Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 15 dicembre 2014

Fossil fuels fade as we focus on the world’s capitals

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 dicembre 2014

scultura polimatericaLima, Peru. As the hammer drops today to close the UN climate conference, the science remains clear on the need to permanently transition away from coal, oil and gas. Yet, at COP20, governments again failed to embrace the clean energy future that is already within reach.
Martin Kaiser, the head of international climate politics at Greenpeace, said:“Governments have just kicked the can further down the road by shifting all the difficult decisions into the future. The momentum of the China-US agreement has slammed into nearly immobile climate talks. Time is running out and solutions must be delivered before climate chaos becomes inevitable.”The success of the Paris agreement next year relies now on the decisions politicians make when they get home.“Early next year, governments must show us something tangible and explain how they will cut emissions, support vulnerable countries and pay for clean energy by 2025. If weak goals are agreed upon for 2030, we’ll be locked into fifteen years of increasing pollution and more lives damaged by environmental catastrophes as we have just seen in the Philippines,” said Kaiser.There was some good news that emerged from Lima. A carbon-free world has moved from being a green vision to becoming a point of real discussion at these negotiations.“A total phase out of carbon emissions by 2050 is already supported by almost 50 countries. If all countries agree to a carbon free future in Paris, it can catalyse a rapid transition away from dirty energy — like coal, oil and gas — towards a 100% renewable future for all. A goal to phase out fossil fuels can provide a sure bet for investors to know where to put their money,” said Kaiser.“Outside the walls of these negotiations, businesses, cities and local communities are already building renewable energy solutions to free us from climate-wrecking fossil fuels to ensure clean air, good jobs and resilient economies. People around the world are demanding this change and governments have to catch up to their needs,” Kaiser concluded.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il road show porta Fruit Innovation in Iran, Cina e India

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 dicembre 2014

ortofruttaDopo il lancio internazionale all’ambasciata italiana di Madrid il 15 ottobre scorso, si intensificano le tappe del road show di Fruit Innovation nel mondo. La fiera dell’ortofrutta, tecnologie e servizi che si svolgerà a Milano dal 20 al 22 maggio 2015, sarà presentata nelle prossime settimane in Iran, Cina e India, prima di approdare il prossimo febbraio a Berlino per Fruit Logistica.
Prossima tappa del road show è Teheran, dove Fruit Innovation sarà presente, con un proprio rappresentante e l’agente iraniano, dal 27 al 30 dicembre, alla manifestazione ‘Nuts, Dried Fruits & Related Industries’. Alla presenza in fiera si aggiungerà, su invito dei produttori iraniani, una missione nelle zone di produzione del più noto prodotto ortofrutticolo iraniano, il pistacchio. L’Iran guarda a Milano per incrementare le esportazioni in Europa, in particolare di frutta secca, di cui è uno dei due maggiori produttori al mondo. In questa direzione, Fruit Innovation, proprio per la sua dimensione internazionale, rappresenta per l’Iran un’opportunità di grande interesse. L’Iran è il primo produttore di frutta in Medio Oriente, l’ottavo a livello mondiale e intende incrementare la propria presenza sui mercati esteri.
Successiva tappa internazionale sarà la presentazione di Fruit Innovation il 15 gennaio prossimo a Pechino, in una press conference organizzata da Ipack-Ima al Four Season Hotel, presente l’ambasciatore d’Italia in Cina, Alberto Bradanini.
Nel primo trimestre 2015 un evento di presentazione si svolgerà anche in India, dove la promozione di Fruit Innovation è comunque partita dallo scorso settembre.
Per quanto riguarda l’America Latina, Fruit Innovation è stata presentata in Perù a fine novembre e ciò ha già portato alla definizione di una presenza ufficiale peruviana a Milano il prossimo maggio, mentre contatti sono in corso con Cile, Argentina e Brasile. Anche Africa e Asia sono ‘nel mirino’ degli organizzatori per fare di Fruit Innovation un evento unico nel panorama italiano.
Fruit Innovation si terrà nei padiglioni 9 e 11 di Fiera Milano dal 20 al 22 maggio 2015 e, per la sua prima edizione, avrà un contesto straordinario per il contemporaneo svolgimento di Expo 2015 e di rassegne specifiche sulla filiera del fresco (Dairytech e Meat-Tech), sulle tecnologie del processing, packaging e converting (Ipack-Ima, Converflex) e sulla logistica (IntraLogistica Italia). Fruit Innovation nasce da una joint-venture tra Fiera Milano e Ipack-Ima e conta su promotori come FruitImprese, Unaproa, Fedagromercati, Confagricoltura, Coldiretti, Fedagri Confcooperative Lombardia

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si accentua la crisi in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 dicembre 2014

produzione-industrialeDiminuisce la produzione industriale di ben il 3%, il semestre di Presidenza della Commissione europea, sembra non aver lasciato traccia, si continuano a perdere posti di lavoro, aumentano gli sfatti, cresce la povertà estrema, aumenta la paura per il futuro. A pagare, pesantemente questa crisi, sono, come sempre, i soggetti più deboli , come i pensionati , i lavoratori , i giovani – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo – Un Paese che sembra ripiegato su se stesso, con un quadro politico incerto , e la maggioranza, pur in presenza di una opposizione debole, a tratti, scarsamente presente, che sembra non in grado di agire con decisione, per la realizzazione delle necessarie riforme . Una burocrazia asfissiante, un sistema bancario. ha continuato Fatuzzo – che non è elemento propulsivo di una spinta verso un effettivo risanamento economico e di una maggiore coesione sociale , con mirati interventi a sostegno della piccola e media impresa, una tassazione pesantissima, che non attira investitori e che induce troppe aziende italiane, a trasferirsi all’estero . L’incertezza politica, la continua riproposizione della possibilità di nuove elezioni, creano incertezza e sostanziale debolezza ed allora , che si vada al voto , perché il Paese, ha bisogno di certezze . Il Partito Pensionati ritiene non più rinviabile un dimezzamento delle tasse, di tutti i tipi, che è l’unica strada percorribile , per sperare nella ripresa del nostro Paese. La situazione economica e sociale dell’Italia ,è pesante, il Partito Pensionati spera non diventi drammatica. Si chiedono sempre nuovi sacrifici, ma quali altri sacrifici si possono chiedere ad un pensionato che già è costretto a rinunciare a tutto ,ai milioni di senza lavoro, alla massa di giovani che dopo anni di studio , con lauree o attestati professionali, sono costretti ad andare all’estero . Quali sacrifici si possono chiedere ai troppi imprenditori che hanno perso l’azienda , ai lavoratori rimasti disoccupati, ai tanti che hanno perso la casa ? Il Partito Pensionati ritiene che ne abbiano fatti già troppi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »