Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

L’allarme degli psicologi: la crisi incide sulla salute

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2013

La crisi economica, che colpisce sia i singoli sia le istituzioni, con le incertezze che ne derivano, non può non impattare anche sulla salute, in particolare quella psicologica. A sollevare l’allarme Paolo Campanini, psicologo del lavoro, dell’Ordine degli psicologi della Lombardia, che ricorda come ci sia un legame diretto tra «la perdita del posto di lavoro e un aumento di disturbi mentali come ansia, depressione, attacchi di panico; è un fatto noto e dimostrato da molte ricerche». A questo si aggiungono gli effetti indiretti generati dalla crisi economica sugli ambienti di lavoro: &l aquo;ogni cambiamento interno a un’azienda provoca stress in tutte le persone che vi lavorano e infatti», continua Campanini, «quello che stiamo osservando è un incremento delle richieste di assistenza psicologica all’interno delle aziende. Dallo sportello psicologico, per consulenze individuali ai dipendenti, ai programmi di sostegno per manager e dirigenti per gestire le fasi di passaggio e la pressione generata dai tagli occupazionali». Un chiaro segno di sofferenza del sistema, cui potrebbe seguire un incremento della domanda di assistenza psicologica nelle strutture pubbliche, anche se il primo interlocutore che raccoglie ansie e preoccupazioni è in genere il medico di famiglia. «Il disagio dilagante è bene percepito nei nostri ambulatori» conferma Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg) «che sono il primo presidio sul territorio, la frontline con la società civi le». Come spettatore privilegiato anche del disagio sociale il «Mmg svolge un ruolo preventivo nei confronti di certe patologie» spiega Cricelli «potendo intervenire prima che il disturbo diventi problema sanitario, soprattutto nei confronti dei pazienti più deboli come gli anziani. Sono pazienti fragili che temono di perdere le tutele sanitarie, oltre che le sicurezze economiche, e nei quali sono meno efficaci i fisiologici meccanismi di adattamento reattivo ai mutamenti della società».(Elisabetta Lucchesini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: