Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for giugno 2012

Stranieri a Nord-Est

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 giugno 2012

Grue Nordest

Grue Nordest (Photo credit: Alexandre Prévot)

Gli stranieri rappresentano una risorsa per il territorio del NordEst: le quasi 100mila imprese condotte da stranieri producono il 6,4% del Pil del territorio, specie nel settore delle costruzioni dove il peso dell’attività immigrata è del 18,4%. Nel NordEst si contano complessivamente 581mila occupati (l’11,6% del totale degli occupati) e 70mila disoccupati (il 28,1% del totale dei disoccupati), evidenziando tassi di disoccupazione del 10,7%, più elevati in Friuli V.G. (13,7%) e in Emilia Romagna (11,2%). I dipendenti stranieri hanno una retribuzione mensile inferiore di 255 € rispetto ai colleghi italiani e oltre il 40% delle famiglie straniere vive al di sotto della soglia di povertà.
Questi alcuni dei risultati raccolti nel Rapporto Annuale sull’Economia dell’Immigrazione realizzato dalla Fondazione Leone Moressa e patrocinato dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e dal Ministero degli Affari Esteri, che è stato presentato domenica 17 Giugno 2012 a Padova presso la Sala Nassirya in Piazza dei Signori alle ore 9.30 nel convegno dal titolo “Gli stranieri: quale valore economico per la società?”,convegno organizzato dall’Associazione Ascan e dal Comune di Padova in occasione della sesta edizione di “Tradizione Senegalese” che si terrà per l’intera giornata di domenica in Piazza della Frutta a Padova
Il Valore Aggiunto prodotto dalle imprese condotte da stranieri. Nel NordEst le quasi 100mila imprese condotte da imprenditori stranieri concorrono alla produzione del 6,4% del Pil complessivo dell’area, per un ammontare di 19 miliardi di €. In Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Veneto la percentuale si stabilizza, rispettivamente, attorno al 6,7%, 6,6% e 6,4%, mentre per il Trentino Alto Adige la cifra di riduce al 5%. Il maggior contributo alla formazione del valore aggiunto è ascrivibile alle imprese che operano nel comparto delle costruzioni, dove le imprese straniere producono il 18,4% della produzione totale del settore, seguito dal commercio (9,6%), dalla manifattura e dai servizi alle persone (7,4%). L’edilizia rimane il comparto prevalente per tutte le regioni nel NordEst.
Gli imprenditori stranieri e le imprese condotte da stranieri. Il NordEst annovera complessivamente 93.402 imprenditori di origine straniera (il 9,6% del totale) e 99.545 imprese per le quali la partecipazione e la proprietà è detenuta in prevalenza da soggetti stranieri (l’8,3% del totale). In questo Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia mostrano incidenze più elevate delle altre regioni dell’area nordestina, anche se il Veneto registra valori comunque superiori alla media nazionale.
Il mercato del lavoro. Dal 2008 al 2011 si è assistito nel NordEst ad un aumento del tasso di disoccupazione straniero di 2,5 punti percentuali passando dall’8,5% al 10,7% e raggiungendo 70mila immigrati senza lavoro. Questo significa che nel triennio considerato un nuovo disoccupato su quattro a NordEst ha origini straniere. In Friuli Venezia Giulia e in Emilia Romagna si osservano tassi di disoccupazione straniera più elevati (rispettivamente 13,7% e 11,2%) rispetto a Veneto e Trentino Alto Adige (rispettivamente 9,9% e 9,3%). Dal punto di vista dell’occupazione si contano comunque quasi 600mila lavoratori di origine straniera, pari all’11,6% del totale: in questo caso l’Emilia Romagna e il Veneto mostrano incidenze superiori (12,6% e 11,8%).
Retribuzioni, redditi e Irpef pagata. Un dipendente straniero che lavora nel NordEst guadagna al mese una cifra netta di poco superiore ai 1.000€, 255€ in meno rispetto ai colleghi italiani. Retribuzioni superiori si percepiscono in Friuli Venezia Giulia dove i differenziali salariali con gli italiani si fanno più contenuti. Al fisco nel 2009 i contribuenti nati all’estero hanno dichiarato una cifra di oltre 4,6 miliardi di € in Veneto e di 4,2miliardi di € in Emilia Romagna con redditi procapite che in queste due regioni ammontano, rispettivamente, a 12.881 € e 12.162 €. Di Irpef gli stranieri pagano a testa tra i 2.330 € dell’Emilia Romagna a 2.970 € del Friuli Venezia Giulia.
Livelli di povertà. Il 42,2% delle famiglie straniere vive al di sotto della soglia di povertà contro il 12,6% delle famiglie italiane. Il reddito percepito permette di risparmiare una cifra molto bassa che supera di poco i 600 euro annui. Le entrate provengono per l’84,3% da lavoro dipendente e di queste oltre un quarto viene destinato al pagamento dell’affitto, dal momento che appena il 13,8% delle famiglie è proprietaria dell’abitazione di residenza. Una realtà spesso non adeguatamente presa in considerazione. “Questo rapporto fornisce un contributo importante e “accende i riflettori” su quella maggioranza silenziosa di immigrati che contribuisce in modo rilevante al buon funzionamento del paese, della sua economia e dei suoi servizi”, ha sottolineato José Angel Oropeza, Direttore dell’Ufficio di coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM. “Senza di loro l’intero sistema economico italiano andrebbe incontro a gravi difficoltà: una realtà frequentemente trascurata dai mezzi di informazione, e di conseguenza spesso anche ignorata da parte dell’opinione pubblica. Una realtà ancora più presente nel NordEst, dove la presenza di immigrati lavoratori è particolarmente alta e dove i livelli di integrazione sono tra i più elevati del paese”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 giugno 2012

Roma 20 giugno 2012 – ore 11,30 Biblioteca del Senato – Sala degli Atti Parlamentari Piazza della Minerva, 38 –
La Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma che si celebra il 21 giugno, sarà l’occasione per sottolineare i grandi progressi della Ricerca Scientifica. Oggi, grazie allo sviluppo di nuovi approcci terapeutici, per alcune forme di leucemia è più vicino l’obiettivo della guarigione completa.
Per il quarto anno consecutivo l’AIL organizza un viaggio di 1.000 miglia lungo la costa Adriatica,
iniziativa di vela terapia dedicata ai pazienti ematologici.
Modera: Franco Mandelli, Presidente Nazionale AIL
Partecipano
Giuseppe Saglio, Professore di Ematologia, Università di Torino,
Direttore Dipartimento di Medicina Interna, Ospedale Universitario San Luigi di Orbassano-Torino
Fabrizio Pane, Presidente della Società Italiana di Ematologia,
Direttore U.O. di Ematologia e Trapianti, A.O.U. Federico II di Napoli
Massimo Breccia, Dirigente Medico, Azienda Policlinico Umberto I,
Sapienza Università di Roma
Giuseppe Navoni, Presidente AIL Brescia per “…Sognando Itaca”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New Report: WWF’s Failing Credibility

Posted by fidest press agency su martedì, 12 giugno 2012

Melbourne, Australia – The pro-development NGO, World Growth, today released a new report, which concludes WWF is wholly out of touch with the real world. The report – Is WWF Delusional? – was released as part of World Growth’s “Road to Rio” series ahead of the Rio +20 Conference for Sustainable Development. The report argues that WWF wants the global economy shaped by ecology, not economics, and justifies this with models built on flights of fancy, not science, and numbers that are factually inaccurate.World Growth Chairman Ambassador Alan Oxley released the following statement:”While world leaders grapple with the biggest global economic crisis in 80 years, WWF seems to be living in another world, arguing that the world must reduce consumption and production. All this will do is make life more miserable for hundreds of millions of people and reduce the capacity of governments to address real environmental problems” said Ambassador Oxley.
Ambassador Oxley said the World Growth report shows WWF is following its long-standing practice of misrepresenting facts and producing supposedly technical reports to advance its broad environmental ambitions and political positions, not demonstrate environmental damage.He said it also shows WWF has shrugged off any pretence of being mainstream and has positioned itself with the radical ecological wing of the environment movement.“WWF has used unsupportable data to repackage in today’s language the Malthusian fear that over-population will deplete resources and food stocks, and the discredited assumption of the Club of Rome five decades ago that the world will run out of resources,” the World Growth report states.“The facts are that since 1992, global management of the environment has improved markedly. There has been a marked reduction of toxic effluents, major improvement in management of the environmental impacts of industrial and resource industries, adoption of sustainable management practices in agricultural and resource industries and a significant expansion of conservation reserves globally. To reduce poverty and to improve the environment, the world needs more prosperity, not less.”
World Growth is an international non-governmental organization established to expand the research, information, advocacy, and other resources to improve the economic conditions and living standards in developing and transitional countries. At World Growth, we embrace the age of globalization and the power of free trade to eradicate poverty and create jobs and opportunities. World Growth supports the production of palm oil and the use of forestry as a means to promote economic growth, reduce poverty and mitigate greenhouse gas emissions. World Growth believes a robust cultivation of palm oil and forestry provides an effective means of environmental stewardship that can serve as the catalyst for increasing social and economic development. For more information on World Growth, visit http://www.worldgrowth.org.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tetragon Financial Group Limited (TFG) Announces Update on its Share Repurchase Program

Posted by fidest press agency su sabato, 9 giugno 2012

London, (PRNewswire) TFG today announces in furtherance of its share repurchase program announced on November 30, 2007, that for the period of June 4, 2012 through June 8, 2012 TFG purchased 114,177 of its shares for an average price of U.S. $7.16 per share.
Tetragon Financial Group Limited (TFG) is a Guernsey closed-ended investment company traded on Euronext Amsterdam by NYSE Euronext under the ticker symbol “TFG.” Tetragon Financial Group Limited (TFG) is a Guernsey closed-ended investment company traded on Euronext Amsterdam by NYSE Euronext under the ticker symbol “TFG” that currently invests primarily through long-term funding vehicles such as collateralized loan obligations in selected securitized asset classes and aims to provide stable returns to investors across various credit, equity, interest rate and real estate cycles. This release does not contain or constitute an offer to sell or a solicitation of an offer to purchase securities in the United States or any other jurisdiction. The securities of TFG have not been and will not be registered under the US Securities Act of 1933 (the “Securities Act”), as amended, and may not be offered or sold in the United States or to US persons unless they are registered under applicable law or exempt from registration. TFG does not intend to register any portion of its securities in the United States or to conduct a public offer of securities in the United States. In addition, TFG has not been and will not be registered under the US Investment Company Act of 1940, and investors will not be entitled to the benefits of such Act. TFG is registered in the public register of the Netherlands Authority for the Financial Markets under Section 1:107 of the Financial Markets Supervision Act as a collective investment scheme from a designated country.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »