Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 29 ottobre 2014

The Social Media Evolution – From Myspace to butN?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

Social-media-evolutionSpeaking at a news conference to launch butN in Europe this morning its founder Robin Chater pointed out why butN goes well beyond other networking systems such as LinkedIn.“butN is about business and is geared to face-to-face networking – using Internet connectivity, GPS and other technologies to allow professionals to build up contacts globally with people they have met and therefore really know.”Robin is frequently asked whether his brainchild is effectively a business-dating site.“There is a clear line between work and private life and I think every day we draw that distinction without any problem”.Robin rejected initial descriptions of butN as “a Tinder for business” . He insisted that “getting to know the interesting professionals and executives in your vicinity is a great advantage when you are away from home on business and your time is normally at such a premium. If you join a conventional online business-networking site like LinkedIn it does not matter where the other people you connect with are. You are not, after all, using the network to actually meet them.”But he had to admit that the team developing butN did sign up to a number of dating sites to carry out their initial research – much to the anger of one partner when she discovered romantic messages arriving on her husband’s smartphone. But the importance of such research was because dating sites have pushed the boundaries of connectivity far more than general social networks.Where business networking differs markedly from dating is, according to Robin, “that there is no ulterior motive or fixed objective in networking and definitely no good night kiss. Although there is always a social element to both dating and business networking the important factors are not what someone looks like or their personality – but who they work for, who they know and what new commercial or technical insights the other person can provide.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario: “The Role of Cyber Defence to Protect and Sustain EU Economy”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

cecchignolaIl 30 ottobre a Roma, nella Città Militare della Cecchignola, si terrà il seminario sulla difesa informatica “The Role of Cyber Defence to Protect and Sustain EU” organizzato nell’ambito delle attività del Ministero in occasione della Presidenza di turno italiana del Consiglio dell’ Unione Europea.
Il convegno, attraverso interventi e dibattiti, offrirà una possibilità per discutere sulle sfide e le prospettive future nel settore dello sviluppo industriale sulla sicurezza informatica a protezione e sostegno dell’ economia europea. Il consesso, aperto dal Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, vedrà la partecipazione del Ministro della Difesa dell’Estonia, Sven Mikser, del Sottosegretario alla Difesa lettone, Janis Sarts, e del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli. All’evento interverranno, inoltre, il Director Capability, Armament and Technology dell’Agenzia di Difesa Europea (EDA) Air Commodore Peter Round, alte cariche istituzionali e rappresentanti del mondo industriale impegnati nel campo della sicurezza informatica. (Magg. Andrea M. GRADANTE)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute per i cittadini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

farmacia verbanoOgni martedì (4-11-18-25 novembre), in tutti i 541 punti del network, sarà possibile effettuare un’autovalutazione guidata sul personale stile di vita e ottenere controlli gratuiti su prenotazione: misurazione della pressione arteriosa, della colesterolemia totale, dell’indice di massa corporea e della circonferenza addominale. Valori fondamentali per individuare rischi di futuri disturbi del cuore. I dati raccolti tramite i test saranno inseriti all’interno di un questionario che consente di ottenere la propria ‘Mappa del Benessere Cardiovascolare’, “Ma non è tutto – prosegue il dottor Ventriglia –. Infatti, qualora da questo controllo emergessero elementi di rischio particolare per la salute, il farmacista potrà consigliare di rivolgersi al proprio medico di famiglia, per un controllo più approfondito.” Grazie al supporto della SIMG, sensibilizzazione e prevenzione vanno oltre il loro valore informativo e creano una linea che collega il cittadino inconsapevolmente a rischio al proprio medico.
Le malattie cardiovascolari costituiscono, in Europa, la causa principale di mortalità con il 47% di tutte le morti (42% negli uomini e 52% nelle donne), e in Italia la prevalenza di malattie cardiovascolari è in crescita con un conseguente impatto negativo sulle spese del Sistema Sanitario Nazionale (SSN). Secondo i dati ISTAT, in Italia, la spesa per gli interventi cardiochirurgici è stimabile in circa 650 milioni di euro/anno e rappresenta da sola l’1% della spesa sanitaria. Nonostante ciò, SIMG stima che circa l’80% degli interventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile e che il controllo dei fattori di rischio consenta una riduzione della mortalità per patologie cardiovascolari di oltre il 50%, mentre un corretto trattamento farmacologico del 40%1. Nel 2013 la spesa per i farmaci dell’apparato cardiovascolare rimane saldamente al primo posto, sia in termini di spesa farmaceutica complessiva (di cui l’85,9% è a carico dell’SSN) sia di consumi. Nell’arco degli ultimi 10 anni il tasso di mortalità per le malattie ischemiche del cuore è infatti diminuito del 33% (un terzo in meno) grazie alla diagnosi precoce, ai farmaci e all’attività di promozione di stili di vita sani. L’identificazione dei soggetti ad elevato rischio cardiovascolare rappresenta quindi il punto di partenza per l’attivazione di azioni finalizzate alla riduzione dei fattori di rischio modificabili, al cambiamento dello stile di vita e all’inizio di un intervento farmacologico. Ed è proprio questa fondamentale strategia che sarà l’oggetto della campagna “Ci sta a cuore il tuo cuore”, promossa da Apoteca Natura in collaborazione con SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie) e AMD (Associazione Medici Diabetologi) e da quest’anno patrocinata da FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani). Per tutto il mese di novembre, nelle 541 farmacie del network Apoteca Natura presenti in modo capillare su tutto il territorio italiano, i cittadini avranno a loro disposizione degli utili strumenti di prevenzione: un questionario per individuare i propri fattori di rischio cardiovascolare, modificabili e non, e un opuscolo informativo sui corretti stili di vita. Il Questionario si avvale anche di strumenti ufficiali: la ‘Carta del Rischio Cardiovascolare’ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), per valutare la probabilità di sviluppare un evento cardiovascolare maggiore (infarto, ictus) nell’arco di 10 anni e il Test FINDRISC, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per stimare il rischio di sviluppare un diabete mellito di tipo 2. La compilazione potrà essere svolta direttamente nelle farmacie Apoteca Natura, oppure da casa rispondendo alle domande sul sito http://www.apotecanatura.it e ritirando poi i risultati del test nella sede del network più vicina. Novità del 2014 è la possibilità di compilare il questionario in modo nominativo, rendendo così concreta la promessa di seguire le persone nel loro percorso di prevenzione: dopo almeno 6 mesi è possibile, online o tornando in farmacia, compilare un questionario di controllo e monitorare i propri progressi. I dati acquisiti, in forma rigorosamente anonima, daranno vita a un importantissimo studio di farmacoeconomia, portato avanti nei prossimi due anni con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e il patrocinio di FOFI, per valutare l’impatto economico della prevenzione sul Sistema Sanitario Nazionale. L’obiettivo è ufficializzare il ruolo delle farmacie, e in particolare di quelle Apoteca Natura, nella filiera sanitaria, dimostrandone i benefici.
“È importante diffondere in modo capillare un messaggio chiaro e fondamentale – afferma il dott. Giuseppe Ventriglia di SIMG – e cioè che il nostro stile di vita è la medicina più importante. Alimentazione corretta, attività fisica regolare e abolizione dei fattori di rischio, come ad esempio il fumo e l’alcool, rappresentano le armi vincenti per combattere, a qualsiasi età, l’insorgere di patologie cardiovascolari.” Una battaglia che vede nuovamente fianco a fianco medici e farmacisti. “Continua la nostra collaborazione con SIMG incentrata sulla prevenzione – sottolinea il dottor Dario Camisasca, della farmacia Apoteca Natura S. Emerenziana a Roma – Siamo ogni giorno in prima linea e poniamo al centro del nostro lavoro il dialogo con i cittadini. Raccogliere i dati sulla salute, ascoltare le persone, indagare sulle loro abitudini alimentari e sullo stile di vita al fine di evitare l’insorgenza di gravi malattie come in questo caso quelle cardiovascolari, fa parte dei nostri compiti e dei servizi che offriamo”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accesso al mercato dei mini bond

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

mini bondSecondo l’analisi, sono almeno 7.892 le società di capitali con i requisiti che potrebbero potenzialmente consentire loro di accedere al mercato dei mini-bond e, più in generale, delle obbligazioni, con la possibilità di raccogliere risorse integrative o complementari al credito bancario per sostenere i propri progetti di sviluppo. Circa l’80% di queste ha un fatturato inferiore a 50 milioni di Euro e il 78% delle società si caratterizza per un trend di fatturato in crescita o comunque stabile negli ultimi 2 anni. Entrando nel dettaglio della ricerca, i macro settori più rappresentati sono quello dei servizi (con 1.541 imprese selezionate), e in particolare il comparto degli studi professionali/di consulenza (con 550 imprese) e quello dell’attività di trasporto e magazzinaggio (384 imprese), unitamente alla meccanica (con 1.215 imprese) e all’industria chimica farmaceutica (con 1.004 imprese). Seguono i settori costruzioni (659), gli altri settori del manifatturiero (619) e quello metallurgico (601).Per quanto riguarda la distribuzione per macro-aree Nielsen, emerge che il Nord-Ovest è l’area nella quale opera quasi un’impresa su due (più precisamente il 45% del target), seguito in termini di rappresentatività dal Nord-Est (con il 29%).Nelle regioni del Centro, invece, è ubicato il 17% delle imprese che potenzialmente potrebbero accedere al mercato dei mini-bond, seguite da quelle del Sud e Isole, con il 10%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: La corsa dei santi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

Piazza san pietroTeva Italia sostiene anche quest’anno la Corsa dei Santi, la corsa a fianco dei più bisognosi che prenderà il via il 1° novembre da Piazza San Pietro. L’azienda, da sempre impegnata nel rendere accessibili cure di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione sia di medicinali equivalenti, sia di farmaci innovativi, ha deciso di sponsorizzare l’iniziativa per promuovere, attraverso l’attività fisica, uno stile di vita sano e, dunque, prevenire le patologie più comuni. Motore dell’azienda è l’attenzione verso il paziente, modulata dai Valori aziendali che “non regolano solamente la produzione dei nostri farmaci, ma sono anche fonte di ispirazione di iniziative rivolte al sociale come questa manifestazione sportiva di alto livello” dichiar a Salvatore Butti, Generic Business Unit Director di Teva Italia. Continua: “La Corsa dei Santi è un’occasione straordinaria per promuovere lo sport e un corretto stile di vita, attraverso la diffusione di valori etici e sociali. Rappresenta per Teva un’opportunità in più per favorire il benessere dei cittadini. Mettere il paziente al centro, significa per noi curare il presente, per sostenere il futuro, non solo attraverso le nostre attività quotidiane, ma anche con iniziative concrete verso la comunità in cui operiamo”.Protagonista di questa edizione sarà la Fondazione Don Bosco nel Mondo che, grazie a una raccolta fondi collegata alla corsa, riceverà un sostegno concreto per “EBOLA, FERMIAMOLA ADESSO!”, il progetto sviluppato dalla Provincia Salesiana dell’Africa Occidentale che comprende gli stati del Ghana, della Liberia, della Nigeria e della Sierra Leone per rispondere all’emergenza creata dalla Malattia da Virus Ebola (EVD) in quest’area del continente africano.L’evento – giunto alla sua settima edizione – prevede due differenti percorsi: uno amatoriale da 3 km e uno competitivo da 10,5 km. Suggestivo il passaggio della corsa per professionisti: da via della Conciliazione al Colosseo, da Piazza Venezia alla Bocca della Verità, dai Fori Imperiali a San Giovanni.Anche chi non avrà la possibilità di partecipare di persona alla corsa, potrà contribuire al progetto della Fondazione Don Bosco contro l’ebola attraverso una donazione sul conto corrente postale numero 36885028, IBAN IT20 P030 6905 0640 0000 3263 199; oppure attraverso il numero solidale 45593 attivo dal 1° al 7 novembre si può donare 1 Euro con SMS da cellulare personale TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Nòverca oppure 2 Euro o 3 Euro con chiamate da rete fissa Telecom Italia, Fastweb, TeleTu, TWT.
Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (NYSE: TEVA) è una delle principali aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, così come di farmaci innovativi e di specialità e ingredienti farmaceutici attivi. Con sede in Israele, Teva è il più grande produttore di farmaci equivalenti al mondo, con un portfolio prodotti globale di oltre 1.000 molecole e una presenza diretta in circa 60 Paesi. Per quanto riguarda i farmaci innovativi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tassi d’interesse in salita ma moderata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

tassi interesseIn occasione dell’Investor Day, organizzato da Legg Mason a New York i CIO del Gruppo hanno discusso delle sorti dei mercati mondiali nel breve e lungo periodo, in due tavole rotonde moderate da Consuelo Mack of WealthTrack. L’argomento cardine: dove investire in un contesto di rialzo dei tassi d’interesse.“La strada verso il rialzo dei tassi è ancora lunga”, ha dichiarato Ken Leech, CIO di Western Asset, una delle società di gestione degli investimenti obbligazionari più grandi e importanti del mondo. Vale a dire un periodo ipoteticamente compreso tra i 18 e i 24 mesi. Leech ha aggiunto che cinque anni fa nessuno avrebbe potuto prevedere gli attuali sviluppi sui mercati globali. La complessità della situazione renderà arduo per la Federal Reserve USA mettere in atto la preannunciata intenzione di rialzare i tassi nel breve periodo. “Le autorità di politica monetaria avranno bisogno di parecchio tempo prima di cambiare direzione”, ha affermato Leech. Per questa e altre ragioni, “siamo attirati dalla parte lunga della curva USA”. Si è inoltre dimostrato ottimista sui titoli corporate per gli investimenti globali, dove persiste un divario di valutazione. Leech prevede una crescita delle strategie obbligazionarie di tipo unconstrained, le quali offrono agli investitori la possibilità di accedere a uno svariato numero di prodotti e aree geografiche diverse.“Abbiamo adottato una posizione lunga sui bond statunitensi trentennali negli ultimi nove mesi”, ha commentato David Hoffman di Brandywine Global, altra boutique di Legg Mason specializzata negli investimenti value del segmento obbligazionario e azionario. “Il rischio più grave è che la Fed non faccia quello che dovrebbe”, ha sottolineato.“Quest’anno si è rivelato decisamente migliore di quanto ci aspettassimo e il prossimo non dovrebbe essere diverso”. Hoffman è stato più aggressivo sui mercati emergenti e ha evidenziato l’importanza del segmento obbligazionario messicano.A questi commenti hanno fatto eco le dichiarazioni di Isaac Souede, CIO di Permal, una delle più storiche società di asset management su vasta scala, con oltre 40 anni di esperienza nel settore.“La duplice missione della Fed riguarda la crescita e l’inflazione”, ha dichiarato Souede. “Gli USA godono di una pausa sul secondo fronte”, a suo avviso riconducibile ai trend globali. “La Cina attraversa una fase di rallentamento secolare di lungo periodo e il sensibile rafforzamento del dollaro rappresenta un fattore deflazionistico per gli USA. Assisteremo di certo a un rialzo dei tassi d’interesse ma ad un ritmo decisamente moderato”.
Souede ha sollevato un argomento che è ormai diventato una preoccupazione diffusa: “La produttività aumenterà insieme ai salari?”. Interrogato su quelle che sono le sue previsioni in merito, si è dichiarato ottimista.“Le misure adottate dai policymaker hanno mantenuto bassa la volatilità”, ha detto Souede. Il CIO di Permal è persuaso che i mercati maturi privilegeranno gli investimenti event-driven e le operazioni di M&A. Si è inoltre detto convinto che l’atteso rialzo dei tassi provocherà negli USA un’accelerazione delle operazioni di fusione e acquisizione durante i prossimi 12-24 mesi, con i tassi ancora così bassi. Ottimo il potenziale anche per operazioni di arbitraggio, ristrutturazioni e conseguente attivismo degli investitori volto a migliorare l’efficienza delle aziende.Per ciò che concerne i mercati emergenti, il consiglio è quello di “investire nelle società che vanno nella stessa direzione intrapresa dai rispettivi governi”. Il Messico sta facendo bene, il Brasile è in calo, ma non ci sono evidenti segnali di “schiuma” sui mercati. “A livello globale, gli investitori hanno dato prova di maggiore prudenza di quanto non si crederebbe”, ha commentato Souede.“Sono moderatamente ottimista riguardo agli sviluppi futuri”, ha concluso Scott Glasser di ClearBridge Investments, le cui strategie azionarie core si distinguono per active share elevato, orientamento all’income e bassa volatilità. Ha nettamente escluso l’eventualità di un’altra recessione. “I mercati sono tornati alla normalità. Per l’indice S&P 500 è attesa una crescita tra il 6% e l’8%”.Secondo Glasser è difficile individuare nuovi titoli da acquistare, considerato anche il suo focus sulle large cap. Tuttavia, cercando con attenzione, è ancora possibile identificare le giuste opportunità d’investimento. Ha citato il settore della Tecnologia, in particolare il campo degli hardware; la Salute, soprattutto le assicurazioni; e l’Energia, anche se prima di considerare le opportunità presentate da quest’ultimo settore, Glasser preferisce attendere un clima di maggiore stabilità sui mercati delle commodity.Un altro aspetto degno di particolare nota è rappresentato dal potenziale aumento di efficienza all’interno delle aziende e Glasser segue con attenzione le mosse delle società e degli investitori attivisti. Ha infatti continuato a individuare interessanti opportunità di guadagno in aziende di qualità: “la qualità è diventata un figlio non amato”.“Non ci sembra di essere in presenza dell’esuberanza o dell’autocompiacimento che in genere conducono ad un tracollo”, ha affermato Rosemary Macedo, CIO di QS Investors, in accordo con le previsioni di Glasser. QS gestisce strategie multi-asset, strumenti alternativi liquidi, azionario e soluzioni customizzate nei mercati emergenti e sviluppati. “Gil investitori in titoli azionari stanno prezzando il rischio”, ha detto Macedo, sottolineando come sia possibile utilizzare strategie protettive di portfolio insurance per gestire il rischio senza dover sacrificare i rialzi”. “Esistono strumenti atti a incorporare sistematicamente crescita e protezione nei portafogli”, ha dichiarato. “Gli investitori stanno trovando altri modi per ottenere i benefici un tempo offerti dal segmento obbligazionario”. Il suo messaggio: “la miglior difesa è la diversificazione”. Un mercato in cui i tassi d’interesse stanno salendo, a prescindere dalla rapidità con cui avviene il movimento, dovrebbe dimostrarsi favorevole a quella tipologia di aziende di qualità small-cap seguite dal leggendario CIO Chuck Royce. La società fondata da quest’ultimo, la Royce Funds, è specializzata in portafogli di piccole società gestite con un rigoroso approccio value in un orizzonte temporale di lungo termine. Secondo Royce, molti dei provvedimenti adottati dalla Federal Reserve in questi ultimi anni “hanno avuto un impatto positivo sulle società a piccola capitalizzazione e, dunque, non possiamo lamentarci”. Tuttavia, l’allentamento quantitativo si è rivelato iniquamente vantaggioso per “le società di qualità inferiore”, grazie alla notevole disponibilità di risorse destinate ai finanziamenti, soprattutto di debito high-yield. “Il QE ha avuto profondi effetti sulla loro capacità di sopravvivere e prosperare. Le aziende di qualità sono rimaste svantaggiate in termini relativi, non avendo bisogno di rinsaldare i bilanci o ricevere obbligazioni high-yield”.Quale esempio di aziende di qualità che non hanno riportato il buon andamento atteso nel contesto attuale, ha menzionato Reliance Steel e Aluminum Co. A suo avviso, le small cap estere offrono maggiori opportunità di reddito, derivanti dalle diverse tipologie d’imprese familiari presenti sui mercati internazionali. Royce preferisce la volatilità, che afferma dovrebbe aumentare con il rialzo dei tassi d’interesse. Un cambiamento forse più lento di quanto atteso da alcuni osservatori ma che sicuramente non mancherà di verificarsi.“E’ la psicologia umana”, ha dichiarato Royce. “Un piccolo cambiamento del modo di pensare e subito si avrebbero previsioni di un cambiamento dei tassi d’interesse. Ciò darebbe ai tassi un ruolo di leadership sui mercati”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Real estate in USA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

case storiche1Per la prima volta nel 2014, le compravendite sono aumentate rispetto a un anno fa. A seguito del solito ciclo stagionale, a settembre le compravendite sono state inferiori del 10,4% rispetto ad agosto. Tuttavia, le compravendite hanno superato gli obiettivi prefissati a settembre 2013 dello 0,9%. Per tutto il 2014 le compravendite sono state appena inferiori a quelle del 2013, ma a fine settembre sono lievemente aumentate rispetto a un anno fa. Il prezzo mediano registrato in tutte le case vendute nelle 52 aree metropolitane nel mese di settembre è stato di $195.000, superiore del 5,4% rispetto al prezzo medio dello scorso settembre. I prezzi nel 2014 hanno avuto una tendenza al rialzo, ma ad un ritmo più moderato rispetto alle doppie cifre viste nel 2013. L’offerta di case in vendita è risultata inferiore del 5,8% rispetto allo scorso anno. Al ritmo di vendite di case del mese di settembre, i mesi di fornitura di inventario sono saliti a 4,9 dove 6,0 indica un mercato equilibrato equamente tra acquirenti e venditori.
“E’ significativo il fatto che Settembre è stato il primo mese di quest’anno in cui si nota un aumento delle compravendite rispetto allo scorso anno. Questo dimostra che gli acquirenti risultano interessati ed il mercato è abbastanza forte da ripercorrere le vendite dello scorso anno. Mentre i cicli stagionali vedono la solita riduzione delle compravendite, è incoraggiante vedere che i prezzi delle case continuano a crescere a un ritmo sostenibile” – Margaret Kelly, CEO di RE / MAX

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ghana Trade & Investmen

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

ghanaRoma Il 31 ottobre 2014 si svolgerà, presso la sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiana, il “Ghana Trade & Investment Forum”, iniziativa organizzata da UNIDO ITPO Italy e MAECI, in collaborazione con World Trade Centre Accra, Confindustria e ICE Agenzia. All’evento parteciperà una nutrita delegazione proveniente dal Ghana, forte di esponenti del mondo istituzionale ed imprenditoriale di questa “stella d’Africa”. All’evento saranno inoltre presenti numerose autorità e rappresentanti di rilievo nazionali, quali esponenti di Confindustria e del Ministero dell’Ambiente della Repubblica Italiana.La prima parte della giornata sarà dedicata alla presentazione del Ghana, con un focus particolare dedicato alla Green Economy, alle Infrastrutture e all’Agro-Industria, temi molto cari e soprattutto in linea con le priorità e gli obiettivi dell’Agenzia UN.La delegazione africana avrà modo di presentare il potenziale economico, le opportunità di business e quelle di investimento offerte dal Paese. Questa nazione, beneficiando di una solida struttura politica e di un’economia che sta attraversando una notevole fase di sviluppo, possiede tutti i requisiti per essere attraente agli occhi degli investitori. Le aziende partecipanti all’evento ricoprono i settori economici più svariati: dalla logistica all’agroalimentare, passando per il settore delle costruzioni/infrastrutture e quello minerario. Tale varietà consentirà alle aziende italiane di spaziare ed esplorare appieno il panorama industriale ghanese, specialmente durante gli incontri B2B della sessione pomeridiana, principale veicolo per la creazione di collaborazioni imprenditoriali forti e durature.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »