Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 8 agosto 2013

CIGI appoints political scientist and global security expert David A. Welch as Senior Fellow

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

Waterloo, Canada The Centre for International Governance Innovation (CIGI) is pleased to announce the appointment of political scientist and global security expert David A. Welch as a CIGI Senior Fellow, effective immediately.Welch is CIGI Chair of Global Security at the Balsillie School of International Affairs and Professor of Political Science at the University of Waterloo, as well as the founder of the Japan Futures Initiative. His areas of expertise include International Relations theory, international security studies, foreign policy analysis, and peace and conflict studies. He is the author of the award-winning books Painful Choices: A Theory of Foreign Policy Change and Justice and the Genesis of War, as well as coauthor of Virtual JFK: Vietnam If Kennedy Had Lived; The Cuban Missile Crisis: A Concise History; On the Brink: Americans and Soviets Reexamine the Cuban Missile Crisis; and Cuba on the Brink: Castro, The Missile Crisis, and the Soviet Collapse.As Senior Fellow, Welch will contribute to CIGI’s Global Security Program with particular emphasis on Asia-Pacific security. He will continue to serve as principal host of CIGI’s Inside the Issues video podcast series.
The Centre for International Governance Innovation (CIGI) is an independent, non-partisan think tank on international governance. Led by experienced practitioners and distinguished academics, CIGI supports research, forms networks, advances policy debate and generates ideas for multilateral governance improvements. Conducting an active agenda of research, events and publications, CIGI’s interdisciplinary work includes collaboration with policy, business and academic communities around the world. CIGI was founded in 2001 by Jim Balsillie, then co-CEO of Research In Motion (BlackBerry), and collaborates with and gratefully acknowledges support from a number of strategic partners, in particular the Government of Canada and the Government of Ontario. For more information, please visit http://www.cigionline.org.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

MIAMI Association of REALTORS and Condo Rating Agency Launch New Tool to Track Condo Pre-Construction at Sold-Out South Florida Developer Showcas

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

Miami, FL – The MIAMI Association of REALTORS (MIAMI) and Condo Ratings Agency launched CraneSpotters.com at the sold-out South Florida Developers Showcase on Aug. 2. Cranespotters.com, a landmark new product, tracks where the latest condo developments are slated to break ground in the tri-county area east of I-95. The basic service is available to the general public. To subscribers of the full service, it offers a comprehensive and historical perspective of all existing and proposed projects. The 500-plus Realtors at the Developer Showcase responded to the announcement with great excitement.Currently, there are 152 planned towers comprised of nearly 20,000 units in South Florida, according to CraneSpotters.comMIAMI has partnered with CraneSpotters.com to offer its members exclusive access to more in-depth information on the site. This partnership will enhance the way MIAMI Realtors serve the public and do business, particularly as it pertains to new construction, by providing extensive, up-to-date information on planned developments. CraneSpotters.com provides different levels of access for the public, MIAMI Realtors, and paid subscribers. The interactive map featured on the new site, which is in 3D, consists of icons that represent each new condo site in pre-construction. A “Preconstruction Condo Project Tracker” tallies preconstruction inventory, including total, planned, proposed, presale, under construction, and completed towers. When a user clicks on one of the property icons, a small information box opens up and displays information about that specific project, including the new development’s name as well as the number of towers, floors, and units.
The free information provided on the map is based on the latest public record filings for condo pre-construction in Miami-Dade, Broward, and Palm Beach counties, and is collected by a team of veteran real estate professionals who specialize in condominiums.MIAMI Association CEO Teresa Kinney said the partnership with CraneSpotters.com will greatly benefit Realtors.”The MIAMI Association of Realtors offers its members the top, leading-edge tools, services, and resources to be successful in the current market,” Kinney said. “New construction knowledge and information was lacking up until now. CraneSpotters.com allows our members to become experts on new construction in addition to existing housing inventory, further boosting their ability to serve buyers along with their success and profitability.”CraneSpotters.com lets Realtors, buyers, and investors track a new condo project from start to finish. The site also plans to offer quarterly reports based on pre-sale pricing as well as subscription services for users seeking more detailed information. The site will also offer news, trends and other information on the South Florida real estate market.
The MIAMI Association of REALTORS was chartered by the National Association of Realtors in 1920 and is celebrating 93 years of service to Realtors, the buying and selling public, and the communities in South Florida. Comprised of four organizations, the Residential Association, the Realtors Commercial Alliance, the Broward County Board of Governors, and the International Council, it represents more than 29,000 real estate professionals in all aspects of real estate sales, marketing, and brokerage. It is the largest local association in the National Association of Realtors, and has partnerships with more than 100 international organizations worldwide. MIAMI’s official website is http://www.miamire.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Darfur, grave situazione umanitaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

Burnt hut in Darfur closeup of tools

Burnt hut in Darfur closeup of tools (Photo credit: Wikipedia)

Decine di migliaia di persone, tra rifugiati del Darfur e ciadiani rimpatriati, sono fuggite dai violenti scontri nel Darfur nel periodo compreso fra gennaio e maggio 2013 e hanno cercato rifugio nella zona di Tissi, nel sud-est del Ciad. Un’indagine retrospettiva sulla mortalità, condotta all’inizio di maggio e pubblicata da Medici Senza Frontiere (MSF), rivela che il 93% delle morti tra gli sfollati è avvenuto in Darfur, prima di raggiungere il Ciad, ed è stato causato principalmente dalla violenza. MSF ha ricevuto segnalazioni sugli spostamenti all’inizio di marzo, durante lo svolgimento di una campagna di vaccinazione contro la febbre gialla nel distretto di Goz Beida. Poche settimane dopo, MSF ha iniziato a fornire assistenza medica di emergenza, materiali per allestire dei ripari, acqua potabile e kit per l’igiene ai rifugiati e ai rimpatriati nella zona Tissi. Per capire meglio le circostanze di questi grandi spostamenti di popolazione, MSF ha commissionato a Epicentre, il Centro di ricerche epidemiologiche di MSF, un’indagine retrospettiva sulla mortalità negli insediamenti di Haraza e Tissi, dal 9 al 18 maggio. Le informazioni sono state raccolte tra più di 15.000 persone, in 2.658 famiglie, equamente divise tra rifugiati e rimpatriati. Nelle testimonianze rese all’équipe di MSF, i rifugiati descrivono attacchi in cui è stato sparato a molte persone e i villaggi dati alle fiamme, rasi al suolo e saccheggiati. Il primo dato significativo è che la maggior parte delle morti si è verificata in Darfur prima di attraversare il confine con il Ciad. “Questa indagine conferma che la violenza in Darfur è infatti la principale causa di mortalità tra i rifugiati”, afferma Delphine Chedorge, coordinatrice dell’emergenza di MSF. La ricerca rileva non solo che il 61% dei 194 decessi segnalati è stato causato dalla violenza, ma anche che la maggior parte di essi (111 su 119) è dovuta ad armi da fuoco ed è legata a specifici episodi di violenza che precedono le due grandi ondate di spostamenti, una all’inizio di febbraio e l’altra i primi di aprile.
La stragrande maggioranza dei rifugiati intervistati da MSF a Tissi viene da Abugaradil. Hanno riferito di 71 morti violente in questo villaggio, quando è stato attaccato, tra il 2 e il 9 aprile. “Questi risultati contrassegnano un episodio di estrema violenza a Abugaradil e sollevano gravi preoccupazioni per la situazione umanitaria nella regione”, afferma Delphine Chedorge. Da giugno a settembre, le piogge isolano la maggior parte della zona di Tissi e gli interventi umanitari devono essere ridimensionati. Un’équipe di MSF è comunque rimasta nella città di Tissi e continua a ricevere e curare pazienti.
MSF lavora in Ciad da più di 30 anni e, oltre alle operazioni in risposta alle emergenze, l’organizzazione gestisce progetti a Abeche, Massakory, Am Timan e Moissala.
Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie. http://www.medicisenzafrontiere.it; Facebook.com/msf.italiano; Twitter: @MSF_Italia APP per Smartphone “MSF – Senza mai restare a guardare” http://app.msf.it

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Cassazione riconosce nuovamente il danno «esistenziale»

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

In caso di sinistro mortale ai congiunti superstiti si presume come voce di danno a prescindere da quello morale La morte di una persona cara costituisce di per sé un fatto noto dal quale desumere che i familiari più stretti hanno patito una sofferenza tale da cambiare la loro vita
Un’importante inversione di rotta nella giurisprudenza della Suprema Corte, si spera definitiva, che s’inserisce nel dibattito giurisprudenziale e dottrinario circa l’ammissibilità di voci di danno diverse dal “biologico” e dal “morale”, seppure non autonome, nella categoria di quello non patrimoniale. Per tali ragioni Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ritiene doveroso segnalare la sentenza 18659/13, pubblicata il 6 agosto dalla Corte di Cassazione. I giudici della terza sezione civile, partendo dall’assunto che il danno esistenziale non costituisce una «categoria autonoma» di pregiudizio non patrimoniale, ma resta comunque «un sintagma ampiamente invalso nella prassi giudiziaria», ritengono che questo tipo di lesione dev’essere risarcita ai congiunti della vittima del sinistro stradale anche se in loro favore è stato riconosciuto anche il danno morale, laddove quest’ultima voce non sia espressamente estesa anche ai profili relazionali, ma risulti limitata a compensare il patema d’animo conseguente al sinistro. In tal senso, gli ermellini rilevano una circostanza che dovrebbe ritenersi inequivocabile, ma che forse una giurisprudenza troppo restrittiva aveva escluso, ossia che la morte di una persona cara costituisce di per sé un fatto noto dal quale desumere secondo quanto stabilito dall’articolo 2727 del codice civile, che i parenti di chi è morto nell’incidente stradale hanno patito una sofferenza interiore tale da cambiar loro la vita e a indurli quindi a scelte esistenziali che diversamente non avrebbero compiuto. E nella causa per il risarcimento spetta al danneggiante dimostrare l’inesistenza di un pregiudizio siffatto. Nel dettaglio, é stato rigettato il motivo di ricorso incidentale proposto dall’assicurazione contro la liquidazione del danno esistenziale in favore di genitori e fratelli del giovane che era deceduto a causa di un’assurda gara fra automobilisti su una strada di provincia, sfida improvvisata alla quale era del tutto estranea l’incolpevole vittima. Nella fattispecie, risulta confermata la sentenza della Corte d’Appello che aveva riformato la sentenza di primo grado per l’appunto riconoscendo ai congiunti superstiti della vittima del sinistro anche il danno esistenziale. L’atto di citazione nel quale era stato richiesto il risarcimento di «tutti i danni», fra i quali quelli «materiali, biologici e morali» ha fatto rientrare anche quella voce nel petitum. In tal senso, stabiliscono i giudici del Palazzaccio, non conta che gli attori abbiano domandato soltanto in sede di conclusioni il cosiddetto “danno esistenziale”. É sufficiente chiedere prima il risarcimento di tutti i danni e poi specificare in corso di causa i peculiari aspetti che tali pregiudizi hanno assunto nel caso particolare. Bocciata, quindi, l’eccezione della compagnia assicurativa circa la mancata prova del danno esistenziale. L’uccisione di un parente a causa di un incidente stradale determina il danno non patrimoniale nei confronti dei prossimi congiunti. Significativa, peraltro, é la motivazione dei giudici di Piazza Cavour nello spiegare che la lesione del vincolo parentale viola il diritto all’intangibilità della sfera degli affetti reciproci e della solidarietà che connota la famiglia nucleare; si tratta, infatti, di un valore protetto dalla Costituzione laddove la comunità familiare costituisce il luogo dove si esplica la personalità di ciascuno attraverso la quotidianità della vita.In definitiva: il danno esistenziale costituito dall’alterazione delle abitudini di vita da parte degli stretti congiunti si presume, senza necessità di dimostrare caso per caso l’intensità dell’affetto. Ma v’é di più: doveva essere l’assicurazione a fornire la prova contraria.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: tossicodipendenze

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

L’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale, ha dato il via alla IV Edizione del Bando “FormiAMOci”. Il Bando ha lo scopo di fornire, agli studenti più meritevoli in possesso di una laurea in Psicologia oppure in Medicina che operano o intendo operare nell’ambito delle tossicodipendenze, un’opportunità formativa attraverso una borsa di studio per l’accesso alle scuole di specializzazione. Le Borse complessivamente disponibili sono 36, con un valore variabile tra i 4.000 ed i 5.000 euro, a seconda degli Istituti.
Le Scuole aderenti all’iniziativa “FormiAMOci” offrono, alle persone selezionate dall’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, la possibilità di iscrizione a titolo gratuito al primo anno del corso di specializzazione da loro tenuto, o una riduzione del 50% del costo previsto per le prime due annualità, secondo le disponibilità offerte dai singoli Istituti.Da anni, l’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze è impegnata e attenta alla preparazione e all’aggiornamento del personale impiegato all’interno dei servizi destinati alle persone tossicodipendenti, nonché a quanti si confrontano con tale problematica. Questa agevolazione rappresenta un’importante opportunità di formazione per tutti coloro che, pur in possesso delle competenze necessarie, e desiderosi di rendere più completo il proprio percorso formativo ed il proprio profilo tecnico, non si trovino in condizioni tali da poter affrontare, in toto, un impegno economico cosi importante. L’obiettivo che l’Agenzia si propone, attraverso il Bando FormiAMOci, è quello di abbattere tale barriera e contribuire attivamente alla formazione dei professionisti del futuro, attraverso una soluzione concreta alle esigenze dei giovani in ingresso nel mondo del lavoro. Tale agevolazione economica permette di seguire un percorso di formazione specialistica usufruendo di una cospicua riduzione dei costi da sostenere: complessivamente, attraverso il Bando “FormiAMOci”, l’Agenzia permette alle giovani generazioni di ottenere un’intera annualità gratuita rispetto al costo dell’intero percorso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Book Therapy

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

Nel clou delle ferie estive spiagge e localita’ di villeggiatura sono prese d’assalto. Per ricaricare le pile nel migliore dei modi, 7 esperti su 10 consigliano di leggere sotto l’ombrellone o al fresco libri e letture capaci di rigenerare la mente ed evadere dalla vita quotidiana. La Book Therapy e’ il modo migliore per vivere le vacanze attraverso letture di qualita’. Aiuta a fuggire dalla routine quotidiana, tiene la mente leggera ma allo stesso tempo allenata, trasmette allegria positivita’. Secondo 7 esperti su 10, leggere rappresenta il miglior modo per ricaricare le pile durante le vacanze. Arriva la Book Therapy, il modo ideale per vivere le ferie attraverso letture di qualita’. Psicologi, critici e addetti ai lavori concordano nell’affermare che leggere romanzi gialli (32%), rosa (26%), legati al benessere (23%) e d’avventura (18%) aiuta a recuperare il buonumore (41%), aiuta a evadere dai problemi della routine quotidiana (34%) e a tenere la mente spensierata (22%).
Il social book è il magazine per la promozione dei libri e della lettura diretto da Saro Trovato, condotta attraverso interviste a circa 80 esperti tra psicologi, sociologi, professori universitari, che hanno analizzato in che modo i libri e la lettura possono favorire il relax durante le vacanze estive.Abbandonate le citta’ e prese di mira spiagge e localita’ di villeggiatura, milioni di italiani sono alla ricerca del miglior modo per rilassarsi e passare delle vacanze tranquille. Come arrivano alle ferie gli italiani? Stanchezza (31%), depressione (25%), stress (21%) sono secondo gli esperti i sentimenti che accomunano milioni di italiani alla fine del periodo lavorativo.Cosa fare, quindi, per ricaricare le batterie e vivere nel migliore dei modi le vacanze? Oltre a staccare la spina dalla routine quotidiana e scegliere luoghi a stretto contatto con la natura, gli esperti consigliano particolari tipi di letture: gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%) sono consigliati a chi vuole evadere in una nuova dimensione, lontano dalla realta’, vivendo storie appassionanti e immedesimandosi in personaggi fantastici.Per i piu’ salutisti, amanti del benessere sia fisico che psicologico, psicologi e addetti ai lavori consigliano libri legati al benessere (23%) e saggi filosofici (18%). “Occorrerebbe leggere sempre, piu’ che mai l’estate, periodo in cui si ha un po’ piu’ di riposo, e giornate in cui la solita routine quotidiana non ci massacra – afferma la psicologa Mariolina Palumbo – Poter stare con i nostri pensieri ed accompagnare il relax con una buona lettura fa bene sia al corpo sia alla mente. Un vero e proprio antistress. Ognuno ha il proprio genere, dal giallo al romanzo, dalla poesia alla narrativa. L’importante e’ leggere”. Meglio i classici libri cartacei o leggere su supporti digitali? Secondo la maggioranza (31%) e’ indifferente, purché si legga. Altri (22%) consigliano ebook e supporti digitali, principalmente perché sono piu’ comodi da trasportare (36%) e consentono di portarsi dietro un numero consistente di opere in un unico supporto (28%). C’e’ chi, comunque, preferisce consigliare di leggere i classici libri di carta (18%). “I libri cartacei hanno un rapporto di comunicazione piu’ intima ed efficace rispetto ai supporti digitali – afferma la Palumbo – La lettura su carta ci riavvicina alla comunicazione prima con noi stessi, e di conseguenza con gli altri”.Quali sono, quindi, gli immediati effetti di una buona lettura in estate? Leggere un libro orientato ai propri gusti letterari e di vita permette di recuperare il buonumore (34%), tiene la mente spensierata (22%), aiuta a staccare completamente dai dispiaceri e dalla classica routine quotidiana (15%). Cosa, quindi, non puo’ proprio mancare nella propria valigia e borsa da spiaggia? Naturalmente un buon libro, per i momenti di relax.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malta rifiuta immigrati

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 agosto 2013

English: Marina at Portomaso, Malta.

English: Marina at Portomaso, Malta. (Photo credit: Wikipedia)

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati considera il rifiuto maltese di dare accoglienza e assistenza umanitaria ai 102 naufraghi provenienti dalla Libia una grave violazione dei suoi obblighi internazionali. “Malta aveva la responsabilità di dare assistenza a queste persone tra cui c’erano 4 donne incinte e 1 bimbo di soli 5 mesi. Persone che sono state lasciate 2 giorni su una nave che le aveva soccorse dal naufragio, mettendo a rischio le loro condizioni fisiche e la loro sicurezza. Se Malta ha mandato un segnale, è quello di non rispettare gli obblighi internazionali e i diritti dei migranti” dichiara Christopher Hein Direttore del Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR).La normativa internazionale prevede che chiunque sia soccorso in alto mare deve essere portato verso il primo porto sicuro e lì essere assistito. E la valutazione del porto sicuro non può essere fatta sulla base della sola collocazione geografica, ma implica anche una valutazione della tutela dei diritti fondamentali dei migranti. E’ evidente che in questo caso la responsabilità ricadeva su Malta, perché nonostante la nave fosse vicina alle coste libiche in quel paese non sussistono le minime garanzie che i diritti basilari dei migranti potessero essere rispettati.Il Governo Italiano ha fatto un grande gesto di solidarietà, accogliendo questi migranti e garantendo i loro diritti essenziali. “L’Italia ancora una volta ha onorato un obbligo di salvataggio e accoglienza di naufraghi soccorsi nel Mediterraneo. Il Governo italiano ha offerto quell’assistenza umanitaria dovuta e necessaria, supplendo alle mancanze di Malta” continua Hein “Se è vero che Malta ha l’obbligo di dare accoglienza e assistenza è però evidente che l’Europa deve dimostrare una diversa solidarietà e promuovere piani di redistribuzione dei richiedenti asilo e rifugiati che arrivano in Paesi interessati a flussi massivi. Nel mese di luglio a Malta sono arrivati centinaia di migranti su un’isola poco più grande di Lampedusa. Tutti gli Stati Membri si devono impegnare per supportare e ricollocare i migranti che arrivano, Malta può dare assistenza se non lasciata da sola. Il Sistema Comune di Asilo non può essere solo sulla carta, ma deve concretizzarsi in una condivisione di responsabilità tra tutti gli Stati Membri” conclude Christopher Hein, Direttore del CIR.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »