Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 28 novembre 2014

Greenpeace Experts at UN Climate Talks in Lima

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

limaLima, 28 November 2014 – The announcement of the United States and China to cut emissions marks their notable joint action for the climate; industrial countries have pledged billions to the Green Climate Fund; countries like Denmark have set the course for 100% renewable energy – there is new movement in the climate debate. The momentum will likely resume on Monday when the UN climate talks kick off in Lima, Peru. The conference will have to negotiate on the key issues that will ensure an ambitious climate agreement to be signed in Paris in a year’s time.Heading to the summit, Greenpeace Head of International Climate Politics Martin Kaiser said:”For two decades, the seriousness of climate change has in no way been properly addressed by global decision makers. To secure our future, they must show their determination to act during this last round of negotiations before reaching a climate deal in Paris. Thus, the Conference of the Parties in Lima can be the turning point for international climate talks: Following the notable announcement from the United States and China, the stage is set for major emitting countries to increase their ambitions to move away from dirty fossil fuels and towards 100% renewable energy.””The United States and China must take bold actions to reduce greenhouse gas emissions well past 2025 – thus encouraging other countries to also table ambitious targets in Lima.””The UN climate conference in Lima must drive strong national commitments to cut emissions, that will define the momentousness of the Paris Agreement in 2015. At the current pace, we will not achieve a stabilization of global warming below 1.5 degrees Celsius.””Communities around the world are feeling the catastrophic impacts of climate change. It is up to our governments to support those who are the most vulnerable and help them adapt to climate change. Far too long corporate polluters were given a free ride to exploit [the resources of] our earth, counting on the rest of us to foot the bill. We need change – and quickly.”Greenpeace Senior Climate and Energy Expert Li Shuo said:”New energy statistics suggest an absolute decline in China’s coal consumption thus far in 2014 — for the first time in decades.””“The end of China’s coal boom arrives at no better time. When enhancing their targets for carbon internationally and coal consumption domestically, the Chinese policy planners will need to translate the latest figures and great progress into their contribution to the climate talks.” Greenpeace Climate and Energy campaigner Mauro Fernandez said:”Climate change has become a fact of life for Latin Americans. The new climate reality is mainly caused by burning fossil fuels and deforestation, leading to more frequent floods and droughts. This crisis forces us to overcome our addiction to coal and oil by harnessing solar and wind power. Renewable energy will take us on the path to climate improvement and justice.”As an official observer to the UNFCCC, Greenpeace will have a broad team of climate and forest experts attending the 01 – 12 December meeting at Lima. They will be available to comment. Experts will be from the US, China, France, Germany, UK, India, Brasil, among others.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Threat of EU split as Angela Merkel gives up on Russia

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

merkel angelaGerman Chancellor Angela Merkel has given up on Russian President Vladimir Putin after months of patient diplomacy has failed to defuse the situation in Ukraine.The Ukraine crisis could now precipitate a massive division within Europe itself, writes GIS Expert Professor Stefan Hedlund, Research Director at the Centre for Russian and Eurasian Studies, Uppsala University, Sweden.Communication between the Kremlin and the West has now broken down completely.
Western governments now have to face the fact that Mr Putin’s gloves may be coming off, adds Professor Hedlund.In preparation for a possible resumption of major combat operations in Ukraine, Russia is preparing the ground with a combination of heavy troop reinforcements. The Kremlin is also putting together a propaganda campaign to erode by stealth the resolve of the Europeans. Aimed at hearts and minds, it could divide not only the EU but Germany itself.
Kremlin-funded broadcaster RT launched a German language station in November 2014 to air Moscow’s view of the Ukraine crisis.A Moscow-based bank is loaning nine million euros to France’s National Front.
The first round of EU sanctions are due to expire in March 2015 and German officials are concerned that Italy, Hungary and Slovakia will be difficult to keep on side if the sanctions are to be renewed.Mr Putin is working hard at unravelling the fragile EU consensus.Over the past weeks, European leaders have gloated on how they had demonstrated to the Russians that they could reach consensus on a forceful policy of sanctions. It may now be time to stow that smugness and to start looking at reality, says Professor Hedlund.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scompenso cardiaco mortalità in aumento

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

scompenso cardiacoLo scompenso cardiaco rappresenta una pandemia globale che colpisce ventisei milioni di persone nel mondo e determina milioni di ospedalizzazioni. Oltre il 2% della popolazione mondiale soffre di scompenso cardiaco. Si stima che i malati siano 15 milioni in Europa e circa 1 milione nel nostro Paese, un quarto dei quali di età inferiore ai 65 anni. In Lombardia si contano circa 180 mila persone con scompenso, oltre 20 mila delle quali a Bergamo e provincia. Secondo recenti stime, il numero di malati tenderà ad aumentare progressivamente sino a raddoppiare nel 2020. L’aumentare della patologia con l’età e l’incremento della proporzione di soggetti anziani nella popolazione rende in parte ragione della frequenza crescente di scompenso cardiaco. Si stima infatti che la sua frequenza raddoppi a ogni decade di età (dopo i 65 anni arriva al 10% circa). «Oltre i 65 anni lo scompenso cardiaco rappresenta la prima causa di ricovero in ospedale: anche per questo è considerato un problema di salute pubblica di enorme rilievo» avverte Antonello Gavazzi, cardiologo di FROM Fondazione per la Ricerca Ospedale Papa Giovanni XXIII durante il meeting “Heart Failure at Crossroads”, organizzato da FROM e dall’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
«Nonostante la disponibilità di nuovi trattamenti e farmaci efficaci, le persone con scompenso cardiaco presentano percentuali inaccettabili di mortalità e riospedalizzazione, percentuali che non si sono ridotte negli ultimi anni» prosegue Gavazzi. «E’ quindi importante rivalutare le conoscenze per identificare le differenze tra specifiche tipologie di pazienti, in modo da “individuare la malattia” all’interno dello scompenso. Il tipico esempio sono i soggetti con diabete, nei quali lo scompenso cardiaco si sviluppa con specifiche modifiche metaboliche, funzionali, neurormonali ed emodinamiche per cui la malattia può rispondere in maniera diversa alle terapie. Il risultato è che assistiamo a una mortalità elevata per scompenso cardiaco nelle persone con diabete rispetto a quelle senza diabete».
Recenti studi hanno documentato che la diagnosi basata esclusivamente su criteri clinici è spesso inadeguata, particolarmente nel sesso femminile, negli anziani e nei soggetti obesi. Al fine di analizzare l’epidemiologia e la prognosi e di ottimizzare la scelta dei trattamenti dello scompenso cardiaco l’incertezza nella diagnosi della malattia dovrebbe essere minimizzata o evitata. L’adozione di stili di vita che prevengano l’insorgenza di queste condizioni è dunque una strategia fondamentale per prevenire lo scompenso cardiaco e ridurre la mortalità.
La prognosi dello scompenso cardiaco risulta essenzialmente sfavorevole qualora la causa sottostante non sia correggibile. In circa la metà dei pazienti in cui sia stata posta diagnosi di scompenso cardiaco, il decesso si verifica entro 4 anni, mentre in metà di quelli affetti da scompenso cardiaco avanzato il decesso avviene entro 1 anno. Lo scompenso cardiaco avanzato colpisce circa un quarto dei pazienti con questa sindrome trattati in ospedale, e ha un’incidenza stimabile in Italia di 12 000 nuovi casi ogni anno.
Purtroppo nello scompenso cardiaco avanzato l’elevata mortalità è difficilmente modificabile, la sintomatologia è invalidante e la qualità di vita pesantemente compromessa. A differenza di altre cardiopatie di comune rilievo, la mortalità per scompenso cardiaco appare in aumento. «Questi numeri fanno dello scompenso cardiaco la seconda causa di ricovero ospedaliero, dopo il parto naturale, con costi altissimi per il Servizio Sanitario Nazionale: ogni anno vengono spesi per i ricoveri ospedalieri con diagnosi di scompenso oltre 500 milioni di euro, pari a circa il 3% dei costi totali del Sistema Sanitario Nazionale» aggiunge Gavazzi. «Una delle iniziativa per ridurre la mortalità è la creazione di strutture specialistiche. Nel 2002 gli Ospedali Riuniti sono stati i primi in Italia a dare vita a un’unità dedicata alla cura di questa patologia, la Medicina Cardiovascolare, basata sul lavoro interdisciplinare tra cardiologi e internisti, ottenendo una significativa riduzione della mortalità e dei periodi di degenza ospedaliera».
Lo scompenso cardiaco è una malattia cronica, che compare quando il cuore, danneggiato, non è più in grado di svolgere la sua normale funzione di pompa e di mantenere un adeguato flusso di sangue nell’organismo.
Come conseguenza, gli organi e i tessuti ricevono quantità insufficienti di ossigeno per le loro esigenze metaboliche. La reazione dell’organismo all’insufficiente funzione del cuore causa un accumulo di sodio e acqua nei polmoni e nei tessuti. Le conseguenze di ciò sono: affanno, ridotta tolleranza allo sforzo, affaticamento, edema (cioè gonfiore). La condizione può aggravarsi fino a portare all’edema polmonare acuto e alla morte.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Buttarelli named new data protection watchdog

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

The next European Data Protection Supervisor (EDPS) will be Giovanni Buttarelli Parliament’s President Martin-schulz announced in plenary session on Thursday. His Assistant Supervisor will be Wojciech Rafał Wiewiórowski.Messrs Buttarelli and Wiewiórowski were listed as Parliament’s top candidates for the two posts after hearings in the Civil Liberties Committee on 20 October.”The Civil Liberties Committee has voted for two very strong candidates for the roles of European Data Protection Supervisor and Assistant Supervisor”, said Committee Chair Claude Moraes (S&D, UK). “Mr Buttarelli brings with him a wealth of experience as the former Assistant Supervisor of the EDPS and as former Secretary General of the Italian Data Protection Authority and I am confident that he will swiftly adapt to his new role. In addition, Mr Wiewiórowski also demonstrated excellent knowledge of data protection and privacy laws in the EU in his role at the top of the Polish Data Protection Authority”.”Last year’s NSA inquiry in the Civil Liberties Committee drew attention to a number of concerns surrounding the issue of data protection and privacy. With this in mind, I am confident that the two new heads of the EDPS will work closely with the LIBE committee to ensure that Europe leads the way in upholding fundamental rights in its data protection laws”, added Mr Moraes.On Thursday morning, Parliament’s Conference of Presidents (President Schulz and leaders of the political groups) gave Parliament’s green light to the two appointments.President Schulz said: “Protection of personal data is a key fundamental right, and one which needs renewed attention in the digital age. I therefore congratulate the incoming European Data Protection Supervisor and Assistant Supervisor and pay tribute to Peter Hustinx for more than 10 years of committed service”.Parliament appoints the EDPS and the Supervisor by common accord with the Council. Negotiations between the two institutions were conducted by Civil Liberties Committee Chair Claude Moraes. The final stage of the procedure will be the signature of the nomination decision by both the EP and the Council in order for the new team of Supervisors to take up their functions.Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

COMECE-CEC Dialogue Seminar on Human trafficking

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

human traffickingAn estimated 800,000 women, men, and children are victims of human trafficking within the EU today. Up to 60% of the victims originate from EU states. The EU and its member states urgently need to implement the legal framework already in place and to intensify cooperation with civil society and church organisations that work with victims at the grassroots level. This was one of the main messages of the Dialogue Seminar organised by COMECE and the Church and Society Commission of CEC in cooperation with CCME in dialogue with the EU Commission on 27 November.Human trafficking is a modern form of slavery, a criminal activity, and a lucrative global enterprise. An estimated 16% of victims are children, and they can be sold for up to 40.000 EUR . In addition to sexual exploitation, forced labour and domestic workers, human trafficking is also taking new forms such as for reproductive purposes, including surrogacy and illegal adoption. Dialogue participants repeatedly called for more reliable and comprehensive data, including accurate estimated figures to better inform policy and faith-based responses. They also brought extensive advocacy and policy experience to the dialogue, and heard direct accounts about human trafficking in Europe.Victims of human trafficking need more protection and assistance through the broader implementation of existing legislation. Victims of human trafficking should not be punished for acts committed while being trafficked. Ongoing financial support of civil society and church organisations will contribute to achieving these aims.In the legal field, the EU has already adopted a series of directives and instruments. However, these instruments need updating to cover new forms of trafficking and to assure further implementation at the national level.In response to the complexity and seriousness of these issues, COMECE and CEC/CCME intend to provide the EU Commission a compilation of their proposals and recommendations to fight human trafficking in the coming weeks.
COMECE is the Commission of the Bishops’ Conferences of the European Community. It is made up of Bishops delegated by the 27 Catholic Bishops’ Conferences of the European Union and it has a permanent Secretariat in Brussels.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Royal Technology Mission with His Majesty King Carl XVI Gustaf of Sweden visits Planmeca

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

Planmeca1The Royal Technology Mission, with His Majesty King Carl XVI Gustaf of Sweden as its patron, visited Finnish healthcare technology manufacturer Planmeca in Helsinki on November 27th. His Majesty, along with 30 other top representatives from Sweden’s government, private sector and academia were introduced to the healthcare technology leader’s growth story and innovations.The Royal Technology Mission is visiting Finland to become inspired by the country’s innovative companies, initiatives and growth strategies. Planmeca Oy is one of the world’s largest manufacturers of dental care technology, with an unmatched product portfolio that has placed it at the vanguard of the industry. Known for 80e50139868fe403_800x800arits strong commitments to research and design, Planmeca continuously collaborates with e.g. leading dental universities to elevate the standard of dental care.“We received a unique opportunity to share our growth story with the Swedish leaders and to introduce to them our newest dental and healthcare innovations, such as combinations of patient 3D data and patient-specific 3D implants. Thanks to the emergence of 3D technologies and applications, dental care is undergoing a remarkable change”, says Tuomas Lokki, Senior Vice President of Planmeca. “A great deal has been done in Finland to promote innovation. One of our country’s main strengths is the active dialogue between companies, academia and the government. Healthcare technology has recently become Finland’s largest high tech export, and we’re proud to be forerunners in the field”, Lokki says.The Royal Technology Mission visit is organised by IVA, The Royal Swedish Academy of Engineering Sciences. IVA has organised similar excursions around the world since 1984. In addition to Carl XVI Gustaf, the mission is formed by business executives and other influential figures from Sweden’s private and public sectors.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata della malattia di Parkinson

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

Parkinson04Si celebra il 29 novembre prossimo, la Società Italiana di Neurologia (SIN) ribadisce il ruolo fondamentale della diagnosi precoce per un intervento terapeutico tempestivo e mirato finalizzato a rallentare il decorso della malattia.La questione tempo infatti è fondamentale; basti pensare che, al momento dell’esordio dei primi disturbi motori tipici della malattia, come la lentezza dei movimenti e il tremore di riposo, la malattia di Parkinson è già in una fase troppo avanzata per poter essere bloccata, poiché, in questo stadio, almeno il 60% delle cellule dopaminergiche della sostanza nera sono già morte.“Nella malattia di Parkinson la diagnosi precoce è di fondamentale importanza per poter attuare una strategia terapeutica capace di modificare la storia naturale della malattia – dichiara il Prof. Aldo Quattrone, Presidente della SIN e Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro – Iniziare il trattamento sintomatico o neuro-protettivo in una fase precoce di malattia o meglio ancora nella fase pre-motoria potrebbe rappresentare la strategia terapeutica del futuro mirata a controllare bene i sintomi e evitare gli effetti indesiderati a lungo termine della terapia farmacologica. In queste fasi, infatti, i farmaci dopaminergici o i farmaci neuroprotettivi potrebbero davvero modificare o perfino arrestare il decorso della malattia.”Per diagnosticare la malattia di Parkinson nella fase pre-motoria bisogna prestare attenzione a sintomi non specifici, la cui presenza aiuta ad identificare i soggetti a rischio di sviluppare la malattia.I sintomi pre-motori più importanti sono il deficit olfattivo (ipo o anosmia), la depressione, dolori nelle grandi articolazioni, l’ipotensione ortostatica e, soprattutto, il disturbo comportamentale in sonno REM (Rapid eye movement Behavioural Disorder, RBD), caratterizzato da comportamenti anche violenti durante il sonno, quali urlare, scalciare, tirare pugni. RBD al momento rappresenta il marcatore predittivo più importante della malattia di Parkinson: circa il 60% dei pazienti con disturbo comportamentale in sonno REM, infatti, sviluppa la malattia di Parkinson entro 10-12 anni.
La malattia di Parkinson è un disturbo neurodegenerativo che colpisce oggi 5 milioni di persone nel mondo, di cui oltre 220.000 solo in Italia, e che si manifesta in media intorno ai 60 anni di età. La ricerca nel nostro Paese, già molto attiva su questo fronte, si sta concentrando sempre di più sulla fase pre-motoria della malattia, i cui sintomi caratteristici possono manifestarsi anche molti anni prima della comparsa dei sintomi motori.La Società Italiana di Neurologia conta tra i suoi soci circa 3000 specialisti neurologi ed ha lo scopo istituzionale di promuovere in Italia gli studi neurologici, finalizzati allo sviluppo della ricerca scientifica, alla formazione, all’aggiornamento degli specialisti e al miglioramento della qualità professionale nell’assistenza alle persone con malattie del sistema nervoso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

9° Forum Risk: Vaccini: un investimento per la salute della popolazione e la sostenibilità del SSN

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 novembre 2014

vaccinazioni“I vaccini possono essere considerati il più efficace degli interventi in campo medico mai scoperti dall’uomo, secondi solo alla potabilizzazione delle acque in termini di riduzione della mortalità umana. Nulla ha permesso di migliorare la salute generale delle popolazioni più di quanto abbiano fatto l’acqua potabile ed i vaccini. È fondamentale ribadire le evidenze e ricordare le enormi conquiste in campo medico che i vaccini hanno permesso di raggiungere, consentendoci di dimenticare le più terribili malattie infettive.” E’ quanto ha dichiarato Nicoletta Luppi, del Gruppo Vaccini di Farmindustria al Forum Risk Management di Arezzo.
“I vaccini sono il frutto di una ricerca lunga e complessa di almeno 12 anni prima di essere somministrati, di una continua acquisizione di conoscenza e da controlli accurati nella produzione che vede 1 persona su 3 impegnata nel controllo qualità, oltre 50 test di controllo per la produzione di un solo lotto di vaccini, una durata media di 14 giorni per i controlli di sterilità e un rispetto rigoroso della catena del freddo.
Si tratta di prodotti assolutamente efficaci e sicuri a protezione della salute del singolo e della comunità. Le vaccinazioni hanno fornito un contributo fondamentale alla riduzione dell’incidenza di numerose malattie e della mortalità ad esse associata e grazie ai vaccini è possibile prevenire più di 2 milioni e mezzo di morti ogni anno nel mondo.
La vaccinazione – continua Luppi – ha un valore sociale ed economico che consente di tutelare la salute. Prevenire significa generare ricchezza in quanto i vaccini costituiscono strumenti chiave per quello che viene definito “smart spending”, ovvero investire in modo intelligente. I vaccini consentono quindi di far risparmiare il Servizio Sanitario Nazionale liberando risorse da reinvestire in cure, ricerca e innovazione medica. Generando una protezione per la salute per tutto l’arco della vita, riducono i costi indiretti derivanti dalla perdita di produttività e dalle assenze dal lavoro e favoriscono un invecchiamento in buona salute. I benefici della vaccinazione sulla salute si traducono in risultati economici positivi nell’eliminazione dei costi associati al trattamento della patologia. L’investimento di 1 euro nell’immunizzazione dell’età adulta – conclude Luppi – genera 4 euro di ricavi economici nelle prospettive dei governi. Questi sono dati dello studio SAATI (Supporting active ageing through immunisation) realizzato in Olanda nel 2013. La vaccinazione è dunque un “investimento” – e non un costo – a tutto vantaggio della salute, della crescita e dell’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »