Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Diversamente politici

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2013

Scrive Rosario Amico Roxas: “Non basta il voto degli elettori per fare di persone dotate di buona volontà anche dei buoni politici. La loro vocazione di servire la democrazia si scontra frontalmente con l’imposizione del capo che non tratta, non discute, non collabora, e non permette che si possa trattare, discutere, collaborare. Lo slogan è “tutti fuori” e per ottenere tale risultato non c’è nulla di meglio che esaltare la ingovernabilità e paralizzare un paese già palesemente claudicante di suo. I giovani che hanno creduto, gli adulti che hanno voluto protestare, si ritrovano adesso nell’alveo di un fiume dopo un furioso temporale, mentre esondano i margini e la piena dilaga travolgendo ciò che resta.
Non c’è un rimedio che viene proposto,valutato, ipotizzato, ma solo il peggio che dovrebbe rigenerarsi e modificare, per inerzia, la storia della nazione. L’idea di distruggere per poter ricostruire al meglio è vecchia, ed ogni tentativo di proporla è stato causa di immani tragedie, perché la storia può essere indirizzata a progetti di sviluppo e di progresso, ma non certo di riedificazione dopo aver raso al suolo l’immagine stessa della storia. Così tanti giovani fiduciosi sono stati ridotti a “diversamente politici”, asserviti alla assurda logica del “tanto peggio tanto meglio”; è stata carpita la loro buona fede, la loro fiducia, senza dare loro nulla in cambio se non la promessa di distruggere ciò che ancora rimane. Senza speranza non c’è futuro.”
E’ a mio avviso un argomentare interessante e condivisibile se non vi fosse un ma. Ebbi già modo alcuni mesi fa di parlare del Movimento Cinque stelle e vi intravidi la possibilità che potesse funzionare da grimaldello per aprire la porta e farvi entrare aria nuova. Aggiunsi, tuttavia, che per essere completo il successo il movimento avrebbe dovuto ottenere almeno il 35% dei consensi. Non è stato così e me ne rammarico perché lo schiaffo ricevuto dai partiti non è stato da Ko e ora cercano di correre ai ripari adottando i soliti sistemi di corruzione, di seduzione, di disinformazione.
Per quanto si possa dire male di Grillo egli è stato il solo capace di renderci consapevoli di quello che siamo e che potremmo non essere se solo lo volessimo. Qui parliamo di un terzo, o quasi, degli italiani che ha votato Berlusconi completamente dimentichi di ciò che è stato e continua a essere e dei danni che ha provocato con il suo Governo. Qui parliamo di un altro terzo degli italiani, o giù di lì, che ha votato il Pd dimentico che è stato il partito responsabile dell’ascesa di Berlusconi, di averlo favorito non affrontando la legge sul conflitto d’interessi e sui tanti processi che se non hanno avuto la loro naturale conclusione lo si deve alle diverse leggi ad personam che gli hanno permesso di stravolgere il sistema giudiziario italiano. Non dimentichiamo, inoltre, che Bersani durante tutta la recente campagna elettorale è stato un “timido interlocutore” di fronte all’arroganza di un mattatore della taglia del cavaliere. Si percepiva quasi la voglia di favorire Berlusconi e di portarlo a governare di nuovo il paese come se nulla fosse. E ora ci meravigliamo che almeno una parte degli italiani abbia avuto la consapevolezza che esisteva ed esiste una sola forza capace di spezzare questi inciuci e d’offrire agli italiani un’alternativa scompaginando gli orditi di palazzo? Per quanto possa sembrare surreale a taluni il successo, sia pure parziale dei grillini, esso è diventato la sola e unica speranza degli italiani, di quelli, per intenderci, come Rosario, che credono nei valori della democrazia, della giustizia e della libertà. Abbiamo toccato il fondo? Forse, ma vi era un’alternativa diversa? Non credo sic stantibus rebus. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Una Risposta to “Diversamente politici”

  1. Maurizio said

    Tanto, ormai si tratterà di aspettare….io, personalmente, non ho bisogno di “aspettare” per vedere cosa succede a fumare in una polveriera…magari nel deposito dei detonanti….ma il fatto vero è che ci saranno alcuni che trarranno vantaggi dallo sfascio e il popolo comune che sarà stangato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: