Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Regata internazionale di Dublino

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2013

English: Altovetro, Grand Canal Dock, Dublin

English: Altovetro, Grand Canal Dock, Dublin (Photo credit: Wikipedia)

Ha conquistato un meritato secondo posto, nella sezione dei dragoni delle donne operate al seno, la squadra italiana “Donne in Rosa” alla terza edizione della “Dublin International Dragon Boat Regatta”, la competizione internazionale delle Dragon Boat svoltasi nel Grand Canal Dock a Dublino.Fra le 32 pagaiatrici di “Donne in Rosa”, provenienti da Firenze, Milano, Roma e Venezia, presente anche una delegazione delle Astro Dragon Ladies di Empoli composta Rita Biocca, Luana Cabibbo, Roberta Cornia, Franca Criseo Tatiana Kurilova, Claudia Occupati, Donata Ragionieri, Maria Grazia Scarselli, Mina Tomasulo, accompagnate dall’allenatore Flavio Mazzantini.Grande soddisfazione sia per il risultato della regata, ma anche per la riuscita dell’intera visita nella capitale irlandese è stata espressa dalle dragonesse empolesi al loro ritorno, che ringraziano per l’opportunità offerta loro l’Associazione Astro e la Banca di Credito Cooperativo di Cambiano. La delegazione ha anche incontrato l’Ambasciatore d’Italia in Irlanda Maurizio Zanini e partecipato alla conferenza sull’efficacia dello screening mammografico per la prevenzione del cancro al seno, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura, ricevendo, per l’intera durata della loro permanenza, una calorosa accoglienza e profonda disponibilità. Dal canto loro le dragonesse italiane si sono fatte portatrici della forza dello spirito di aggregazione e di condivisione che le accomunano dopo l’esperienza del tumore, ma anche di un messaggio di speranza e di coraggio per la battaglia vinta contro il male.
Le Astro Dragon Ladies sono un gruppo di donne operate di tumore al seno che fanno parte di A.S.T.R.O. (Associazione per il Sostegno Terapeutico e Riabilitativo in Oncologia), e che, fra le altre forme di terapia riabilitativa, hanno deciso di adottare anche quella del Dragon Boat: una vera e propria disciplina sportiva, poco conosciuta, ma molto spettacolare (20 pagaie spingono una barca a forma di drago, guidata da un timoniere e al ritmo di un tamburino), che per una felice intuizione di un medico canadese è diventata anche una valida forma di riabilitazione per le donne operate al seno, tanto che nel giro di pochi anni squadre di “dragonesse” sono nate in tutto il mondo.
L’equipaggio completo vanta altre 8 coraggiose componenti: Clara Andreani, Ilaria Antonelli, Lucia Cioni, Cristina Dami, Donella ed Elena Gaini, Simona Morelli, Maria Statello.Sono supportate nella loro attività dal canottiere Flavio Mazzantini, allenatore e timoniere, da Piero Gori, tamburino, e dalla società Canottieri di Limite che si occupa della custodia e della manutenzione dell’imbarcazione, nonché della preparazione sportiva delle donne interessate a questa iniziativa.
Gli allenamenti si svolgono ogni martedì, dalle ore 19.00 alle 20.00, e il sabato dalle ore 8.30 alle 10.00, alla Mollaia di Limite, sede della società remiera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: