Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Imu: ingiusta e incostituzionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 maggio 2012

Italiano: primo piano di Giuliano Pisapia all'...

Italiano: primo piano di Giuliano Pisapia all’iniziativa “Un sindaco per Milano” (Photo credit: Wikipedia)

“Io penso che l’imu così come è stata strutturata dal decreto Salva Italia, approvata dal parlamento, dalla maggioranza parlamentare è sbagliata, ingiusta, ingiustificata e ha anche evidenti profili di incostituzionalità. Perché prevede che un’imposta municipale così come ha deciso la costituzione che ci fosse, comportasse che una parte dei proventi di questo tributo andassero al governo. Preso atto di questo dato di fatto io credo che bisogna fare di tutto e impegnarsi perché il governo cambi rotta, cambi strada anche perché strangolare i comuni significa strangolare coloro che danno una risposta ai bisogni primari dei cittadini” . Così il sindaco di Milano Giuliano Pisapia interviene sull’Imu a Radio 24, e aggiunge “l’alternativa è molto chiara, se il governo, il parlamento ha la necessità di avere a propria disposizione quelle somme per sanare il paese, faccia una tassa autonoma, che può essere una tassa di scopo o un’altra tassa, ce ne sono purtroppo tantissime, e ci metta la faccia e non faccia sì che invece i Sindaci diventino gli esattori del governo. Per cui i cittadini pensino che quella tassa o quell’introito del governo vadano per i servizi ai cittadini mentre invece i sindaci o gli amministratori locali non vedono neppure una parte di quell’importo”. Sulla manifestazione dell’Anci a Venezia, il primo cittadino di Milano pensa che “potrà dare una sveglia al governo su un tema delicato. Che non significa evasione fiscale anzi bisogna combatterla e quindi non significa neppure violare le leggi, ma significa spingere affinché ci sia equità fiscale e quindi equità sociale”. Rispetto alla disobbedienza fiscale annunciata da alcuni sindaci leghisti, per Pisapia: “Un sindaco rappresenta le istituzioni a livello locale e non può commettere reati o avere comportamenti illegali. Anzi il sindaco deve dare l’esempio, e l’esempio è quello che tutti i cittadini. – e il sindaco di Milano a Radio 24 propone – I Sindaci si impegnino e si mobilitino per una maggiore giustizia fiscale e sociale, in quanto hanno una maggiore sensibilità rispetto ai bisogni dei cittadini di quella di un Presidente del Consiglio o un Ministro che non sentono ogni giorno le proteste dei cittadini e non vivono le difficoltà a volte estreme. Da nord al sud”. E infine conclude a Radio 24: “Non capisco la protesta fiscale dei sindaci leghisti. La Lega è stata al governo fino a pochi mesi fa ed è una delle forze politiche e dei partiti responsabile del disastro in cui ci siamo trovati. E’ troppo facile fare adesso azioni propagandistiche illegittime e illegali, doveva pensarci prima. Adesso credo che debbano impegnarsi insieme all’Anci affinché si modifichi una legge che anche loro ritengono errata. Ognuno si assuma la propria responsabilità e la Lega è l’ultima che può dire una parola su questo tema visto che sono quantomeno corresponsabili”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: