Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 17 agosto 2013

The Landlords

Posted by fidest press agency su sabato, 17 agosto 2013

Toronto Saturday, August 24, 2013 Garden of the Consulate General of Italy 136 Beverley St., (Dundas entrance) Free admission Subtitles in English will open at 8:00 p.m. with the screening beginning at dusk (around 9:30pm)Director: Edoardo GabbrielliniCast: Elio Germano, Valerio Mastandrea, Gianni Morandi, Valeria Bruni Tedeschi, Mauro Marchese, Francesca Rabbi, Lorenzo Rivola, Alina Gulyalyeva, Giovanni Piccinini
Country: ItalyGenre: Drama-ComedyDuration: 98 minutesYear: 2012
Production: First Sun, Relief, Rai Cinema World sales: Rai Trade
Synopsis:Two brothers, Cosimo and Elia, young and overambitious contractors from Rome, arrive in a remote village in the Tuscan-Emilian Apennines to complete the renovation of the villa of the major landowner in the area: the popular singer Fausto Mieli. Mieli, who retired from the music scene, is both loved and hated by the local community. Mieli’s comeback concert is due to be held in the village at the end of the contractors’ stay. Meanwhile, the clumsy and unwittingly arrogant presence of Cosimo and Elia in the village generates trouble and hostility amongst the local men. At the same time Adriana, the village beauty, who is attracted to Elia, dreams of running away with him. The conflict that develops after the arrival of these “foreigners” produces
dreadful and unexpected consequences in the lives of the protagonists and the community.Presented by L’Altra Italia Association In collaboration with the Istituto Italiano di Cultura.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su sabato, 17 agosto 2013

Sicurezza e Segnalamento

Sicurezza e Segnalamento (Photo credit: Wikipedia)

Quello della sicurezza stradale resta uno dei grandi problemi sociali che il nostro Paese non ha ancora risolto e che non affronta con la giusta determinazione”. Ad affermarlo è Carmelo Lentino, Portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani, annunciando la nuova iniziativa messa in campo.Ci sono troppe vittime inconsapevoli della strada, persone che – prosegue – loro malgrado finisco per essere coinvolte in spiacevoli, e spesso dolorose, situazioni. Abbiamo per questo deciso di attivare lo ‘Sportello Legale di BastaUnAttimo’ che sarà coordinato dall’Avvocato Gino Salvatori del Foro di Roma. Salvatori sarà coadiuvato da un gruppo di legali che si sta componendo sull’intero territorio nazionale, proprio per assicurare una prima assistenza gratuita e, ove possibile, di prossimità”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siria: esodi

Posted by fidest press agency su sabato, 17 agosto 2013

Kurdish women carrying bread home from the sou...

Kurdish women carrying bread home from the souk, Dohuk, Iraqi Kurdistan (Photo credit: Wikipedia)

Un improvviso e imponente esodo è quello che ha portato nella giornata di ieri migliaia di cittadini siriani ad attraversare il confine ed entrare nel nord dell’Iraq. Un esodo che i funzionari dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) presenti sul terreno hanno descritto come un flusso di ondate di persone lungo il nuovo ponte di Peshkhabour sul fiume Tigri.
Le ragioni all’origine di questo massiccio spostamento di popolazione non sono ancora del tutto chiare e dalla notte appena trascorsa l’Agenzia non ha registrato altri imponenti attraversamenti della frontiera. Alcuni dei siriani avrebbero atteso dai due ai tre giorni nei pressi del fiume Tigri, sistemandosi in un accampamento di fortuna. Gli osservatori dell’UNHCR al confine hanno inoltre visto arrivare dal lato siriano decine di autobus, dai quali sono scese altre persone che intendevano varcare la frontiera. Generalmente a Peshkhabour sia il lato siriano che quello iracheno del confine sono rigorosamente controllati.
Il primo gruppo di siriani – circa 750 persone – ha attraversato il ponte di Peshkhabour prima di mezzogiorno, seguito nel pomeriggio da un gruppo molto più numeroso, composto da 5mila a 7mila persone.
Si tratta, per la maggior parte, di famiglie (donne, bambini e anziani) provenienti principalmente da Aleppo, Efrin, Hassake e Qamishly. Alcune famiglie hanno riferito agli operatori dell’Agenzia di avere parenti che risiedono nel nord dell’Iraq, mentre alcuni studenti in viaggio da soli hanno detto di studiare in questa regione e di essere tornati in Siria solo per le recenti festività dell’Eid.
Nelle prime ore del mattino i team di operatori UNHCR e delle agenzie partner hanno lavorato a stretto contatto con le autorità locali per prestare assistenza ai nuovi arrivati, ai quali hanno fornito acqua e cibo. L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM/IOM) e il Governo Regionale del Kurdistan hanno messo a disposizione centinaia di autobus per trasferire i rifugiati verso i governatorati di Dohuk ed Erbil.
In quest’ultima unità amministrativa circa 2mila dei nuovi arrivati sono attualmente accampati in un sito nella città di Kawergost, dove l’UNHCR ha allestito un’area di transito/accoglienza d’emergenza. Alcuni dei nuovi arrivati hanno potuto sistemarsi in tende già erette dall’Agenzia, mentre altri starebbero alloggiando all’interno di moschee o presso parenti o amici che risiedono nell’area.
L’UNHCR è impegnato con le autorità del Governo Regionale del Kurdistan, con altre agenzie delle Nazioni Unite e con le organizzazioni non governative partner ad allestire un nuovo campo a Darashakran, a breve distanza dall’aerea di transito. La struttura dovrebbe aprire tra due settimane e l’UNHCR auspica che riesca ad alleggerire la pressione nell’affollato campo di Domiz oltre che a consentire ai rifugiati che attualmente vivono in costose sistemazioni prese in affitto di trasferirsi nel campo, dove riceverebbero anche l’assistenza da parte dell’Agenzia.
L’UNHCR esprime gratitudine nei confronti delle autorità irachene, e in particolare verso il Governo Regionale del Kurdistan, per il loro impegno nei negoziati che hanno consentito ai nuovi arrivati di varcare il confine, oltre che per aver garantito il trasporto e l’assistenza alla frontiera.
Al momento sono 1.916.387 i cittadini siriani fuggiti dalla guerra e registrati come rifugiati o in attesa di registrazione. Due terzi di loro sono fuggiti quest’anno. Attualmente 684mila rifugiati siriani si trovano in Libano, 516mila in Giordania, 434mila in Turchia, 154mila in Iraq (esclusi gli arrivi di ieri) e 107mila in Egitto.
I Governi della regione stanno gestendo con estrema attenzione le loro frontiere con la Siria, soprattutto per motivi legati alla sicurezza nazionale, ma i rifugiati continuano ad affluire negli stati confinanti in maniera graduale. L’UNHCR continua ad esortare i paesi della regione, e fuori della regione, affinchè tengano aperte le proprie frontiere e ricevano tutti i cittadini siriani in cerca di protezione.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’evoluzione tecnologica

Posted by fidest press agency su sabato, 17 agosto 2013

D’altra parte la ricerca di nuovi posizionamenti si rende sempre più urgente considerata la componente evolutiva in atto e la cui spinta in avanti è in continua progressione. Tali processi li dobbiamo correlare, in prima battuta, a fattori organizzativi interni e d’immagine esterna. A essi vanno aggiunti l’esigenza di rinnovamento proveniente dall’evoluzione tecnologica in atto e le diverse e mutabili tendenze ed attese della clientela, o utenza che sia, combattuta, a sua volta, tra le spinte verso il nuovo e la conservazione. Al riguardo posso dire, sin d’ora, di sapere ciò che ci aspettiamo da una società moderna, sebbene siamo distanti dal realizzarlo almeno in modo compiuto e diffuso.
E tale aspettativa, che ci proietta in avanti, va tenuta da conto se vogliamo correttamente pro-grammare il nostro futuro come individui e come im-prese produttrici di beni e servizi. Tali aspetti li posso indicare sommariamente come segue:
Si avverte la necessità di un’organizzazione del lavoro più razionale;
Cresce il bisogno di un impiego “autonomo” nella logica dell’homeworking e del teleworking;
Si afferma l’esigenza di una forma di ap-prendimento continuo in luogo di quella limitata all’età scolare;
Aumenta il bisogno di un impiego ottimale del tempo lavorativo e dello svago;
S’impone l’esigenza di una interazione tra i vari processi legati alla vita sociale sia nei rapporti privati che in quelli pubblici.
Da ciò possiamo ricavare delle soluzioni del tutto diverse dalle attuali come ad esempio:
il 20% degli italiani possono scegliere, già da ora, la propria abitazione come postazione fissa di lavoro sia autonomo che dipendente;
il 32% delle imprese possono stipulare rap-porti di lavoro diversificati e non più riferiti a singoli soggetti ma a gruppi di lavoratori o affidando parte delle attività, in specie se amministrative-contabili, di marketing, pubblicitari di relazioni interne ed esterne a liberi professionisti. Per una grande azienda come l’Ente Poste, ad esempio, ciò comporterebbe una ri-duzione del 20% del personale amministrativo-conta-bile ed il suo reimpiego ad altre funzioni;
il 25% delle attuali attività possono essere profondamente mutate. Pensiamo alle edicole dei giornali sostituite dalle rassegne stampa domiciliate via internet o intranet, al giornale telematico e via di-cendo. Lo stesso dicasi per l’area commerciale dove l’offerta può essere proposta alla clientela attraverso le televendite interattive. Le banche e gli uffici posta-li, a loro volta, possono far convergere il 20/25% della loro clientela verso l’homebanking e l’homeposting.(Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »