Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Il Parlamento sostiene il potenziamento del meccanismo comunitario di risposta alle catastrofi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2013

English: Canadair I-DPCW -- 16 - Italian "...

English: Canadair I-DPCW — 16 – Italian “Protezione Civile” Italiano: Canadair I-DPCW — 16 – Protezione Civile Italiana (Photo credit: Wikipedia)

Le nuove regole che aggiornano il meccanismo di protezione civile dell’UE, che coordina gli interventi in risposta a catastrofi naturali e di origine umana come terremoti, perdite di petrolio in mare o incendi, sono state approvate martedì dai deputati. La proposta, già concordata con i governi nazionali, assicura maggiori finanziamenti e semplifica la procedura per mettere in comune risorse quali squadre di soccorso e aerei, facilitando interventi anche per catastrofi al di fuori dell’UE.”Oggi, abbiamo fatto un passo piccolo ma concreto per rendere la nostra Unione europea un luogo più sicuro”, ha dichiarato la relatrice Elisabetta Gardini (PPE, IT), dopo che la sua relazione è stata approvata con 608 voti favorevoli, 75 contrari e 10 astensioni.”Con questo meccanismo, gli Stati membri e le relative autorità possono lavorare insieme, attraverso le frontiere, per preparare al meglio e rispondere alle catastrofi in modo più efficiente ed efficace. Questa legislazione si occupa di un settore del nostro lavoro nel quale il cittadino UE medio vuole “più Europa””, ha concluso.Il bilancio della protezione civile per il 2014-2020 è stato aumentato a 368.428.000 di euro ai prezzi attuali.Per prevenire efficacemente le catastrofi, i paesi europei potranno coordinarsi meglio per rispondere ai disastri e condividere, su base regolare, le informazioni sulla valutazione dei rischi, sullo scambio di migliori pratiche nonché individuare congiuntamente i punti che richiedono ulteriori sforzi.Gli addetti alla protezione civile che operano al di fuori dei loro paesi d’origine potranno avvalersi di più formazione e saranno previste più esercitazioni per testare le capacità di reazione, quali squadre di ricerca e di soccorso e ospedali da campo.
Verrà inoltre creato un Centro europeo di risposta alle emergenze (CERE), che sostituirà le vigenti disposizioni ad hoc con un sistema più prevedibile e affidabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: