Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Archive for 17 luglio 2014

Ricerca neurologica

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

QUATTRONE_INTRODUZIONEDalle Cefalee alla Malattia di Alzheimer, dai Disordini del Movimento alle patologie neuromuscolari, fino all’Ictus cerebrale: sono 5 le aree tematiche selezionate dalla Società Italiana di Neurologia per l’assegnazione di 5 Premi alle migliori pubblicazioni scientifiche in campo neurologico, con l’obiettivo di promuovere la ricerca italiana. A concorrere all’assegnazione degli Award Sin, i lavori scientifici pubblicati tra il 1 gennaio 2013 e il 30 giugno 2014 da giovani specialisti neurologi di età compresa tra i 30 e i 45 anni. “I neurologi italiani spiccano per una produzione scientifica di altissimo livello – ha ricordato il Prof. Aldo Quattrone, Presidente SIN – e si posizionano ai primi posti per numero di pubblicazioni sulle principali riviste scientifiche di rilievo internazionale. Attraverso l’istituzione di tali Award, la SIN conferma il suo impegno nel sostenere la ricerca e nel promuovere la formazione di ricercatori altamente qualificati. Siamo ben felici – conclude il Presidente – di riconoscere pubblicamente e gratificare il lavoro e lo sforzo dei nostri specialisti promuovendo, in questo modo, importanti traguardi scientifici nel campo delle patologie neurologiche che colpiscono, ancora, una vastissima parte della popolazione”.E i numeri oggi risultano, purtroppo, particolarmente allarmanti: in Italia circa 600.000 persone sono affette da Alzheimer mentre, tra i Disordini del Movimento, la Malattia di Parkinson con i suoi 220.000 casi l’anno si colloca al secondo posto per disturbo neurodegenerativo più diffuso. Ad avere un elevato tasso di incidenza, inoltre, l’Ictus cerebrale che fa registrare ogni anno nel nostro Paese circa 200.000 nuovi casi. Inoltre, per quel che riguarda la cefalea, la percentuale della popolazione adulta che ne presenta una qualsiasi forma è circa del 46%, mentre è del 3% la percentuale di italiani che soffre di cefalea cronica quotidiana. Il progresso della ricerca scientifica risulta di fondamentale importanza per mettere a punto terapie risolutive nel trattamento delle patologie neurologiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Change Capital Partners

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

fretteChange Capital Partners farà un significativo investimento in Frette per metterla in condizione di raggiungere appieno il suo potenziale di crescita. L’attuale proprietà di Frette, JH Partners, una società di private equity focalizzata su beni di consumo e con base a San Francisco, resterà nella compagine societaria con una quota di minoranza. Fondata nel 1860 e con sede a Monza, Frette coniuga design contemporaneo con artigianato italiano per creare tessuti di grande pregio forniti agli hotel più prestigiosi del mondo, ristoranti, case private, compagnie aeree, compagnie di navigazione e ferroviarie, come l’Orient Express. La società ha fornito biancheria di alta qualità alle famiglie aristocratiche di tutta Europa così come al Vaticano. Frette ha 15 boutique di proprietà nelle più esclusive zone di shopping in città quali Parigi, Milano, Roma, New York e Beverly Hills ed è presente in esclusivi store da Los Angeles a Londra, da Mosca a Hong Kong.Frette ha registrato nel 2013 un fatturato consolidato di circa 90 milioni di euro e vende attraverso una combinazione di punti vendita gestiti direttamente, grossisti e agli hotel attraverso il canale hospitality. Change Capital Partners è convinta che Frette offra ottime opportunità di crescita negli anni a venire e metterà la sua forte esperienza gestionale e operativa nel settore retail a disposizione della società per rafforzare la sua posizione di attore protagonista nel mercato della biancheria di lusso per il bagno e la camera da letto. Change Capital Partners stima che il valore del mercato globale della biancheria di lusso da casa superi 1,2 miliardi di euro e prevede di trarre beneficio dalla costante crescita della domanda proveniente dai mercati emergenti.Steve Petrow, Partner Change Capital Partners, ha commentato: “Siamo molto contenti di essere in grado di compiere un investimento significativo in Frette. La società ha una tradizione unica, grande esperienza e il vantaggio di coprire sia il mercato consumer sia quello alberghiero. Con il nostro solido passato di investitori nella crescita di società che rappresentano punti di riferimento nel settore del lusso e dei servizi e beni di consumo, guardiamo con grande interesse alla prospettiva di portare Frette a un livello superiore.”Andrew Warden, Chief Executive Frette, ha aggiunto: “I mercati continuano a evolvere e ci sono grandi opportunità nel futuro di Frette. Con l’esperienza, la direzione strategica e il sostegno attivo di Change Capital Partners, stiamo per entrare in una nuova fase di crescita.Steve Baus, Partner JH Partners, ha concluso: “Diamo un caloroso benvenuto a Change Capital Partners che svolgerà un ruolo fondamentale nel dare a Frette il sostegno necessario e le risorse per il suo successo futuro. Siamo molto contenti di restare nella compagine societaria di Frette che crediamo abbia un brillante futuro davanti a sé.”Questa transazione rappresenta il sesto investimento del secondo fondo di Change Capital Partners e il tredicesimo complessivamente. Quello italiano è un mercato chiave per la società e il suo team include diversi professionisti italiani del settore degli investimenti. Nel dicembre 2010 Change Capital Partners aveva acquisito una quota di maggioranza in Vesevo (ora Sebeto Group), una delle principali catene di ristoranti con oltre 120 punti vendita in Europa e negli Stati Uniti. Il marchio Rossopomodoro, assieme ad altri nomi della ristorazione, è parte di Sebeto Group.Tra i precedenti investimenti nel settore del lusso si trova Jil Sander, che era stata acquisita da Prada e successivamente ceduta a Onward Holdings. Tra gli investimenti in corso si trova Paule Ka, il marchio parigino di abbigliamento femminile di lusso distribuito in 53 paesi del mondo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggiatori cinesi tecnologici

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

turisti-cinesiL’ultimo Chinese International Travel Monitor (CITM) di Hotels.comTM, sito leader nella prenotazione di hotel online, rivela come la tecnologia sia diventata un fattore determinante nei processi decisionali dei viaggiatori cinesi, dopo un altro anno record per quanto riguarda i viaggi e la capacità di spesa.Per la prima volta, più della metà dei viaggiatori cinesi intervistati ha sostenuto di prenotare i propri soggiorni in hotel tramite web o applicazioni per mobile, con un aumento del 45% rispetto al 2013. Poco meno della metà utilizza i siti di prenotazioni di hotel online e legge le relative recensioni per organizzare il proprio itinerario, mentre un terzo controlla le informazioni veicolate tramite i social media. L’84% decide di condividere le proprie foto di viaggio ed esperienze sui canali social sia durante che dopo un viaggio all’estero. Il 59%, inoltre, sostiene che l’accesso gratuito al Wi-Fi sia uno dei servizi fondamentali offerti da un hotel.La terza edizione del CITM, che si basa su un campione di oltre 3.000 viaggiatori cinesi e 3.000 albergatori in tutto il mondo, indaga aspetti in continua evoluzione dei comportamenti di viaggio della popolazione cinese e permette di scoprire come l’industria globale del turismo stia cercando nuove soluzioni per ottenere i massimi benefici da questo nuovo mercato.Con 97 milioni di Cinesi in viaggio in tutto il mondo nel 2013, 14 milioni in più rispetto al 2012, più della metà degli albergatori intervistati sostiene di aver assistito ad un aumento di ospiti provenienti dalla Cina in rapporto allo scorso anno. Il 36%, inoltre, crede che l’afflusso di viaggiatori cinesi sarà uno dei fattori che incideranno di più sui propri affari nei prossimi 12-24 mesi.Secondo i dati diffusi dal China Internet Network Information, la Cina ha chiuso l’anno con 618 milioni di utenti attivi in rete, grazie alla maggiore penetrazione di Internet, salita del 45,8%; di questi, 500 milioni hanno effettuato l’accesso tramite mobile. Inoltre, più del 90% degli utenti ha un proprio profilo sui social media. Abhiram Chowdhry, Vice Presidente e Managing Director APAC di Hotels.com, afferma: “Ci sono diversi fattori che guidano il popolo cinese a viaggiare nel mondo. L’aumento della ricchezza della nuova classe media, che ha ora a disposizione redditi più alti, l’aumento del numero dei viaggiatori abituali, le condizioni meno rigide per il rilascio dei visti e il miglioramento delle infrastrutture locali sono tutti elementi che hanno contribuito a questa crescita. Il nostro report, inoltre, evidenzia un altro fattore: la velocità con cui la tecnologia sta modificando il panorama dei viaggi dei Cinesi oltreoceano”.E’ inoltre evidente una maggiore fiducia in se stessi da parte dei nuovi viaggiatori, soprattutto i più giovani: due terzi degli intervistati hanno sostenuto di preferire viaggiare in maniera indipendente (+5% rispetto al 2013), piuttosto che seguire gruppi organizzati. A conferma di questa tendenza, più del 60% degli albergatori ha dichiarato di aver assistito negli ultimi 2 anni ad un aumento di viaggiatori cinesi indipendenti, un chiaro segno di come viaggi di gruppo siano per essere ormai superati.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento dà il via libera all’adozione dell’euro da parte della Lituania

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

banca europeaNella risoluzione approvata mercoledì, il Parlamento si è dichiarato favorevole all’adesione della Lituania alla zona euro dal 1° gennaio 2015. Questa votazione è in linea con la raccomandazione della Commissione europea e col sostegno politico dei Capi di Stato o di governo espresso durante il Consiglio europeo di giugno.La raccomandazione del Parlamento è stata approvata con 545 voti in favore, 116 voti contrari e 34 astensioni. Con il voto odierno si “approva l’adozione dell’euro da parte della Lituania il 1° gennaio 2015″.”Questa è una buona notizia per la Lituania, gli Stati baltici e la stabilità dell’Europa. Dal 2006 è stato svolto un lavoro intenso, che ha portato a un’inflazione bassa, a un tasso di cambio stabile, a un deficit di bilancio basso e a un rapporto debito/PIL accettabile. Benvenuta nella zona euro, Lituania!”, ha dichiarato il relatore Werner Langen (PPE, DE).I deputati hanno accolto con favore il fatto che la Lituania abbia soddisfatto tutti i criteri di ammissibilità dell’euro: l’inflazione media annuale recente dello 0,6% (ben al di sotto del valore di riferimento dell’ 1,7%); un disavanzo pubblico del 2.1% del PIL nel 2013 (valore di riferimento del 3%) e un rapporto debito lordo del 39,4% del PIL (ben al di sotto del valore di riferimento del 60%). La Lituania sta per diventare il diciannovesimo membro della zona euro, dopo la Lettonia (2014), l’Estonia (2011), la Slovacchia (2009), Cipro e Malta (2008), la Slovenia (2007), la Grecia (2001), e il Belgio, la Germania, la Francia, l’Irlanda, la Spagna, l’Italia, il Lussemburgo, i Paesi Bassi, l’Austria, il Portogallo e la Finlandia (1999).
Il Parlamento europeo svolge un ruolo consultivo nel controllo dell’idoneità dei potenziali paesi della zona euro. Il via libera definitivo è atteso dal Consiglio affari generali del 23 luglio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frost & Sullivan: Cloud computing aziendale in crescita, grazie ai nuovi lavoratori mobili

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

cloudCon la maturazione delle tecnologie cloud e l’aumento della consapevolezza dei loro benefici, sempre più organizzazioni in Europa e Stati Uniti stanno implementando soluzioni cloud per ridurre i costi IT e ottimizzare le operazioni. Le aziende statunitensi sono più avanti delle controparti europee nei livelli di adozione del cloud, a causa della maggiore esposizione alla tecnologia e delle migliori condizioni macro-economiche. Similmente, le grandi aziende stanno adottando tecnologie cloud più rapidamente rispetto alle piccole e medie imprese, a causa della necessità di ottimizzare l’infrastruttura di comunicazione esistente, più grande e complessa. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Future of Cloud Computing Technologies in Enterprises in the United States and Europe”, rileva che quasi sei utenti di servizi cloud su dieci (57%) sono identificati come ‘dipendenti dal cloud’, mentre il 43% resta ‘in ritardo sul cloud’ o con un’opinione sfavorevole del cloud. Tra gli intervistati, circa il 70% degli statunitensi e il 56% degli europei che attualmente utilizzano tecnologie cloud trovano queste soluzioni altamente efficaci, indicando che l’esposizione a queste tecnologie può portare ad una maggiore adozione. “La maggior parte degli utenti dipendenti dal cloud si trova negli Stati Uniti, specialmente in ambito produttivo, nelle aziende con 20-500 dipendenti e nelle aziende con oltre 10.000 dipendenti, – afferma Karolina Olszewska, analista di Frost & Sullivan. – In futuro, tuttavia, si prevede che i decisori IT negli Stati Uniti, il settore governativo e le piccole imprese mostreranno l’aumento più significativo nell’adozione di tecnologie cloud.” Oltre la metà delle aziende intervistate in Europa e Stati Uniti ha già spostato il 50% o più delle proprie soluzioni di comunicazione aziendale sul cloud. Entro i prossimi tre anni, è probabile che quasi un quarto migrerà il 76% o più delle proprie soluzioni di comunicazione al cloud. In entrambe le regioni, i server email e le app collaborative sono in cima alla lista delle soluzioni di comunicazione aziendale trasferite al cloud. Tuttavia, solo il 27% degli utenti di servizi cloud ha spostato i propri sistemi di telefonia al cloud. Tra le soluzioni che devono ancora fare questo passaggio, le app collaborative offrono il potenziale di crescita maggiore.“Si prevede che la quota di lavoratori remoti e mobili aumenterà nel corso dei prossimi tre anni e cambierà i requisiti tecnologici aziendali, – conclude Olszewska. – L’impatto dei costi necessari a supportare queste nuove esigenze di business sarà avvertito più intensamente dai decisori IT negli Stati Uniti rispetto a quelli in Europa.” Lo studio “Future of Cloud Computing Technologies in Enterprises in the United States and Europe” è un servizio di Customer Research e fa parte del programma Conferencing & Collaboration Growth Partnership Service. L’analisi, un’indagine via web condotta su 1028 decisori IT impiegati in aziende negli Stati Uniti e in tutta Europa, misura l’attuale utilizzo e i futuri scenari dell’IT, in particolare delle tecnologie di cloud computing.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Most Toxic Superheros 2014: i supereroi più pericolosi secondo McAfee

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

supereroiCosa sta volando nel cielo? È un aeroplano?! È Superman! Sì, questo supereroe può essere il simbolo di coraggio, giustizia e forza ma anche la più grossa minaccia online.Siamo entrati in una nuova era di supereroi. Non sono più semplici immagini in un libro di fumetti. Sono accessibili da computer, console di gioco e dispositive portatili. Supereroi come Capitan America, Thor e l’Uomo Ragno sono star del cinema. Freccia Verde e Flash hanno il loro programma televisivo. Video come Batkid e il padre di Spiderman sono diventati virali su YouTube (e di conseguenza, hanno sciolto i nostri cuori).Si tratta di ottime notizie per gli editori di fumetti come Marvel e DC Comics. Purtroppo, è una notizia positiva anche per hacker e truffatori. I criminali informatici sanno che i motori di ricerca (come Google, Yahoo! e Bing) possono essere utilizzati a fini criminali, perciò utilizzano termini di ricerca popolari per attirare le vittime su siti di pettegolezzi sulle celebrità, vacanze, successi virali e… indovina… supereroi.
McAfee ha appena pubblicato uno studio sui Supereroi più dannosi che analizza quali ricerche relativi a questi personaggi portano sui siti web più pericolosi utilizzando i punteggi di McAfee® SiteAdvisor®. E l’uomo d’acciaio si classificato al primo posto. Lo studio ha stabilito che la ricerca di “Superman”, “Superman e free torrent download” “Superman e watch,” “Superman e free app,” e “Superman e online,” ha una possibilità del 16,5% di portare l’utente si un sito web risultato positivo alle minacce online come spyware, adware, spam, phishing, virus e altro malware.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I deputati approvano le nomine di 4 commissari

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 luglio 2014

parlamento europeoBruxelles Mercoledì sono state approvate dal Parlamento europeo le candidature dei quattro commissari europei designati per sostituire coloro che sono stati eletti deputati. I quattro ricopriranno la carica fino al termine del mandato della Commissione attuale, che scade il 31 ottobre 2014. Lunedì, i quattro candidati sono stati sottoposti ad audizioni dinanzi alle commissioni.La plenaria ha votato a favore della nomina dei quattro candidati come commissari europei con 421 voti a favore, 170 contrari e 32 astenuti. Conformemente alle norme del Parlamento europeo, lunedì scorso, i commissari designati sono stari ascoltati nelle commissioni parlamentari delle proprie aree di competenza per un’audizione pubblica (per ulteriori dettagli, consultare il comunicato stampa al link in basso).Candidati e portafogli proposti
Jyrki Katainen (Finlandia) per gli affari economici e monetari e l’euro, sostituisce Olli Rehn.
Ferdinando Nelli Feroci (Italia) per l’industria e l’imprenditoria, sostituisce Antonio Tajani.
Martine Reicherts (Lussemburgo) per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, sostituisce Viviane Reding.
Jacek Dominik (Polonia) per programmazione finanziaria e di bilancio, sostituisce Janusz Lewandowski.
Il via libera definitivo del Consiglio per far sì che i candidati inizino il loro mandato è atteso a breve. Tutti i documenti riguardanti le audizioni saranno pubblicati sulle rispettive pagine web delle commissioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »