Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 4 novembre 2013

MEPs call for suspension of EU-US bank data deal

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

European Commission

European Commission (Photo credit: tiseb)

(TFTP) agreement with the US in response to the US National Security Agency’s alleged tapping of EU citizens’ bank data held by the Belgian company SWIFT, says a non-binding resolution voted by Parliament on Wednesday. The resolution, tabled by the S&D, ALDE and Greens/EFA groups, was passed by 280 votes to 254, with 30 abstentions.Although Parliament has no formal powers to initiate the suspension or termination of an international deal, “the Commission will have to act if Parliament withdraws its support for a particular agreement”, says the approved text. It adds that Parliament will take account of the Commission’s response to this demand when considering whether to give its consent to future international agreements.MEPs deplore the fact that no EU member state has investigated these allegations. and urge EU countries to authorise an inquiry by Europol’s Cybercrime Centre. The resolution also calls for a “full on-site technical investigation” of allegations of the US authorities having had unauthorised access to, or having created possible “back doors” into, the SWIFT servers.The Civil Liberties Committee special inquiry into the mass surveillance of EU citizens should also continue to look into the allegations, adds the text.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frost & Sullivan Expects Six Million Semi- and Highly-Automated Vehicles in Europe and North America by 2025

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

LONDON Autopilot mode und unmanned vehicles have made their footprint in the aerospace and defence industries and inspired the automotive industry to follow suit. OEMs in the automotive space are busy trying to incorporate ways to automate urban and highway commuting.Automakers understand however, that drivers will only require a temporary relief from driving tasks, and are designing cars that are either semi- or highly-automated. Their primary business model is built around car-ownership and providing the driver with increased comfort features such as “traffic-jam-assist” and “automated valet parking”.
Frost & Sullivan is organising a web conference, entitled The Future of Autonomous Driving, taking place on Thursday, 7 November 2013, at 4.00 p.m. GMT. Frost & Sullivan Team Leader Chassis & Safety, Mr. Prana T. Natarajan, Commercial Manager – Intelligent Mobility & Future Transport Technologies, Mr. Chris Reeves from Mira Ltd., and Product Marketing Manager, Mr. Harald Barth from Valeo will discuss upcoming future trends in autonomous driving, compare and contrast strategies as well as related business models of traditional OEMs with those of newer market participants such as Google.To participate in this complimentary web conference, please email Katja Feick at katja.feick@frost.com with your full contact details. Upon receipt of the above information, a registration link will be e-mailed to you. You may also register to receive a recorded version of the briefing at anytime by submitting the aforementioned contact details.Participants of this web conference will be introduced to strategies from experts who have implemented autonomous driving solutions in the defence sector and hear about the design, testing and validation requirements for autonomous cars.The web conference will cover the architectural changes needed for automated driving, and besides market/technology roadmaps and business models.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Environmental and Cost Benefits Strengthen Hybridization Trends in Off-highway Commercial Vehicles, says Frost & Sullivan

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

London, UK – 30th October, 2013 – Stricter regulations, the increasing importance of fuel economy, and a greater focus on corporate social responsibility by original equipment manufacturers (OEMs) is lending momentum to the global hybrid powertrain market for off-highway commercial vehicles. In fact, hybridization is emerging as a key optimal-cost solution for emission compliance, as well as noise reduction.New analysis from Frost & Sullivan (http://www.automotive.frost.com), Strategic Outlook of Global Hybridization Trends in Select Off-highway Commercial Vehicle Market, finds that hybrid powertrains are expected to account for 3 percent – or 90,258 units – of the total global off-highway powertrain production in 2018. Asia will emerge as the largest regional manufacturer and consumer, accounting for nearly half the total market. The forklift segment will be the primary beneficiary of hybrid powertrains, accounting for 47.7 percent of the market’s share.Tighter emission regulations across the globe have created a need to use hybrid powertrains in the off-highway commercial vehicle sector. Advances in complimentary technologies, such as power electronics and insulated gate bipolar transistors (IGBTs), will bring down the cost of hybridization in the long term and boost sale volumes. The emergence of suitable duty cycles – including frequent start/stop and power reversal features – is another key factor supporting the hybridization trend in off-highway vehicles.For now, multiple challenges exist for the market, ranging from high initial acquisition costs; applicability issues with battery technology such as weight and charge rate, and weak customer perception of durability. Nevertheless, manufacturers are making an effort to address each challenge. Apart from advancements in IGBT, developments in regenerative technologies will address concerns regarding weight of the battery system, while educating end users regarding the benefits of hybridization will shift customer perception.
Frost & Sullivan recommends the identification of ideal segments within the off-highway market for hybridization as a key measure towards fuelling adoption. Further, it is important to explore new opportunities both in terms of region and application to drive economies of scale and set a growth pattern beneficial to all stakeholders in the industry.
Strategic Outlook of Global Hybridization Trends in Select Off-highway Commercial Vehicle Market is part of the Automotive & Transportation Growth Partnership Service program. Frost & Sullivan’s related research services include: Electric Vehicle Market in Turkey – An Update, Global Commercial Vehicle Telematics Market in 2013, and Global Medium-heavy Commercial Truck Market in 2013. All research services included in subscriptions provide detailed market opportunities and industry trends evaluated following extensive interviews with market participants.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Results of FRA’s antisemitism and hate crime

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Wien/Vienna, Austria 8 November 2013, 10.30am FRA, Schwarzenbergplatz 11, 1040 The EU Agency for Fundamental Rights (FRA) invites you to a press briefing on the results of its online survey into the experiences and perceptions of hate crime, discrimination and antisemitism by Jewish people in the EU. The results will be presented on the eve of the anniversary of the anti-Jewish pogroms that took place 75 years ago.
The findings show that three-quarters of the nearly 6,000 respondents feel that antisemitism has worsened in the past five years, particularly in relation to antisemitic comments and hate speech online. Other issues covered include antisemitic violence and discrimination.The report covers the Member States in which around 90% of the estimated Jewish population in the EU live. These are Belgium, France, Germany, Hungary, Italy, Latvia, Sweden, and the UK. The findings will be complemented by FRA’s annual “Antisemitism Overview”, which brings together statistical data on antisemitic incidents collected by governmental and non-governmental sources.Questions that will be answered during the briefing include:
How common is hate crime towards Jews?
In what situations do Jewish people experience antisemitism most frequently?
To what extent do Jewish people suffer discrimination in everyday life?
How safe do Jewish people feel in public?

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Endowing the EMU with a Social Dimension

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Our October Viewpoint, co-signed by Jacques Delors and Sofia Fernandes, comes back on the necessity for endowing the EMU with a social dimension treating four complementary issues:
1 – A social dimension based on the completion ofthe EMU and respect for national competences;
2 – A social dimension to limit the negative impact of the single currency on national welfare states;
3 – A social dimension to ensure the smooth functioning of the EMU;
4 – A mainstreamed EMU social dimension toact not as a curb on EU-28 Social Europe but as a driving force behind it.
This social dimension is necessary on several counts: not only to compensate for the impact of the crisis but also to limit the negative impact of the common currency on national welfare states, to ensure the smooth functioning of the euro area and to reconcile Europe’s citizens with the European project.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non-EU seasonal workers: EP/Council deal on better social rights and conditions

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Non-EU seasonal workers will get better working and living conditions, including a minimum wage and proper accommodation, under a draft law agreed by Parliament and Council and backed by national governments on Tuesday. These rules aim both to end exploitation and to prevent temporary stays from becoming permanent. They are to be put to a plenary vote in January 2014.The European Commission estimates that over 100,000 third-country seasonal workers come to the EU every year.“We finally have agreement on a Directive that manages temporary, legal migration and ensures protection of workers from exploitation. It will be a strong tool to ensure humane conditions for low wage workers, discourage undercutting, and benefit good employers”, said Parliament’s rapporteur Claude Moraes (S&D, UK) on the compromise.
These rules, the first to be agreed at EU level on seasonal work, will not affect the right of member states to decide how many seasonal workers they allow in. Member states will also be free to widen the definition of “seasonal work” beyond the traditional one of tourism and agricultural work such as fruit picking, provided they consult social partners where appropriate and ensure that all the activities defined have a “seasonal aspect”.
Any application to enter the EU as a seasonal worker will have to include a work contract or a binding job offer specifying essentials such as pay and working hours, says the agreed text. At MEPs’ request, it will also include evidence that the worker will have appropriate accommodation. Where accommodation is arranged by the employer, the rent must not be excessive or be automatically deducted from a worker’s wage, says the agreed text.
The deal says non-EU seasonal workers will have the same rights as EU nationals as regards minimum working age, pay, dismissal, working hours, holidays, and health and safety requirements. They will also have the right to join a trade union and have access to social security, pensions, training, advice on seasonal work offered by employment offices and other public services, except for public housing.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Sospensione dei dati bancari UE-USA

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Nella risoluzione non vincolante approvata mercoledì, il Parlamento invita l’UE a sospendere il suo accordo con gli Stati Uniti sul programma di controllo delle transazioni finanziarie dei terroristi (TFTP), in risposta alle presunte intercettazioni della NSA di dati internazionali sui bonifici bancari dei cittadini europei raccolti dalla società belga SWIFT.La risoluzione, presentata dai gruppi S&D, ALDE e Verdi/ALE è stata adottata con 280 voti favorevoli, 254 contrari e 30 astensioni.Il testo approvato ritiene che, sebbene il Parlamento non abbia poteri formali per avviare la sospensione o la risoluzione di un accordo internazionale, “la Commissione debba agire qualora il Parlamento ritiri il proprio sostegno a un particolare accordo”. Inoltre, il Parlamento terrà conto delle risposte della Commissione a tale richiesta al momento di valutare se dare o meno la propria approvazione a futuri accordi internazionali.I deputati deplorano che nessuno Stato membro dell’UE abbia avviato delle indagini sulle presunte intercettazioni ed esortano i paesi dell’UE ad autorizzare il Centro per la lotta alla criminalità informatica di Europol a condurre un’indagine La risoluzione chiede anche un'”indagine tecnica completa da effettuarsi in loco” sul presunto accesso non autorizzato delle autorità statunitensi o sui possibili “backdoor” che esse avrebbero creato nei server SWIFT.
Il testo chiede anche che l’inchiesta speciale della commissione per le libertà pubbliche sulla sorveglianza di massa dei cittadini dell’Unione europea indaghi ulteriormente sulle presunte accuse.Il Parlamento sottolinea che qualsiasi accordo di condivisione dei dati con gli Stati Uniti deve essere basato su un quadro giuridico coerente in materia di protezione dei dati, che offra norme di protezione dei dati personali giuridicamente vincolanti anche per quanto riguarda la limitazione delle finalità, la riduzione al minimo dei dati, l’informazione, l’accesso, la rettifica, la cancellazione e il ricorso.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta contro la criminalità organizzata

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Il Parlamento ha approvato un piano d’azione UE per il periodo 2014-2020 volto a reprimere la criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro. Colpire le attività e le fonti di reddito finanziario della criminalità organizzata e proteggere gli interessi finanziari dell’Unione sono gli obiettivi primari. Si stima che, nel 2013, 3.600 organizzazioni criminali internazionali operano nell’UE.
“Il costo delle mafie, difficile da stimare, va dai 4 ai 5 punti di PIL solo per l’UE”, ha dichiarato il relatore Salvatore Iacolino (PPE, IT), durante il dibattito di martedì. La sua relazione, approvata con 526 voti a favore, 25 contrari e 87 astensioni, “è una lista di azioni concrete da attuare in un orizzonte temporale identificato nella prossima legislatura: una sfida comune ai sistemi criminali”, ha aggiunto.Per Sonia Alfano, (ALDE, IT), presidente della commissione speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro, “il sistema finanziario europeo è sotto attacco” e la relazione “rappresenta una pietra miliare per questa legislatura perché per la prima volta afferma la posizione inequivocabile del Parlamento contro le mafie”.Secondo Europol, 3.600 organizzazioni criminali internazionali operano nell’UE nel 2013 e il 70% dei loro componenti provenienti da paesi diversi.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforma pesca

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Le proposte di legge riguardanti l’assegnazione del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), approvate dal Parlamento mercoledì, consentiranno di aiutare i pescatori a rispettare le norme della nuova politica comune della pesca (PCP), come ad esempio il divieto di rigetto, attraverso l’acquisto di attrezzature da pesca più selettive. Tali norme contribuiranno inoltre al miglioramento della sicurezza, delle condizioni di lavoro, della raccolta di dati e dell’infrastruttura portuale dei pescatori.Il relatore

Italiano: Pescatore intento in un lancio sulle...

Italiano: Pescatore intento in un lancio sulle rive di un fiume. (Photo credit: Wikipedia)

 (PPE,FR) ha ricordato che “con questo voto, il Parlamento ha dato un futuro al nostro modello di pesca sostenibile, che significa in primo luogo misure concrete per eliminare la pesca eccessiva e una buona gestione della capacità della flotta, consentendo ai pescatori di poter trarre vivere con i proventi dalla loro professione”.Per rendere effettivo l’accordo fra Parlamento e Consiglio sulla prossima PCP, che impone agli Stati membri di fissare le quote per la pesca sostenibile a partire dal 2015 e che introduce un divieto di rigetto delle catture indesiderate, il FEAMP aiuterà i pescatori a conformarsi alle nuove norme e sosterrà gli investimenti in attrezzature da pesca più selettive per facilitare la movimentazione, lo sbarco e lo stoccaggio delle catture indesiderate.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migrazione: l’UE deve agire per evitare ulteriori tragedie

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Tragedie come l’annegamento dei migranti al largo di Lampedusa devono segnare un punto di svolta per l’Europa. Tali eventi possono essere evitati solo con sforzi coordinati a livello UE, ispirati dalla solidarietà e dalla responsabilità, ha dichiarato mercoledì l’Aula, nel dibattito sul Vertice UE del 24-25 ottobre. I deputati hanno reiterato che gli Stati membri hanno il dovere legale di assistere i migranti in difficoltà in mare e sottolineato che l’ingresso legale nell’UE è preferibile a quello più pericoloso da clandestino.Per il Parlamento, l’UE e i suoi Stati membri devono attivarsi maggiormente per evitare ulteriori perdite di vite umane in mare. I deputati esprimono profonda tristezza e rammarico per la tragica perdita di vite al largo di Lampedusa, indicando ancora una volta la necessità per gli Stati membri di rispettare i loro obblighi internazionali di soccorso in mare, per salvare la vita a persone in pericolo.Nel documento si ricorda che “Lampedusa deve rappresentare un punto di svolta per l’Europa” e “l’unico modo per evitare un’altra tragedia è di adottare un approccio coordinato, basato sulla solidarietà e sulla responsabilità, coadiuvato da strumenti comuni”. I deputati, inoltre, sottolineano che la ricollocazione dei richiedenti asilo “è una delle forme più concrete di solidarietà e di condivisione delle responsabilità”.Il Parlamento, inoltre, esorta i paesi terzi a rispettare il diritto internazionale per salvare vite in mare. Gli accordi per gestire la migrazione tra l’UE e i paesi di transito dovrebbero rappresentare “una priorità per l’Unione europea nel prossimo futuro” come pure l’assistenza ai paesi d’origine dei migranti. I deputati invitano l’UE a continuare a offrire assistenza umanitaria, finanziaria e politica nelle aree di crisi del Nordafrica e del Medio Oriente, per affrontare la migrazione e la pressione umanitaria alla radice.I deputati chiedono assistenza umanitaria per i sopravvissuti ed esortano l’UE e gli Stati membri a modificare o rivedere le normative per garantire che le persone non possano essere punite per aver prestato assistenza a migranti in difficoltà in mare.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Magistratura popolare

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Magistratura Popolare è un’Associazione di liberi cittadini ideata e voluta dal Partito delle Aziende. Ad essa aderiscono cittadini, intellettuali, ex magistrati provenienti da qualunque ordine e grado della Magistratura Italiana, ex appartenenti alle forze dell’ordine, avvocati, esperti di diritto provenienti anche da altri Paesi, titolari dei diritti politici, anche non iscritti al Partito delle Aziende, che siano determinati a contribuire alla rigenerazione dello Stato di diritto in Italia.Attualmente l’Italia è assestata in una condizione di non-Stato. La pletora delle fonti normative, regolamentari e interpretative di leggi, norme, regolamenti e usi (Parlamento, Governo, Presidenza della Repubblica, ministeri, Regioni, Autonomie Locali di vario ordine e grado, a partire dalle Regioni fino alle Circoscrizioni, Enti Statali, Enti di prossimità, Agenzie, Autorità) ha privato la Nazione del proprio ruolo sovrano. Il cittadino o qualsiasi altro soggetto, anche sociale e plurale dotato di personalità giuridica è sottoposto a un numero elevato di centri di potere che sono sormontanti la libertà di fatto e sottratti al potere di controllo esercitabile attraverso l’espressione del voto politico.Per maggior danno, tale contesto, unitamente alle condizioni di cronica insufficienza strutturale e organizzativa in cui è trattenuta imprigionata la Magistratura Italiana, rende di fatto inefficiente, quando non del tutto assente, l’esercizio del controllo di legalità assegnato dalla Costituzione della Repubblica all’ordine sovrano giudiziario, contribuendo all’attuale stato di fatto, in cui una pletora di norme e assimilabili opprime gli individui e le loro opere, rende incerto il presente, impastoia e soffoca il diritto di esprimere in libertà e nel rispetto della Legge ogni progetto di vita, costituisce l’habitat ideale per furbi e parassiti, stabilmente annidati nel non-Stato, a un tempo virtualmente e sostanzialmente irresponsabili dei propri atti. In questo contesto, come inevitabile in qualsiasi soggetto plurale e collettivo, anche all’interno della Magistratura possono manifestarsi comportamenti impropri, talora illeciti, come sancito da sentenze passate in giudizio, possono germogliare interessi obliqui, essere rese inefficienti le risorse di autogoverno. Per maggior danno, la debolezza della politica contemporanea genera vuoti che sospingono la magistratura a ruoli vicari della politica, che le sono impropri e contrari alla separazione dei poteri sancita dalla Costituzione nonché affatto nocivi alla credibilità della magistratura stessa come soggetto terzo delle contese.Magistratura Popolare nasce per interferire con l’esistente e contribuire al processo rivoluzionario pacifico che dovrà condurre dal non-Stato a un rinnovato Stato di diritto. In primo luogo essa vigilerà affinché la Costituzione della Repubblica sia rispettata e attuata in ogni sua declinazione. Articolandosi parallelamente all’organizzazione attuale della giustizia, eserciterà un potere indiretto di controllo, attraverso lo sviluppo di ogni forma possibile di dibattito pubblico e di pubblicistica scritta, monitorando e denunciando quando necessario le condizioni materiali in cui avviene l’esercizio della magistratura, l’assetto organizzativo e il rispetto dei piani di lavoro di ogni Tribunale della Repubblica o di qualsiasi Corte o istanza di giudizio, per ogni ordine dell’attività giudiziaria, da quello civile a quello penale, dalla giustizia amministrativa a quella contabile e fiscale, monitorerà il carico di lavoro dei magistrati, ivi compreso quello extragiudiziale, denuncerà qualsiasi situazione in cui la norma permetta di sostituire una giustizia formale a quella sostanziale, si farà promotrice di “class actions” per il risarcimento di qualsiasi danno derivi alla comunità nazionale dall’esercizio improprio della attività giudicante e/o funzionariale, per qualsiasi livello di organizzazione del non-Stato, svilupperà il dialogo con qualsiasi organizzazione sindacale collettiva rappresentativa nel mondo giudiziario che ne manifesti la volontà.Tutto quanto sopra nella luce del seguente principio ispiratore: l’esercizio della democrazia, dei suoi diritti e doveri, è la forza inarrestabile che può portare luce anche dove il buio abbia potuto insinuarsi. E dal momento che il controllo di legalità è condizione non negoziabile per un effettivo esercizio delle libertà democratiche, Magistratura Popolare nasce come strumento a fianco e a disposizione dei giudici che, non avendo sopito il proprio senso civico nella degradazione del non-Stato, sono determinati ancora e sempre a servire la libertà di ognuno attraverso il rispetto e l’attuazione della Legge.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Razzismo al contrario

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2013

Ho assistito ad una zuffa tra due automobilisti, uno bianco e l’altro nero, qualche parolaccia, un digrigno di denti, eppoi via ognuno per la propria strada.E’ andata bene mi sono detto, nessuno si è fatto male, i tribunali italiani notoriamente congestionati da tonnellate di carta vecchia e cause decennali ancore aperte, hanno evitato un sovraccarico dibattimentale.Di per se la violenza verbale usata da entrambi non è stata la causa che ha messo in moto la mia attenzione o preoccupazione, in fin dei conti accade ben di peggio persino nei salotti bene oppure negli spazi agguerriti di qualche trasmissione televisiva che ha un bisogno disperato di fare audience.Una discussione come tante, un diverbio per futili motivi, ma in questa scenetta c’era da attenzionare altro rispetto alla fisicità dei contenuti.C’era “altro” a fare la differenza, a creare un confine sempre più simile a un recinto di filo spinato, infatti il cittadino nero inveiva nei riguardi dell’altra persona, perché a suo parere, l’uomo bianco non ammetteva di avere torto, urlava e usava le parole come sassi, andava in scena una sorta di razzismo al contrario, a tal punto da passare dalla ragione al torto, se mai questa fosse stata dalla sua parte.Non si tratta di dare addosso a qualcuno perché ha la pelle diversa dalla mia, io non ce l’ho con i cinesi, i coreani, gli asiatici, perché mangiano i cani, io ce l’ho e di brutto anche, con tutti quelli che uccidono i cani e se li mangiano anche, mi pare diversa la sostanza.L’avversario dalla pelle chiara a sua volta additava lo straniero per arrogante e violento, fino ad apostrofarlo “brut negher”, insomma tra un bianco di merda e un negher di cacca, a più riprese si sono avvicinati e allontanati, fortunatamente senza fare uso delle mani o di altri corpi contundenti.Chi dei due stava cavalcando la tigre? Ho seguito l’alterco con una certa urticanza, perché davvero veniva voglia di prenderli a calci nel sedere entrambi, ma per evitare ulteriori dinamiche razziste-globalizzanti, ho desistito da ogni intervento, in controtendenza con la pratica del “vale tudo” appena recitata.La ragione stava chiaramente dalla parte del conducente che circolava al centro della propria carreggiata, il torto aveva domicilio in chi era posteggiato sbracatamente in doppia fila.Eppure l’ovvietà della norma infranta, del codice della strada, dell’educazione civica intesa come equilibrio e rispetto di atteggiamenti e comportamenti, soccombevano all’esposizione delle parole brandite come clave, per l’inossidabilità di culture sideralmente distanti, per la violenza insita in ogni forma di incomunicabilità, di conflittualità persistente derivante dal percepire l’altro come un pericolo, una minaccia, un portatore di ulteriore limitatezza umana, un invasore della propria libertà.Esiste e come il razzismo, permane e progredisce anche una sorta di razzismo al contrario, di illegittima autodifesa, ricercando una provocazione insopportabile a scatenare una reazione anche violenta e qualche volta incontrollata, si comunica sempre più sbrigativamente, in modo tendenzialmente emotivo e spesso violento, per cui chi sta nello spazio del rispetto reciproco, per una sua impreparazione educazionale, per una incapacità a gestire il proprio self-control, si ritrova a pagare un dazio non voluto né cercato, ma soccombente rispetto ai propri diritti calpestati.Gran brutta bestia il razzismo, ancora peggio se strumentalizzato, fino a farlo diventare una uscita di emergenza per i soliti furbi, siano essi residenti, resistenti, o imparentati con un qualche diritto di cittadinanza.(Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »