Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 23 dicembre 2014

ADF to Italy: Rogue mayors have no authority to issue marriage licenses to same-sex couples

Posted by fidest press agency su martedì, 23 dicembre 2014

camera deputati2ROME – Alliance Defending Freedom has sent the government of Italy a letter and legal memo regarding mayors who are disregarding Italian law and government orders by registering same-sex marriages performed abroad. Italy recognizes neither marriages nor civil unions between members of the same sex.“Government officials should be held accountable to the laws they are sworn to uphold. Mayors throughout Italy have no authority to disobey explicit government orders and issue illegal marriage licenses,” said ADF Senior Legal Counsel Roger Kiska. “Italy has always recognized marriage as the union of one man and one woman. Mayors cannot take it upon themselves to disrespect both the law and the people of Italy.”In October, Italy’s Minister for the Interior Angelino Alfano issued an order for all prefects to annul registrations of same-sex marriage performed abroad since they have no basis in Italian law. Despite this order, a number of mayors continue to register these unions.The ADF letter states that the mayors are “seeking to subvert proper judicial processes by acting outside of their given authority” and explains that “there is no international legal obligation requiring the recognition of these unions, nor the creation of ‘civil partnerships’ for same-sex couples. In fact, the European Court of Human Rights has repeatedly ruled precisely the opposite: that there is no right to same-sex marriage under the Convention.”“Those taking part in these transcriptions have openly stated that this is part of an overall strategy to legalize same-sex ‘marriage’ by forcing the State to ‘[deal] with a growing number of problematic cases,’” the ADF legal memo further explains. “In reality, these cases are far from problematic: same-sex marriage is not legal in Italy and there is no legal requirement, either national or international, that requires the mayors or the central government to register unions created elsewhere.”
“Marriage expresses the reality that men and women bring distinct, irreplaceable gifts to family life, especially for children who deserve both a mother and a father,” added ADF Litigation Staff Counsel Robert Clarke. “Italy’s laws recognize this, and they cannot be wantonly ignored by government officials with a personal political agenda.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Shop Solutions to Release NEW User Administration Application: Enables Mobile Access to System Information

Posted by fidest press agency su martedì, 23 dicembre 2014

global shop solutionTHE WOODLANDS, TX, – In today’s fast-paced manufacturing world, nobody stays at their desk any more – including system administrators. Global Shop Solutions, a global provider of ERP software for discrete manufacturers, is making it easier for customers to access system data from remote locations with the release of its new Mobile Administration Application.
“Today’s manufacturers need to be able to access shop floor and system data no matter where they’re working,” Ashley Smith, R&D Global Shop Solutions. “Our new Mobile Admin App enables our customers’ system administrators to access and manage system data from anywhere inside or outside the plant.”The Mobile Admin App is designed to run on the web browsers of smart phones, tablets and other mobile devices. By launching the app, system administrators can remotely access important system data, including:
Current shop floor usage
New support ticket notifications
A complete active users list, including login time and active programs
Consolidated workstation and server hardware specs
Server-side process status
Although the screens have been designed to fit the smaller viewing areas of mobile devices, the Mobile Admin App presents the same information system administrators are used to seeing on their PCs. The app’s clean, well-designed drop-down menus, charts and grids make it easy for administrators to view and understand the data.“Global Shop Solutions has enjoyed great success over the years by listening to our customers,” adds Dusty Alexander, CEO for Global Shop Solutions. “They told us they wanted more mobile features to integrate with our software, and we responded. We’re currently working on a CRM-based application that will provide remote access to customer data for sales people and company executives.” Global Shop Solutions, the only provider of One-System ERP Solutions™ designed to streamline operations, has helped hundreds of discrete manufacturers increase sales, improve quality and on-time delivery, and lower costs. Global Shop Solutions is headquartered in The Woodlands, Texas, with offices in major cities throughout the United States, Mexico, Singapore, Indonesia and Australia, serving customers in a variety of industries throughout the world. Global Shop Solutions’ unique combination of manufacturing knowledge, software expertise and commitment to customer service has produced more successful implementations than any of its competitors in the industry. For manufacturing companies that want to provide better and faster service to their customers, gain more control over their business and accelerate growth and profitability, Global Shop Solutions is the ERP software of choice.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus e Zebra Ventures

Posted by fidest press agency su martedì, 23 dicembre 2014

fibrosi-cisticaMilano. La Fondazione Italiana per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica e Zebra Ventures srl annunciano la creazione dell’Industry Liaison Office (ILO): un nuovo servizio per i ricercatori finanziati da FFC, che ha ricevuto ad oggi un primo contributo da un’azienda biofarmaceutica internazionale. Obiettivo dell’ILO è valorizzare i progetti di ricerca finanziati dalla Fondazione attraverso collaborazioni tra gruppi accademici e industria biotecnologica e farmaceutica. Si tratta della prima iniziativa di questo genere in Italia.
FFC, riconosciuta come Agenzia Nazionale della Ricerca FC e legittimata dal MIUR come Ente promotore dell’attività di ricerca FC, ha come missione la traduzione dei risultati scientifici in nuovi approcci terapeutici per i pazienti affetti da fibrosi cistica attraverso il finanziamento di progetti di ricerca biomedica presso l’accademia e gli istituti di ricerca.
È infatti solo attraverso partnership con l’industria che i risultati scientifici più promettenti possono essere sviluppati in farmaci, terapie, dispositivi, diagnostici, allo scopo di rendere fruibili ai pazienti nuovi trattamenti efficaci. ILO, nato a settembre e gestito da Zebra Ventures, una società di consulenza in ambito biomedico che collabora con la Onlus dal 2013, punta proprio a facilitare il passaggio dalla ricerca di base allo sviluppo clinico.Il servizio fornisce supporto ai ricercatori finanziati dalla Fondazione per attività relative alla tutela della proprietà intellettuale e al trasferimento tecnologico, assistendo i ricercatori nella valutazione della brevettabilità dei risultati scientifici e del loro potenziale passaggio all’industria.Il professor Gianni Mastella, Direttore Scientifico di FFC commenta: “Nel corso degli anni, i progetti finanziati dalla Fondazione hanno prodotto risultati importanti su nuovi potenziali farmaci e su tecnologie utili per la comprensione della malattia. ILO rappresenta una sfida e un ulteriore percorso verso la creazione di nuove terapie per i pazienti e si basa sull’eccellenza della ricerca condotta dalla nostra comunità scientifica”.Perché ILO possa funzionare in modo continuativo e crescere nel tempo, Zebra e FFC hanno invitato l’industria biofarmaceutica e i principali sostenitori e utenti della Fondazione a diventare sponsor, aiutando e sostenendo economicamente l’iniziativa. In cambio, agli sponsor vengono dati visibilità sul sito web (http://www.fibrosicisticaricercailo.com) e all’interno della comunità scientifica italiana sulla fibrosi cistica, e accesso alla stessa comunità scientifica e al suo prezioso know-how, ai risultati scientifici, alle piattaforme tecnologiche e ai servizi alla ricerca.
Ad oggi, uno sponsor industriale ha accettato di prendere parte al progetto: è Cubist Pharmaceuticals Inc., un’azienda coinvolta nella ricerca e sviluppo di nuove terapie per patologie acute.
La Fondazione Italiana per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (www.fibrosicisticaricerca.it) è un ente senza scopo di lucro fondato nel 1997 con fini scientifico e sociale con sede a Verona. La sua missione è di promuovere e finanziare progetti di ricerca innovativi sulla fibrosi cistica. Ogni anno la Fondazione devolve circa €2M al finanziamento di progetti di ricerca sulla fibrosi cistica.
Zebra Ventures (www.twozebras.com) è una società di consulenza specializzata in ambito biomedico con sede a Milano, che fornisce servizi sulla gestione della proprietà intellettuale, sul trasferimento tecnologico e sul business development. Tra i clienti di Zebra Ventures ci sono istituti di ricerca, enti no-profit, startup, aziende biotecnologiche e farmaceutiche.
Cubist Pharmaceuticals, Inc. è un’azienda biofarmaceutica globale che ricerca, sviluppa e commercializza prodotti farmaceutici per il trattamento delle patologie acute. La casa madre si trova a Lexington, Massachusetts, USA, con una sede internazionale a Zurigo, Svizzera.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Condizione nutrizionale dei bambini siriani sfollati

Posted by fidest press agency su martedì, 23 dicembre 2014

siriani sfollatiSecondo un’indagine sullo stato nutrizionale dei bambini sfollati sotto i 5 anni che vivono in rifugi e nelle comunità ospitanti in Siria, a livello globale il tasso di malnutrizione acuta è grave in 3 governatorati, con una situazione nutrizionale generalmente scarsa.
Il Rapid Nutrition Assessment è stato realizzato sulla base dello stato nutrizionale dei bambini che vivono in rifugi collettivi e nelle comunità ospitanti in Siria. È la prima indagine su lasca scala di questo tipo ad esser stata realizzata dallo scoppio della crisi in Siria nel marzo 2011. Lo studio ha rilevato che in tre governatorati – Hama, Aleppo e Deir-ez-Zour – i tassi di Malnutrizione Acuta Globale campionati tra i bambini hanno superato il 10%: la situazione nutritiva è considerata “grave” secondo gli standard dell’OMS. Il tasso di Malnutrizione Acuta Globale era del 7,2%, mentre il tasso di Malnutrizione Acuta Grave era al 2,3% – i livelli che indicano una situazione della nutrizione “scarsa” basata sulla classificazione dell’OMS.
Con lo studio è stato anche riscontrato che circa quattro quinti (79,85) delle famiglie sfollate erano dipendenti dal cibo ricevuto tramite aiuti e dal cibo acquistato. Circa il 29% delle famiglie ha dichiarato di non avere abbastanza cibo per tutti i membri della famiglie durante le settimane prima dell’indagine, compresa la mancanza di accesso in molti casi a carne, uova e prodotti a base di latte. Di queste famiglie, il 70% ha dichiarato di aver ridotto il numero di pasti.
Con questa indagine arriviamo in cima al Syrian Humanitarian Needs Overview, realizzato dall’OCHA a novembre, secondo la quale 4 milioni di bambini e donne hanno bisogno di interventi di prevenzione per la sotto nutrizione e servizi per il trattamento nutrizionale per bambini malnutriti gravemente in Siria.
“Dallo studio emerge un quadro allarmante dell’impatto del conflitto sullo stato nutrizionale dei bambini sfollati. Una inadeguata nutrizione potrebbe causare effetti nel lungo periodo sul benessere dei bambini e può portate alla morte in casi estremi se non viene individuata subito e trattata”, ha dichiarato Hanaa Singer, Rappresentate UNICEF in Siria.
“I bambini stanno ricevendo assistenza nutrizionale nelle aree accessibili, ma la situazione della nutrizione ha molte probabilità di peggiorare per i bambini che si trovano nelle aree del paese più difficili da raggiungere.”
“Andando oltre, i risultati sono già stati analizzati per la risposta umanitaria in campo nutrizionale per i bambini e già è in corso l’individuazione di più approcci per aiutare tutti i bambini che hanno più bisogno”, ha continuato Singer.
Per il 2015, l’UNICEF ha chiesto 21,1 milioni di dollari per ampliare i programmi nutritivi, rafforzare le operazione di prevenzione per la sotto nutrizione e per la promozione di pratiche utili: visitando quanti più bambini per malnutrizione, garantendo un maggior sostegno nutritivo e incrementando la formazione in campo nutrizionale. Il Rapid Nutrition Assessment è stato condotto dal Settore Nutrizione in Siria insieme al Ministero delle Salute e all’Ufficio Centrale di Statistica, insieme con il supporto dell’UNICEF. L’indagine è stata realizzata tra Marzo e Luglio 2014 in 13 governatorati della Siria su 14. Gli operatori hanno incontrato 3.361 famiglie sfollate che vivono in rifugi collettivi e nelle comunità ospitanti. La situazione nutrizionale per circa 4.500 bambini è stata rilevata – attraverso la combinazione di questionari e misurazioni che includono anche peso, altezza e misurazione della circonferenza del braccio mentre verificavano la presenza di edema nutrizionale – con dati completi per 3.514 bambini.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »