Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 27

Archive for 4 settembre 2013

Lauder asks Italy to urge EU to take more balanced stance toward Israel, Middle East

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Rome – The conflicts currently engulfing the Middle East and in particular Syria and the tense relationship between the European Union and Israel were the main points of the discussion between Italian Prime Minister Enrico Letta and World Jewish Congress President Ronald S. Lauder in Rome on Tuesday. Letta said Italy was prepared to help in finding a solution to the Syrian conflict and added that the issue would be discussed by world leaders at the upcoming G20 summit.Ronald S. Lauder thanked the Italian head of government for the steadfast support successive administrations have given to the Italian Jewish community, and for the constructive relations with the State of Israel. The WJC president criticized recent one-sided measures taken by the European Union against Israel, in particular the issuing of guidelines for the labeling of produce from Israeli settlements in the West Bank, and said they were harmful to the peace process.He also asked PM Letta to urge Brussels not to force Israel out of the Horizon 2020 program, the EU’s multi-billion-euro research and innovation scheme. “Europe has put itself into a corner. It is worrying to see how the EU has sidelined itself as an effective player at a time when there are several highly explosive conflicts in the region, when thousands are killed every month in Syria, Egypt and elsewhere. We hope Italy and other key EU member states will act to correct this and to get the EU’s foreign policy back on a track,” the WJC president said.The Italian prime minister said he looked forward to meeting soon with Israel’s President Shimon Peres and Prime Minister Benjamin Netanyahu.
Ronald S. Lauder was accompanied to the meeting by Renzo Gattegna, president of the Union of Jewish Communities in Italy, WJC CEO and EVP Robert Singer and WJC Associate EVP Maram Stern. On Monday, the WJC leaders met with Pope Francis at the Vatican.
The World Jewish Congress (WJC) is the international organization representing Jewish communities in 100 countries to governments, parliaments and international organizations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nokia Sells Device Business to Microsoft, but Keeps HERE Auto Navigation Platform

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

London, UK Comment by Praveen Chandrasekar, Program Manager Telematics & Infotainment at Frost & Sullivan. Following the interesting announcement of selling its device business to Microsoft, Nokia has done what was expected by keeping their HERE business division. HERE is a rebranded integration of Navteq’s mapping and traffic business with Nokia’s location platform, which is a part of a fast growing market on the automotive side. Adding on to Navteq’s existing customer base for the navigation digital maps, advanced driver assistance systems (ADAS) attributes maps, and initiatives like ecodriving, traffic service, HERE also recently unveiled a connected car platform which integrates several of the Navteq pieces. Combined, the HERE Auto navigation platform, HERE Auto Cloud dynamic traffic and parking platform, and HERE Auto companion for apps, have been Nokia’s big bold entry into offering a complete connected car platform.Clearly showing its appetite to tap into the fast growing connected car market, Nokia is also involved in the Mirrorlink effort, which is working on the next generation smartphone integration and replication of products with more content, apps and driver distraction guidelines, currently trying to be made into an OEM offer. The intention here is to rebrand the formerly known Navteq and establish the HERE brand name separately, so that it can continue its dominance in the navigation and location-based services market.
Frost & Sullivan, however, believes that given Microsoft’s push into the connected car market with its platform for the largely successful SYNC with Ford, Blue&Me with Fiat and the growing UVO partnership with Kia, the addition of HERE and its location-based components along with Mirrorlink might have made a Microsoft connected car offer a compelling choice for OEMs similar to what QNX is trying to achieve with the Car2 Platform, offering all the basic functions- smartphone integration, maps, apps and so on. Clearly, with a complete acquisition, Microsoft would have benefited with a product line that would be able to compete with any Tier-1 beyond only having the hardware component.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non-Community European spending

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

This Policy Paper by Amélie Barbier-Gauchard sets out to draw particular attention to non-Community European funding, this form of public funding testifying as it does to certain member states’ wish to move forward together in a common direction by optimising the use of public resources and overcoming the political hurdles that can exist within the EU as a whole.After having precised the location of this type of funding among European spending, Amélie Babrier-Gauchard comes back on the difficulty to grasp the reality of non-Community European spending, which is yet substantial. Thoughout various examples of their applications, the author shows how the account of non-Community European spending sheds new light on the reality of the Europeanisation of public spending and the opportunities to spend better together.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Les dépenses européennes non communautaires

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

L’objet de ce Policy Paper d’Amélie Barbier-Gauchard est de porter une attention toute particulière aux dépenses européennes non-communautaires, une modalité de financement public qui témoigne de la volonté de certains États membres d’avancer ensemble dans une direction commune en optimisant l’usage de la ressource publique et en dépassant les blocages politiques qui peuvent exister au niveau de l’UE dans son ensemble.Après avoir resitué ces dépenses parmi les dépenses européennes, Amélie Barbier-Gauchard revient sur la réalité difficilement identifiable mais pourtant substantielle que constituent les dépenses européennes non-communautaires. C’est au travers d’exemples de leurs manifestations variées que l’auteure montre comment la prise en compte des dépenses européennes non communautaires apporte un nouvel éclairage sur la réalité de l’européanisation de l’intervention publique et les possibilités de mieux dépenser ensemble.<

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È arrivato il nuovo Kindle Paperwhite: il Kindle di 6a generazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Cover of "Kindle Wireless Reading Device,...

Cover via Amazon

Lussemburgo,(NASDAQ: AMZN)— Amazon ha annunciato che Kindle Paperwhite, il lettore della famiglia di eBook più venduta al mondo, è disponibile in una nuova versione migliorata. Le nuove caratteristiche di Kindle Paperwhite comprendono una nuova tecnologia dello schermo con un maggiore contrasto, una luce integrata di nuova generazione, un processore più veloce, un’innovativa tecnologia touch e altre opzioni esclusive, create su misura per i lettori. Kindle Paperwhite e Kindle Paperwhite 3G sono disponibili da oggi in pre-ordine su http://www.amazon.it.
Kindle Paperwhite unisce l’hardware migliore, un’ampia selezione, libri dai prezzi contenuti, le migliori funzionalità di lettura, il miglior servizio clienti, i consigli di lettura personalizzati, le recensioni dei clienti, in un sistema perfettamente integrato a disposizione del consumatore. Ecco perché chi possiede un Kindle legge più libri, cartacei e digitali, rispetto a quando non possedeva un Kindle.Ecco cosa rende il nuovo Kindle Paperwhite il migliore di sempre:
– Schermo di nuova tecnologia con maggiore contrasto – lo schermo di Kindle Paperwhite è il più avanzato schermo per lettori di eBook mai creato. Maggiore contrasto e migliore riflessione della luce, per pagine più bianche e neri più intensi, tanto che è quasi impossibile notare la differenza con un libro stampato. Nessun altro lettore di eBook dispone di uno schermo con un simile contrasto.
– Luce integrata di nuova generazione – indirizza la luce verso lo schermo, per leggere comodamente senza sforzare la vista.
– Nuovo processore del 25% più veloce – i libri si aprono e le pagine si voltano più velocemente, per un’esperienza di lettura più fluida.
– Nuova tecnologia touch – la griglia touch, del 19% più fitta, rende Kindle Paperwhite ancora più reattivo al tocco più lieve, rispondendo con precisione ed evitando cambi di pagina accidentali.
– Nuova funzione Scorri Pagina Kindle – per scorrere le pagine o i capitoli o andare direttamente alla fine del libro senza perdere il segno. Ora, ad esempio, è più facile consultare la mappa della Terra di Mezzo durante la lettura de Il Signore degli Anelli. Vedi schreenshot: http://www.amazon.it/kindlescorripagina.
– Nuova funzione Arricchisci il tuo Vocabolario – aggiunge automaticamente i termini ricercati nel dizionario a un elenco di immediata consultazione. È possibile utilizzare questo elenco per visualizzare le parole nel loro contesto e memorizzarle grazie alle schede delle parole. Vedi screenshot: http://www.amazon.it/kindlevocabolario.
– Nuova funzione Consultazione Rapida – la funzione Consultazione Rapida di Kindle Paperwhite comprende un dizionario completo e l’integrazione con Wikipedia, per accedere a definizioni, informazioni e altro senza lasciare la pagina o perdere il segno. Vedi screenshot: http://www.amazon.it/kindleconsultazione.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Non sei un nemico!” Nasce il laboratorio di comunicazione dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Un laboratorio per sensibilizzare i giovani ad una nuova forma di comunicazione, che non veda nell’altro un nemico. E’ il progetto dell’Università Europea di Roma (www.unier.it) che prende il via quest’anno.“Troppo spesso, oggi, il linguaggio della comunicazione utilizza toni esasperati e aggressivi”, spiega il giornalista Carlo Climati, direttore del laboratorio. “La nostra iniziativa ha lo scopo di trasmettere una nuova idea di comunicazione basata sul dialogo e su una serena accoglienza dell’altro”.Il laboratorio, teorico e pratico, esplorerà le diverse forme di comunicazione del mondo di oggi: dal giornalismo ai social network, dalla musica alla radio, dalla televisione al dialogo nella vita quotidiana.“Non sei un nemico!” sarà il motto, l’idea di base del laboratorio. I giovani saranno incoraggiati a vedere gli altri con uno sguardo nuovo, a creare linguaggi che possano rappresentare un ponte verso tutti, contribuendo all’abbattimento di muri, ostacoli, sospetti e diffidenze.Il laboratorio di comunicazione fa parte delle attività di responsabilità sociale proposte agli studenti dell’Università Europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche i giovani ad una crescita personale e ad uno spirito di servizio per gli altri.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BNP Paribas Securities Services lancia il motore di ricerca interattivo DNA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Milano.BNP Paribas Securities Services (BNP Paribas), attiva nei servizi di amministrazione e custodia titoli con oltre 7 triliardi di dollari di asset in custodia, lancia il motore di ricerca interattivo DNA for distribution per fornire ai propri clienti dati e statistiche sulla distribuzione dei fondi.L’analisi della raccolta netta, il monitoraggio delle reti distributive e la consapevolezza delle strategie d’investimento dei propri clienti, sono sempre più importanti per gli operatori che distribuiscono fondi in Italia. Oggi, i service provider, quali i SIP – soggetto incaricato dei pagamenti – hanno a disposizione una grande quantità di informazioni che permettono alle case prodotto di avere una migliore visione della distribuzione. Il principale ostacolo resta tuttavia la fruibilità di questa base dati.DNA for distribution è uno strumento innovativo e tecnologico: si tratta infatti di un’applicazione web interattiva di gestione di dati inerenti alla distribuzione, che fornisce statistiche e analisi di mercato parametrizzabile con un semplice click sul proprio desktop. Tradizionalmente i gestori ricevono troppi dettagli tramite supporto cartaceo da rielaborare e analizzare; questo nuovo strumento lanciato e creato da BNP Paribas è invece dotato di un’interfaccia dinamica che permette alle case prodotto di visualizzare e monitorare i nuovi flussi per distributore e confrontarli con i relativi trend di mercato, analizzare la performance dei distributori in chiave geografica e per periodo e fornire ai propri clienti, in maniera dinamica informazioni di dettaglio sulla base delle posizioni clienti e operatività. Anche l’analisi dei dettagli è facilitata dalla ricerca semantica fornita dall’applicazione.Stefano Catanzaro, Vice Direttore generale di Bnp Paribas Securities Services in Italia spiega: “E’ fondamentale per le società di gestione dei fondi essere in grado di monitorare i propri flussi di distribuzione e confrontarli con altri distributori e con i trend di settore su base regionale e consolidata. E’ altresì necessario che i gestori possano valutare la performance ed il successo delle proprie iniziative rivolte ai distributori, come gli annuali road-show, al fine di gestire meglio le proprie risorse finanziarie soprattutto in fase di lancio di nuovi prodotti e strategie di investimento.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

TeamViewer amplia la propria gamma di prodotti ed annuncia una soluzione per il monitoraggio remotoe l’inventario degli asset IT delle imprese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Goeppingen, TeamViewer®, uno dei principali fornitori di software per il controllo remoto e i meeting online, amplia la sua gamma di prodotti con il lancio di ITbrain™, una soluzione basata su cloud per il monitoraggio remoto e l’inventario degli asset IT aziendali. L’ultima novità nella famiglia di prodotti TeamViewer permette agli amministratori IT di monitorare da remoto gli asset IT per una regolare attività di manutenzione a PC aziendali, server e software. Allo stesso tempo, il software TeamViewer per il controllo remoto ed i meeting online è stato aggiornato ed offre ora un insieme di nuove funzionalità integrate per il monitoraggio da remoto, senza costi aggiuntivi.ITbrain è una nuova soluzione, sviluppata da TeamViewer, che fornisce agli amministratori IT un programma di controllo dei sistemi, inventario degli asset, alert, notifiche email e tutti gli strumenti necessari a massimizzare le performance delle risorse IT delle aziende direttamente dalla TeamViewer Management Console, soluzione web di facile utilizzo. L’integrazione tra le due soluzioni permette di lavorare senza interruzioni, raccogliendo ed aggregando i dati nel cloud.ITbrain aiuta ad assicurare un corretto e continuo funzionamento dei sistemi e l’integrità dei dati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

McAfee sceglie Dubai per il primo Cyber Defense Center

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

McAfee headquarters in Santa Clara, California.

McAfee headquarters in Santa Clara, California. (Photo credit: Wikipedia)

Dubai, Emirati Arabi Uniti – 4 settembre 2013 – McAfee ha annunciato oggi l’apertura a Dubai del proprio primo Cyber Defense Center (CDC) per offrire assistenza in caso di incidenti, valutazioni di sicurezza e formazione per i clienti nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa). Il lancio del CDC, il primo di McAfee a livello globale, è arrivato al momento giusto per quest’area geografica, dal momento che lo scorso anno sono state molte le aziende che hanno assistito ad attacchi di grande portata, e si prevede che il CDC sarà un ulteriore strumento per aiutare a proteggere la regione EMEA dalle minacce emergenti che si manifesteranno. I governi della regione hanno investito diffusamente in nuove soluzioni per prevenire e ridurre al minimo l’impatto degli attacchi e il CDC di McAfee sarà un elemento di collaborazione importante con gli attori principalmente interessati a cercare nuovi modi per migliorare la protezione.Il panorama delle minacce in continua evoluzione ha favorito la domanda di servizi di sicurezza sofisticati e sorretti da forti competenze ed esperienza nel mercato EMEA. Il Centro non solo fornirà servizi di intervento di emergenza agli incidenti e di analisi forense di elevata qualità ( supportata dal nuovo laboratorio McAfee di sicurezza forense all’avanguardia basato a Dubai), ma fornirà anche servizi strategici peculiari che differenziano McAfee da altri vendor nella regione, tra cui: informazioni contestuali sulle minacce, analisi informative Open Source, valutazioni per la protezione contro gli attacchi DDos, Analisi forense digitale e delle minacce malware mirate. Un nutrito portafoglio di servizi strategici di McAfee che continuerà a evolvere per rispondere al panorama delle minacce in continua evoluzione e per aiutare i clienti a stare almeno dieci passi avanti rispetto ai ‘cattivi’. Il gruppo CDC si compone di consulenti esperti, con più di 70 anni di esperienza combinata, nel trattamento di risposta agli incidenti sia nel settore pubblico che privato.L’apertura di questo centro rafforza ulteriormente la presenza di McAfee in EMEA e le consente di consigliare alle imprese i modi migliori per proteggere le risorse e massimizzare gli obiettivi di business grazie a una sicurezza robusta ed efficace.Nel corso dell’ultimo anno, è stato rilevato un enorme aumento del malware e degli attacchi mirati alle organizzazioni in EMEA. Per esempio, nel secondo trimestre 2013 in Ucraina e in Bielorussia è stato registrato un aumento dello spam di oltre il 200%. In Medio Oriente, il CDC sta monitorando una famiglia di malware finalizzato a frodi finanziarie e furto di dati, che è molto attivo in paesi come Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Qatar. Molte delle violazioni che sono state osservate negli ultimi mesi sono iniziate con attacchi che eseguono un’azione SQL-injection in siti web e banche dati dei clienti per poi diffondersi in rete a un livello più profondo. E’ stata poi monitorata una crescente attività di gruppi di hacker che stanno prendendo di mira le industrie e i governi, oltre a quelli che si muovono spinti dalla possibilità di guadagno finanziario, motivazioni politiche o per rubare la proprietà intellettuale.
McAfee, società interamente controllata da Intel Corporation (NASDAQ:INTC), consente ad aziende, pubbliche amministrazioni e utenti consumer di usufruire dei vantaggi di Internet in modo sicuro. L’azienda offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti e proattivi che proteggono sistemi, reti e dispositivi mobili in tutto il mondo. Grazie alla strategia Security Connected, a un approccio innovativo nella creazione di soluzioni sempre più sicuri e all’ineguagliato servizio di Global Threat Intelligence, McAfee è impegnata senza sosta a ricercare nuovi modi per mantenere protetti i propri clienti. http://www.mcafee.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giustizia civile. E le spese di registrazione della sentenza?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Vi è per caso capitato negli ultimi mesi di ricevere un avviso di liquidazione per mancato pagamento delle spese di registrazione di una sentenza civile? No? Leggete comunque questo comunicato, da quanto ci consta non è escluso che possiate riceverlo in futuro. Naturalmente se negli ultimi anni siete stati parti di un processo civile. La nostra seppur piccola esperienza ci mostra infatti che negli ultimi mesi stiano pervenendo da parte dell’Agenzia delle Entrate avvisi di liquidazione per mancato pagamento delle spese di registrazione “errati”. Errati, in quanto il pagamento è avvenuto, ma all’Agenzia non risulta, oppure errati, perchè il pagamento non è avvenuto, ma non è dovuto. Certamente nessuno vi impedirà di pagare comunque. Ma se doveste decidere di no, potrebbero esservi utili le parole seguenti. Innanzitutto sarà opportuno parlarne con l’avvocato che vi ha patrocinato nella causa.
Nel primo caso, è bene che abbiate tenuto con voi la ricevuta del pagamento; farete poi la vostra fila all’Agenzia delle Entrate dove depositerete un’istanza di cancellazione in autotutela del provvedimento di liquidazione allegando copia della ricevuta e chiedendo un provvedimento espresso. Il tutto entro i 60 giorni utili per impugnare l’avviso. Nel secondo caso la questione è un po’ più complessa, e diciamo che sarebbe più semplice se se ne occupasse il vostro avvocato di fiducia: alle volte le spese per la registrazione non sono dovute, come per es. se vi è ammissione al gratuito patrocinio. Anche in questi casi può succedere che l’avviso di liquidazione, con annessi interessi, parta comunque. In tal caso, sempre entro i 60 giorni, il cittadino o chi per lui (l’avvocato?) dovrà aprire una piccola “istruttoria” per capire dove si è inceppato il meccanismo burocratico, farlo ripartire e anche qui fare un’istanza di cancellazione del provvedimento in autotutela diretta all’Agenzia. E’ bene procurarsi l’annullamento o, più facilmente, il solo estratto di avvenuta registrazione -entro i 60 giorni dalla notifica, tempo utile per ricorrere contro il provvedimento e quindi sollevare la questione eventualmente non risolta d’avanti alla Commissione Tributaria. Ma è decisamente opportuno fare il possibile per risolvere la questione in via di autotutela, dato il valore esiguo della controversia e la tendenza, più attuale che mai, che vuole addossare al cittadino, anche vittorioso, le spese di giudizio (compensandole) o quelle di mediazione tributaria (non riconoscendo dovuti gli onorari del professionista a cui il cittadino si rivolge). All’Agenzia delle Entrate chiediamo maggiore attenzione nell’assolvimento delle proprie funzioni.(Valentina Papanice, legale Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Microsoft acquista i cellulari di Nokia per 7,17 miliardi di dollari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

 

“Nel mondo post-PC, e nel bel mezzo di una guerra all’interno dell’ecosistema, Microsoft ha finalmente comprato Nokia. Questo accordo non riguarda tanto i dispositivi, quanto la piattaforma Windows Phone. Per poter avere rilevanza in questa nuova era, Microsoft deve sviluppare un ecosistema forte – dinanzi all’attuale 4% della quota di mercato, ha ancora molta strada da fare. L’acquisizione consente a Microsoft di raddoppiare nuovamente i propri sforzi per Windows Phone e di usare il marchio Lumia per innovare concretamente la piattaforma. Microsoft è ora in grado di controllare l’intera esperienza dell’utente, fatto che aiuterà ad evitare la frammentazione del sistema operativo (come è avvenuto per Android) e rendere più semplice attirare gli sviluppatori verso questa piattaforma. Inoltre, adesso Microsoft è posizionata molto meglio per riconquistare alcuni dei clienti enterprise che ha perso come risultato della logica BYOD e della consumerizzazione. Ora può offrire ai clienti un portafoglio completo di hardware, software e servizi.
La domanda che sorge in seguito all’acquisizione è che cosa Microsoft intenda fare con la piattaforma Windows Phone ora che possiede un OEM. La sua lunga storia con i diversi partner suggerisce che difficilmente seguirà l’esempio di Apple, permettendo che la propria piattaforma sia usata esclusivamente su dispositivi Nokia. Per aumentare la quota di mercato, Microsoft dovrà continuare a supportare Samsung e HTC, e dovrà alleviare le preoccupazioni che dovessero emergere come risultato dell’acquisizione. Microsoft può sfruttare Nokia come strumento per l’innovazione concreta della piattaforma, come Google sta facendo con Motorola. Tuttavia, per avere successo dovrà assicurarsi di mantenere buone relazioni con i partner.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patto confindustria-sindacati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2013

Italiano: Il ministro Renato Brunetta, 2009

Italiano: Il ministro Renato Brunetta, 2009 (Photo credit: Wikipedia)

Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl:“Bene il Patto siglato ieri a Genova tra Confindustria e Cgil, Cisl e Uil per lo sviluppo e l’occupazione nel nostro Paese. Siamo totalmente d’accordo sulla necessità di ridurre il cuneo fiscale, di detassare gli utili reinvestiti nelle aziende, di introdurre meccanismi di sostegno all’accesso al credito per le imprese, di finanziare grandi progetti di innovazione, di riconoscere un credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, di aumentare le detrazioni fiscali per lavoratori dipendenti e pensionati.Tutto molto bello, bellissimo, straordinario. Ma Confindustria e i sindacati non solo non ipotizzano alcun tipo di copertura per la realizzazione di tutti questi interventi, ma neanche quantificano nel loro documento il costo dell’operazione. Ebbene, lo facciamo noi: per avere davvero effetto sull’economia, tutte le misure elencate nel ‘Patto’ richiedono dai 40 ai 50 miliardi.Per il cuneo fiscale servono almeno 15-16 miliardi (un punto di Pil): ci prov ò Prodi nel 2006 con 5 miliardi ed effetti non significativi. Altri 10-15 miliardi servono per le detrazioni per lavoratori dipendenti e pensionati; almeno 5 miliardi per detassare gli utili reinvestiti e riconoscere un credito di imposta per ricerca e sviluppo alle imprese; ancora 10-15 miliardi per finanziare progetti di innovazione e prevedere meccanismi di sostegno all’accesso al credito per le imprese.Né regge la tesi che se sono stati trovati i soldi per l’eliminazione dell’Imu sulle prime case e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole allora il governo deve trovare anche le risorse per i provvedimenti sul lavoro. Esiste, infatti, un problema di ‘scala’ che rende inconfrontabili i due interventi.Confindustria e sindacati quantifichino, come atto di responsabilità, il costo delle loro proposte e propongano delle coperture, come ha fatto il Pdl con riferimento all’Imu. Saremo tutti contenti di chiedere al presidente Letta di portare in Consiglio dei ministri e di approvare con tempestività un testo normativo che contenga tutti i punti del patto siglato ieri, con relative coperture!Non solo: Confindustria e sindacati ci spieghino anche come mai hanno proposto solo incentivi e sgravi fiscali a carico dello Stato e non anche misure di vero stimolo all’economia, quali l’aumento dell’orario di lavoro, l’aumento della produttività, la riduzione delle festivit à retribuite e la riorganizzazione degli ammortizzatori sociali, sul modello delle riforme tedesche dei primi anni 2000. Se tengono veramente a cuore la crescita e l’occupazione in Italia, affrontare questi nodi è ormai indilazionabile. Non si può fare sviluppo solo a spese della collettività e con il rivendicazionismo puro, senza responsabilità”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »