Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Archive for 4 agosto 2013

Micron Technology to Host Analyst Conference

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

BOISE, Idaho, 2013-08-02 14:00 CEST (GLOBE NEWSWIRE) conference, 10 a.m. – 12 p.m. ET. A replay will be available via the Website until Sept. 9, 2013.– Micron Technology, Inc. (Nasdaq:MU) will host an analyst conference on Friday, Aug. 9, 2013. Mark Durcan, Micron’s Chief Executive Officer, and other executive officers will present Micron’s strategy, discuss the company’s recent acquisition of Elpida Memory, Inc., and provide an update on current market conditions.At the analyst conference, presentations by Micron officers will start at 10 a.m. ET. The analyst meeting will be Webcast, featuring live audio and slides, at
Micron Technology, Inc., is one of the world’s leading providers of advanced semiconductor solutions. Through its worldwide operations, Micron manufactures and markets a full range of DRAM, NAND and NOR flash memory, as well as other innovative memory technologies, packaging solutions and semiconductor systems for use in leading-edge computing, consumer, networking, embedded and mobile products. Micron’s common stock is traded on the NASDAQ under the MU symbol. To learn more about Micron Technology, Inc., visit http://www.micron.com.
Micron and the Micron orbit logo are trademarks of Micron Technology, Inc. All other trademarks are the property of their respective owners.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Digitale nella scuola

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

Insieme ai rappresentanti delle associazioni e delle consulte studentesche, ieri il Forum delle Associazioni dei Genitori nella Scuola (AGe, AGeSC, CGD, Faes, Moige) ha incontrato il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza: un incontro in piena estate, al lavoro insieme per approfondire i temi del processo di digitalizzazione delle scuole e dell’introduzione dell’e-book.Il percorso dalla carta al digitale è lungo, e non si esaurisce nella sola sostituzione di uno strumento con l’altro. Le associazioni dei genitori sono consapevoli della necessità e urgenza (segnalata anche dall’Ocse), per la scuola italiana, di innovare e introdurre ovunque, in tutto il Paese, tecnologie, linguaggi multimediali, strumenti avanzati e di qualità.È opportuna, nel contempo, una gradualità che consenta di accompagnare efficacemente il cambiamento.Introdurre il digitale, infatti, non si riduce alla sola riproduzione di testi utilizzando pc, tablet o e-book: tutto ciò, hanno ribadito le associazioni dei genitori, trasforma completamente la didattica, e richiede un forte processo di formazione dei docenti e degli adulti in genere, il più delle volte in difficoltà di fronte alle competenze dei più giovani.Inoltre un periodo di sperimentazione, diffusa e valutata, potrà aiutare a comprendere meglio quanto il digitale trasformi le relazioni educative, i processi cognitivi e di apprendimento.Una gradualità, dunque, non per frenare, ma per contribuire seriamente al cambiamento: i genitori chiedono, prima di tutto, scuole sicure, coperte in tutto il Paese da connessioni veloci, e, insieme, una didattica di qualità, che sappia coinvolgere i ragazzi.
E inoltre, i genitori chiedono che l’innovazione non sia solo a spese delle famiglie, non garantite dalla riduzione del tetto di spesa per l’acquisto dei libri di testo (limite già in passato non rispettato da molte scuole).Le associazioni dei genitori accolgono molto positivamente la decisione del Ministro di promuovere una conferenza nazionale sul tema, nella quale coinvolgere tutti i soggetti coinvolti nel processo, insieme ad esperti e studiosi.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voci del Sud

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

E’ partito il conto alla rovescia per l’inizio di “Voci dal Sud – Summer Festival” (8 – 11 agosto Sant’Arsenio (Sa) e San Pietro al Tanagro (Sa) ) uno degli eventi più attesi dell’estate italiana, di certo uno dei più importanti festival del Sud-Italia, giunto ormai alla sua ottava edizione, organizzato dall’omonima associazione per la direzione artistica di Giuseppe Macchia in collaborazione con Arealive, patrocinato dal comune di Sant’Arsenio e sponsorizzato dell’associazione giovani Banco di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e Laurino.
Tantissime novità per questa edizione che per la prima volta propone attività di rafting e trekking in parternariato con il festival, una programmazione teatrale e diventa itinerante. Una formidabile quattro giorni che coinvolgerà l’intera cittadina di Sant’Arsenio (Sa), ma anche tantissimi giovani da ogni regione italiana, in un caleidoscopio di eventi a 360 gradi. Attesissimi Fabri Fibra special guest Clementino il 9 agosto con l’unica data estiva in Campania, gli Asian Dub Fundation, Meg, Almamegretta, Jovine e Vinicio Capossela che per la prima volta in terre campane presenta la Banda della Posta.
2 palchi montati per big ed emergenti, 1 teatro per 4 giorni con la programmazione di Egidio Carbone e il suo laboratorio teatrale, 3 mostre fotografiche e 4 momenti di riflessione con Meet&Eat a cura di Francesca Curto. Quest’anno ospite domenica 11, il vice presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella (piazza Domenico Pica ore 16,30) che discuterà di occupazione giovanile e delle difficoltà che le piccole realtà incontrano per entrare in Europa, insieme a Michele Albanese direttore della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e Laurino, e il sindaco di Sant’Arsenio Nicola Pica. A chiudere l’incontro, la degustazione enogastronomica dei Prodotti Caseari latteria Tripaldi (Pt) che confezionerà mozzarelle dal vivo e dei vini della Cantina di Sant’Arsenio f.lli Pica. L’8 agosto sarà la volta del maestro Antonio Cava ed il suo “bibliotecarro” (piazza Domenico Pica ore 18,30 – alle 16,30 giro in paese) una preziosa testimonianza di social innovation che sta facendo il giro dell’intera nazione: aperitivo a cura dell’agriturismo Bue Boschi di Caggiano (Sa) e merenda per i più piccoli con il latte fresco Campolongo (Sa) e prodotti dolciari. Il 9 agosto si parla di sociale con i progetti della Cooperativa Pegasus (ore 18,30 piazza Domenico Pica), degustazione a cura dell’agriturismo Erbanito di San Rufo; spazio alla letteratura il 10 agosto (ore 18,30 piazza Domenico Pica) con “Derive e Approdi” una raccolta degli appunti di viaggio di Luciano Zaami tra il 1998 ed il 2009 edita dalla casa editrice Orientexpress.
Ogni appuntamento “Meet and Eat” è inoltre chiuso da “Leggendo tra le righe” uno spazio dedicato a giovani sognatori che hanno fatto delle proprie passioni e delle proprie idee il loro progetto di vita. Ospiti dell’edizione 2013: il cantautore Tommaso Primo, l’innovatore Roberto Esposito (DeRev), la giovane scrittrice Alice Pugliese.(Caterina Piscitelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Industria veneta: si arresta caduta produzione

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

Nel secondo trimestre 2013, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha evidenziato un rallentamento della caduta su base annua, attestatasi al -1,6% (-2,9% nel trimestre precedente), mentre la variazione congiunturale destagionalizzata è stata del +0,2%. L’analisi congiunturale sull’industria manifatturiera di Unioncamere del Veneto, con la collaborazione di Confartigianato del Veneto, è stata effettuata su un campione di 2.299 imprese con almeno 2 addetti «Come avevamo constatato nel trimestre precedente, la sensazione è che le imprese industriali abbiano iniziato a sperimentare una ripresa dell’attività economica. Il rallentamento della caduta della produzione, assieme allo stabilizzarsi della variazione congiunturale destagionalizzata (+0,2%), rappresenta il primo segnale positivo. Dopo sei trimestri negativi di fila, si registra finalmente la prima variazione congiunturale positiva – commenta Alessandro Bianchi, presidente Unioncamere del Veneto –. Che tuttavia non deve trarre in inganno, perché l’inversione di tendenza, se si verificherà, non avverrà prima di fine anno. Purtroppo i dati confermano le difficoltà delle piccole imprese che, meno strutturate, continuano a perdere competitività. Esportazioni e ordini esteri si confermano l’unico appiglio per l’economia regionale, ma solo le imprese che hanno investito in innovazione possono realmente competere sui mercati internazionali, visto che quello interno non offre più margini di crescita. Una situazione di blocco interno aggravata da una serie di ostacoli tipicamente italiani come la burocrazia e la pressione fiscale, che sono peggiorate negli ultimi anni e rischiano di compromettere anche gli stimoli derivanti dal mercato estero. Non è un caso che le previsioni degli imprenditori siano ancora incerte, comprese le attese per gli ordini esteri che, dopo una serie di previsioni favorevoli, evidenziano meno fiducia e qualche timore rispetto agli ultimi mesi ».
Sotto il profilo dimensionale l’andamento negativo della produzione continua a interessare principalmente le microimprese (2-9 addetti) con un calo del -3,6%. A seguire le grandi (250 addetti e più) e medie imprese (50-249 addetti) rispettivamente con una flessione del -1,7 e -1,3%. La performance migliore si registra per le piccole imprese (10-49 addetti) con una variazione del -1%. La dinamica negativa riguarda soprattutto le imprese che hanno realizzato beni intermedi (-1,9%), seguite dalle imprese che producono beni di consumo (-1,7%) e d’investimento (-0,5%). Per quanto riguarda i settori le diminuzioni più marcate sono state rilevate per i comparti del legno e mobile (-7,2%), marmo, vetro e ceramica (-4,2%). Stabile l’alimentare, bevande e tabacco (+0,3%).
Calo contenuto del fatturato su base annua (-1%), ma sostanziale aumento rispetto allo scorso trimestre (+3,6%). La peggior performance è ascrivibile alle micro (-3,6%) e grandi imprese (-2,8%), seguono le medie (-0,5%) e piccole (-0,1%). Sotto il profilo settoriale spicca la variazione negativa del legno e mobile (-4,4%), marmo, vetro e ceramica (-2,8%). L’unico andamento positivo si registra nel comparto alimentare, bevande e tabacco (+0,9%). La variazione negativa è dettata dalla continua caduta del fatturato interno (-1,7%), ascrivibile in primis ai settori del legno e mobile (-6,6%) e marmo, vetro e ceramica (-5,9%). La variazione positiva del fatturato estero (+1,3%) dipende dalle medie e piccole imprese (+1,9% e +1,8%), mentre il segno è negativo per le imprese di grandi dimensioni (-2,2%). Quasi tutti i settori evidenziano segno più. Spiccano le variazioni dei comparti della carta stampa ed editoria (+5,8%), del marmo, vetro e ceramica (+4,7%), e dell’alimentare, bevande e tabacco (+4,3%). Negative le variazioni per mezzi di trasporto (-2%), metalli e prodotti in metallo (-1,2%), gomma e plastica (-1,1%).
Gli ordinativi hanno segnato un calo del -0,8% su base annua (-2,5% le microimprese). La performance peggiore nel comparto del legno e mobile (-6,1%), del tessile, abbigliamento e calzature (-2,5%). Positiva la tendenza degli ordinativi dal mercato estero (+2,4%), determinata dalle piccole imprese (+2,8%). Variazioni positive in tutti i settori ad esclusione del tessile, abbigliamento e calzature (-2,2%) e dei metalli e prodotti in metallo (-0,6%). Continua la tendenza negativa per gli ordinativi dal mercato interno (-2,1%) imputabile in primis alle grandi imprese (-3,3%). I settori più colpiti sono legno e mobile (-8,2%) e marmo, vetro e ceramica (-5,4%).
L’occupazione è segnata da una flessione del -1,2% su base annua (-1% trimestre precedente), che interessa principalmente le micro imprese (-6,3%). Controcorrente le grandi imprese che hanno registrato un +1,4%. Sotto il profilo settoriale i cali più marcati si sono rilevati nella carta, stampa ed editoria (-3%), legno e mobile (-2,9%) e tessile, abbigliamento e calzature (-2,3%).
Peggiorano le previsioni degli imprenditori per i prossimi tre mesi con un saldo pari a -24,4 punti percentuali (-17,5 p.p. nel trimestre precedente) per la produzione. Sfiducia che aumenta anche per il fatturato (-22 p.p. contro il -15,5 p.p. del trimestre precedente), mentre migliora l’occupazione (-10,5 p.p. contro il -12,5 p.p. del trimestre precedente). In peggioramento anche le attese per gli ordini esteri con un saldo pari a -0,1 p.p. contro il +4,9 p.p. precedente. Il saldo peggiore è ancora una volta per gli ordini interni con -30,1 p.p. contro il -24,7 p.p. precedente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nigeria: cresce la povertà nel delta del Niger nonostante i massicci profitti dell’estrazione petrolifera

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

English: Nomads leaving Niger with their goat ...

English: Nomads leaving Niger with their goat herd, Dakoro Department, Niger. During the 2005 Drought and Famine in Niger. (Photo credit: Wikipedia)

L’obbligo di trasparenza chiesto dall’UE mette sotto pressione il governo nigerianoL’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha chiesto al governo della Nigeria di rendere conto della gestione dei profitti derivanti dall’estrazione petrolifera. Nonostante gli ingenti profitti generati dall’estrazione petrolifera nel delta del Niger la popolazione del luogo versa in condizioni di crescente povertà. La situazione della popolazione è poi aggravata dai gravi danni ambientali causati proprio dall’estrazione di petrolio.Mercoledì 31 luglio Mutiu Sunmonu, direttore della Shell-Nigeria (Shell Petroleum Development Company, SPDC), ha dichiarato che dal 2008 ad oggi la multinazionale ha versato allo stato della Nigeria 42 miliardi di dollari USA per l’estrazione petrolifera. Negli ultimi cinque anni lo stato avrebbe poi ricevuto dalla consorella Shell Nigeria Exploration and Production Company (SNEPCO) altri 25 miliardi di dollari per l’estrazione petrolifera lungo la costa del paese. Negli ultimi anni i profitti della Shell-Nigeria sono diminuiti a causa di perdite nella produzione e furti di petrolio.Le dichiarazioni di Shell-Nigeria sono probabilmente la conseguenza dell’iniziativa promossa dall’UE per una maggiore trasparenza nell’industria delle materie prime. Allo stesso tempo queste dichiarazioni mettono sotto pressione la classe politica nigeriana che ora deve riuscire a spiegare in modo credibile dove siano finiti tutti questi soldi. Pare evidente che il delta del Niger non abbia profittato in alcun modo di questi ingenti introiti.Lo scorso 9 aprile 2013 la Commissione dell’Unione Europea ha deciso l’istituzione di normative che garantissero maggiore trasparenza nell’industria estrattiva. Secondo la nuova normativa le multinazionali con sedi principali in Europa devono rendere pubblici i loro pagamenti ai governi dei paesi in cui lavorano. In questo modo l’UE spera di combattere con maggiore efficacia la corruzione. Le autorità nigeriane sono notoriamente considerate corrotte ma le accuse finora si rivolgevano anche contro le multinazionali petrolifere che non rendevano pubbliche e anzi mantenevano il silenzio sui loro introiti dall’estrazione petrolifera.Nel delta del Niger vivono circa 20 milioni di persone che necessitano urgentemente di aiuto. Decine di migliaia di giovani sono senza lavoro, oltre 10.000 pescatori hanno perso ogni possibilità di autososteneresi a causa dell’inquinamento petrolifero e anche i piccoli agricoltori lamentano da tempo la contaminazione dei terreni e la conseguente impossibilità di coltivazione. Decine di migliaia di persone soffrono di malattie respiratorie dovute alla pratica del cosiddetto gas flaring, ossia la combustione del gas all’aperto.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scommesse su Berlusconi e tenuta governo

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2013

L’altro Ieri la condanna, in futuro probabilmente la grazia da Giorgio Napolitano. È questa, dopo la sentenza della Corte di Cassazione, l’opzione più probabile dei bookmaker internazionali, che hanno aperto le scommesse sugli scenari dopo la sentenza su Silvio Berlusconi nel processo Mediaset. E secondo la sigla “b2875”, nonostante il Quirinale in passato abbia escluso qualsiasi procedimento in atto, la grazia per l’ex Premier si gioca solo a 1,65. Tra le altre ipotesi in ballo, riferisce Agipronews, il voto del Senato sulla decadenza della carica di parlamentare: il suo “esilio politico” è piazzato a 1,80. Nel videomessaggio diffuso ieri, il Cavaliere (tra l’altro si punta anche sulla perdita di tale titolo, opzione da 20,00) ha promesso di tenere duro, ma i quotisti danno come probabile anche il suo ritiro dalla scena politica, bancato a 2,20. Le quote salgono ancora man mano che si analizzano altre conseguenze: un’altra condanna da un tribunale italiano, entro il 2013, è a 2,85, a 3,45 l’ipotesi che Berlusconi deciderà di scontare la sua pena affidandosi ai servizi sociali.
Nonostante la condanna, i bookmaker non vedono per il momento il pericolo che il Partito Democratico rompa l’alleanza di Governo, possibilità data a 6,00. Infine, i quotisti pensano già al successore di Silvio Berlusconi alla guida del centro destra e come candidato ideale alle prossime elezioni vedono sua figlia Marina, su cui si gioca a 1,85. A un soffio da Guido Barilla (a 1,95), altro nome che sta circolando. Decisamente meno appetibile la candidatura di Angelino Alfano, piazzata a 10,00. AG/Agipro(Francesca Perrone)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »