Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Grillini: operazione addomesticamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2013

oramai chiaro dalle prime battute l’intenzione dei partiti che si confrontano con il popolo dei grillini, di quelli che oggi siedono in parlamento. La prima mossa l’ha fatta il Pd paventando l’idea che il gruppo non sia del tutto compatto e che è possibile una “erosione” in termini di transfughi. In questo modo il partito democratico mostra d’essere non diverso dal Pdl con lo shopping parlamentare di Berlusconi di passata, ma non remota, rimembranza.
In seconda battuta si vuole in tutti i modi dimostrare la irresponsabilità di un movimento che cerca di non assicurare la governabilità al Paese. Anche in questo caso vi sono abbondanti dosi di ciniscmo.
Credo, invece, che a nessuno dovrebbe sfuggire il fatto che se oggi ci ritroviamo con la composizione di questo parlamento dove Cinque stelle è il partito più eletto in Italia lo dobbiamo al fallimento della proposta politica sia del Pd sia del Pdl, per non parlare di Monti.
Ciò significa che entrambi i leader dei rispettivi schieramenti dovrebbero fare un passo indietro e cedere il passo a chi sappia presentare un progetto politico credibile e attuabile in breve tempo. Penso al conflitto d’interessi, al costo della politica,al costo delle istituzioni (chi dire ad esempio la riduzione del 50% delle spese delle due presidenze? (consiglio dei ministri e presidenza repubblica). In quest’ultimo caso dovrebbe essere un impegno solenne da parte del neo inquilino del Quirinale. Andrebbe poi presa alla lettera l’offerta di Berlusconi di donare quattro miliardi di euro del suo patrimonio per togliere l’imposta Imu sulla prima casa. Vi sono, poi, le spese per la difesa? Hanno un senso? Se l’Europa comunitaria vuole fare la politica “muscolare” si assuma lei per intero i costi per la difesa italiana. In questo modo non andrebbero a gravare sul bilancio dello Stato.
Tutte le volte che si è formato in Italia un nuovo governo ho scritto una lettera al neo presidente del consiglio suggerendo qualche mia personale proposta come quella di costituire, a titolo non oneroso per il bilancio dello stato, di un sottosegretario per la ricerca degli sprechi e sul modo come ovviarli nella P.A.(compreso il personale) e nel patrimonio immobiliare pubblico e degli edifici presi in localzione. Tempo fa avevo fatto notare che nella sola capitale gli uffici della presidenza del consiglio sparpagliati nei diversi edifici erano una dozzina.
Per quanto riguarda il carico fiscale avevo avanzato una proposta che ritengo tuttora ragionevole consentendo al contribuente di beneficiare in misura più ampia delle deduzioni attualmente previste per far emergere, se non altro, le mancate fatturazioni degli artigiani. Vi è poi la giustizia ed è stata anch’essa motivo di un progetto messo a punto dai centri studi della Fidest per il quale gli esperti hanno espresso un giudizio positivo ma con la laconica annotazione: manca copertura politica.Tutto queste e molte altre cose sono di certo già nell’agenda dei grillini ma riuscirano i nostri “eroi” a farcela? Io lo spero nell’interesse della parte sana del paese ma conoscendo l’altra faccia della medaglia nutro forti dubbi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: