Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Fermi tutti: arriva Berlusconi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 Maggio 2012

SOCHI. Talks with Italian Prime Minister Silvi...

SOCHI. Talks with Italian Prime Minister Silvio Berlusconi. Русский: СОЧИ. Встреча с Председателем Совета министров Италии Сильвио Берлускони. (Photo credit: Wikipedia)

Il nostro Silvio, il superman delle donne di vita italiane, mentre faceva ritorno in aereo dopo l’abbraccio con Putin e i festeggiamenti per l’incoronazione del suo “idolo” si sarà detto tra sé e sé: “ma che cavolo mi combina Alfano? Va a dire la verità agli italiani sul voto delle amministrative. Giammai. Queste sconfitte non si riconoscono. Vanno esorcizzate. Semmai si deve dichiarare: “sono soddisfatto, il risultato è al di sopra delle aspettative.” E subito fa sapere ai suoi colonnelli e ai media, ovviamente, che convoca il “direttorio” per dare ai suoi allievi una chiara lezione di cultura mediatica. Significa dare un solo messaggio che fa bene alle masse, rincuora i propri sostenitori e rilancia la politica delle promesse e delle assicurazioni che da 20 anni hanno retto tanto bene e che nessuno, sino ad ora, tra i suoi elettori gli ha mai chiesto il conto. Allora è tutto chiaro? Le amministrative per il Pdl sono sotto controllo. Il partito ritiene di aver toccato il fondo ma ora è pronto a risalire la china. E’ una lezione soprattutto per Fini e Casini con il loro “ridicolo” terzo polo. E’ sempre lui l’inossidabile “berlusca” a rimettere alla fine le carte in regola e a voler mandare il partito che ha fondato di nuovo in pista, magari con un maquillage più giovanile. D’altra parte, ci fa osservare un suo collaboratore, il Pdl alias Forza Italia ha già saputo, in passato, recuperare il gap elettorale, vedesi elezioni del 2006, e a sfiorare la vittoria salvo poi a consolidarla nel 2008. E soggiunge, con l’aria di chi la sa lunga: “Il nostro Silvio è come l’Idra, gli tagliano una testa e ne spuntano altre due e d’altra parte non è vista nessun Ercole che possa essergli alla pari per contrastarlo”. Ora siamo avvisati. Alfano si adegui se non vuole essere licenziato con infamia. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: