Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 30 maggio 2013

American Chemical Society honors educators making sustainability part of the education of tomorrow’s scientists

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 maggio 2013

WASHINGTON The American Chemical Society (ACS) has honored five individuals and teams who have incorporated concepts of sustainability into the chemistry education curricula for future scientists. As part of ACS’ mission to “advance the broader chemistry enterprise and its practitioners for the benefit of Earth and its people,” the Society’s Committee on Environmental Improvement (CEI) has recognized individuals or groups who have made exemplary contributions to the incorporation of sustainability in chemical education. The ACS is especially pleased to note that these awards reflect improvements at all levels of education from K-12 to community colleges to graduate degree programs.“Developing sustainable, chemical solutions to everyday problems — whether they be polymer coatings for solar panels, efficient vehicle batteries that will store energy or methods for purifying drinking water — these discoveries require new ways of thinking,” said ACS President Marinda Li Wu, Ph.D. “ACS is proud to announce that leading chemistry educators are stimulating the next generation of scientists to think in new ways to develop new, environmentally sensitive products and processes so that our Earth can continue to sustain us all.”The winners of the ACS-CEI Award for Incorporation of Sustainability into Chemistry Education:
Richard H. Jarmon, Ph.D., College of DuPage, Glen Ellyn, Ill.
Andrew Jorgensen, Ph.D., University of Toledo, Toledo, Ohio
Resa Kelly, Ph.D., San Jose State University, San Jose, Calif.
Cristina Chang, San Jose State University, San Jose, Calif.
Natalia Pavlovna Tarasova, Ph.D., D. Mendeleev University of Chemical Technology of Russia, Moscow, Russia
Joseph R. Vincente, East Side Community High School, New York, N.Y.
Andrea Swenson, East Side Community High School, New York, N.Y.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 9 Comments »

M5S e comunicazione istituzionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 maggio 2013

In seguito alla mia e-mail sul tema della comunicazione da parte del Movimento cinque stelle e la mia proposta per come renderla operativa alcuni mi hanno scritto e telefonato chiedendomi maggiori particolari. Mi limito, per ragioni di spazio, a indicare solo una delle tre modalità da me proposte. Essa riguarda La “comunicazione istituzionale”. A mio avviso va affidata a un’agenzia giornalistica che provveda a tenere, dal lunedì al venerdì, una conferenza alle ore 10 presso la sala stampa della camera e alle 11, in quella del senato per poi trasferirsi alle 12 presso l’Associazione stampa estera. Il suo compito deve essere quello di fare il punto sulle proposte di legge del Movimento e più in generale dell’attività parlamentare e dei rapporti istituzionali per sfatare anche quel luogo comune che vuole i cittadini parlamentari del movimento dei “dilettanti allo sbaraglio”. Si prevede un organico molto snello costituito da due portavoce di cui uno del senato e l’altro della Camera del Movimento e moderati dal giornalista dell’Agenzia stampa che dovrà offrire la sua disponibilità a titolo gratuito. Come agenzia ho proposto la Fidest, da me diretta, che fin dalla sua costituzione, 24 anni fa, non è allineata ai partiti e non ha mai avuto contributi pubblici e si avvale di collaborazioni volontarie e gratuite e dispone di otto Centri studi tematici sul welfare, l’istruzione, la politica, la terza età, i giovani, ecc. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions, Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 maggio 2013

La mia convinzione è stata quella che il fallimento dell’Uomo qualunque, nato nel lontano 1945, fosse derivato dal camaleontico atteggiamento del suo autore nello sposare la causa dei partiti e dimentico del fatto che era nato e votato per l’antipolitica che esprimeva. Sulla stessa lunghezza d’onda ho associato il Movimento cinque stelle di Grillo e la sua idea dell’antipolitica che, questa volta, a differenza dell’Uomo qualunque, non intende confondersi con i partiti per cavalcare una protesta che è trasversale e antagonista all’attuale sistema dei partiti. Non mi sono reso conto che esiste una variabile molto importante che fa la differenza tra i due movimenti. Allora sapevamo attendere ora non più. Il nostro malessere per la politica è anche, se non soprattutto, temporale. In altre parole il parlamento discute, approva e riapprova e nel frattempo trascorrono dei mesi mentre i problemi che si dibattono sono percepiti dall’opinione pubblica come un tentativo per rinviare sine die una decisione pur importante e soprattutto urgente. Quanti anni sono passati da quando abbiamo parlato di riforma della giustizia, della scuola, del welfare ecc.? Tanti, troppi e chi ha votato per il Movimento cinque stelle lo ha fatto sperando in una accelerazione dei tempi d’attesa diventati oramai intollerabili. Non è stato così e la ricaduta in termini di consensi è stata inevitabile. Ora occorre spiegare il perché nella logica del fare, saper fare e far sapere e di farlo a tutto campo. Ho un’idea in proposito e penso possa funzionare ma è diventata una sorta di vox clamans in deserto. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions, Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »