Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Dieta in coppia è meglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 maggio 2012

La dieta, si sa, è un percorso impegnativo che la maggior parte degli italiani teme e rimanda il più a lungo possibile. Ma, se la fatica di perdere qualche chilo è condivisa con il proprio compagno, mettersi a dieta diventa più semplice: avere un obiettivo comune, infatti, rende più forti e aiuta ad accettare con il sorriso sulle labbra qualche piccola rinuncia a tavola.La pensa così oltre un terzo (38,2%) degli utenti che hanno risposto al sondaggio del sito http://www.melarossa.it: dimagrire è più facile se lo si fa in due perché il pensiero di non essere da soli a lottare contro la pancetta fa crescere entusiasmo e motivazione. Insomma, l’unione fa la forza, anche a dieta!
E non solo perché si condivide un obiettivo, ma anche perché affrontare insieme i sacrifici allontana il rischio di sentirsi diversi o incompresi dal proprio compagno, fattori importantissimi per mantenere salda la propria motivazione: “non c’è niente di peggio che mangiare un’insalata mentre il tuo compagno divora lasagne e bistecca!”, dichiara il 18,8% degli utenti di Melarossa, riconoscendo che è più facile cambiare le proprie abitudini alimentari se chi ci vive accanto si impegna a fare lo stesso, anziché criticarci perché al ristorante ordiniamo solo verdure grigliate (come sottolinea il 2,7% degli utenti).
Il supporto del proprio compagno, insomma, sembra essere una delle chiavi del successo della dieta di coppia, soprattutto quando la tentazione bussa alla nostra porta e la presenza di qualcuno che ci richiami all’ordine diventa fondamentale: per il 10,2% degli utenti, avere un compagno che li aiuti a non lasciarsi andare e ad essere meno incostanti è un antidoto essenziale agli sgarri, sempre in agguato quando si cerca di dimagrire. E se proprio non si riesce a motivarsi l’uno l’altro e si sgarra entrambi, essere in due è un modo per sentirsi meno in colpa perché si è scivolati sul tanto amato tiramisù (3,2% delle risposte). Come dire, mal comune, mezzo gaudio, anche a dieta.
Bellissimo anche festeggiare insieme i chili persi (8,6%), dividersi i compiti (“lui fa la spesa e i cucino”, ha risposto l’1,1% dei votanti), prendersi in giro su chi dimagrisce meno (1,1% delle risposte), una strategia per allentare la tensione e scherzare insieme sui capricci della bilancia, consapevoli che la dieta è fatta di alti e bassi e che, se una settimana il peso non scende, non bisogna farne un dramma .
Ma c’è anche il rovescio della medaglia: l’unione che non fa la forza ma, al contrario, indebolisce. Perché il nostro compagno è un golosone e finisce sempre per farci sgarrare mandando in fumo tutti i nostri sforzi per dimagrire (14,4% degli utenti), oppure perché è così rigido e pignolo che stare a dieta con lui risulta più stressante che rinunciare al proprio dolce preferito! (2,2%). Tuttavia, sono in pochi a pensarla così: secondo la maggioranza degli utenti (oltre l’80%) che hanno risposto al sondaggio di Melarossa, la dieta di coppia rafforza, motiva, alleggerisce il peso della battaglia contro i chili di troppo perché a lottare si è in due e, insieme, è più facile sopportare i sacrifici e più bello gioire dei traguardi raggiunti.
Le statistiche aggiornate del sondaggio (si può ancora votare on line) sono consultabili sul sito http://www.melarossa.it, realizzato con la supervisione scientifica della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Il sito, completamente gratuito, è in grado di elaborare diete con un data base di 435 diverse diete settimanali, per un totale di 3045 menù giornalieri, sulla base delle indicazioni fornite dai LARN (Livelli di assunzione Raccomandata di Energia e Nutrienti per la Popolazione Italiana, prodotto dall’Istituto Nazionale di Ricerca su Alimenti e Nutrizione, in collaborazione con la Società di Nutrizione Umana), dando quindi anche una adeguata rilevanza alla qualità degli acidi grassi (limitando l’apporto di acidi grassi saturi) e del rapporto tra proteine animali e vegetali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: