Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 30 aprile 2012

Sindrome coronarica: con angioTac dimissioni più sicure

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Nei reparti di emergenza – dove è elevato il numero di ricoveri per sospette sindromi coronariche – l’impiego dell’angioTac, dall’alto potere predittivo negativo, nei soggetti a basso-medio rischio aumenta le dimissioni sicure. La strategia, messa a punto per verificare rapidamente se il dolore del paziente sia di origine cardiaca o meno, è stato ideato e sperimentato con successo in un trial multicentrico da una task-force di radiologi e cardiologi interventisti statunitensi coordinata da Harold I. Litt, della University of Pennsylvania. I clinici hanno assegnato in modo randomizzato, e in proporzione 2:1, 1.370 pazienti presentatisi nel dipartimento di emergenza con i sintomi di una possibile sindrome coronarica acuta in due gruppi: il primo (n=908) avviato all’esecuzione di un’angioTac, il secondo (n=462) a ricevere un’assistenza tradizionale. Su 640 pazienti che hanno effettuato un esame angioTac con esito negativo, nessuno è morto o ha subito un infarto miocardico entro 30 giorni (outcome primario di sicurezza). Rispetto ai pazienti sottoposti a cure standard, il gruppoo angioTac ha fatto registrare un tasso più elevato di dimissioni dal dipartimento (49,6% vs 22,7%), un tempo inferiore di degenza (in media: 18 ore vs 24,8) e una quota maggiore di identificazioni di malattie coronariche (9% vs 3,5%). N Engl J Med, 2012; 366(15):1393-403 (fonte: doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New Sustainability Strategies Threaten Food Security

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

WWF 'Power the Future'

WWF 'Power the Future' (Photo credit: WWF@COP17)

Melbourne, Australia – In a new report released today the pro-development NGO, World Growth, exposed the breathtaking ambition of the world’s largest environmental NGO, the World Wildlife Fund (WWF), to control global supply chains of vital food products. WWF’s strategy threatens to restrict trade and business and undermines efforts to increase global food supplies. The report – “Abuse of Sustainability Standards – An Attack on Free Trade, Competition and Economic Growth,” shows how WWF and major global food corporations like Unilever are working together to capture markets and dictate food standards in developing countries, while limiting consumer choice in rich countries. World Growth Chairman and former Ambassador to the GATT (the predecessor to the World Trade Organization) Alan Oxley released the following statement:
“WWF is working with major global companies to seize control of global supply chains of vital food stuffs under the guise of improving the environment. As a result, farmers in rich and poor countries alike and consumers in rich countries face the prospect of higher prices and limited choice. At a time when global food production should be expanding to meet burgeoning global demand, this strategy will limit production.
“WWF has declared a new strategy – ‘Transforming Markets’ – to capture supply chains in key products such as timber and paper, palm oil, soy, fish, beef, dairy and sugar to force their sustainability standards onto farmers and restrict consumer choice. It is enlisting businesses which control key links in global supply chains as partners to demand suppliers meet these standards, including retailers like Wal-Mart and consumer goods manufacturers like Nestlé. “For 20 years WWF has tried, without success, to convince consumers to voluntarily buy only products which meet its sustainability standards. Now its strategy is to limit the choice for consumers and pressure retailers and manufacturers to demand farmers apply WWF Corporate Social Responsibility (CSR) standards. Generally these standards override national environmental policies and impose limits on farming.“Industry executives like the CEO of Unilever, have reportedly conceded that the new products will be more expensive and that the increased costs will have to be borne by producers.“Environmental NGOs have pressed for years for sustainability screening of imports. A current example is an EU control on imports of biofuels. Now they seek to enlist major food producers and retailers as partners in strategies to control supply chains.“This is bad news all round. The result will be higher costs for producers in developing countries and higher prices for consumers in developed economies.”
World Growth is a non-profit, non-governmental organization established to expand the research, information, advocacy, and other resources to improve the economic conditions and living standards in developing and transitional countries. At World Growth, we embrace the age of globalization and the power of free trade to eradicate poverty and create jobs and opportunities. World Growth supports the production of palm oil and the use of forestry as a means to promote economic growth, reduce poverty and mitigate greenhouse gas emissions. World Growth believes a robust cultivation of palm oil and forestry provides an effective means of environmental stewardship that can serve as the catalyst for increasing social and economic development. For more information on World Growth, visit http://www.worldgrowth.org.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Nuove opzioni per schizofrenia e fibrosi cistica

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Novità in ambito terapeutico per il trattamento della schizofrenia a della fibrosi cistica. La prima, già disponibile in Italia, è la formulazione iniettabile che prevede una somministrazione mensile di paliperidone palmitato a rilascio prolungato, un antipsicotico indicato nel trattamento della patologia. Il farmaco ha ottenuto l’autorizzazione dall’Ema e dall’FdaA nel corso del 2011, in seguito a prove di efficacia ottenute in un ampio programma di sviluppo clinico. In particolare: da quattro studi in doppio cieco, controllati con placebo, condotti in pazienti con riacutizzazione della schizofrenia e dauno studio più prolungato in doppio cieco per la prevenzione delle ricadute e il mantenimento. Si arricchisce di un nuovo farmaco anche la gestione della fibrosi cistica: la Commissione europea ha approvato la commercializzazione di un farmaco coadiuvante nell’eliminazione del muco e in grado di migliorare la funzionalità polmonare e contrastare le riacutizzazioni della patologia. L’efficacia nel migliorare i parametri dell’efficienza polmonare e nel ridurre episodi infettivi nei pazienti trattati rispetto ai soggetti di controllo, è stata dimostrata in studi clinici di Fase III.(fonte: doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Measuring forest degradation not possible any time soon: FAO

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

A Thick Forest

A Thick Forest (Photo credit: Jon Person)

The FAO has released a new paper that underlines the difficulties of measuring forest carbon stock changes. One of its key conclusions is that measuring stock changes caused by forest degradation is not possible in the near future. The finding delivers a huge blow to the Western efforts on REDD (reduced emissions from deforestation and forest degradation), which has always struggled with the ‘degradation’ part of the equation.
Negotiators and technical experts at this point had failed to come up with a uniform and acceptable definition of forest degradation. The paper notes that measuring forest degradation is significantly more costly and expensive than attempts to measure deforestation, as the changes in the forest occur at the structural level and do not necessarily involve land-use change. This means that they cannot be measured using remote-level sensing. The paper argues that in order to measure stock changes from forest degradation accurately, there must be consistent ground data to measure different types of activities taking place within forests, which includes selective logging, fuelwood removal and fire. Simply, attempting to measure carbon changes from degradation is even more difficult that measuring deforestation – which itself has posed significant problems for researchers.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposta Agenas, passare da ticket a sistema di franchigia

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Passare dal sistema ticket-esenzioni a un sistema di franchigia modulata sul reddito. È una delle ipotesi formulate da Cesare Cislaghi e Francesca Giuliani dell’Agenas per cambiare il meccanismo del copayment da parte dei cittadini su visite specialistiche, diagnostica e Pronto Soccorso, di cui si discuterà a un convegno organizzato dall’agenzia il prossimo 17 maggio. L’idea avanzata dai due ricercatori è quella di far pagare a ogni cittadino fino a una certa soglia in base al reddito, superata la quale le prestazioni sarebbero tutte a carico del Servizio sanitario nazionale. «Si potrebbe pensare che il contributo massimo (cioè la franchigia)» scrivono in un intervento preparatorio ai lavori del convegno «non debba essere superiore al 3 per mille del reddito lordo il che significa 30 euro in un pensionato con 10.000 euro di reddito, di 120 euro in un lavoratore con 40.000 euro di reddito, di 300 euro in per un professionista con 100.000 euro di reddito». In questo modo il nuovo sistema di copayment potrebbe «frenare maggiormente i primi accessi al sistema mentre non determinerebbe alcun limite agli accessi più costosi o più frequenti», visto che «l’ipotesi da cui si è partiti è che l’inappropriatezza stia più tra i primi che tra i secondi e che comunque un contributo uguale e proporzionalmente minimo può essere versato da tutti, anche dai malati se questi hanno un certo reddito».
La proposta, sottolinea però all’Ansa il direttore dell’Agenzia, Fulvio Moirano, «è una ipotesi di studio» non una «proposta ufficiale dell’Agenas», che certo «va presa in considerazione perché sul piano teorico consentirebbe un’equità maggiore, anche se vediamo le problematicità tecniche della sua applicazione». Un’ipotesi da scartare, invece, per Luca Coletto, coordinatore degli assessori regionali alla Sanità «perché colpirebbe tutti indistintamente» «La franchigia » spiega «non è altro che la riedizione della “tassa sulla salute” dei primi anni Novanta che poi fu sospesa». E questo, conclude, «non è il momento di aggiungere ulteriori tasse ai ticket».(fonte: doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

China, Asia remain key drivers for global timber industry

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Recent analyses from the world’s leading timber market analysts show that both China and the rest of Asia will remain the leading growth drivers for global timber products. Europe and the US, however, can expect to lag behind. British Columbia alone sent softwood lumber to the value of $1.1 billion to China in 2011, according to Campbell Group analysis. This was a 60 per cent year-on-year increase over 2010. The same period saw a 42 per cent increase in log exports from the US West Coast. China is now the largest importer of US logs: a full 46 per cent of US los now go to China; 30 per cent of US lumber exports also go to China. According to analysis by RISI, flagging demand in Europe and the US has been more than compensated for by rising demand in China. Both EU and US paper producers are struggling with over capacity for a large number of paper grades, putting downward pressure on paper prices. Kimberly-Clark for example, recently closed down its Everett facility in Seattle and laid off more than 760 employees. Similarly, NewPage, one of the world’s major fine paper companies recently filed for Chapter 11 protection, despite receiving a generous USD50 million government subsidy for a ‘bio-refinery’ plant, which it later shelved.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Equitalia: nullo l’accertamento per la determinazione del reddito basato con criteri presuntivi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Vittime di Equitalia attenzione. L’agenzia di debito che con le sue cartelle esattoriali non fa dormire sonni tranquilli a numerosi italiani non può considerare idoneo il coefficiente di valutazione (elaborato in ragione della capacità di spesa sottesa alla gestione ed al mantenimento dell’abitazione) a costituire fonte sicura di rilevamento della capacità contributiva in relazione all’ annualità d’imposta attualmente in esame, perché quell’immobile, acquistato dal contribuente in anni lontani e sicuramente in condizioni economiche più floride, rispecchia la capacità di spesa di quell’ epoca ormai lontana. A sollevare il caso dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Lecce, era stato un commerciante di Lecce.L’Agenzia delle Entrate del luogo aveva notificato all’esercente il commercio al dettaglio di confezioni, l’avviso di accertamento con il quale determinava, per l’anno 2005, un maggior reddito, rispetto a quello dichiarato irrogando contestualmente le relative sanzioni. L’Ufficio, prendendo le mosse dalla omessa dichiarazione annuale IVA, perveniva ad emettere il predetto accertamento basandosi sulla presunta capacità di spesa desunta dal possesso di due autovetture, da un immobile costituente l’abitazione del contribuente e dalle spese per utenze elettriche.
La Commissione Tributaria Provinciale di Lecce in definitiva annullava l’avviso di accertamento impugnato perché l’Ufficio non ha valutato correttamente la concreta situazione economica del contribuente al fine di individuarne la reale capacità contributiva perché quei beni mobili ed immobili erano stati acquistati dal contribuente “ in anni lontani e sicuramente in condizioni economiche più floride, rispecchia la capacità di spesa di quell’ epoca ormai lontana “. Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, a seguito della lettura della sentenza numero n. 375 della Commissione Tributaria Provinciale di Lecce.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Gazzetta il delisting, fuori farmacia 230 medicinali

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Sono 230 i farmaci che, grazie al delisting stilato dal ministero della Salute, “lasciano” la fascia C e potranno essere venduti anche nelle parafarmacie e nei corner della grande distribuzione senza più obbligo di ricetta. La lista completa è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 26 aprile e comprende l’elenco dei farmaci di fascia C ad esclusiva vendita nelle farmacie su prescrizione medica, quelli “delistati” e altri 117 che provvisoriamente sono ancora vendibili solo con ricetta, «in attesa delle valutazioni della Commissione consultiva tecnico-scientifica dell’Aifa». In farmacia, con prescrizione ma a carico dei cittadini, restano 3.246 farmaci già esclusi dalla possibilità di essere “liberalizzati” dallo stesso decreto Salva-Italia (tra questi ad esempio i medicinali del sistema endocrino, quelli parenterali, gli stupefacenti) e altri 1.719 che, si è stabilito, non hanno le caratteristiche per essere commercializzati senza ricetta. Si potranno invece acquistare in parafarmacie e grande distribuzione 230 farmaci tra i quali medicinali contro l’herpes labiale (antivirali per uso topico a base di aciclovir), antinfiammatori da applicare sulla pelle, colliri antiallergici, antimicotici vaginali. Un delisting equilibrato secondo il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Andrea Mandelli che sottolinea come si debba « dare atto al Ministero della Salute e all’Aifa di aver operato la scelta dei farmaci che perderanno l’obbligo della prescrizione medica con molto equilibrio, tenendo presenti le effettive necessità del cittadino in termini di automedicazione, evitando fughe in avanti che pure qualcuno auspicava». Deluse, invece le parafarmacie che per voce del presidente del Forum nazionale, Giuseppe Scioscia, sottolineano come «la montagna abbia partorito un topolino». «Non capiamo» aggiunge Scioscia «quali criteri siano stati adottati per stilare una simile lista: questo “delisting” infatti porta in parafarmacia una manciata di prodotti in larga parte già nelle nostre disponibilità.(fonte: doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New Forest Code Passes in Brazil

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Brazil’s Congress has passed the country’s new forest code, leaving a possible veto by President DIlma Rousseff as the only barrier to the law being implemented. The passing of the new law has drawn significant ire from environmental groups. The legislation was passed by a majority vote of 274-184. The Bill effectively updates the country’s 1965 forest code. The key point of contention for environmental campaigners was the loosening of restrictions on agricultural land with forest cover, and the ‘grandfathering’ of illegal land-clearing by farmers that had not undertaken remedial works. The CNA, Brazil’s leading farmers’ organisation has publicly commended the passing of the new law. “This new legislation will prevent new deforestation while at the same time recognising the importance of the agriculture sector for the Brazilian economy,” CNA official Ahasuerus Dock Veronez told the Financial Times. According to Veronez, a continually changing regime of laws and regulations has ‘criminalised’ farmers by retrospectively decreasing the amount of land they can use for farming. WWF has described the passing of the Bill as ‘embarrassing’, despite the development of farmland in the Brazilian Amazon making Brazil the second-largest global producer of soybeans and spurring economic development.Even though the passing of the law was transparent, democratic and legal, campaign groups such as Greenpeace and WWF have declared they will attempt to pressure President Rousseff into vetoing the Bill in the lead-up to the Rio+20 conference, which is to be held in Rio de Janeiro in June.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A venticinque anni dalla scomparsa di Primo Levi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Torino Domenica 6 maggio, alle ore 16, nei locali della Comunità ebraica di Torino, piazzetta Primo Levi, si terrà l’incontro di studio “Primo Levi ebreo”, in collaborazione con la Comunità ebraica di Torino. Presiede Dario Disegni, intervengono Rav Eliahu Birnbaum, Stefano Levi della Torre, Amos Luzzatto, David Meghnagi.
Inoltre il Centro Internazionale di Studi Primo Levi invita alla presentazione di “Una telefonata con Primo Levi”, pubblicazione in volume della Terza Lezione Primo Levi. L’appuntamento si inserisce nel calendario del Salone Internazionale del Libro di Torino 2012 e avrà luogo venerdì 11 maggio, alle ore 10.30, presso la Sala Azzurra di Lingotto Fiere. L’autore Stefano Bartezzaghi, giornalista e docente di Semiotica dell’enigma presso la IULM di Milano, dialogherà con Domenico Scarpa. Il libro, pubblicato da Einaudi in edizione bilingue italiano / inglese, riprende e arricchisce il testo della terza Lezione Primo Levi, tenuta lo scorso ottobre a Torino. (primo levi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Infermieri, dubbi sulla bozza ministeriale anche dall’Ipasvi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

La bozza di proposta che riscrive ruolo e ambiti della professione infermieristica lascia perplessa anche l’Ipasvi. È la sintesi del parere che il presidente della Federazione dei collegi degli infermieri, Annalisa Silvestro, ha trasmesso giovedì al Ministero nell’incontro disertato dalla Fnomceo (impegnata nelle stesse ore in una consultazione con i sindacati medici). «Nel colloquio» spiega Silvestro a Doctornews «abbiamo ribadito i nostri dubbi sul documento e abbiamo chiesto un posticipo di almeno due mesi della scaletta di marcia fissata dal dicastero. Questo per permetterci di avviare una consultazione con la nostra base, in fibrillazione perché colta di sorpresa dalla proposta, messa sul tavolo senza la minima condivisione preventiva». Per il presidente dell’Ipasvi, poi, non c’è nessuna preclusione a partecipare al tavolo che i sindacati dei medici hanno chiesto al Ministro per un confronto a tutto campo sul documento. «Io sono disponibile a discutere con tutti» è, però, il suo avvertimento «ma sia chiaro che qui stiamo parlando di competenze dell’infermiere, non del medico. Quindi l’argomento riguarda innanzitutto noi». Intanto dal fronte delle sigle mediche giungono nuove prese di posizione dopo l’incontro di giovedì in Fnomceo. È il caso di Sumai-Assoprof, che per bocca del suo presidente, Giuseppe Nielfi, critica l’assenza di concertazione sulla bozza ministeriale. «Siamo consapevoli della necessità di una rivisitazione delle competenze della professione infermieristica» spiega Nielfi in un comunicato «ma riteniamo che ciò non si possa realizzare attraverso processi di confronto unidirezionali. Cosa che invece è avvenuta con il documento emerso dal tavolo di lavoro tra ministero della Salute e Regioni, in cui non si è adottato assolutamente un metodo condiviso e da cui è emerso un testo con troppe ombre». Per Sumai, invece, il tema dovrebbe essere affrontato «in modo collegiale, definendo chiaramente le competenze e ricordando che spetta unicamente ai medici la titolarità della diagnosi e della cura e la responsabilità nel percorso clinico-assistenziale».(fonte doctornews33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I vincitori dell’Italian Fundraising Award 2012

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Tre nomi, tre storie di vita dedicate al nonprofit escono dall’anonimato. La Giuria dell’Italian Fundraising Award 2012, unico premio italiano dedicato ai protagonisti della raccolta fondi, ha esaminato tutte le candidature pervenute e ha decretato i nomi dei tre vincitori:
Per la categoria Fundraiser 2012: Marco Panzetti
Per la categoria Donatore 2012: Annamaria Ternelli Gerra
Per la categoria Volontario 2012: Mauro e Catia Uliassi
Chi sono queste persone? Che cosa fanno per la propria comunità? Marco Panzetti responsabile dell’Ufficio Comunicazione e Fundraising dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, nata nel 1968 su iniziativa di don Oreste Benzi. Si occupa, dal punto di vista strategico e operativo, di tutte le iniziative di sensibilizzazione e di raccolta fondi a sostegno delle numerose attività della Comunità.Tra le iniziative più significative seguite da Marco, il concerto al Teatro La Scala di Milano con Bobby McFerrin; la campagna “Un pasto al giorno” e l’evento nazionale di piazza “Aggiungi un pasto a tavola” ; “Adotta una casa famiglia APG23”; il “Villaggio della Gioia”, progetto pilota che consente a genitori e figli di continuare a vivere insieme, eliminando il dramma delle separazione in contesti di disagio sociale.
I fratelli Mauro e Catia Uliassi, chef lui e maitre di sala lei. Mauro è tra i migliori 10 chef a livello internazionale. Il loro legame con la Fondazione Dr. Dante Paladini Onlus nasce dall’incontro con il presidente che partecipa ad una degustazione. E da qui nasce l’avventura e l’amicizia tra Mauro, Catia e la Fondazione Paladini.Nell’anno 2009 organizzano la prima cena di gala “Il gusto della solidarietà” alla Rotonda di Senigallia. La serata, giunta alla terza edizione, è ormai un appuntamento fisso ed una fonte di risorse importanti, per sostenere le attività della Fondazione Paladini.Tra le tante iniziative, Mauro e Catia hanno permesso a Luca, ragazzo disabile, di avvicinarsi alla sua passione: la cucina. Per far ciò hanno coinvolto il Gruppo Loccioni per attivare un sistema di videoconferenza, che portasse la casa di Luca nella cucina del ristorante e viceversa. La volontà e la passione dei fratelli Uliassi hanno permesso alla Fondazione di raccogliere fondi su tutto il territorio nazionale.
Annamaria Ternelli Gerra. Due lauree in Medicina, classe 1924, donna di profonda cultura dona al Comune di Reggio Emilia l’intero Albergo Cairoli perché ne faccia un centro culturale in memoria del defunto marito, l’artista Marco Gerra.Effettua moltissime donazioni che permettono alla città di Reggio Emilia di ampliare una scuola elementare, di costruire un edificio ecosostenibile da 21 alloggi per anziani e di realizzare il Centro Internazionale per l’Infanzia. Tutto ciò dimostra quanto il cuore di Annamaria batta per la sua città e per il benessere della sua comunità.
E’ tempo di raccontare anche il bello del nostro Paese! Fino ad oggi queste storie di vita sono rimaste nell’ombra. L’Italian Fundraising Award 2012 ha voluto premiare coloro che in silenzio con passione e dedizione hanno dedicato la loro vita per una Buona Causa.E’ possibile reperire informazioni al seguente link:
http://www.festivaldelfundraising.it/45-Programma/127-Fundraising_Award/

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

DNV increases its Arctic focus and acquires the oil-spill preparedness company NPS

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

The Arctic has large oil and gas resources and operations in this sensitive and harsh area will require efficient oil-spill preparedness solutions. “The acquisition of Norwegian Petro Services (NPS) in Norway and its recognised expertise will play an important role in our activities in this field,” says Knut Ørbeck-Nilssen, DNV’s COO of the Norway, Russia and Finland division. Oil and gas operations in the Arctic introduce several new risk elements; the distances are greater, the climate is cold, it is dark for a lot of the year and there may be no infrastructure. It is important that the safety level here is at least as good as in the conventional areas. Therefore, the Arctic conditions will require improved technology and new knowledge to reduce the likelihood of an accidental oil spill. In addition, efficient oil-spill preparedness solutions that reduce the consequences of a potential accident must also be put in place.
Stein Thorbjørnsen, the general manager of NPS, established the company in 2006. “We’ve found a niche in the coastal and shoreline preparedness sector and have specialist expertise in planning and organising preparedness in addition to strategy and technology development. Our group of experts has also developed methods for analysing needs and creating user-friendly operational emergency plans. These are used by many of the Norwegian and international oil and gas operators,” he explains.“NPS will now be part of DNV and we can achieve a lot more together, including internationally where DNV is established in 100 countries. We also share the same values of quality, independence and expertise development,” says Thorbjørnsen.
DNV is a global provider of risk management services, helping customers to safely and responsibly improve their business performance. DNV is an independent foundation with the purpose of safeguarding life, property and the environment. Through its network of 300 offices in 100 countries, the company serves a range of industries, with a special focus on the maritime and energy sectors, combining its technology expertise with its industry knowledge.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Resistenze ai farmaci antimalarici

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Una ricerca internazionale ha scoperto che il farmaco più efficace contro la malattia infettiva che uccide un milione di persone all’anno in un futuro prossimo potrebbe non funzionare più. Il parassita resiste per effetto di mutazioni geniche. Lo studio su Malaria Journal.
Un team di ricerca internazionale coordinato dalla St George University of London in collaborazione con il gruppo di Biologia Computazionale della Sapienza di Roma, ha scoperto che i parassiti della malaria (plasmodi) stanno sviluppando una crescente resistenza all’arthemeter, uno dei derivati dell’artemisina, il farmaco più efficace contro la malattia. Il morbo infettivo uccide ogni anno nel mondo un milione di persone, il 90% delle quali si trova in Africa sub-sahariana. I derivati dall’artemisina usati in terapie combinate con altri farmaci (ACT, Artemisin-based Combination Therapy) sono attualmente somministrati in circa 300 milioni di dosi annue.
Sarebbe proprio l’uso crescente e non corretto di questo tipo di terapie a indurre la selezione di plasmodi resistenti all’artemether. I ricercatori hanno dimostrato che il fenomeno è collegato a mutazioni geniche nel parassita, a carico di uno dei sistemi di trasporto del calcio, la cosiddetta pompa del calcio (fig.1).
Lo studio, pubblicato su Malaria Journal, è coordinato da Sanjeev Krishna della St George University e, per la Sapienza, da due ricercatrici del Gruppo di Biologia Computazionale diretto da Anna Tramontano del dipartimento di Fisica. Le alternative alle terapie antimalariche sono attualmente limitate. “Lo sviluppo di nuovi farmaci – afferma Anna Tramontano – è di primaria importanza, ma è anche fondamentale saperne di più su come le artemisinine funzionano per poter adattare le terapie ACT in modo che siano efficaci il più a lungo possibile”.
Il gruppo di Biologia Computazionale della Sapienza e’ un team internazionale e interdisciplinare che utilizza metodi computazionali per lo studio di importanti problemi biomedici lavorando in stretta collaborazione con ricercatori delle Scienze della Vita.
Lo studio Artemether resistance in vitro is linked to mutations in PfATP6 that also interact with mutations in PfMDR1 in travellers returning with Plasmodium falciparum infections è a firma di:
Dylan R. Pillai,1 Rachel Lau,2 Krishna Khairnar, 2 Allegra Via, 3 Rosalba Lepore, 3 Henry M. Staines,4 and Sanjeev Krishna4* Department of Pathology and Laboratory Medicine, Medicine, and Microbiology & Infectious Diseases, University of Calgary, Alberta, Canada 1; Public Health Laboratory, Toronto, Ontario, Canada 2; Department of Physics, Sapienza University of Rome, Rome, Italy 3; and Centre for Infection and Immunity, Division of Clinical Sciences, St. Georgès, University of London, London SW17 0RE, United Kingdom 4
I ricercatori hanno testato parassiti provenienti da 28 pazienti infettati da Plasmodium falciparum, causa della forma più letale di malaria e responsabile di 9 su 10 decessi per malaria. Tutti i pazienti erano da poco rientrati in Southern Ontario da viaggi all’estero e la maggior parte proveniva dall’Africa sub-sahariana, dove avevano contratto il parassita. I plasmodi sono stati esaminati per verificare la loro sensibilità all’artemisina e a tre suoi derivati: l’artemether, la diidroartemisina e l’artesunato. I parassiti prelevati da 11 dei 28 pazienti mostravano mutazioni genetiche in uno dei sistemi di trasporto del calcio (chiamato pompa del calcio, Fig. 1), una proteina vitale per il plasmodio. Queste mutazioni sono state collegate dai ricercatori a una maggiore resistenza dei parassiti all’artemether. In particolare si è visto che l’efficienza dell’artemether contro i plasmodi che hanno queste mutazioni è ridotta del 50% o più quando sono presenti mutazioni anche in un altro sistema di trasporto.I ricercatori già sospettavano che la pompa del calcio – che essi stessi avevano individuato nel 2003 come un bersaglio per l’azione delle artemisinine – potesse mutare e conferire quindi resistenza a questi composti. Lo studio pubblicato su Malaria Journal conferma questo sospetto.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Se le banche negano il credito senza una valida motivazione si va dal Prefetto!

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Rimane sempre conflittuale il rapporto delle banche con le imprese e le famiglie, ma In virtù di una modifica approvata in Commissione al dl 29 il cui testo verrà discusso in Parlamento dal prossimo 2 maggio (inserito nei decreti liberalizzazioni e consolidamento conti pubblici) se le banche negano mutui, fidi, prestiti personali o addirittura la semplice apertura di conti correnti di servizio senza strumenti di pagamento e le motivazioni del diniego non convincono e nel contempo si è certi di aver diritto ad una risposta positiva, arrivano nuovi strumenti per far sentire con forza i propri diritti: il ricorso al Prefetto e all’Arbitrato Bancario Finanziario. Oltre alle attività quotidiane delle organizzazioni di categoria, oggi finalmente una disposizione normativa aiuta il nostro mondo produttivo e le famiglie più indigenti a difendersi dal mondo finanziario sempre più arrogante e fuori dalle nostre realtà.
La nuova disposizione legislativa prevede che il Prefetto invierà alla banca in questione una comunicazione chiedendo una motivazione argomentata sulla mancata erogazione del finanziamento, se la banca non ottempererà, rispondendo all’istanza del Prefetto, interverrà l’Arbitrato Bancario Finanziario (sistema previsto dal Testo Unico Bancario al quale tutti gli istituti di credito e intermediari finanziari sono obbligati ad aderire per la risoluzione stragiudiziale delle controversie con la clientela) che ha 30 giorni dall’ istanza del Prefetto per definire la situazione. Gli Osservatori Regionali presso le Prefetture avranno il compito di verificare l’andamento del credito a famiglie e imprese, inoltre sempre lo stesso DL prevede per le sole famiglie che se il conto corrente sconfina per una somma non superiore ai 500 euro e per non più di sette giorni consecutivi a trimestre, non si dovranno pagare commissioni bancarie. (Salvatore Lucà)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »