Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Fisco: fuga yachts

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 agosto 2013

“Crescono a dismisura i poveri possidenti, +6,1% nel 2013, che vivono spendendo migliaia di euro per beni di lusso e non dichiarano al fisco quello che guadagnano effettivamente. Il 67% degli yachts posseduti dagli italiani sono ormeggiati all’estero, intestati a società di comodo o a nullatenenti, prestanome di facoltosi imprenditori, per evadere le tasse in Italia”. Questo è quanto emerge da nuova inchiesta condotta dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche ” Antonella Di Benedetto” di KRLS Network of Business Ethics per conto di “Contribuenti.it Magazine”, presentata oggi a Porto Cervo nel corso di Fisco Tour 2013.I proprietari dei più begli yacht che circolano in Italia sono di fatto poveracci, che presentano dichiarazioni dei redditi irrisorie, presumibilmente prestanome di facoltosi imprenditori e professionist i che in questo modo eludono il fisco o, peggio ancora, fanno affari d’oro con la malavita organizzata.Dai primi dati forniti da Lo Sportello del Contribuente, anche nell’ultima dichiarazione dei redditi, oltre la metà degli italiani ha dichiarato meno di 15.000 euro annui e circa due terzi meno di 20.000 euro; di contro, solo lo 0,17% più di 200mila euro e solo 15 mila persone ha dichiarato un reddito di oltre 300 euro all’anno.I “ricchi nullatenenti e i poveri possidenti” anche quest’anno hanno destineranno buona parte della loro spesa nella locazione di ville esclusive o per i cosiddetti “passion investiments” come auto di grossa cilindrata (250.000 fuoriserie e suv), yachts, gioielli e oggetti d’arte, nonostante la strategia della tensione messa in atto dall’amministrazione finanziaria.”Con i blitz d’agosto non si combattere l’evasione fiscale – afferma Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Ita liani – Devono tornare in campo gli 007 del Fisco per scoprire chi sono i veri evasori fiscali che puntualmente, ogni anno, sbeffeggiano il fisco italiano”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: