Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for settembre 2014

Psichiatria forense

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

nottingham universitiìySarà all’Università di Nottingham, in Inghilterra, dal 2 al 4 ottobre prossimi, il dottor Franco Scarpa, psichiatra e direttore dell’unità operativa salute in carcere dell’Asl 11, per partecipare alla conferenza sui modelli di cura per i pazienti in psichiatria forense. Il dottor Scarpa illustrerà lo stato attuale della riforma degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari con la relazione “Psichiatria forense senza mura”. Insieme a lui, vari rappresentanti di altri Paesi presenteranno i propri sistemi psichiatrico forensi, le prospettive di miglioramento e di sviluppo.
La conferenza si inserisce nell’ambito del progetto europeo COST IS1302, di cui Franco Scarpa fa parte quale rappresentante per l’Italia, su incarico del dottor Giuliano Casu direttore del Dipartimento salute mentale dell’Asl 11, insieme alla dottoressa Ilaria Lega dell’Istituto Superiore di Sanità.
COST è un’organizzazione internazionale che supporta la cooperazione fra gli scienziati ed i ricercatori europei ed i cui progetti sono finanziati dall’Unione Europea. Nella fattispecie, il progetto IS1302, cui aderiscono ben 17 Paesi europei, mira a costituire una rete di sistemi di cura psichiatrico forensi europei allo scopo di condividere la conoscenza sui principali modelli di intervento, sulle problematiche connesse al trattamento dei pazienti psichiatrici autori di reato ed individuare di conseguenza azioni efficaci per implementare soluzioni più adeguate, anche allo scopo di evitare lunghi ricoveri o permanenze in strutture istituzionali. Specificatamente il dottor Scarpa si occupa del gruppo di lavoro che sta elaborando le buone prassi in tema di trattamento dei pazienti psichiatrici autori di reato, sulle migliori esperienze attivate in campo europeo e i principali progetti di ricerca in corso. Ulteriore incarico è il coinvolgimento dei pazienti e delle loro rappresentanze (Associazioni di utenti o di familiari) per acquisirne la partecipazione ed il coinvolgimento, essenziale alla buona riuscita dei progetti terapeutici e degli interventi per la ri-acquisizione dei diritti personali.
“La partecipazione al progetto COST – afferma il dottor Scarpa – sarà di indubbia utilità nel processo di cambiamento che sta lentamente portando al definitivo superamento degli OPG ed al riconoscimento del lavoro finora svolto dall’Asl 11 nel processo di ri-attribuzione al Servizio Sanitario Regionale della competenza sul trattamento dei pazienti psichiatrici autori di reato e sottoposti a misure di sicurezza, come il Codice Penale prevede nel nostro Paese”.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artrosi al ginocchio

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

????????????????????????????????????????Domenica 12 ottobre a Villa Borghese, nel cuore verde di Roma, la Terrazza del Pincio sarà il punto informativo e di ritrovo per la partenza della Camminata. Il Galoppatoio, il Museo Canonica, ma anche il Museo di Villa Borghese e l’Uccelliera saranno poi le tappe di questa passeggiata simbolica di 6.000 passi, circa 4 km, che ha l’obiettivo di promuovere la salute di un’articolazione così importante quale è il ginocchio, attraverso uno stile di vita sano e attivo. La camminata, aperta non solo ai pazienti che soffrono di artrosi del ginocchio ma a tutta la cittadinanza, è ispirata ai risultati di un recente studio internazionale, che si focalizza sul tema del movimento e incoraggia a camminare un’ora al giorno (cioè l’equivalente di 6.000 passi) per evitare problemi e limitazioni del movimento. A tutti i partecipanti saranno distribuiti t-shirt con il logo della manifestazione #Passidisalute e, soprattutto, contapassi per monitorare il numero di passi effettuati durante la passeggiata e calcolare la distanza percorsa!
L’artrosi del ginocchio (osteoartrosi) è la patologia più comune del ginocchio dopo i 60 anni e interessa soprattutto il sesso femminile. In Italia, colpisce il 26% delle donne, dalla menopausa in poi, e il 12% degli uomini sopra i 65 anni[2]. A causa dell’invecchiamento della popolazione e della crescente epidemia di obesità, a livello mondiale, si prevede che il numero di persone che soffrono di questa malattia sia destinato ad aumentare fino a raggiungere il 40% nel 2025[3]. L’osteoartrosi (OA) è una malattia reumatica cronica causata da una degenerazione irreversibile dell’articolazione del ginocchio, che inizia a manifestarsi con il dolore dell’articolazione o della muscolatura circostante, ma anche con sensazioni di scricchiolio, di rigidità o di debolezza avvertite all’altezza del ginocchio. Tra i suoi principali fattori di rischio, si distingue tra quelli meccanici, che agiscono cioè sul carico sopportato dall’articolazione, come obesità, malformazioni, traumi e microtraumi, lussazioni e fratture, e quelli inerenti la cartilagine, tra cui infiammazione, predisposizione genetica, disordini metabolici e invecchiamento. Anche la mancanza di esercizio fisico e uno stile di vita sedentario possono favorire l’insorgere della malattia. Se non trattata, l’artrosi del ginocchio può comportare una ridotta capacità di movimento, limitando la normale vita di relazione e la qualità di vita.
Per la diagnosi sono fondamentali la radiografia, per individuare l’usura delle cartilagini, oltre ad una visita specialistica, dal reumatologo, dall’ortopedico o dal fisiatra, per capire se ci sono deformità nell’articolazione e indagare il tipo di dolore.Alla diagnosi deve essere necessariamente seguire un trattamento adeguato e tempestivo. Oggi tutti i trattamenti disponibili per l’OA del ginocchio sono utili per ridurre l’entità dei sintomi, prevenendo l’ulteriore degenerazione della cartilagine, riducendo il dolore e migliorando la qualità di vita di chi è affetto da questa patologia. I trattamenti si dividono in tre categorie: non farmacologici (es. dieta, ginocchiere e plantari), farmacologici (antidolorifici e antinfiammatori, infiltrazioni intra-articolari di steroidi o acido ialuronico ) e chirurgici (protesi e irrigazioni)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Londra e l’Eye Care: SIFI al meeting annuale ESCRS 2014

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

londonLondra. Il XXXII congresso ESCRS è stato ospitato quest’anno a Londra, una location particolarmente accattivante per tutti i partecipanti, oculisti e aziende dell’Eye care. Infatti con circa 7.000 delegati e 1.600 presentazioni questo evento ha costituito un’occasione di aggiornamento, incontro, e confronto davvero imperdibile per gli oculisti di tutte le generazioni, dallo specializzando al direttore di clinica. Da segnalare che l’attuale Presidente dell’ESCRS è il Dott. Roberto Bellucci , un oculista ben conosciuto in ambito internazionale
SIFI Group ha accolto i suoi ospiti all’ESCRS in uno stand che presentava congiuntamente le due aree di business, farmaceutica e chirurgica, ed ha inoltre promosso una serie di attività formative in perfetta sintonia con lo spirito del meeting, riassunto dal claim “Come to learn”.
Commenta il dott. Scipione Rossi “È davvero un motivo di orgoglio per noi oculisti italiani vedere un’azienda come SIFI così armonicamente inserita in un contesto di respiro internazionale. Colpisce in particolare la grande attenzione ai bisogni di aggiornamento e formazione dei professionisti dell’Eye care verso cui sono proiettate molte delle iniziative promosse da questa Eye care company”.
In particolare SIFI Group ha organizzato un evento per la formazione dei medici chirurghi su importanti novità in materia di terapia farmacologica e chirurgica. Sul fronte della gestione del paziente chirurgico sono stati, infatti, presentati due prodotti innovativi: Netildex Gel Oftalmico e Mini Well, la prima IOL multifocale progressiva in grado di offrire elevate performance visive rispetto alle comuni IOL diffrattive.
“A proposito di terapia medica”, spiega Giampiero Alessi, Direttore Market Access di SIFI “l’ESCRS costituisce il primo palcoscenico internazionale in cui viene presentato Netildex Gel Oftalmico, la nuova formulazione in gel con cui SIFI completa l’offerta NetilDex, mettendo a disposizione degli Oculisti e dei pazienti una linea completa, in grado di offrire una soluzione terapeutica in tutti i casi in cui è necessario l’uso di un’associazione fissa antibiotico-antinfiammatorio”.
Aggiunge Anna Scuderi, Responsabile Marketing e Vendite di SIFI Medtech,“Mini Well è il primo cristallino artificiale in grado di cambiare la qualità della vista e della vita, due termini accomunati non solo dalle lettere che li compongono, ma anche da un legame reale: infatti la vista è una funzione essenziale per la vita. Mini Well è la prima lente intraoculare progettata sfruttando il Wavefront, una tecnologia innovativa che consente di mettere a fuoco gli oggetti posti a qualunque distanza, dai più vicini (resi sfocati dalla presbiopia) a quelli lontani, con una visione progressiva che non penalizza la qualità delle immagini in ogni circostanza o momento del vivere quotidiano”.
Dall’osservatorio privilegiato del più importante congresso europeo, Fabrizio Chines, Presidente esecutivo SIFI SpA sottolinea che “La proiezione internazionale di SIFI, presente ormai in diversi Paesi e in continua espansione, rappresenta uno dei fondamentali fattori di crescita dell’intero Gruppo SIFI, al pari della capacità d’innovazione e della costante attenzione alla qualità dei propri prodotti”.
Proiettati in un comune impegno nel promuovere la “qualità” della visione i medici oculisti e lo staff SIFI si sono dati appuntamento a Barcellona, al meeting annuale ESCRS 2015.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sabrina Duranti: FEMS Young Scientist Grant

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

Duomo_e_Battistero_di_ParmaLa dott.ssa Sabrina Duranti, il dott. Christian Milani e il dott. Gabriele Andrea Lugli, dottorandi di ricerca in Biotecnologie del Laboratorio di Probiogenomica dell’Università di Parma (Dipartimento di Bioscienze), hanno ricevuto una FEMS Young Scientist Grant per presentare il loro lavoro di dottorato al congresso Lactic Acid Bacteria Symposium (LAB11), che si è tenuto in Olanda all’inizio di settembre.
Tre delle 17 fellowships consegnate in occasione del congresso a giovani microbiologi sono state attribuite ai dottorandi del Laboratorio di Probiogenomica.
Il lavoro di dottorato della dott.ssa Sabrina Duranti è anche stato selezionato per una flash presentation dal titolo “The pan-genome of Bifidobacterium bifidum taxon”. Il Lactic Acid Bacteria Symposium è un evento internazionale che viene organizzato ogni tre anni e che coinvolge tutti i gruppi più importanti che lavorano nel settore della microbiologia dei batteri lattici e dei bifidobatteri nel mondo. Il fatto che tutti e tre i dottorandi del Laboratorio di Probiogenomica che hanno partecipato al LAB11 siano stati insigniti di questo premio, testimonia l’attenzione della comunità scientifica internazionale per il lavoro condotto presso il Laboratorio dell’Ateneo nell’ambito della genomica dei bifidobatteri e del loro ruolo nell’intestino umano. I dottorandi sono stati premiati per i seguenti lavori, tutti recentemente pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Applied and Environmental Microbiology: Genome encyclopedia of type strains of the genus Bifidobacterium (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25085493);
Comparative genomics investigate the evolutionary development of the genus Bifidobacterium (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25107967);
Genomic Characterization and Transcriptional Studies of the Starch-Utilizing Strain Bifidobacterium adolescentis 22L (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25063659).
I progetti sono stati coordinati dal prof. Marco Ventura, responsabile del Laboratorio di Probiogenomica del Dipartimento di Bioscienze dell’Ateneo, nell’ambito di un progetto di ricerca internazionale denominato Genome Encyclopedia of Bifidobacteria volto al sequenziamento dei genomi di un rappresentante per ogni specie del genere Bifidobacterium. L’obiettivo di questo progetto è stato di esplorare le basi genetiche responsabili dell’adattamento di questi microrganismi all’intestino dei mammiferi. Certamente questo studio rappresenta un primo importante passo nella comprensione delle basi molecolari responsabili dell’interazione microrganismi-ospite e dei derivanti effetti positivi o negativi sulla salute dell’ospite.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Every One di Save the Children

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

Immagine 009Giovedì 9 ottobre alle ore 10.00 a Piazza del Popolo a Roma riparte, per il quinto anno, la Campagna Every One di Save the Children, l’Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini e a promuovere i loro diritti in tutto il mondo, per fermare la mortalità infantile, cioè la morte ogni anno di oltre 6 milioni di bambini con meno di 5 anni, per malattie prevenibili e curabili come malaria, diarrea, polmonite, complicazioni neonatali.
La campagna si articolerà in oltre 1 mese di sensibilizzazione e raccolta fondi e avrà tra i suoi punti di forza il Villaggio Every One: dal 9 al 19 ottobre la grande struttura di 170 metri quadri di legno e materiali di riciclo sarà a Roma in Piazza del Popolo (ingresso gratuito, tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00). I visitatori grandi e piccoli potranno fare l’esperienza unica di diventare operatori Save the Children per un giorno e sperimentare le semplici soluzioni per salvare la vita di milioni di bambini.
Il Villaggio farà quindi tappa a Bari (24 settembre-2 novembre) e Milano (11-16 novembre). All’inaugurazione del Villaggio Every One e al via della Campagna interverranno, tra gli altri, rappresentanti del governo, delle istituzioni locali, di Save the Children, testimonial e aziende partner dell’Organizzazione. Sarà inoltre diffuso il nuovo rapporto “Nati per morire. Indice di rischio mortalità mamma-bambino” che si concentra sulla mortalità infantile in conseguenza delle condizione di salute e vita delle madri, stilando una classifica dei paesi con i maggiori “fattori di rischio” tra le madri e i più elevati tassi di mortalità infantile.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione, in Molise è una parola vuota?

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

DSCN0381In questi giorni Roma è una grande vetrina dell’innovazione. L’attenzione nazionale, ma anche internazionale, è rivolta all’Innovation Week, accompagnata dalla Maker Faire Rome (#MFR14), la più grande fiera europea dedicata agli inventori, ai creativi e agli artigiani digitali, conosciuti anche come “makers”. Al Parco della Musica sfilano fino a domenica i protagonisti della rivoluzione digitale, con stampanti 3D, robot, plotter, droni, Bitcoin e start up innovative. Insomma, è possibile imbattersi nel futuro.
Alcuni dei protagonisti di questa manifestazione, giunta alla seconda edizione dopo il clamoroso successo dello scorso anno (oltre 35mila presente in un weekend), hanno partecipato a novembre scorso a “Molise, un’altra storia”, la kermesse promossa a Roma-Garbatella dall’associazione “Forche Caudine”, in collaborazione con il Formez, e che – nonostante il successo per i temi davvero innovativi toccati – è rimasta un’illustre “incompresa” in Regione.
I promotori dell’evento molisano in Garbatella, con il coinvolgimento degli organismi più innovativi che operano nella Capitale (coworking, Fablab, start up), hanno diffuso, tra l’altro, un semplice ma basilare concetto: l’artigianato molisano rischia definitivamente di morire se non s’inserisce in canali globali. Collocandosi qui, ha tutti i numeri per assurgere a nuova vita. Accostare gli artigiani tradizionali (ramai, coltellinai, costruttori di zampogne, scalpellini, ecc.) con quelli digitali equivale a rilanciare la manualità associandola con le nuove tecnologie.
A confermare questa esigenza, hanno tenuto interessanti conferenze nella kermesse della Garbatella alcuni tra i massimi esperti del settore, come Simone Cicero, co-chair presso Open Hardware Summit 2014, o Alessandro Ranellucci, a cui il Corriere della Sera ha dedicato un video per la sua realizzazione di un software che muove buona parte delle stampanti 3D nel mondo.
Quanto sta succedendo a Roma – e più in generale quanto sta succedendo nel mondo, in un periodo di crisi e di trasformazione repentina – dovrebbe far riflettere anche in Molise. Soprattutto gli amministratori. Ma la loro reiterata latitanza verso questi temi dovrebbe amaramente far riflettere. (Valerio Mancini – Roma)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The “Frequenze Visive”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

frequenze visiveVenise Saturday 4 October 2014 Bistrot de Venise Calle dei Fabbri – San Marco The “Frequenze Visive” cultural association was founded at Vignovo, in 2004. Today it has around 50 members. “Street photography” and travel reportage are the common threads running through the group’s activities, but no genre of photography is excluded, in their own work or in the regular, high-quality courses and workshops in photographic techniques and IT.
Despite the fact that the group was founded relatively recently, with the “digital age” in full swing, the attention given to analogue and traditional photography is striking, with various activities taking place in a fully operational camera obscura. They have staged a number of different group exhibitions in the past, as well as various initiatives aimed at increasing awareness and appreciation of photography. These have frequently involved the collaboration of public, cultural and charitable bodies. This exhibition at the “Bistrot de Venise” features themed pieces from a number of the association’s members, helping us to get to know this group of local photography enthusiasts even better. Curated by Andrea Zaccarelli On display until 11 October 2014

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Blue Day” conference

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

Augusta_SR_PanoramaAugusta, Italy on 30 October 2014 “Blue Day” conference. The conference will take place at Aircraft Carrier Cavour (Berth Cavour 4 and 5) Commercial Port of Augusta Contrada Punta Cugno, Building Ed1.The official working language of the event will be Italian, French and English.
Outline of the Programme 09:00-09:30 Registration 09:30-11:00 Opening session Europe is facing the double challenge of creating more growth and jobs than in the past, while making sure that economic growth is consistent with a good state of the environment and with the sustainable use of the planet resources. “Blue Growth” is a concept that integrates growth and ecosystems in one coherent policy vision. Healthy, well-managed oceans can be a source of food, jobs and prosperity; at the same time they must continue to provide the essential protection without which nine billion human beings cannot survive. Seas and oceans have an enormous, untapped potential for creating wealth in a vast number of fields. A number of new and innovative maritime sectors, such as offshore energy, green shipping, or blue biotech, as well as more traditional sectors, such as, maritime transport and fisheries, can be a major source of growth and jobs. If well managed, they can preserve and actually improve the state of the environment. The conceptual framework to support this vision is already there – in the Blue Growth agenda and the new Common Fisheries Policy.
– Moderator: Mr Roberto Napoletano, Director “Il Sole 24 Ore”
– Welcome address by Adm. Giuseppe De Giorgi, Chief of Staff, Italian Navy.
– Introductory remarks. Mr. Maurizio Martina, Minister for Agriculture, Republic of Italy
– Ms. Maria Damanaki, Commissioner for Maritime Affairs and Fisheries, European Commission
– Ministers from Mediterranean countries (TBC)
11:30-13:00 Sustainable fisheries for food security Two important steps towards common fisheries management have been achieved in 2014:
– the new EU Common Fisheries Policy which provides for multi-annual management plans on a regional basis;
– the endorsement of a new GFCM Agreement, which promotes multi-annual management plans as a main tool to achieve long-term sustainability of stocks and a better compliance with GFCM applicable rules This is a new approach which will require concrete initiatives to be developed in the near future, with the active involvement of stakeholders. This session would discuss the new regulatory framework and the prospects and conditions for developing such initiatives.
14:30-16:30 What Blue Growth paths for the MED? Re-thinking MED sea basin cooperation from a maritime perspective.
“Blue economy” provides enormous potential for smart, sustainable and inclusive economic and employment growth. Nevertheless, the diversity of economic, social, environmental, geographic, climatic and institutional characteristics of the Mediterranean countries demands a tailor-made approach to develop a new Mediterranean Blue Growth path.This session will focus on gaps and needs that require joint or coordinated actions from the different shores of the Mediterranean to be effectively addressed, in sector such as maritime transport, ports, energy efficiency (emissions control, development of new fuels and engines), marine renewable energy, maritime clusters, skill development and vocational training. Panellists will debate on what mechanisms and tools could be put in place. 16:30-17:00 Closing remarks.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Journee de la memoire et des migrants

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

fuga migranti1Marsiglia venerdì 3 ottobre 2014 alle ore 18.00 nella sede dell’Istituto Italiano di cultura (6, rue Fernand Pauriol), sarà reso omaggio alle 368 vittime del naufragio di Lampedusa allestendo, un percorso della memoria. Il progetto, che vuole sottolineare la drammaticità dei tragici eventi, quasi quotidiani, ma anche la dimensione umana dello spirito dell’accoglienza e la sensibilità per le culture dei migranti, si suddivide in tre esposizioni:
La memoria del Mare – Oggetti migranti nel Mediterraneo, a cura di Anna Chiara Cimoli, è uno sguardo alla Tunisia attraverso le foto di Mattia Insolera e Alessandro Brasile che hanno immortalato la casa-museo del tunisino Mohsen Lihidheb. L’artista ha in pochi anni realizzato un vero e proprio luogo di memoria delle migrazioni umane creando, come ha fatto Luigi Camarilla, sculture con gli oggetti portati a riva dai flutti e abbandonati sulla spiaggia.
Lipadusa di Calogero Cammalleri. La fondazione Benetton ha chiesto a Calogero Cammalleri di rendere omaggio a Lampedusa, la porta d’Europa. E’ nata cosi’ Lipadusa-storie di vita e di mare, una serie di fotografie che illustrano la vita quotidiana degli abitanti di Lampedusa. Non solo migranti, quindi, ma anche pescatori, bambini, animali, che diventano il soggetto principale di una mostra che vuole mettere l’accento sulla vita quotidiana che continua nonostante i tragici fatti di cui tutti siamo a conoscenza. In questa occasione sarà inoltre proiettato il film – documentario Lipadusa, ritorno in Sicilia, che illustra l’attività e le opere dell’artista. Alcune pagine dell’Odissea di Omero, lette dall’attore e regista Orlando Furioso, accompagneranno il visitatore durante l’inaugurazione. Con queste letture, l’artista vuole fare una similitudine tra il viaggio di Ulisse e quello ugualmente pieno di pericoli ed incognite dei migranti, anche se costoro, a differenza dell’eroe omerico, non ritornano all’Itaca natale ma, al contrario, approdano in terra straniera per cominciare una nuova vita spesso più difficile e irta di ostacoli del viaggio intrapreso. Nell’introduzione al catalogo, la direttrice dell’Istituto, Roberta Alberotanza, ricorda che nel Fedone, Socrate scrisse Viviamo intorno a questo nostro mare come formiche, o come rane intorno ad uno stagno, per riferirsi al Mar Mediterraneo e alle civiltà che fin dai tempi più antichi vi sono fiorite attorno. Parole che trova capaci a caratterizzare il Mediterraneo come Mare Nostrum inteso come culla della nostra civiltà, ma anche come mare degli altri, vero crocevia di popoli, culture e lingue diverse.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Margherita Hack

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

margherita hackFulvio Mamone Capria, presidente della Lipu-Birdlife Italia, ha ricevuto ieri a Venezia, nello storico palazzo Falier, il Premio Margherita Hack per la categoria “impegno animalista”. Il premio, istituito di recente e ideato dal manager Salvo Nugnes in ricordo della straordinaria amica scienziata e astrofisica, che ha lasciato un segno indelebile nella storia italiana, è diviso in più categorie ed è stato assegnato a chi si è particolarmente distinto nel campo della scienza, dei diritti civili, della cultura, del sociale, dell’impegno animalista e dell’arte.
L’iniziativa, patrocinata dall’Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), vanta un comitato di esperti e intellettuali italiani, presieduto dal sociologo Francesco Alberoni, e composto da personalità autorevoli come il fisico e divulgatore Antonino Zichichi, il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, il direttore del quotidiano La Repubblica Ezio Mauro e il fondatore della Comunità Exodus Don Antonio Mazzi. Per la categoria “Impegno animalista” Don Antonio Mazzi ha voluto premiare Fulvio Mamone Capria (Presidente della Lipu) “per il costante impegno nella tutela e difesa degli animali”. Un modo per sottolineare l’attenzione e l’amore che Margherita Hack – convinta vegetariana – aveva anche per gli animali.«Sono particolarmente onorato di ricevere questo riconoscimento – ha commentato il presidente Lipu – che simbolicamente condividerò con tutti gli attivisti dell’associazione che da 50 anni difendono la natura in Italia.«È un premio che va all’associazione per le centinaia di migliaia di animali salvati in questi anni, per le oasi e riserve gestite con attenzione alla biodiversità, per le migliaia di famiglie e di bambini coinvolti nei programmi di cultura ambientale e di formazione, per le ore trascorse a vigilare sulla fauna selvatica da parte delle guardie venatorie, per le migliaia di trappole rimosse durante i campi antibracconaggio, per le politiche di sostenibilità ambientale che cerchiamo di far conoscere alla politica e a chi governa il Paese. E’ un riconoscimento per andare avanti – conclude Mamone Capria – essere fiduciosi che la propria azione sia di conforto a una natura e ai suoi animali troppo spesso offesa, maltrattata, violata».
Nella Categoria “Cultura” Francesco Alberoni (Presidente di giuria) ha premiato Alessandro Bertante (scrittore), con la motivazione “Per il suo impegno nella comprensione di una società multietnica e multilingue”. Nella categoria “Arte”, Vittorio Sgarbi ha premiato Filippo Dobrilla (scultore) con la motivazione “Per l’innato estro e talento creativo”. Per quanto riguarda la categoria “Scienze”, Antonino Zichichi ha premiato Augusto Sagnotti (professore e scienziato) con la motivazione: “Per il contributo alla divulgazione scientifica”. Infine, per la categoria “Sociale”, Ezio Mauro ha premiato Barbara De Rossi (attrice e conduttrice televisiva). Motivazione: “Per la fervida battaglia contro la violenza sulle donne” (Premio Margherita Hack)

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

carcinoma polmonareCarcinoma polmonare a cellule squamose avanzato: uno studio di Fase III di confronto diretto dimostra una sopravvivenza libera da progressione dalla malattia superiore per afatinib rispetto a erlotinib
Lo studio LUX-Lung 8 ha raggiunto l’endpoint primario di miglioramento della sopravvivenza libera da progressione dalla malattia con afatinib rispetto a erlotinib dopo il fallimento della chemioterapia di prima linea a base di platino, riducendo il rischio di progressione della malattia del 18%1
La percentuale complessiva di eventi avversi gravi (> grado 3) è stata comparabile per i due farmaci 1
Circa il 30% di tutti i carcinomi polmonari non a piccole cellule sono a cellule squamose2,3 e solo il 15% dei pazienti ha una sopravvivenza pari o superiore a cinque anni4. Per questi pazienti, al momento, le opzioni terapeutiche disponibili sono limitate. Ingelheim, Germania, I risultati di Fase III dello studio LUX-Lung 8 di Boehringer Ingelheim, il primo a valutare l’efficacia di due diverse target therapy in un confronto diretto in pazienti con carcinoma polmonare avanzato a cellule squamose (SCC), indicano che la sopravvivenza libera da progressione della malattia (PFS – ovvero tempo che intercorre prima del peggioramento del tumore) è superiore con afatinib rispetto a erlotinib.1 Afatinib, un bloccante irreversibile della famiglia ErbB, ha mostrato miglioramenti significativi relativamente a diversi parametri d’efficacia, in particolare per l’endpoint primario di sopravvivenza libera da progressione della malattia, rispetto a erlotinib, dopo il fallimento della chemioterapia di prima linea.1 Il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) è il tumore polmonare più diffuso, e circa il 30% dei tumori NSCLC sono carcinomi a cellule squamose.2,3 I risultati dello studio (abstract #12220) vengono presentati in occasione del Congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) 2014 in corso a Madrid
LUX-Lung 8 ha dimostrato che afatinib riduce il rischio di progressione della malattia del 18% rispetto a erlotinib e ritarda la crescita del tumore (di 2,4 mesi contro 1,9 mesi – PFS secondo revisione indipendente).1 Inoltre, afatinib ha dimostrato di apportare miglioramenti anche rispetto agli endpoint secondari: stabilizzazione della malattia (Disease Control Rate o DCR – ovvero la percentuale di pazienti con risposta completa, risposta parziale o tumore stabile 46% verso37%). La risposta obiettiva (Objective Response Rate o ORR – ovvero la percentuale dei pazienti con risposta completa o parziale) era numericamente più alta con afatinib rispetto a erlotinib1. Si è evidenziato, inoltre, un ritardo nel peggioramento dei sintomi del tumore polmonare e un miglioramento della qualità della vita e dello stato di salute globale. La percentuale di pazienti che hanno riferito miglioramento della tosse, dello stato di salute globale/qualità della vita è stata significativamente maggiore con afatinib rispetto a erlotinib.1 I risultati di sopravvivenza complessiva (OS), principale endpoint secondario,non sono ancora maturi e pertanto verranno valutati in una fase successiva del trial e riferiti in occasione di un futuro congresso medico. Glen D. Goss, co-lead investigator, M.D., Direttore della Clinical and Translational Research, The Ottawa Hospital Cancer Center, University of Ottawa Canada, ha così commentato: “I risultati di LUX-Lung 8 dimostrano un beneficio in termini di sopravvivenza libera da progressione della malattia con afatinib rispetto a erlotinib nel carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato, un tumore con una prognosi infausta, per il quale le opzioni terapeutiche sono attualmente limitate.” Il Professor Jean Charles Soria, co-lead investigator, Head Drug Development Department, Gustave Roussy Cancer Centre, Paris, France, ha sottolineato “Inoltre, la terapia con afatinib ha avuto un impatto positivo sullo stato di salute generale e sulla qualità di vita dei pazienti, aspetti importanti per i medici che trattano pazienti con questa tipologia di carcinoma polmonare. Attendiamo con interesse i risultati di sopravvivenza globale”. La percentuale complessiva di eventi avversi severi (di grado 3 o superiore) e seri è stata comparabile per le due terapie. L’incidenza di eventi avversi severi (di grado 3 o superiore) è stata 50,2% nei pazienti trattati con afatinib rispetto a 49,1% con erlotinib. Si è osservata una maggiore incidenza di diarrea (9% verso 2%) e stomatite (3% verso 0%) di grado 3 o superiore nei pazienti trattati con afatinib rispetto a erlotinib, e di rash/acne di grado 3 o superiore con erlotinib rispetto ad afatinib (9% verso 6%).1 Vedere abstract #12220 per tutti i dettagli.Il meccanismo d’azione di afatinib differisce da quella di altri inibitori della tirosin-chinasi di EGFR come erlotinib, che hanno EGFR (ErbB1) come unico bersaglio, in quanto determina un blocco sostenuto, selettivo e completo di tutta la famiglia ErbB. Il meccanismo d’azione innovativo di afatinib può portare un beneficio terapeutico distinto. Il Professor Gerd Stehle, Vice President Area Terapeutica Oncologia di Boehringer Ingelheim, ha così commentato: “Questi dati si aggiungono alle numerose evidenze cliniche di efficacia e sicurezza di afatinib in diversi tipi di tumore polmonare. Hanno dimostrato per la prima volta la superiorità di afatinib rispetto a un’altra target therapy nel trattamento del carcinoma polmonare avanzato a cellule squamose. Sono una tappa importante nel progresso terapeutico per i pazienti affetti da questo tumore”.LUX-Lung 8 è lo studio prospettico più ampio a confrontare due target therapy di EGFR in pazienti con carcinoma avanzato a cellule squamose. E’ inoltre in corso un ulteriore studio di confronto diretto, tra afatinib e gefitinib, il LUX-Lung 7, come terapia di prima linea in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule con mutazioni di EGFR.Afatinib: indicazioni per cui è approvato e indicazioni per cui è in fase di studio
Afatinib è un farmaco approvato come terapia il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) con mutazioni dei recettori del fattore di crescita epidermico (EGFR). Afatinib è approvato con questa indicazione in diversi paesi tra cui Unione Europea, Giappone, Taiwan, Canada e Stati Uniti. In altri Paesi è in fase di valutazione da parte delle autorità regolatorie. Afatinib non è approvato in altre indicazioni.
L’approvazione di afatinib come terapia del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), positivo per mutazioni EGFR, è basata sui risultati di sopravvivenza libera da progressione della malattia (endpoint primario), ottenuti nel programma di studi clinici LUX-Lung, in cui afatinib ha ritardato in maniera significativa l’avanzamento del tumore rispetto alla chemioterapia standard. Inoltre, i dati degli studi LUX-Lung 3 e 6 hanno dimostrato che afatinib è la prima terapia a mostrare un beneficio in termini di sopravvivenza complessiva dei pazienti con NSCLC con mutazioni EGFR, rispetto alla chemioterapia. Un beneficio significativo in termini di sopravvivenza complessiva è stato dimostrato separatamente, in entrambi gli studi, in pazienti con la mutazione EGFR più comune (delezione dell’esone 19 o Del19), rispetto a chemioterapia.Sono in corso studi di Fase III su afatinib nel carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (HNSCC) e trial in altri tipi di tumore. I risultati dello studio LUX-Head & Neck 1 saranno presentati in occasione dell’ ESMO. (foto fonte Wikipedia)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato.

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

tumoreUno studio di Fase III di confronto diretto dimostra una sopravvivenza libera da progressione dalla malattia superiore per afatinib rispetto a erlotinib
Lo studio LUX-Lung 8 ha raggiunto l’endpoint primario di miglioramento della sopravvivenza libera da progressione dalla malattia con afatinib rispetto a erlotinib dopo il fallimento della chemioterapia di prima linea a base di platino, riducendo il rischio di progressione della malattia del 18%1
La percentuale complessiva di eventi avversi gravi (> grado 3) è stata comparabile per i due farmaci 1
Circa il 30% di tutti i carcinomi polmonari non a piccole cellule sono a cellule squamose2,3 e solo il 15% dei pazienti ha una sopravvivenza pari o superiore a cinque anni4. Per questi pazienti, al momento, le opzioni terapeutiche disponibili sono limitate. I risultati di Fase III dello studio LUX-Lung 8 di Boehringer Ingelheim, il primo a valutare l’efficacia di due diverse target therapy in un confronto diretto in pazienti con carcinoma polmonare avanzato a cellule squamose (SCC), indicano che la sopravvivenza libera da progressione della malattia (PFS – ovvero tempo che intercorre prima del peggioramento del tumore) è superiore con afatinib rispetto a erlotinib.1 Afatinib, un bloccante irreversibile della famiglia ErbB, ha mostrato miglioramenti significativi relativamente a diversi parametri d’efficacia, in particolare per l’endpoint primario di sopravvivenza libera da progressione della malattia, rispetto a erlotinib, dopo il fallimento della chemioterapia di prima linea.1 Il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) è il tumore polmonare più diffuso, e circa il 30% dei tumori NSCLC sono carcinomi a cellule squamose.2,3 I risultati dello studio (abstract #12220) vengono presentati oggi in occasione del Congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) 2014 in corso a Madrid (26 – 30 settembre 2014).
LUX-Lung 8 ha dimostrato che afatinib riduce il rischio di progressione della malattia del 18% rispetto a erlotinib e ritarda la crescita del tumore (di 2,4 mesi contro 1,9 mesi – PFS secondo revisione indipendente).1 Inoltre, afatinib ha dimostrato di apportare miglioramenti anche rispetto agli endpoint secondari: stabilizzazione della malattia (Disease Control Rate o DCR – ovvero la percentuale di pazienti con risposta completa, risposta parziale o tumore stabile 46% verso37%). La risposta obiettiva (Objective Response Rate o ORR – ovvero la percentuale dei pazienti con risposta completa o parziale) era numericamente più alta con afatinib rispetto a erlotinib1. Si è evidenziato, inoltre, un ritardo nel peggioramento dei sintomi del tumore polmonare e un miglioramento della qualità della vita e dello stato di salute globale. La percentuale di pazienti che hanno riferito miglioramento della tosse, dello stato di salute globale/qualità della vita è stata significativamente maggiore con afatinib rispetto a erlotinib.1 I risultati di sopravvivenza complessiva (OS), principale endpoint secondario,non sono ancora maturi e pertanto verranno valutati in una fase successiva del trial e riferiti in occasione di un futuro congresso medico. Glen D. Goss, co-lead investigator, M.D., Direttore della Clinical and Translational Research, The Ottawa Hospital Cancer Center, University of Ottawa Canada, ha così commentato: “I risultati di LUX-Lung 8 dimostrano un beneficio in termini di sopravvivenza libera da progressione della malattia con afatinib rispetto a erlotinib nel carcinoma polmonare a cellule squamose avanzato, un tumore con una prognosi infausta, per il quale le opzioni terapeutiche sono attualmente limitate.” Il Professor Jean Charles Soria, co-lead investigator, Head Drug Development Department, Gustave Roussy Cancer Centre, Paris, France, ha sottolineato “Inoltre, la terapia con afatinib ha avuto un impatto positivo sullo stato di salute generale e sulla qualità di vita dei pazienti, aspetti importanti per i medici che trattano pazienti con questa tipologia di carcinoma polmonare. Attendiamo con interesse i risultati di sopravvivenza globale”. La percentuale complessiva di eventi avversi severi (di grado 3 o superiore) e seri è stata comparabile per le due terapie. L’incidenza di eventi avversi severi (di grado 3 o superiore) è stata 50,2% nei pazienti trattati con afatinib rispetto a 49,1% con erlotinib. Si è osservata una maggiore incidenza di diarrea (9% verso 2%) e stomatite (3% verso 0%) di grado 3 o superiore nei pazienti trattati con afatinib rispetto a erlotinib, e di rash/acne di grado 3 o superiore con erlotinib rispetto ad afatinib (9% verso 6%).1 Vedere abstract #12220 per tutti i dettagli.Il meccanismo d’azione di afatinib differisce da quella di altri inibitori della tirosin-chinasi di EGFR come erlotinib, che hanno EGFR (ErbB1) come unico bersaglio, in quanto determina un blocco sostenuto, selettivo e completo di tutta la famiglia ErbB. Il meccanismo d’azione innovativo di afatinib può portare un beneficio terapeutico distinto. Il Professor Gerd Stehle, Vice President Area Terapeutica Oncologia di Boehringer Ingelheim, ha così commentato: “Questi dati si aggiungono alle numerose evidenze cliniche di efficacia e sicurezza di afatinib in diversi tipi di tumore polmonare. Hanno dimostrato per la prima volta la superiorità di afatinib rispetto a un’altra target therapy nel trattamento del carcinoma polmonare avanzato a cellule squamose. Sono una tappa importante nel progresso terapeutico per i pazienti affetti da questo tumore”. LUX-Lung 8 è lo studio prospettico più ampio a confrontare due target therapy di EGFR in pazienti con carcinoma avanzato a cellule squamose.
E’ inoltre in corso un ulteriore studio di confronto diretto, tra afatinib e gefitinib, il LUX-Lung 7, come terapia di prima linea in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule con mutazioni di EGFR.
Afatinib: indicazioni per cui è approvato e indicazioni per cui è in fase di studio Afatinib è un farmaco approvato come terapia il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) con mutazioni dei recettori del fattore di crescita epidermico (EGFR). Afatinib è approvato con questa indicazione in diversi paesi tra cui Unione Europea, Giappone, Taiwan, Canada e Stati Uniti. In altri Paesi è in fase di valutazione da parte delle autorità regolatorie. Afatinib non è approvato in altre indicazioni.L’approvazione di afatinib come terapia del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), positivo per mutazioni EGFR, è basata sui risultati di sopravvivenza libera da progressione della malattia (endpoint primario), ottenuti nel programma di studi clinici LUX-Lung, in cui afatinib ha ritardato in maniera significativa l’avanzamento del tumore rispetto alla chemioterapia standard. Inoltre, i dati degli studi LUX-Lung 3 e 6 hanno dimostrato che afatinib è la prima terapia a mostrare un beneficio in termini di sopravvivenza complessiva dei pazienti con NSCLC con mutazioni EGFR, rispetto alla chemioterapia. Un beneficio significativo in termini di sopravvivenza complessiva è stato dimostrato separatamente, in entrambi gli studi, in pazienti con la mutazione EGFR più comune (delezione dell’esone 19 o Del19), rispetto a chemioterapia.Sono in corso studi di Fase III su afatinib nel carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (HNSCC) e trial in altri tipi di tumore. I risultati dello studio LUX-Head & Neck 1 saranno presentati in occasione dell’ ESMO.
Il gruppo Boehringer Ingelheim è una delle prime 20 aziende farmaceutiche del mondo. Il gruppo ha sede a Ingelheim, Germania, e opera a livello globale con 142 affiliate e più di 47.400 dipendenti. Fondata nel 1885, l’azienda a proprietà familiare si dedica a ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti innovativi dall’elevato valore terapeutico nel campo della medicina e della veterinaria. Operare in maniera socialmente responsabile è un punto centrale della cultura e dell’impegno di Boehringer Ingelheim. La partecipazione a progetti sociali in tutto il mondo, quali ad esempio l’iniziativa “Making more Health”, e l’attenzione per i propri dipendenti sono parte di questo impegno di responsabilità sociale, così come lo sono il rispetto, le pari opportunità e la conciliazione dei tempi di lavoro e della famiglia che costituiscono le fondamenta della mutua collaborazione fra l’azienda e i suoi dipendenti, e l’attenzione all’ambiente, alla sua tutela e sostenibilità, che sono sottese in ogni attività che Boehringer Ingelheim intraprende.Nel 2013, Boehringer Ingelheim ha registrato un fatturato netto di circa 14,1 miliardi di euro e investimenti in ricerca e sviluppo pari al 19,5% del suo fatturato netto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripensare l’agricoltura

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

agricolturaL’associazione Greenaccord Onlus e il Comune di Napoli organizzano l’11° Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura. Nell’anno Onu sull’agricoltura familiare, un’occasione per approfondire la situazione del mercato agricolo mondiale, il ruolo delle multinazionali, le linee di riforma, i problemi da superare. Quattro giorni di incontri con scienziati, istituzioni e giornalisti da tutto il mondo Nella lunga maratona di avvicinamento all’atteso e controverso appuntamento dell’Expo di Milano dedicato al cibo, l’11° Forum internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, in programma dall’8 all’11 Ottobre prossimi e organizzato dall’associazione Greenaccord Onlus, in collaborazione con il Comune di Napoli, si pone come momento nevralgico di riflessione sul rapporto tra produzioni agricole, modelli di sviluppo e problemi di malnutrizione. Nei quattro giorni dell’evento l’ateneo partenopeo Suor Orsola Benincasa ospiterà alcuni dei massimi esperti mondiali di agricoltura, nutrizione, tutela degli ecosistemi, utilizzo razionale delle risorse.La platea con la quale si confronteranno i relatori è composta da oltre cento giornalisti provenienti da una cinquantina di Paesi da tutti i continenti: “Da ormai dodici anni – spiega il presidente di Greenaccord Onlus, Alfonso Cauteruccio – gli appuntamenti dell’associazione si ripetono fedelmente permettendo di riunire in una rete consolidata i giornalisti esperti di tematiche ambientali che, grazie ai Forum, possono da un lato tenersi aggiornati su temi di scottante attualità, dall’altro possono veicolare in modo corretto e non superficiale alle rispettive opinioni pubbliche le informazioni apprese”. Il Forum vuole confermare il suo ruolo di facilitatore per poter trasformare le analisi e i suggerimenti degli esperti in politiche pubbliche utili al miglior utilizzo delle risorse naturali e ad aumentare realmente la qualità di vita delle popolazioni locali.Le sei sessioni di discussioni e relazioni serviranno a fotografare la situazione mondiale delle produzioni agricole, a presentare i dati più aggiornati su malnutrizione e obiettivi di riduzione della fame, a riflettere sull’attuale assetto economico e sul ruolo delle multinazionali del cibo, a indagare con cifre e dati i vantaggi degli investimenti a tutela degli ecosistemi e delle produzioni agricole di qualità.
All’evento, che vedrà l’apporto dell’esperienza di FAO, Caritas Internationalis, Worldwatch Institute, Coldiretti, Bioversity International, UNDP, European Network of Agricultural Journalists e Slow Food, sono attesi gli interventi di nomi di spicco di istituzioni e mondo scientifico. Tra gli altri: Maria Helena Semedo (vicedirettore generale FAO), Adriana Opromolla (responsabile advocacy Cartias Internationalis), Maurizio Martina (ministro delle Politiche agricole), Raffaele Cantone (presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione), Diana Bracco (presidente di EXPO 2015), Cinzia Scaffidi (direttore del Centro studi di Slow Food).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La prof.ssa Gillian Mansfield rieletta Presidente di CercleS

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

La prof.ssa Gillian Mansfield,Duomo_e_Battistero_di_Parma docente di Lingua e traduzione inglese presso il Dipartimento di Antichistica, Lingue, Educazione e Filosofia (A.L.E.F) dell’Università di Parma, è stata rieletta Presidente di CercleS (European Confederation of Language Centres in Higher Education) durante il XIII Convegno Internazionale tenutosi dal 4 al 6 settembre presso la University of Fribourg in Svizzera.CercleS è una confederazione di associazioni indipendenti di 22 Stati europei fondata a Strasburgo nel 1991. Riunisce circa 330 Centri Linguistici, Dipartimenti, Istituti, Facoltà o Scuole di livello universitario, la cui responsabilità principale è l’insegnamento della lingua nell’istruzione superiore e il cui obiettivo è di assicurare, promuovere e tutelare alti standard qualitativi non solo nella formazione e nella ricerca linguistica, ma anche nella didattica delle lingue straniere.
Tra le attività principali, infatti, l’Associazione organizza conferenze, seminari e gruppi di ricerca su tematiche riguardanti l’insegnamento e l’apprendimento delle lingue straniere, la certificazione linguistica, la formazione del personale didattico, tecnico e amministrativo, gli scambi di docenti e studenti fra centri diversi, l’uso delle nuove tecnologie nella didattica delle lingue e il multilinguismo. Tale confederazione è rappresentata da 12 membri plenari (associazioni nazionali) e 25 membri associati, oltre ai circa 250.000 studenti che apprendono le principali lingue dei vari paesi del mondo.Inoltre, la prof.ssa Mansfield è anche Editor-in-chief della rivista accademica di CercleS, Language Learning in Higher Education, pubblicata dalla Casa Editrice De Gruyter Mouton, ed è attualmente coordinatrice didattica dell’Aula Multimedia presso il suo Dipartimento, dove svolge anche le sue ricerche sull’apprendimento autonomo e collaborativo delle lingue straniere per tutto l’arco della vita. Partecipa attivamente al Centro di Ricerca Interdipartimentale per la didattica e il supporto alle pubblicazioni digitali UniPR Co-Lab con la sperimentazione, all’interno dei suoi corsi di Lingua e traduzione inglese, dell’apprendimento linguistico collaborativo con il supporto della tecnologia. Inoltre ha contribuito alla Programmazione Triennale di Ateneo partecipando alla progettazione dell’Azione ENGpower all’interno del Progetto UNIPR E E-LEARNING, e fa parte del Comitato di progetto che monitorerà l’attuazione dello stesso.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana del baratto

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

viaggiatori sedentariDal 17 al 23 novembre la “Settimana del Baratto 2014” farà muovere lungo l’Italia migliaia di viaggiatori e migliaia di idee. Giunta alla Sesta Edizione la “Settimana del Baratto”, organizzata ogni anno dal portale http://www.bed-and-breakfast.it, consente ai viaggiatori di alloggiare nei B&B italiani a costo zero pagando con ciò che si sa fare, si produce, si inventa. Sono tantissime le idee baratto che ogni anno hanno animato il “mercato” virtuale del sito e hanno reso possibile l’incontro tra le richieste dei gestori e le offerte dei viaggiatori in vista di un soggiorno soddisfacente per entrambi. Qualche esempio? Si potrà alloggiare a Roma in cambio di una fornitura di prodotti tipici agroalimentari; oppure si potrà dormire a Venezia in cambio di un servizio fotografico professionale al B&B ospitante; o ancora, ci si potrà svegliare in una struttura immersa nel verde delle colline senesi in cambio della realizzazione di un sito web o di una traduzione madrelingua.Sono migliaia le proposte dei viaggiatori ai gestori dei B&B italiani che, sempre più numerosi, aderiscono all’iniziativa e addirittura valutano proposte di baratto anche tutto l’anno. Chi vuole partecipare può farlo in vari modi:
1) Scegliendo sul sito web dell’iniziativa http://www.settimanadelbaratto.it la destinazione desiderata, e contattando direttamente i B&B trovati attraverso il modulo “Contatta e Baratta”, o direttamente ai recapiti forniti dal sito. È sempre raccomandato, prima, dare un’occhiata alla “lista dei desideri” dei B&B trovati, per capire se ciò che si propone è in linea con i desideri dei B&B prescelti.
2) Inserendo la propria proposta di baratto sul sito http://www.settimanadelbaratto.it, nell’apposita sezione “Proponi qualcosa da barattare con un soggiorno in B&B”, e scegliendo, se si vuole, una regione di preferenza. I gestori della regione prescelta visioneranno le proposte di baratto e ricontatteranno gli interessati, se interessati a loro volta.
3) Postando le proprie idee baratto sulla Pagina Facebook http://www.facebook.com/settimanadelbaratto e attendendo una risposta dei B&B attraverso il canale social.
La Settimana del Baratto è l’idea giusta per una vacanza fantasiosa, economica e ricca di contatti umani, all’insegna dello scambio di esperienze e professionalità: un bellissimo e insolito viaggio alle origini dell’ospitalità e della riconoscenza.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Notte europea ricercatori

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

Frascati, Villa AldobrandiniSi è conclusa la nona edizione della Notte Europea dei Ricercatori, il grande evento promosso dall’Unione Europea, che intende divulgare la ricerca scientifica e la scienza tra i cittadini, semplici appassionati, giovani, scuole, famiglie e professionisti specializzati. Anche quest’anno l’Italia è stato uno dei paesi con il maggior numero di appuntamenti in programma.
La Notte Europea dei Ricercatori di Dreams, primo progetto italiano classificato in Europa, coordinato e realizzato da Frascati Scienza e promosso dalla Commissione Europea, è cominciata con la Settimana della Scienza (22-26 Settembre) con 150 eventi in programma tra science trips, spettacoli interattivi con gli studenti delle scuole medie inferiori e aperitivi scientifici per un contatto diretto con la vita e i gusti dei ricercatori. Coinvolte nel progetto Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Bari, Cagliari, Pavia e Pisa che hanno dato vita a numerose attività. Il pubblico ha reagito positivamente, sono 50.000 i visitatori che hanno popolato le strade e le piazze di questa grande festa della scienza, circa 30.000 presenze nella sola Notte dei Ricercatori.Grande successo di pubblico anche per le visite guidate ai Centri di Ricerca, migliaia i visitatori tra INFN, Enea, INAF, ASI, CNR, EGO VIRGO, ESA-ESRIN INGV, Sapienza, Università di Roma, Università degli Studi di Roma, Tor Vergata, Università degli Studi Roma Tre, Istituto San Raffaele.Quest’anno il filo conduttore della manifestazione è stata dedicata alla “Sostenibilità”, un tema che riveste particolare significato per i ricercatori il cui lavoro è la costante ricerca di principi e soluzioni fondamentali per risolvere le sfide sociali del futuro; ma la Notte Europea dei Ricercatori ha permesso anche una riflessione sul rapporto donna e scienza, è stato affrontato il tema del ruolo delle donne nel mondo della ricerca e nel panorama europeo e le differenze che esistono nell’approccio alla ricerca visto al maschile o al femminile; ampio spazio è stato dedicato anche alle paure collettive e infondate, quando la scienza viene evocata a sproposito; proposti anche viaggi all’interno della cultura del cibo e dei prodotti salutari degli astronauti, oltre a spettacoli di intrattenimento, e culturali. Siamo orgogliosi di essere riusciti nell’intento di mostrare l’eccellenza delle nostre realtà scientifiche, consapevoli di quanto sia importante condividere con il pubblico questo prezioso patrimonio di conoscenza. La Notte Europea dei Ricercatori rappresenta da sempre un’eccezionale opportunità di scambio tra mondo della ricerca e società, un;occasione unica per promuovere l’educazione alla scienza attraverso la divulgazione scientifica”. – ha dichiarato il Presidente di Frascati Scienza, Giovanni Mazzitelli. La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Politiche
Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA Frascati e Casaccia, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF Osservatorio Astronomico di Roma, INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali e INAF Bologna, INFN Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Frascati, Milano, Pavia, Pisa, Roma e Trieste, con Sapienza Università di Roma e il Dipartimento di Management, Università Tor Vergata e Università Roma Tre, Explora il Museo dei Bambini di Roma, museo della comunicazione di Roma.
L’evento vede la partecipazione, in qualità di Partner di Frascati Scienza, di INGV, Telethon, IRCCS San Raffaele Pisana, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza e Istituto Salesiano Villa Sora.
Sono partners: Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Consorzio tutela denominazione vini Frascati, STS Multiservizi, Bshape.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World Superyacht Awards

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

triesteBoat International Media, il più importante gruppo editoriale mondiale nel settore dei superyacht e del lusso, ha scelto Trieste per riunire a marzo 2015 i 21 giurati, tra cui si contano i proprietari di alcuni dei più prestigiosi e grandi superyacth del mondo, per decretare il decimo premio annuale “World Superyacht Awards”. Una scelta che colloca Trieste tra le destinazioni emergenti di questo particolare settore del lusso.
<Nell’ultimo anno abbiamo lavorato per raggiungere questo obiettivo – commenta Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio di Trieste –. Stiamo portando avanti assieme alle imprese l’azione di promozione di Trieste come destinazione per i superyacht, sia d’ormeggio che di refitting. Proclamare il vincitore a Trieste (le premiazioni si terranno ad Amsterdam il 9 maggio 2015) significa riversare sulla nostra città l’attenzione dei protagonisti del settore>.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grillo senza carne e senza pesce

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

Beppe_Grillo fonte wikipediaNelle elezioni politiche del 2012 vi è stato il grande exploit del Movimento Cinque Stelle che è diventato il secondo partito del Paese. In seguito è stato numericamente ridimensionato ma di poco. La sua caratteristica è stata quella di fare un’opposizione senza compromessi forse memore degli errori commessi dall’Uomo qualunque di Giannini che per essersi alleato con i partiti tradizionali perse il consenso del suo elettorato. Questa volta, però, i suoi avversari sono riusciti a trovare l’antidoto anzitempo per condizionarlo numericamente già a livello parlamentare con i diversi transfughi. Non solo. E’ stato persino classificato dai media “un’opposizione che non conta” preferendo quella di Forza Italia e della Lega di Salvini.
A questo punto s’impone, a mio avviso, un cambio di strategia perché la protesta che ha cavalcato Grillo è una bestia famelica che si accontenta di un boccone subito e non di un lauto pasto tra qualche anno. Ma strano a dirsi è proprio Renzi, con i suoi atteggiamenti e con le sue equivoche alleanze di questi giorni ad offrire al M5S la possibilità di rimontare la china a condizione, però, che sappia cogliere l’occasione. In pratica deve far sentire forte la presenza dei suoi gruppi parlamentari, del loro impegno in commissione, della loro attività in aula non solo via web o con il blog di Grillo ma anche con i metodi tradizionali come quello di un quotidiano parlamentare, come ha fatto Brunetta per FI, e con il tenere conferenze stampa giornaliere sia presso la sala stampa parlamentare sia presso quella estera, in inglese. In altri termini l’opinione pubblica deve convincersi che il M5S è vivo e vegeto ed è capace di dire la sua su tutti i problemi del paese e di saperne indicare le soluzioni e d’essere pronto, se necessario, a governare. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La storia che si ripete

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

camera deputatiNegli anni novanta l’Italia ha attraversato un momento politico particolare. Tutta l’area del centro sinistra subì un tracollo schiacciata dal vento giudiziario di “mani pulite” e con un vuoto di potere che la sinistra italiana, per intenderci i figli di Berlinguer, cercò inutilmente di riempire per via di un rigetto del ceto medio che ancora non riusciva a digerire questo grande cambiamento epocale. Fu allora che gli esegeti del partito comunista pensarono bene di far passare per avversario un imprenditore che aveva tutto l’interesse d’entrare in politica, dopo la caduta del suo “protettore” e d’essere al tempo stesso ricattabile per i suoi trascorsi giudiziari. Un uomo, quindi, manovrabile ma facilmente scaricabile. Ma le circostanze decisero diversamente. Forse non tutti ricordano che nel 2003 Luciano Violante alla Camera dei Deputati fece un discorso e rivelò:
-che nel 1994 avevano dato a Berlusconi la garanzia “piena” che le sue televisioni non sarebbero state toccate;
– che (intenzionalmente) non avevano fatto la legge sul conflitto d’interessi;
– che (intenzionalmente) avevano dichiarato eleggibile Berlusconi nonostante fosse titolare di concessioni pubbliche;
– che avevano consentito a Mediaset, durante il governo di centrosinistra, di aumentare il proprio fatturato di venticinque volte.
Lo stesso Violante in tempi più recenti durante le fasi che accompagnarono la votazione parlamentare della decadenza di Berlusconi si era persino spinto ad accusare il PD di non aver difeso abbastanza il pregiudicato di Arcore, aggiungendo che chi non lo difendeva, aveva “una visione distorta” della politica.
La sua invece era coerente e lineare tanto che nella nuova veste di difensore d’ufficio di Berlusconi, attingendo alla sua preparazione giuridica, con audace volo pindarico, aveva elevato a superiore questione etica e giuridica una banale frode fiscale, per quanto consistente nel numero di milioni frodati.
Ora ci risiamo ma questa volta si gioca in casa, ma fino a un certo punto. Per continuare a salvare Berlusconi e per a gestire il potere alla vecchia maniera è uscito dal cilindro del solito prestigiatore un altro nome che rappresenta in tutto e per tutto la continuità storica degli anni novanta e con un pedagogo d’eccezione che aveva permesso alla sinistra di governare negli anni novanta e che ora concede lunga vita agli oligarchi del passato ventennio. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I falsi obiettivi: senato art.18 ecc.

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 settembre 2014

cervantesQuando sul “Corriere della sera” di qualche giorno fa Angelo Panebianco nel suo fondo titolato “Veleni interni barriere infrante” cita Renzi per fare il punto sui suoi primi sei mesi di governo distingue due aspetti importanti che caratterizzano il suo mandato. E’ quello degli obiettivi concreti realizzati e la qualità delle idee che diffonde. Per quanto Panebianco nell’esprimere il suo giudizio in proposito sia, come dire, più “diplomatico” non mi sento dello stesso avviso e devo convenire con il suo concittadino Della Valle che lo ha definito “una sola” e vi aggiungerei il suo “trasformismo” stipulando una nuova alleanza con il patron della Fiat Marchionne nemico dichiarato di quello che era stato l’amico della prima ora Della Valle. Sul piano delle idee che diffonde v’intravedo una cultura del pressapochismo fondata su una conoscenza non sempre approfondita dei problemi che espone e delle soluzioni che indica. Oggi Renzi si mostra sul palcoscenico mondiale come avrebbe potuto farlo Don Chisciotte che lancia in resta cavalca alla conquista dei mulini a vento. Un capolavoro di Miguel de Cervants ma non ottiene lo stesso effetto per il ruolo che svolge e l’immagine che lascia nei suoi illustri interlocutori.
Ho già avuto modo di scrivere che Renzi non è altro che il felice risultato di un’impresa che ha reso grande il suo successore andando a pescarlo non nella famiglia di Forza Italia ma in quella dei suoi avversari. In questo modo il suo patron ha spiazzato tutti e si è riproposto all’attenzione internazionale come l’ago della bilancia di un governo che non ha più la sua originaria identità e con il quale può fare il bello e il cattivo tempo. Se questo non significa riprendere il filo interrotto della sua avventura politica del “ventennio” ci manca molto poco, per non dire niente. Sul piano politico gli effetti sono dirompenti: non abbiamo più un centro destra e nemmeno un centro sinistra, ma due uomini che gestiscono il potere non per rinnovare ma per lasciare il tutto sullo status quo e lo possiamo già notare con la cosiddetta abolizione delle province che a definirle un pateracchio è ancora un’espressione gentile e sullo stile gattopardesco del tutto cambiare per nulla cambiare. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »