Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 22 Mag 2012

Chiltern Wins CRO Leadership Award From Life Science Leader

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

London, (PRNewswire) Chiltern International Limited (Chiltern), a global contract research organization (CRO), announced that Chiltern has been recognized with a CRO Leadership Award in all five categories: Quality, Reliability, Accessibility, Productivity and Regulatory. The awards are given by Life Science Leader publication based on the data-driven research of Nice Insight. Glenn Kerkhof, Chiltern CEO, stated, “Chiltern is delighted to be recognized as a CRO leader in the Quality, Reliability, Accessibility, Productivity and Regulatory categories. Chiltern has been serving clients with pride for 30 years and has established a track record around the world as an expert, efficient and highly responsive full service CRO. It is a privilege to be recognized by members of the pharmaceutical industry that we serve and a great pleasure to accept this award on behalf of all of the people at Chiltern.”
Established in 1982, Chiltern is a leading global clinical CRO with extensive experience in the management of Phase I-IV clinical trials across a broad range of therapeutic areas, functional service provision and contract staffing solutions. Chiltern has conducted trials in more than 40 countries, employs nearly 1,300 people globally and offers services in Early Phase, Global Clinical Development, Late Phase, Biometrics, Medical and Regulatory Affairs and Resourcing Solutions. Chiltern prides itself as a development partner that offers flexibility, responsiveness and quality delivery.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Light-Responsive Melanopsin Found in Many Parts of the Human Brain

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Drawing of the human brain, from the publicati...

Drawing of the human brain, from the publication “Alzheimers disease, unraveling the mystery”, available from the National Institute for Aging. This drawing shows several of the most important brain structures. (Photo credit: Wikipedia)

Oulu, Finland, (PRNewswire) A new study by Oulu University found large amounts of a light-sensitive OPN4-protein, melanopsin, in the human brain. The mood-enhancing influence and circadian pacemaking properties of bright light when administered through eyes has been shown in earlier studies to be based on the OPN4-protein. In those studies the protein was found only on the retina. This new discovery now confirms that bright light, when channeled through the ear canal into the brain, can have an influence on brain functions.The study, done at Oulu University, was presented in March at the European Congress of Psychiatry in Prague. The OPN4-protein was originally discovered in 2000 when it was found on the retina. In the more recent study at Oulu University the same protein was found in all the 17 sites of the human brain that were being studied. The presence of the protein was confirmed using methods of molecular biology.
Bright light is widely recognized as an effective therapy for treating Seasonal Affective Disorder. The Valkee bright light headset is based on research findings on photosensitivity of the brain: light is channeled through the ear canal directly to regions of the brain that are known to be central to depression and that have been discovered to contain photosensitive proteins in studies at the Oulu University. Already earlier, in 2011, a research group in Oulu found a photosensitive OPN3-protein (encephalopsin, panopsin) in the human brain.
Valkee Oy is a health technology company founded in 2007, that has developed a bright light headset device for treatment of Seasonal Affective Disorder. The knowhow of the company is based on long term scientific research and development work together with the Oulu University. For more information on Valkee Oy see http://www.valkee.com or Valkee Facebook-pages http://www.facebook.com/ValkeeCompany

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IWC Schaffhausen Celebrates its Passion for Film-making

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Robert De Niro at 43rd Karlovy Vary Internatio...

Robert De Niro at 43rd Karlovy Vary International Film Festival. Français : Robert De Niro au 43 e Festival international du film de Karlovy Vary. Русский: Роберт де Ниро на 43-м Международном кинофестивале в Карловых Варах Türkçe: ABD’li aktör Robert De Niro 43. Karlovy Vary Uluslararası Film Festivali’nde, 2008 (Photo credit: Wikipedia)

Cannes, France and Schaffhausen, Switzerland, (PRNewswire) During the Cannes International Film Festival, the Swiss watch manufacturer IWC Schaffhausen hosted another glamorous evening event demonstrating its commitment to film and film-makers. The exclusive Filmmakers Dinner, which was presented in partnership with Finch’s Quarterly Review and, for the first time, Mercedes-AMG, was attended by famous personalities such as Oscar winner Robert De Niro, actor Ewan McGregor and top model Karolina Kurkova. IWC Friends of the Brand such as “Grey’s Anatomy” star Eric Dane and gallery owner Tim Jefferies were also on the high-calibre guest list. At the after party, soul singer Aloe Blacc provided the evening’s musical highlights. For some time now, there have been close ties between the film industry and IWC Schaffhausen. Not only does IWC cultivate long-standing personal relationships with several international actors, film directors and producers; it has also produced a number of its own film projects with some of its Friends of the Brand. Aside from this, watches from IWC have been favourite props in countless Hollywood movies and US TV series. These timepieces “made in Schaffhausen” were worn by actors with leading roles in the thriller “Wall Street”, in the major box-office success “Ocean’s 13” and in the action comedy “RED”. They have also been favourites with some of the protagonists in the US TV series “Grey’s Anatomy”, “Private Practice” and “Gossip Girl”.
The Filmmakers Dinner at the legendary Hotel du Cap-Eden-Roc was attended by around 200 well-known personalities from the world of entertainment, such as renowned actors Robert De Niro, Ewan McGregor and Gerard Butler, celebrated photographer Peter Lindbergh and top model Karolina Kurkova. Other prominent guests included Friends of the Brand Eric Dane, Paulo Coelho and Tim Jefferies. Terry Gilliam, American-born British screenwriter, film director, animator, actor and member of the Monty Python comedy troupe, was presented with the Finch’s Quarterly Filmmaker Award, created by producer and media entrepreneur Charles Finch, together with an IWC watch with an engraved dedication. “For years, Terry Gilliam has given us endless demonstrations of his extraordinary talent for film-making, both behind and in front of the camera. It is an enormous pleasure for me to present him with this award,” said Charles Finch, explaining the choice.
At the Filmmakers Party, which followed the dinner and was attended by approximately 200 more guests and personalities, charismatic superstar Aloe Blacc gave a private concert and the audience was enthralled by his soul-steeped vocals. The highlight was the joint performance by Aloe Blacc and the former Supertramp band member John Helliwell. Their interpretation of the all-time classic “Just the Two of Us” by Bill Withers was an unforgettable musical experience. Afterwards, DJ Jack E from Saint-Tropez kept the party going in full swing until the early hours of the morning.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volcano’s Proprietary iFR® Functionality Demonstrates Excellent Results in Presentations at EuroPCR 2012

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

San Diego, California, (PRNewswire) Volcano Corporation (NASDAQ: VOLC), a worldwide leader in precision guided therapy tools, today provided an overview of data from multiple ground-breaking clinical trials presented last week at the EuroPCR conference, a key international cardiology meeting held in Paris, France.
“We provide tools that allow physicians to guide procedures based on functional data, in contrast to imprecise tools such as angiogram which provide images that are not always definitive,” said Joe Burnett, Executive Vice President and General Manager of Volcano’s Functional Measurement business unit. “Physiology, and particularly Fractional Flow Reserve (FFR), has been proven to improve outcomes in powerful, well-validated clinical trials like DEFER, FAME and now FAME II, which was presented this week at EuroPCR. As a pioneer in the field, we feel very strongly that there is tremendous potential for worldwide adoption of functional assessment across many clinical indications and FFR can be made faster, simpler and more cost effective – driving more personalized care and ultimately, better outcomes for patients.”
Volcano’s Proprietary Instant Wave-Free Ratio™ (iFR®) Functionality: An Emerging Tool
Three datasets were presented for the first time at EuroPCR that expand the clinical data supporting Volcano’s proprietary Instant Wave-Free Ratio™ Functionality (iFR® Functionality). The goal of iFR® Functionality is to provide a functional, lesion-specific assessment in seconds, without injecting a vasodilator drug to induce stress on the heart. The iFR® Functionality and algorithm are being developed in a collaboration between Volcano and researchers at the Imperial College London. Volcano iFR® Functionality is under development and not approved for sale in any markets. The ADVISE Hyperemic Stenosis Resistance (HSR) Study assessed 51 lesions, calculating Volcano iFR® Functionality, FFR, and a third independent metric of lesion severity, HSR. iFR® Functionality showed the same diagnostic accuracy versus HSR (92%) as FFR versus HSR (92%). iFR® Functionality showed an Area Under the Curve (AUC) of 0.93 versus HSR, which had no statistical difference from the AUC of FFR versus HSR of 0.96 (p=0.48). The study also showed that in the 4 of 51 lesions (8%) that disagreed between Volcano iFR® Functionality and FFR, there was equal agreement with HSR. The data confirms that Volcano iFR® has comparable accuracy as FFR when both are compared to an independently validated metric of lesion severity (HSR).
An independently-conducted study presented by Dr. Jin Joo Park of Seoul National University Hospital enrolled 243 consecutive patients across 3 trial sites in Korea. Baseline pressure tracings (from which Volcano iFR® Functionality values could be derived off-line), along with FFR values using both intravenous and intracoronary adenosine, were obtained. The baseline pressure tracings were sent to a Volcano iFR® Functionality core lab at Imperial College London in blinded fashion, meaning that the core lab operators were completely blinded to the corresponding FFR values. Of 238 lesions meeting pre-specified inclusion/exclusion criteria, the Area Under the Curve was 0.89 with diagnostic accuracy of 81%. On adjustment for the intrinsic variability of FFR for this distribution, relative diagnostic accuracy was 94%. This data demonstrates for the first time an excellent correlation of Volcano iFR® Functionality and FFR in a completely blinded analysis.
New Developments in FFRAdditionally, results from the FAME II (Fractional Flow Reserve-Guided Percutaneous Coronary Intervention Plus Optimal Medical Treatment vs. Optimal Medical Treatment Alone in Patients with Stable Coronary Artery Disease) study demonstrated clearly that patients with significant lesions identified via FFR did significantly better when stented compared with those treated with optimal medical therapy alone. This study was halted early by the independent Data and Safety Monitoring Board (DSMB) because the non-stenting (medically-treated) arm had significantly more urgent revascularizations than the FFR-guided stenting group. Data presented at EuroPCR 2012 showed an 11.2 times greater risk of urgent revascularization in the non-stenting group compared to the group that used FFR-Guided PCI.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacie: Dall’Ici all’Imu, conto salato per i titolari

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Il passaggio dall’Ici all’Imu dovrebbe comportare per le farmacie aumenti d’imposta compresi mediamente tra il 70 e il 100%. Un po’ più di quello che si attendono i negozi (che calcolano incrementi medi di quasi il 62%) e un po’ meno di quanto dovrebbero essere costretti a pagare bar e ristoranti, per i quali la Federazione dei pubblici esercizi stima aumenti attorno al 92%.
Rischia di essere salato il conto che arriverà dall’imposta introdotta dal Governo Monti per arrivare al pareggio di bilancio nel 2013. Questo al meno è quello che dicono le stime degli esperti, da prendere con la dovuta cautela a causa delle numerose variabili in gioco e del fatto che i comuni devono ancora fissare gli incrementi d’aliquota di loro spettanza. In ogni caso, un’idea dell’esborso che aspetta i titolari è già possibile farsela: «Da un’analisi effettuata su un campione di farmacie ubicate in immobili di categoria catastale C1» spiega Marcello Tarabusi, commercialista «si evince che in media le farmacie si troveranno a pagare un’Imu il cui valore si aggirerà tra il 170 e il 200% della vecchia Ici. In alcuni casi però ci saranno esborsi anche maggiori: una farmacia con immobile la cui rendita catastale si aggira sui 4mila euro, per esempio, potrà pagare anche il 300% della vecchia Ici. È vero però che la nuova Imposta sostituisce anche la tassazione sulla rendita catastale, quindi nei fatti il peso del prelievo potrebbe risultare inferiore».
Resta in og ni caso confermato quello che già altri giornali, dal Corriere della Sera al Sole-24 Ore, scrivevano nei giorni scorsi per il più generale comparto del commercio: l’Imu rischia di riscaldare l’inflazione, perché gli incrementi di costo si riverseranno sui prezzi. E i farmacisti, con la fascia A dal prezzo unico e la C che invoca sconti, dove si rivarranno? (fonte: farmacista33)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano contro malattie reumatiche

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Ventitre milioni di giornate di lavoro perse ogni anno e quasi 2 miliardi di euro di mancata produttività: sono i costi che derivano dalla scarsa attenzione alle malattie reumatiche. L’allarme è lanciato dall’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR) e dal Coordinamento Nazionale Malati Cronici (CnaMC), che insieme a CittadinanzAttiva e a numerose altre associazioni di pazienti a livello regionale chiedono che venga realizzato un piano specifico per affrontare queste patologie fortemente invalidanti. “Il nostro appello – spiega la dott.ssa Gabriella Voltan, presidente di ANMAR – è rivolto al Ministro della Salute, prof. Renato Balduzzi, e alla Conferenza Stato-Regioni, perché siano inseriti ‘progetti obiettivo’ specifici nel Piano Sanitario Nazionale 2012. In particolare, deve essere garantita l’equità di accesso alle cure e ai farmaci biologici e va istituito un registro per queste malattie. È prioritario inoltre l’obiettivo della diagnosi precoce implementando la rete assistenziale, per migliorare la qualità di vita di queste persone e razionalizzare l’impatto sulle risorse dei sistemi sanitari regionali. È indispensabile che il Governo e le Regioni adottino quanto prima le misure necessarie per affrontare la situazione di questi malati, altrimenti il sistema sanitario non sarà in grado, già nel prossimo futuro, di garantire la dovuta assistenza ai cittadini”. Una proposta concreta è quella rilanciata alla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni dalla Sicilia, dove l’Assessorato della Salute sta lavorando per istituire una rete delle patologie reumatiche. L’iniziativa è stata presentata anche al recente convegno nazionale dei reumatologi a Venezia, dopo un lavoro annuale di incontri con cittadini e operatori. La sensibilità della Regione Sicilia ha rinforzato l’attenzione delle Istituzioni su un problema che le associazioni dei malati e il mondo scientifico denunciano da anni.Più di cinque milioni di italiani, cioè quasi un decimo della popolazione (con predilezione per le donne in misura oltre 3 volte superiore agli uomini), soffrono di malattie reumatiche e, di questi, oltre 700 mila sono colpiti da forme croniche infiammatorie. I costi dell’assistenza socio-sanitaria rappresentano una seria minaccia per l’economia complessiva del nostro Paese. La spesa per le patologie reumatiche croniche supera i 4 miliardi di euro l’anno: quasi la metà – 1 miliardo e 739 milioni – è rappresentata dalla perdita di produttività per circa 287 mila lavoratori malati. Nelle parole dei pazienti si legge l’importanza della diagnosi precoce e il rammarico per non essere stati curati subito, nella fase iniziale della malattia. “Sono sempre stata sana e la mia passione erano le scalate in montagna – afferma Giovanna -. Ho iniziato ad avvertire i primi disturbi legati alla malattia all’età di 26 anni. I sintomi, più accentuati dopo la prima gravidanza, sono stati trascurati dai medici. Finalmente ho ricevuto la diagnosi nel 1983, dopo la nascita del mio secondo figlio. Se la diagnosi fosse stata precoce, avrei avuto la possibilità di una terapia adeguata che mi avrebbe consentito di continuare a lavorare senza pesare sull’economia sociale ed avrei avuto una migliore qualità di vita. Sono una pensionata con un’invalidità anticipata da allora”. La scarsa qualità di vita nella testimonianza di un uomo di 69 anni. “Ho avuto i primi sintomi all’età di 23 anni – spiega il paziente, colpito da spondilite anchilosante -, la forma acuta si è scatenata a 27 e la patologia mi è stata diagnosticata dopo accertamenti radiologici nel 1971. La malattia mi ha costretto a ritirarmi dal lavoro che svolgevo alla Fiat perché non potevo stare in piedi per lungo tempo. Giornalmente sono costretto ad assumere antinfiammatori a causa della rigidità della colonna che si è bloccata quasi totalmente comprese le vertebre cervicali. Non vivo bene la mia patologia, mi sono incurvato e abbassato in altezza di oltre 6 cm. Se fossi stato curato meglio, la mia vita sarebbe stata diversa”. Un altro paziente è riuscito a recuperare una buona qualità di vita, grazie a terapie efficaci. “Sono malato di spondilite anchilosante da circa 18 anni – spiega il paziente che oggi ha 35 anni -. Una mattina estiva del 1997 mi sveglio con un leggero fastidio alle anche, avevo 20 anni, ero iscritto all’università al secondo anno ed ero un atleta talentuoso con davanti un futuro radioso di grandi risultati. Dopo circa un mese non camminavo più. Ero passato troppo velocemente dall’allenarmi tutti i giorni allo strisciare in casa appoggiandomi ai mobili. Come nella maggior parte dei casi la difficoltà iniziale fu individuare la malattia. Sono stato curato per ernia al disco, sciatalgia, qualcuno ha creduto che io fossi pazzo, ho fatto mesoterapia, magnetoterapia, fisioterapia e tante altre cose i cui nomi terminano con ‘-terapia’, tutto senza risultati. Dopo circa un anno la geniale intuizione di mio zio, che da bravo pediatra è abituato a lavorare con pazienti che non gli sanno spiegare i sintomi, mi ha indirizzato sulla strada giusta: la reumatologia. Gli anni successivi furono un susseguirsi di miglioramenti e ricadute, senza mai avvicinarmi a quella condizione di ‘normalità’ che ormai mi sembrava lontana e antica. Nell’aprile del 2004 il Prof. V. mi propone un nuovo tipo di cura, in parte ancora sperimentale, un farmaco cosiddetto ‘biologico’, vale a dire basato su un principio attivo, creato in laboratorio. Mi mette al corrente dei possibili effetti collaterali e concordiamo insieme la data della prima infusione. Pochi giorni dopo mi reco al policlinico di Napoli carico di speranze e di dolori, per l’inizio della terapia. La mattina seguente, a tutt’oggi la più bella della mia vita, mi alzo dal letto con una facilità che mi sembrava perduta per sempre. Ripeto l’infusione dopo due settimane, poi dopo quattro e infine dopo sei. A settembre ricomincio a correre. Oggi svolgo il mio lavoro di ingegnere, mi alleno tutti i giorni e corro, salto, lancio più di quanto non facessi prima della malattia. I dolori sono spariti del tutto, anche grazie alla forma fisica ritrovata, e mi ricordo della spondilite solo ogni quattordici settimane quando mi reco all’ospedale per l’infusione di vita”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quale futuro per banche e assicurazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Italiano: Veduta laterale del Palazzo delle As...

Italiano: Veduta laterale del Palazzo delle Assicurazioni Generali a Piazzale Cordusio a Milano, costruito da Luca Beltrami nel 1897/1901. Foto di Giovanni Dall’Orto, 6-3-2008. English: Lateral view of the Palazzo delle Assicurazioni Generali in Piazzale Cordusio in Milan, Italy, which was built by Luca Beltrami in 1897/1901. Picture by Giovanni Dall’Orto, March 6 2008. (Photo credit: Wikipedia)

Milano 23 maggio alle 9.30 presso il Centro Congressi ABI, via Olona 2, Oggi la “Gestione dei Talenti” è universalmente considerata una chiave fondamentale per raggiungere risultati di eccellenza nel mondo delle imprese. I vantaggi di coltivare e mantenere correttamente i talenti in azienda si concretizzano nel grado di innovazione che l’organizzazione può raggiungere in tempi relativamente brevi. I talenti sono risorse critiche per l’azienda e vanno gestiti e valorizzati attraverso un processo strategico in grado di attrarli e in seguito mantenerli. In particolare, una delle strategie per il mantenimento dei talenti in azienda è l’attuazione di adeguate politiche di remunerazione, incentivazione e motivazione.Il quadro normativo nazionale e internazionale di riferimento del sistema bancario e assicurativo si è arricchito notevolmente negli ultimi anni, anche in considerazione del fatto che adeguati sistemi di remunerazione e di incentivazione sono una condizione essenziale per assicurare la sana e prudente gestione di banche e assicurazioni, l’incremento efficiente e produttivo del personale di back office e front office e la stabilità complessiva del sistema.
Il confronto tra i Responsabili delle Risorse Umane sarà arricchito dal contributo di PricewaterhouseCoopers che illustrerà i primi risultati 2012 dell’indagine internazionale ‘Saratoga Risk and Reward’.Agenda lavori:
10.00 Inizio lavori e benvenuto a cura di Roberto Gamerro, CEO di ADP Italia
10.15 15ma CEO Survey e Millennials At Work: La pianificazione strategica dei talenti a supporto dei risultati di business – Maria Delli Pizzi, Senior Manager People & Change Financial Services, PwC
10.45 Politiche Incentivanti, Motivazione, Efficienza e Produttività: il punto di vista dei Responsabili HR di Banche e Assicurazioni
Fabio Carpi, Responsabile Ufficio Pianificazione e Strumenti BPER
Mauro Danesino, Vice Responsabile Direzione Risorse Umane e Assetti Interni GRUPPO CREDITO VALTELLINESE
Antonio Bortolan, Direttore del Personale VENETO BANCA
Pasquale Cormio, Responsabile Sviluppo Risorse Umane HELVETIA ASSICURAZIONI
11.50 Saratoga Risk & Reward: i primi risultati dell’indagine 2012
Maria Delli Pizzi, Senior Manager People & Change Financial Services, PwC
12.20 Tavola rotonda con la partecipazione dei Responsabili HR di Banche e Assicurazioni
Fabio Carpi, Responsabile Ufficio Pianificazione e Strumenti BPER
Mauro Danesino, Vice Responsabile Direzione Risorse Umane e Assetti Interni GRUPPO CREDITO VALTELLINESE
Antonio Bortolan, Direttore del Personale VENETO BANCA
Pasquale Cormio, Responsabile Sviluppo Risorse Umane HELVETIA ASSICURAZIONI
Modera: Mario Salvatori, Direttore Editoriale Azienda Banca e Assicura
13.00 Sessione di domande e risposte
13.15 Termine lavori (Alessandra Pigoni)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti a lezione sul ruolo del farmaco equivalente

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Roma. Università La Sapienza. La scadenza dei brevetti che coprono i farmaci ha fornito alle imprese farmaceutiche l’opportunità di sviluppare e produrre “copie” che vengono immesse sul mercato a prezzi più bassi rispetto agli originali, fornendo cure efficaci a basso costo. Il medicinale equivalente offre le stesse garanzie di qualità, efficacia e sicurezza del prodotto originatore, perché arriva nelle farmacie dopo essere stato sottoposto dall’AIFA agli stessi controlli di qualità di tutte le altre specialità e segue precisi standard applicati anche negli Paesi europei. L’opportunità di risparmio per i cittadini e per il Servizio Sanitario Nazionale è legata alla mancanza di coperture brevettali e ciò comporta un risparmio medio del 55% rispetto ai farmaci di marca.
Ma nonostante la richiesta di generici sia in continua crescita in tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea, in Italia rappresentano solo il 15-16% della quota di mercato. Un risparmio medio di almeno il 30% rispetto all’originatore potrebbero invece consentire i farmaci biotecnologici biosimilari, dato il costo inferiore.
Questi, a differenza degli equivalenti, non sono “i generici” dei farmaci biotecnologici, perché la loro natura e il complesso processo produttivo non consentono la riproduzione di una molecola identica all’originale. Proprio per queste peculiarità, l’European Medicines Agency ha richiesto linee guida ad hoc per garantire la qualità, l’efficacia e la sicurezza dei prodotti immessi in commercio. Poiché sono usati soprattutto in ambito ospedaliero, il risparmio sarebbe significativo per il Sistema Sanitario Nazionale, liberando risorse sia per l’accesso di un numero più elevato di soggetti alle terapie innovative, sia per la sostenibilità economica dei sistemi sanitari. Nonostante le differenze strutturali e regolatorie tra generici e biosimilari, le controversie sviluppatesi dopo la loro immissione in commercio sono molto simili e permangono dubbi e resistenze tra i consumatori e tra la classe medica. Per spiegare ai futuri medici e farmacisti che il generico è un farmaco che equivale in termini di qualità, efficacia e sicurezza al corrispettivo medicinale di marca, la facoltà di Farmacia e medicina di Sapienza Università di Roma ha organizzato, con il contributo di Teva, azienda leader nel mercato degli equivalenti, una lezione per illustrare gli aspetti regolatori, farmacologici e clinici degli equivalenti, i problemi ancora aperti riguardanti i farmaci biosimilari e il ruolo di questi medicinali nella pratica clinica. L’appuntamento è nato dopo il successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di oltre 600 studenti. “Riteniamo molto valida questa iniziativa che abbiamo volentieri ospitato,” ha sottolineato il prof. Eugenio Gaudio, Preside della facoltà di Farmacia e Medicina della Sapienza “data l’importanza che ha per farmacisti, medici e cittadini la conoscenza delle potenzialità dei farmaci equivalenti, sia in termini di efficacia e sicurezza terapeutica, sia come contributo significativo alla razionalizzazione della spesa del sistema sanitario nazionale.”
Nel nostro Paese però la strada è ancora lunga. Se infatti in Germania e in Inghilterra il 50-70% dei farmaci dispensati è generico, in Italia lo è solo il 12%, anche se questa percentuale sta crescendo di anno in anno.
“Il farmaco equivalente in Italia continua a non avere vita facile. Eppure offre le stesse garanzie di qualità, efficacia e sicurezza del prodotto originatore, perché i procedimenti adottati per la sua produzione devono rispettare i principi e le linee guida delle Norme di Buona Fabbricazione al pari dei farmaci di marca. La differenza fondamentale è il prezzo, inferiore fino al 20-60%. Nonostante questi evidenti vantaggi permangono dubbi e perplessità, che il decreto liberalizzazioni non ha contribuito a smorzare” ha precisato il dott. Giorgio Foresti, AD di Teva Italia e presidente di Assogenerici. “È bene ricordare il valore di responsabilità sociale legato all’utilizzo di questi farmaci, che dovrebbe essere comunicato di più anche a livello di pubblico, con iniziative come questa realizzata con gli studenti universitari. Non si può dimenticare che liberando risorse del sistema sanitario, l’utilizzo massiccio di generici permetterebbe l’allocazione di maggiori fondi per la prescrizione di farmaci innovativi, ancora molto costosi, favorendo così l’accesso alle migliori cure da parte dei pazienti. Il risparmio generato potrebbe essere indirizzato alle attività di ricerca medico scientifica, per la messa a punto di nuove molecole”.
Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (Nasdaq: TEVA) è una delle principali aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso ad un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, così come di farmaci innovativi e di specialità e ingredienti farmaceutici attivi. Con sede in Israele, Teva è il più grande produttore di farmaci equivalenti al mondo, con un portfolio prodotti globale di oltre 1.300 molecole e una presenza diretta in circa 60 paesi. Per quanto riguarda i farmaci innovativi, Teva concentra la sua attività di sviluppo nell’area delle malattie neurologiche, di quelle oncologiche, respiratorie e della salute della donna, oltre che nel settore dei farmaci biotecnologici e biosimilari. Teva impiega circa 46.000 persone in tutto il mondo e ha registrato 18,3 miliardi di dollari in ricavi netti nel 2011.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diploma in Mental Health Law and Human Rights

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

The Diploma, now in its fifth year, is a collaboration between WHO and the ILS Law College in Pune, India. The course builds the capacity of students to advocate for human rights and to influence national legislative and policy and service reform in line with the UN Convention on the Rights of Persons with Disabilities and other key international human rights standards. It is a one year Diploma and includes two residential sessions and distance learning. Students to date have comprised health and mental health professionals, lawyers, mental health service users and survivors, government officials, social workers, human rights defenders and families and carers. The course is taught be a faculty of renowned international experts in the area.The prospectus for the Diploma is attached. More information about the Diploma is also available at: http://www.mentalhealthlaw.in

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Divorzio breve

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

“Quella sul divorzio breve è una legge di civiltà. Da statistiche è dimostrato che solo l’1% delle coppie separate tornano sui loro passi, mentre sono moltissime quelle che vanno all’estero, dove i tempi per ottenere il divorzio sono più brevi. Italia dei Valori è favorevole ad un accorciamento dei tempi. Su temi, quali i diritti civili, il Parlamento si mostra troppe volte in ritardo” lo dichiara in una nota l’on. Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo IDV alla Camera. “Serve un approccio laico, al passo con le esigenze delle società, ispirato alla scrittura di buone leggi in favore di quei cittadini che vivono non solo le difficoltà affettive provocate dalla fine di un matrimonio, ma anche quelle burocratiche e tempi troppo lunghi della giustizia civile” spiega Borghesi. “Accorciare i tempi non significa svilire l’istituto del matrimonio, un’unione tra due persone che si basa su profondi valori. Significa semplicemente venire incontro a chi, ad esempio, intende regolarizzare nuove situazioni affettive sorte nel frattempo” conclude Borghesi

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrara: rischio sismico

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

(Italian version) Category:Maps of Emilia-Roma...

(Italian version) Category:Maps of Emilia-Romagna Emilia-Romagna Emilia-Romagna (Photo credit: Wikipedia)

“Rischio sismico: Istituire il Fascicolo del Fabbricato che permetterebbe di valutare le reali condizioni statiche e sismiche del patrimonio immobiliare italiano e soprattutto degli edifici di grandissimo pregio storico” “ L’area rientra nella fascia delle strutture sepolte delle cosiddette “pieghe ferraresi” strutture che marcano in profondità il bordo orientale della catena appenninica e che rappresentano la “zona sismogenetica” a cui è attribuito il terremoto del 20-05-2012 ed in base alla quale è stata operata la classificazione sismica del territorio oltreché attraverso i dati storici esistenti. Circa gli effetti del terremoto occorre considerare poi gli effetti di sito, cioè la natura del terreno, la sua consistenza, la presenza della falda idrica ecc. che possono esaltarne o ridurne gli effetti. Infine vanno considerati anche gli effetti di risonanza tra il terreno e l’edificato”. Ad affermarlo è Maurizio Zaghini , Presidente dell’Ordine dei Geologi dell’Emilia Romagna . “Ad esempio non è casuale – ha proseguito Zaghini – che i maggiori danni si siano verificati in strutture a maggiore elevazione (torri, campanili ecc.) e di più antica edificazione. Più problematici sono i danni verificatisi in strutture recenti (es. capannoni artigianali/industriali) per i quali occorre operare gli opportuni approfondimenti potendo questi dipendere da difetti progettuali o da effetti di sito. Come ho già avuto modo più volte di dire gli sforzi maggiori dovrebbero essere rivolti proprio all’edificato esistente attraverso una politica di lungo termine che tenga presente delle priorità (patrimonio storico ed artistico, strutture pubbliche ecc) anziché concentrarsi solo sulle nuove edificazioni ed a nuovo consumo di territorio. Per questo motivo i geologi emiliano-romagnoli, auspicano un più adeguato coinvolgimento della propria fondamentale professionalità nella ricostruzione del modello geologico del territorio, certi che una maggiore conoscenza del sottosuolo apporta una maggiore sicurezza agli edifici ed alla popolazione”. La strada deve essere quella della prevenzione a tutto campo .
“Per mettere in sicurezza il nostro Paese – ha dichiarato Gian Vito Graziano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi – la strada da perseguire non è soltanto quella, ancorché importantissima, degli interventi strutturali e dell’inserimento dei dissipatori ma è ancor prima quella degli studi della risposta
sismica dei terreni. Occorre inibire l’edificazione in quelle aree dove questi studi dimostrano un effetto di amplificazione dell’intensità sismica”. “Importante sarebbe l’istituzione del Fascicolo del Fabbricato , una sorta di “libretto sanitario” del fabbricato – ha concluso Graziano – che permetterebbe di valutare le reali condizioni statiche e sismiche del nostro immenso patrimonio immobiliare, che racchiude edifici di grandissimo pregio storico ed architettonico, che non possiamo permetterci di veder crollare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutelare i diritti e la salute delle donne

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

“Chiediamo al governo il rispetto della legge 194 su tutto il territorio nazionale, la piena applicazione della legge a tutela dei diritti e della salute delle donne, ed iniziative, finalizzate all’assunzione di personale non obiettore in maniera tale da garantire il servizio” lo ha detto in Aula, Antonio Palagiano, capogruppo IDV in Commissione affari sociali e Responsabile Sanità di IDV, in merito alla discussione generale sulle mozioni concernenti iniziative per la tutela del diritto all’obiezione di coscienza in campo medico e paramedico.
“Chiediamo, inoltre, al governo di attivarsi, al fine di assicurare il pieno ed efficiente espletamento da parte degli enti ospedalieri delle procedure e degli interventi di interruzione della gravidanza e ad assumere ogni iniziativa affinché la gestione organizzativa e del personale delle strutture ospedaliere sia realizzata in modo da evitare che vi siano presidi con oltre il 50 per cento di obiettori” ha detto Palagiano.
“In Italia il 70,7 per cento dei ginecologi del servizio pubblico è obiettore di coscienza. Il dato più elevato di obiettori di coscienza riguarda il Sud, con una media di oltre 8 obiettori su 10. La principale conseguenza di un numero così elevato di obiettori è quella di rendere sempre più difficoltosa l’applicazione della 194. La ricerca di un medico non obiettore comporta allungamento dei tempi, interlocutori non sempre disponibili, donne che devono spesso migrare da una regione all’altra e, sopratutto tra le immigrate, il possibile ricorso all’aborto clandestino” ha spiegato il responsabile Sanità di IDV.
“Compito del legislatore è coniugare il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza della donna e quello all’obiezione di coscienza del personale sanitario. Due principi legittimi che idealmente dovrebbero convivere ma che, nella realtà, trova difficoltà poiché i medici obiettori spesso si rifiutano di segnalare alle pazienti un medico non obiettore o un’altra struttura sanitaria autorizzata all’interruzione volontaria di gravidanza” ha spiegato Palagiano.
“L’obiezione di coscienza è sì un diritto, ma quello che è diritto del singolo non deve esserlo per l’intera struttura sanitaria, che deve garantire prestazioni sanitarie e personale atto a svolgerlo, soprattutto per non discriminare le donne e le pazienti economicamente più deboli” ha concluso il responsabile Sanità IDV.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica del G8

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

 

Si è concluso l’ennesimo G8, un altro fine settimana di incontri fra i Grandi durante il quale la comunità finanziaria internazionale ha seguito con apprensione i lavori del Vertice anche per comprendere se le questioni e le tensioni nell’Area Euro potranno essere finalmente risolte. Si interverrà con decisione questa volta? Il tempo è scaduto la politica deve rendersene conto – dichiara il Segretario Generale di Unità Sindacale Falcri Silcea Aleardo Pelacchi – Le distorsioni della finanza speculativa – continua Pelacchi – hanno prodotto danni immensi all’economia reale, basta guardare il nostro Paese. Disoccupazione record soprattutto tra i giovani che non riescono ad immaginare un futuro, imprese che non ce la fanno, disperazione, suicidi, cittadini disorientati che sfogano la loro rabbia contro altri cittadini anch’essi vittime di questo disastro sociale. Diciamo basta. La verità è che l’economia è sempre più distante dalle persone. E’ necessario affermare con forza l’idea che il sistema bancario deve sostenere la crescita attraverso il sostegno alle famiglie ed alle imprese, come peraltro chiesto in ogni occasione da Unisin. Ultimamente, oramai preoccupati dal possibile credit crunch, questa necessità è stata sostenuta con maggiore determinazione anche da autorevoli pareri in campo economico. E’ necessario che dalle parole si passi finalmente ai fatti poiché non esiste altra via per uscire da questa lunga crisi. Unisin, come è noto, ha indicato da tempo anche un’altra priorità – conclude il Segretario Generale Aleardo Pelacchi – che è quella di valorizzare le lavoratrici ed i lavoratori. Anche in questo caso non c’è una via diversa per gestire i profondi cambiamenti che anche il nostro settore dovrà affrontare nel prossimo futuro. La fase recessiva, purtroppo, non si attenuerà in tempi brevi nonostante le perentorie indicazioni fornite da quest’ultimo G8 che sono orientate a favorire la crescita in Europa. Non si potrà quindi scaricare gli oneri di questa congiuntura sul lavoro ma occorrerà ragionare in termini di sviluppo e di occupazione.

 

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gary Lineker, Jayne Torvill and Other Celebrities Back ‘Team Give Blood’ Campaign

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

MJ08ZTE National Blood Service Ford Transit 11...

MJ08ZTE National Blood Service Ford Transit 110 T260s parked up at Brentwood Blood Center (Photo credit: Trojan631)

London (PRNewswire)Gary Lineker, Sarah Beeny, Jayne Torvill, Graham Bell, Greg James, Rachel Riley, Twin B and Saira Khan will help to boost blood stocks by 30%, above usual levels, ahead of the Olympic Games and encourage donors to support their country by contributing to blood supplies.The Team Give Blood ‘captains’, will encourage people of a specific blood type to donate before major national events, including the Jubilee and Olympics as well as the football European Championships. The celebrities will be using their own social media profiles to encourage the public to be a part of ‘Team Give Blood’ by donating, as well as appearing in promotional materials and mailers.Jon Latham, spokesperson for NHS Blood and Transplant (NHSBT), said: “This year we need donors more than ever before because major public events can disrupt regular donations and we have extra visitors to the UK to prepare ahead for. We know our regular donors feel a strong sense of team spirit and positivity about their contribution to the health of the nation, so this campaign will help capture the national spirit of 2012 and ensure we are well prepared for the summer’s festivities.”
Past experience[1] shows that even regular donors miss appointments during national events and celebrations as people become distracted and routines are disrupted. This, combined with the high numbers of international visitors expected this year with a different native blood mix to our own, may also put high demand on specific blood groups.Blood is used to help treat health conditions including cancer and long term illnesses, trauma incidents and maternity care. Hospitals across England and North Wales need 7,000 units of blood every day and each unit saves or improves the lives of three patients.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Landmark Sleep Apnea, Heart Failure Study Recruits 1,000th Participant

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

The illustration shows the major signs and sym...

The illustration shows the major signs and symptoms of heart failure, with captions in Czech. (Photo credit: Wikipedia)

Munich, (PRNewswire) SERVE-HF, the largest study to investigate if treatment of predominant central sleep apnea (CSA) improves survival and outcomes of patients with stable heart failure, has enrolled its 1,000th participant. The study, sponsored by ResMed Ltd., is the largest of its kind. This milestone brings the SERVE-HF study, which began in 2008, one step closer to its target of approximately 1,250 participants. Principal investigator Prof. Martin Cowie, of the Royal Brompton Hospital in London said, “SERVE-HF is the world’s largest study for any aspect of sleep-disordered breathing [SDB], and it has involved significant collaboration among sleep physicians, respiratory physicians and cardiologists across Europe.”Co-principal investigator, Prof. Helmut Teschler, Medical Director at the Department of Pneumology, Ruhrland Clinic, Essen, added, “This study is so important because SDB in heart failure patients is a very common occurrence, particularly in men. Given that at least 50% of men with heart failure also suffer from moderate to severe SDB, treatment of SDB could be vital to improving heart failure outcomes in the future.”Patients with heart failure may have an abnormal waxing and waning breathing pattern called Cheyne-Stokes respiration (CSR) with CSA. Previous studies have demonstrated that such patients have a poor quality of life as well as increased mortality, but that they may do better and live longer if they are treated with assisted ventilation during sleep.The SERVE-HF study hopes to provide more conclusive evidence of the health benefits of treating SDB in heart failure patients, and on a much larger scale. The study is being conducted at more than 80 sites in Germany, France, the UK, Norway, Sweden, Denmark, Finland, Australia and the Czech Republic.The primary goal of the study is to determine whether managing CSR-CSA with ResMed’s proprietary adaptive servo-ventilation technology (found in its AutoSet CS™ and VPAP™ Adapt devices) increases survival rates and decreases the burden of hospitalizations in this patient population. Adaptive servo-ventilation is an intelligent method of non-invasive ventilation that continuously monitors and stabilizes the breathing patterns of individuals with SDB throughout the night.”We’ve designed the study not only to assess survival rates but also to see if adaptive servo-ventilation improves quality of life, sleep, and physiologic changes associated with heart failure, such as enlarged hearts,” stated Prof. Cowie.Despite the long-established links between SDB and heart disease, SDB diagnosis and management remain in the realm of sleep or respiratory medicine, rather than cardiology. However, favorable SERVE-HF results would be likely to trigger major changes within this field, including greater cardiologist involvement in SDB management.”Tight collaboration between cardiologists and sleep physicians is needed if SDB care is to improve worldwide. The findings of the SERVE-HF study may ensure that this happens in the future,” Prof. Teschler commented. Additional study information, updates, and news can be obtained at the dedicated SERVE-HF study website http://www.servehf.com.
ResMed is a leading developer, manufacturer and distributor of medical equipment for treating, diagnosing and managing sleep-disordered breathing and other respiratory disorders. We are dedicated to developing innovative products to improve the lives of those who suffer from these conditions and to increasing awareness among patients and healthcare professionals of the potentially serious health consequences of untreated sleep-disordered breathing. For more information on ResMed, visit http://www.resmed.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Exercising and Dieting Not Enough to Stop UK Obesity Freight Train – Dr Berardi

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

What scientists call "Overweight" ch...

What scientists call “Overweight” changes with our knowledge of human health (Photo credit: Wikipedia)

Bradford, England, (PRNewswire) A leading nutritional expert has called for more to be done by influential figures within the UK health and fitness industry after branding worrying obesity and diabetes levels as “freight trains running out of control”. Dr John Berardi, who was recently in the UK attending the FitPro convention, is a prominent researcher in the field of exercise and nutritional science and he believes a greater emphasis needs to be placed on engaging with and educating people of all ages on the benefits of eating healthy and exercising on a regular basis. Nearly a third of all children in the UK are now believed to be classified as overweight and just over a quarter of adults in England were classified as obese in 2010, highlighting how a major cultural problem is escalating. Speaking in an exclusive interview with Predator Nutrition founder Reggie Johal, Dr Berardi said: “While the health and fitness industry in the UK always impresses me, as a health and fitness culture, the UK is doing just about as poorly as we are in North America. “Personally, I split my time between the US and Canada, living part of the year in each country. And whether it’s the US, Canada, or the UK, we’re all struggling. Obesity and diabetes seem like freight trains running out of control. “Of course, that’s not a fitness industry thing. Instead, it has everything to do with the combination of sedentary labor, few natural opportunities for exercise and movement, huge access to high calorie, processed foods, and a tremendous amount of personal stress. “Just telling people to eat less and exercise more doesn’t work. Sure, it theoretically could work. But it can be damn hard for some people to get moving in this direction.”And the problem isn’t necessarily willpower. I know that’s hard to understand at first. But once you have a family to take care of, become a full-time member of a sedentary work force, and become responsible for meeting the needs of either young children or aging parents – and you have to do it all on a limited budget – does it become apparent why this is so hard for people.”That’s why I’m so passionate about reaching people where they’re at. Honestly, the obesity epidemic isn’t going to be solved by the fitness industry unless we reimagine what it is we do. Because, right now, the industry is confined to the four walls of gyms and health clubs.”It’s only when we’re willing reach out beyond fitness club walls and engage people at home, in their workplaces, and in the other places they spend time, that we’ll really have the impact we hope to.” Predator Nutrition is a prominent UK sports nutrition retailer. Follow them on Twitter and Facebook, and circle them on Google+ to receive news of the latest offers and money-saving deals.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Thomas Cook’s Royal Globetrotting Guide

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Landscape of the Comino Island Malta

Landscape of the Comino Island Malta (Photo credit: Wikipedia)

London, (PRNewswire) In fact the Queen actually succeeded to the throne, while on a tour of Kenya, a trip which had set the standard for a woman who would spend a great deal of her time during the next 60 years travelling the world, meeting her subjects and representing the UK on both state and commonwealth visits. Strangely despite being so well travelled the Queen, has never had a holiday in Rhodes or like a huge number of her subjects enjoyed cheap holidays to Greece.
The Queen and the Duke of Edinburgh visited the strategic Mediterranean island of Malta for four days between November 23 and 26, 2005, during which time Her Majesty opened the biennial Commonwealth Heads of Government meeting.It is a little known fact that the Queen, as Princess Elizabeth, lived in Malta from 1949 to 1951, when The Duke of Edinburgh was stationed on the island. This wonderful, sun-drenched little island is packed with history and personality; make sure you visit some of the many ancient building and architecture that make Malta so special.
The Queen has visited France eight times on official business, which tops it off as the most visited country by the Queen on state visits. The Queen paid a visit to one of Europe’s most beautiful cities, Strasbourg in 1992. The entire town centre has been listed as a UNESCO World Heritage Site and has a history unique to the area.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Former Finalists of Britain’s Got Talent Back Charity’s AGEnda Skills Swap

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

London collage.

London collage. (Photo credit: Wikipedia)

London, (PRNewswire) National charity Abbeyfield has enlisted the support of former Britain’s Got Talent finalists, Twist and Pulse, an English street dance duo to help encourage young people from schools, colleges, universities and youth groups to join the Abbeyfield AGEnda Generational Skills Swap that is taking place in June.The launch of the charity’s AGEnda initiative, follows a national survey which showed that a high percentage of young and old hold negative opinions and views about one another. Ashley Tisdale (Twist), said: “We think it’s a great idea, young people can learn some cool things from older people and older people can learn some interesting stuff from young people so Abbeyfield AGEnda is a good thing.”Twist and Pulse who returned to Britain’s Got Talent this year with their own dance troupe ‘Twist and Pulse Dance Company’ said: “Every generation has something that they can share with the next one, a skill, a hobby or even an experience. This is a great chance to see what we can offer each other and hopefully help get rid of some of the negativity.”The AGEnda initiative which will take place during June (although more specifically during Abbeyfield Week June 9th -16th ) is to get younger people to arrange a Skills Swap event with a local Abbeyfield house or care home to help improve the relationship between the different generations. Everyone who participates in an Abbeyfield Skills Swap, will be asked to record their activity by drawing, filming, photographing, writing or any combination of these mediums, explaining their experience. Their entry will then go to an Abbeyfield panel of judges who will select the best Skills Swap. The winning group will be visited by the popular dance act and enjoy a dance workshop and an up close and personal Twist and Pulse performance for their school or youth group in September. Glen Coco (Pulse) said: “We can’t wait to visit the winning Skills Swap group in September. We really want people to get involved. If you haven’t done so already get involved contact Abbeyfield with your idea for a Skills Swap and then tell Abbeyfield about it.Abbeyfield spokesperson Sam Alleyne said: “We want to encourage young people to engage more with the older generation and hope this will help. Communication between the two groups is really important in today’s society where old and young no longer live so closely together. We are really keen for young volunteers to get involved with our residents on an ongoing basis. Our Skills Swap is part of a national drive, so Abbeyfield houses all over the country are running swaps during Abbeyfield Week.”Twist and Pulse who also featured on this years Britain’s Got Talent, as their new super slick, child dance troupe, sped through the qualifying stages all the way through to the live semi finals in May, are very excited and enthusiastic about the Abbeyfield Week AGEnda Skills Swap initiative.
The survey showed that older and young people spend little time one-to-one – the average amount is just 12 days a year. This applies to 30% of 18-30 year olds and 41% of 10-17 year olds. The remainder said they don’t spend any one-to-one time with older people. When they do spend time together, they watch TV (10-17 year olds) or have a natter over a cup of tea or lunch (18-30).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ballottaggi amministrative: voto di Parma

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Mag 2012

Parma 2007

Parma 2007 (Photo credit: ho visto nina volare)

“Non nascondiamo la testa sotto la sabbia: il risultato di Parma offusca ogni altra vittoria del Pd”. Lo afferma l’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, commentando l’affermazione del candidato del Movimento 5 Stelle, Federico Pizzarotti, al ballottaggio a Parma.Secondo Serracchiani “sarebbe ingiusto sminuire un risultato elettorale che porta il centrosinistra ad amministrare 18 capoluoghi su 26 che andavano al voto, ma gli elementi di forte riflessione che vengono da Parma, oggi, non devono assolutamente essere accantonati dai leader nazionali del Partito democratico”.Per l’esponente democratica “se la credibilità di una leadership politica si rivela nel percepire e nell’accompagnare i mutamenti e i bisogni della società, per Bersani questo è il momento di dimostrare che il Pd è all’altezza delle vittorie e impara sul serio dalle sconfitte. Dopo Parma, il motto ‘rinnovarsi o morire’ non è una critica alla segreteria ma – conclude – una proposta concreta”.
(Giancarlo Lancellotti)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »