Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 1 ottobre 2014

La carica degli Instagramers pronta a invadere Trieste

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

triesteTrieste. Sono già oltre 200 gli Instagramers attesi a Trieste dal 3 al 5 ottobre prossimi per il quarto Instameet nazionale, il meeting dedicato agli appassionati della fotografia mobile di tutta Italia. L’incontro si svolgerà in contemporanea con gli altri raduni nazionali organizzati dalle community di instagramers in tutto il mondo per quello che si annuncia un week end mondiale all’insegna della mobile photography.Dopo gli instameet di Milano, Torino e Bari, tocca ora al capoluogo giuliano ospitare il nuovo raduno degli Instagramers italiani che dal 2013 si sono costituiti in una vera e propria associazione culturale, Instagramers Italia (http://instagramersitalia.it) con oltre 60 community e alcune centinaia di iscritti in ogni angolo del Paese.
Organizzato dal gruppo Instagramers del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con TurismoFVG, l’Agenzia del Turismo della regione Friuli Venezia Giulia, Instameet 4 proporrà un intero weekend di attività e incontri all’ormai foltissima schiera di appassionati di fotografia mobile che racconteranno a colpi di foto, condivise in tempo reale su Instagram, Trieste ela sua splendida atmosfera.Un’atmosfera che sarà resa ancora più spettacolare e suggestiva grazie alla Barcolana, la regata più affollata del Mediterraneo che ogni anno ingaggia nel golfo di Trieste migliaia di equipaggi e imbarcazioni a vela provenienti da tutto il mondo e si volgerà con un denso programma di eventi dal 3 al 12 ottobre.“Trieste è ricca di scorci splendidi e gode di una posizione geografica unica nel suo genere – ha detto Gianpiero Riva, uno degli organizzatori di Instameet 4 – in più la città sarà immersa nella magica atmosfera della Barcolana, una regata velica che non ha uguali al mondo. Gli ingredienti per rendere il nostro meeting speciale dunque ci sono tutti, ma speriamo anche che questa iniziativa serva a far conoscere meglio questa magnifica città fra un pubblico sempre più vasto”.Il tam tam digitale dell’Instameet 4 è partito ufficialmente la scorsa settimana intorno agli hastagh #4 ottobre e #trieste che si sono subito collocati fra i trend topic di Twitter. L’attesa per l’evento è dunque già altissima tanto che gli organizzatori prevedono di superare ampiamente i numeri raggiunti lo scorso anno quando, in occasione del meeting di Bari, sono state pubblicate 1870 foto e 40 video, che hanno generatocomplessivamente 604.950 likes e 12.504 commenti solo su Instagram.Particolarmente ricco e interessante il programma, che si inaugurerà ufficialmente venerdì 3 ottobre con l’assemblea annuale aperta a tutti i soci dell’Associazione Culturale Igersitalia. I giorni successivi saranno invece dedicati agli eventi gratuiti e aperti a tutti gli appassionati di mobile photography.
Sabato 4 ottobre alle 10 sarà la volta della “caccia al tesoro fotografica”, un’originale sfida a squadre che coinvolgerà gli Instagramers con percorsi tematici dedicati alla scoperta di Trieste, città del caffè, della letteratura, della cultura mitteleuropea e naturalmente della Barcolana, mix di competizione agonistica e festa della vela con il maggior numero di barche iscritte nel Mediterraneo che gareggiano in contemporanea.La tre giorni si concluderà domenica mattina con la Instagramers Academy, un momento di formazione che ha lo scopo di approfondire e diffondere conoscenze specifiche in merito ad instagram e alla mobile photography, sotto numerosi punti di vista.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Automazione degli edifici in crescita, grazie a efficienza energetica e nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

frostI proprietari di edifici in tutto il mondo stanno sempre più adottando sistemi di automazione per far fronte ai costi crescenti dell’energia. Poiché gli edifici rappresentano circa un terzo dell’utilizzo di energia a livello globale e contribuiscono in larga misura alle emissioni di gas serra, la necessità di sistemi di automazione non potrà che crescere. Le opportunità per i produttori saranno particolarmente promettenti nelle economie in via di stabilizzazione, come Brasile, Russia, India, Cina, Germania e Stati Uniti, a causa dell’elevata spesa per l’infrastruttura. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Global Building Automation Market”, rileva che il mercato ha prodotto entrate per 5,78 miliardi di dollari nel 2013 e stima che questa cifra raggiungerà quota 7,28 miliardi di dollari nel 2018. I segmenti relativi a data center e ospitalità assisteranno a una rapida crescita grazie all’aumento della diffusione di Internet nei paesi emergenti e all’espansione del mercato del turismo. “Le policy e i regolamenti governativi volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici sospingono il mercato dei sistemi di automazione, specialmente in Nord America, Europa e in alcune parti della regione Asia-Pacifico, – afferma Balaji Anand Sagar, analista di Frost & Sullivan. – Gli operatori del mercato comprendono che questi sistemi sono essenziali per raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica fissati dai governi, e stanno offrendo soluzioni affidabili a prezzi competitivi”.
Tuttavia, l’insufficiente chiarezza sui benefici dei sistemi di automazione scoraggia i proprietari di edifici dal prendere in considerazione queste soluzioni nelle fasi di definizione del budget e di formulazione delle offerte. Inoltre, la mancanza di standardizzazione dei prodotti per l’automazione degli edifici nelle diverse regioni diminuisce la fiducia dei clienti. Fornire soluzioni ‘chiavi in mano’ con solide caratteristiche ingegneristiche e di ICT aiuterà le aziende del settore a dare slancio alla propria visibilità in mercati specifici. Anche il rilascio di sistemi di automazione ‘open’ che utilizzano protocolli standard sarà una valida strategia per posizionarsi sul mercato. “I sistemi intelligenti per il controllo degli edifici, il rilevamento dei guasti, la diagnostica predittiva, l’analisi dei big data e la correzione da remoto via cloud plasmeranno il mercato nei prossimi anni, – osserva Sagar. – Inoltre, la connettività ‘open’ e l’interoperabilità consentiranno l’automazione di un ‘Internet dei dispositivi’ molto più ampio, portando il mercato globale dell’automazione degli edifici verso nuove vette”. Lo studio intitolato “Global Building Automation Market” fa parte del programma Building Management Technologies Growth Partnership Service. Altri studi di Frost & Sullivan collegati all’argomento sono: “North America Data Centre Cooling Market”, “World LED Lighting Markets (2013 Update)”, “European Lighting Control Systems Market” e “North American Integrated Facility Management Market”. Tutti i servizi di ricerca compresi nel servizio in abbonamento forniscono dettagliate opportunità di mercato e tendenze del settore, valutate in seguito ad esaurienti colloqui con gli operatori del mercato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Gallicano: l’infezione anale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

san gallicanoLa prevalenza dell’infezione anale da HPV risulta particolarmente elevata (72,8%) negli MSM e non sembra variare significativamente con l’avanzare dell’età. Infatti, sia l’infezione da qualsiasi genotipo di HPV, sia quella determinata da genotipi ad alto rischio oncogeno, come HPV16 e HPV 18, si mantengono su frequenze molto elevate. Sono questi i risultati più importanti di uno studio condotto dal gruppo di clinici e ricercatori della Dermatologia Infettiva e Allergologica del San Gallicano su 408 MSM e appena pubblicato sulla rivista Future Microbiology. “Vista la crescente incidenza del cancro anale tra gli MSM occidentali, questi risultati sono importanti, sottolinea Maria Gabriella Donà, coautore dello studio, perché aumentano le conoscenze su come l’infezione da HPV, chiamata in causa nell’insorgenza di questo tumore, circoli e si distribuisca in questa popolazione”. “Ad oggi, infatti, i dati sulla prevalenza età-specifica dell’HPV tra gli MSM sono da ritenersi scarsi e contrastanti, diversamente da quelli da tempo raccolti tra le popolazioni femminili a rischio di cancro della cervice uterina”.“Conoscere come si muove il rischio HPV lungo le diverse età, ci informa anche su come guidare gli interventi di prevenzione nelle popolazioni a rischio, afferma Massimo Giuliani, coordinatore dello studio, soprattutto quelli incentrati su programmi di prevenzione primaria”. “Il nostro studio, sostenuto da robusti dati comportamentali, ha permesso di dimostrare come la prevalenza dell’infezione non vari con l’età anche dopo controllo per le caratteristiche del comportamento sessuale degli individui arruolati, a riprova di un reale rischio di infezione da HPV tra gli MSM nel corso di tutta la vita sessuale, determinato da un elevato numero di partner sessuali anche in età avanzata e da una generale tendenza ad avere partner di tutte le età”.Studi come questo aprono nuove prospettive sulla possibilità di estendere anche alle popolazioni maschili, quelle strategie preventive contro l’infezione da HPV fino ad oggi riservate soprattutto alla popolazione femminile, sottolinea il Dr. Antonio Cristaudo, Direttore della Dermatologia Infettiva e Allergologica del San Gallicano e mostrano come il rischio di patologie HPV-correlate nel maschio sia realistico anche durante le età più avanzate.“La pubblicazione di questo lavoro sulla prestigiosa rivista Future Microbiology – spiega Aldo Di Carlo Direttore Scientifico dell’Istituto Dermatologico San Gallicano – dimostra l’ impegno del Centro MST del San Gallicano sul tema della prevenzione e dello screening delle malattie sessualmente trasmesse in soggetti a rischio. Si tratta di uno studio epidemiologico riguardante la presenza del l’HPV anale nei maschi che fanno sesso con i maschi (MSM). Sarà necessario ovviamente incrementare la casistica, tenendo anche presente, come sottolineano gli Autori, che probabilmente la maggior parte di queste infezioni ha carattere transitorio.”“Occorre peraltro sottolineare che Il nostro Ambulatorio, – prosegue Di Carlo – in accordo con le linee guida internazionali come la CDC, effettua regolarmente in questo gruppo di soggetti test importanti di controllo, quali la sierologia HIV, la sierologia sifilide, l’invito a vaccinarsi in caso di test negativo contro l’epatite A e B, mentre per quanto riguarda l’ incidenza di cancro anale in particolare nei soggetti MSM HIV positivi, gli stessi Autori in collaborazione con la UOC di Anatomia patologica e Citologia IRE hanno già pubblicato dati interessanti e innovativi riguardo l’ìmpiego della citologia anale.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sophos rafforza ulteriormente la sua leadership nella protezione dei dati mobile confermandosi, per il sesto anno consecutivo, leader del quadrante magico di Gartner per il MDP

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

Sophos_SantaClara_4 thumb“Siamo davvero orgogliosi del fatto che, per sei anni di seguito, la nostra eccellenza nell’encryption sia stata riconosciuta da Gartner” commenta Dan Schiappa, Senior Vice President e General Manager, Enduser Protection Group, Sophos. “Semplificare la sicurezza è il nostro mantra, e il nostro impegno si traduce in una protezione completa di tutti i dispositivi e di tutte le modalità di condivisione delle informazioni, al fine di liberare le aziende da questo compito e consentire loro di dedicarsi esclusivamente a ciò che fanno meglio”.Riteniamo che la leadership di Sophos nel mercato della sicurezza venga riconosciuta soprattutto per la capacità di unire la protezione dei dati al controllo dei dispositivi mobili, permettendo ad ambienti professionali, dove il BYOD è sempre più diffuso, di godere dei benefici della produttività senza sacrifici in termini di sicurezza dell’azienda. Inoltre, riteniamo che la leadership di Sophos nel mercato della sicurezza venga ulteriormente rafforzata dal riconoscimento di Gartner, che ha posizionato Sophos nel quadrante dei Leader (7 Agosto 2014), nell’area dello Unified Threat Management. Va altresì sottolineato che Sophos è l’unico vendor ad aver ottenuto tale posizionamento in tre dei Quadranti Magici di Gartner: MDP; Endpoint Protection (reso noto l’8 gennaio 2014) e il già citato UTM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contraccezione e informazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

contraccettiviIn occasione del congresso della Sigo (Società italiana di ginecologia e ostetricia) sono stati diffusi i dati sulla contraccezione femminile ormonale e, per l’ennesima volta, appaiono molto limitati: solo il 16% delle donne si ritiene ben informato in materia. Siccome il contraltare all’informazione sulla contraccezione e’ spesso l’aborto (legale e clandestino), la questione non e’ di poco conto, sia per la salute della donna che per i costi della sanita’ pubblica… li’ dove medici non-obiettori impediscono che un semplice intervento non si trasformi in un dramma umano e sanitario.
Ma perche’ ci dobbiamo sempre ritrovare con questi numeri percentuali? Certo, l’Italia e’ un Paese dove vige il condizionamento della Chiesa romana cattolica, ma anche questa negli ultimi anni, a parte i discorsi più o meno ufficiali, non ha mai fatto ferro e fuoco contro l’informazione sui contraccettivi, salvo poi, la stessa Chiesa, ritrovarsi a combattere acerrimamente contro il ricorso all’aborto, come se questo non accadesse perché c’è carenza sul piano dell’informazione a monte. Inoltre, non e’ che abbiamo avuto negli ultimi anni ministri dell’Istruzione e Governi particolarmente -in modo ufficiale- bacchettoni in materia; ma, nonostante questo, qualcuno ha mai sentito parlare o legiferare per l’informazione e l’educazione sessuale nelle scuole? Niente di niente. Solo qualche fugace discorso in qualche dotto convegno accademico. Eppure non ci vuole chissà’ quale cultura libertina in materia di sesso per ritenere che certi comportamenti individuali -sul proprio corpo, nella fattispecie- sono frutto di una lenta e continua assunzione di consapevolezza e abitudine. E invece: nulla!! I bambini continuano ad apprendere le “cose del sesso” dal marasma della comunicazione globale, più attenta al lucro che non all’informazione/educazione dei propri utenti; i falsi miti -legati al sesso- di potenza, rispetto e primato continuano ad essere alimentati e restano sempre motivo di conflitti individuali. Non crediamo che una informazione/educazione possa radicalmente cambiare la situazione, ma sicuramente alimenterebbe meno danni, più’ serenità’ e più’ felicita’ che non come avviene oggi. Il problema, quindi, e’ tutto in quello striminzito 16%, a cui c’e’ da aggiungere le altre percentuali che riguardano i maschi. Chiediamo conforto in chi ha poteri legislativi ed esecutivi. Ci sembrava, per finire, che l’attuale ministro della Scuola, almeno ufficialmente, non sia proprio una bacchettona…. o non lo e’ solo a parole? O ci sbagliamo?

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Taglio lavori stradali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

lavori-stradali08Il settore dei lavori stradali è uno di quelli che sta pagando maggiormente il prezzo della crisi. Le attività di costruzione e manutenzione sono praticamente ferme, i consumi di asfalto (conglomerato bituminoso) negli ultimi 8 anni si sono dimezzati, passando dai 44 milioni di tonnellate del 2006 ai 22,5 previsti per quest’anno. Una situazione che pone a rischio la sicurezza degli automobilisti, condanna al depauperamento il nostro patrimonio stradale e alla crisi un settore che conta oltre 4.000 aziende impegnate nella realizzazione delle strade e 400 impianti di lavorazione del bitume, per un totale di 35.000 addetti diretti e un indotto di 500.000 lavoratori. Lo scenario emerge dall’analisi semestrale condotta dal Siteb – l’Associazione Italiana Bitume e Asfalto Stradale – che ha raccolto ed elaborato i dati relativi al consumo di asfalto, principale indicatore dello sviluppo dell’industria stradale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gestione malesseri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

psicofarmaciUna confusione diagnostica può portare a curare problematiche completamente diverse allo stesso modo, condizionando negativamente la vita dei bambini e delle loro famiglie. “Il mondo dell’infanzia è a rischio – afferma l’Istituto di Ortofonologia (IdO) – si continua a somministrare pilloline magiche, quali panacee per tutti i mali, invece di comprendere il reale disagio vissuto dal minore. I malesseri dei bambini vanno gestiti con più psicoterapia non con i psicofarmaci”. È quindi “fondamentale – precisa l’IdO – affrontare e non eludere il problema della diagnosi e rafforzare la formazione e la preparazione di quanti lavorano a contatto con la prima infanzia”. Un obiettivo fortemente perseguito della sua Scuola di specializzazione in Psicoterapia Psicodinamica dell’età evolutiva (riconosciuta con decreto Miur del 23.7.2001), che sabato si presenta in un Open-Day per affrontare ‘Le problematiche dell’età evolutiva e la formazione psicodinamica dello psicoterapeuta’, dal le ore 9.30 in via Al essandria 128/b.
L’intento della scuola di specializzazione dell’IdO è quindi formare figure professionali capaci di affrontare i disagi e le varie patologie nelle diverse fasi dello sviluppo e in riferimento ai differenti contesti in cui si esplicano (dal nido alle scuole superiori). Ciò significa offrire loro gli strumenti per comprendere e intervenire nelle situazioni traumatiche di abuso e abbandono, nelle difficoltà di relazione e comunicazione all’interno del nucleo familiare e nel contesto dei pari, nelle difficoltà scolastiche (dal rifiuto alle difficoltà di apprendimento), nei comportamenti a rischio e in tutte quelle patologie complesse, conseguenti o meno a danni organici che necessitano di interventi mirati.
Sono previste 15 borse di studio di 4.800 euro ognuna, attivate come in passato con l’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze e con la FTM-Federazione Tutela Minori. Le modalità per usufruirne verranno pubblicate a fine ottobre sul sito http://www.ortofonologia.it. Inoltre l’IdO chiede ai suoi corsisti chi può dare la disponibilità di partecipare ad eventuali attività lavorative retribuite nell’arco del quadriennio, consapevole dell’importanza che riveste come formazione anche l’inserimento nel mondo del lavoro professionale durante la specializzazione, oltre le ore di tirocinio previste.
Il corso quadriennale nasce dall’esperienza dell’IdO di oltre 40 anni di terapia con i bambini. È quindi una scuola di grande esperienza, attiva da 14 anni per una scrupolosa formazione di psicoterapeuti dell’età evolutiva. Dal settore pubblico a quello privato e associativo, gli ex studenti hanno sapientemente trovato collocazioni lavorative valide, negli ambiti dell’età evolutiva. “Dovunque ci sia un bambino/adolescente che ha bisogno di aiuto ci deve essere uno psicoterapeuta dell’età evolutiva pronto ad assisterlo e a sostenerlo nella sua crescita, per farlo diventare l’uomo che desidererà essere”. Nel corso della giornata verranno affrontati tanti temi: l’attualità dell’approccio psicodinamico; la conflittualità del bambino e dell’adolescente tra mondo interiore e ambiente esterno; il counseling genitoriale tra l’elaborazione dei bisogni e il ridimensionamento delle aspettative sul bambino; la corporeità come sede di scambi affettivi e veicolo di conoscenza nella relazione terapeutica; infine, l’approccio psicodinamico nelle patologie dell’età evolutiva, con particolare riferimento all’autismo, alla dislessia e ai disturbi post-tramautici. A concludere l’iniziativa sarà la presentazione di alcuni filmati esemplificativi e un dibattito con il pubblico.
Interverranno Magda Di Renzo, direttrice della Scuola dell’IdO; Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’Istituto; Bruno Tagliacozzi, coordinatore della Scuola e due docenti, Anna di Quirico e Paola Vichi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riconoscimento “Rosa d’argento Frate Jacopa 2014” a Margherita Coletta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

assisi1La Fraternità Francescana dei Frati Minori della Porziuncola in Assisi, unitamente al Comune di Assisi, all’Associazione Lo Storico Cantiere di Marino (Roma) e alla Pro Loco di Santa Maria degli Angeli (Assisi), è lieta di conferire il riconoscimento “Rosa d’argento Frate Jacopa 2014 – Donne del nostro tempo testimoni di fede, speranza e carità”, alla Sig.ra Margherita Coletta.Il riconoscimento prende spunto dalla figura di Donna Jacopa dei Settesoli che, attraverso l’incontro con San Francesco, ha cambiato radicalmente la sua vita, divenendo testimone di fede e di carità. Ogni anno, in suo onore, viene scelta una figura femminile che nel nostro tempo incarni questi valori. Ad essa spetta il compito, il 3 ottobre, di omaggiare San Francesco con i doni che a suo tempo Frate Jacopa portò alla Porziuncola il giorno del beato transito del Poverello di Assisi.Margherita Coletta risiede a Roma e ha fondato nel 2004, ad Avola, l’Associazione Giuseppe e Margherita Coletta “Bussate e vi sarà aperto”, con l’intento di proseguire il cammino iniziato da Giuseppe Coletta, brigadiere dei Carabinieri caduto a Nasiriyah il 12 Novembre del 2003 insieme ad altri 16 militari e 2 civili italiani. Durante le numerose missioni all’estero Giuseppe aveva infatti maturato una grande attenzione al mondo dei più piccoli (aveva perso il suo piccolo Paolo a soli sei anni, stroncato da un tumore) e al loro disagio: dall’Albania al Kosovo, dalla Bosnia all’Iraq organizzava camion di aiuti. Con questa attività e con una straordinaria capacità di trasformare alcuni momenti di dolore in un seme di speranza per gli altri, Margherita ha dimostrato di essere un credibile testimone di fede, speranza e carità, come Frate Jacopa dei Settesoli.La presentazione del premio si svolgerà il 3 ottobre p.v., alle ore 09.30, presso la Piazza della Porziuncola di Santa Maria degli Angeli (Assisi). Il riconoscimento verrà consegnato il 3 ottobre alle ore 11.00, al termine dell’Eucarestia celebrata in memoria del Transito di San Francesco e della visita di “Frate Jacopa” al Santo morente.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforma della giustizia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

legge-e-giustiziaTra le novità più rilevanti del decreto n. 132/2014 di riforma della giustizia civile pubblicato il 12 settembre 2014 sulla Gazzetta Ufficiale l’obbligo per i Consigli Ordine degli Avvocati di istituire delle Camere Arbitrali che avranno lo scopo di ridurre il notevole contenzioso arretrato attraverso il trasferimento in sede arbitrale di procedimenti pendenti davanti all’autorità giudiziaria. Per il Tribunale Privato Arbitrale CESCOND si tratta di una Riforma necessaria ma che così com’è impostata non porterà risultati.
“L’utente medio è erroneamente convinto che l’unico modo per ottenere giustizia sia quello di ricorrere in Tribunale. Occupandoci di arbitrato da oltre dieci anni, possiamo dire quanto sia impegnativo diffondere la cultura arbitrale” – dice il Presidente nazionale Cescond, Rocco Guerriero – che prosegue: “In tutti questi anni abbiamo cercato di divulgare questa cultura su tutto il territorio nazionale, attraverso convegni, incontri e seminari, per informare il cittadino che un’altra giustizia è possibile. Le oltre 30.000 clausole arbitrali fatte sottoscrivere fino ad oggi dal nostro Organismo dimostrano che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ora anche il legislatore si è accorto che l’arbitrato potrebbe essere un ottimo strumento per risolvere un’alta percentuale degli oltre 5 milioni di procedimenti pendenti; tuttavia si sarebbe potuto fare di più con il recente decreto legislativo”.Le affermazioni del presidente Guerriero si fondano su molteplici aspetti. Prima di tutto, il 95% degli Arbitrati amministrati da Cescond derivano da clausole compromissorie (lite non insorta) mentre solo il 5% si deve alla sottoscrizione di un compromesso (lite già insorta). Sperare che per una lite pendente, le parti decidano di trasferire la causa dal tribunale all’arbitrato è utopia. Alcuni avvocati e soprattutto la parte inadempiente non ha avrà nessun interesse a trasferire la causa dinnanzi ad un arbitro con il rischio di subire una eventuale condanna in pochi mesi. Preferirà approfittare delle lungaggini processuali.Inoltre con questo decreto, viene leso il principio della libera concorrenza e dell’equiparazione tra pubblico e privato perchè si riconosce un monopolio ai Consigli dell’Ordine Avvocati per gli Arbitrati relativi a lite insorta, tagliando fuori organismi privati che da anni fanno solo questo. In questo modo i Tribunali vedranno aggiungersi al contenzioso arretrato, già molto consistente, anche i procedimenti arbitrali dopo aver creato organismi interni anche per la mediazione.Altresì con la riforma attuale, il legislatore calpesta la natura dell’arbitrato che sta nell’autonomia delle parti di scegliere il collegio giudicante e l’organismo che amministrerà il procedimento. Ove le parti fossero favorevoli, situazione comunque improbabile, saranno comunque costrette a ricorrere all’organismo interno al Tribunale.Infine, non si comprende perché si sia deciso di eliminare un certo numero di professionisti prevedendo che le Camere Arbitrali interne ai Tribunali potranno essere composte solo da avvocati che siano iscritti da tre anni. Questa norma è discriminatoria verso le giovani generazioni di avvocati, oltre ad essere contraria a quanto previsto dal c.p.c. che prevede che Arbitro può essere chiunque abbia la capacità di agire (proprio per rimarcare la natura dell’arbitrato). Solo nel 2014 il Cescond ha formato 460 Arbitri e con assoluta certezza possiamo affermare che i giovani avvocati (e anche i praticanti abilitati) sono più aperti agli strumenti ADR come l’arbitrato e averli esclusi a prescindere è un atto grave.Avremmo auspicato che venisse realizzata piuttosto una campagna mediatica intensa di informazione al cittadino con l’obiettivo di comunicare che in Italia esistono strumenti alternativi al tribunale per la risoluzione delle liti, che sono molto più rapidi ed economici. Ritengo più efficace e semplice educare alla cultura degli strumenti stragiudiziali e non far credere che con questa riforma diminuiranno i contenziosi arretrati. Inoltre avrei insistito sulla Mediazione (oltre all’Arbitrato) che è obbligatoria per gran parte della materia civilistica ma che ancora oggi viene vista solo come un passaggio obbligato prima di arrivare davanti al Giudice, e non come uno strumento importantissimo per evitare che la lite degeneri in controversia legale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Pio La Torre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

campidoglioGiovedì 2 ottobre, alle ore 11,00, a Roma, presso la Sala Pietro da Cortona, Musei Capitolini, in Piazza del Campidoglio, si terrà la cerimonia di consegna della prima edizione del “Premio Pio La Torre – Per le buone pratiche amministrative”, promossa da Avviso Pubblico e Libera, e dedicata agli Enti locali. Il Premio è stato istituito per ricordare la figura di Pio La Torre, sindacalista e politico, ucciso a Palermo il 30 aprile 1982 in un agguato mafioso insieme al suo collaboratore Rosario Di Salvo. Da quest’anno, Avviso Pubblico e Libera hanno previsto una sezione dedicata agli Enti locali e finalizzata a valorizzare quelle esperienze politico-amministrative che concretamente hanno avuto la capacità di contribuire a promuovere la diffusione della cultura della legalità democratica e della cittadinanza responsabile. Dopo i saluti introduttivi del Sindaco di Roma, Ignazio Marino, del Presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà e del Direttore di Libera, Enrico Fontana, sarà Franco La Torre, figlio di Pio, a consegnare il Premio. A seguire interverranno: Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale anticorruzione; Marianna Madia, Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione. A presiedere la consegna del premio, Paolo Masini, Assessore di Roma Capitale e Vice Presidente di Avviso Pubblico. Tra i vari enti che hanno segnalato le loro buone prassi sono stati selezionati come finalisti per l’attribuzione del Premio il Comune di Bologna e il Comune di San Giuliano Milanese. Tra le best practices del Lazio sarà presentato il caso del Comune di Formello.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il M5S e il suo futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 ottobre 2014

casaleggio-beppe-grilloLa storia per quanto mi riguarda incominciò nel 2012 quando dalle elezioni politiche emerse una novità che era nell’aria ma che pochi credevano potesse esplodere con un forte consenso popolare. Risultò così chiaro che italiani stavano guardando con crescente interesse all’avventura politica del Movimento di Cinque stelle e al suo profeta Bebbe Grillo e al suo vate Casaleggio. Da allora ad oggi sono trascorsi oltre due anni. Cosa è cambiato negli elettori e nel movimento? La prima delusione degli elettori cinquestellati è venuta dal mancato accordo con il PD per un governo cogestito. Eppure si sapeva, e Grillo lo aveva ribadito più volte in campagna elettorale, che un tale genere di commistione era esclusa, ma fu fatto in modo da far cadere la colpa, della successiva alleanza PD-Berlusconiani, a questa chiusura totale. Un altro logorio d’immagine è venuto dai transfughi, pochi a dire il vero, ma sufficienti per scatenare i media. Da allora sul Movimento fu detto di tutto e di più facendo passare sovente nell’immaginario collettivo i loro parlamentari come degli incompetenti, privi di un progetto politico di ampio respiro, incapaci di generare una nuova classe politica e via di questo passo. Ora il quadro partitico italiano sta modificando i suoi assetti. Forza Italia con Berlusconi mostra chiaramente, pur facendo un’opposizione di facciata, d’essere dentro alla maggioranza e di tenere al guinzaglio Renzi. Questi, a sua volta, ha iniziato il suo declino come leader carismatico e di credibilità internazionale e si è sempre più vicini alla possibilità di elezioni anticipate per cercare di drenare la sua perdita d’immagine. Se ciò dovesse avvenire gli elettori si troveranno, loro malgrado, a fare delle scelte quasi obbligate tra il PD e Forza Italia e le sue costellazioni di destra, compresi i leghisti, mentre il M5S sarà visto come un’esperienza da non ripetere, almeno per una certa fetta dei suoi elettori. Eppure, a mio avviso, un recupero è possibile con opportuni correttivi. In altre parole nel Movimento non va visto solo l’accoppiata Grillo-Casaleggio ma di rimbalzo anche una nuova classe politica, una nuova dirigenza, un nuovo modello di governo di paese e di poter accettare a testa alta la sfida della governabilità. L’opinione pubblica ha sete e fame di normalità, di progetti d’ampio respiro, di processi virtuosi, di coerenza politica ma al tempo stesso richiede la capacità di coalizzarsi perchè la politica è fatta anche di compromessi e se si è puliti e non è detto che chi è sporco debba necessariamente contagiarli. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »