestato anche il principio di uguaglianza dell’articolo 3 della Costituzione,che impone allo Stato di farsi garante della rimozione degli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la liberta’ e uguaglianza dei cittadini,impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica, e sociale del Paese.I fondi sottratti alla scuola a partire dalla finanziaria estiva, ammontano a piu’ di 8 miliardi di euro con un taglio di circa 150.000 lavoratori, insegnanti e lavoratori ATA.L’impoverimento dell’offerta formativa dell’intero sistema scolastico statale sotto gli occhi di tutti.I risultati piu’ evidenti sono stati il fenomeno delle classi sovraffollate per effetto dei tagli effettuati sul numero dei docenti, la riduzione del tempo pieno quando addirittura non piu’ garantito, la sparizione delle compresenze nella scuola primaria, che era un punto di eccellenza, la sparizione dell’insegnante specifico all’insegnamento della lingua inglese, gli accorpamenti delle discipline scolastiche, di intere classi e pure di intere scuole, la drastica riduzione delle ore destinate al sostegno per i bambini che ne hanno diritto.Le diverse figure all’interno del sistema scolastico hanno perso la loro identita’.Se il Preside e’ diventato Dirigente Scolastico ed e’ paragonabile a un dirigente d’Azienda, lo studente viene privato di un diritto e messo sullo stesso piano di un cliente, privandolo della necessaria acquisizione delle potenzialita’; scolastiche in cambio di un non meglio definito successo formativo che si traduce nel concetto di promozione = soddisfazione senza alcuna relazione con la valorizzazione del sapere.Democrazia Atea non dimentica che il compito della nostra istruzione deve essere determinata dalla capacita’ nell’accogliere le sfide future formando cittadini piu’ consapevoli e meritori, maggiormente capaci di emergere, promuovendo il progresso della nostra societa’.
La figura dell’insegnante e’ stata paragonata, non a caso,a quella di un impiegato che,a sua volta, e’ stato denigrato come fannullone o come privilegiato.L’insegnante e’ stato obbligato ad assolvere compiti di tipo burocratico, distogliendolo dalla sua funzione prioritaria, negandogli il giusto riconoscimento e una collocazione adeguata.I finanziamenti pubblici alla scuola sono in costante calo e ad oggi risultano circa il 4% del Pil, mentre nella media Europea si collocano intorno al 6%.La proposta di legge Aprea,e’ rimasta finora in stand by ma risalente al 2008, rischia di diventare legge dello Stato e se verra’ approvata e applicata, andra’ ad aggravare una situazione di per se’ gia’ grave; critica, introducendo gravi vizi di incostituzionalita’.Ci sono precari che lavorano nella scuola da anni, alcuni da decenni, lavorando come gli altri ma non guadagnando come gli altri, con contratti che non riconoscono pari diritti a fronte di identiche prestazioni lavorative.L’Europa e’ gia’ intervenuta stabilendo che quando i contratti superano i tre anni consecutivi, sono illegali e danno diritto ad un risarcimento.Nel modello scolastico che si propone, una subdola forma di distruzione e demolizione si attuera’ consentendo di accettare finanziamenti da parte di privati ( singoli cittadini o associazione di cittadini, fondazioni, associazioni di genitori, organizzazioni no profit).In questo modo si distrugge definitivamente la dimensione pubblica dell’istruzione facendo entrare i rappresentanti dei finanziatori privati nel cuore della gestione delle scelte didattiche, formative ed economiche, attraverso lo strumento chiamato in maniera paradossale “Consiglio dell’Autonomia”, proprio perche’ la scuola ad essere privata di una autonomia che viene trasferita ad un vero e prorio “Consiglio di Amministrazione”.Non sono state specificate le modalita’ e i criteri di scelta, e il Consiglio dell’Autonomia prenderebbe il posto dell’attuale Consiglio di Istituto con l’eliminazione dei rappresentanti ATA Ingerenze del tutto inaccettabile per una prerogativa statale di primaria importanza come l’istruzione pubblica. Verrebbe inoltre eliminata l’attuale funzione filtro del Collegio docenti, formato da tutti gli insegnanti. Si prevede la creazione di uno Stato autonomo per ogni scuola che determinera’ differenziazioni tra scuola e scuola, anche in materia di regole di gestione e organizzazione.Si introduce l’autovalutazione per la qualita’ complessiva attraverso un membro esterno che potra’ essere diverso da scuola a scuola,selezionato su indicazione del dirigente scolastico e questa scelta verrebbe subordinata a criteri personali.E’ evidente il danno enorme che subirebbe la scuola Statale venendo meno il principio di dipendenza da un sistema nazionale secondo il quale finora le scuole non hanno potuto decidere autonomamente su questioni importanti quali l’organizzazione, la scelta degli organici, gli ordinamenti, fino alla chiamata diretta dei Dirigenti Scolastici, come gia’ avviene in Lombardia.Questo modello di scuola vogliono estenderlo a tutta Italia.Non possiamo consentirlo.La scuola pubblica e’ per tutti e di tutti. (Elisa de Lucia)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Creazione federazione arti marziali

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Mixed Martial Arts Takedown Attempt

Mixed Martial Arts Takedown Attempt (Photo credit: fightlaunch)

Las Vegas, NV – The Ultimate Fighting Championship®, organizzazione leader delle arti marziali (MMA), celebra con grande entusiasmo la creazione della nuova Federazione Internazionale delle Arti Marziali Miste (IMMAF).La UFC® supporta con tutto il cuore questa nuova iniziativa ed il suo leader e presidente August Wallén, che darà inizio alla prima fase di crescita concreta della Federazione. Lorenzo Fertitta, Presidente e Amministratore Delegato della UFC, nonché promotore in prima persona della crescita della UFC, afferma che questo è il momento giusto per la nascita della federazione “In questo momento lo sport sta avendo una crescita esponenziale e la creazione di una federazione globale è la scelta migliore per ottimizzare le opportunità del momento in risorse e sviluppando la parte amatoriale dello sport. Avere un’organizzazione che supervisiona ed aiuta a costruire le basi di questo sport a livello globale aiuterà a migliorare le regole sulla sicurezza e aiuterà a creare un modello globale da usare per entrare in nuovi mercati. È uno dei primi passi pieni di speranza verso il tanto atteso desiderio di vedere le MMA diventare uno sport olimpico.”“Aspettavamo da tempo la creazione di questa organizzazione” afferma Marc Ratner, Senior Vice President of Government and Regulatory Affairs. “Le arti marziali miste sono cresciute in tutto il mondo in maniera esponenziale e vogliamo dare il massimo supporto alla federazione focalizzata nel creare una serie di regole per la sicurezza dei fighter. Sono molte le difficoltà che si affrontano nella creazione di un’organizzazione internazionale ma sono sicuro che le soddisfazioni compenseranno le difficoltà di questo lungo percorso.”Da molto tempo la UFC segue con impegno la crescita e lo sviluppo della arti marziali miste. Gli eventi della UFC sono visti da un miliardo di famiglie grazie alla capillare distribuzione televisiva tradotta in 20 lingue in più di 150 nazioni in tutto il mondo e 30 sono gli eventi live trasmessi ogni anno in tv che aiutano nello sviluppo e nella crescita dello sport in nuove culture.La creazione della IMMAF favorirà inoltre lo sviluppo della sport a livello amatoriale rafforzando il lavoro svolto già in passato dalla UFC e dalla altre organizzazioni internazionali MMA, concretizzando ancora di più la legittimità e l’integrità dello sport. Per saperne di più sulla nuova federazione IMMAF visita http://www.immaf.org.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Paolo I

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

A cent’anni dalla nascita, esce la biografia completa e documentata su Albino Luciani, diventato “il papa dei trentatré giorni” con il nome di Giovanni Paolo I. Dalla nascita nel 1912 alla vigilia della Grande Guerra, sino all’addio avvolto nel mistero la notte del 28 settembre 1978, viene ripercorsa l’intera vita del terzo patriarca di Venezia del Novecento salito sulla cattedra di Pietro. L’autore ha valorizzato fonti scritte note e inedite, fino ai ricordi più attendibili degli ultimi testimoni. di Marco Roncalli Edizioni San Paolo
736 pagine € 34,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le stagioni della famiglia

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Pensatore di stampo agostiniano, Benedetto XVI ha una visione della famiglia saldamente ancorata alle stagioni della vita. Luogo di accoglienza nell’infanzia, sostegno negli anni della crescita e palestra dove gli uomini imparano l’amore. Da qui essi partono per formare a loro volta nuove famiglie e dare così continuità alla vita.
La sfida del papa è che l’amore si apprende. Per questo la società che protegge la famiglia sostiene l’armonia sociale, guarda al proprio futuro e favorisce la pace tra gli uomini di Benedetto XVI Edizioni San Paolo 224 pagine € 16,00 (l’amore si apprende)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aristolochia nefrotossica: a rischio l’uso tradizionale

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Aristolochia pistolochia flowers

Aristolochia pistolochia flowers (Photo credit: Wikipedia)

L’Aristolochia è una pianta medicinale, utilizzata da secoli nella medicina tradizionale asiatica come dimagrante, antidolorifico per le articolazioni, e per alleviare i disturbi di stomaco. Contiene però acido aristolochico, un potente

carcinogeno per l’uomo, probabile fattore eziologico della nefropatia endemica dei Balcani. Le ricerche più recenti sembrano evidenziare un legame tra concentrazioni tossiche di acido aristolochico, insufficienza renale e carcinoma uroteliale del tratto urinario superiore. L’azi one tossica si esplica attraverso la reazione con il Dna a formare complessi aristolattame-Dna che si concentrano nella corteccia renale, con lesioni tipiche, e nell’urotelio dove danno origine a una specifica mutazione nel gene oncosoppressore TP53. Inseguendo queste tracce alcuni ricercatori di Taiwan hanno analizzato 151 pazienti con cancro del tratto urinario superiore: l’83% di essi riportava la firma del gene TP53 mutato. In Thailandia almeno un terzo della popolazione ha fatto uso di derivati dell’aristolochia negli ultimi anni e i tassi di cancro renale e carcinoma del tratto urinario superiore sono 4 volte più elevati di quelli dei Paesi occidentali. I risultati di questa ricerca pongono quindi un problema di sanità pubblica, non solo a Taiwan, ma anche in Cina, dove l’impiego di derivati della pianta in questione è molto diffuso, e controllarne la composizione in principi attivi e difficile.(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tre metri sotto terra

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Sono sfrecciati sotto i suoi occhi, Silvia e quell’africano che non parla l’italiano ma si vede che si fa capire bene quando vuole. Silvia, la sua Silvia, che mangia i nachos a bocca aperta. Lei che gli aveva promesso amore eterno, su quella Lancia Delta integrale rossa a ottanta all’ora, sotto il suo naso. E per lui è come morire. Tramortito, battuto, la rabbia callosa sotto il sole di settembre e il coma metabolico che lo trascinano in letargo per sei mesi. È primavera quando resuscita, e sono cambiate molte cose. Ma la vita, comunque, ricomincia, e accanto a lui gli amici di sempre, Josè Lamorte, Yoshi Pan, Wolfango detto Wolf, Enzo Kaitamaki, Giampaolo Dellamore, il calcio, i popcorn, le spade laser, Texas Hold’em con le banconote del Monopoli. E mille peripezie e traversie, un pirata della strada, un viaggio a Pechino, gli zombie, i vampiri trans, un videocitofono parlante, Chuck Norris, Bobonsky e la sua Chesterfield, il Carabiniere Pancione, le sopracciglia di Hugh Grant, ma niente, niente al mondo può togliergli dalla testa Silvia, i suoi occhi densi color cioccolato. È un chiodo fisso e un martello inarrestabile. Arriva l’estate e lui la riconquista, e insieme conquistano Roma tutta: Monteverde e il sottobosco di Trastevere, il garam masala del Mercato Esquilino e i cedri dell’Atlante di villa Boghese, la rive gauche e la rive droite. Ma la resa dei conti piomba all’improvviso.
John Elefante è nato a Roma l’11 maggio del 1983. Abbandona presto gli studi cinematografici per lavorare a teatro e nel cinema come figurante generico per Amelio, Tornatore, Haneke, Piccioni e Scorsese. Si trasferisce a Edimburgo per uno stage, torna a Roma, si sposa e comincia una serie di esperienze eterogenee e picaresche: commis di sala, idraulico, manovale, agente di commercio, montatore d’infissi, grafico pubblicitario, bagnino, caporedattore, videomaker, tecnico hardware, addetto alle pulizie, critico cinematografico, imbianchino, fotografo, portiere, logistic manager.
Autore: John Elefante Collana: Nuove lune 75 Categoria: letteratura italiana Pagine: 244 ISBN 978-88-497-0793-9 Prezzo: € 17,00 besa editrice

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Kombinat

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

The Skanderbeg square in downtown Tirana, Alba...

The Skanderbeg square in downtown Tirana, Albania, on the left it's the National Historic Museum, on the right it's the Tirana International Hotel (Photo credit: Wikipedia)

Con questa indagine si è voluto descrivere e analizzare gli aspetti sociali, culturali ed economici di un’area urbana di Tirana, Kombinat, mutata nell’ultimo ventennio nella sua composizione e funzione, da quartiere operaio a punto di arrivo di una significativa migrazione interna. I mutamenti sicuramente sono dovuti all’effetto della deindustrializzazione, ma anche alla accelerata mobilità sociale, economica e territoriale che ha investito l’Albania e che ha come conseguenza una visibile disorganizzazione sociale.
Si può ritenere che oggi il quartiere di Kombinat, nato come quartiere operaio modello, stia assumendo sempre di più l’aspetto (e la funzione) di area marginale di Tirana.
Kombinat sembra storicamente segnato da un destino che lo vuole luogo di richiamo e raccolta delle genti di Albania: così è stato sessant’anni fa, così è oggi. A Kombinat convivono i vecchi abitanti che avevano “vissuto” le fabbriche – la vecchia aristocrazia operaia –, i nuovi immigrati da varie parti dell’Albania, gli “sfortunati” provenienti da altre zone di Tirana: tanti gruppi convivono qui, che si tengono distinti pur non avendo conflitti visibili. In questo rapporto si è provato a descrivere chi sono e come vivono.
Ci si augura che le informazioni raccolte nella ricerca possano servire a un progetto di riqualificazione del quartiere, basato su una rete di servizi sociali e sanitari e di strutture e attività per le fasce deboli della popolazione (infanzia, anziani, donne, ecc.), che riannodi le connessioni con le altre aree della città.
Ma questa ricerca è anche un contributo a non dimenticare il passato e la storia, individuale e collettiva, per innovare le radici della propria identità. Per questo in gran parte è basata sul “ricordo”, non come rimpianto di un passato non riproponibile, ma come memoria di un quartiere simbolo, di una stagione albanese progettuale a nuove forme di convivenza civile. Ecco perché il libro è dedicato a tutti i “Kombinats”, tanto di ieri quanto di oggi. Oggetto della ricerca è il quartiere Kombinat, uno dei più grandi nella periferia di Tirana, nato fra la fine degli anni Quaranta e gli inizi degli anni Cinquanta in funzione della costruzione di un grande complesso industriale che accorpava più fabbriche, quasi tutte tessili, denominato Kombinat i Tekstileve Stalin (Kombinat dei tessili Stalin). Fu un’opera enorme, se si considera che l’Albania a quel tempo era prevalentemente agricola e pastorale, significativa dei programmi di industrializzazione avviati nel secondo dopoguerra.Autore: Luigi Za (a cura di) Collana: Entropie 35 Categoria: saggistica Pagine: 552 ISBN 978-88-497-0814-1 Prezzo: € 32,00 Besa editrice

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove farmacie, le Regioni tendono a contenere e i comuni a spingere

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

È una scelta discrezionale dei comuni mettere o no in apertura le farmacie che scattano dall’eccedenza di abitanti prevista dal decreto liberalizzazioni. Questa almeno è l’interpretazione che con il passare delle settimane prende piede in un numero crescente di Regioni: la prima era stata la Lombardia, poi un paio di settimane fa si è aggiunto il Veneto (con una circolare che dà anche per «facoltativa» l’istituzione della prima farmacia nei paesi con meno di 3.300 abitanti), quindi il Lazio, l’Umbria e ora anche Piemonte.
Non sempre però i comuni rispettano le indicazioni. Anzi, i casi di sindaci che mettono in apertura pure le farmacie risultanti dai resti sono cons istenti anche dove le Regioni hanno fatto di tutto per “pilotare” le operazioni: nel Lazio, per esempio, gli uffici regionali hanno fatto i conti per i comuni e poi hanno trasmesso i totali (senza resti) per un riscontro; in diversi casi tuttavia le amministrazioni municipali hanno rifatto le somme e messo in apertura anche le farmacie risultanti dalle eccedenze. Anche in Umbria molti centri hanno fatto di testa propria, aiutati peraltro dalla Regione che ha comunicato solo nei giorni scorsi i criteri per il calcolo dei nuovi presidi.A giudicare da quanto raccontano i presidenti di ordine che a livello locale seguono lo svolgimento delle operazioni, questa “dissintonia” tra regioni e comuni non è frutto di capricci ma di preoccupazioni politiche divergenti: negli uffici di parecchi assessorati regionali si cerca in ogni modo di contenere il numero delle nuove aperture per gli oneri burocratici che ne deriveranno e i potenziali effetti sulla spesa farmaceutica regionale; tr a i sindaci, invece, l’apertura di nuove sedi è spesso un fiore all’occhiello da esibire alle prossime amministrative o comunque un segnale di attenzione nei confronti della comunità, quindi più ce ne sono e meglio è. Ed ecco allora spiegato perché altrove si preferisca temporeggiare: in Basilicata la Regione se ne rimarrà alla finestra fino alla scadenza del 26 aprile, quindi commissarierà per poi procedere ai conteggi secondo le proprie preferenze. Intanto procede anche l’applicazione del comma 17: lettere ai titolari over 65 in cui si chiede di indicare il nome del nuovo direttore (ma senza porre termini perentori) sono in distribuzione anche in Campania, con l’Asl di Avellino tra le più veloci a spedire. E qualche titolare a lamentarsi sui giornali per l’efficienza. «È l’unica azienda sanitaria della regione dove i ritardi si contano in giorni» commenta il presidente dell’Ordine provinciale, Ettore Novellino «l’effici enza non può essere a senso unico».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia non può iscrivere l’ipoteca per un debito inferiore ad 8mila euro

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

Buone notizie per i contribuenti. E’ illegittima l’adozione da parte dell’Equitalia – Agente della Riscossione – della misura cautelare dell’iscrizione ipotecaria laddove l’importo a ruolo rechi un debito inferiore alla soglia di Euro 8.000,00 prescritta dalla disciplina del D.P.R. 602/1973. Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, a seguito della lettura della sentenza n. 5771 delle sezioni unite della Cassazione del 12 aprile 2012.Sul punto, va ricordato che la Corte di Cassazione con sentenza n. 2053/2006 ha osservato che essendo l’ipoteca, al pari del fermo amministrativo, preordinata all’espropriazione forzata, quando sia decorso un anno dalla notifica della cartella di pagamento, l’espropriazione può essere avviata e, di conseguenza, l’iscrizione ipotecaria può essere eseguita solo dopo la notifica di intimazione di pagamento di cui al secondo comma dell’art. 50 del D.P.R. 602/1973, in quanto la mancata attivazione della fase espropriativa nel termine annuale fissato dalla predetta disposizione determina il venir meno della capacità del ruolo a valere come titolo esecutivo, essendo la sua efficacia sospesa ex lege sino a quando non è ripristinata dalla notificazione dell’intimazione ad adempiere. Inoltre la stessa Corte con sentenza n. 4077 del 2010, già citata, ha dichiarato illegittime le ipoteche iscritte sugli immobili per i debiti di importo inferiore agli 8.000 Euro. La pronuncia della Corte suprema è stata poi recepita in un decreto legge (art. 3, comma 2ter, del D.L. 25 marzo 2010, n. 40, convertito in L. 22 maggio 2010, n. 73).
Alla luce di tale importante precedente, poiché ancora oggi ci sono centinaia di migliaia di ipoteche sugli immobili che pur essendo sotto la soglia degli 8mila euro non vengono cancellate dall’agente di riscossione così come richiede la legge, Giovanni D’Agata, chiede l’intervento immediato del Governo e del Ministro della Giustizia per porre fine a queste paradosso introducendo maggiori controlli per il rispetto dei diritti dei contribuenti.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »