Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 11 giugno 2014

Russia must be considered a trade partner which should not be contained, says Prince Michael of Liechtenstein

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

Putin Views Russian Arms On Display At ExpoRussian President Vladimir Putin could be thanked for the wake-up call he has given Europe, the US and Nato, says Prince Michael of Liechtenstein, founder and chairman of intelligence consultancy Geopolitical Information Service.
Russia’s intervention in Ukraine has underlined that close collaboration between Nato, the United States and Europe is crucial to defence of the West ‘However, this applies only if present Western efforts are sustained, as we hope. But what will happen to Ukraine?’ asks Prince Michael. Ukraine has a new, democratically-elected president who promises to fight corruption and carry out necessary reforms which had been neglected during the corrupt regime of President Viktor Yanukovych which, although democratically elected, had lost all legitimacy through its corruption. ‘Accession and free trade with the EU are the logical response to the promises Ukraine received from the West while fighting inclusion into President Putin’s Eurasian Union. But Ukraine’s economy will also need to continue good trading relations with Russia,’ he says. ‘In solving its economic problems Ukraine would need at least the four freedoms of exchange of people, goods, services and capital and a common market with the EU. This could also open privileged trading opportunities with Russia, as Russia also needs to trade with the EU.’ Russia must not be considered an adversary of the West, but as a trade partner which should not be contained. ‘Ukraine’s economy will not improve in a sustainable way, and expectations will be disappointed leading to increased destabilisation, unless the EU offers the four freedoms to Ukraine in due course and drops the visa obligation in the short term. A result of maintaining the borders between the EU and Ukraine to people, goods and services could be that it forces Ukraine to move closer to Russia,’ says Prince Michael. ‘This could provide Mr Putin with the opportunity to say, ‘Thank you EU.’’

 

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pierre Dutilleul, new FEP President

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

20 Più libri più liberi 2009 foto MatteoMignaniThe Federation of European Publishers met in Vilnius on 10th June and elected Pierre Dutilleul, Director of External and Interprofessional Relations at Editis, the second largest French publishing group, as new President of the Federation. Mr Dutilleul, who has been working for more than 25 years at Editis, says, “We shouldn’t forget that publishing is a service industry and hence a creation industry, and, as the people in charge, we have to locate, ease, attract and develop the loyalty of those talents which makes the book, even in times of crisis, a priority good.” The assembly also elected Henrique Mota as Vice-President. Mota is Director of the Portuguese Publishing House Principia. The Treasurer is Rudy Van Schoonbeek, CEO of Vrijdag Uitgevers in Antwerp, Belgium. The outgoing President Piotr Marciszuk, CEO of Stentor Publishing in Poland, was thanked for all his achievements for FEP. An open meeting discussed digitisation of libraries’ collections and lending of ebooks

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pierre Dutilleul nuovo presidente degli editori europei (FEP)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

Pierre DutilleulLa Federazione degli editori europei -di cui fa parte anche l’Associazione Italiana Editori (AIE) – lo ha eletto nella sua riunione odierna a Vilnius La Federazione degli editori europei (FEP), che raccoglie 28 associazioni nazionali dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo, tra cui l’Associazione Italiana Editori (AIE), ha eletto nella sua riunione odierna a Vilnius il suo nuovo presidente: Pierre Dutilleul, direttore relazioni esterne di Editis, secondo più grande gruppo editoriale francese. Dutilleul, che ha al suo attivo una carriera di oltre 25 anni in Editis, ha dichiarato: “Non dobbiamo dimenticare che l’editoria è un settore di servizi e, quindi, un settore creativo, e a noi che ne siamo i responsabili va il compito di individuare, favorire, attirare e sviluppare la fedeltà dei quei talenti che rendono il libro, anche in tempi di crisi, un bene primario” L’assemblea ha inoltre eletto Henrique Mota vice-presidente FEP. Mota è direttore della casa editrice portoghese Principia. Il tesoriere è Rudy Van Schoonbeek, amministratore delegato di Vrijdag Uitgevers Anversa, Belgio. Il presidente uscente Piotr Marciszuk, amministratore delegato di Stentor Publishing (Polonia), è stato ringraziato per il suo contributo.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arrivi via mare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

arriviGinevra – Il Direttore Generale dell’Organizzazione Internazioale per le Migrazioni, William Lacy Swing, a seguito dell’arrivo di oltre 5.470 migranti in Sicilia lo scorso fine settimana (che ha portato a oltre 50.000 il numero di migranti e richiedenti asilo giunti via mare in Italia nel 2014), si appella affinché si agisca al più presto per evitare altre morti nel Mediterraneo. Anche se grazie all’Operazione Mare Nostrum – avviata lo scorso ottobre e attuata dal Governo Italiano – migliaia di vite sono state salvate, non sempre è possibile evitare i naufragi: ne è un esempio quanto accaduto lo scorso 13 maggio, quando 17 persone sono morte e molte altre sono andate disperse nel corso di un naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia. Inoltre, due giorni fa 2 migranti hanno perso la vita e 3 sono risultati dispersi nel corso di una operazione di soccorso svolta da un mercantile maltese nei confronti di un barcone che trasportava 107 persone. “Il dramma delle morti di migranti in alto mare purtroppo è un fenomeno globale, non solo mediterraneo”, afferma l’Ambasciatore Swing, “E’ di qualche giorno fa ad esempio la notizia della morte di circa 60 migranti eritrei e somali annegati mentre cercavano di attraversare il Mar Rosso per raggiungere lo Yemen.”I migranti rischiano la vita perché sono disperati, e diventano vittime di criminali che si approfittano dei loro drammi. “E’ necessario e urgente che si cooperi in modo più stretto per fermare i trafficanti di persone, che devono essere identificati e perseguiti”, sottolinea il Direttore Generale dell’OIM. “Queste vane morti di migranti e richiedenti asilo rappresentano un affronto per tutte le nazioni civilizzate”, afferma Swing, “Esprimo le mie condoglianze alle famiglie delle vittime e mi appello affinché vengano messe in campo quelle misure necessarie a far diventare queste tragedie solo un ricordo del passato.”“La comunità internazionale deve sviluppare una serie di soluzioni che possano permettere di proteggere i migranti e di difenderne la dignità. Non esiste una sola soluzione che possa affrontare e risolvere le cause di questi flussi misti: occorre agire lungo tutto il percorso migratorio attuando politiche di sostegno a favore dei migranti e di tutti i paesi coinvolti.”
Per questo motivo l’OIM chiede che venga organizzata una conferenza ad alto livello sui flussi migratori, che riunisca i paesi di destinazione, di origine e di transito, insieme a tutte le istituzioni e organizzazioni coinvolte.“Occorre trovare quanto prima delle soluzioni efficaci e complete in grado di evitare altre morti”, conclude Swing. “Sarebbe importante sviluppare canali di entrata legale in Europa per quei migranti in cerca di migliori prospettive di vita e mettere a punto, nei paesi di transito, delle misure ad hoc per fornire un adeguato supporto legale a migranti e richiedenti asilo in cerca di protezione.” (arrivi)

 

 

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zootecnia: produzione europea di mangimi stabile nel 2013, superate le 155 mln di tonnellate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

mangimiRoma. In Europa nel 2013 sono state prodotte 155 milioni di tonnellate di mangimi, una cifra superiore, anche se di poco, a quella registrata nel 2012 (154,7 milioni di tonnellate). Sono le stime finali, riviste al rialzo rispetto alle precedenti, elaborate dalla FEFAC, la Federazione europea dei produttori di alimenti zootecnici, diffuse durante l’incontro “Greening the landscape for animal nutrition in Europe”, appena conclusosi a Liegi (Belgio). I dati definitivi della produzione italiana saranno, invece, comunicati in occasione del consueto appuntamento offerto dall’Assemblea annuale di ASSALZOO – l’ Associazione nazionale tra i produttori zootecnici – che si terrà il 26 giugno prossimo a Bologna.  Rispetto all’anno precedente, nel 2013 la produzione europea (EU-28) si è mantenuta stabile (+0,2%) secondo gli analisti della FEFAC. Dal meeting europeo è emerso che mentre i mangimi per suini hanno visto una diminuzione della produzione pari all’1,4%, quelli per bovini hanno avuto un aumento del 2,2% e i prodotti per il pollame sono rimasti sostanzialmente stabili (+0,3%), confermando la loro posizione di leader del segmento dei mangimi composti. Secondo la FEFAC le prospettive per il 2014 dovrebbero mantenersi inalterate, con una leggera contrazione che dovrebbe essere intorno al mezzo punto percentuale.“Assalzoo, che rappresenta il circa il 70% dell’industria mangimistica italiana con un fatturato di oltre 7 miliardi di euro e un’occupazione, che escluso l’indotto, è di circa 8.500 addetti, presenterà in occasione dell’Assemblea Generale di fine giugno i dati conclusivi del 2013 che si prevedono in lieve riduzione rispetto all’anno precedente – spiega Giulio Gavino Usai, responsabile economico di ASSALZOO –. L’Assemblea sarà un appuntamento fondamentale per l’industria mangimistica italiana, utile per confrontarsi sui temi e le problematiche del settore in Italia, che nonostante sia al quinto posto tra i produttori europei, deve fare i conti con le carenze strutturali del sistema agroalimentare italiano: la crescente necessità di approvvigionamento dall’estero delle materie prime vegetali, che ha superato la soglia del 50% e l’aumento costante e inarrestabile dei costi per l’impresa che gravano pesantemente sulla competitività dell’intero settore. Grazie all’industria mangimistica italiana, da cui dipende l’approvvigionamento di alimenti per le esigenze degli allevamenti nazionali, anche di quelli dei circuiti DOP, ogni giorno arrivano sul mercato prodotti alimentari di origine animale – come carne, uova, latte e pesce – sicuri, di qualità indiscussa e offerti a prezzi accessibili. L’Assemblea sarà l’occasione per rilanciare alle Istituzioni e alla stampa le proposte dell’impresa mangimistica italiana e il suo ruolo indispensabile per sostenere la zootecnia nazionale e le produzioni alimentari che ne derivano”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scoprire i luoghi della città e imparare l’inglese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

scoprire romascoprire roma1È partita a Roma un’idea innovativa che unisce arte, relax e studio delle lingue straniere. Non si tratta di una guida turistica, tutt’altro! Immaginate di trovarvi per strada al centro di una ‘square’ (piazza) e di dover comunicare in inglese suggerimenti e aiuto a un passante straniero. Oppure di esprimere le sensazioni che suscita un monumento mentre ci passate davanti, ovviamente usando soltanto l’inglese. E il tutto corretti da un docente di madrelingua inglese che, piuttosto che limitarsi ai soliti gruppi di conversazione al chiuso di un’aula, svolge invece lezioni d’inglese passeggiando e visitando i posti della città… il tutto dialogando con la lingua anglosassone. L’idea innovativa è stata lanciata dalla Michigan School Center di Roma e il primo incontro è avvenuto a Villa Borghese, nel Bioparco di Roma, in compagnia di un giovane docente di Londra, ma altri incontri seguiranno tra piazze, musei, ville e monumenti alla riscoperta della città eterna, pensando però da straniero in patria con la lingua degli Usa e del Regno Unito. (Michela Albanese)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »