Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 10 ottobre 2014

Christies’ Shanghai autumn auctions 2014

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

Shanghai – Christie’sBeijing Preview: October 15 – 16 Art Forum in Beijing: October 15 Shanghai Preview: October 22 – 24 Art Forum in Shanghai: October 22
Shanghai Autumn Auctions: October 24.
Christie’s China will hold its 2014 Autumn Auctions on October 24th at the Peninsula Hotel, Shanghai. This season, Christie’s brings two new additions to Shanghai, “Chinese Contemporary Design” and “Prestigious Lifestyle”. These sales will be followed by the “Asian and Western 20th Century & Contemporary Art” evening auction. Both newly-launched auctions aim to meet the increasingly diversified appetite and interest among Chinese connoisseurs and collectors in the areas of design and lifestyle.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modern & Contemporary Arab, Iranian & Turkish Art

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

dubaiDubai Tuesday, 21 October, 2014 Sponsored by Zurich. Dubai – Works from eight important family collections from across the region, led by a comprehensive group of the Lebanese modernist pictures by Shafic Abboud from the Viviane and Robert Debbas Collection, are at the heart of the 122-lot sale of Modern and Contemporary Arab, Iranian and Turkish Art to be held by Christie’s at the Emirates Towers Hotel on October 21. These include works from a prominent Private Iranian Collection, the Dr. Farsi Collection, works from the Tobler family, the Hamed Ewais, Elie Kanaan and Mahmoud Hammad Estates as well a group of Modern Iraqi works from the Private Collection of the late Dr. Al-Qassab. In addition the sale will feature masterpieces by Mahmoud Saïd, Paul Guiragossian, Fateh Moudarres, Parviz Tanavoli and Sohrab Sepehri and contemporary artists Ayman Baalbaki, Hayv Kahraman, Rokni Haerizadeh and Farhad Moshiri.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Selection of Post-War and Contemporary Art works during Frieze Week

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

Christie’sLondon – Following the success of Christie’s London Post-War & Contemporary Art auction series in July – the third highest Post-War & Contemporary Art Evening Auction ever in Europe, and second highest Post-War & Contemporary Art Day Auction ever in Europe – Christie’s will present an outstanding selection of Post-War and Contemporary Art works during Frieze Week. The Evening Auction on 16 October showcases giants of German art, including Gerhard Richter, Anselm Kiefer, Sigmar Polke, Martin Kippenberger and Georg Baselitz. Highlights also include Peter Doig’s first tropical landscape painting and Jean-Michel Basquiat’s emotionally charged tribute to his mentor Andy Warhol as well as a major sculptural work by Juan Muñoz. In the spirit of Frieze Week, the Evening Auction also showcases a new generation of leading contemporary artists who are making their mark on the art world, such as Sterling Ruby, Adrian Ghenie, Mark Bradley, Alex Israel, Brent Wadden, Louis Eisner and Toby Ziegler.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sicurezza alimentare mondiale a rischio a causa di Ebola”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

virus-ebolaL’assistente del direttore generale del Dipartimento FAO per l’Agricoltura intervenuto all’XI Forum Greenaccord dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura lancia l’allarme: il virus si sta diffondendo soprattutto nelle aree agricole. Servono urgenti interventi per ridurre lo shock nelle aree agricole coinvolte. Presentati anche gli ultimi dati su fame e malnutrizione e gli obiettivi per una trasformazione del sistema agricolo in senso sostenibile
Roma, 8 Ottobre 2014 – “Il virus Ebola potrebbe mettere a rischio la sicurezza alimentare di tutto il mondo. Su questo ci sono pochi dubbi”. L’allarme è stato lanciato da Ren Wang, vice direttore generale del Dipartimento FAO per Agricoltura e Protezione dei consumatori, intervenuto questa mattina all’XI Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, organizzato a Napoli dall’associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus in collaborazione con il Comune di Napoli. “La diffusione attuale di Ebola – ha spiegato Wang – non ha precedenti da quando il virus è stato scoperto nel 1975. E i dati evidenziano che si sta diffondendo soprattutto nelle aree rurali dei Paesi africani: questo rappresenta quindi una preoccupazione per la sicurezza alimentare non solo di quel continente ma di tutto il globo. Servono quindi con estrema urgenza degli interventi sia sul fronte dell’assistenza internazionale sia per cercare di ridurre lo shock sui sistemi agricoli a partire dalle aree coinvolte”.Nel suo intervento, Wang ha poi sottolineato l’indifferibilità di una trasformazione radicale del sistema agricolo mondiale, per renderlo effettivamente sostenibile. “Dobbiamo aumentare la qualità delle coltivazioni perché non possiamo più aumentare le aree coltivate. E questo si può fare solo con un dialogo a livello internazionale approfondito e diffuso”. Cinque le direttrici indicate dalla FAO in tal senso: “contrastare il deterioramento delle risorse agricole e idriche mondiali, intervenire sulle pratiche agricole insostenibili, diffondere una corretta gestione dell’acqua per irrigazione, affrontare l’abuso o l’uso scorretto di sostanze fertilizzanti a partire dal fosforo, tutelare la biodiversità in agricoltura a partire dagli insetti impollinatori”.Alla platea di oltre cento giornalisti provenienti da tutti i continenti, Wang ha anche offerto una fotografia dei progressi fatti nel contrasto alla fame e alla malnutrizione: sono 63 i Paesi in via di sviluppo che hanno raggiunto gli obiettivi del Millennio posti dall’Onu, la sottalimentazione si è ridotta dal 23%al 14% in tali Paesi. E il numero di persone che soffrono la fame sono oggi 800 milioni rispetto al miliardo di inizio secolo. Ma ancora oggi, soprattutto in Africa, a un terzo dei bambini dei Paesi in via di sviluppo non è garantita una nutrizione adeguata. “La malnutrizione – ha ricordato infine Wang – è anche un problema economico. Abbiamo infatti calcolato che essa è causa del 5% dei danni prodotti all’economia planetaria”.Nei quattro giorni di dibattiti e confronti, l’XI Forum dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura affronterà il rapporto tra produzioni agricole, problemi di malnutrizione e modelli di sviluppo, partendo dalla fotografia del mercato agricolo mondiale e dal ruolo degli attori coinvolti per arrivare a prospettare le possibili linee di riforma che permettano di aggredire in modo efficace la piaga della fame.Tra i relatori in programma, ricercatori e analisti di prestigiose organizzazioni: FAO, Caritas Internationalis, Worldwatch Institute, Coldiretti, Bioversity International, UNDP, European Network of Agricultural Journalists e Slow Food.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ding expands its reach in Italy

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

dublinDublin, Ireland ding*, the world’s largest international top-up provider has partnered with Lottomatica, the leading lottery operator in Italy adding international top-up to its wide range of services offered including utility billing and phone top-up through its brand Lottomatica Italia Servizi (LIS).Through 23,000 Lottomatica points of sale, foreign residents in Italy can finally access the international airtime top-up services provided by ding* making it easier for them to stay in touch with their loved ones back home.Both companies have been working for months to integrate Lottomatica to the ding* platform connecting the Italian distributor to a global network of mobile operators offering customers an easy, fast and safe way to transfer airtime directly to phones around the world.“We are delighted to partner with Lottomatica given the broad national reach of its products and technology,” said Mark Roden the CEO of ding*. “There are more than 4.8 million immigrants living in Italy, many of whom are looking to stay in touch with family and friends back home. Working with Lottomatica, ding* can now facilitate the secure, instant and seamless transfer of airtime from people living in Italy directly to mobile phones around the world”Available in 130 countries, ding* recognizes the growing importance of affordable and accessible airtime in emerging markets and continues to provide products and services designed to meet this global need.
ding* sends mobile top-up, instantly, to any phone, anytime, anywhere. Created to help people living abroad to support loved ones back home, the company is directly connected to 300 mobile operators in over 130 countries with a reach of over 3.5 billion phones. People can send top-up on http://www.ding.com, The mobile app and in more than 500,000 retail locations around the world. As world’s largest top-up provider, ding* safely delivers a top-up every second of every day. ding*employs 200 people and is headquartered in Dublin, Ireland with regional offices in Miami, Dubai, San Salvador, Bucharest and Dhaka.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Western leaders suffer from a ‘lack of geopolitical context’

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

prince michaelWestern political leaders and strategists are constantly taken by surprise by the turn of events, says Prince Michael of Liechtenstein, founder and chairman of intelligence consultancy Geopolitical Information Service. Recent examples include the sudden success and emergence of the Islamic terrorist group ISIS and Russia’s harsh reaction after Ukraine was offered an Eastern Partnership by the EU. ‘It appears that the accepted views on both sides of the Atlantic are not based on thorough, well-researched analysis and validated, unbiased information. Wishful thinking and populist politics, or party political beliefs are frequently the driver,’ he says. US President Barack Obama blamed his intelligence services for underestimating the rising threat of ISIS in Syria. ‘He found a scapegoat for his – nearly ideological – narrow-mindedness which has led to so many of his disastrous decisions and bumbling statements on Middle East policies,’ says Prince Michael. ‘These led to the ridiculous and toothless red lines he laid out towards Syria’s President Bashar al-Assad among his administration’s other blunders.’‘Relations towards Russia over Ukraine have also been handled badly,’ he adds. ‘A cocktail of verbal support for the Maydan protesters in Kiev combined with a refusal to give military support while provocatively insulting Russia by calling it only a ‘regional power’ was geopolitically toxic.’
The US administration includes 17 intelligence organisations with more than 200,000 employees. All major European countries also employ important intelligence communities. But their results are very poor.‘Data collected by armies of intelligence people which is not put in context may cost billions of dollars in wages but has limited value. Even more frightening is that Western leaders are ignoring the facts because of their quasi ideological, partisan prejudices,’ says Prince Michael.
HSH Prince Michael of Liechtenstein is founder and chairman of Geopolitical Information Service AG, as well as president of the think tank ECAEF (European Centre of Austrian Economics Foundation), based in Vaduz. He studied commerce at the Vienna University of Economics and Business, and consolidated his studies by assignments for the banking and industrial sectors in Belgium, Canada and the USA. From 1978 to 1987 he worked for Nestlé SA in the fields of controlling, management and marketing on various markets in Europe and Africa. In 1987 he took over the management of Industrie- und Finanzkontor in Vaduz (Liechtenstein), an international advisory and fiduciary trust company, where he now holds the position of president.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce alla Sapienza Università di Roma il Master in “Marketing e Market Access Farmaceutico”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

universita-la-sapienza-romaE’ indirizzato principalmente ai professionisti della salute. Il Master, diretto dalla prof. Annarita Vestri, è stato presentato a Roma nell’ambito del convegno “Tecnologie mediche: coniugare innovazione e sostenibilità” svoltosi oggi a Roma. Affronterà vari temi: dalla diffusione delle malattie, allo sviluppo delle nuove cure e alla loro valutazione economica, presenterà simulazioni di decisioni riguardanti casi reali per apprezzarne le conseguenze non solo sul piano finanziario ma anche sul versante del benessere sociale e, non ultimo, sul piano etico. “Il nostro progetto formativo si pone l’obiettivo di colmare alcune lacune la cui risoluzione potrà agevolare e rilanciare il dialogo con i decisori, in particolare per le situazioni che richiedono la valutazione dell’utilizzo appropriato di una tecnologia e la allocazione efficiente delle risorse,” spiega Annarita Vestri. “Per fare market access, infatti, sarà sempre più necessario ricorrere alla teoria delle decisioni e cioè applicare tecniche di analisi e strumenti quantitativi a fenomeni complessi allo scopo di prevederne il comportamento. Sia chiaro però – precisa Vestri – che non si tratta di affidare ad algoritmi matematici le scelte di politica sanitaria, ma non possiamo ignorare che l’utilizzo di appropriati strumenti valutativi possano indirizzare le decisioni per garantire al meglio la salute dell’intera popolazione in un futuro di crisi economica e di ricerca di sostenibilità”.Secondo le stime di MEDI-PRAGMA, società di servizi che da oltre 30 anni analizza i fenomeni italiani nel settore della salute, attualmente sono circa 1.800 gli specialisti aziendali che operano sul territorio italiano per agevolare a livello locale i processi di adozione ed accesso alle cure. Una schiera di professionisti che dal 2010 al 2014 è quasi raddoppiata (+ 80%). Un fenomeno in controtendenza rispetto al progressivo assottigliarsi delle reti di informazione scientifica sostituite in parte anche dal ricorso agli strumenti della comunicazione digitale. Attualmente, tra i primi cento produttori di tecnologie mediche presenti in Italia, in termini di fatturato, il 55% si è dotato di un’organizzazione formale di market Access. Negli altri casi le aziende fanno fronte ad eventuali problematiche con la costituzione di task force dedicate o rivolgendosi a società di servizi specializzate. Su questo terreno le aziende produttrici di tecnologie mediche si sono mosse in ordine sparso per cui ancora oggi tra le varie organizzazioni di market access sussiste una forte disparità di valori, di obiettivi e di operatività.“In tutto il mondo i sistemi sanitari esercitano vari tipi di influenze sulle decisioni di medici ed operatori sanitari nel tentativo di contenere i costi crescenti delle prestazioni e salvaguardare gli equilibri di bilancio,” dice ancora Vestri. La situazione è resa ancora più complicata dalla recessione economica che limita pesantemente le capacità dei governi di incrementare o anche solo garantire la disponibilità di risorse tali da assicurare livelli di assistenza adeguati a fronteggiare il progressivo aumento della domanda alimentato da cronicità, invecchiamento della popolazione e disponibilità di nuove cure.Se è indubbio che la leva economica sia uno dei principali imputati nelle situazioni di diniego o limitazione, oppure di ritardo nell’accesso alle cure, in particolare per quelle di nuova generazione, è altrettanto evidente che sarebbe semplicistico ridurre il tutto alla sola insufficienza di risorse economiche. Infatti, atteso che le cure ottengano il placet delle autorità sanitarie competenti solo se efficaci e sicure, il loro accesso da parte dei pazienti, ove ne ricorrano le condizioni, può essere invece rallentato o precluso in conseguenza della frammentazione dei processi decisionali locali, delle burocrazie e del diverso grado di efficienza dei sistemi sanitari regionali.“Questo moltiplicarsi di decisori e percorsi normativi, che ha l’effetto di dilatare i tempi di risposta alle istanze dei pazienti, a volte con esiti poco trasparenti, ha insinuato in maniera surrettizia nel sistema sanitario italiano un ulteriore livello di negoziazioni ed autorizzazioni a cui i produttori di tecnologie mediche hanno dovuto adeguarsi mettendo in campo specialisti di accesso alle cure o market access, con la missione di assicurare la giusta terapia al giusto paziente nei tempi giusti,” aggiunge Vestri.Al di là dell’abilità nel districarsi nella palude delle burocrazie, il market access ha progressivamente assunto i connotati di un processo complesso che incrocia diverse discipline, dalla statistica all’economia alle scienze mediche, richiedendo, inoltre, doti negoziali e di comunicazione non comuni. La trasformazione sarà ancora più accentuata con l’entrata a regime dei nuovi strumenti di regolamentazione dell’accesso al mercato per i farmaci innovativi, tipo l’adaptive licensing, a cui guardano con grande interesse le autorità sanitarie europee ed italiane, nella speranza di trovare una soluzione alla pressante esigenza di riuscire a coniugare innovazione e sostenibilità. Anche tra i decisori le incertezze in materia di accesso non sono rare. Dai responsabili delle politiche sanitarie ci si attenderebbero scelte razionali basate sulle informazioni scientificamente affidabili che consentano di garantire ai pazienti l’accesso alle migliori cure disponibili. Ciò richiede capacità e competenze per identificare le informazioni rilevanti, elaborare un giudizio, scegliere la soluzione ritenuta più idonea in confronto alle alternative disponibili ed applicarla. Purtroppo, non sempre i decisori hanno attitudine all’utilizzo e familiarità con alcuni strumenti di analisi e di supporto alle decisioni che, lungi dall’offrire soluzioni meccanicistiche, possano aiutare ad assumere decisioni appropriate e soprattutto a valutarne le conseguenze.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Respiro sibilante o fischio

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

PhiladelphiaSkylin-B_KriGDurante i primi anni di vita, il wheezing o “respiro sibilante o fischio” rappresenta una patologia molto comune che si manifesta almeno una volta nella maggior parte dei bambini soprattutto tra i 2 e i 5 anni: di questi, solo il 30% svilupperà asma bronchiale, mentre nel 60% dei casi è destinato a risolversi entro l’età scolare.
Oggi a Philadelphia, in occasione dell’ID Week, appuntamento annuale per gli infettivologi di tutto il mondo, la Prof.ssa Susanna Esposito, Direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e Presidente WAidid, World Association for Infectious Diseases and Immunological Disorders, presenterà i risultati di uno studio che ha dimostrato potenziali correlazioni tra il rischio di sviluppo di wheezing ricorrente in età pediatrica e la presenza di specifiche variazioni di alcuni geni che regolano le funzioni del sistema immunitario. Lo studio ha consentito di analizzare il ruolo che hanno i diversi virus in associazione con variazioni genetiche e la loro importanza nel determinare la ricorrenza degli episodi di wheezing.
“Questo studio – afferma Susanna Esposito – evidenzia una chiara relazione tra il rischio di wheezing ricorrente e i polimorfismi di alcuni geni coinvolti nella risposta immune. Benchè saranno necessari ulteriori ricerche per confermare questi risultati, i dati potrebbero risultare utili per una precoce identificazione dei soggetti a più alto rischio nello sviluppo di episodi ricorrenti di wheezing e, almeno in alcuni casi, di asma successivamente”.
Nello studio sono stati arruolati 119 bambini non affetti da patologie croniche, ricoverati per il primo episodio di bronchiolite (74 dei quali hanno poi presentato wheezing ricorrente) e 119 soggetti di pari sesso ed età con un’anamnesi silente per patologia respiratoria, selezionati all’interno di un campione di pazienti ambulatoriali durante il periodo dello studio. Entrambi i gruppi sono stati seguiti per due anni.
In generale, la suscettibilità alle infezioni e il loro decorso varia in maniera sostanziale da soggetto a soggetto ed è comune osservare che vi sono individui che non si ammalano mai di una forma infettiva e, se ne soffrono, vanno rapidamente incontro a guarigione, e altri che si ammalano spesso e che, anche in caso di malattie teoricamente banali, guariscono con un decorso clinico non privo di problemi.
“Oggi sappiamo che queste differenze – precisa Susanna Esposito – che, più frequentemente trovano spiegazione in moltissime variabili, possono anche dipendere da diversità strutturali di certi geni”.
Poiché queste varianti genetiche sono trasmesse ereditariamente e molte di esse portano alla formazione di proteine meno efficienti, ecco che, se queste sono coinvolte nei meccanismi di difesa, tutti i membri di una stessa famiglia portatori della stessa anomalia genetica saranno più esposti alle infezioni rispetto a coloro che appartengono a famiglie dove le stesse varianti non sono presenti.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recupero e la valorizzazione di un ingente patrimonio storico degli archivi italiani sulla figura di Napoleone

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

napoleone(NewsMedia, Silvana Stazzone) – Roma, Il MIBACT, Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, ha sottoscritto oggi l’accordo con gli Emirati Arabi Uniti, EAU, per il recupero e la valorizzazione di un ingente patrimonio storico degli archivi italiani sulla figura di Napoleone.
Il Segretario Generale del MIBACT, Dr Paola Recchia, e il Direttore Generale degli Archivi Nazionali degli Emirati Arabi Uniti, EAU, Dr Abdulla El Reyes, hanno sottoscritto un protocollo tecnico per il recupero, la digitalizzazione e la valorizzazione di circa mille volumi di grande importanza storica relativi alle vicende napoleoniche. La firma è avvenuta in presenza dell’ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Saqr Al Raisi, come atto in continuità dell’accordo di cooperazione culturale siglato il 22 novembre 2012 tra i due Paesi.L’imponente archivio storico che richiama le gesta di Napoleone comprende un totale di circa 373.000 pagine, in deposito permanente presso la biblioteca del Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche, nella Villa de I Mulini a Portoferraio, nell’isola d’Elba, che fu residenza del primo esilio dell’imperatore. Il progetto di recupero e valorizzazione prevede anche l’implementazione di un sistema di archiviazione documentale per la creazione di una biblioteca digitale e l’installazione di tre postazioni multimediali, provviste di schermo a contatto, dalle quali i visitatori potranno consultare i testi in formato digitale all’interno del Museo. Inoltre, nell’ambito del recupero, i volumi digitalizzati saranno riprodotti per essere utilizzati negli Archivi Nazionali degli Emirati Arabi Uniti. (Silvana Stazzone)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Madrid il lancio internazionale di Fruit Innovation

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

Caravaggio_-_Fanciullo_con_canestro_di_fruttaSi terrà a Madrid, nella sede dell’Ambasciata d’Italia, mercoledì prossimo 15 ottobre, la prima presentazione ufficiale all’estero di Fruit Innovation, la nuova iniziativa internazionale di Fiera Milano e Ipack-Ima dedicata alla filiera ortofrutticola, con focus su prodotti, tecnologie e servizi. Fruit Innovation terrà la sua prima edizione a Fiera Milano dal 20 a 22 maggio 2015, in concomitanza con Expo, e si propone come piattaforma internazionale per l’ortofrutta e le tecnologie, anche per quei Paesi interessati ad avere in Italia la loro base commerciale e logistica.
In ambasciata a Madrid, con l’ambasciatore S.E. Pietro Sebastiani, interverranno l’ad di Fiera Milano Enrico Pazzali, Guido Corbella, ad di Ipack-Ima, Roberto Arditti, direttore Istitutional Affairs di Expo 2015, Marco Salvi, presidente di FruitImprese, e Angelo Benedetti, presidente di Unitec spa. L’evento si avvale della collaborazione dell’ICE e della Camera di commercio italo-spagnola.
La Cabina di regia di Fruit Innovation – composta dai promotori Coldiretti, Confagricoltura, Fedagri Confcooperative Lombardia, Fedagromercati, Fruitimprese e Unaproa – si è riunita il 6 ottobre a Milano, alla presenza di Enrico Pazzali e Guido Corbella e dei rispettivi staff, per mettere a punto la macchina organizzativa della nuova fiera italiana dedicata all’ortofrutta e le tappe del piano di promozione internazionale, a partire da Madrid. La Cabina di regia di Fruit Innovation ha preso atto con soddisfazione delle iniziative fin qui messe a punto e ha approvato la costituzione di due ‘Comitati di orientamento’: l’Istituzionale e il Business, che si riuniranno entro la fine di ottobre coinvolgendo primarie realtà associative, imprenditoriali e tecniche. Target di entrambi i Comitati è ottimizzare la formula di Fruit Innovation, facendone una manifestazione al servizio degli operatori, esattamente tarata sulle loro esigenze.
La Cabina di regia ha inoltre preso atto che la manifestazione beneficerà del pieno supporto dell’ICE relativamente agli impegni promozionali per l’internazionalizzazione. Si sta infatti lavorando all’impostazione di un nutrito programma per l’incoming di buyers da diversi Paesi. Il piano promozionale prevede un’intensa campagna di presenze a livello globale, dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Cina alla Germania, con un particolare impegno sulla Fruit Logistica del prossimo febbraio.
Il piano di comunicazione a supporto dell’evento fieristico sta interessando i canali d’informazione specializzati in Italia e all’estero. Il sito di Fruit Innovation sarà pienamente in funzione entro la metà di ottobre. La ‘macchina’ organizzativa è in piena attività dopo la pausa estiva, con l’obiettivo di arrivare all’appuntamento di maggio 2015 con tutte le carte in regola. (foto Caravaggio con giovane che tiene un canestro di frutta)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intesa Bank: Banking online senza problemi grazie a TeamViewer

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

Online Banking ComputerGoeppingen, Germania. TeamViewer®, uno dei principali fornitori di software per il controllo da remoto e i meeting online, ha annunciato che Intesa Bank utilizza il software per offrire accesso da remoto agli specialisti dei propri call center e ai loro utenti di banking online. Grazie al software di accesso remoto TeamViewer, il personale del servizio di assistenza della banca ha aumentato in modo significativo la propria produttività e ridotto il numero di visite ai clienti. “A volte, è difficile spiegare a un cliente come risolvere un determinato problema a causa della sua complessità. In questo caso, TeamViewer permette al dipendente della banca di connettersi da remoto, previa approvazione, al computer del cliente, per diagnosticare e talvolta anche risolvere i problemi. In questo modo si accelera notevolmente il processo di risoluzione dei problemi “, ha commentato Boris Golovatskykh, Responsabile IT di Intesa Bank.
Intesa Bank è la filiale russa di Gruppo Intesa Sanpaolo, una delle più grandi banche in Europa e leader in Italia. Il gruppo si colloca al quinto posto tra le banche europee per capitalizzazione. Intesa Sanpaolo, presente in Russia da oltre 40 anni, gestisce oltre la metà delle operazioni di commercio estero tra la Russia e l’Italia. La rete distributiva regionale copre 25 regioni della Russia da Kaliningrad a Vladivostok, con oltre 60 filiali nelle più grandi città del paese. TeamViewer aiuta i consulenti a fornire assistenza agli utenti che utilizzano il software di banking online per effettuare pagamenti, tenere d’occhio il bilancio e lavorare con la banca senza recarsi di persone presso una filiale locale”Un enorme vantaggio offerto dal software di accesso remoto TeamViewer è che anche gli utenti con conoscenze base del computer possono facilmente comprenderne il funzionamento. Devono semplicemente lanciare il programma da un link fornito dal supporto tramite e-mail”, continua Boris Golovatskykh. “Questo software ha ricevuto ufficialmente l’approvazione dal Dipartimento di Sicurezza IT della banca.” “TeamViewer è un software altamente sicuro ed affidabile ideale per le banche, gli istituti finanziari e altre organizzazioni con elevati standard di sicurezza delle informazioni “, conferma Kornelius Brunner, Head of Product Management di TeamViewer. “I clienti come Intesa Bank scelgono TeamViewer per una serie di importanti caratteristiche, tra cui le impostazioni di cifratura completa dei dati, l’autenticazione a più livelli e i profili utente che possono essere collegati a singoli account tramite il pannello di controllo centralizzato TeamViewer Management Console. Un’altra peculiarità importante è la possibilità di registrare ogni intervento di assistenza: i reparti IT possono così tenere traccia di ogni operazione e di ogni clic del mouse sul computer remoto.” Oltre a consentire l’accesso da remoto, TeamViewer offre una serie di ulteriori utili funzioni utilizzate dai dipendenti della banca:
• il trasferimento di file anche di grandi dimensioni dal computer di un dipendente della banca al cliente e vice versa
• creazione e salvataggio immediato di screen shot in un file. Questa funzione è utile per salvare un rapporto di errore da inviare allo sviluppatore del software bancario
• ottimizzazione delle prestazioni del programma, ad esempio sostituendo lo sfondo del desktop con uno sfondo nero semplificando così la navigazione nel desktop remoto
• registrazione video della sessione remota. Questa operazione è importante per la risoluzione di problemi critici in cui la registrazione step-by-step può essere utilizzata per risolvere determinate questioni”L’interfaccia e la funzionalità di TeamViewer sono semplici e intuitive permettendo a qualunque specialista IT di imparare a utilizzarlo in pochissimo tempo, senza alcuna formazione. Inoltre, il processo di connessione al computer remoto è estremamente semplice “, aggiunge Boris Golovatskykh.
Intesa Bank è una filiale russa del gruppo Italiano Intesa Sanpaolo, uno dei più grandi in Europa e leader nel mercato bancario in Italia. Intesa Bank offre una varietà di servizi bancari per privati ​​e aziende in 25 regioni della Russia, da Kaliningrad a Vladivostok. I settori principali di attività della banca sono prestiti alle aziende e alle piccole e medie imprese. La banca ha più di 60 filiali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mercato USA presenta ancora possibilità di crescita a prezzi interessanti, afferma Bauman di ClearBridge (gruppo Legg Mason)

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 ottobre 2014

new-yorkLondra. il mercato USA mostra ancora la presenza d’interessanti sacche di valore, nonostante l’indice S&P 500 abbia raggiunto picchi record, afferma Evan Bauman, co-manager del comparto da 3,2 miliardi di dollari, il Legg Mason ClearBridge US Aggressive Growth Fund. Bauman, gestore del Fondo insieme a Richie Freeman, sostiene che, mentre alcuni segmenti del mercato si distinguono per le valorizzazioni elevate, possono offrire ottime opportunità di crescita a prezzi allettanti.“Le valorizzazioni, rispetto a tre o quattro anni fa, non sono economiche”, ci dice Bauman. “Alcune aree sono sopravvalutate, come ad esempio le Utility e le Telecomunicazioni, negoziate a 18-20 volte gli utili, mentre la crescita è scarsa o addirittura negativa. Sono tuttavia presenti sacche di opportunità nei settori dei Media, dell’Energia, della Salute e della Tecnologia, dove le aziende attraversano una fase di consolidamento, con dividendi in espansione e i cui titoli azionari, in alcun casi, sono scambiati a circa 12-14 volte gli utili. Con la crescita organica condizionata al pagamento di un premio, la selezione titoli resta di primaria importanza, soprattutto laddove i multipli di valorizzazione siano ancora appetibili”.Bauman sottolinea che, proprio come il mercato, i titoli del settore biotecnologico – un’area focale del comparto – rappresentano un miscuglio molto variegato: in parte sottovalutati e in parte “presumibilmente” sopravvalutati. “E’ importante distinguere tra le aziende a piccola e media capitalizzazione, dove potrebbero essere presenti titoli sopravvalutati, e le grandi blue-chip del settore delle Biotecnologie, complessivamente economiche e che compongono la maggior parte dell’esposizione del Fondo alle biotecnologie”, dichiara.Le società biotecnologiche blue-chip presenti in portafoglio costituiscono oltre il 16% della posizione totale in questo settore, pari a circa il 18%, riguardo alla quale i gestori mantengono un atteggiamento decisamente ottimistico. “Biogen Idec, ad esempio, è negoziata a meno di 22x le stime per il 2015 degli utili per azione corretti e vanta una nutrita pipeline di prodotti promettenti”, asserisce Bauman. “Si prevede che la società registri quest’anno una crescita delle vendite e degli utili per azione corretti pari rispettivamente al 72% e al 42%. Anche Amgen, esibisce una pipeline promettente (incluse alcune terapie per il trattamento della psoriasi e del colesterolo) e tuttavia l’azienda è scambiata a sole 14,3x gli utili per azione corretti previsti nel corso del 2015, con un rendimento da dividendi del 2%. Amgen si è inoltre impegnata ad offrire agli azionisti un rendimento del 60% del reddito netto corretto, tramite la distribuzione dei dividendi e le operazioni di riacquisto azionario”.Tra le altre grandi partecipazioni del Fondo, segnaliamo UnitedHealth Group negoziata a meno di 14x gli utili per azione stimati per il 2015 e Forest-Actavis (ora detenuta in portafoglio come Actavis), frutto di una recente fusione, scambiata a circa 13,5x gli utili per azione stimati per il 2015. Al contempo, SanDisk si scambia ad approssimativamente 14,5x gli utili per azione stimati per il 2015.I quattro settori chiave del Fondo, principalmente difensivi dal punto di vista economico, sono Salute, Energia, Tecnologia e Media. I gestori sono ottimisti rispetto ai contenuti multimediali e sulle opportunità presenti nel settore del Video in streaming, motivo che li ha spinti a detenere le posizioni in AMC, Discovery, Starz e MSG. In generale, si concentrano soprattutto sulle società che ritengono possano impiegare i propri bilanci in maniera favorevole agli azionisti, oltre che per espandersi.“SanDisk, ad esempio, sta rendendo agli azionisti il 100% del suo flusso di cassa disponibile e anche il team di gestione di Seagate si è dimostrato più vicino agli interessi degli azionisti”, evidenzia Bauman. “Le aziende in questo momento sono decisamente orientate a rendere liquidità agli azionisti. Le società finanziariamente molto solide stanno inoltre diventando più aggressive nello sfruttare i propri bilanci per attingere a fonti di finanziamento sui mercati meno costosi e realizzare acquisizioni accrescitive. Le grandi acquisizioni, come quella che ha interessato Actavis-Forest, sono considerate positivamente dal mercato e, in effetti, il calo dei tassi d’interesse fino ad ora depone a favore del proseguimento di un solido ciclo di operazioni di M&A, soprattutto nei settori Salute, Media ed Energia”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »