Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 10 ottobre 2013

Il Parlamento non si oppone alle misure della Commissione sui limiti dei tempi di volo

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

Nuove norme in materia di tempi di volo massimi per piloti e assistenti di volo saranno presto introdotte dalla Commissione europea, dopo che il Parlamento, mercoledì, ha respinto una risoluzione che chiedeva di ritirare la proposta.”Resta il fatto che ogni singolo regolatore di sicurezza nazionale ha sostenuto queste misure”, ha detto il presidente della commissione per i trasporti e il turismo, Brian Simpson (S&D, UK), commentando la mancanza di sostegno alle nuove misure espresse da alcuni membri nel dibattito prima del voto. 218 deputati hanno votato a favore della risoluzione che si opponeva alle nuove norme, 387 contro e 66 si sono astenuti. Sarebbe stata necessaria la maggioranza assoluta.Il voto del Parlamento dà il via libera a misure della Commissione sui limiti dei tempi di volo che mirano a migliorare la sicurezza, garantendo che il personale di condotta e di cabina abbia livelli di allerta adeguati durante le operazioni di volo.Le misure modificano le regole in vigore sui tempi di volo, tra l’altro limitando quelli notturni a 11 ore, introducendo limiti per il tempo di volo su 12 mesi consecutivi e nuovi periodi di riposo per contrastare la fatica cumulativa dopo voli prolungati e in caso di orari gravosi.Il tempo di standby non dovrebbe superare le 16 ore, includendo nel calcolo lo standby stesso e il volo seguente.Nell’ambito della procedura di “comitatologia”, il Parlamento può respingere i progetti di misure di esecuzione, ma non modificarli.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gas di scisto: i nuovi progetti dovranno superare il test ambientale

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì una modifica alla legislazione esistente per far sì che le attività di esplorazione ed estrazione d’idrocarburi non convenzionali siano oggetto di studi d’impatto ambientale. I deputati chiedono anche misure per ridurre i conflitti d´interesse e garantire che il pubblico sia informato e consultato.La direttiva sulla valutazione dell´impatto ambientale (VIA) si applica a progetti sia pubblici sia privati e stabilisce alcuni criteri, tra cui le informazioni che devono essere presentate alle autorità nazionali per un progetto prima della sua approvazione. La legislazione copre una vasta gamma di progetti, che spaziano dalla costruzione di ponti agli allevamenti intensivi di suini.”Abbiamo rivisto questa normativa fondamentale per allinearla alle nuove priorità dell’Europa, come i terreni, l’uso delle risorse, il rispetto per la biodiversità. La fratturazione idraulica desta preoccupazione. Abbiamo anche previsto criteri chiari per evitare conflitti di interesse e per coinvolgere il pubblico”, ha detto il relatore Andrea Zanoni (ALDE, IT). La sua relazione è stata approvata con 332 voti favorevoli, 311 contrari e 14 astensioni. Il relatore è stato anche incaricato di iniziare i negoziati con gli Stati membri.L’attuale legislazione copre progetti di estrazione di gas naturale per almeno 500.000 metri cubi al giorno. I deputati desiderano includere tutte le attività di esplorazione e lo sfruttamento d’idrocarburi non convenzionali (gas di scisto, petrolio, gas di carbone, ecc.), compresi i progetti di estrazione di gas di scisto, che spesso coinvolgono volumi inferiori a causa del processo di fatturazione della roccia.La proposta comprende misure volte a combattere i conflitti d’interesse, introducendo l’obbligo di avvalersi di esperti competenti, obiettivi e indipendenti.
I deputati propongono inoltre misure volte a garantire che il pubblico sia informato e consultato, in conformità con la Convenzione di Aarhus.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo di collaborazione tra WiTech ed Allnet.Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

Pisa WiTech e Allnet.Italia sono liete di annunciare di aver stipulato un accordo di collaborazione per la distribuzione di Cloud4Wi, l’innovativa soluzione di WiTech. Cloud4Wi è una soluzione cloud per la fornitura e la gestione di servizi Wi-Fi hotspot di nuova
generazione. Facile da gestire e da personalizzare, Cloud4Wi permette a ISP, WISP, System Integrator, Aziende IT e di Marketing di offrire ai propri clienti uno strumento innovativo per realizzare hotspot Wi-Fi di nuova generazione. “Siamo davvero entusiasti di intraprendere questo cammino con Allnet.Italia!”, ha dichiarato Andrea Calcango, CEO & EVP di WiTech. “Con il continuo evolversi della tecnologia avere un accesso ad internet sempre ed ovunque è diventata ormai una commodity a cui si rinuncia difficilmente. Non sorprende quindi, il continuo proliferare di reti Wi-Fi che offrono connettività gratuita. Qui nasce la necessità per i gestori del servizio di poter da un lato arricchire l’esperienza
degli utenti e, dall’altro lato, monetizzare la propria offerta. È con questo approccio che abbiamo sviluppato la nostra soluzione Cloud4Wi in modo che risponda alle diverse esigenze. Sono convinto
che grazie alla flessibilità e scalabilità della nostra soluzione, compatibile con i più importanti vendor di dispositivi di accesso e di rete, e di firmware, unita alla presenza ed esperienza di Allnet
potremmo rispondere meglio ai diversi segmenti di mercato.” ha aggiunto Andrea.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento approva 3.700.000 di euro per aiutare i lavoratori italiani a trovare un altro impiego

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

Il Parlamento ha approvato aiuti per 3.700.000 di euro del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) per aiutare i lavoratori italiani in esubero a reinserirsi nel mondo lavorativo dopo che hanno perso il lavoro a causa della globalizzazione e della recessione dovuta alla crisi economica.Circa 1.030 lavoratori sono stati licenziati dalla casa automobilistica di lusso De Tomaso Automobili SpA nelle province di Torino e Livorno. Altri 529 lavoratori hanno perso il posto di lavoro quando due aziende informatiche in Lombardia, la Anovo Italia SpA e la Jabil CM Srl, sono fallite.Le autorità italiane riceveranno 1.164.930 di euro per aiutare i lavoratori licenziati in Lombardia, e ulteriori 2.594.672 di euro per venire in ausilio agli ex dipendenti della De Tomaso Automobili. Il FEG, con un massimale annuo di 500 milioni di euro, fornisce servizi su misura per aiutare i lavoratori licenziati a trovare un nuovo impiego.La relazione per il caso De Tomaso è stata approvata con 585 voti favorevoli, 66 contrari e 13 astensioni mentre quella sui licenziamenti in Lombardia è stata approvata con 584 voti favorevoli, 67 contrari e 7 astensioni. La decisione del Parlamento dovrà ora essere approvata dal Consiglio.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pellegrinaggio delle Reliquie di sant’Antonio in Irlanda e nel Regno Unito

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

English: Anthony of Pedua with child Jesus

English: Anthony of Pedua with child Jesus (Photo credit: Wikipedia)

In occasione del 750° Anniversario del Ritrovamento della lingua incorrotta di Sant’Antonio, due reliquie del Santo effettueranno dal 17 Ottobre al 4 Novembre un lungo pellegrinaggio da Dublino a Londra fermandosi in diverse importanti città. Il pellegrinaggio inizierà nella Church of the Visitation of the Blessed Virgin Mary a Dublino con
una solenne messa presieduta dal Nunzio Apostolico in Irlanda, l’Arcivescovo Charles Brown, e dall’Arcivescovo di Dublino Diarmuid Martin, primate d’Irlanda. Le reliquie visiteranno poi altre
due chiese della capitale irlandese: the Church of the Immaculate Conception dei frati minori e St Mary of the Angels dei frati capuccini. Le reliquie proseguiranno quindi per le città di Wexford,
Cork, Limerick e Galway dove le celebrazioni in onore del Santo saranno presiedute dai rispettivi vescovi: Dennis Brennan di Ferns, John Buckley di Cork e Ross, Brendan Leahy di Limerick e Martin Drennan di Galway.
In seguito, il pellegrinaggio toccherà (per la prima volta nella storia) Belfast, nell’Irlanda del Nord. Le celebrazioni si terranno nella Cattedrale cattolica di St. Peter’s. Dall’Irlanda del Nord, attraversando via ferry l’Irish Sea, si giungerà in Scozia, a Glasgow. La solenne messa presieduta dal Vescovo Philip Tartaglia sarà celebrata nella chiesa dedicata al Beato Duns Scotus. Il giorno successivo le reliquie verranno portate a St. Mary’s Cathedral in un’ altra città della Scozia, Aberdeen. Qui la messa in onore di sant’Antonio verrà presieduta dal Vescovo Seamus Cunnigham. Nei giorni successivi il pellegrinaggio visiterà le città di Newcastle (St Anthony of Padua Church), Manchester (All Saints’ Church) e Liverpool (St Anthony’s Church) per giungere il 31 Ottobre nell’antica città di Chester, dove la solenne celebrazione nella Chiesa di San Francesco sarà presieduta dal Vescovo Mark Davies.Dal primo al 4 Novembre le reliquie saranno presenti a Londra, e più precisamente nella St
George’s Cathedral (1° Novembre, messa presieduta dall’Arcivescovo Peter Smith), nella
Westminster Cathedral (2 Novembre, messa presieduta dall’Arcivescovo Vincent Nichols, primate
d’Inghilterra e Galles e Presidente della Conferenza Episcopale di Gran Bretagna e Galles) e, infine,
il 3 Novembre, nella chiesa degli Italiani: St Peter’s Church con solenne messa presieduta dal
Nunzio Apostolico in Gran Bretagna, Arcivescovo Antonio Mennini.
Il giorno 4 Novembre una reliquia del Santo verrà portata nel Penitenziario di Pentonville, in
Caledonian Road, nella parte nord di Londra.
Il Pellegrinaggio è stato organizzato dal «Messaggero di Sant’Antonio» in collaborazione con i frati
minori conventuali irlandesi e inglesi. Accompagneranno le reliquie P. Mario Conte e P. Julio Garcia Padron.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tabacco: avvertenze ingrandite, aromi vietati, e-sigarette regolate

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2013

Un disegno di legge per rendere i prodotti del tabacco meno attraenti per i giovani ha ricevuto martedì il sostegno del Parlamento. Secondo i deputati, le avvertenze sanitarie dovrebbero coprire il 65% di ogni pacchetto, le sigarette fruttate o al mentolo e le confezioni con meno di 20 sigarette dovrebbero essere vietate, mentre le sigarette elettroniche dovrebbero essere trattate come medicinali solo nel caso siano presentate come aventi proprietà curative.”Sappiamo che si tratta di bambini, non di adulti, che iniziano a fumare. E nonostante la tendenza al ribasso nella maggior parte degli stati membri dei fumatori adulti, i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità mostrano preoccupanti tendenze al rialzo in un certo numero dei nostri stati membri per i giovani fumatori”, ha detto relatrice Linda McAvan (S & D, UK). “Dobbiamo fermare le aziende produttrici di tabacco che rivolgono ai giovani una serie di prodotti ingannevoli e dobbiamo fare in modo che i pacchetti di sigarette abbiano avvertimenti efficaci. In Canada, le grandi avvertenze illustrate sono state introdotte nel 2001 e il fumo nei giovani è dimezzato”, ha aggiunto.
In base alla legislazione vigente in materia di avvertenze sanitarie, per i pacchetti di sigarette almeno il 30% della parte anteriore della confezione e il 40% posteriore deve essere riservato per le informazioni sanitarie. I deputati vogliono aumentarne la superficie al 65% e far apparire la marca sempre sul fondo della confezione. Inoltre, i pacchetti di meno di 20 sigarette dovrebbero essere banditi, affermano i deputati.L’Aula ha regolato la vendita delle sigarette elettroniche. Tali prodotti dovrebbero: non superare i 30 mg/l di nicotina, contenere le avvertenze sanitarie, essere vietati ai minori di 18 anni e soggetti alle stesse restrizioni sulla pubblicità esistenti per i prodotti di tabacco. I deputati non hanno invece chiesto che la sigaretta elettronica sia sempre sottoposta alla legislazione europea sui medicinali: l’obbligo di autorizzazione preventiva scatta solo qualora il prodotto sia presentato come avente proprietà curative o preventive.
I deputati europei si sono opposti all’uso di additivi e aromi nel tabacco poiché rendono il prodotto più attraente. L’uso degli aromi, mentolo incluso, dovrebbe essere proibito, chiedono i deputati. Gli additivi essenziali nella produzione, quali lo zucchero, saranno consentiti, cosi come altre sostanze che sono state incluse in un elenco che ne determina anche le concentrazioni specifiche. Per ottenere l’autorizzazione per un additivo, i produttori dovrebbero presentare una domanda alla Commissione.Per ridurre il numero dei prodotti del tabacco illeciti immessi sul mercato, gli Stati membri dovrebbero garantire che le unità di pacchetti e gli imballaggi di trasporto siano identificati da un contrassegno per tracciarne il percorso di spedizione dal primo produttore al dettagliante, sostengono gli eurodeputati.Dodici anni dopo l’entrata in vigore della presente direttiva, il fumo rimane la principale causa di morte che può essere evitata e sono circa 700.000 le persone che ne muoiono ogni anno. Grazie alle misure adottate nel corso degli anni per ridurre il numero dei fumatori, il tasso di morte è passato dal 40% nell’UE a 15 del 2002 al 28% nell’UE a 27 nel 2012.Il progetto di legge è stato adottato con 560 voti a favore, 92 astensioni e 32 contrari. L’Aula ha conferito alla relatrice un mandato per cominciare i negoziati con il Consiglio.Una volta approvata definitivamente la legislazione, gli Stati membri avranno 18 mesi dalla sua entrata in vigore per tradurre la direttiva nel diritto nazionale e 36 mesi per le disposizioni di additivi. I prodotti del tabacco non conformi alla direttiva saranno ammessi sul mercato per 24 mesi, 36 mesi nel caso delle sigarette elettroniche.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »