Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Archive for 10 novembre 2014

Lyoness Starts Multi-Brand Strategy Worldwide

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 novembre 2014

LyonessLyoness has implemented the previously announced multi-brand strategy in all markets. Since 8th November the group of companies has differentiated between the brand “Lyoness” and the new network marketing brand “Lyconet”. From 8th November everyone interested can watch the special program “Xcite” at the company-owned web channel Lyoness.TV. The company presents all the news concerning Lyoness and Lyconet in an one and a half hour show. With the world-wide implementation of the multi-brand strategy the company finished an important part of restructuring, which had been announced in autumn 2013.
The Lyoness Group divides its three business areas into two brands: The Lyoness brand encompasses the shopping community and the loyalty program. Their target groups are consumers who want to save money by shopping with Lyoness (Cashback) and loyalty merchants who want to use an international multi-sector loyalty program. The Lyconet brand encompasses all network marketing activities of the Lyoness Group. Its target groups are self-employed people and companies. The Lyoness Group is currently active in 46 countries on all continents. Over 4 million members enjoy the Lyoness benefits at over 40,000 loyalty merchants around the world. More at http://www.lyoness.com.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Madonna Proves to Still Be The “Material Girl”-Rock Auction Raises Today $3.2 Million

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 novembre 2014

beverly-hills-signBeverly Hills, California Julien’s Auctions, the world’s premier music and entertainment memorabilia auction house, held the highly anticipated Icons of Rock n’ Roll auction event this Friday and Saturday. Madonna, Elvis and Michael Jackson memorabilia were among the highlights of the two-day event which had bidders from around the globe bidding by phone, online and in the auction room. Original estimates quickly became a thing of the past when bidders raised bids consistently throughout the two days. The “Material Girl” Madonna was among the most anticipated lots of memorabilia. Highlights of the Collection of Madonna included Madonna’s film worn jacket from “Desperately Seeking Susan” selling for a record $252,000 and one earring worn in the film selling for $34,375. Other highlights from “Madge” included a Madonna worn gown from the film “Evita” which sold for $15,000, Madonna’s “League of their Own” film uniform which sold for $31, 250, Madonna’s “Who’s That Girl” tour worn dress which sold for $50,000 and her “Material Girl” video worn gown and stole which sold for $73,125. The wedding dress Madonna wore when she married Sean Penn sold for $81.250. Original Herb Ritts photographs of Madonna saw bids come in fast and furious. With original estimates of $600-$800, some of the photographs sold well into the double digit thousands. A Herb Ritts photograph of the music icon sold for $35,155, while another sold for $13,281 and $12,500. The “Material Girl” proved her worth today as part of an auction that offered over 700 lots of some of the most iconic rock memorabilia in the world. .
Legendary music legends John Lennon, Elvis Presley, Michael Jackson and others brought excitement throughout the auction house during the two-day sessions. Other highlights of the mega-event included Stephen Stills 1940 Gibson J200 guitar which sold for $43,750, Kurt Cobain’s stage worn t-shirt which sold for $25,000, U2’s the Edge’s studio used Gretsch guitar which sold for $50,000, John Lennon’s spectacles sold for $25,000, James Brown’s red sequined cape sold for $43,750, Prince’s original handwritten lyrics for “Erotic City” sold for $44,800, a Michael Jackson video worn jacket sold for $41,600, a Michael Jackson Dangerous tour ensemble sold for $51,500, Lady Gaga’s Saturday Night Live publicity ensemble sold for $20,000, Elvis Presley’s gift ring sold for $57,600 and an Elvis Presley overcoat sold for $40,625. The King’s 1976 NBN stage used guitar sold for $41,600.
With expertise specializing in entertainment and music memorabilia, Julien’s Auctions has quickly established itself as the auction house to the stars. Julien’s Auctions presents exciting, professionally managed and extremely successful auctions with full color high quality auction catalogues unlike any other auction company and stars in the network primetime television series “Celebrity Home Raiders.” With media coverage spanning the globe and unprecedented marketing support, Julien’s Auctions has become known as the premier entertainment and celebrity memorabilia auction house

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PG23 primo in Europa a utilizzare il “navigatore” per le coronarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 novembre 2014

navigatore coronarieLa Cardiologia Interventistica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, prima in Europa, ha eseguito 10 interventi di angioplastica coronarica con una nuova tecnica che combina le immagini angiografiche con quelle tridimensionali e in vivo della tomografia ottica (OCT). La sincronizzazione delle due metodiche consente al medico di vedere nel dettaglio le placche che restringono le coronarie, grazie all’OCT, e nello stesso tempo il punto esatto in cui sono posizionate, grazie all’angiografia. Giulio Guagliumi, cardiologo interventista del Papa Giovanni, ha dato un contribuito decisivo allo sviluppo di questa nuova tecnologia: “In pochi secondi otteniamo una mappatura accurata delle lesioni coronariche, quindi sappiamo esattamente cosa sta succedendo e dove sta succedendo. Questo ci consente di localizzare le lesioni e posizionare con estrema precisione lo stent che “riapre” la coronaria”. Un’arma in più per il cardiologo, soprattutto nei casi complessi, una sorta di navigatore che guida il medico. Il laboratorio di Emodinamica dell’OspedalePapa Giovanni XXIII, diretto da Orazio Valsecchi è uno tra i primissimi centrial mondo in cui il sistema è stato installato per l’uso clinico.
In allegato le immagini della tecnologia e una foto dell’équipe (IMG_20141106: da sinistra Orazio Valsecchi. la cardiologa Angelina Vassileva e Giulio Guagliumi) (Vanna Toninelli)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disturbi del sonno

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 novembre 2014

sonnoI disturbi del sonno sono senz’altro una delle conseguenze più importanti – ancora poco studiate – delle gravi cerebro-lesioni acquisite (GCA). Basti pensare che essi possono persistere per molti anni dopo la comparsa della GCA e che la loro incidenza, secondo alcuni studi, può arrivare fino all’85%. I disturbi del sonno più frequentemente associati alla GCA sono l’ipersonnia, la narcolessia, i ritardi della fase dell’addormentamento, le apnee notturne, l’insonnia e le alterazioni del ciclosonno-veglia. Naturalmente, avere un disturbo del sonno non vuol dire soltanto “dormire male”, ma correre il rischio di veder acuirsi numerosi altri sintomi come il dolore, l’irritabilità, l’ansia e la depressione. Tali disturbi possono inoltre alterare le prestazioni ai test neuropsicologici e avere un impatto sul recupero funzionale del paziente, sulla sua qualità della vita e, non ultimo, sul suo reinserimento socio-lavorativo.
Una domanda importante rimane ancora senza risposta: “i disturbi del sonno sono una conseguenza diretta della GCA, ossia un effetto del danno cerebrale, o ne rappresentano un effetto secondario, legato ed esempio alle difficoltà del paziente di adattarsi al danno stesso?”. Per cercare di rispondere a questa e ad altre domande ancora irrisolte, presso l’Unità post-coma della Fondazione Santa Lucia di Roma (diretta dalla dott.ssa Rita Formisano) è in atto uno studio volto a valutare l’incidenza, la percezione soggettiva e la tipologia dei disturbi del sonno in pazienti con esiti di una GCA, oltre al loro possibile ruolo sull’esito finale della riabilitazione e sulla qualità della vita del paziente. Lo studio è nato da una collaborazione tra la dott.ssa M. Gabriella Buzzi (Neurologo presso l’Unità post-coma), coadiuvata da un team di Psicologi della stessa Unità (dott. Umberto Bivona, Eva Azicnuda e collaboratori), e ASSIREM, Associazione Scientifica Italiana per la Ricerca e l’Educazione nella Medicina del Sonno (presieduta dal dott. Pierluigi Innocenti, Neurologo)
A oggi sono stati esaminati quattro pazienti. I risultati preliminari dello studio mostrano un’alterazione della quantità e della qualità del sonno in tutti i pazienti, caratterizzata da frequenti risvegli notturni e da un’alterazione delle diverse fasi delsonno. In particolare, “Federica” (la paziente più grave, che ha solo la possibilità di un contatto incostante e debole con l’ambiente) ha mostrato una percentuale del cosiddetto sonno REM (lo stadio del sonno associato maggiormente all’attività onirica) nettamente superiore a quella che si riscontra normalmente in persone che non hanno mai avuto un danno cerebrale. Da questi dati preliminari sorgono alcune importanti ipotesi: perché il sonno di Federica è “cosparso” di sonnoREM, più che degli altri stadi del sonno? Possiamo ipotizzare che Federica passi la maggior parte del suo stato di incoscienza sognando?Secondo le moderne neuroscienze, sia il sonno REM sia il sogno ad esso associato permetterebbero sinergicamente lo sviluppo e il mantenimento della coscienza dello stato di veglia e di altre funzioni cerebrali superiori, preparandoci dunque ad affrontare la realtà cosciente dopo il risveglio. Possiamo, quindi, immaginare che Federica, mentre sembra trovarsi passivamente vittima del proprio disturbo di coscienza, si stia in realtà preparando attivamente a tornare alla vita, alla coscienza da veglia, grazie all’enorme “lavorio mentale” che il suo cervello sta facendo durante il sonno REM, e forse grazie ai suoi sogni. Solo con dati più numerosi potremo verificare quelle che al momento restano solo affascinanti ipotesi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »