Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 12 ottobre 2013

American Chemical Society: Federal shutdown undermines US innovation and critical services

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

WASHINGTON.American Chemical Society President Marinda Li Wu, Ph.D., said the budget impasse is effectively choking America’s science innovation pipeline, strangling new discoveries, future economic growth and job creation.As a result of the shutdown, the National Science Foundation (NSF) will issue no new grants or cooperative agreements for innovative scientific research, and no continuing grant increments for existing projects will be provided, effectively suspending or completely halting critical research efforts. NSF recalled scientists from the U.S. Antarctic Research Stations on Tuesday; they will lose an entire season of research, which stands to impact hundreds of research projects in which we have already invested millions of dollars.The Centers for Disease Control and Prevention has had to recall furloughed workers to deal with an outbreak of salmonella that was traced to a poultry producer in California and has sickened hundreds of people in 18 states.The National Institutes of Health has closed its cancer clinics, interrupting the treatment of hundreds of cancer patients.And reports indicate that many of the Department of Energy national laboratories will be closing, beginning as early as Oct. 13, if Congress cannot agree to a continuing resolution or a budget.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Visas: European Parliament gives green light to EU-Armenia visa facilitation agreement

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Armenian citizens will face fewer hurdles to travel to the EU for short stays, under an EU-Armenia visa facilitation agreement backed by the European Parliament on Wednesday. MEPs also gave their green light to an EU-Armenia agreement on the readmission of persons residing without authorisation.The EU-Armenia visa facilitation agreement aims to facilitate the issue of short-stay visas for an intended stay of no more than 90 days per period of 180 days.The new rules will make the procedures quicker (the decision will have to be taken within 10 days, in urgent cases two days or less), cheaper (the visa fee for processing applications of Armenian citizens shall amount to 35 €) and less bureaucratic (the documents to be presented regarding the purpose of the journey have been simplified for some categories of persons, in particular for close relatives, members of official delegations, students, business people, journalists, scientists, etc). There are also simplified criteria for issuing multiple-entry visas. Armenian citizens who are holders of diplomatic passports are exempted from the visa requirement for short stays.
Armenia already exempts all EU citizens from the visa obligation since 10 January 2013.”The simplified visa regime can bring a new impetus to cooperation, mainly to mobility of citizens, which is essential in building people-to-people contacts”, says rapporteur Edit Bauer (EPP, SK).The EU has already concluded visa facilitation agreements with nine non-EU countries. From countries of South Caucasus there is such agreement concluded only with Georgia so far, but the negotiations with Azerbaijan are already under way.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarité énergétique en Europe : en route vers une Communauté européenne de l’énergie

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Cette tribune de Jerzy Buzek, député européen et membre de notre Conseil d’administration, revient sur les récents développements positifs concernant la mise en place d’une Communauté européenne de l’énergie dans le cadre d’une conférence organisée en marge de la réunion informelle du Conseil sur la politique de l’énergie de l’UE, le 20 septembre 2013 à Vilnius, sous présidence lituanienne.Notre Europe – Institut Jacques Delors, l’université Vytautas et l’association Lithuanian Atlantic treaty, avec le soutien du ministère des Affaires étrangères lituanien, a organisé une conférence de haut niveau au parlement lituanien de Vilnius. L’objectif était de discuter du futur de la politique européenn de l’énergie, et la proposition politique pour une «Communauté européenne de l’énergie» de Notre Europe – Institut Jacques Delors soutenue par Jacques Delors et Jerzy Buzek. Pendant la conférence, Jerzy Buzek a délivré un discours sur les développements positifs récents concernant la mise en place de cette proposition et les voies par lesquelles l’UE se dirige vers une Communauté européenne de l’énergie.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parliament calls for humanitarian conference on Syrian refugee crisis

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

The EU should convene a humanitarian conference aimed at helping Syria’s neighbouring countries to cope with the still-growing influx of refugees, said the European Parliament in a resolution passed on Wednesday. MEPs urged the EU to go on providing humanitarian aid and support to refugees and to guarantee them safe entry and access to fair asylum procedures in the EU.The humanitarian conference on the Syrian refugee crisis should explore ways to help refugee host countries in the region (in particular Lebanon, Jordan, Turkey and Iraq) to cope with still-growing refugee populations and to keep their borders open to all Syrian refugees, MEPs say. Thousands of Syrians flee to neighbouring countries every day. The UN forecasts that 3.5 million refugees will have left Syria by the end of 2013.Besides humanitarian aid, the conference should also focus on strengthening the EU’s role and involvement in diplomatic efforts to help end the conflict in Syria, adds the text.Speaking for the European Commission in the debate, Commissioner Barnier agreed to the organisation of such a conference.
Parliament calls on the EU, as the largest humanitarian aid donor in the Syrian crisis, to “continue its generous funding” to meet the needs of the Syrian people.Member states should explore all existing EU laws and procedures to provide a safe entry into the EU to temporarily admit Syrians fleeing their country, says Parliament, welcoming the general consensus among EU member states that Syrian nationals should not be returned.Refugees should have “access to fair and efficient asylum procedures” in the EU, say MEPs, who also reiterate the need for more solidarity among member states with those facing particular pressure to receive refugees.Parliament points out that “member states are required to come to the assistance of migrants at sea”, and calls on those which have failed to abide by their international obligations to stop turning back boats with migrants on board.EU countries are encouraged to make full use of money to be made available from the Asylum and Migration Fund and the Preparatory Action to “Enable the resettlement of refugees during emergency situations”.The resolution encourages EU countries “to address acute needs through resettlement”, in addition to existing national quotas and through humanitarian admission.The possible influx of refugees into EU member states requires “responsible measures“, say MEPs, who call on them and the EU Commission to work on contingency planning, including the possibility of applying the Temporary Protection Directive, “if and when conditions demand it”.Under this 2001 directive, which so far has never been triggered, refugees would be granted a residence permit for the entire duration of the protection period, as well as access to employment and accommodation.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Energy Solidarity in Europe: moving towards a European Energy Community

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

This tribune by Jerzy Buzek, member of the European parliament and member of our board of directors, comes back on the recent positive developments regarding the implementation of a single European energy community.Notre Europe – Jacques Delors Institute, Vytautas Magnus university and the Lithuanian Atlantic treaty association, with the support of the Ministry of foreign affairs of Lithuania, organised a high level conference in the Lithuanian parliament in Vilnius on September 20. The aim of the event was to discuss the future of European energy policy, and the policy proposal for a “European energy community” put forward by Notre Europe – Jacques Delors Institute and endorsed by Jacques Delors and Jerzy Buzek. During the conference, Jerzy Buzek delivered a keynote address on the recent positive developments regarding the implementation of this proposal and the ways the EU is moving towards a single European energy community.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

President François Di Salvo, Leader of the European Movement for Citizens announces his candidacy for the European elections and succession as President of the European Parliament

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Di SalvoValence / Brussels The President of the European political party “European Movement for Citizens” opens the great chapter of European issues after the elections in May 2014. He also took the opportunity to declare his candidacy to succeed Martin Schulz, the current President of the European Parliament.”Europe cannot be the ground of every soft consensus and the peaceful market like Tatie’s mall as it used to be in the past decade. Europe really needs to regain the self-confidence of its 748 million neo- citizens. She needs to offer a route, a trend and a new face».It is in these terms that François Di Salvo opened the matter of the European newfound dignity. This decision is timely because it seeks to ensure the interests of European citizens and promote the emergence of a real participatory democracy.The upheaval period would certainly not occur from any official elected to the European Institutions today”, he added. Indeed, the MEP motivations are lower than the virtually democratic aspirations that each representative, from left wing and to right one, refers when the time is right and appointment with the voters is nearly to happen.Who can trust, for instance, the willingness of a President of the European Economic and Social Committee to really ignore that asserts he ignores “the views of the elites” when everybody knows that he is appointed ​​by the same “harem” which dictates his conduct ? Who can give credit to the President of Parliament when he refuses most of the time a direct meeting with civil society, or refrains from any action that modifies the political principles of his own institution? (Di salvo)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

World Jewish Congress mourns passing of Rabbi Ovadia Yosef

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

The World Jewish Congress mourns the loss of Rabbi Ovadia Yosef, the former Sephardic chief rabbi of Israel and a sage of his generation, and expressed its condolences to Israeli and world Jewry. World Jewish Congress President Ronald S. Lauder stated the following: “Rabbi Ovadia Yosef, a scholar of great renown and a thoughtful and tolerant religious judge, left a lasting mark on Israel and world Jewry. As the founder of the Shas Party, he energized Israel’s Sephardic community, securing for it rights and respect and leading it to political prominence. His rabbinical ruling enabled the rescue of Ethiopian Jewry.”A man of strong opinions who was not afraid of clashing with others, Rabbi Yosef engaged in many ideological battles. But few shaped the modern state of Israel as much as he did, which is why more than half a million attended his funeral.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Tragedy off coast of Italy reminds Europe of its need to revisit asylum and migration measures

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Lampedusa

Lampedusa (Photo credit: lucasiragusa)

The recent tragedy off Italy in which over 300 people may have died after a boat carrying African migrants sank, underlines the need for the European Union and its Member States to revisit current measures to combat irregular migration.It also points to the need to address the issue not only from a migration perspective but from all relevant policy angles. At the same time, all Member States must pull together to offer greater support to those countries most affected by arrivals.
“Time and time again migrants pay the ultimate price for their search for a better life,” said FRA Director Morten Kjaerum. “We need to act now to find appropriate solutions that will balance the needs of border control with the needs and rights of migrants.”Fishermen and others who rescue migrants at sea should not be penalised for rescuing irregular migrants. Migrants interviewed by FRA for a report on fundamental rights at Europe’s southern sea borders recounted experiences of fishing vessels ignoring them. Some fishermen said that they usually avoided vessels in distress with migrants at sea. They tended not to report anything to the authorities, although they may give migrants food and water. Fishermen are often concerned that if they assist migrants they may find themselves involved in long bureaucratic legal procedures or be prosecuted for aiding illegal immigration.To avoid this, fundamental rights guidance should be provided to Member States on how to implement the duty to punish those who help migrants cross the border in an irregular manner, as covered by EU law. This will help ensure that those who act on humanitarian grounds are not targeted. This includes rescuing people in distress or at risk of drowning at sea as tragically happened off the coast of the Italian island of Lampedusa on 3 October.In addition, migrants should not risk criminal sanctions for irregularly crossing a border. More than half of the EU Member States have criminalised irregular entry and/or stay by law. Migrants who have irregularly entered or stayed in the country can be punished, and even imprisoned, in two thirds of EU Member States. In other countries it is only an administrative offence. Today, criminal law often targets the migrant. The focus should shift. Efforts need to be made to tackle the root causes that drive migrants to embark on such dangerous trips.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

US-led CIA rendition and secret detention programmes: impunity must end

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

The climate of impunity surrounding EU member states’ complicity in the CIA’s secret “rendition” and detention programmes has allowed violations of fundamental rights to continue unchecked, as revealed by mass surveillance programmes run by the US and some EU member states, said the European Parliament on Thursday. MEPs want Parliament’s right to investigate such violations in the EU to be reinforced, and again urge EU institutions and member states to investigate the CIA operations in depth.MEPs are “highly disappointed” by the Commission’s refusal to respond in substance to the recommendations made by Parliament in its September 2012 resolution on the follow-up to the work of its Temporary Committee on the CIA’s alleged use of European countries for the transportation and illegal detention of prisoners. These recommendations are reiterated in this year’s resolution. For example, MEPs again urge the Commission to investigate whether EU rules were breached by collaboration with the CIA programme.Parliament also reiterates its recommendations to the Council, urging it to issue a declaration acknowledging member states’ involvement in the CIA programme.The resolution makes specific calls on Lithuania, Romania, Poland, the UK, Italy, Finland, France, Sweden, Belgium, Greece, Ireland, Latvia and Slovakia. For example, it asks the UK authorities to establish a “human-rights-compliant inquiry” into the rendition, torture and ill-treatment of detainees abroad.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Enjeux et perspectives d’une zone de libre-échange transatlantique

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Policy paper par Bertrand de Largentaye Texte intégralTexte intégral Ce Policy paper de Bertrand de Largentaye revient sur les enjeux et perspectives de l’accord de libre-échange en discussion entre les États-Unis et l’Union Européenne.La négociation visant à créer une zone de libre-échange entre les États-Unis (US) et l’Union Européenne (UE) a commencé en juillet 2013. Deux objectifs économiques prévalent : chercher un second souffle économique pour sortir de la crise et contourner l’obstacle du blocage des négociations multilatérales de Doha. L’enjeu central concerne les barrières non tarifaires, essentiellement règlementaires.Avant de s’interroger sur les contours de la négociation à venir, ce Policy paper plante le décor en dressant un état des lieux des principaux enjeux. Il porte ensuite quelques appréciations critiques sur les perspectives ouvertes par le partenariat, pour conclure sous forme de scénarios et de recommandations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Challenges and prospects of a transatlantic free trade area

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Policy paper – Bertrand de Largentaye Download the fileDownload the file. This Policy paper by Bertrand de Largentaye analyses the challenges and perspectives of the transatlantic agreement under discussion between the European Union and the United States of America.
Negotiations with a view to setting up a free-trade area between the United States and the European Union got off the ground in July 2013 with two major economicgoals, namely: to seek a fresh boost for the economy in order to allow it to emerge from the crisis; and to circumvent the obstacle of the deadlock over the multilateral negotiations in Doha.The central issue concerns regulatory non-tariff barriers essentially of a regulatory nature.Before discussing the outlines of the upcoming negotiations, the author starts by setting the scene and looking at the current situation. He then makes some critical observations on the prospects opened up by the partnership. To conclude, he formulates possible scenarios and make recommendations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Journalists “Together, against poverty and exclusion” EU-Caritas

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

English: Rome, Pontifical Gregorian University...

English: Rome, Pontifical Gregorian University – main facade Italiano: Pontificia Università Gregoriana a Roma – facciata Polski: Papieski Uniwersytet Gregoriański w Rzymie – fasada budynku (Photo credit: Wikipedia)

Rome Friday 11 October 2013 From 14h30 to 15h30 Piazza Della Pilotta, 4 Pontificia Università Gregoriana Aula Magna Ambassador and Permanent Representative of the European Union to the Holy See, to the Order of Malta and to the United Nations’ Organizations in Rome Laurence Argimon Pistre and the Secretary General of Caritas Internationalis Michel Roy are pleased to invite you to a public debate “Together, against poverty and exclusion”. Words of welcome by Rettore Magnifico of the Gregorian University, Father François-Xavier Dumortier, qith interventions of Martin Schulz, President of the European Parliament and Justin Kilcullen, Executive Director of Trócaire (Caritas Ireland) With interpretation EN-IT

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Christie’s announce the sale of THE ORANGE

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

English: Cartier - Van Cleef & Arpels

English: Cartier – Van Cleef & Arpels (Photo credit: Wikipedia)

Geneva – Christie’s announce the sale of THE ORANGE, the largest fancy vivid orange diamond ever to appear for sale at auction. Weighing approximately 14.82 carats, this sensational gem – by far the largest fancy vivid orange diamond in the world – will lead the Christie’s auction of Magnificent Jewels to be held in Geneva on 12 November 2013 (estimate: SFr.16,000,000-19,000,000 / US$17,000,000-20,000,000 / €14,000,000-16,000,000).Featuring over 280 lots, Christie’s sale includes some of the rarest gems, impressive period and signed jewels as well as Royal treasures.Provenance will play a key role as exemplified by the sophisticated jewellery collection of style icon Hélène Rochas and three exceptional jewels formerly part of the collection of Simón Itturi Patiño, known as ‘The Andean Rockefeller’.Rahul Kadakia, Head of Jewellery, Christie’s Switzerland and Americas, commented: ‘With the magnificent Patiño emerald suite and diamond ring, the Princess Faiza emerald drop necklace by Van Cleef & Arpels, the stylish jewels of Madame Hélène Rochas, a Princely Art Deco emerald and diamond sautoir by Cartier, a Royal natural pearl necklace, and the largest Vivid Orange diamond in the world, Christie’s Geneva is proud to offer collectors the best of the best in the world of jewelry on November 12’.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE ed Exiar, annunciano la firma di un accordo che conferma SACE nel ruolo di advisor di Exiar

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

SACE si è aggiudicata il contratto di advisory per la fornitura di servizi di consulenza e formazione tecnica incentrati su prodotti, processi, gestione e valutazione dei rischi destinati a sostenere il processo di costituzione e avvio delle attività della neonata agenzia russa, interamente controllata dalla banca di sviluppo VEB Vnesheconombank.In linea con le rispettive missioni, la partnership tra SACE ed Exiar prevede diverse iniziative per la promozione delle relazioni commerciali e degli investimenti tra Italia e Russia.
– Nel 2012 SACE ed Exiar hanno firmato un Memorandum d’intesa volto a rafforzare le opportunità commerciali e di investimento all’estero, in particolare nei rispettivi mercati di riferimento e in quelli dell’area CSI, mediante lo scambio di informazioni tecniche e attività di cooperazione sui progetti attuali e potenziali.
– Nel 2013, le due agenzie firmano il primo accordo operativo per promuovere le relazioni commerciali tra imprese italiane e russe e generare nuove operazioni in vari settori industriali, tra cui infrastrutture, oil&gas e trasporti.Nell’ambito del secondo mandato di advisory, gli esperti di SACE terranno workshop tecnici e sessioni formative, a Roma e Mosca, sul quadro normativo OCSE di riferimento per le Export Credit Agency (Consensus e relativi Sector Understandings, Anti-Bribery Recommendation, Common Approaches e Sustainable Lending Guidelines) e l’impatto di tali disposizioni sulle diverse fasi del business delle ECA.La partnership con Exiar è il naturale proseguimento della collaborazione con VEB nel mercato russo, dove SACE svolge un ruolo di catalizzatore di crescita e mitigatore di rischi grazie ad una vasta offerta di prodotti assicurativo-finanziari. Con una esposizione complessiva superiore a 4,9 miliardi di euro la Russia continua ad essere un mercato chiave per SACE e un partner strategico per le operazioni nell’area CSI.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ottime prospettive per la produzione di farmaci biotecnologici per conto terzi, secondo Frost & Sullivan

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

MILANO Ci sono considerevoli opportunità di crescita all’orizzonte per i produttori di farmaci biotecnologici per conto terzi. I farmaci biologici più venduti, il cui valore supera i 100 miliardi di dollari, perderanno la tutela brevettuale entro il 2019 e si prevede che il mercato globale dei farmaci biosimilari crescerà ad un robusto tasso di crescita composto annuo (CAGR) del 60,4% tra il 2012 e il 2019. Un nuovo Market Insight di Frost & Sullivan, intitolato “Biopharmaceutical Contract Manufacturing”, rileva che i progressi nelle tecnologie di trattamento biologico, così come le innovazioni nella produzione di biofarmaci con piante ed animali transgenici, cellule staminali e clonazione, avranno un impatto diretto sul mercato.
La tecnologia “usa e getta” rappresenta una tendenza chiave nella produzione di biofarmaci ed offre interessanti opportunità per minimizzare i costi di produzione, grazie al design personalizzabile, alla maggiore produttività e ai significativi vantaggi operativi. Le apparecchiature usa e getta ed i bioreattori monouso sono considerati una possibile alternativa alle apparecchiature di acciaio inossidabile convenzionali, grazie alla loro flessibilità, al breve tempo di inizializzazione, al rapido passaggio tra campagne di produzioni ed all’assenza delle fasi Clean-in-Place, Steam-in-Place e di grandi volumi di acqua per iniezione. Le tecnologie monouso sono inoltre progettate appositamente per fornire benefici aggiuntivi, come ad esempio la semplicità di trasferire le attività da un sito a un altro e la possibilità di espandere facilmente i siti per gestire volumi maggiori.
Anche i progressi nelle tecnologie di pre- e post-trattamento avranno un impatto sul settore. Attualmente, il 20% dei costi di produzione biotecnologica è relativo alle attività di pre-trattamento, mentre un altro 40% è legato alle attività di post-trattamento. Nel 2011, il settore globale ha assistito a un aumento del budget del 6,2% per l’integrazione di nuove tecnologie nella fase di pre-trattamento. La riduzione della variabilità nella qualità del prodotto – dovuta ad impurità come aggregati, variazioni nella glicosilazione ed altro – e la viabilità delle cellule saranno le aree chiave su cui si concentreranno i processi di pre-trattamento nella produzione di biofarmaci. Le tecnologie di post-trattamento seguiranno due diverse tendenze – mAb e proteine ricombinanti – in particolare nei processi di purificazione. Nei prossimi cinque anni, l’esplorazione di metodi di purificazione alternativi sarà cruciale per i produttori di farmaci per conto terzi.
Gli avanzamenti nella liofilizzazione e le crescenti applicazioni della tecnologia PAT (tecnologia analitica di processo) attireranno anch’essi l’attenzione. Innovazioni quali i processi di caricamento automatico nell’essiccatore invece del caricamento manuale contribuiranno a minimizzare l’errore umano ed a massimizzare la produttività. Inoltre, le case produttrici preferiscono sempre più implementare la tecnologia PAT e standardizzare i propri processi, piuttosto che fare affidamento sulla validazione dei prodotti finiti. La spettroscopia nel vicino infrarosso (NIR) è una delle più recenti tecnologie che fornisce il potenziale controllo in tempo reale delle cellule in fermentazione, in particolare nei processi di coltura di cellule di mammifero. Si prevede che il significativo miglioramento dei livelli di purezza e l’efficienza dei prodotti guideranno la domanda di questa nuova tecnologia per tutto il periodo di previsione. Si prevede che la produzione per conto terzi di biofarmaci derivati da cellule di mammifero sosterrà la futura espansione del settore. Attualmente, questo segmento rappresenta quasi i due terzi delle entrate relative alle vendite nel mercato globale ed è atteso che aumenterà fino al 65% nei prossimi cinque anni, ad un tasso significativamente maggiore rispetto al segmento relativo alla produzione per conto terzi dei biofarmaci basati su cellule microbiche. La crescente adozione del modello delle grandi molecole da parte delle grosse aziende farmaceutiche contribuirà a dare slancio alle prospettive di mercato. Delle 15 più importanti case farmaceutiche, si prevede che quasi l’80% vedrà una crescita netta del proprio portfolio di farmaci biologici. Il passaggio delle grosse aziende farmaceutiche alle grandi molecole sarà probabilmente guidato dagli anticorpi monoclonali (mAb) e si prevede che avrà un tasso di crescita composto annuo (CAGR) del 10,8% tra il 2012 e il 2017. Inoltre, le aziende tenderanno sempre di più ad esternalizzare operazioni cruciali e cercheranno di adottare un modello di business integrato/di condivisione dei rischi. L’obiettivo è quello di fornire un servizio completo (“one-stop-shop”) alle case biofarmaceutiche, in modo da sfruttare al meglio le risorse e le competenze dei produttori per conto terzi e ottenere il massimo dei benefici, concentrandosi allo stesso tempo sulle proprie capacità distintive e sulle attività di ricerca e sviluppo.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Una politica per il libro non è più solo urgente, è in ritardo”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Barnes & Noble nook (ebook reader device)

Barnes & Noble nook (ebook reader device) (Photo credit: Wikipedia)

E’ un bilancio amaro quello del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Marco Polillo in occasione della presentazione del Rapporto AIE sullo stato dell’editoria in Italia alla 65ma edizione della Buchmesse, il più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti del settore librario, in progra
mma a Francoforte . “In due anni il fatturato è diminuito del 14%, ogni giorno abbiamo notizie di librerie che chiudono, la crisi di liquidità si aggrava, si vanno rideterminando gli equilibri competitivi nei canali commerciali del libro, anche l’export cala – ha proseguito -. Serve un dialogo serio, diretto, subito. Siamo a Francoforte, in un contesto internazionale, ed è naturale fare dei confronti. Chiediamo una politica per il futuro che passi per una vera promozione del libro e della lettura, un’IVA parificata tra ebook e libri di carta, il riconoscimento della centralità dei contenuti all’interno dell’agenda digitale, un aggiornamento serio, non improvvisato, delle normative sul diritto d’autore. Il settore si aspetta molto da una buona politica: non sussidi, ma un supporto basato su regolamentazione, misure in favore dell’innovazione e promozione culturale”.I dati – Si allarga infatti la zona d’ombra nel 2013: secondo i dati Nielsen nei primi 8 mesi del 2013 si registra un peggioramento ulteriore del 5,4% nei canali trade (quelli rivolti al pubblico: librerie, online, grande distribuzione organizzata) rispetto allo stesso periodo del 2012. E’ il – 13,6% rispetto al 2011.Il 2012 annus horribilis per il libro – Registra una chiusura solo in apparenza più contenuta, rispetto al pesante segno meno nelle vendite dei canali trade (-7,8% nel 2012, secondo Nielsen), il mercato complessivo del libro (che comprende anche rateale, book club, collezionabili, export, vendite a biblioteche) nel 2012, attestandosi su un -6,3%. Resta però un annus horribilis, che raggiunge quota – 8,4% se dal perimetro si esclude – come ormai è necessario – il non book (fatto sempre meno da prodotti di cartoleria e sempre più da gadget) e il remainders. Ed evidenzia segnali da tenere sotto costante osservazione: cresce infatti il mercato dell’ebook, cominciano a cambiare le gerarchie dei canali di vendita – con un boom delle vendite online e la perdita di terreno delle librerie fisiche -, riacquista terreno (anche se di poco) la lettura in Italia, peggiora l’export sia del libro fisico che dei diritti di edizione. Sono questi gli elementi principali che fotografano il mercato editoriale 2012 e i primi mesi del 2013, così come risulta dal Rapporto 2013 sullo stato dell’editoria in Italia a cura dell’Ufficio studi AIE, disponibile da quest’anno solo in ebook sulle principali piattaforme (in allegato la sintesi, i punti dell’intervento del presidente Polillo e il messaggio del Ministro Bray). Qui le principali novità:Segno più per la lettura in Italia. Cresce quella di ebook – La lettura cresce (di poco) in Italia, anche se riguarda appena il 46% della popolazione, in altre parole oltre 26milioni di italiani con più di 6 anni. Il 30% del mercato è costituito da medi e forti lettori (che leggono più di 7 libri all’anno), che da soli generano tra il 39% e il 43% dei volumi di vendita di libri italiani. Nuove speranze vengono però dai libri digitali. Nel 2012 la lettura di ebook ha riguardato infatti il 3% della popolazione (con più di 14 anni): complessivamente 1,6milioni di italiani.Dove si compra il libro nel 2012? Sempre meno in libreria, sempre più online – I canali di vendita subiscono una non meno importante trasformazione. Innanzitutto nella quota di mercato che ricoprono: si assiste infatti a una perdita di quota della libreria fisica (solo varia, escluso scolastico di adozione) che passa dal 79% del 2008 all’attuale 73%. Cresce invece la quota dei canali on line per la vendita di libri fisici: valevano il 3% nel 2008, arrivano oggi all’11% che salirebbe fino al 13% se considerassimo anche l’ebook. Ci si avvicina così alla Grande distribuzione organizzata, che si conferma al 16%.E-book e digitale: raddoppia il mercato dei libri digitali.– Si stima (anche se i player internazionali non conferiscono i loro dati di vendita) che il mercato e-book nel 2012 abbia raggiunto una quota di mercato (trade) compresa tra l’1,8% e il 2%: valori in assoluto ancora modesti, anche se in prevedibile crescita. Complessivamente il mercato digitale (ebook + banche dati) ha mostrato un andamento positivo nel 2012, che non compensa comunque le pesanti flessioni del mercato “fisico”: escludendo i prodotti ibridi (carta + cd-rom/Dvd rom) ha raggiunto infatti una quota di mercato del 6,4% (con una crescita in 3 anni del 44,3%).In calo l’export del libro fisico: -10%. E in calo la vendita di diritti – Diminuiscono i titoli pubblicati in Italia che sono traduzioni da altre lingue: erano il 25% nel 1995, il 23% nel 2000, sono oggi il 20%: segno che l’editoria e la filiera dipendono meno dall’estero. Per la prima volta però si evidenziano due dati negativi sul fronte dell’export: cala del 7,5% la vendita di diritti di autori italiani all’estero (se mai solo con una minore accentuazione per il settore bambini e ragazzi), cala l’export di libri fisici, con un significativo -10% (anche se l’export vale circa l’1% del mercato).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank e SACE con la brasiliana JBS: € 42 millioni per sostenere l’acquisto di tecnologie italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Deutsche Bank

Deutsche Bank (Photo credit: mattingham)

Deutsche Bank e SACE annunciano la finalizzazione di una linea di credito da € 42 milioni erogata in favore della multinazionale brasiliana JBS e destinata a sostenere l’acquisto di tecnologie italiane.JBS è la più grande realtà industriale al mondo specializzata nella trasformazione delle proteine ​​animali; opera in una grande varietà di comparti tra cui prodotti alimentari, cuoio, biodiesel, collagene, lattine e prodotti per la pulizia.La linea di credito, interamente fornita da Deutsche Bank (attraverso l’unità Structured Trade and Export Finance di Milano) e garantita da SACE al 100%, andrà a sostegno dei contratti assegnati da JBS alle Pmi dei distretti italiani del Centro-Nord specializzati nella realizzazione di macchinari e servizi per la lavorazione della pelle: un settore di eccellenza in cui l’Italia vanta una lunga tradizione manifatturiera e tecnologie di produzione di elevata qualità.L’innovativa struttura del finanziamento a lungo termine, di solito applicata ai grandi contratti di fornitura, permette di coinvolgere diversi esportatori di piccole e medie dimensioni in un unico progetto. Questa operazione rappresenta un esempio di collaborazione positiva tra assicuratori del credito e banche a sostegno dell’export Made in Italy e favorisce la creazione di sinergie industriali tra Pmi italiane e grandi gruppi internazionali.Lo studio legale Linklaters di Milano ha assistito Deutsche Bank e SACE in questa transazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento approva la riforma dei controlli sanitari sulla carne suina

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

I deputati mercoledì hanno approvato una proposta legislativa che permetterà di dichiarare idonea al consumo umano la carne suina dopo un controllo visivo da parte del veterinario ufficiale, senza necessità sistematica di palpazione o incisione.La proposta autorizzerà i veterinari ufficiali, responsabili per la certificazione de bollo sanitario sulla carne, a ricorrere alle procedure d’incisione e palpazione solo se i dati di provenienza dell’animale, delle ispezioni precedenti o dei controlli visivi hanno indicato possibili rischi per la salute pubblica o per il benessere degli animali.La commissione ambiente aveva in precedenza approvato una risoluzione, che è stata oggi respinta per 368 voti contro 268 contrari e 13 astensioni, che poneva il veto a tali misure.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migliorare le norme per le industrie comunitarie che operano in Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

Italiano: Cina amministrativa

Italiano: Cina amministrativa (Photo credit: Wikipedia)

Mentre i ministri degli esteri dell’UE stanno discutendo di autorizzare negoziati con la Cina, nel dibattito di mercoledì i deputati hanno evidenziato che un accordo d’investimento UE-Cina deve garantire una migliore posizione alle imprese UE nel mercato cinese e la sua negoziazione deve essere supervisionata dal Parlamento.I deputati, pur accogliendo con favore l’iniziativa di migliorare le relazioni economiche con la Cina, hanno inoltre chiesto che i servizi culturali e audiovisivi siano esclusi dai colloqui ed esortato i negoziatori a garantire che le merci prodotte nei campi di lavoro cinesi non rientrino in nessun accordo.Contrariamente al clima stabile e aperto cui gli investitori cinesi sono confrontati nell’UE, gli investimenti delle imprese comunitarie in Cina sono gravati da misure discriminatorie, come l’obbligo di costituire joint venture con aziende cinesi che le costringe a trasferire tecnologie strategiche ai partner cinesi. Il testo approvato stabilisce che si dovrebbero avviare colloqui solo se la Cina s’impegna formalmente a negoziare un accesso più facile al suo mercato per le imprese dell’UE.
I deputati rilevano che il surplus commerciale della Cina con l’UE ammonta a 146 miliardi di euro nel 2012, contro i 49 miliardi di euro del 2000 e che le imprese cinesi stanno mostrando un crescente interesse a investire nel mercato UE.Poiché i colloqui toccheranno argomenti pubblici comunitari molto sensibili, per i deputati essi dovranno essere condotti “con la massima trasparenza possibile” ed essere soggetti a controllo parlamentare, affinché gli esiti dei negoziati ottengano la necessaria approvazione del Parlamento europeo.Le merci prodotte in campi di lavoro forzato, ad esempio nel quadro del sistema di rieducazione attraverso il lavoro, generalmente noto con il nome di Laogai, “non dovrebbero beneficiare di investimenti nell’ambito dell’accordo bilaterale di investimento”. Si chiede inoltre alla Commissione europea di valutare l’impatto dei diritti umani in qualsiasi possibile accordo.I deputati chiedono che i servizi culturali e audiovisivi siano esclusi dai colloqui. L’accordo dovrebbe inoltre proteggere i servizi pubblici nell’Unione europea e garantire il rispetto dei diritti comunitari di proprietà intellettuale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Martin Schulz: l’immigrazione problema europeo

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2013

English: Martin Schulz during the election cam...

English: Martin Schulz during the election camapign in 2009 Deutsch: Martin Schulz im Wahlkampf zur Europawahl 2009 (Photo credit: Wikipedia)

Superare la logica nazionale perché quello dell’emigrazione è un problema europeo. Si son trovati d’accordo il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz e il Presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo, dopo un incontro nella sede della Comunità con ragazzi e ragazze, donne e uomini di “Genti di pace”, il movimento internazionale promosso da Sant’Egidio che raccoglie persone di etnie, religioni e culture diverse. Un incontro segnato dalle testimonianze di alcuni per i quali il “viaggio della speranza” si è concluso positivamente, ma che portano con sé il dolore, le sofferenze e il lutto di quelli che non che l’hanno fatta. A tutti, Martin Schulz, visibilmente commosso, ha promesso il suo impegno e quello del Parlamento europeo “per evitare che molti altri conoscano il destino che anche voi avere dovuto subire”.La giornata di Schulz era iniziata in Vaticano con l’udienza di papa Francesco, “che proviene – ha detto il presidente dell’Europarlamento – da una famiglia di italiani emigranti, che sono potuti andare in Argentina perché lì c’era un sistema legale di ingresso, come, per esempio, negli Stati Uniti e in Australia. E come si dovrà fare anche per i paesi di nuova emigrazione, dove si dovrà poter andare in un consolato e fare domanda di immigrazione legale. Il Parlamento europeo prende sul serio questo problema”. Ma intanto c’è l’urgenza di interventi immediati. Schulz, che era accompagnato dall’Ambasciatore presso la Santa Sede, ne ha parlato prima con Andrea Riccardi, fondatore della Comunità, con Marco Impagliazzo e altri responsabili di Sant’Egidio; poi, nella Sala della Pace, con alcuni di quelli che il problema dell‘emigrazione l’hanno vissuto sulla propria carne.Qorbalan Esmaili e Daud Youssufi, che vengono dall’Afganistan, hanno descritto viaggi che durano anche un anno o più, frontiere che non si possono attraversare senza pagare pedaggi onerosi, giornate intere trascorse nelle intercapedini di camion a rischio della vita per asfissia; percosse, torture e anche la morte per mano di polizie ostili o di bande paramilitari di movimenti xenofobi. Enas Mustafa, sudanese, ha descritto il suo viaggio via terra, attraverso il deserto libico e poi per mare, e si è raccomandata: “Dite a quelli che sono rimasti là e vorrebbero venire qui di non fare il viaggio che ho fatto io. Diteglielo voi, perché se lo dico io non mi credono. Ditegli che chi entra nel carcere di Misurata non esce vivo. Chiedo a tutti voi di aiutarci a cambiare le leggi per poter venire legalmente in Italia”. E infine Lula Tekle, eritrea, ha spiegato perché molte ragazze e ragazzi suoi connazionali cercano di scappare dal loro paese: “Per evitare il servizio militare, che è obbligatorio ed è un’esperienza terribile, tale da far preferire di correre un rischio mortale pur di evitarlo”.Lula ha chiesto di istituire un corridoio umanitario per poter entrare legalmente in Europa, “perché il problema è arrivarci, a Lampedusa. E poi aiutare quelli che hanno avuto il coraggio di venir via”.Introdotto da Marco Impagliazzo, Schulz ha mostrato di apprezzare la proposta di Sant’Egidio di fare di Lampedusa “un luogo di accoglienza europeo”, perché “se è vero che chi arriva lì è accolto dalle autorità italiane, è anche vero che il problema profughi è un problema europeo”. “L’emigrazione non si fermerà – ha aggiunto – ; altri vorranno venire ma non tutti potranno farlo. Io non ho una soluzione immediata ai problemi che mi avete posto; sarei scorretto se dicessi di averla, ma dico che le persone che cercano di venire qui hanno diritto ad avere nei loro paesi un futuro migliore, più umano, hanno bisogno di democrazia, diritti, lavoro; e di questo dobbiamo occuparci nell’ambito della politica estera europea”. Poi c’è un problema di politica interna dell’Europa, che richiede la definizione di un “quadro legale” per l’immigrazione. Marco Impagliazzo ha concluso con parole di speranza: “Oggi le decisioni europee possono essere influenzate dai vostri volti, dalle vostre parole, dalle vostre testimonianze”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »