Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 1 marzo 2014

MEPs call for penalties to tackle human rights flaws in the EU

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

european parliamentThe European Commission must “immediately” set up a system to monitor member countries’ compliance with EU values and accession criteria, says a resolution passed by Parliament on Thursday. This monitoring system should include binding recommendations and penalties for breaches, such as freezing EU funds, MEPs add.The resolution, approved by 312 votes to 244, with 27 abstentions, analyses the respect for fundamental rights in the EU in 2012.”In all EU countries there are breaches of EU values, principles and legislation. There are still too many places in Europe and too many cases that show that there are shortcomings. If the EU wants to be a moral force that will influence the rest of the world in a good way it has to be strict with itself,” said the rapporteur, Louis Michel (ALDE, BE).The European Commission should “immediately” set up a new system to monitor compliance with the EU accession criteria, commonly known as the “Copenhagen criteria”, regularly and in an objective manner, says the text. This new “Copenhagen mechanism” would serve to set indicators, draw up binding recommendations and impose penalties such as freezing EU funding for countries that fail to comply. This should be done in an objective way, avoiding any double standards, it adds.MEPs also suggest revising EU Treaty Article 7 (rules for determining whether there is a clear risk of a serious breach of EU values in a member state). The aim would be to separate clearly the “risk” and “violation” stages. To help prevent breaches of EU values in the long term, MEPs also call for the creation of a “Copenhagen Commission” of independent high-level experts on fundamental rights.Parliament calls on the EU and its member states to review any laws that could be used to punish people assisting migrants in distress at sea. Rescue efforts “should be welcomed and (…) never lead to any form of sanctions”, it says. MEPs also express regret that even under the EU’s new asylum system, children applying for international protection could be put in prison.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parliament backs visa-free travel for citizens of 16 ACP countries, UAE, Colombia and Peru

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

luca trevisaniCitizens from 16 African, Caribbean and Pacific (ACP) countries, the United Arab Emirates, Colombia and Peru should be able to travel to the EU without a visa, under the amended EU visa regulation approved by Parliament on Thursday and already informally agreed with the Council. The visa waivers shall apply from the date of entry into force of an agreement on visa exemption to be concluded with the EU.The 2001 visa regulation lists non-EU countries whose nationals need a visa to travel to the EU’s border-free Schengen area (the “negative list”) and those whose nationals do not need a visa for this purpose (the “positive list”).The agreement, adopted by 523 votes in favour, 41 against and 13 abstentions, “has a double significance: on the one hand, we take a step forward towards enhanced cooperation with these countries, and on the other, we send a positive message to citizens by clarifying the criteria for including third countries in the positive list”, said rapporteur Mariya Gabriel (EPP, BG), who led the negotiations for Parliament.
Nationals of 16 ACP countries which are parties to the Cotonou Agreement with the EU will be able to travel visa-free to the EU. These countries are Dominica, Grenada, Kiribati, the Marshall Islands, Micronesia, Nauru, Palau, Saint Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Samoa, Solomon Islands, Timor-Leste, Tonga, Trinidad and Tobago, Tuvalu, and Vanuatu, as envisaged in the initial Commission proposal.Parliament’s suggestion that the United Arab Emirates (UAE) also be included in the positive list was taken up by the Council of Ministers and the European Commission and included in the agreement.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cross-border crime: make investigations easier, but protect suspects’ rights

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

carcereJudicial authorities asking their colleagues in another EU country to carry out investigations there, e.g. by searching houses or interviewing witnesses, should get a faster and more favourable response thanks to the new “European Investigation Order” rules approved by Parliament on Thursday. In a separate vote, MEPs also called for an overhaul of “European Arrest Warrant” rules which govern the extradition of suspects within the EU. “This instrument will allow effective prosecution of crime, in particular, cross-border crime, for instance related to terrorism, murder, drug trafficking, and corruption. It will also guarantee respect for human rights and fundamental freedoms”, said Nuno Melo (EPP, PT), rapporteur on the European Investigation Order (EIO) directive, adopted by 467 votes in favour, 22 against and 10 abstentions.”The European Arrest Warrant (EAW) could be called the euro of the justice and home affairs world. It is a very good idea, but it was launched without the support and safeguards necessary to make it strong and sustainable. (…) The operation of the EAW needs to be improved”, said Sarah Ludford (ALDE, UK), rapporteur on the EAW resolution, adopted by 495 votes in favour, 51 against and 11 abstentions.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parliament gives green light to visa-free travel for Moldovan citizens

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

moldovaMoldovan citizens will soon be able to travel to the EU’s border-free Schengen area without a visa, under a draft law approved by Parliament on Thursday and already informally agreed with the Council. Moldova is the first Eastern Partnership country to meet all the requirements for visa-free travel laid down in the Visa Liberalisation Action Plan.
The 2001 visa regulation lists non-EU countries whose nationals need a visa to travel to the Schengen area (the “negative list”) and those whose nationals do not need a visa for this purpose (the “positive list”).This update, approved by 460 votes in favour, 40 against and 10 abstentions, transfers Moldova from the negative to the positive list. Moldovans who have biometric passports (with a chip storing the holder’s facial image and fingerprints) would be able to travel to the Schengen area for 90 days within a 180-day period.”Today is a very significant day not only for the EU visa policy as such, but particularly for the Republic of Moldova. I am very pleased that the Parliament passed with such overwhelming majority the decision to abolish visas for the citizens of Republic of Moldova”, said rapporteur Tanja Fajon (S&D, SL).”Visa free regime is one of the most concrete elements of the relations with the EU and one of the most tangible measures, particularly important for the people, especially the young. Moldova is turning a new leaf. The government should continue with its European journey and I warmly welcome future efforts to be made in this regard”, she added.
After Parliament’s approval, the Council is expected to formally endorse the amended regulation no later than in April, subject to the check of the lawyer linguists. “The visa-free regime for Moldovan citizens should then be applicable before summer”, says Ms Fajon.Moldovan citizens already benefit from a visa-facilitation agreement with the EU in force since January 2008 (an upgraded agreement took effect in July 2013). According to the Commission, the number of short-stay Schengen visa applications from Moldovan citizens has remained stable over the past three years (oscillating between 50 000 and 55 000). Also, many of them already hold a Romanian passport.Moldova lifted the visa requirement for EU citizens on 1 January 2007.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WJC President Hails Football Association’s Punishment of Anelka

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

Ronald S. LauderNEW YORK/BRUSSELS – The World Jewish Congress today hailed English soccer’s ruling body, the Football Association, for suspending and fining West Brom striker Nicolas Anelka for an alleged anti-Semitic gesture he made during a game late last year. “This suspension and fine show without a doubt that anti-Semitic, racist or ethnically derogatory gestures will not be tolerated in European soccer,” said WJC President Ronald S. Lauder. “The use of racist or anti-Semitic gestures or chants by European soccer players and crowds is a serious problem and brings shame on the continent.” The Football Association suspended Anelka for five games and fined him the equivalent of $133,400 for employing the gesture, the “quenelle,” which has been called a kind of reverse Nazi salute. It was made popular by French comic Dieudonne M’bala M’bala, who’s been convicted repeatedly in France of violating hate-speech laws. French authorities recently banned his shows because of their anti-Semitic content. The association cited the quenelle’s ethnic, racial or religious connotations, according to a Bloomberg report. Anelka can appeal.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MIAMI Announces New Partnership with REINSW Association’s First Partner in Australia

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

Miami-skyline-for-wikipediaMiami, FL – The Real Estate Institute of New South Wales (REINSW) and the Miami Association of REALTORS (MIAMI) are pleased to announce their new partnership agreement, connecting the Miami and New South Wales, Australia real estate markets and creating opportunities for their respective members. This is the first agreement for MIAMI in Australia.
MIAMI, which represents 31,000 members, now has a total of 119 international partnerships worldwide. These valuable relationships generate greater exposure for Miami and partner markets, increase business opportunities, and establish a more effective and professional environment for important real estate referral business.“As each day ticks by our world gets smaller and people are no longer bound by investing in their own city. We tend to invest more broadly now than we did twenty years ago, and people are looking to invest in property overseas,” REINSW CEO Tim McKibbin said. “Our focus is to facilitate the international trade of real estate, and to be a conduit for our members between Australia and other markets. That’s why this partnership with MIAMI is so important.” REINSW is committed to providing opportunities to assist members achieve a more competitive edge in today’s business environment. They also offer their members a diverse range of services, including access to the best research data available, networking and training opportunities, and information about the latest changes to legislation, regulations and policies that shape agency practice.Given their similar visions, goals, and objectives, and being the largest local associations in the U. S. and Australia the associations have much in common and look forward to working together to create mutually beneficial opportunities of a global scale. Further highlighting the importance of REINSW’s new partnership with MIAMI, migration patterns reflect Australia is a top market for U.S. consumers and, vice versa. Australia ranked fourth for consumers moving to the U.S. and third for U.S. consumers moving abroad in 2013, according to the International Migration Study by UniGroup Relocation.
“REINSW and MIAMI are very similar organizations dedicated to serving our members with leading edge education, tools and resources both domestically and internationally,” said MIAMI CEO Teresa King Kinney. “We expect our new partnership to grow and to further enhance the way our respective members conduct business. We are excited to have a partner of this magnitude in Australia, which is a new market for MIAMI in terms of partnerships.”According to the 2013 Profile of International Buying Activity in Florida, the Sunshine state is by far the top home buying destination for foreign buyers in the U.S., accounting for 23 percent of all international real estate transactions in the country. Within the state, South Florida is the top destination for international buyers, representing nearly 30 percent of international sales in Florida. The new agreement further strengthen foreign buying activity in Miami and South Florida and cement MIAMI’s reputation as a leading international organization connecting markets and expanding international business opportunities. The partnership agreement was facilitated by MIAMI Leader Julianna Giordano.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Direttiva tabacco: Parlamento approva norme per dissuadere i giovani dal fumare

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

sigaretteIl Parlamento europeo ha votato a favore del progetto di legge per l’aggiornamento della direttiva europea sul tabacco. L’obiettivo è di rendere meno attraente il fumo per i giovani. Un accordo informale era già stato trovato con i ministeri della Salute. Secondo le nuove regole, la foto con le avvertenze sugli effetti alla salute dovrà coprire il 65% del pacchetto. Le sigarette elettroniche saranno regolate come medicinali se vendute come prodotti per aiutare a smettere di fumare, o come prodotti di tabacco in caso contrario.”Questo è il risultato di anni di lavoro in un contesto di intensa attività di lobbying da parte dell’industria del tabacco e dei suoi gruppi. Le nuove misure sono un grande passo avanti per il controllo del tabacco e aiuteranno a prevenire che una nuova generazione di fumatori sia reclutata. Sappiamo che si tratta di ragazzi – non adulti – che iniziano a fumare: la stragrande maggioranza dei fumatori inizia prima del loro 18 ° compleanno” ha spiegato la relatrice Linda McAvan (S&D, UK). La relazione è stata approvata con 514 voti a favore, 66 contrari e 58 astensioni.L’attuale legislazione richiede che le avvertenze per la salute coprano almeno il 30% della superficie frontale del pacchetto e il 40% della parte anteriore. Il nuovo testo stabilisce di aumentare l’area fino al 65%, davanti e dietro, e che tali avvertimenti siano sotto forma d’immagine – cosa che non accade nella maggior parte degli Stati membri al momento. I pacchetti con meno di 20 sigarette, che sono meno costosi e quindi più accessibile ai ragazzi, sarebbero vietate in quei pochi paesi dove sono ancora consentite.Come chiesto dai deputati, il mercato delle sigarette elettroniche deve essere regolato. Le sigarette elettroniche saranno trattate come medicinali se vendute come prodotti che aiutano a smettere di fumare, oppure come prodotti di tabacco in caso contrario. Nell’ultimo caso, la concentrazione di tabacco non deve superare i 20 mg/ml.Le sigarette elettroniche ricaricabili saranno consentite. Queste dovranno inoltre avere delle misure di sicurezza per i bambini e delle avvertenze per la salute. Saranno anche sottomesse alle stesse restrizioni pubblicitarie degli altri prodotti contenenti tabacco.Il testo vieta anche gli aromi per le sigarette e il tabacco da arrotolare. Le sigarette aromatizzate al mentolo saranno vietate dal 2020. Gli aromi saranno permessi per il tabacco per pipe ad acqua.Alcuni additivi che sono particolarmente dannosi per la salute saranno vietati e le autorità di regolamentazione avranno nuovi poteri per richiedere all’industria del tabacco di effettuare studi supplementari su una lista di additivi che sarà predisposta. Gli additivi necessari alla produzione di tabacco, come lo zucchero, saranno autorizzati.Dodici anni dopo l’entrata in vigore dell’attuale direttiva, fumare rimane la causa di morte principale e più evitabile. Nell’Unione europea muoiono 700.000 persone l’anno. Negli anni passati, le misure per disincentivare il fumo hanno contribuito a ridurre la percentuale di fumatori dal 40% nell’UE15 (2002) al 28% nell’UE27 (2012).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento sostiene il sistema di chiamata di emergenza salvavita per le auto

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

auto d'epocaIn base al disegno di legge votato dai deputati mercoledì, i dispositivi di chiamata di emergenza che allertano automaticamente i servizi di soccorso in caso di incidenti stradali dovranno essere installati su tutti i nuovi modelli di auto e furgoni leggeri entro ottobre 2015. Nel 2012, sono stati registrati 28.000 vittime e un milione e mezzo di feriti a causa di incidenti stradali avvenuti nell’UE.”L’implementazione di un sistema pubblico europeo di chiamate di emergenza rappresenta un risultato significativo per la sicurezza degli utenti della strada in Europa. Ogni anno, circa 2.500 vite potrebbero essere salvate in Europa, così come, nella maggior parte dei casi, la gravità delle lesioni potrebbe essere considerevolmente ridotta. Il sistema di chiamata di emergenza salvavita per le auto sarà gratuito e a beneficio di qualsiasi conducente in Europa, indipendentemente dal veicolo utilizzato” ha affermato la relatrice Olga Sehnalová (S&D, CZ).
In caso di incidenti stradali gravi, il sistema “eCall” di bordo utilizza il numero telefonico 112 per allertare automaticamente i servizi di emergenza. Esso indica la posizione esatta per permettere di raggiungere più rapidamente il luogo dell’incidente, salvare vite umane e ridurre la gravità delle lesioni.Il disegno di legge indica ai fabbricanti di autoveicoli ottobre 2015 come termine ultimo per installare i dispositivi “eCall” su tutti i nuovi modelli di auto e furgoni leggeri. Tuttavia, per soddisfare la richiesta delle industrie di concedere più tempo per sviluppare e testare il sistema, i deputati hanno concesso la possibilità di posticipare il termine stabilito.
Trasmettere i dati rilevanti per le operazioni di soccorso, ma non per la tracciabilitàNel disegno di legge, i deputati sottolineano la questione della protezione dei dati per garantire che i veicoli munti di sistema eCall non siano tracciabili o soggetti a un controllo costante.
Quando una chiamata di emergenza è inoltrata in seguito a un incidente stradale, i dati automaticamente inviati ai centri di emergenza dovrebbero essere limitati al tipo di attivazione, alla classe del veicolo, al tipo di combustibile utilizzato, al momento dell’incidente, alla posizione esatta del veicolo, alla direzione di viaggio e al numero di cinture di sicurezza allacciate, dice un emendamento approvato dal Parlamento.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Condanna penale per chi utilizza un nickname fasullo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

legge-e-giustiziaPuò essere condannato penalmente ai sensi dell’articolo 494 del codice penale colui che utilizza l’utenza telefonica con uno pseudonimo collegato a un nome di fantasia per molestare un’altra persona.
Per la Cassazione penale, infatti, integra il reato di sostituzione di persona la condotta di chi utilizzando un nickname che rimanda al nominativo di una persona inesistente, occulta la sua identità per molestare, tramite messaggi in chat, alcuni destinatari inseriti nella sua “black list”.
A stabilirlo la sentenza n. 9391 pubblicata ieri 26 febbraio che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” porta all’attenzione del pubblico per invitare a fare attenzione ed evitare che un comportamento ricorrente da quando si sono diffuse chat, messaggerie istantanee e social network sia ripetuto per le conseguenze spesso sottovalutate che possono macchiare la propria fedina penale.
I giudici della quinta sezione penale della Suprema Corte, hanno infatti, rigettato il ricorso di un’imputata già condannata dalla Corte d’appello di Palermo per il reato di cui all’articolo 494 del codice penale per avere, al fine di commettere reato di molestia e disturbo alle persone, indotto in errore una persona, utilizzando un nickname di fantasia.Il giudice dell’appello aveva evidenziato come lo pseudonimo virtuale fosse intestato a una società di intrattenimento telefonico presso cui aveva lavorato l’imputata nel periodo contestato e rinviava a generalità fittizie.Era stato provato oltre ogni ragionevole dubbio, peraltro, che l’autrice dei messaggi e degli annunci molesti fosse stata la condannata, non avendo alcun rilievo l’assenza di qualsiasi motivo di risentimento nei confronti della famiglia molestata dedotta dalla difesa, come dimostrato dal memoriale in atti a firma della ricorrente «da cui si rileva come fosse legata da rapporti tutt’altro che amichevoli con la famiglia da molestare, vicini di casa destinatari e vittime della condotta criminosa, inseriti al primo posto in un elenco di nemici».I giudici di legittimità ritengono, quindi valide le conclusioni del giudice del merito. Il primo motivo è inammissibile perché deduce questioni di merito circa la valutazione del materiale probatorio operata dalla Corte di merito, «che ha valorizzato, per un verso, le risultanze che hanno condotto a identificare nella ricorrente, che era solita utilizzare le generalità fittizie e il nickname, l’autrice degli annunci molesti e, per altro verso, l’atteggiamento non amichevole nei confronti dei vicini di casa desumibile dal loro inserimento al primo posto nella “black list” nel memoriale a firma dell’imputata. La valutazione della Corte di merito è, dunque, coerente «rispetto ai dati probatori richiamati e sulla base di una linea argomentativa immune da cadute di consequenzialità logica, in quanto espressione di un apprezzamento dei vari indizi analitico e correttamente collocato nel quadro di una loro valutazione globale».

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) sostiene lo spot di Amami

Posted by fidest press agency su sabato, 1 marzo 2014

chirurgia esteticaIn merito alle polemiche seguite alla grande risonanza che ha ottenuto la presentazione dello spot «Medici-Pazienti-Avvoltoi» di Amami, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), che è tra le firmatarie dell’iniziativa, ritiene opportuno fare alcune precisazioni: «Sosteniamo lo spot di Amami (Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente) e ne condividiamo i contenuti. Tuttavia vogliamo prendere le distanze da alcune interpretazioni che sono state date, in particolare quelle in cui si identifica nella figura degli avvoltoi una sola categoria professionale» afferma Mario Pelle Ceravolo, vice-presidente dell’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica.«L’intento del messaggio pubblicitario di Amami è denunciare l’attività di una serie di persone che operano in diverse categorie, approfittando dei pazienti per ricavarne profitto. Quello che si vuole condannare quindi non è una particolare categoria professionale, ma un comportamento che è, purtroppo, trasversale. È erroneo quindi identificare gli avvoltoi dello spot con gli avvocati».
Conclude Pelle Ceravolo: «Ci sono due diritti importanti da difendere: quello dei pazienti, che devono essere curati da medici responsabili e conservare il proprio diritto ad ottenere la migliore qualità della cura, e quello dei medici, che devono essere posti nelle condizioni di esercitare la propria professione con coscienza e tranquillità senza avvoltoi intorno che possano disturbare ed inquinare il rapporto medico-paziente».
AICPE. L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (www.aicpe.org), la prima in Italia dedicata esclusivamente all’aspetto estetico della chirurgia, è nata nel settembre 2011 con l’obiettivo di dare risposte concrete in termini di servizi, tutela, aggiornamento e rappresentanza. Ad Aicpe al momento hanno aderito oltre 200 chirurghi in tutta Italia, tra cui si annoverano professionisti di fama e docenti universitari. Membri di Aicpe possono essere esclusivamente professionisti con una specifica e comprovata formazione in chirurgia plastica estetica, che aderiscono a un codice etico e di comportamento da seguire fuori e dentro la sala operatoria. L’associazione ha elaborato e pubblicato le prime linee guida del settore, consultabili sul sito internet, in cui si descrive il modus operandi dei principali interventi. Scopo di Aicpe è tutelare pazienti e chirurghi plastici in diversi modi: disciplinando l’attività professionale sia per l’attività sanitaria sia per le norme etiche di comportamento; rappresentando i chirurghi plastici estetici nelle sedi istituzionali, scientifiche, tecniche e politiche per tutelare la categoria e il ruolo; promuovendo la preparazione culturale e scientifica. Tra gli obiettivi c’è anche l’istituzione di un albo professionale nazionale della categoria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »