Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Archive for 3 settembre 2013

Seven capital management granted alternative investment fund management (aifm) approval

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

Seven Capital Management became one of the first French asset management companies to be granted AIFM approval by the AMF Board. Seven also received the AIFM “Asset Management” passport on 13 August, allowing it to directly manage a Luxembourg alternative investment fund (SIF) from France.AIFM approval is intended to strengthen monitoring of companies managing alternative investment funds, and the benefits for Seven Capital Management are two-fold. The first benefit concerns marketing, as it allows alternative investment funds (AIFs) to be distributed to retail and professional clients in France and Europe. The second benefit relates to management, as it means that this French company can directly manage an international range of investment funds (particularly in Luxembourg) from France without any additional cost or risk for its investors.“Receiving this approval is a major milestone for Seven Capital Management. It allows us to step up the pace of our European and international development and to launch new alternative investment products in the near future”, noted Johann Schwimann, CEO and founder of Seven Capital Management.“This approval is made all the more important for our strategic development by the fact that BaFin, the German financial markets authority, is now likely to require it for all AIFs marketed to German investors”, added Johann Nouveau, Founding Partner of Seven Capital Management. “This approval has also strengthened our desire to ensure that Seven Capital Management adheres to the highest international management, monitoring and procedural standards.”Seven Capital Management is advised by Reinhold & Partners for obtaining AIFM approval and also concerning the creation of European investment vehicles.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fuel economy norms and regional market dynamics to boost worldwide volumes to over 13.0 million by 2020

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

LONDON The global high-speed automotive transmissions market (8-, 9- and 10-Speed) is expected to grow to more than 13 million units by 2020. OEMs and tier-1 suppliers therefore have a key role to play in the growth of this market, which is coaxed by stringent emission regulations, fuel economy standards and dynamic consumer demand. The entire automotive value chain questioning what the “optimum number of transmissions speeds” are while achieving cost-benefits at the same time and how this market will unfold toward 2020.Frost & Sullivan is organising a web conference, entitled Global Outlook for High-Speed Automotive Transmissions: What’s in Store?, taking place on Tuesday, 17 September 2013, at 4.00 p.m. BST. Senior Research Analyst, Yeswant Abhimanyu, will present a strategic overview of the global high-speed transmission technology market, key technology trends, market drivers and restraints as well as what can be expected in the future. He will also name the which and why of the largest markets, outline the competitive landscape and depict, how it will transform toward 2020.
To participate in this complimentary web conference, please email Katja Feick at katja.feick@frost.com with your full contact details. Upon receipt of the above information, a registration link will be e-mailed to you. You may also register to receive a recorded version of the briefing at anytime by submitting the aforementioned contact details.
The aim of the web conference is also to provide the market size and forecast for the high speed AT and high speed DCT market with breakdown by region.High speed transmissions (high speed stepped ATs and DCTs) are expected to account for about 14.0 to 17.0 per cent of the overall transmissions market by 2020, and North America is expected to be the largest market, accounting for over 6.0 million units annually by 2020.
Participating in the web conference will benefit automotive OEMs, suppliers as well as any other market player along the automotive value chain.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, works in collaboration with clients to leverage visionary innovation that addresses the global challenges and related growth opportunities that will make or break today’s market participants.Our “Growth Partnership” supports clients by addressing these opportunities and incorporating two key elements driving visionary innovation: The Integrated Value Proposition and The Partnership Infrastructure.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pope Francis pledges to oppose restrictions on religious freedoms; wishes world Jewry a ‘sweet’ New Year

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

ROME – Pope Francis on Monday wished Jews around the world a sweet and peaceful year 5774, called for increased dialogue among the world’s religious communities and opposed fundamentalism in any faith. During his first private audience with an international Jewish leader since being elected Catholic pontiff in March, Francis asked World Jewish Congress (WJC) President Ronald S. Lauder to convey his New Year message to Jewish communities world-wide and said he also needed a sweet year because of the important decisions lying ahead. Using the Hebrew words for ‘Happy New Year’, Pope Francis wished a “Shana Tova” and asked the WJC to share that message with the Jewish people worldwide. Lauder presented the pope with a Kiddush cup and a honey cake.At their meeting, which was held in an informal atmosphere at the Vatican, Lauder and the Catholic pontiff spoke about the situation in Syria and agreed to speak out against attacks on religious minorities, such as Coptic Christians in Egypt and against trends to restrict well-established religious practices such as circumcision. The pope specifically expressed concern about the bans on kosher slaughter in Poland and directed Cardinal Kurt Koch, the president of the Vatican’s Commission for Relations with the Jews, to investigate and host a follow-up meeting as early as next week.Francis reiterated a statement made last June that “a Christian cannot be an anti-Semite” and said that “to be good a Christian it is necessary to understand Jewish history and traditions.” He added that Jews and Christians shared the same roots and that dialogue was the key to building a common future. Referring to the conflict in Syria, the pope called the killing of human beings unacceptable and said “world leaders must do everything to avoid war.”After the meeting, Ronald S. Lauder praised the pope for his unwavering commitment to dialogue and said that “Pope Francis’ leadership has not only reinvigorated the Catholic Church but also given a new momentum to relations with Judaism. Never in the past 2,000 years have relations between the Catholic Church and the Jewish people been so good. The leadership of successive popes over the past five decades has helped to overcome a lot of prejudice. This allows us now to work together in defending religious freedom wherever it is under threat and whichever community is affected.”Lauder was accompanied to the meeting at the Vatican by Latin American Jewish Congress President Jack Terpins, WJC CEO and EVP Robert Singer, WJC Associate EVP Maram Stern, and LAJC Executive Director Claudio Epelman.
About the World Jewish Congress The World Jewish Congress (WJC) is the international organization representing Jewish communities in 100 countries to governments, parliaments and international organizations. Since its foundation in 1936, the WJC has been at the forefront of inter-religious dialogue, notably with the Catholic Church.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disoccupazione e investimenti

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

I dati provvisori forniti dall’Istat sulla disoccupazione registrata a Luglio – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – confermano la gravità della situazione per il paese e l’esigenza di investire quanto prima in politiche per la crescita.
L’aumento dell’1,3% su base annua del livello della disoccupazione nazionale (oggi al 12%) – continua Tiso – indica con chiarezza che quanto fatto fino ad ora risulta del tutto insufficiente, e quindi il dovere di cambiare marcia e prospettiva.
Come organizzazione – prosegue Tiso – abbiamo sempre considerato necessario delineare degli obiettivi strategici e delle priorità, e rimaniamo convinti che il modo migliore per ripartire sia farlo dal mondo agricolo e dai giovani, oggi più che mai protagonisti involontari di una situazione indegna per un paese civile con un tasso di disoccupazione pari al 39,5% (+ 4,3% su base annuale). E’ poi chiaro – conclude Tiso – che manovre economiche che abbiamo al centro questi obiettivi debbano prevedere degli sforzi e degli investimenti importanti, ma non si può continuare a credere che navigando a vista riusciremo ad uscire dalla crisi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischi marijuana sui giovani

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

Cannabis

Cannabis (Photo credit: Duncan Brown (Cradlehall))

Uno studio condotto dall’Université de Montréal e Icahn School of Medicine di New York del Mount Sinai Hospital ha rivisto una serie di ricerche sugli effetti della marijuana sugli adolescenti stabilendo non solo che causa in essi una maggiore dipendenza ma anche seri rischi per la salute mentale. La notizia, spiega Giovanni D’AGATA, presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, giunge mentre il dibattito sulla legalizzazione della marijuana si anima in Canada, ed il nuovo studio evidenzia che il consumo della droga leggera potrebbe essere più rischioso per i ragazzi di quanto si pensasse in precedenza.
I ricercatori hanno condotto una revisione di 120 studi che hanno esaminano la cannabis e lo sviluppo del cervello degli adolescenti, e hanno concluso che c’è una forte evidenza tra l’uso di cannabis in giovane età ed il rischio di sviluppare problemi per la salute mentale e dipendenze da adulti. Il dottor Didier Jutras-Aswad, dell’Université de Montréal ha rilevato che ‘La questione non è se la cannabis è buona o cattiva, ma chi ha più probabilità di soffrire di problemi.’
Alcuni studi hanno anche scoperto legami tra l’uso di cannabis e la schizofrenia precoce, ma sempre lo stesso Jutras-Aswad ha sottolineato che ci sia un evidente profilo di rischio che comprende la genetica e le caratteristiche comportamentali, oltre all’età. Tuttavia, gli autori dello studio sottolineano che vi è una diffusa percezione che la marijuana è poco dannosa.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IV conferenza regionale della scuola

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

Torino 5 settembre IV Conferenza regionale della scuola che si terrà il 5 settembre 2013, dalle 9 alle 18, a Torino, presso la Fabbica delle E in corso Trapani 95.Promotori dell’iniziativa sono il Forum Regionale per l’Educazione e la Scuola, la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, il Gruppo Abele e la Scpa Pracatinat, in collaborazione con la Provincia e la Città di Torino.Per la Provincia l’organizzazione è stata curata dal Ce.Se.Di, che da anni sostiene gli istituti superiori offrendo un ricco catalogo di proposte didattiche.La IV Conferenza della scuola, dedicata ai progetti e alle attività di cambiamento delle scuole piemontesi, mira a dare voce ai soggetti interni ed esterni e a raccogliere esperienze significative utili al rinnovamento e alla trasformazione del sistema scolastico.Come nelle precedenti edizioni, parte fondamentale della Conferenza è il lavoro preparatorio svolto attraverso iniziative decentrate con alcune scuole che hanno coinvolto dirigenti, insegnanti, genitori, educatori e amministratori locali. Nel corso dell’anno scolastico sono stati organizzati 26 finalizzati a raccogliere la narrazione e il confronto sui percorsi di cambiamento affrontati: quelli prescritti dalle normative e quelli progettati dalla scuola insieme agli altri soggetti del territorio. In particolare, le scuole hanno rilevato il bisogno che la politica si dimostri all’altezza dei problemi, e hanno raccontato i loro percorsi di autonomia “virtuosa” necessari a garantire ai bambini e ai ragazzi l’educazione cui hanno diritto.I risultati di questo dibattito collettivo sono stati raccolti nei report contenuti nel Quaderno che sarà messo a disposizione dei partecipanti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siria: rifugiati

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

Mentre prosegue l’esodo dei siriani nella regione irachena del Kurdistan, i leader dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP) hanno reso omaggio al Governo per aver offerto rifugio finora a quasi 200mila persone, 47mila delle quali arrivate nelle ultime due settimane. Nonostante la pressione derivante dal dover trovare una sistemazione a un numero così elevato di persone, le autorità regionali hanno aperto le proprie frontiere e messo a disposizione terreni per accogliere i rifugiati all’interno di campi.Nel suo intervento di ieri nel campo di rifugiati di Domiz – a 70 chilometri dalla frontiera con la Siria, dove trovano accoglienza 45mila rifugiati – l’Alto Commissario per i Rifugiati António Guterres ha affermato: “questo afflusso pone un’enorme pressione sull’economia e sulle infrastrutture locali, oltre al fatto che avere una guerra alle porte costituisce sempre una minaccia. Esprimo la mia più sentita gratitudine al Governo e alla popolazione della regione del Kurdistan che hanno accolto così tanti cittadini siriani bisognosi di protezione”.Rivolgendosi alla stampa dopo aver visitato il campo, il Direttore Esecutivo del WFP Ertharin Cousin ha aggiunto: “Siamo qui per la gente. Saremo qui finché il Governo della regione del Kurdistan continuerà a sostenere la nostra azione e finché la gente della Siria continuerà ad aver bisogno di noi”.I due leader hanno poi visitato il campo di rifugiati di Kawergost, nei pressi della città di Erbil, un sito d’emergenza allestito in una polverosa pianura per accogliere le migliaia di siriani giunte improvvisamente nelle ultime due settimane. Nella giornata di ieri, oltre 1.200 siriani hanno attraversato il confine, arrivando nel sito per la registrazione.Meno della metà dei rifugiati vive in campi, mentre la maggior parte di loro preferisce insediarsi nelle aree urbane dove può cercare un lavoro. Citando le crescenti violenza e instabilità, oltre alla mancanza di servizi, quali ragioni alla base della loro fuga, la maggioranza dei siriani che ha cercato rifugio in Iraq proviene da Hassake, Aleppo e in misura minora da Damasco e Raqqa.“Quando un paese è materialmente distrutto, quando la sua gente muore e fugge, quando lo stato e i suoi servizi collassano, la cosa più importante che un vicino può fare è tenere aperte le proprie frontiere. La regione del Kurdistan rappresenta un’ancora di pace e stabilità in una tormentata regione del mondo” ha proseguito Guterres, che insieme alla signora Cousin si è impegnato a mobilitare un imponente sostegno internazionale.I leader hanno quindi incontrato il Presidente della regione del Kurdistan, Masoud Barzani, che ha offerto il proprio impegno nel continuare ad accogliere i siriani in fuga verso la regione.Il Governatore di Erbil, Nawzad Hadi, ha quindi evidenziato la necessità che – ove possibile – i campi siano ingranditi ed equipaggiati per far fronte a numeri crescenti di rifugiati e alle diverse stagioni climatiche. Allo stesso tempo ha messo in guardia sul fatto che “il tempo non ci è amico. Dobbiamo prepararci per l’inverno”. Il Ministro dell’Interno, Karim Sinjari, anch’egli in visita al campo, ha garantito il proprio impegno nell’accoglienza dei rifugiati, pur sottolineando come la disponibilità di risorse sia al limite, e auspicando che la comunità internazionale incrementi sensibilmente il proprio sostegno.
Oltre ad occuparsi della gestione dei campi, l’UNHCR effettua la registrazione dei rifugiati in modo da garantirne l’identificazione e allo stesso tempo una valutazione delle necessità individuali, al fine di modulare i servizi erogati sulla base di tali parametri. L’Agenzia inoltre coordina la risposta dei partner ONU e non governativi. Tutta l’attività dell’UNHCR si svolge in stretto coordinamento con le autorità regionali.Il WFP mette a disposizione di ogni membro di una famiglia l’equivalente 31 dollari USA al mese, nella forma di buoni cibo. “Ciò per le attività commerciali locali si traduce in un giro d’affari pari a 10,5 milioni di dollari” ha spiegato Cousin. “Attraverso questi buoni i rifugiati alimentano il commercio delle comunità che li accolgono, oltre al vantaggio di poter comprare cibo fresco e nutriente”. Il Direttore dell’agenzia ha poi ribadito come il sostegno della comunità internazionale sia essenziale in un momento in cui le necessità non fanno che aumentare. Ogni settimana il programma del WFP mirato all’alimentazione dei siriani – sia all’interno della Siria che nei paesi limitrofi – costa 30 milioni di dollari.Nella giornata di mercoledì Guterres e Cousin si sono recati nella provincia irachena di Anbar, dove hanno visitato il posto di frontiera con la Siria. I due sono stati incoraggiati dal fatto che – sebbene il confine sia chiuso da oltre un anno – i funzionari locali stanno valutando la possibilità di consentire l’ingresso ad alcuni rifugiati vulnerabili, in modo che essi possano prendere parte a un programma di riunificazione famigliare. I leader hanno quindi constatato i problemi di sicurezza che erano stati loro espressi dal governo iracheno, tra cui il rischio d’infiltrazione. Essi hanno tuttavia espresso la propria preoccupazione per la situazione delle persone che si trovano dall’altro lato del confine, auspicando che si possa trovare il giusto equilibrio e consentire l’ingresso a un maggior numero di siriani.L’Alto Commissario Guterres ha definito il conflitto in Siria “la più grave minaccia alla pace e alla sicurezza globale di questo secolo. Stiamo assistendo a morte e distruzione” ha aggiunto “al collasso dello stato e a un’enorme sofferenza da parte della popolazione”. In un momento in cui milioni di siriani hanno bisogno di assistenza umanitaria all’interno della Siria e il numero di rifugiati si sta rapidamente avvicinando ai 2 milioni, l’attività di tutte le agenzie umanitarie – secondo Guterres – è drammaticamente sottofinanziata.Entrambi i leader hanno comunque ribadito il proprio impegno nell’aiutare tutti i siriani bisognosi. “In più di due anni abbiamo assistito a molti momenti drammatici e abbiamo sempre mobilitato le nostre risorse per dare una risposta” ha concluso Guterres. “Il nostro impegno è di stare al fianco delle vittime. Qualsiasi cosa accada, e in qualsiasi circostanza, saremo sempre sul terreno per raggiungere i siriani che hanno bisogno della nostra assistenza”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Smarter Provider”: una giornata dedicata ai Managed Services Provider

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

IBM desktop 2

IBM desktop 2 (Photo credit: Jiri Brozovsky)

Milano, 16 settembre, all’IBM Client Center di Segrate Budget ridotti ma inderogabile esigenza di innovare: questa la sfida delle aziende italiane e soprattutto delle piccole e medie imprese che devono confrontarsi in un mercato sempre più difficile, con concorrenti sempre più agguerriti e più preparati, anche dal punto di vista tecnologico.
E in questo scenario. la strada da percorrere è sempre più quella del cloud che consente di fruire di soluzioni sempre avanzate e sicure senza necessariamente investire in risorse proprie. IBM sta lavorando al fianco di tanti operatori proprio per rendere disponibile il meglio della propria offerta e per aiutarli ad offrire un’ampia gamma di servizi – di qualità e sicuri – che rispondano alle diverse esigenze delle aziende italiane, di tutti i settori di mercato. Per fare il punto sulle dinamiche del mercato e per confrontarsi sulla reale capacità di offrire valore e sulle molteplici opportunità, il 16 settembre, IBM organizza un’intera giornata dedicata agli operatori, con la partecipazione di Maurizio Cuzari, Presidente di Sirmi, e con le testimonianze dirette di alcuni Services Provider. La strategia e le proposte di collaborazione IBM saranno illustrate da Biagio de Marchis, vice President Enterprise and Midmarket, e da Alberto de Angelis, Midmarket Sales Leader.Nel pomeriggio sessioni parallele daranno l’opportunità di “toccare con mano” i vantaggi delle soluzioni tecnologiche chiave per erogare servizi cloud, confrontandosi con gli esperti: dai PureSystems, sistemi integrati per gestire in maniera efficiente il data center, alle soluzioni Cognos per erogare servizi di Business Analytics in modalità SaaS, alle soluzioni per realizzare una vera strategia sul fronte “mobile”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri a Damasco con presidente parlamento siriano e ministro dell’Informazione – Fronte Europeo e Solid

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2013

1 SETT 11 SETT 2Prosegue la missione in Siria del Fronte Europeo e di Solid. Oggi la delegazione, insieme ai rappresentanti della comunità siriana in Italia, si è recata in visita al parlamento siriano ed è stata ricevuta per l’occasione dal Presidente Jihad Allaham, che ha ribadito “la determinazione delle autorità e del popolo siriano di resistere agli attacchi eterodiretti all’interno dai gruppi terroristici, e all’esterno da parte degli stati che li sostengono”.”Oggi manderemo una lettera al congresso Usa – ha detto il presidente Allaham – siamo per il dialogo ma pronti a difenderci. Dal Congresso Usa ci aspettiamo un nuovo schiaffo per Obama dopo quello ricevuto dal parlamento inglese”.Successivamente la nostra delegazione è stata in visita al Ministero dell’Informazione dove è stata lungamente a colloquio con il ministro Omran Al Zoubi. Nell’occasione è stato ribadito il difficile compito1 SETT 5 per i media siriani, già oscurati dai principali satelliti del mondo arabo, arabsat e nilesat, di contrastare efficacemente la distorta informazione ad opera dei principali media occidentali ed arabi. “Esiste una guerra mediatica contro la Siria – ha spiegato il ministro Al Zoubi – come dimostra la bufala dell’utilizzo di armi chimiche da parte del governo di Assad. Ad utilizzare le armi chimiche sono i cosiddetti ribelli, in particolare i fondamentalisti di Al Nusra che hanno attaccato con i gas velenosi nel quartiere di Jobar”.
Per dare voce al governo siriano in Italia e in Europa abbiamo proposto al ministro una più stretta collaborazione tra le nostre piattaforme internet ed i network siriani in modo da diffondere in maniera più efficace le notizie provenienti dalla Siria.(1 sett)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »